750 grammes
Tutti i nostri blog di cucina Segui questo blog Administration + Create my blog
29 gennaio 2019 2 29 /01 /gennaio /2019 17:20

 

L'aria oggi era frizzantina e ho avuto voglia di mangiare a pranzo qualcosa di caldo, ma non troppo brodoso.  Ho pensato quindi a una vellutata con un brio in più: bacon, palline di mais ripiene al formaggio e fritte, finocchi saltati in padella.  Niente di complicato, ma pur essendo molto facile, ha sortito un buon effetto anche sui miei commensali.

Ecco la ricetta

Ingredienti per 3 persone

3  finocchi grandi

3  patate da purea

1  punta di cucchiaino di semi di finocchio

1  dado per brodo di carne

    acqua bollente q.b.

1 confezione di mais precotto per polenta

2 cucchiai di ricotta fresca

3 cucchiai abbondanti di parmigiano reggiano

   acqua bollente per la polenta

40 gr di Emmental svizzero

1   confezione di bacon

olio evo, sale e pepe q.b.

olio di semi di girasole

 

Procedimento

In una pentola antiaderente versate mezzo litro di acqua fredda e un po' di sale. Portate ad ebollizione e aggiungete metà circa della confezione di farina di mais precotta per polenta.

Cuocete velocemente e fate in modo che la polenta risulti abbastanza asciutta. Mescolate con ricotta e parmigiano reggiano, scodellate e lasciate raffreddare.

Lavate i finocchi, togliete le parti filamentose e le prime foglie. Tagliateli a metà e nuovamente per il senso della larghezza ottenendo delle strisciolini sottili. Tenete da parte la metà di un finocchio che invece taglierete a fettine per il senso longitudinale.

Sbucciate le patate e tagliatele a fettine.

In una pentola a bordi alti, scaldate un cucchiaio di olio evo, versate i finocchi, le patate e fate rosolare un poco fino a che i finocchi non rilascino il loro profumo. A questo punto, versate acqua a copertura totale della verdura, unite i semi di finocchio ed il dado.  Cuocete fino a che le patate non si spappolino ed i finocchi siano teneressimi.   Passate il tutto con il mixer, regolate di sale e pepe e tenete in caldo.

In una padella antiaderente, scaldate un cucchiaio di olio evo e rosolate i finocchi tagliati in senso longitudinale, non appena coloriti, salateli e toglieteli dal fuoco. Tenete in caldo.

Riprendete la polenta raffreddata e formate delle palline in cui inserirete piccoli pezzi di Emmental. Ripassatele nella farina di mais - senza aggiunta di uova o altro - semplicemente.  In una pentola a bordi alti, versate l'olio di semi di girasole, portatelo a temperatura e poi cuocetevi le palline di mais.

Lasciate che si colorino e poi scolatele su carta assorbente. Tenete in caldo.

Allo stesso tempo, in una padella antiaderente e ben calda scaldate il bacon facendolo diventare croccante.

Montate il piatto servendo un mestolo abbondante di vellutata bollente, guarnitela con i finocchi saltati, tre palline di mais e una fettina di bacon.

 

Condividi post
Repost0
31 dicembre 2018 1 31 /12 /dicembre /2018 14:06

 

Pisarei, ma non proprio, perchè sebbene abbia osservato i canoni della ricetta originale piacentina, che fra l'altro avevo avuto l'onore di assaggiare in loco durante una bellissima gita, beh non sono proprio venuti uguali.

E quindi, ogni tanto, con umiltà, bisogna ammettere che la tradizione e la cultura di un piatto passano dalla manualità e dalla cura di nonne, zie, cugine, mamme che la trasmettono.

Io mi sono limitata ad imitare ed il risultato, sebbene di ottimo gusto, mi ha lasciato insoddisfatta per quanto riguarda l'aspetto.

I Pisarei sono diventati più simili a degli "strascinati, orecchiette malfatte"...

Insomma, tentar non nuoce e bisogna sperimentare per ottenere un ottimo risultato, però non sempre è "buona la prima", ma va bene lo stesso.

La ricetta

Ingredienti per 4 persone

150 gr di pane grattugiato

  50 gr di farina bianca fine

    2 confezioni di fagioli cannellini

    2 spicchi d'aglio

    1 rametto di rosmarino

    1 cucchiaio di cipolla, carota, sedano tritati

    1 cucchiaio di guanciale tritato finemente

    1 cucchiaio di olio evo

    1 noce di burro

    2 pelati

    Parmigiano Reggiano

    Pepe e sale q.b.

    Cotechino (facoltativo)

 

 

Procedimento

Preparate l’impasto, amalgamando poco a poco la farina al pane grattugiato versando acqua bollente tanto quanto basto per avere un impasto elastico e morbido. Dividete l'impasto in piccole quantità e formate dei rotolini simili ad un grissino. A questo punto, staccate dei piccolissimi pezzi di pasta non più grandi di un'unghia di mignolo e poi schiacceteli con il pollice per ottenere l'incavo.  Tenete da parte.

Preparate il sugo di fagioli, mettendo in una pentola capace, olio evo, burro, il guanciale, rosmarino, alloro, aglio, trito di cipolla, carota e sedano. Lasciate rosolare per bene affinchè tutti gli odori rilasciano sapore all'olio. Spezzettate due pelati e uniteli al soffritto, fate insaporire e poi unite i fagioli, un poco di acqua, sale e pepe q.b.  Lasciate cuocere fino a che i fagioli risultino ben amalgamati e il sughetto sia un poco rappreso.

In una pentola a bordi alti, bollite acqua leggermente salata. "Gettate" la metà dei Pisarei ed attendete che vengano a galla. Scolateli subito, metteteli su di un piatto da portata e copriteli con il sugo di fagioli, tenendoli in caldo. Ripetete l'operazione con il resto dei Pisarei - cuocendoli prima nell'acqua, scolandoli e facendo il secondo strato sul piatto di portata.

Servite con una buona spolverata di Parmigiano Reggiano e Pepe a volontà, nonchè scagliette di cotechino che avrete precedentemente bollito

.

 

Condividi post
Repost0
30 agosto 2018 4 30 /08 /agosto /2018 13:52

 

Agosto è terminato e prestissimo si riprenderà l'attività lavorativa, ma la voglia di mare rimane e per assencondarla eccovi un guazzetto con un pesciolino che bello non è, ma che ha un suo perchè: veloce da cucinare e senza spine!!!

 

La ricetta

Ingredienti per 2 persone

4   tronchetti di Spinarolo

1   spicchio d'aglio

1   cucchiaio di cipolla, sedano, carote tritati finemente

1   cucchiaino di capperi

1   cucchiaio di concentrato di pomodoro

1   foglia di alloro

6   foglie di basilico

1  paio di cucchiaini di prezzemolo tritato

1   pochino di tabasco - a piacere -

    olive nere tostate - a piacere -

10 pomodorini ciliegia

1/2 confezione di lenticchie già lessate

1   goccino di vino bianco

     acqua calda q.b.

     olio extra vergine d'oliva, sale e pepe

     zeste di limone

Procedimento

In una pentola a bordi alti predisponete l'olio, l'aglio, il battuto di cipolla, sedano, carote, gli odori - alloro e basilico - , i capperi, le olive, il concentrato di pomodoro e lasciate insaporire.

Non appena l'olio rosola, aggiungete i pomodorini tagliati in quarti, fate insaporire, salate, pepate con il tabasco, sfumate con il vino bianco e irrorate con acqua bollente; aggiungete le lenticchie e portate al bollore.

Lasciate che il brodetto prenda sapore, poi, adagiatevi i pesci e cuocete per una decina di minuti al masssimo.

Disponete il brodetto nei piatti e spolverate con zeste di limone e prezzemolo.

Condividi post
Repost0
17 luglio 2016 7 17 /07 /luglio /2016 06:25
Gazpacho pomodoro & melone...

E' freschissimo ed adatto per i giorni d'estate, inoltre di una semplicità spaventosa. L'unica cosa veramente indispensabile, ingredienti a parte, è un buon mixer!!!

La ricetta

Ingredienti per 5 persone

1 kg di pomodori ramati

1 metà di un melone

1 pochino di succo di limone

10 foglioline di basilico

olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

1 confezione di robiola fresca

olive nere e grissini per decorare

Procedimento

Incidere a croce la buccia dei pomodori e immergerli in acqua bollente per un paio di minuti. Toglierli dalla pentola e immergerli in acqua gelata affinchè lo sbalzo termico permetta un'agevole rimozione della buccia. Quindi, spellateli e taglieteli a spicchi, rimuovete i semi e frullate la polpa. Lasciatela riposare in frigorifero per un paio d'ore.

Sbucciate il melone, togliete i semi e i filamenti, frullatelo e tenetelo da parte.

Riprendete i pomodori, aggiungete sale, pepe, basilico, un goccino di limone, olio q.b. e frullate il tutto energicamente. Assaggiate e unite il melone poco per volta, assaggiando nuovamente fino a trovare un bilaciamento fra i due frutti. Lasciate riposare un attimo.

Versate nei piatti, e fate delle quenelle con la robiola fresca. Tritate delle olive nere e decorate il piatto con le stesse e dei grissini o crostini a vostro piacere.

Condividi post
Repost0
24 agosto 2015 1 24 /08 /agosto /2015 10:44
Canederli ad Ortisei...

Carmen mi ha insegnato a fare i canederli, gnocchi di pane e molto altro. Molto saporiti, li abbiamo cotti in un brodino leggero, ma anch'esso niente male.

Mi ha fatto molto piacere ritrovare una ricetta di "recupero avanzi" ed un ricordo di tempi andati, in cui il pane era prezioso fino all'ultima briciola ed altrettanto le uova; in cui avere lo speck era un lusso.

Semplici, gustosi, buoni.

La ricetta

Ingredienti per 3 persone

200 gr di pane bianco raffermo tagliato a quadratini

2 uova

1 cucchiaio di farina bianca

100 ml di latte+ un pochino d'acqua

1 cipolla dorata, piccola

100 gr di speck a dadini

1 cucchiaino di prezzemolo tritato

1 cucchiaino di erba cipollina tritata

1 pizzico di sale

1 pizzico di pepe

1 pizzico di noce moscata

1 noce di burro

1 foglia di salvia

olio extravergine d'oliva

Parmigiano Reggiano a piacere

Per il brodo

3 cucchiai di battuto di carota, sedano, cipolla

2 foglie d'alloro

1 paio di foglie di rosmarino

3 grani di pepe

1 paio di pomodorini ciliegia

50ml di vino bianco secco

1 dado o estratto di carne

Procedimento

In una padella antiaderente tostate leggermente la cipolla, lo speck, il pane tagliato a dadini. L'operazione deve essere breve e la cipolla non deve assolutamente annerire.

Togliete dal fuoco e unite al composto, le uova sbattute con il latte, aggiungete sale, noce moscata, pepe, il cucchiaio di farina. Lasciate che il pane si ammorbidisca e tenetelo a riposo almeno per 30' minuti, meglio se per un paio d'ore. Riprendete il composto, ora morbido, e impastate il tutto con prezzemolo, erba cipollina. Se dovesse risultare troppo duro, aggiungete un poco d'acqua; contrariamente, fosse troppo molle, correggete il tiro con un altro cucchiaio di farina.

Con le mani inumidite, formate delle piccole palline (personalmente non amo i canederli grandi, anzi grandissimi alla tedesca; preferisco quelli più minuti che s'insaporiscono meglio e sono più graziosi nei piatti), e tenetele da parte.

In una pentola a bordi alti, scaldate un goccino d'olio in cui soffriggerete il battuto di carota, sedano e cipolla, le foglie di alloro, i grani di pepe, i pomodorini e il rosmarino. Aggiungete due litri di acqua bollente, il vino secco, il dado e cuocete per almeno 40' minuti. Il brodo deve essere dorato e molto profumato. Regolate di sale e pepe e tenete in caldo.

Riportate al bollore il brodo e poi immergetevi i canederli. Fateli cuocere per 20' minuti, in ogni caso quando verranno a galla saranno pronti. Serviteli bollenti con una spolverata di pepe e di parmigiano.

Condividi post
Repost0
25 ottobre 2014 6 25 /10 /ottobre /2014 06:52

Zuppe 1739

 

Ogni tanto mi piace fare della fusion kitchen. E' il caso di questa minestrina che vuole un po' scimmiottare i "ramen" cinesi e il "minestrone" italiano.  Il gusto è diverso e gli spaghettini di riso sono molto saporiti nel brodo allo zenzero. Insomma da provare per gli audaci e per tutti coloro che non vogliono la solita "minestra".

 

La ricetta

 

Ingredienti per 3 persone

 

1      radice di zenzero fresco

1      peperoncino rosso lungo a piccantezza media

1      cipollotto fresco

1      cipolla dorata

1      spicchio d'aglio

1      manciata di broccoli

3      carote

4      cucchiai di pisellini primavera

1      manciata di fagiolini freschi

1      ciuffetto di bietole

3      wurstel grandi

200  gr di tagliolini di riso

1      dado da brodo

1      rametto di timo

2      foglie di alloro

        acqua bollente per il brodo

        Parmigiano Reggiano a piacere

        olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

 

 

Procedimento

 

Battete lo zenzero non sbucciato con un pestacarne, solo un paio di volte per aprire le fibre. Fate lo stesso con il peperoncino.   Soffriggete la cipolla e l'aglio con timo e alloro in una pentola capiente e a bordi alti, bagnate il tutto con 2,5 l di acqua nella quale verserete lo zenzero e il peperoncino. Portate al bollore e unite i piselli, le carote,i fagiolini tagliati a pezzettini, le bietole, i broccoli e il dado.   Lasciate cuocere il brodo fino a che le verdure non abbiamo acquisito profumo. Rimuovete lo zenzero e il peperoncino dal brodo e lasciate in leggero bollore.  A parte, arrostite i wurstel in una bistecchiera e non appena rosolati, tagliateli a fettine tenendoli in caldo.  In un'altra pentola, fate bollire abbondante acqua leggermente salata e immergetevi i tagliolini di riso che cuocerete per 10 minuti.  Versate la minestrina nei piatti da portata, unite i tagliolini scolati, i wurstel, il gambo verde del cipollotto fresco tagliato fine, fine e volendo una spolverata di Parmigiano Reggiano.

ENJOY !

Condividi post
Repost0
27 giugno 2014 5 27 /06 /giugno /2014 19:53

Zuppe-1200.jpg

 

Una zuppetta per così dire, in quanto è poco brodosa, ma tanto sugosa. Speziata con profumo d'Oriente e Mediterraneo. Come sempre una "fusion" a portata di tutti.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

2  scatoli di pomodori pelati

2  scatole di ceci

1  cucchiaino di zenzero fresco grattugiato

1  cucchiaino di curcuma

1  cucchiaino di Gran Masala

1  peperoncino (a discrezione)

1  spicchio d'aglio

1  cipollina piccola

    basilico a volontà

    olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

 

Procedimento

 

In una padella antiaderente rosolate a fuoco basso olio, aglio, cipolla, zenzero, peperoncino e curcuma.  Unite i pelati, salate e fate cuocere a fuoco medio fino a che il sugo non sia pronto, circa 30 minuti.   Passate il sugo  con un minipimer, rimettetelo sul fuoco ed aggiungete i ceci con un pochino d'acqua tiepida.   Coprite e portate al bollore, unite il Gran Masala, aggiustate di sale e pepe e fate "ritirare" la zuppetta per altri 10 minuti.   Disponetela in tazze e spolverate con basilico fresco tagliato grossolanamente ed un filo d'olio etravergine crudo.

Enjoy  !

Condividi post
Repost0
18 febbraio 2014 2 18 /02 /febbraio /2014 16:51

Zuppe 0830

 

Un ricordo contadino, una zuppa con quel che c'è : 3 ingredienti base, un po' di pepe, rosmarino mediterraneo e un grissino al mais da sgranocchiare insieme. Semplice come non mai!

 

La ricetta

 

Ingredienti per 3 persone

 

1       porro di grandi dimensioni

200  gr di zucca decorticata

400  gr di cannellini pronti all'uso

700  cc di acqua bollente

         olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

         foglioline di rosmarino

 

Procedimento

 

Pulite le verdure e tagliate il porro a fettine sottili, così la zucca. Versate le verdure in una pentola antiaderente accendete il fuoco a calore moderato, unite i cannellini scolati dal loro liquido di governo e aggiungete l'acqua bollente. Portate al bollore, regolate di sale e pepe e cuocete per almeno 25' minuti.  Lasciate addensare la zuppa e poi servitela nelle scodelline con un filo di olio extravergine d'oliva, foglie di rosmarino e pepe a volontà. Servite bollente con grissini al mais.

ENJOY !

Condividi post
Repost0
18 settembre 2013 3 18 /09 /settembre /2013 15:48

Immagine 027

 

 

Le settimane trascorse sono state molto impegnative sotto il punto di vista professionale ed organizzativo. Niente tempo per nessuna cosa, tanto meno per la cucina.  Sono spiacente di aver disatteso gli appuntamenti con il Blog, ma tant'è non si poteva fare altrimenti.  Sorry once again!

Oggi una zuppetta di fagioli, diciamo terra e mare in quanto i tagliolini sono al nero di seppia e conditi con un pochino di conchiglie e gamberetti, giusto per dare un tocco diverso alla solita minestra.  I sapori :  si sposano, si sposano.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

2         uova

200    gr di farina 00

4         bustine di nero di seppia

250    tra gamberi, calamari, vongole senza guscio e cozze

2         spicchi d'aglio

2         confezioni di cannellini

1         confezione di ceci

2         patate medio-grandi

1         cucchiaio di soffritto misto (sedano,carota, cipolla)

1         rametto di rosmarino

800    cc di acqua bollente

1         pomodoro ramato

1         peperoncino

           olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

 

Procedimento

 

Preparate la pasta: sbattete le uova con l'inchiostro ed aggiungetele alla farina. Impastate con una forchetta e poi non appena formata una palla elastica, lavorate con le mani per un poco. Avvolgete il tutto in pellicola trasparente e mettete in frigorifero per almeno 30 minuti. In una pentola antiaderente scaldate l'olio, l'aglio, sedano,carota e cipolla a dadini, il rosmarino. Unite il pomodoro tagliato a dadini, lasciate rosolare per bene. Aggiungete le patate sbucciate e tagliate a dadini, i fagioli e i ceci.  Ricoprite il tutto con acqua bollente, salate e pepate. Portate a cottura, cioè, non appena il brodo si addenserà e avrà sapore - circa 20' minuti - sarà cotto. Pulite le conchiglie e i gamberi e i calamari, tagliate quest'ultimi a pezzettini.  In una padella antiaderente soffriggete l'aglio, l'olio, il peperoncino, unite il misto pesce, salate, e cuocete per 5-6 minuti. Tenete da parte. Riprendete la pasta, tiratela sottile, passatela nell'apposito apparecchio per tagliarla fine, fine. Bollite acqua calda e al bollore, buttate i tagliolini.  Cuocete per pochi minuti. Scolateli e passateli nel pesce per farli insaporire.  Scodellate la minestra nei piatti di servizio, mettete al centro una forchettata di pasta, condite con il pesce e ancora pepe a mulinello.

ENJOY !

 

 

Condividi post
Repost0
7 giugno 2013 5 07 /06 /giugno /2013 12:50

Zuppe 2441

 

 

Settimana terribile, thanks God it's Friday! 

In attesa dell'estate, un anticipo di stagione, crema di peperoni da servire come un antipastino in attesa di un pranzo fresco ed estivo. Una cucchiaiata di sole, sempre quello che manca da un po' , almeno nella mia regione.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

6       peperoni grandi rossi

4       pomodori grandi rossi

1       scalogno

1       spicchio d'aglio

8       foglie di basilico

30     foglioline di origano

         olio extravergine d'oliva, sale, pepe e peperoncino q.b.

 

Procedimento

 

Scaldate il forno a 220°. Mettete i peperoni sulla placca da forno ricoperta di carta da forno.

Prendete i pomodori, tagliateli in quarti e metteteli nel forno con un filo d'olio e un po' di sale. Cuocete il tutto per 35 minuti. Estraete la teglia dal forno.  Avvicinate i peperoni e ricopriteli con una insalatiera, affinchè il vapore faciliti la rimozione della pelle. Togliete la pelle dei pomodori. Fate altrettanto ai peperoni non appena freddi. Tagliateli a metà e togliete i semi. Mettete i pomodori e i peperoni in un mixer e riducete in purea. A parte scaldate olio, aglio, erbe fini, uno scalogno tagliato fine, fine, fine e un pochino di peperoncino. Unite l'olio caldo alla purea ed emulsionate di nuovo con il mixer. Controllate la consistenza. Se troppo liquida, ponete il composto sul fuoco e lasciatelo asciugare un pochino.

Disponete nelle cocottine, farcite con della ricotta fresca, foglie fresche di origano e taralli

Enjoy !

 

Condividi post
Repost0

Presentazione

  • : foodforfun.over-blog.it
  • : Per giocare con il cibo e trasformare gli alimenti in qualcosa di goloso... ma non solo cibo, talvolta fiori, talaltra libri, curiosando qua e là.
  • Contatti

Traduttori

 

Ricerca

EXPO 2015

01_Cover_Logo_1280x400_OK.jpg

foodforfun.over-blog.it

Norme - Copyright © 2021

QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITA' . PERTANTO NON PUO' CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 07/03/2001  

FOODFORFUN.OVER-BLOG.IT  By BettaRoberta Cecconi - All rights reserved

 

 

 

  

 

 

 

indicizzazione motori ricerca