750 grammes
Tutti i nostri blog di cucina Segui questo blog Administration + Create my blog
24 febbraio 2012 5 24 /02 /febbraio /2012 11:57

Paste-asciutte 7689

 

 

Il cavolo nero è spesso usato nelle minestre e famosissimo nella Ribollita toscana, ma accostato ad una pasta dona quel tocco di verde brillante che accoppiato al rosso dei pomodorini e al bicolore delle tagliatelle offrono una cromaticità invitante.

 

Facile, veloce, gustoso. Ecco la ricetta

 

 

Ingredienti per 4 persone

 

250 gr di Tagliatelle fresche paglia e fieno

2      cavoli neri

500 gr di pomodorini ciliegia

2      spicchi d'aglio

1      peperoncino rosso

        olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

1      cucchiaio di Pecorino grattugiato

 

 

Procedimento

 

Preparate il cavolo nero sfogliando la parte tenera delle foglie dal gambo. In pratica non ci devono essere gambi se non quelli più piccini.

Lavatelo e lessatelo in abbondante acqua bollente e leggermente salata.  La cottura dovrà essere  veloce, giusto il tempo di ammorbidirsi,  8 minuti max, poi scolatelo e passatelo in acqua fredda.

Tagliate i pomodorini a spicchietti e rosolateli in un tegame con aglio, salate e pepate q.b.  Anche in questo caso cottura velocissima, il tempo necessario affinchè l'olio s'insaporisca e colori, non più di 3-4 minuti.

 

In una pentola a bordi alti e capiente, lessate in abbondante acqua leggermente salata le tagliatelle.

Nel frattempo rosolate il cavolo in un tegame dove avrete versato olio, aglio e aggiunto peperoncino. Fate rosolare e insaporire il condimento, poi aggiungete il cavolo; salate e lasciatelo sul fuoco per 6  minuti

 

Impiattate nei piatti di servizio il cavolo, stendendolo come base.

Scolate le tagliatelle, passatele nel sugo dei pomodorini e posatele al centro del piatto. Decorate ancora con foglie di cavolo e una spolverata di pecorino.

 

ENJOY !

Condividi post
Repost0
23 febbraio 2012 4 23 /02 /febbraio /2012 11:41

Piatti-di-carne 7678

 

 

 

Ogni tanto un pochino di bollito con un'insaltina colorata non guasta, se poi aggiungiamo anche una salsa alle noci, ricotta e acciughe, il sapore è assicurato.

Ecco la ricetta.

 

 

Ingredienti per 4-6 persone

 

 

Ingredienti per la cottura di 1 pollo

 

1          pezzo di coppa di maiale da 1,5 kg 

1          foglia di alloro

100 cc di vino bianco

1          cucchiaino di bacche miste

3          cucchiai di gambi di finocchio e barbette tagliate a dadolata

3          cipolle dorate

4          carote

3          liste di buccia di limone

3   lt     di acqua

1          pomodorino ciliegia

 

 

Ingredienti per l'insalata

 

1           cespo di trevisana

1           finocchio

3           arance a pasta gialla

1           paio di cucchiai di frutta secca mista salata

             arachidi, pistacchi, mandorle

1           carota

1           zucchina

             sale, pepe, olio extravergine d'oliva q.b.

             gocce di salsa di aceto balsamico

 

 

Ingredienti per la salsa-crema

 

250 gr di ricotta fresca

1          paio di cucchiai di salsa di noci

1          confezione di acciughine (circa 30 gr)

 

 

Procedimento

 

Preparate un court bouillon con tutti gli aromi sopra menzionati.  Tagliate le cipolle con la buccia a metà nel senso della larghezza e fatele tostare senza condimento in una pentola antiaderente. Non appena colorano, toglietele e mettetele nel brodo. Esse daranno più sapore e colore al brodo.

Non appena il court bouillon ha preso consistenza, versatevi il pezzo di coppa, precedentemente lavato e pulito da ogni residuo.

Lasciatelo cuocere per 1 ora e 40 minuti. Poi, scolatelo dal brodo e disponetelo su di un piatto.

Copritelo con una insalatiera e lasciatelo raffreddare almeno 3-4 ore.

 

Mentre il bollito si raffredda prepariate la salsa in velocità.  Tagliuzzate finemente le acciughine e mischiatele alla ricotta e alla salsa di noci. Ottenete un composto omogeneo che volendo potete correggere con un pizzichino di sale, ma attenzione, perchè le acciughe hanno già un notevole impatto.

Tenete in frigorifero fino al momento dell'utilizzo.

 

Prepariate anche l'insalata.  Tagliate le arance a vivo, praticamente, incideTe in profondità la buccia e toglietela dal frutto.

Incidete ogni nervatura dello spicchio, prima a destra e poi a sinistra. Estrarre lo spicchio.

Tagliare a listarelle sottili con l'ausilio di un pelapatate la carota e la zucchina. Ottenete delle tagliatelle sottili.

Affettate finemente la trevisana e il finocchio. Mischiate le verdure e conditele con l'olio, sale, pepe.

 

Riprendete il bollito tagliatelo a fette, disponetele nel piatto e adagiatevi sopra ciuffetti di crema-salsa noci, ricotta.

A fianco posizionate l'insalata ed intorno gli spicchi di arancia.

Spolverate qua e là con le arachidi, pistacchi e mandorle salate e distribuite qualche goccia di salsa di aceto balsamico.

 

 

ENJOY!

 

 

 

Condividi post
Repost0
22 febbraio 2012 3 22 /02 /febbraio /2012 09:10

BISCOTTI 7669

 

 

E' un momento in cui abbiamo voglia di sgranocchiare qualcosina di dolce ma non dolcissimo, croccantino, ma morbidoso all'interno e allora abbiamo fatto (ricetta a 4 mani - Bea ed io) i biscotti di mais.

La farina di mais - polenta - deve essere finissima, quella proprio per i dolci. In una delle nostre ultime gite nel Cremasco né abbiamo acquistata un po' e oggi ecco una ricetta semplice, ma amabile, soprattutto per una merendina o il classico british tea delle cinque, sebbene la nostra italianità!

 

 

La ricetta

 

Ingredienti per circa 600 gr di biscotti

 

250 gr di farina bianca 00

250 gr di farina di mais finissima

150 gr di zucchero

     4 uova

200 gr di burro

100 gr di uvetta di Corinto

     1 scorza  di limone - grattugiata

     1 pizzico di sale

     1 paio di gocce di essenza di vaniglia

        zucchero a velo per decorazione

   50 cc di Rhum  (facoltativo)

 

Procedimento

 

Ammorbidete l'uvetta, mettendola a bagno o in acqua oppure se desiderate in un pochino di Rhum.

Montate le uova con lo zucchero.  Mescolate le due farine ed il sale, unite il burro ammorbidito, poi le uova montate con lo zucchero.

Drovete ottenere un impasto morbido e liscio.  Dividetelo in due ed in una delle parti aggiungete l'uvetta (a casa mia non piace a tutti) .
Lasciate riposare l'impasto in frigorifero per almeno 30' minuti.

Riprendetelo e  ricavatene delle piccole palline che adagiarete sulla placca da forno ricoperta da carta da forno
Schiacciate un pochino il loro centro e infornateli a forno già caldo a 180° per circa 20 minuti.
Servite i biscotti spolverati di zucchero a velo.

 

ENJOY!

Condividi post
Repost0
21 febbraio 2012 2 21 /02 /febbraio /2012 13:55

Risotti 7663

 

 

Questo risotto ha un suo perchè ed è un risotto del ricordo.

Nei primi anni '80, ancora bambina, andai in un ristorantino niente male, che faceva una cucina alternativa.

Fra i vari piatti denominati in maniera fantasiosa, ricordo ad esempio : "orecchia di elefante"  (praticamente una cotoletta talmente battuta che diveniva così grande da sembrare un'orecchia del pachiderma) c'era anche il Risotto alle fragole.

Sono sempre stata una tipa curiosa , nel senso positivo del termine, ed anche un po' sperimentatrice, perciò assaggiai con entusiasmo tale pietanza.

Il risotto alle fragole è diventato un piatto che riproduco, perchè è morbido, cremoso, sa di primavera, è dolce grazie alla panna, ma anche asprigno e ben bilanciato grazie alle fragole.

Semplicemente:  adoro!

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

320 gr di riso Carnaroli

     1 noce di burro

500 gr di fragole

  70 cc di vino bianco secco preferibilmente spumante (ma se non l'aveste, va bene un buon secco)

100 cc di panna fresca

500 cc di acqua bollente

     1 dado - oppure sale

 

 

Procedimento

 

In una pentola antiaderente sciogliete il burro e versatevi le fragole (tranne 8 piccole) tagliate a pezzettini.

Lasciatele rosolare a fuoco moderato e poi aggiungete il riso. Lasciatelo tostare e fategli assorbire per bene il grasso e il colore delle fragole. Sfumate con il vino e lasciatelo evaporare.

Ora aggiungete l'acqua bollente, poco per volta e portate il riso a cottura in 15' minuti circa.

A 5' minuti dalla fine mantecate con la panna.  Poi spegnete e porzionate nei piatti.

Decorate con le fragoline che avete tenuto da parte e.......

 

ENJOY!

Condividi post
Repost0
20 febbraio 2012 1 20 /02 /febbraio /2012 12:53

Piatti-di-pesce 7661

 

Era un po' che non cucinavo pesce e oggi scrutando nei cassetti del freezer ho trovato un paio di scaloppe di tonno.

Cotte ai ferri e condite con un sughetto di pomodorini ciliegia, paté di olive taggiasche e freschissimi asparagi hanno costituito il nostro pranzo.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

4       scaloppe di tonno

500  gr di pomodorini ciligia

2       spicchi d'aglio

1       cucchiaio di paté di olive taggiasche

1       mazzetto di asparagi freschi

         sale, pepe e olio extravergine d'oliva q.b.

16    fettine di pane casareccio da tostare

 

Procedimento

 

Scaldare una padella antiaderente e adagiarvi l'aglio tagliato a metà.  Condire le scaloppe di tonno con sale, pepe, un goccino di olio extravergine d'oliva.  Non appena la padella è rovente, appoggiarvi il tonno e lasciarlo rosolare prima da un lato e poi sull'altro girandolo solo 1 volta per parte.  In totale il tempo di cottura non dovrà superare i 5-8 minuti.

Toglietelo dalla padella e tenetelo in caldo.

 

Pulite gli asparagi e lessateli in abbondante acqua bollente leggermente salata per 8-10 minuti max.  Scolateli e passateli sotto acqua fredda per mantenere il colore.

Tenete da parte

 

Tagliate il pane a fettine e tostatele, fatele divenire croccanti.

 

A parte, in una padella antiaderente, scaldate l'olio, l'aglio e non appena rosola, stemperatevi il cucchiaio di paté d'olive taggiasche.  Tagliate i pomodorini in quarti e aggiungeteli al soffritto.  Salate, e fate insaporire per pochi minuti.

Tenete in caldo .

 

A questo punto montate il piatto :  la base di crostini di pane, in mezzo la scaloppa di tonno, irrorata dal sughetto e dai pomodorini che verranno posizionati sui crostini. Gli asparagi avranno una funzione decorativa, ma anche rinfrescante e croccante.

 

ENJOY!

Condividi post
Repost0
19 febbraio 2012 7 19 /02 /febbraio /2012 13:32

Piatti-con-verdure-7651.jpg

 

E vai col fritto!  Io sono un po' così, o non friggo per mesi, oppure in un paio di giorni mi ritrovo a friggere tre volte.

Le melanzane impanate con pane e un pizzico di parmigiano diventano dorate e buonissime.

Farcite con una fetta di prosciutto cotto e formaggio, formano un secondo completo, e se accompagnate da un'insaltina di spinaci freschi, diciamo che diventano un secondo quasi equilibrato, quasi .......!

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4-6 persone

 

     2 melanzane grandi che permettano di tagliare una fetta larga.

500 gr di pane grattugiato

     3 cucchiai di Parmigiano Reggiano

     1 pizzico di sale

     3 uova

     1 lt di olio per friggere

100 gr di prosciutto cotto tagliato a fettine

   10 fette di formaggio a fondere (tipo Godua-Fontina-Emmental)

 

Procedimento

 

Tagliate le melanzane.

Disponete  in uno scolapasta il primo strato di fette di melanzane, salatele leggermente e sovrapponete gli altri strati sempre salando lievemente.  Lasciate che scolino la loro acqua per almeno 30 minuti.

 

Nel frattempo sbattete le uova, salatele un pochino e passateci le fette di melanzane. Successivamente passatele nel pane mischiato al parmigiano. Di nuovo nell'uovo ed ancora nel pane.  In questo modo la loro crosticina dorata diventerà più spessa e croccante.

 

In una pentola a bordi alti e larga,  portate l'olio in temperatura.  Versatevi non più di cinque fette di melanzane per volta. 

La frittura dovrà essere a completa immersione, affinchè la fetta si sigilli immediatamente e crocchi uniformemente.

Cuocete fino a che non siano dorate da entrambi i lati e proseguite fino a completamento della frittura delle fette.

Scolatele di volta in volta su carta assorbente e tenetele in caldo senza sovrapporle.

 

Ora, prendete tre fette per volta e farcitele con prosciutto cotto e formaggio a fette.

Servite con il contorno di insalatina di spinaci freschi e......

 

ENJOY!

Condividi post
Repost0
18 febbraio 2012 6 18 /02 /febbraio /2012 14:03

Stuzzichini-salati 7649

 

 

Isacco è una cara persona che collabora con me al lavoro.

E' di origine Egiziana e sua moglie mi ha "regalato"  la ricetta dei FALAFEL - cioè polpettine di ceci fritte, affinchè anch'io mi potessi cimentare nel cucinarli.

Sono golose, come qualsiasi cibo fritto, croccanti fuori e morbide dentro.  La mia personalizzazione, è stata quella di passarle in semi di sesamo per ottenere un'ulteriore croccantezza.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4-6 persone

 

500 gr di ceci secchi

     3 spicchi d'aglio

     2 cipolle 

     1 ciuffo di prezzemolo

        cumino

        coriandolo

   1lt di olio di semi per friggere

         olio extravergine d'oliva

         sale e pepe q.b.

   1    busta di semi di sesamo

 

Procedimento

 

Mettete i ceci a mollo la notte precedente.

Il giorno dopo sciacquateli e sbollentateli per 30' in acqua bollente salata, poi scolateli e togliete la loro buccia.

Frullate poi i ceci, due spicchi d'aglio, cumino, coriandolo, pepe, prezzemolo e sale, ottenendo un composto morbido.

Affettate le cipolle, doratele in una padella con olio extravergine e versatevi il composto di ceci.

Fatelo insaporire per qualche minuto, pepate e regolate di sale eventualmente.

Spegnete e lasciate riposare il composto per un'ora.

Riprendetelo e formate delle piccole palline che passerete nei semini di sesamo.

Scaldate il litro d'olio di semi in un wok o una pentola a bordi alti e capiente e versate le palline non appena l'olio sarà a temperatura.

Cuocete ad immersione, non appena dorate scolatele su carta assorbente e ....

 

ENJOY!

 

 

 

Condividi post
Repost0
17 febbraio 2012 5 17 /02 /febbraio /2012 21:17

Zuppe 7643

 

 

Non fa più freddissimo come la scorsa settimana, però una minestrina è sempre ben accetta, soprattutto se per farla ci vogliono poco più di 10-12 minuti.

Piacerà anche ai bambini che troveranno nelle quenelle spumose e saporite una ragione per mangiarsi "la pastina in brodo".

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

100 gr di  pasta cortissima da brodo (a piacere)

     4 cucchiai di soffritto misto

   20 cc di vino bianco secco

250 gr di ricotta

    3  cucchiaini di pesto (con o senza aglio a piacere)

100 gr di Parmigiano Reggiano

    5  foglie di basilico fresco

    1  dado da brodo oppure brodo di carne se disponibile

        pepe q.b.

    1  pomodoro ramato concassé

 

Procedimento

 

In una pentola a bordi alti bollire il brodo di carne, nel caso in cui ne foste sprovvisti, bollire almeno 700 cc di acqua con un dado.  Al bollore aggiungere le foglie di basilico, il soffritto misto e il pomodoro concassé (cioè prima spelato, privato dei semi e dei filamenti e poi tagliato a quadratini piccoli).

Dopo 5 minuti aggiungere il vino, lasciarlo incorporare al brodo e poi versare la pasta.

 

A parte, mescolate la ricotta al parmigiano reggiano ed il pesto. 

 

Distribuite la minestrina nei piatti fondi e guarnite con quattro piccole quenelle di ricotta, parmigiano e pesto.

 

ENJOY!

Condividi post
Repost0
16 febbraio 2012 4 16 /02 /febbraio /2012 11:25

Piatti-di-carne 7512

 

 

Una bistecchina con un contorno dolce  di pere, una cremina di vino bianco e tanto pane per "pucciare"!

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

2    filetti di maiale

3    pere William

1    spicchio d'aglio

3    cucchiaini di farina 00

50  cc di vino bianco secco (ma anche di più, a piacere)

1    mezzo bicchiere di acqua calda

2    noci di burro

      olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

 

Procedimento

 

Pareggiare la carne, togliere l'eventuale pellicina bianca in eccesso e tagliare fette di 2 cm di spessore.

Scaldare l'olio extravergine e l'aglio in una pentola antiaderente, adagiarvi la carne preventivamente salata e pepata, farla rosolare a fuoco vivace prima da un lato e poi dall'altro in totale 8 minuti.  Rimuoverla dalla padella e adagiarla su di un piatto di servizio.  Conservare i grassi e i succhi di cottura, nei quali stempererete la farina, formando un roux (un impasto cremoso), salatelo leggermente e poi irroratelo con il vino bianco secco. Fate evaporare e poi aggiungete il biacchiere d'acqua calda o se ne aveste un bicchiere di brodo di pollo.

Portate al bollore mescolando con cura per evitare che si formino grumi.

 

Nel frattempo, sbucciate le pere, tagliatele a fettine, rosolatele immediatamente in una pentola nella quale avrete sciolto il burro.  Salate pochissimo e cuocete fino a che non siano dorate. Comunque non più di 8-10 minuti.

 

Riprendete la carne, versatela in padella e lasciatela scaldare e avvolgere dalla salsa. 

Servite nei piatti con contorno di pere.

 

ENJOY!

 

 

 

Condividi post
Repost0
15 febbraio 2012 3 15 /02 /febbraio /2012 20:38

BISCOTTI 7639

 

 

Un'altra ricetta della serie :" l'apparenza inganna", si perchè di primo acchito i cantucci non sembrano tanto golosi.

Sono ruvidi in superficie, hanno una forma a losanga  abbastanza irregolare, non sono decorati né decorativi. Però non appena uno li addenta e sente sotto i denti la loro croccantezza, il sapore delle mandorle, il miele, l'agrume che sprigiona la sua forza, beh allora non se ne può più fare a meno, uno tira l'altro come le ciliegie!.

La foto li rappresenta nel classico abbinamento con il vino liquoroso. 

Io non amo affatto fare la "zuppetta", cioè intingere il biscotto nel vino.

Preferisco sgranocchiarlo e poi sorseggiare un buon Vin Santo oppure un Marsala che con il loro boquet aggiungono quel non so di festa anche ad una giornata qualunque.

 

La ricetta

 

Ingredienti per  1 kg di biscotti

 

300  gr di Farina 00

100  gr di Farina di mandorle

230  gr di zucchero semolato

   20 gr di miele

150  gr di mandorle sgusciate e spellate

     2  uova intere

     3  tuorli d'uovo

     1  bustina di lievito vanigliato

     1  pizzico di sale

  3-4 gocce di essenza d'arancia e limone.

 

Procedimento

 

Miscelare le farine e il lievito.

Impostare il forno a 220° e su di una placca da forno ricoperta di carta da forno, tostare per 10 minuti  le mandorle sgusciate e spellate.

Montare due uova intere e tre tuorli con lo zucchero e il miele, nonchè l'essenza d'arancia e limone e sale.

Aggiungere le farine miscelate, mescolare e in ultimo versare le mandorle tostate.

 

Foderate due teglie con carta da forno e preparate dei filoncini di pasta alti un centimetro e larghi tre.

Metteteli in forno a 180° per 15' minuti.  Toglieteli dal forno e tagliateli a losanghe. Rimetteteli in forno per 10 minuti afffinchè si biscottino.

Sfornare e lasciare raffreddare.

Servire con accompagnamento di vino liquoroso.

 

ENJOY!

 

Condividi post
Repost0

Presentazione

  • : foodforfun.over-blog.it
  • : Per giocare con il cibo e trasformare gli alimenti in qualcosa di goloso... ma non solo cibo, talvolta fiori, talaltra libri, curiosando qua e là.
  • Contatti

Traduttori

 

Ricerca

EXPO 2015

01_Cover_Logo_1280x400_OK.jpg

foodforfun.over-blog.it

Norme - Copyright © 2021

QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITA' . PERTANTO NON PUO' CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 07/03/2001  

FOODFORFUN.OVER-BLOG.IT  By BettaRoberta Cecconi - All rights reserved

 

 

 

  

 

 

 

indicizzazione motori ricerca