Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
21 agosto 2014 4 21 /08 /agosto /2014 07:14

139

 

In una delle poche giornate soleggiate di quest'estate ci siamo recati a Fraciscio, un piccolo villaggio che ha però dato i natali a Don Guanella, divenuto poi Santo.   E' veramente un luogo particolare, contornato da boschi e dolci ruscelli che si trasformano anche in impetuosi,come la Rabbiosa che scorre a Campoldolcino.   Il luogo regala una sensazione di pace e un'aria fresca, fina alla quale non siamo più abituati.  L'acqua dei fontanili è limpida e gelida, dolce in bocca.

 

046

 

 

Le case, rigorosamente in pietra con le beole come tegole, sono una vicina all'altra a formare un fronte contro il freddo dell'inverno. 

063  064 050

Le finestrelle piccine dalle quali spuntano rigogliosi gerani, le porte di legno ornate con chiodi di ferro, l'antica scrivania ed i soffitti bassi della casa di Don Guanella, rilasciano una sensazione magica, un tempo andato, ma paradossalmente ancora presente in questa piccola comunità.

 

Il cibo è buonissimo, casereccio e ben condito: tipici sono i gnocchetti - pizzoccherati, il cervo in umido, la polenta taragna, la torta di grano saraceno.  Per chi si dovesse recare in questi luoghi, consiglio una visita e degustazione alla trattoria La Genzianella e ... buon appetito.

 

 

P.S. : per ulteriori foto vi rimando all'album pubblicato.

 

 

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Viaggi e libri
scrivi un commento
1 settembre 2012 6 01 /09 /settembre /2012 14:11

ANTIBES-0125.jpg

 

 

Questo mese di Agosto, come quello di Luglio è stato un mese dispettoso!

Sono contenta che Settembre sia alle porte con un clima un po' più mite e la sua brezza leggera.

Ho avuto alcune difficoltà teniche che non mi hanno permesso di pubblicare alcunchè e per giunta nonostante tutta la buona volontà ogni volta che mi azzardavo a cercare un internet-point in ogni luogo mi trovassi,  c'era sempre qualcosa che andava storto, quindi mi sono "un'attimo risentita" con la tecnologia e ho smesso di accanirmi per una settimana intera.  Incredibile! Una settimana senza comunicazione di nessun tipo, niente immagini, no google+, niente cucina simpatica.... Beh mi è mancato un po' tutto, ma come si dice :"  I am back"!

 

Di seguito un breve saluto da Antibes, mi sono trattenuta dal pubblicare il marchè provençale, perchè sul blog appare già quello di Nizza, ma devo dire di essere stata molto tentata di farlo, in quanto i colori e i profumi che emanano le bancarelle sono veramente insuperabili. Ma per non essere troppo ripetitiva, pubblico qualche foto dello splendido mare azzurro di questa riviera magica che ogni volta mi affascina.

 

ANTIBES 0068   ANTIBES 0096

 

ANTIBES 0081     ANTIBES 0120

 

 

ANTIBES 0075    ANTIBES 0102

 

ANTIBES 0146

 

 

 

A la prochaine....

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Viaggi e libri
scrivi un commento
12 luglio 2012 4 12 /07 /luglio /2012 22:02

DSCN1206

 

Questo mese di Luglio è un mese un po' particolare quest'anno. Lo stiamo vivendo con una velocità inverosimile, i giorni stanno passando senza che noi ce ne accorgiamo, nel senso che il turbinio è tale che arriva l'alba e subito è notte.  Ho bisogno di rigenerare le batterie e penso che il modo migliore, almeno per me, sia osservare quello che ho intorno con una maggiore attenzione.

La natura mi attrae sempre e in Lei noto le difficoltà che anche un albero vive, non meno di un essere umano.

Questa foto è per me rappresentativa della forza e del coraggio, dell'istinto di sopravvivenza e della volontà di superare qualsiasi cosa nonostante tutto.

L'albero in questione ha perso gran parte del terreno che ricopriva le sue radici, ma questo non gli ha impedito di continuare il suo percorso. Si è ancorato alla vita  e il suo sforzo è a dir poco ammirevole, degno di essere documentato.

La pianta si trova a San Primo, montagna in provincia di Como, sopra il più famoso Ghisallo, meta ambita da tutti i ciclisti italiani e non.

E' una montagna accogliente, fresca e silenziosamente gioiosa.  Sebbene non si vedano, perchè negli alpeggi più alti, si sentono le campanelle delle mucche e i falchetti svolazzano qua e là sfruttando le correnti ascensionali.

Un bel cielo, begli alberi, bei fiorellini , lamponi e qualche fragolina di bosco sono i regali di questo bosco per noi. 

Vale la pena fermarsi ogni tanto.

 

DSCN1191   DSCN1230     

 

 

DSCN1215          DSCN1231

 

 

 

 

 

 

 

 

Il resto delle foto sono pubblicate nell'album SAN PRIMO.

ENJOY....

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Viaggi e libri
scrivi un commento
27 maggio 2012 7 27 /05 /maggio /2012 18:36

20120527 118

 

 

Santificare la festa! 

Me ne dimentico spesso, in quanto anche la Domenica il ritmo non è così rilassato come dovrebbe essere. Anzi molto frequentemente rimando al  settimo giorno, quello che durante gli altri sei non sono riuscita a terminare. Sbagliato!  Ci vuole un break assolutamente e oggi sono andata in campagna.

Non troppo distante, nella verde Brianza, ci sono posticini che ancora sanno offrire armonia, colore, tranquillità e anche sapore, perchè qua e là sono disseminati diversi agriturismo con relativa possibilità di stazionamento e rifocillamento.

La località di oggi è stata Montesiro -  il posticino che ci ha accolti indovinate un po' : " Casa mia"!  Molto carino, informal-chic, arredato veramente con stile, servizio veloce ed accurato.  Very cool!

Vi lascio qualche foto che magari vi indurrà ad una gita fuori porta....... ricordate santificate la festa!

Buona Domenica

Bettaroberta

 

20120527 104  20120527 105

 

 

 

20120527 108  Montesiro 856820120527 112

 

 

 

                  20120527 103

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

20120527 011

 

 

 

 

 

20120527 007     

 

 

 

 

 

20120527 017       20120527 095

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Viaggi e libri
scrivi un commento
28 marzo 2012 3 28 /03 /marzo /2012 17:36

Selciati 8040

 

 

Ancora sassi, ma non al mare, sono i sassi per le vie delle nostre città, i selciati che ogni giorno calpestiamo e che mani esperte hanno assemblato per noi.

Spesso trascurati, è vero, ma a volte riescono a dare un'idea di tempo antico, ormai passato.

Oggi......selciati.

 

Selciati 8041

 

 

 

e ancora

 

Selciati 8042

 

 

e da ultimo una vecchia rotaia del "gamba de legn" (tram)

 

Selciati 8043

 

Bettaroberta.

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Viaggi e libri
scrivi un commento
4 marzo 2012 7 04 /03 /marzo /2012 18:34

 

 

 

 

 

 

 

 

2988620

 

 

 

 

 

E' un sacco di tempo che non parlo di libri e uno degli ultimi letti è un saggio di letteratura di Paul Kriwaczek con prefazione di Moni Ovadia ed edito da Lindau.

 

E' stato per me un libro bellissimo, parla dell'ascesa e caduta di una nazione  - quella degli ebrei europei, o meglio degli ebrei nell'Europa centrale e orientale.

Il libro è bello perchè pur tralasciando volutamente il dramma della Shoah, tratta con cura e perizia di tutti gli avvenimenti, spostamenti, invenzioni, tecniche, letteratura, musica e cultura che questo popolo indirettamente ci ha regalato.

 

E' stato un testo formativo nel senso che mi ha insegnato a conoscere la forza di questo popolo, la continua estenuante forza a ricominciare sempre da zero e a raggiungere quasi sempre ottimi traguardi.

L'yiddish poi è una lingua affascinante, un misto frutta non da poco; per esempio la frase  Bist a yid?  che significa sei un ebreo è un insieme di tre lingue :

 

bist  dal tedesco  = sei

a       dall'inglese  = un

yid    dall'yiddish   = ebreo

 

ma contiene anche una forte influenza slava, russa,  aramaica, ebraica, greca. Nientepopodimeno che!

 

La cosa bella è stata anche che il libro non è scritto in maniera "accademica", anzi è scorrevole, pieno di aneddoti e di curiosità.

Una fra tutte : l'hamburger è stato "inventato" dagli ebrei yiddish in partenza da Amburgo per il nuovo mondo. La carne kasher, salata in origine per essere mantenuta nel tempo, venne tritata e appollottolata, nonchè schiacciata per ottenere una rapida cottura su piastra ed essere servita con il pane.  La ricetta comparve per la prima volta sul libro Aunt Babette's Cook Book del 1889.

 

Un libro per sapere qualcosa di più su di un popolo ed una religione diversa dalla mia.

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Viaggi e libri
scrivi un commento
20 novembre 2011 7 20 /11 /novembre /2011 19:42

ZIBELLO 6565

 

Qui non si scherza mica, veh! Neanche per sogno, nè con il freddo, nè con la nebbia, nè con il cibo!

Ma partiamo parlando un pochino di Zibello che si trova nella Bassa in provincia di Parma e lo facciamo partendo dalla Chiesa romanica situata in una piccola piazza attigua alla quale c'è n'è un'altra più ampia con il porticato, dove troviamo rispettivamente due trattorie interessantissime e la Boutique della carne.

 

ZIBELLO 6563

 

La manifestazione del November Pork si sviluppa a partire dalla piazza antistante i portici e si estende lungo le vie principali. Le bancarelle sono moltissime ed offrono il meglio della salumeria della Bassa, ma anche il mitico gnocco fritto, gli anolini in brodo, il risotto con la salsiccia, Parmigiano Reggiano stagionato, ma anche ortaggi, per non dimenticare l'aceto balsamico doc e la Bonarda.

 

Ad accoglierci per prime - delle verze - bellissime

 

ZIBELLO 6518   ZIBELLO 6520

 

 

 ma anche zucche, cipollotti, insalate e finocchi. 

 Poi, il tripudio, l'apoteosi del Maiale sotto ogni forma d'insaccato, dalla cicciolata, alla spalla cotta, al salame crudo, cotto ed il re : il Culatello.

 

ZIBELLO 6526 ZIBELLO 6528                                       ZIBELLO 6531  ZIBELLO 6529

 

ZIBELLO 6532  ZIBELLO 6534

 

 

 ZIBELLO 6530

 

Ma non solo, i formaggi non erano da meno naturalmente, ed il pane?

 

ZIBELLO 6542 ZIBELLO 6543

 

 

 

ZIBELLO 6560  ZIBELLO 6540

 

E la mostarda? Aveva un profumo, che nonostante il freddo bekko, stuzzicava il naso.

 

ZIBELLO 6555   ZIBELLO 6558

 

 

ZIBELLO 6548 ZIBELLO 6552

 

Ma dopo tutta questo,  non si poteva proprio non passare dalla soddisfazione della gola a quella dello spirito.

 

E' quindi obbligatorio ricordare che questa è stata la terra di Giuseppe Verdi e che è ancora oggi pregna della Sua presenza.

200px-Verdi-photo-Brogi    ZIBELLO 6579 

La Sua casa a Sant'Agata, oggi era avvolta da una nebbiolina, quasi a proteggerla da occhi indiscreti ed a preservare quella riservatezza che il posto emana.

La campagna circostante è bellissima, ampia e desolata nel senso che l'inverno incombente ha lasciato i campi soli in attesa

 

ZIBELLO 6567

 

e dove la natura ricama su ogni cosa la Sua immanente presenza

 

 

ZIBELLO 6573 

 

Buona settimana a tutti ed alla prossima!

 

Bettaroberta.

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Viaggi e libri
scrivi un commento
13 novembre 2011 7 13 /11 /novembre /2011 19:15

Animali-da-fattoria 6435

 

 

 

Cosa c'è di più rappresentativo a Novembre di un piccolo baby maialino che più monello di così non si può? Niente, se non le pecore che seguono, di cui una, sembra essere espressamente in posa e quasi sorridente; il bue scozzese che è riconoscibile dal fulvo pelo ricciolo in testa, dai teneri asinelli sardi che hanno occhi così dolci e dall'imponente  MR. BUE MAREMMANO, la cui foto non gli rende merito, in quanto non dimostra la sua bellezza e grandezza. L'estensione delle sue corna è quasi un metro.  E' veramente maestoso.

 

Ai miei tempi, a scuola il giorno di San Martino era ricordato con una certa solennità.  Era il giorno in cui un buon uomo, si faceva fratello di un altro buon uomo meno fortunato e per questo veniva premiato con una splendita estate in un giorno freddo d'autunno.

Anche noi siamo stati premiati in questi giorni con un sole caldo e affettuoso, al contrario degli avvenimenti che stanno accadendo nelle ultime ore nel nostro paese.

Non so bene come confortare e confortarmi, se non guardando negli occhi questi bellissimi animali che forse hanno molto da insegnarci.

 

Animali-da-fattoria 6415       Animali-da-fattoria 6420

 

 

 

Animali-da-fattoria 6431           Animali-da-fattoria 6426

 

 

 

 

Animali-da-fattoria 6440        Animali-da-fattoria 6417

 

 

 

 

Animali-da-fattoria 6442

 

 

L'esposizione si è svolta alla Fiera di San Martino nella località di Biassono (MB).  Ogni anno in questo giorno, vicino alla chiesa principale del paese, si espongono animali, ma anche bancarelle di cibo e prodotti tipici regionali.

 

Da quest'anno c'è la presenza di SLOW FOOD con il Mercatino di Tuttigiuperterra, le cui bancarelle sono una garanzia di qualità, senza poi parlare di Davide Longoni, il panettiere filosofo, che fa del suo pane una storia a parte.

Vi avevo già parlato di loro, nei primi mesi di apertura del blog, ma per tutti coloro che volessero più informazioni in merito eccovi l'indirizzo  www.TUTTIGIUPERTERRA.BIZ.

 

E per finire, dulcis in fundo, eccovi una cosa un po' bizzarra, macchine fotografiche e scarpe edibili, fatte di cioccolato fondente ed al latte, correlate di relativo packaging!

 

CIOCCOLATO 6444   CIOCCOLATO 6450

 

Quindi, riassumendo, per l'anno prossimo, flaggare il giorno 11.Novembre e ricordarsi della fiera di Biassono (MB), vale sempre una passeggiata!

 

ENJOY !

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Viaggi e libri
scrivi un commento
25 settembre 2011 7 25 /09 /settembre /2011 20:20

IL CENTRO STORICO (5)

 

 

A volte sono una "snob" inconsapevole, mi spiego meglio.  Lo sono stata nei confronti di Bergamo, splendida città che per anni non ho visitato, perchè... boh... non lo so nemmeno io.  Ho ingiustamente pensato che fosse più lontano e fuori mano del dovuto, che in fondo le città sul lago potessero essere più rilassanti, che Milano è pur sempre Milano ecc. ecc.  ed invece oggi ho preso l'auto, l'ho puntata diretta su Bergamo  e .... che sorpresa!

Incantevole, veramente!  Si giunge a Bergamo con l'autostrada A4 Milano-Venezia, (e questo lo sanno tutti), si entra a Bergamo bassa,  direzione stazione, si cerca un comodo parcheggio e poi si acquistano i biglietti da ATB POINT, cioè l'ufficio dei bus della città, costo 2.80EU a persona per corsa di andata e ritorno. Si attende il bus per dieci minuti (ne passano in continuazione) sulla via principale accanto ad una chiesa niente male e poi si cambia dimensione.

La sensazione è di lasciare alle spalle il traffico, la città e d'immergersi, tornante dopo tornante, in un luogo in cui il tempo si è fermato. Le auto, che circolano a Bergamo alta, sono solo quelle dei residenti ed in verità la zona è per lo più pedonale con vie lastricate di porfido e pietre squadrate.

Durante l'ascesa, le mura che contengono la cittadella e gli alberi distribuiti lungo la strada, ricordano un po', almeno a me, la via che porta da S.Maria degli Angeli ad Assisi.  Strano paragone  i camuni e gli umbri! Però io ho avuto questo flash visivo.

Si arriva al capolinea, si scende dalla navetta e si è subito indirizzati alla porta d'entrata, che oggi ospitava nei sottoportici diverse bancarelle di antiquariato.

Attraversata la porta, si  apre una piazza che ospita due musei : uno archeologico ed uno natural-scientifico.

Sono entrata in quello archeologico ed ho potuto ammirare monili, utensili, statue e colonne tutti rilevati nell'area bergamasca.

Passando poi sotto un arco, si accede al borgo che è ricchissimo di negozi, ristoranti, bistrot che però hanno rigorosamente mantenuto lo stile e la struttura del tempo.

 

LO SHOPPING A BERGUM LO SHOPPING A BERGUM (1)

 

 

E che dire poi delle magnifiche porte che nascondono chissà quali tesori architettonici, chiostri, giardini che non si possono ammirare purtroppo,  perchè (giustamente)  proprietà privata.

 

LE PORTE A BERGUM (1) LE PORTE A BERGUM (2)LE PORTE A BERGUM (4)

 

LE PORTE A BERGUM (5)LE PORTE A BERGUM (6)

 

Gli scorci, le stradine e da ultimo un invito alle dolci tentazioni hanno coronato la giornata, che è stata felice anche sotto il punto di vista meteo. Splendido sole, splendida città.

ENJOY !

 

IL CENTRO STORICO (9)       IL CENTRO STORICO (7)     IL CENTRO STORICO (6)

 

 

 

UN INVITO ....

 

 

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Viaggi e libri
scrivi un commento
30 agosto 2011 2 30 /08 /agosto /2011 18:19

I-sassi--il-mare-ed-un-carretto 4987

 

 

Questo è il mare di Nice, il suo litorale è di sassi di mille forme e nuances. Fanno bene a chiamarla da sempre la Cote d’Azur, perché il mare è splendido e tutti i giorni è di un azzurro incredibile.

L’acqua è trasparente, fresca. Mentre si nuota, s’intravedono branchi di pesciolini piccolissimi che s’aggirano intorno a noi curiosando.

Il mare è subito profondo ma questa peculiarità fa si che rimanga sempre limpido.

Nonostante sia Agosto, la spiaggia non è mai affollata e c’è posto per molti; gli ombrelloni sono molto diradati fra loro e la gente è discreta, riservata.

La foto ritrae il mare al tramonto; la luce soffusa non è quella caratteristica delle giornate nizzarde.

Ma sinceramente, a me piace molto il suo colore un poco indaco.

 

 

 

Salendo dalla spiaggia ed incamminandosi sulla Promenade des Anglais, si trovano dei tableaux che sono riproduzioni di quadri di pittori dell’ottocento e presenti al museo Massenà di Nizza.

Ecco com’era “La route de France vers Magnan” nel 1865 secondo gli occhi e la mano di M. Defer.

 

 

Immagine

 

 

E subito dopo, lasciando la Promenade ed entrando nelle viuzze attigue che portano in centro, cioè alla Nizza vecchia,  ho incontrato questo carretto

 

 

 

I-sassi--il-mare-ed-un-carretto 4932

 

Le vacanze volgono al termine e sto  rientrando alla base. Agosto è passato in un baleno, ma Settembre è già qui con i suoi profumi, la vendemmia, nuove cose da vedere ed assaggiare, insomma tanto da fare come sempre.  Pas mal, n’est pas!

ENJOY !

 

 

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Viaggi e libri
scrivi un commento

Presentazione

  • : foodforfun.over-blog.it
  • foodforfun.over-blog.it
  • : Per giocare con il cibo e trasformare gli alimenti in qualcosa di goloso... ma non solo cibo, talvolta fiori, talaltra libri, curiosando qua e là.
  • Contatti

Traduttori

 

 

 

 

    

 

    

 

     

 

Ricerca

EXPO 2015

01_Cover_Logo_1280x400_OK.jpg

foodforfun.over-blog.it

Norme - Copyright © 2017

QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITA' . PERTANTO NON PUO' CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 07/03/2001  

FOODFORFUN.OVER-BLOG.IT  By BettaRoberta Cecconi - All rights reserved

 

 

 

  

 

 

 

indicizzazione motori ricerca