750 grammes
Tutti i nostri blog di cucina Segui questo blog Administration + Create my blog
7 febbraio 2012 2 07 /02 /febbraio /2012 20:00

Dolci-al-cucchiaio 7517

 

Clafoutis ai lamponi ancora nello stampo, appena tolto dal forno. Bollente e ancora soffiante, avvolto nella sua carta da forno sembra un piccolo vulcano con tanti craterini rossi; la lava bianca emana un profumo di vaniglia e limone, di fragola e lampone.

Un dolcino veloce, da bambini per una felice merenda alternativa e non grassa.  Burro non ce n'è, o quasi!.

 

La ricetta

 

Ingredienti per un clafoutis come foto.

Tortiera da 20-23 cm di diametro.

 

     3  uova

300  cc di latte

  75  gr di farina bianca 00

  50  gr di zucchero semolato

     2  confezioni di lamponi freschi

     1  cucchiaio abbondante di confettura di fragola o frutti di bosco misti.

100  cc di liquore Porto .

   3-4 gocce di essenza di limone e di arancia

         burro per lo stampo

 

 

Procedimento

 

In una terrina sbattere le uova.

In un'altra la farina ed il latte. Aggiungere poi lo zucchero e gli aromi, il liquore Porto ed in seguito le uova sbattute.

Ottenete un composto liscio ed omogeneo e lasciatelo riposare per 30 minuti.

Prendete una teglia rotonda, foderatela con carta da forno, imburratela un pochino e infornatela vuota in forno caldo a 180°.

Dopo 5 minuti, riprendete la teglia versate sul fondo i fruttini e irrorate di clafoutis.

Mettete in forno e cuocete per 30'.  Vedrete il clafoutis sollevarsi tipo soufflé e dorarsi in superficie.

Il dolce si può mangiare tiepido o freddo, accompagnato da una spolverata di zucchero a velo a piacere.

 

ENJOY !

 

Condividi post
Repost0
6 febbraio 2012 1 06 /02 /febbraio /2012 12:39

Pane-pizze-focacce 7504

 

Fa freddo in questi giorni e cosa c'è di meglio di una buona e calda polenta con un sughetto di pomodoro e polpettine?

Non è difficile ed è abbastanza veloce soprattutto se si adopera la farina di polenta precotta.

Nella fattispecie ho usato la farina di polenta taragna integrale, che ha più fibre, è più corposa e tiene di più il condimento.

Ecco la ricetta.

 

Ingredienti per 4 persone

 

300 gr di carne macinata di vitello

100 gr di prosciutto cotto

  50 gr di bologna - mortadella 

  50 gr di parmigiano reggiano

    1 uovo

    2 fette di pane in cassetta

    1 goccino di latte

    1 cucchiaio di basilico tritato

    1 cucchiaio di soffritto misto

    1 barattolo di pelati (450 gr)

       olio extravergine d'oliva

       sale e pepe q.b.

 

   1 confezione di polenta taragna

   1 noce di burro

 70 gr di parmigiano grattugiato

      sale

 1,3 lt di acqua

 

Procedimento

Tritare la carne con il prosciutto ed il bologna.  Aggiungere il pane ammorbidito nel latte e strizzato, il parmigiano, l'uovo, il basilico, un pizzico di sale e pepe.  Ottenere un composto omogeneo da cui formerete piccole polpettine.

In una padella antiaderente scaldare l'olio con il soffritto versare le polpettine e lasciarle colorire prima su di un lato e poi sull'altro.  A questo punto irrorare con i pomodori pelati e aggiungere un poco di acqua tiepida. Salare e pepare e portare il sugo a cottura.

 

Mettere a bollire 1,3 lt di acqua, la noce di burro,  salare e al bollore versare a pioggia la farina mescolando con una frusta per evitare la formazione di grumi.

Continuare a mescolare con un cucchiaio di legno mantenendo l'ebollizione.  Cuocere per un totale di 10 minuti.

A due minuti dalla fine della cottura amalgamare il parmigiano ed ancora una noce di burro.  Mescolare bene e assaggiare per eventualmente regolare di sale.

Versate sui piatti accompagnando la polenta con un sugo bollente e......

 

ENJOY!

 

 

Condividi post
Repost0
5 febbraio 2012 7 05 /02 /febbraio /2012 13:19

Paste-asciutte 7498

 

E alla fine mi sono decisa a fare le lasagne nel modo classico, alla Bolognese. Si, perchè quelle presentate finora erano delle varianti fantasiose, ma al richiamo del ragout e del Parmigiano questa volta non abbiamo resistito ed allora W LE LASAGNE ALLA BOLOGNESE.

Le ho cucinate anche per alcuni amici stranieri che spesso identificano il ragout con una salsa al pomodoro, ma in effetti e ben lo sanno gli Emiliani, non è affatto una "pomodorata".  Il ragout è denso, sostanzioso, profumato di vino rosso e asciutto, nel senso che non naviga in un mare di pomodoro.

Il colore è dato dal concentrato di pomodoro che ha perso tutta l'acqua ed è appunto un ristretto dell'ortaggio suddetto.

Appetitose, profumate e gustose rallegrano il pranzo domenicale e ci riportano a quell'Emilia Romagna ancora integra e vera delle sfogline, di Don Camillo e Peppone, miti del Mondo Piccolo di Giovannino Guareschi, un mito, una leggenda.

 

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

250 di pasta fresca all'uovo in sfoglia

            (quella che preferite- oggi è domenica e ho usato qualcosa di pronto: la sfoglia. Spero che nessuno si

             scandalizzi)

 

600 cc di latte

  50 gr di farina 00

  50 gr di burro

    1 pizzico di noce moscata

       sale q.b.

 

150 gr di carne macinata di manzo

160 gr di carne macinata di maiale

  80 gr di concentrato di pomodoro

    2 cucchiai di soffritto misto

    1 bicchiere di vino rosso da pasto

    1 noce di burro

    1 poco di olio extravergine d'oliva

       sale e pepe q.b.

    2 bicchieri di acqua calda

 

150gr di Parmigiano Reggiano

    2 cucchiai di pane grattugiato

 

Srotolate la pasta fresca e dividetela in rettangoli.

Preparate la besciamella. Scaldate il latte in una pentola e in un'altra sciogliete il burro al quale aggiungerete la farina per fare il roux (impasto di burro e farina). Lasciate che si addensi e poi lentamente versatevi sopra il latte caldo, mescolate vigorosamente per evitare la formazione di grumi, salate e aggiungete la noce moscata. Portate la salsa all'ebollizione sempre mescolando e fatela raddensare.  La besciamella cuocerà in circa 10 minuti. Con questo metodo non dovrebbero esserci grumi, ma in caso contrario frullatela con un mixer ad immersione.

 

In una pentola antiaderente scaldate il burro e l'olio con il soffritto misto.  Aggiungete la carne macinata e lasciate rosolare per bene.  Sfumate con il vino rosso, lasciate evaporare e poi aggiungete il concentrato di pomodoro.

Fate asciugare e poi diluite con un bicchiere di acqua calda. Salate e pepate.  Cuocete a fuoco lento per 40 minuti, eventualmente aggiungendo di volta in volta ancora un poco d'acqua del secondo bicchiere.

 

Riprendete la sfoglia e in una pirofila in cui avrete steso uno strato di besciamella, adagiatevi la pasta, ricopritela di besciamella e di ragout, spolverizzatela con abbondante parmigiano e così via per 4 strati.

Sull'ultimo strato dopo aver versato il ragout, spolverizzate di parmigiano mischiato con il pane grattugiato per ottenere una crosticina croccante.

Infornate a 220° per 20-25' minuti. Servite bollenti e ....

 

ENJOY!

 

 

 

Condividi post
Repost0
4 febbraio 2012 6 04 /02 /febbraio /2012 20:52

Dolci-al-cucchiaio 7491

 

 

Questo è il dolce dell'ospite inatteso! Si perchè se non aveste niente in casa, ma foste provvisti di lamponi, pan di stelle, ananas candito e yogurt, e aveste circa 15 minuti di tempo, questo è il dolce da farsi.

Si presenta come una cheese-cake, ma è più morbida. Niente cottura, e solo un veloce passaggio in frigor.

Salva un'amicizia!

 

La ricetta

 

Ingredienti per 1 amico

 

  17       pan di stelle

    1       cestino di lamponi

    2       cucchiai di ananas candito

150      cc di succo di frutta ai lamponi

200      cc di yogurt greco

     2      cucchiaini di zucchero a velo

 

 

Foderate uno stampino a bordi alti con pellicola trasparente.

In un piatto fondo versate il succo di frutta, inzuppate 5 biscotti, scolateli un poco e stendeteli sul fondo dello stampino.

Mischiate lo zucchero allo yogurt e distribuitene un cucchiaio abbondante sulla base, versateci sopra un poco di ananas e qualche lampone. Ricoprite di yogurt ed ancora imbevete altri 5 biscotti, scolateli e disponeteli nuovamente sulla tortina.

Passatela in frigorifero per 10 minuti.   Toglietela dal frigor e rovesciatela su di un piatto di portata.  Rivestitela con pan di stelle asciutti e decorate con lamponi freschi, una quenelle di yogurt e......

 

ENJOY !

 

P.S.  : dite al vostro amico di condividere, il dolce sarà sicuramente migliore!

 

 

 

 

 

Condividi post
Repost0
3 febbraio 2012 5 03 /02 /febbraio /2012 12:25

Paste-asciutte 7473

 

Il pesto di rucola è verdissimo, è come un prato profumato in piena primavera, sebbene per me rucola, basilico e pomodori significhino esclusivamente profumo d'estate.

Il pesto è un'invenzione strepitosa, basta avere un frullatore sottomano ed in 5 minuti si ottiene un ottimo sugo per la pasta.

Le varianti sono molteplici e oggi ne presento una:  pesto alla rucola e robiola

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

320 gr di pasta

100 gr di rucola

100 gr di robiola

100 gr di Parmigiano reggiano

  50 cc di panna fresca

100 cc di olio extravergine d'oliva

     3 spicchi d'aglio

        sale e pepe q.b.

 

 

Procedimento

 

Prima di spiegare il procedimento, vorrei anticipare che l'aglio in questa ricetta può essere usato come segue:

 

1-   per tutti coloro che lo amano e che non lo temono: 

       aggiungere 1 spicchio d'aglio privato del germe verde al composto da frullare

 

2-   per tutti coloro che lo amano ma lo temono un poco:

      sbucciare 3 spicchi d'aglio e versarli in una pentola con l'olio extravergine d'oliva. Lasciarlo aromatizzare ed usarlo

      successivamente in aggiunta al composto di rucola e robiola

 

3-   per tutti coloro che odiano l'aglio : dimenticatelo!  Il pesto si può fare anche senza.

 

Frullare la rucola con l'olio, aggiungere sale, pepe, parmigiano reggiano e robiola.  Controllare la densità della salsa ed eventualmente diluirla con un pochino di panna fresca. Poco per volta fino a morbidezza desiderata.

 

Lessare la pasta al dente in abbondante acqua bollente e leggermente salata.

Scolarla e condirla con il pesto.

 

ENJOY !

Condividi post
Repost0
2 febbraio 2012 4 02 /02 /febbraio /2012 17:10

Piatti-con-verdure 7456

 

 

Non compro spesso il sedano rapa, anzi quasi mai, ma mi sono ricordata di averlo mangiato tantissimo tempo fa e ne ho avuto nostalgia.

Questa crema può essere usata come contorno, ma anche come primo, una specie di vellutata che si può accompagnare a dei crostini dorati.

I bastoncini di sedano passati in padella insieme allo speck donano la croccantezza al piatto.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 2 persone

 

     1  sedano rapa grande

100  gr di speck

  50   cc di olio extravergine d'oliva

          sale e pepe q.b.

 

Sbucciate il sedano, tagliatelo a fette. Tenetene da parte due o tre per poter fare le chips. Il resto va tagliato a tocchetti e lessato in abbondante acqua bollente leggermente salata.

 

Mentre cuoce, ci vorranno 15-20 minuti,  prendete lo speck arrotolate alcune fette su se stesse e tagliate delle piccole rondelle.

In una padella antiaderente scaldate l'olio e veratevi le chips , fate insaporire e cuocete per 5 minuti girandole spesso.

Aggiungete lo speck e fatelo rosolare rapidamente, non deve proprio cuocere, ma solo colorire un poco.

Salate e pepate e togliete dal fuoco, mantenendo in caldo.

Riprendete il sedano rapa, scolatelo e passatelo in un frullatore. Frullate alla massima velocità, aggiustatelo di sale e versatevi i 50 cc di olio.  Emulsionate ancora con il frullatore fino a che non otterrete una crema soffice e morbida.

Versatela in scodelline e servitela immediatamente bollente decorando con chips e speck.

 

ENJOY!

Condividi post
Repost0
1 febbraio 2012 3 01 /02 /febbraio /2012 18:37

Piatti-di-carne 7446

 

 

Saltimbocca, mi piace questa parola. E' gioiosa, un invito a godere di un buon cibo.

La ricetta non è come l'originale, in quanto disponevo di alcuni ingredienti non proprio  doc e dunque ho eseguito una simil-variante.

Lo speck al posto del prosciutto crudo, la lonza al posto del vitello.

L'insieme cromatico niente male e la morbidezza della mousseline accompagna il gusto saporito della carne.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

 12    fettine di lonza

 12    fettine di speck

 12    foglioline di salvia

    1    cucchiaio di farina 00

100   cc di vino bianco

  50   cc di brodo vegetale

     6   patate grandi

     1   spicchio d'aglio

500   cc di latte

          olio extravergine d'oliva, sale e pepe

     1   paio di noci di burro

 

 

Procedimento

 

Pelate le patate, tagliatele a tocchetti. Versatele in una pentola con il latte e lo spicchio d'aglio con la buccia.

Ponete sul fuoco e portate a cottura. 

Scolatele dal latte (senza buttarlo) con l'aiuto di una schiumarola. Versatele in un'insalatiera e con un frullatore a immersione, rendetele in purea.  Aggiungete di volta in volta il loro latte ancora caldo al fine di ottenere una crema morbida e consistente.  Assaggiatela e regolatela di sale. Tenete in caldo a bagnomaria.

 

Nel frattempo, pareggiate la carne, salatela e pepatela. Disponete su di ogni fetta, una fettina di speck e una foglia di salvia. Fissate con uno stuzzicadenti.

In una pentola antiaderente, scaldate l'olio e una noce di burro. Mettete a cuocere le bistecchine prima su di un lato e poi sull'altro, in totale 8 minuti .

Togliete le bistecchine dalla pentola e aggiungete al grasso la farina. Fatene un roux, cioè un impasto che cuocerete per pochi minuti, fino a che diventi di color beige.  Diluite con il brodo, ottenete una cremina che stempererete nuovamente con il vino.

Non appena si rapprende, rintroducete in padella le bistecchine, affinchè si riscaldino e s'insaporiscano. 

 

Servite bollenti con 3 saltimbocca a commensale e ....

 

ENJOY!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Condividi post
Repost0
31 gennaio 2012 2 31 /01 /gennaio /2012 14:06

Piatti-con-verdure 7434

 

Solo a guardarla, mi viene l'acquolina in bocca, perchè non resisto a delle verdure croccanti in agro.

Questa ricetta è facilissima ed anche velocissima.

Basta solo tagliare le verdure nel modo più consono a ciascuno e cioè: bastoncini, losanghette, cimette, condirle con olio, sale e odori, una spruzzatina di aceto balsamico, 10 minuti a forno caldissimo ed eccovi una giardiniera i cui colori accendono un sorriso e il profumo è fantastico.

Io l'ho usata con la raclette, ma va benissimo anche con una fettina di carne, o con quello che volete. Sola con un cracker è buona lo stesso.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

2   finocchi

2   carote grandi

4   carciofi

1   broccolo verde

1   cipolla di Tropea grande

2   scalogni grandi

      olio extravergine d'oliva, sale e aceto balsamico

1   cucchiaino di origano

1   limone

50 cc di vino bianco

 

 

Lessate il broccoletto diviso in cimette per 6 minuti in acqua bollente leggermente salata. Scolatelo e passatelo sotto acqua fredda corrente.

In un'altra pentola lessate dell'acqua con l'aggiunta di vino bianco e limone.  Pulite i carciofi, divideteli in spicchi e sbollentateli per 7 minuti nell'acqua suddetta.  Scolateli e passateli in acqua fredda.

Lavate le rimanenti verdure, tagliatele a tocchetti, unite le cimette di broccolo e i carciofi. Mettete il tutto in un'ampia insalatiera e condite con sale, olio extravergine d'oliva (siate generose) , origano.

Trasferite tutte le verdure su di una placca da forno coperta di carta da forno.  Spruzzate con aceto balsamico, qua e là diciamo 3 cucchiai in tutto.

Infornate a forno bollente 220° per 10 minuti.  Controllate la cottura delle cipolle e se sono sul morbido, ma ancora crockante è il momento di spegnere e servire.

 

ENJOY!

Condividi post
Repost0
30 gennaio 2012 1 30 /01 /gennaio /2012 20:30

CIOCCOLATO 7380

 

Si, cioccolato di Torino, molte bancarelle con un profumo da impazzire.  Cioccolata calda servita in bicchierini termici con ciuffetti di panna montata, cannella in polvere, granella di mandorle.

Cornettini di cialde ricoperti di cioccolato fondente, fettine di arance intinte nel cioccolato, mandarle, pistacchi, tartufi bianchi e neri,  ma perfino "attrezzi da meccanico- ferramenta- idraulico"  nonché "falsi formaggi, salami e panini" tutto di cioccolato.

Peccato che le foto non abbiano profumo, perchè vi assicuro io ce l'ho ancora dentro il naso!

 

ENJOY!

 

CIOCCOLATO 7385   CIOCCOLATO 7384

 

CIOCCOLATO 7399        CIOCCOLATO 7398   

CIOCCOLATO 7403

CIOCCOLATO 7382

Condividi post
Repost0
30 gennaio 2012 1 30 /01 /gennaio /2012 20:14

Torte-dolci 7422

 

 

Ieri, Domenica sono stata in Pza Beccaria a Milano dove ho visto (poi posterò le foto) quintalate di cioccolato in tutte le forme e sapori possibili.

Potevo dunque esimermi dal tributare questo ingrediente di cui veramente pochi possono fare a meno?  Francamente no! Ho scelto una tortina semplice, morbidissima di cioccolato fondente con profumo di zenzero, cannella e Rhum.

Non ho voluto appositamente aggiungere né panna montata, né decori.  Nero cioccolato, profumato. Stop.

 

La ricetta

 

Ingredienti per una tortina da 20 cm di diametro

 

110 gr di cioccolato fondente 70%

110 gr di burro morbido

110 gr di zucchero semolato

  60 gr di farina bianca 00

  60 gr di briciole di biscotti

        lievito in polvere - mezza bustina

     3 uova intere

     1 pizzico di sale

     1 cucchiaio da tea di zenzero in polvere

     1 cucchiaio da tea di cannella in polvere

     1 metà fialette di Rhum (concentrato)

     4 gocce di essenza d'arancia.

 

 

Procedimento

 

Spezzettate il cioccolato e versatelo in una terrina che metterete a sciogliere a bagnomaria.

Montate il burro e lo zucchero ottenendo una crema liscia e corposa.

Aggiungete i tuorli, uno per volta ed infine unite il cioccolato sciolto, raffreddato e aromatizzato con la cannella, lo zenzero, l'essenza d'arancia ed il Rhum.

 

A questo punto setacciate le farine (bianca e biscotti) e il lievito.  Versatele nel composto di cioccolato mescolando per bene. A parte, montate gli albumi con un pizzico di sale.  Incorporateli  con delicatezza all'impasto precedente. Ricordate sempre dal basso verso l'alto.

 

Accendete il forno a 180° e non appena a temperatura inserite la torta che avrete disposto in una teglia da 20cm di diametro imburrata e ricoperta alla base di un foglio di carta da forno.  Cuocete per 30' minuti.

Sfornate la torta, e lasciatela raffreddare.

Servite a piacere anche con un ciuffetto di panna.

 

ENJOY!

Condividi post
Repost0

Presentazione

  • : foodforfun.over-blog.it
  • : Per giocare con il cibo e trasformare gli alimenti in qualcosa di goloso... ma non solo cibo, talvolta fiori, talaltra libri, curiosando qua e là.
  • Contatti

Traduttori

 

Ricerca

EXPO 2015

01_Cover_Logo_1280x400_OK.jpg

foodforfun.over-blog.it

Norme - Copyright © 2021

QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITA' . PERTANTO NON PUO' CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 07/03/2001  

FOODFORFUN.OVER-BLOG.IT  By BettaRoberta Cecconi - All rights reserved

 

 

 

  

 

 

 

indicizzazione motori ricerca