750 grammes
Tutti i nostri blog di cucina Segui questo blog Administration + Create my blog
4 marzo 2012 7 04 /03 /marzo /2012 18:34

 

 

 

 

 

 

 

 

2988620

 

 

 

 

 

E' un sacco di tempo che non parlo di libri e uno degli ultimi letti è un saggio di letteratura di Paul Kriwaczek con prefazione di Moni Ovadia ed edito da Lindau.

 

E' stato per me un libro bellissimo, parla dell'ascesa e caduta di una nazione  - quella degli ebrei europei, o meglio degli ebrei nell'Europa centrale e orientale.

Il libro è bello perchè pur tralasciando volutamente il dramma della Shoah, tratta con cura e perizia di tutti gli avvenimenti, spostamenti, invenzioni, tecniche, letteratura, musica e cultura che questo popolo indirettamente ci ha regalato.

 

E' stato un testo formativo nel senso che mi ha insegnato a conoscere la forza di questo popolo, la continua estenuante forza a ricominciare sempre da zero e a raggiungere quasi sempre ottimi traguardi.

L'yiddish poi è una lingua affascinante, un misto frutta non da poco; per esempio la frase  Bist a yid?  che significa sei un ebreo è un insieme di tre lingue :

 

bist  dal tedesco  = sei

a       dall'inglese  = un

yid    dall'yiddish   = ebreo

 

ma contiene anche una forte influenza slava, russa,  aramaica, ebraica, greca. Nientepopodimeno che!

 

La cosa bella è stata anche che il libro non è scritto in maniera "accademica", anzi è scorrevole, pieno di aneddoti e di curiosità.

Una fra tutte : l'hamburger è stato "inventato" dagli ebrei yiddish in partenza da Amburgo per il nuovo mondo. La carne kasher, salata in origine per essere mantenuta nel tempo, venne tritata e appollottolata, nonchè schiacciata per ottenere una rapida cottura su piastra ed essere servita con il pane.  La ricetta comparve per la prima volta sul libro Aunt Babette's Cook Book del 1889.

 

Un libro per sapere qualcosa di più su di un popolo ed una religione diversa dalla mia.

Condividi post
Repost0
3 marzo 2012 6 03 /03 /marzo /2012 14:55

Pane-pizze-focacce 7809

 

 

Veramente il cotechino poteva essere mangiato anche così com'era, vista la presenza degli spinaci nel rotolo, ma i cavoletti erano in frigorifero e da un po' mi fissavano, indi per cui: " m'hai provocato?  Adesso te divoro!".

In fondo il cavoletto è giusto che ci sia, soprattutto perchè è stato cotto in agrodolce e serve a pulire il palato dall'untuosità godereccia del cotechino, inoltre sono veramente degli ortaggi a dir poco perfetti, anzi piùccheperfetti esteticamente parlando.

Ma bando alle ciance, ecco la ricetta

 

 

Ingredienti per 3-4 persone

 

1   cotechino precotto

1   confezione di cavoletti di Bruxelles 

4   fette di formaggio a fondere tipo Fontina

700 gr di spinaci

 

100 gr di farina integrale

400 gr di farina bianca 00

1          bustina di lievito di birra disidratato

2          cucchiaini d'olio

1          pizzico di sale

1          pizzico di zucchero

450 cc di acqua

3          spicchi d'aglio

1          cucchiaio abbondante di aceto di mele

1          mezzo cucchiaio di zucchero

             olio extravergine e sale q.b.

 

 

Procedimento

 

Miscelate e setacciate le farine. Aggiungete il sale, lo zucchero, un cucchiaino di olio, il lievito di birra e l'acqua poco per volta. Impastate ed aggiungete l'acqua nella quantità voluta dalla vostra farina ( come ho già detto in precedenza la quantità di liquido dipende dalla capacità di assorbimento dello stesso da parte della farina).

Lavorate la pasta per 10 minuti fino ad ottenere una palla elastica e liscia.

Ponete a lievitare per almeno 30'-40' minuti, ma più tempo lievita e meglio è.

 

Nel frattempo lessate il cotechino come da indicazioni sulla confezione. Di solito si tratta d'immergere la busta sigillata in abbondante acqua fredda e di lasciarla sobbollire per almeno 35-40 minuti.  Trascorso questo tempo, aprite la busta, scolate il cotechino dal liquido di governo e toglietegli la cotenna.  Lasciate raffreddare.

 

Lavate bene gli spinaci, togliete le parti coriacee e cuoceteli direttamente in padella con olio e aglio. Salate subito e coprite affinchè rilascino la loro acqua e cuociano rapidamente.   Non appena si ammorbidiscono, spegnete il fornello e lasciateli raffreddare.

 

Pre-riscaldate il forno a 220°.

 

Riprendete l'impasto e stendetelo dandogli forma circolare con uno spessore di due centimetri.  In pratica fate una base di pizza sulla quale stenderete gli spinaci sminuzzati.  Adagiate su di essi due fette di formaggio e sopra a loro, il cotechino.  Di nuovo sopra il cotechino una fetta di formaggio e di nuovo gli spinaci.

Avvolgete il cotechino con la pasta di pane, formate un salsicciotto e chiudete bene i lati. Con gli scarti della pasta, fate delle decorazioni che applicherete sul pane.  Io l'ho stesa a mo' di grissino e poi l'ho attorcigliata sull'insieme.

 

Fate un'emulsione di 1 cucchiaio di olio e due cucchiaini di acqua.  Sbattete bene e spennellatevi il pane.

Infornate e cuocete per 30' minuti in forno caldissimo.

 

Mentre il pane cuoce,  preparate i cavoletti.

Lessarli brevemente in acqua bollente e leggermente salata.

Scolarli dopo 8 minuti sotto acqua fredda.  Riprenderli e saltarli in padella con aglio e olio. Non appena rosolano, aggiungere lo zucchero e l'aceto. Cuocere ancora a fuoco altissimo, fino a che non si caramellino un pochino.

 

Sfornare il pane e lasciarlo raffreddare almeno 10 minuti.  Affettarlo e servirlo accompagnato da Cavoletti di Bruxelles.

 

ENJOY!

 

Condividi post
Repost0
2 marzo 2012 5 02 /03 /marzo /2012 14:09

Piatti-con-verdure 7808

 

 

 

E' arrivato il tempo delle puntarelle finalmente, perchè a casa nostra ne siamo ghiotti.

Croccanti, fresche, verdissime, accompagnate da qualche acciughina e dal sapore del sole contenuto nei pomodori secchi, una zesta di limone qua e là, hanno aperto la stagione!

 

 

La ricetta

 

Ingredienti per  3-4 persone

 

1     cespo di puntarelle

30   gr di acciughine

7     pomodori secchi

1     paio di spicchi di limone

       zeste di limone a piacere

       pepe nero, sale, olio extravergine d'oliva q.b.

 

 

Procedimento

 

Lavate le puntarelle, asciugatele e dividetele a metà per il senso della lunghezza.  Tagliate invece a semi-rondelle le basi più grosse.

Distribuitele su di un piatto di portata in bella vista.  Spruzzatele con il succo di due spicchi di limone.

A parte in un'insalatiera,  versate 3 cucchiai di olio extravergine, spezzettate le acciughe, tagliate i pomodorini a listarelle ed aggiungeteli all'olio.  Salate pochissimo e pepate in abbondanza.

Mischiate il tutto e distribuitelo sulle puntarelle.  Copritele con pellicola trasparente e mettete in frigorifero per almeno 40', il tempo necessario affinchè s'insaporiscano.

Toglietele dal frigor almeno 15' minuti prima di servirle.

 

ENJOY !

Condividi post
Repost0
1 marzo 2012 4 01 /03 /marzo /2012 15:03

 

Paste-asciutte 7805

 

1^ Marzo, ricetta quasi primaverile:  spaghetti con barba di frati o agretti che dir si voglia.

Semplicissimo, ma l'unico neo sta nel fatto che gli agretti devono essere puliti con cura e talvolta quest'operazione può diventare veramente una ........barba.

 

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

320 gr di spaghetti nr. 5

700 gr di agretti

     3 spicchi d'aglio

        olio extravergine d'oliva

        sale e pepe q.b.

        Parmigiano Reggiano grattugiato a piacere

 

 

Come dicevo, pulire gli agretti, togliere le loro radici, sciacquarli molte volte, affinché tutte le impurità terrose siano tolte.

Preparare una pentola a bordi alti e bollite gli agretti in acqua bollente leggermente salata per solo 5' minuti, solo il tempo di una sbollentata. Scolate e sciacquare in acqua fredda.

 

Lessate gli spaghetti in acqua bollente e leggermente salata e mentre cuociono, passate in padella gli agretti.

Scaldate in una padella antiaderente abbondante olio, i 3 spicchi d'aglio schiacciati. Non appena rosolano, toglieteli affinchè non anneriscano e versatevi gli agretti.  Saltateli in padella un paio di volte, salate e tenete da parte.

 

Scolate gli spaghetti e versateli nella padella degli agretti, conditeli e serviteli con una spolverata di pepe ed a piacere una grattugiata di Parmigiano.

 

ENJOY !

Condividi post
Repost0
28 febbraio 2012 2 28 /02 /febbraio /2012 17:50

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Torte-dolci 7799

 

 

 

 

 

foodforfun-365--a.JPG

 

 

 

Sfida raggiunta!  Si, oggi "posto"  il 365 articolo.  Il blog è stato aperto il 6 Febbraio 2011, ma il numero giusto degli articoli - 365 - l'ho raggiunto solo oggi.

E' stato un anno di sperimentazioni, di partecipazione, di felicità e disperazione (soprattutto quando all'ultimo momento qualcosa non andava per il verso giusto), di collaborazione, perchè senza Bea ed il suo aiuto allo scatto, sarebbe stato difficile. Insomma un anno, 365 giorni passati a documentarsi, cucinare, testare e ritestare per presentare qualcosa di piacevole sia alla vista che al palato.

Non sempre quello che ho pubblicato è stato al massimo delle mie aspettative, quasi mai accademico, ma in fondo il principio base di questo blog è:    cucina casalinga - home cooking per tutti.

Ringrazio tutti gli amici che hanno sostenuto con i loro commenti le fatiche e le gioie giornaliere e spero che sia stato per loro un piacevole appuntamento.

Il blog proseguirà, magari non con la stessa intensità, vedremo un po', per ora godiamoci questa crostatina al cioccolato e arance fresche, poi..... chissà!

Un abbraccio a tutti e ..... ENJOY!

 

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

250  gr di farina bianca 00

   50 gr di cacao amaro

100  gr di cioccolato fondente

150  gr di burro

150  gr di zucchero

    1   uovo e  1 tuorlo

          gocce di essenza d'arancia

100   gr di marmellata di ciliegie

 

150   gr di ricotta

100   gr di yogurt greco

     3   cucchiai di zucchero a velo

          gocce d'essenza di vaniglia

  60    gr di gocce di cioccolato fondente

    4    arance spelate a vivo

 

Procedimento 

 

Fate sciogliere a bagnomaria il cioccolato fondente.

Impastate la farina con lo zucchero, il cacao e il cioccolato fondente.  Aggiungete le gocce d'arancia, il burro e ottenete un insieme sabbiato. A questo punto aggiungete le uova e impastate velocemente affinchè l'impasto non si scaldi.

Avvolgete la pasta in pellicola trasparente e mettete in frigor per 30' minuti.

 

Prendete la ricotta e lo yogurt, aromatizzateli con un paio di gocce d'arancia e di vaniglia, aggiungete lo zucchero a velo, mescolate e poi versate le gocce di cioccolato. Mettete in frigor.

 

Tagliate le arance, partendo dalle estremità. Fate dei tagli netti. Appoggiate l'arancia sulla base e incidete in profondità  nuovamente la buccia partendo dall'alto ed arrivando al fondo.  Avrete cos' un'arancia denudata dalla buccia e dalla pellicina bianca amara. Ora incidete ogni singolo spicchio tenendo presente le nervature dell'arancia. Gli spicchi al vivo saranno in questo modo privi di ogni residuo.

 

Riprendete la pasta, stendetela in una teglia precedentemente imburrata ed infarinata.  Punzecchiate la base con i rebbi di una forchetta e disponete in forno a 200° per 15-20 minuti.

Toglietela dal forno, lasciatela raffreddare e poi farcitela con marmellata di ciliegie.  Coprite questo primo strato con la crema ricotta-yogurt-cioccolato  e poi disponete gli spicchi al vivo.

Decorate con zeste di arancia e una spolverata di cacao.

 

ENJOY

 

    

Condividi post
Repost0
27 febbraio 2012 1 27 /02 /febbraio /2012 11:05

Torte-salate 7770

 

Sono belle le cipolle, tutte, ma diciamo che ho una predilezione per quelle rosse. Perche? Perchè il loro colore è entusiasmante, così vivido, quando le apri sono così perfette all'interno, ogni strato al suo posto e il violaceo che si infrange con il bianco interno, compone una serie di cerchi concentrici bicolore.

La loro forma è anche interessante; quando poi abili mani, le intrecciano e formano una treccia decorativa sono proprio belle da appendere in cucina, fanno festa, fanno cibo e ricordo di tempi antichi in cui tutti avevano un orto dove seminarle e raccoglierle.

La schiacciata di sfoglia è sempre un piatto velocissimo e appetitoso, può essere considerato come un piccolo antipasto, oppure un buon secondo accompagnato da qualcosa di fresco e croccante  -un'insalatina primaverile con qualche semino di girasole, zucca, lino -  concludono l'insieme.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 1 torta come foto

 

 

1       rotolo di pasta sfoglia fresca

6       cipolle rosse medie

100  gr di formaggio a fette tipo Fontina, Gouda, Tilsit

         olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

 

 

 

Accendete il forno a 220° - 

Sbucciate le cipolle, tagliatele a rondelle e cuocetele brevemente in una pentola nella quale avrete aggiunto olio extravergine d'oliva.  Versatele non appena l'olio è caldo, salatele subito e copritele con un coperchio.   Cottura non più di 7' minuti.  Togliete dalla padella e lasciatele raffreddare

 

Stendete la pasta sfoglia su di una teglia o in una pirofila da forno, come preferite, adagiatevi sopra le fette di formaggio a totale copertura della superficie.  Riprendete le cipolle e versatele sopra al formaggio, anche qui coprite interamente lo strato sottostante.

 

Infornate per 25'-30' minuti max.  Sfornate e servite sia calda che fredda.

 

ENJOY!

Condividi post
Repost0
26 febbraio 2012 7 26 /02 /febbraio /2012 15:09

 

 

Stuzzichini-salati 7748

 

 

 

 

Ogni tanto, di Domenica ho voglia di mangiucchiare, di speluccare, più che di mangiare un pasto canonico. Allora, apro il frigorifero e scruto fra i ripiani in attesa d'inspirazione (so che non si deve tenere aperto lo sportello, ma se l'inspirazione non arriva......).

 

 

Oggi l'attenzione è caduta su un mazzettino di asparagi, sulle uova e qualche fetta di prosciutto, il tutto con un'insalatina e qualche fetta di pane nero.... un vero cibo da re.

 

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

4   cocottine da forno

4   foglie di basilico grandi

4   uova

4   asparagi

4   fette di prosciutto crudo di Parma

     pizzico di pepe

1   noce di burro

 

 

Procedimento

 

Pulite gli asparagi dal gambo legnoso e poneteli a cuocere in acqua bollente leggermente salata per pochi minuti, max 8'. Scolateli e metteteli sotto acqua fredda. Riscolateli e teneteli da parte.

 

Prendete le cocottine e imburrate bene il fondo ed i  bordi.  Adagiate sul fondo la foglia di basilico e poi rompete un uovo per volta che verserete intero nella cocotte.

 

Cuocete in forno a 190° a bagnomaria: cioè mettete le cocottine in un'altra pirofila grande da forno nella quale avrete aggiunto acqua bollente, che dovrà arrivare a 2/3 della cocotte.

Infornate e state attenti, cuociono in poco tempo 8' max.

 

Nel frattempo arrotolate le fette di prosciutto sugli asparagi.  Sfornate le uova e disponete i bastoncini di prosciutto e asparagi sulle uova.

 

Servite con un'insalatina, fette di pane nero e un pizzico di pepe.

 

ENJOY  !

 

P.S.  ho volutamente omesso il sale, perchè il prosciutto bilancia il sapore.

Ciò nonostante, chi volesse, può aggiungerlo.

 

 

Condividi post
Repost0
25 febbraio 2012 6 25 /02 /febbraio /2012 15:05

Piatti-di-carne 7713

 

 

Vorrei avere un BBQ grande come una casa, ma non ce l'ho e allora mi ingegno per poter ottenere più o meno lo stesso risultato, senza carbonella e senza fumo odoroso di brace.

Le ali di pollo sono uno dei pezzi di carne più economici che ci possano essere, ciò nonostante se condite a piacimento possono essere molto gustose.

Il piatto di oggi è un esempio di misto asian-mediterranean food, vi tocca leggere per capire.

 

Ecco la ricetta

 

 

Ingredienti per 4 persone

 

12   ali di pollo

1      succo di 1 intero limone

2      cucchiai di soya dolce

1      cucchiaio colmo di miele millefiori

1      cucchiaio scarso di olio extravergine di oliva

1      cucchiaino colmo di curcuma

1      cucchiaino scarso di zenzero in polvere

1      punta di cucchiaino di peperoncino in polvere

1      sacchetto grande cuki gelo

1      paio di limoni per decorazione

 

 

Procedimento

 

Lavate le ali di pollo e controllate che non ci siano residui sulla pelle.

Asciugatele e poi inseritele nel sacchetto di plastica.

 

Preparate a parte in una terrina il condimento, mischiando tutti gli ingredienti di cui sopra.  Sbattete il tutto e versatelo in toto sul pollo.

Chiudete il sacchetto e shakerate con ritmo. Mettete in frigorifero e lasciate insaporire per almeno un paio d'ore.

Trascorso questo tempo, scaldate il forno a 220°, preparate una placca da forno ricoperta di carta da forno.

Rovesciate il pollo ed il suo contenuto su di essa e cuocete per 35-40' minuti.

Sfornate le ali e servitele con degli spicchietti di limone fresco.

 

ENJOY !

Condividi post
Repost0
24 febbraio 2012 5 24 /02 /febbraio /2012 11:57

Paste-asciutte 7689

 

 

Il cavolo nero è spesso usato nelle minestre e famosissimo nella Ribollita toscana, ma accostato ad una pasta dona quel tocco di verde brillante che accoppiato al rosso dei pomodorini e al bicolore delle tagliatelle offrono una cromaticità invitante.

 

Facile, veloce, gustoso. Ecco la ricetta

 

 

Ingredienti per 4 persone

 

250 gr di Tagliatelle fresche paglia e fieno

2      cavoli neri

500 gr di pomodorini ciliegia

2      spicchi d'aglio

1      peperoncino rosso

        olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

1      cucchiaio di Pecorino grattugiato

 

 

Procedimento

 

Preparate il cavolo nero sfogliando la parte tenera delle foglie dal gambo. In pratica non ci devono essere gambi se non quelli più piccini.

Lavatelo e lessatelo in abbondante acqua bollente e leggermente salata.  La cottura dovrà essere  veloce, giusto il tempo di ammorbidirsi,  8 minuti max, poi scolatelo e passatelo in acqua fredda.

Tagliate i pomodorini a spicchietti e rosolateli in un tegame con aglio, salate e pepate q.b.  Anche in questo caso cottura velocissima, il tempo necessario affinchè l'olio s'insaporisca e colori, non più di 3-4 minuti.

 

In una pentola a bordi alti e capiente, lessate in abbondante acqua leggermente salata le tagliatelle.

Nel frattempo rosolate il cavolo in un tegame dove avrete versato olio, aglio e aggiunto peperoncino. Fate rosolare e insaporire il condimento, poi aggiungete il cavolo; salate e lasciatelo sul fuoco per 6  minuti

 

Impiattate nei piatti di servizio il cavolo, stendendolo come base.

Scolate le tagliatelle, passatele nel sugo dei pomodorini e posatele al centro del piatto. Decorate ancora con foglie di cavolo e una spolverata di pecorino.

 

ENJOY !

Condividi post
Repost0
23 febbraio 2012 4 23 /02 /febbraio /2012 11:41

Piatti-di-carne 7678

 

 

 

Ogni tanto un pochino di bollito con un'insaltina colorata non guasta, se poi aggiungiamo anche una salsa alle noci, ricotta e acciughe, il sapore è assicurato.

Ecco la ricetta.

 

 

Ingredienti per 4-6 persone

 

 

Ingredienti per la cottura di 1 pollo

 

1          pezzo di coppa di maiale da 1,5 kg 

1          foglia di alloro

100 cc di vino bianco

1          cucchiaino di bacche miste

3          cucchiai di gambi di finocchio e barbette tagliate a dadolata

3          cipolle dorate

4          carote

3          liste di buccia di limone

3   lt     di acqua

1          pomodorino ciliegia

 

 

Ingredienti per l'insalata

 

1           cespo di trevisana

1           finocchio

3           arance a pasta gialla

1           paio di cucchiai di frutta secca mista salata

             arachidi, pistacchi, mandorle

1           carota

1           zucchina

             sale, pepe, olio extravergine d'oliva q.b.

             gocce di salsa di aceto balsamico

 

 

Ingredienti per la salsa-crema

 

250 gr di ricotta fresca

1          paio di cucchiai di salsa di noci

1          confezione di acciughine (circa 30 gr)

 

 

Procedimento

 

Preparate un court bouillon con tutti gli aromi sopra menzionati.  Tagliate le cipolle con la buccia a metà nel senso della larghezza e fatele tostare senza condimento in una pentola antiaderente. Non appena colorano, toglietele e mettetele nel brodo. Esse daranno più sapore e colore al brodo.

Non appena il court bouillon ha preso consistenza, versatevi il pezzo di coppa, precedentemente lavato e pulito da ogni residuo.

Lasciatelo cuocere per 1 ora e 40 minuti. Poi, scolatelo dal brodo e disponetelo su di un piatto.

Copritelo con una insalatiera e lasciatelo raffreddare almeno 3-4 ore.

 

Mentre il bollito si raffredda prepariate la salsa in velocità.  Tagliuzzate finemente le acciughine e mischiatele alla ricotta e alla salsa di noci. Ottenete un composto omogeneo che volendo potete correggere con un pizzichino di sale, ma attenzione, perchè le acciughe hanno già un notevole impatto.

Tenete in frigorifero fino al momento dell'utilizzo.

 

Prepariate anche l'insalata.  Tagliate le arance a vivo, praticamente, incideTe in profondità la buccia e toglietela dal frutto.

Incidete ogni nervatura dello spicchio, prima a destra e poi a sinistra. Estrarre lo spicchio.

Tagliare a listarelle sottili con l'ausilio di un pelapatate la carota e la zucchina. Ottenete delle tagliatelle sottili.

Affettate finemente la trevisana e il finocchio. Mischiate le verdure e conditele con l'olio, sale, pepe.

 

Riprendete il bollito tagliatelo a fette, disponetele nel piatto e adagiatevi sopra ciuffetti di crema-salsa noci, ricotta.

A fianco posizionate l'insalata ed intorno gli spicchi di arancia.

Spolverate qua e là con le arachidi, pistacchi e mandorle salate e distribuite qualche goccia di salsa di aceto balsamico.

 

 

ENJOY!

 

 

 

Condividi post
Repost0

Presentazione

  • : foodforfun.over-blog.it
  • : Per giocare con il cibo e trasformare gli alimenti in qualcosa di goloso... ma non solo cibo, talvolta fiori, talaltra libri, curiosando qua e là.
  • Contatti

Traduttori

 

Ricerca

EXPO 2015

01_Cover_Logo_1280x400_OK.jpg

foodforfun.over-blog.it

Norme - Copyright © 2021

QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITA' . PERTANTO NON PUO' CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 07/03/2001  

FOODFORFUN.OVER-BLOG.IT  By BettaRoberta Cecconi - All rights reserved

 

 

 

  

 

 

 

indicizzazione motori ricerca