750 grammes
Tutti i nostri blog di cucina Segui questo blog Administration + Create my blog
14 febbraio 2012 2 14 /02 /febbraio /2012 12:47

Piatti-con-verdure 7629

 

 

Dieci minuti di tempo e una fame da lupi? Fagioli e salsiccia for ever!

Non sempre si ha il tempo necessario per eseguire un piatto strutturato ed eseguito con tutti i carismi del caso, ogni tanto - direi molto frequentemente - lo spazio-tempo è veramente esiguo, ma dato che non rinuncio ad avere qualcosa di appetitoso mi arrendo all'utilizzo di qualche cibo in scatola, ma al naturale, al quale dedico comunque attenzione per quanto riguarda il suo sapore.

E' il caso di questi fagioli, rigorosamente impacchettati, che sono stati cucinati tipo Mexico e insaporiti da una salsiccia delle mie parti :  la Luganega.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

 

1    scatola di fagioli borlotti

1    scatola di fagioli cannellini

1    scatola di fagioli bianchi di Spagna

2    spicchi d'aglio

1    scalogno

1    cucchiaio di concentrato di pomodoro

1    punta di cucchiaino di Harissa o peperoncino

3    foglie di basilico fresco

1    foglia di alloro

      sale e olio extravergine d'oliva q.b.

 

500 gr di Luganega o salsiccia a Vs. piacere

 

Procedimento

 

In una padella antiaderente scaldate l'olio, l'aglio e lo scalogno. Non appena soffriggono, aggiungete i fagioli preventivamente scolati dalla loro acqua di governo.  Lasciate insaporire ed aggiungete Harissa e 1 cucchiaio di concetrato di pomodoro; irrorate con un bicchiere di acqua calda. Salate e portate a cottura, giusto il tempo di assorbimento dei liquidi. 

 

Separatamente in una padella antiaderente ben calda, adagiate la salsiccia con la foglia di alloro e lo spicchio d'aglio.

Lasciatela cuocere lentamente, prima da un lato e poi dall'altro, facendo attenzione che si rosoli senza bruciare.

Dopo circa 10 minuti alzate la fiamma e fate colorire vivacemente la salsiccia. Spegnete e tenete in caldo

 

A fagioli pronti, servitene una porzione a testa e tagliate a tocchetti la salsiccia che distribuirete nei piatti.

 

ENJOY  !

Condividi post
Repost0
13 febbraio 2012 1 13 /02 /febbraio /2012 12:43

Zuppe 7620

 

In questo caso bisogna essere ben predisposti verso :

 

-  il colore

-  il vegetale in questione (crauto viola)

-  il brodo

-  l'acidità del caprino.

 

Si sa l'apparenza, soprattutto di questi tempi, sembra essere la cosa più importante, ma a volte frena di fronte ad una nuova esperienza.

Si tratta di una zuppa al crauto viola con prosciutto cotto e caprino. E' una zuppa veloce per un pasto caldo, in considerazione delle temperature degli ultimi giorni.

E' diversa, ma piacevole, soprattutto se servita ultrabollente afinchè il caprino soprastante si possa sciogliere lentamente nel brodo.

La nota croccante è il pane guttiau (cioè pane carasau passato al forno con un goccio d'olio e sale e reso perciò croccante e saporito).

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

1     crauto viola

1     cipolla dorata

1     spicchio d'aglio

1     patata

1     noce di burro

       olio extravergine d'oliva

500 cc di brodo di carne  o di dado

200 gr di dadini di prosciutto cotto

2      caprini morbidi

4      fette di pane carasau

 

 

Procedimento

 

Tagliare il crauto a listarelle sottili e soffriggerlo in una pentola a bordi alti, in cui avrete precedentemente riscaldato olio, burro, cipolla e aglio.

Lasciatelo appassire per 5 minuti, poi irrorate con il brodo e fate cuocere per 30 minuti.

 

Foderate una teglia da forno con carta da forno, adagiatevi i fogli di pane carasau, spolverateli leggermente di sale e aggiungete un goccino d'olio. Infornate sotto il grill a 220°  per 5 minuti, giusto il tempo che il pane si dori.

Tenete da parte.

 

Predisponete il prosciutto e tagliate i caprini a metà per ottenere 4 pezzi.

 

Non appena la zuppa sarà cotta e i crauti morbidi, toglietene circa la metà del quantitativo e frullateli nel mixer.

Rimettete la purea nel brodo, mescolate, pepate e servite nei piatti.

Al centro mettete i crauti a filetti, sopra di loro il caprino, tutt'intorno i pezzettini di prosciutto nonchè il pane guttiau.

Servite bollente con una spolveratina di pepe e ....

 

ENJOY!

Condividi post
Repost0
12 febbraio 2012 7 12 /02 /febbraio /2012 13:46

Paste-asciutte 7607

 

 

Senz'altro gli Emilio-romagnoli inorridiranno davanti a un tortellino con i piselli e la panna, si perchè il tortellino è rigorosamente in brodo e non sprecato nel modo suddetto.

Le sfogline poi chissà!!!  Ma la cucina oltre che essere tradizione, cultura, gusto, è anche uno sfizio, una personalizzazione e talvolta è rompere gli schemi.

A pranzo, avevamo voglia di tortellini, ma non di brodo.  Eseguiti i primi ci siamo inventati un sugo che contenesse dei legumi ed un poco di grassi - la panna - per legare il tutto e farne un piatto unico.  

Un grazie speciale a Bea che mi ha aiutato a rispettare i tempi collaborando nella fase di chiusura triangolini. Grazie.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

150  gr di farina 00

  50  gr di farina di semola fine

     2  uova

 

300  gr di carne macinata scelta di maiale e vitello

  35  gr di prosciutto crudo di Parma

  35  gr di mortadella Bologna con pistacchi

  70  gr di parmigiano reggiano

     1 uovo

     1 cucchiaio di soffritto misto

 

300 gr di pisellini primavera

     1 cucchiaio di soffritto misto

     4 foglie di basilico fresco

     1 cucchiaio di concentrato di pomodoro

200 cc di panna fresca

  50 gr di Parmigiano reggiano

        olio extravergine d'oliva, sale, pepe e noce moscata q.b.

 

Impastate la farina con le uova.  Ottenete una palla morbida e liscia che avvolgerete in pellicola trasperente e riporrete in frigorifero per 30' minuti.

 

In una padella antiaderente, scaldate il soffritto nell'olio, poi aggiungete la carne trita. Rosolatela per bene, salatela, pepatela e portate a cottura in 10' minuti.

Lasciatela raffreddare un pochino poi versatela nel mixer e frullatela con la mortadella, il prosciutto, il parmigiano, la noce moscata e l'uovo.  Formate un composto fine, fine che terrete da parte fino all'uso.

 

Preparate il sughetto di piselli.  In una pentola antiaderente scaldate l'olio, il soffritto e le foglie di basilico.

Versate i piselli, lasciateli insaporire, aggiungete il concentrato di pomodoro, mezzo bicchiere di acqua tiepida e salate.

Portate a cottura in 10' minuti.

 

Riprendete la pasta, stendetela in rettangoli da cui otterrette tanti piccoli quadrati da 3x3 cm.

Disponete su di ogni quadrato una pallina di ripieno. Piegate il quadrato formando un triangolo. Chiudete con cura i lati. Avvolgete il triangolo sul vostro dito indice per formare un anello e chiudete i lembi su se stessi.

A questo punto piegate all'ingiù l'apice del triangolo. Il tortellino è pronto.

 

In una pentola a bordi alti, bollite 2,5 lt di acqua leggermente salata. Al bollore, versate i tortellini e lasciateli cuocere pochi minuti, potete assaggiarli, ma essendo la pasta fresca, cuociono veramente in poco tempo.

 

Scolateli e passateli nel sugo di pisellini al quale aggiungerete la panna.  Mettete sul fuoco per far rapprendere il sugo e insaporire pienamente i tortellini.

Predisponete le porzioni sui piatti e spolverate con un poco di Parmigiano reggiano.

 

ENJOY!

 

 

Condividi post
Repost0
11 febbraio 2012 6 11 /02 /febbraio /2012 12:59

Torte-dolci 7595

 

 

 

E' dolce, ma non troppo, è soffice ma non cremosa, è semplice ma buona.

Trenta minuti di cottura o poco più e dieci di assemblaggio. Niente male per una tortina da fine pasto con un pochino di gelato alle creme e cioccolato!

 

La ricetta

 

Ingredienti per 6-8 persone

 

1     Ananas fresco (ma anche in scatola al naturale)

       (io avevo quello fresco in casa, quindi..)

7-8 prugne denocciolate e disidratate

4-5 albiccocche denoccialete e disidratate

    1 cucchiaio grande di confettura di ciliegie

    2 cucchiai di zucchero per la teglia

100 gr di zucchero per la torta

100 gr di burro morbido

100 gr di farina

2      uova

2      cucchiaini di lievito in polvere

1      succo di metà arancia

1      cucchiaio di ananas candito

1      cucchiaino di zeste d'arancia

1      paio di gocce di essenza di limone

 

 

Procedimento

 

PortaTe il forno a temperatura 180°.

PreparaTe una teglia da 20-24 cm di diametro. Ricopritela di carta da forno, imburratela un pochino e cospargetela con i due cucchiai di zucchero semolato.

Sbucciate l'ananas e tagliatelo a fette di medio spessore, togliete il torsolo ed adagiatele sulla base della tortiera.  Introducete nel foro centrale delle fette le prugne e nella fetta centrale l'albicocca.

Distribuite sopra di esse  la confettura di ciliegie e negli spazi vuoti ancora prugne ed albicocche, nonchè ananas candito a totale copertura della superficie.

In una bacinella a bordi alti miscelate la farina con il lievito e lo zucchero, aggiungete il burro morbido, il succo d'arancia e gli aromi, zeste e essenza di limone. Frullate e poi aggiungete le uova.

Distribuite il composto sulle fette d'ananas e infornate per 30-35 minuti a 180°.

Sfornate e capovolgete la torta. Il lato ananas dovrà diventare il top della torta.

Decorate con uvetta di Corinto e cacao in polvere (a piacere)

 

ENJOY!

Condividi post
Repost0
10 febbraio 2012 5 10 /02 /febbraio /2012 18:30

Risotti 7589

 

 

Adoro! Adoro! Adoro!

Ma anche odoro, odoro, odoro, l'effluvio, il profumo dei formaggi che si spande tutt'intorno; la cremosità di questo risottino è una "scioglievolezza" e un pizzico di noce moscata sulle scaglie di Parmigiano ne esalta il sapore .

Di una facilità estrema, da farsi anche all'ultimo minuto è un comfort food al quale non posso rinunciare.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

320 gr di riso Carnaroli

     1 noce di burro

     1 cipollina piccola, piccola tritatissima

     1 goccino d'olio

  50 cc di vino bianco secco

  50 gr di Emmental

  50 gr di Asiago

  50 gr di Parmigiano Reggiano

  20 gr di Formaggio spalmabile tipo Philadelphia.

    1 grattugiata di noce moscata

    1 sventagliata di scagliette di Parmigiano.

        sale o dado q.b.

        acqua bollente o brodo q.b.

 

 

Procedimento

 

Scaldare l'olio, il burro in una pentola a bordi alti. Rosolarvi la cipolla tritatissima, quasi invisibile, lasciarla "sudare" e poi tostarvi il riso.  Sfumare con il vino bianco ed aggiungere o acqua bollente oppure del brodo di carne a Vs. scelta. Salare e portare il riso a cottura in 15 minuti, aggiungendo liquidi di volta in volta fino a completa cottura.

Nel frattempo tagliare tutti i formaggi a piccoli pezzettini, meglio ancora se si grattugiano. Tenerli da parte.

A pochi minuti dalla fine della cottura mantecare il formaggio al riso, lasciarlo sciogliere mescolando con cura.

Servire il risotto bollente spolverandolo con una sventagliata di scagliette di Parmigiano e una spolverata di noce moscata.

 

ENJOY!

Condividi post
Repost0
9 febbraio 2012 4 09 /02 /febbraio /2012 18:56

Torte-salate 7574

 

Ormai credo di aver fatto capire che mi piace quasi tutto. Le carote appunto non fanno eccezione.

Ed ecco quindi una torta salata con una purea di carote e patate come base e con un vezzo di riccioli di carote saltate in padella.

Veloce, veramente veloce e con un pochino d'insalata è stato il pasto di mezzodì.

 

La ricetta

 

Ingredienti per una torta come foto

 

1    confezione di pasta sfoglia

1    kg di carote

2    patate medie

1    scalogno

1    spicchio d'aglio

      olio extravergine d'oliva, sale q.b.

1    cucchiaio abbondante di Parmigiano Reggiano

 

 

Per l'insalatina

 

1    mazzetto di asparagi

2    zucchine

1    sacchetto di insalata mista

1    peperone

      glassa all'aceto balsamico

      olio extravergine d'oliva

      sale e pepe q.b.

 

 

Disponete la sfoglia in una tortiera in cui avete precedentemente steso la carta da forno.

Mettetela in frigorifero fino al momento dell'uso.

 

 

Pelate le carote e tenete da parte le 3-4 più grandi e lunghe, che taglierete a tagliatella con l'aiuto di un pelapatate.

I pezzetti di carota che avanzano da quest'operazione possono essere tranquillamente lessati con le restanti che avrete tagliato a tocchetti.

Bollitele in acqua bollente e leggermente salata insieme a due patate sbucciate e tagliate a spicchi.

Tempo di cottura 10 minuti circa, comunque controllate le patate.

 

Nel frattempo, scaldate l'olio, lo scalogno e l'aglio in una padella larga e antiaderente. Non appena s'insaporisce, versatevi le carote a tagliatelle, lasciatele rosolare prima su di un lato e poi sull'altro.  Devono prendere sapore e colore, ma rimanere croccanti. Dopo 5-6 minuti, salatele, risaltatele e toglietele dal fuoco, mantenendole al caldo.

 

 

Preparate le verdure per l'insalata. Pulite gli asparagi e lessateli brevemente in acqua bollente. Scolateli e passateli in acqua fredda.  Teneteli da parte.

Fate altrettanto con le zucchine affettate. Bollitele per 8 minuti e poi scolatele. Tenete da parte

Tagliate il peperone a striscioline e preparate l'insalata mista con una base appunto di insalata, il peperone, gli asparagi e le zucchine.  Condite con un pochino d'olio d'oliva e la glassa di aceto balsamico, ma solo poco prima di servire.

 

 

Scolate le carote e le patate, passatele al frullatore, aggiungete un pizzico di sale e 15cc di olio extravergine. Lasciate intiepidire un poco e poi stendete la purea uniformemente sulla sfoglia.

Ripiegate i bordi in modo decorativo e poi spolverate con il parmigiano e mettete in forno caldo a 220° per  25-30 minuti.

Sfornate la torta, lasciatela riposare 10 minuti, poi riscaldate le carote a tagliatelle e distribuitele sopra di essa.

 

Servite tiepida e ...

 

ENJOY !

 

 

Condividi post
Repost0
8 febbraio 2012 3 08 /02 /febbraio /2012 21:23

Paste-asciutte 7553

 

 

Questa settimana va così, cose morbide, al forno, primi piatti per lo più e poi dolci. Sarà il freddo???

Forse, ma rinuncio mal volentieri a un primo piatto.  Nella mia top ten ci sono "loro" al primo posto insieme alla pizza, seguono poi le verdure in tutti i modi perchè  non ne posso proprio fare a meno, poi i legumi, poi i dolci, poi la carne ed infine aihmè il pesce.

Ma come si fa a dire di no ad un piatto di gnocchi? Io non ne sono capace, soprattutto se sono quelli fatti in casa. Non ci vuole molto a farli, giusto il tempo che le patate cuoiciano e poi un veloce impasto con farina e uovo ed ecco gli gnocchi sono pronti in un batter d'occhi e sono irresistibili.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 3-4 persone

 

600 gr di patate a pasta gialla

200 gr di farina bianca 00

     1 uovo

     6 pomodori ramati medi

     1 scatola di pomodori pelati

     2 cucchiai di soffritto misto

     1 cucchiaino di basilico tritato

     1 mozzarella

  50 gr di Parmigiano Reggiano

        olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

 

Procedimento

 

Tagliate la mozzarella a dadini e lasciatela scolare.

In una pentola a bordi alti  bollite le patate, preventivamente sbucciate e tagliate a spicchi per velocizzarne la cottura.

Disponete la farina in una terrina, apritela a fontana.

 

Nel frattempo preparate il sugo. Incidete a croce i pomodori e sbollentateli in acqua bollente per 5 minuti. Scolateli e sciacquateli sotto acqua fredda, la pellicina si staccherà più facilmente eseguendo l'operazione di cui sopra.

Togliete i semi e i filamenti bianchi. Tagliateli a dadini.

In una padella antiaderente scaldate l'olio con il soffritto, aggiungete i pomodori, lasciate insaporire poi versate i pelati. Salate e pepate e portate il sugo a cottura.

Non appena pronto, frullatelo e filtratelo. Rimettetelo in padella per tenerlo in caldo.

 

Ritorniamo alle patate: scolatele e passatele al passaverdura con i fori medi.

Fate cascare il passato al centro della fontana di farina. Lasciate intiepidire un attimo e poi incominciate ad amalgamare la farina alle patate usando una forchetta.  Aggiungete l'uovo e formate un impasto compatto ma morbido.

Infarinate le vostre mani e prelevate piccole quantità del composto. Fatene dei rotolini grandi come il dito medio da cui ricaverete dei tocchetti non più lunghi di 2 cm.

Fate bollire 2,5 litri di acqua in una pentola capace e al bollore versate i vostri gnocchi che volendo possono essere decorati facendoli passare sui rebbi di una forchetta, oppure su di una grattugia.

Versatene poco per volta affinché non si appiccichino fra di loro. Attendete che vengano a galla e poi scolateli e passateli direttamente nel sugo.

Preparate una pirofila da forno, accendete il forno a 220°.

Disponete un primo strato di gnocchi conditi e spolverateli con parmigiano e mozzarella.

Eseguite un secondo strato di gnocchi che coprirete nuovamente con i formaggi.

Infornate e lasciate colorire per 10 minuti.

Servite bollenti con mozzarella filante.

 

ENJOY!

 

 

Condividi post
Repost0
7 febbraio 2012 2 07 /02 /febbraio /2012 20:00

Dolci-al-cucchiaio 7517

 

Clafoutis ai lamponi ancora nello stampo, appena tolto dal forno. Bollente e ancora soffiante, avvolto nella sua carta da forno sembra un piccolo vulcano con tanti craterini rossi; la lava bianca emana un profumo di vaniglia e limone, di fragola e lampone.

Un dolcino veloce, da bambini per una felice merenda alternativa e non grassa.  Burro non ce n'è, o quasi!.

 

La ricetta

 

Ingredienti per un clafoutis come foto.

Tortiera da 20-23 cm di diametro.

 

     3  uova

300  cc di latte

  75  gr di farina bianca 00

  50  gr di zucchero semolato

     2  confezioni di lamponi freschi

     1  cucchiaio abbondante di confettura di fragola o frutti di bosco misti.

100  cc di liquore Porto .

   3-4 gocce di essenza di limone e di arancia

         burro per lo stampo

 

 

Procedimento

 

In una terrina sbattere le uova.

In un'altra la farina ed il latte. Aggiungere poi lo zucchero e gli aromi, il liquore Porto ed in seguito le uova sbattute.

Ottenete un composto liscio ed omogeneo e lasciatelo riposare per 30 minuti.

Prendete una teglia rotonda, foderatela con carta da forno, imburratela un pochino e infornatela vuota in forno caldo a 180°.

Dopo 5 minuti, riprendete la teglia versate sul fondo i fruttini e irrorate di clafoutis.

Mettete in forno e cuocete per 30'.  Vedrete il clafoutis sollevarsi tipo soufflé e dorarsi in superficie.

Il dolce si può mangiare tiepido o freddo, accompagnato da una spolverata di zucchero a velo a piacere.

 

ENJOY !

 

Condividi post
Repost0
6 febbraio 2012 1 06 /02 /febbraio /2012 12:39

Pane-pizze-focacce 7504

 

Fa freddo in questi giorni e cosa c'è di meglio di una buona e calda polenta con un sughetto di pomodoro e polpettine?

Non è difficile ed è abbastanza veloce soprattutto se si adopera la farina di polenta precotta.

Nella fattispecie ho usato la farina di polenta taragna integrale, che ha più fibre, è più corposa e tiene di più il condimento.

Ecco la ricetta.

 

Ingredienti per 4 persone

 

300 gr di carne macinata di vitello

100 gr di prosciutto cotto

  50 gr di bologna - mortadella 

  50 gr di parmigiano reggiano

    1 uovo

    2 fette di pane in cassetta

    1 goccino di latte

    1 cucchiaio di basilico tritato

    1 cucchiaio di soffritto misto

    1 barattolo di pelati (450 gr)

       olio extravergine d'oliva

       sale e pepe q.b.

 

   1 confezione di polenta taragna

   1 noce di burro

 70 gr di parmigiano grattugiato

      sale

 1,3 lt di acqua

 

Procedimento

Tritare la carne con il prosciutto ed il bologna.  Aggiungere il pane ammorbidito nel latte e strizzato, il parmigiano, l'uovo, il basilico, un pizzico di sale e pepe.  Ottenere un composto omogeneo da cui formerete piccole polpettine.

In una padella antiaderente scaldare l'olio con il soffritto versare le polpettine e lasciarle colorire prima su di un lato e poi sull'altro.  A questo punto irrorare con i pomodori pelati e aggiungere un poco di acqua tiepida. Salare e pepare e portare il sugo a cottura.

 

Mettere a bollire 1,3 lt di acqua, la noce di burro,  salare e al bollore versare a pioggia la farina mescolando con una frusta per evitare la formazione di grumi.

Continuare a mescolare con un cucchiaio di legno mantenendo l'ebollizione.  Cuocere per un totale di 10 minuti.

A due minuti dalla fine della cottura amalgamare il parmigiano ed ancora una noce di burro.  Mescolare bene e assaggiare per eventualmente regolare di sale.

Versate sui piatti accompagnando la polenta con un sugo bollente e......

 

ENJOY!

 

 

Condividi post
Repost0
5 febbraio 2012 7 05 /02 /febbraio /2012 13:19

Paste-asciutte 7498

 

E alla fine mi sono decisa a fare le lasagne nel modo classico, alla Bolognese. Si, perchè quelle presentate finora erano delle varianti fantasiose, ma al richiamo del ragout e del Parmigiano questa volta non abbiamo resistito ed allora W LE LASAGNE ALLA BOLOGNESE.

Le ho cucinate anche per alcuni amici stranieri che spesso identificano il ragout con una salsa al pomodoro, ma in effetti e ben lo sanno gli Emiliani, non è affatto una "pomodorata".  Il ragout è denso, sostanzioso, profumato di vino rosso e asciutto, nel senso che non naviga in un mare di pomodoro.

Il colore è dato dal concentrato di pomodoro che ha perso tutta l'acqua ed è appunto un ristretto dell'ortaggio suddetto.

Appetitose, profumate e gustose rallegrano il pranzo domenicale e ci riportano a quell'Emilia Romagna ancora integra e vera delle sfogline, di Don Camillo e Peppone, miti del Mondo Piccolo di Giovannino Guareschi, un mito, una leggenda.

 

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

250 di pasta fresca all'uovo in sfoglia

            (quella che preferite- oggi è domenica e ho usato qualcosa di pronto: la sfoglia. Spero che nessuno si

             scandalizzi)

 

600 cc di latte

  50 gr di farina 00

  50 gr di burro

    1 pizzico di noce moscata

       sale q.b.

 

150 gr di carne macinata di manzo

160 gr di carne macinata di maiale

  80 gr di concentrato di pomodoro

    2 cucchiai di soffritto misto

    1 bicchiere di vino rosso da pasto

    1 noce di burro

    1 poco di olio extravergine d'oliva

       sale e pepe q.b.

    2 bicchieri di acqua calda

 

150gr di Parmigiano Reggiano

    2 cucchiai di pane grattugiato

 

Srotolate la pasta fresca e dividetela in rettangoli.

Preparate la besciamella. Scaldate il latte in una pentola e in un'altra sciogliete il burro al quale aggiungerete la farina per fare il roux (impasto di burro e farina). Lasciate che si addensi e poi lentamente versatevi sopra il latte caldo, mescolate vigorosamente per evitare la formazione di grumi, salate e aggiungete la noce moscata. Portate la salsa all'ebollizione sempre mescolando e fatela raddensare.  La besciamella cuocerà in circa 10 minuti. Con questo metodo non dovrebbero esserci grumi, ma in caso contrario frullatela con un mixer ad immersione.

 

In una pentola antiaderente scaldate il burro e l'olio con il soffritto misto.  Aggiungete la carne macinata e lasciate rosolare per bene.  Sfumate con il vino rosso, lasciate evaporare e poi aggiungete il concentrato di pomodoro.

Fate asciugare e poi diluite con un bicchiere di acqua calda. Salate e pepate.  Cuocete a fuoco lento per 40 minuti, eventualmente aggiungendo di volta in volta ancora un poco d'acqua del secondo bicchiere.

 

Riprendete la sfoglia e in una pirofila in cui avrete steso uno strato di besciamella, adagiatevi la pasta, ricopritela di besciamella e di ragout, spolverizzatela con abbondante parmigiano e così via per 4 strati.

Sull'ultimo strato dopo aver versato il ragout, spolverizzate di parmigiano mischiato con il pane grattugiato per ottenere una crosticina croccante.

Infornate a 220° per 20-25' minuti. Servite bollenti e ....

 

ENJOY!

 

 

 

Condividi post
Repost0

Presentazione

  • : foodforfun.over-blog.it
  • : Per giocare con il cibo e trasformare gli alimenti in qualcosa di goloso... ma non solo cibo, talvolta fiori, talaltra libri, curiosando qua e là.
  • Contatti

Traduttori

 

Ricerca

EXPO 2015

01_Cover_Logo_1280x400_OK.jpg

foodforfun.over-blog.it

Norme - Copyright © 2021

QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITA' . PERTANTO NON PUO' CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 07/03/2001  

FOODFORFUN.OVER-BLOG.IT  By BettaRoberta Cecconi - All rights reserved

 

 

 

  

 

 

 

indicizzazione motori ricerca