750 grammes
Tutti i nostri blog di cucina Segui questo blog Administration + Create my blog
21 settembre 2020 1 21 /09 /settembre /2020 15:16

 

Un risotto estivo, l'ultimo della stagione prima dell'autunno con nuovi sapori e frutti.

Semplice e saporitissimo, nonché ultra-colorato è stato un ottimo piatto unico per una giornata in giardino.

Eccovi la ricetta

Ingredienti per 3 persone

240 gr di riso Carnaroli

500 gr di vongole veraci

300 gr di filetti di triglia

1     cucchiaio di concentrato di pomodoro

1     cucchiaio di soffritto di cipolla,carota e sedano

2     spicchi d'aglio

1     cucchiaio di prezzemolo grattugiato

1     bicchiere di vino bianco secco

basilico e timo a piacere

olio evo q.b.

acqua calda q.b.

sale e pepe q.b.

 

Procedimento

Lavate con cura le vongole per evitare di ritrovare dei sedimenti di sabbia facendole spurgare in acqua fredda e sale grosso. Lavatele poi ripetutamente sotto acqua fredda corrente.  Scaldate, in una padella antiaderente, olio evo, un pizzico di prezzemolo e aglio. Non appena rosola, aggiungete le vongole, sfumate con un goccio di vino bianco, salate e coprite con coperchio, cuocete per pochi minuti, fino ad apertura dei gusci.  Togliete le vongole e filtrate il sughetto. Tenete da parte. 

In un pentola a bordi alti, soffriggete cipolla, carota e sedano in olio evo, aggiungete il concentrato di pomodoro e subito dopo, il riso. Fatelo tostare e sfumatelo con il restante vino bianco.  Unite l'acqua bollente poco per volta, salate e portate a cottura in 15 minuti. 

A 5' minuti dalla fine della cottura del riso, unite il sughetto di vongole, e mantecate. Nel frattempo, cuocete i filetti di triglia in una padella antiaderente in cui avrete versato olio evo, basilico, timo e aglio. Pochi minuti per parte, giusto il tempo che si dorino.

Unite le vongole al riso, versatelo nei piatti di portata, aggiungete i filetti di triglia e spolverate con un poco di pepe macinato fresco. 

 

       

Condividi post
Repost0
30 giugno 2019 7 30 /06 /giugno /2019 14:00

 

 

Ho caldo, molto caldo e ad essere sincera nessuna voglia di mettermi ai fornelli, quindi la soluzione è la seguente: farsi aiutare dalle “scatolette”.  Un’eresia, possono pensare in tanti, ma se le scatolette sono altamente selezionate, può essere una trovata niente male.

In questo caso, ho usato del farro Bonduelle cotto al vapore, dei ceci paritetici ed il resto, tutto fresco.

Eccovi la ricetta “FARROMIX” per un pranzo/cena completa senza troppa fatica

 

Ingredienti per due persone

 2  scatolette di farro Bonduelle

 1  barattolo di ceci Bonduelle

 1 spicchio d’aglio

300 gr di pomodorini Pachino

3   peperoni :giallo, verde, rosso

2   spiedini di carne così composti: petto di pollo, salsiccia,pancetta, alloro

1 mazzetto di basilico fresco

1 cetriolo

1 cucchiaio di ricotta vaccina

1 cucchiaio di Parmigiano Reggiano

Olio evo, sale e pepe q.b.

Peperoncino

 

Procedimento

 

Scomponete gli spiedini, cioè togliete la carne  steccata in essi, e versatela in una padella antiaderente con poco olio, aggiungete immediatamente i peperoni tagliati a listelli, pepate e salate, fate cuocere per 20’. Tenete da parte.

 

In una padella antiaderente scaldate olio, aglio e basilico. Versate i ceci, fateli insaporire, salateli e poi passateli con il mixer, eseguendo un “humus” differente di sapore, ma di pari consistenza.

 

Tagliate i pomodorini e passateli  in padella con aglio, basilico, olio. Solo pochi minuti, giusto il tempo in cui la loro pelle s’increspi un poco.  Teneteli da parte.

 

Nella stessa padella, scodellate il farro, tostatelo con olio ed aglio, aggiungete un poco di acqua, veramente un goccio, per ridare una  certa fluidità al chicco. Unite un cucchiaio di ricotta, un poco di peperoncino a piacere e del parmigiano. Lasciate raffreddare un attimo.

 

Componete il piatto:  in un lato humus con sopra i pomodorini, accanto farro, carne e peperoni, per finire qualcosa di fresco come un cetriolo tagliato a fettine ed il gioco è fatto.

Condividi post
Repost0
28 aprile 2019 7 28 /04 /aprile /2019 19:38

 

Pasqua è passata molto velocemente, tra un pranzo e l'altro e qualche gita fuori porta, siamo già al Calendimaggio che trascorrerò a Perugia.

Ma, nel mezzo di questo va e vieni, abbiamo avuto il tempo di gustare un dolce napoletano per me fra i migliori della tradizione: la pastiera.

Adoro la ricotta, che è un "formaggio" duttile, leggero che ben si sposa con mille ricette; nella pastiera, insieme al grano precotto, essa forma un insieme così buono, che per me è difficilissimo resisterle.

Ecco la ricetta

Ingredienti per 1 tortina come foto

Pasta frolla

300 gr di farina bianco 00

150  gr di zucchero

150  gr di burro

1  uovo intero ed 1  tuorlo

1  bustina di vanillina o essenza di vaniglia

buccia di limone grattugiata

 

Ripieno

250 gr di grano precotto

200 ml di latte

    1 cucchiaino di cannella

    1 scorza di limone

250 gr di ricotta vaccina fresca

250 gr di zucchero

    3 uova intere

       aroma di fiori d'arancio a piacere

       cedro candito

 

Procedimento

Impastare la farina con lo zucchero, la vanillina, la buccia di limone grattugiata ed il burro fino ad ottenere un'insieme che abbia l'apparenza e la consistenza della sabbia (pasta sabbiata "sablée").  Aggiungere l'uovo ed il tuorlo sbattuti e lavorare velocemente per evitare che la pasta si scaldi troppo.  Formare una palla ed avvolgerla in pellicola trasparente. Riporre in frigorifero per almeno  30' minuti.

Foderate una teglia da forno con carta da forno. Riprendete la frolla e stendetela in una teglia da 20 cm di diametro. Riponete la frolla in frigor in attesa del ripieno.

 

Versate il grano in una pentola a bordi alti ed antiaderente, aromatizzatelo con la scorza di limone tagliata con il pela-patate.  Unite il grano precotto e cuocetelo fino a completo assorbimento, mescolando di tanto in tanto. Rimuovetelo dalla pentola e lasciatelo raffreddare.  Una volta freddo, togliete la scorza di limone, unite la ricotta, lo zucchero ed i tuorli. Mescolate per bene e tenete da parte.  Nel frattempo, montate a neve gli albumi ed aggiungeteli al composto. Nuovamente, mescolate con un mestolo forato, partendo dal basso verso l'alto affinchè gli albumi non smontino.   Ora, versate un paio di gocce di essenza di fiori d'arancio, attenzione, perchè è molto intensa e una quantità elevata tende a danneggiare l'intera fragranza della torta. Unite poi il cedro candito e versate il tutto sulla pasta frolla che avrete tolto dal frigorifero.

Decorate con losanghe di frolla ed infornate in forno caldo a 170° per 50' minuti, poi abbassate il calore a 160° per altri 15' minuti.

Sfornate la torta e lasciatela raffreddare. Servitela con un buon vin santo o comunque un vino dolce a piacere.

   

 

Condividi post
Repost0
31 dicembre 2018 1 31 /12 /dicembre /2018 14:06

 

Pisarei, ma non proprio, perchè sebbene abbia osservato i canoni della ricetta originale piacentina, che fra l'altro avevo avuto l'onore di assaggiare in loco durante una bellissima gita, beh non sono proprio venuti uguali.

E quindi, ogni tanto, con umiltà, bisogna ammettere che la tradizione e la cultura di un piatto passano dalla manualità e dalla cura di nonne, zie, cugine, mamme che la trasmettono.

Io mi sono limitata ad imitare ed il risultato, sebbene di ottimo gusto, mi ha lasciato insoddisfatta per quanto riguarda l'aspetto.

I Pisarei sono diventati più simili a degli "strascinati, orecchiette malfatte"...

Insomma, tentar non nuoce e bisogna sperimentare per ottenere un ottimo risultato, però non sempre è "buona la prima", ma va bene lo stesso.

La ricetta

Ingredienti per 4 persone

150 gr di pane grattugiato

  50 gr di farina bianca fine

    2 confezioni di fagioli cannellini

    2 spicchi d'aglio

    1 rametto di rosmarino

    1 cucchiaio di cipolla, carota, sedano tritati

    1 cucchiaio di guanciale tritato finemente

    1 cucchiaio di olio evo

    1 noce di burro

    2 pelati

    Parmigiano Reggiano

    Pepe e sale q.b.

    Cotechino (facoltativo)

 

 

Procedimento

Preparate l’impasto, amalgamando poco a poco la farina al pane grattugiato versando acqua bollente tanto quanto basto per avere un impasto elastico e morbido. Dividete l'impasto in piccole quantità e formate dei rotolini simili ad un grissino. A questo punto, staccate dei piccolissimi pezzi di pasta non più grandi di un'unghia di mignolo e poi schiacceteli con il pollice per ottenere l'incavo.  Tenete da parte.

Preparate il sugo di fagioli, mettendo in una pentola capace, olio evo, burro, il guanciale, rosmarino, alloro, aglio, trito di cipolla, carota e sedano. Lasciate rosolare per bene affinchè tutti gli odori rilasciano sapore all'olio. Spezzettate due pelati e uniteli al soffritto, fate insaporire e poi unite i fagioli, un poco di acqua, sale e pepe q.b.  Lasciate cuocere fino a che i fagioli risultino ben amalgamati e il sughetto sia un poco rappreso.

In una pentola a bordi alti, bollite acqua leggermente salata. "Gettate" la metà dei Pisarei ed attendete che vengano a galla. Scolateli subito, metteteli su di un piatto da portata e copriteli con il sugo di fagioli, tenendoli in caldo. Ripetete l'operazione con il resto dei Pisarei - cuocendoli prima nell'acqua, scolandoli e facendo il secondo strato sul piatto di portata.

Servite con una buona spolverata di Parmigiano Reggiano e Pepe a volontà, nonchè scagliette di cotechino che avrete precedentemente bollito

.

 

Condividi post
Repost0
27 ottobre 2018 6 27 /10 /ottobre /2018 07:14

 

Mi piace cambiare il modo di cucinare un cereale cremoso e uso differenti qualità di prodotto per ottenere una consistenza soft, ma croccante allo stesso tempo.

Cambio molto spesso i tipi di riso e non mi dispiace utilizzare anche avena, grano saraceno, farro e naturalmente l'orzo.

In quest'occasione, ho scelto un modo classico per cucinarlo: un orzotto alle erbe fini.

Ecco la ricetta

Ingredienti per 3 persone

240 gr di orzo perlato

1     cucchiaio di cipolla,carota, sedano tritati

1     cucchiaio di rosmarino, timo tritati finemente

2     cucchiai abbondanti di panna fresca od in alternativa ricotta fresca vaccina

2     cucchiai abbondanti di Parmigiano Reggiano

1     spolveratina di noce moscata

1     noce di burro

1     dado di brodo di carne

1     goccino di vino bianco per sfumare l'orzo

       acqua bollente q.b.

       olio evo q.b.

Rosmarino in rametti per decorare

 

Procedimento

Rosolate il battuto di verdure con olio e burro. Versate l'orzo, fatelo tostare e poi sfumatelo con il vino bianco. Aggiungete poco per volta acqua bollente come per cuocere un risotto, il dado e continuate a cuocere fino a che l'orzo non si sia ammorbidito, circa per 15' minuti.  A questo punto mantecatelo con la panna, il parmigiano e le erbette fini. Spolveratelo con noce moscata e servitelo immediatamente decorandolo con un rametto di rosmarino.

 

Condividi post
Repost0
6 agosto 2015 4 06 /08 /agosto /2015 09:26
Avena, piselli & frutti di mare...

Siamo in pianura e fra poco in alta montagna, ma come non desiderare un piatto estivo e marino? Quindi, con estrema semplicità, avena, piselli & frutti di mare.

Buone vacanze a tutti.

La ricetta

Ingredienti per 3 persone

250 gr di avena in chicchi

500 gr di pisellini primavera

500 gr di cozze

500 gr di vongole

3 spicchi d'aglio

2 pomodori ramati

1 peperoncino baby

50ml di vino bianco secco

1 cucchiaio di prezzemolo tritato

foglie di basilico per decorare

olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

Procedimento

Bollite per 35' minuti l'avena in abbondante acqua bollente e leggermente salata, scolatela e raffreddatela sotto acqua fredda corrente. Riscolatela e ponetela in un piatto di servizio.

In una padella antiaderente scaldate l'olio, uno spicchio d'aglio, foglie di basilico. Non appena il soffritto sprigiona il suo profumo, aggiungete i pisellini, lasciateli rosolare un minuto, versate un goccino d'acqua, salate e cuocete per 10' minuti. Togliteli dal fuoco e versateli su di un piatto di servizio per lasciarli raffreddare.

In una pentola a bordi alti e antiaderente scaldate olio evo, 2 spicchi d'aglio, il peperoncino, un pochino di prezzemolo e qualche foglia di basilico. Tagliate il pomodoro a dadini e versatelo in pentola, unitevi le cozze e le vongole precedentemente lavate e spurgate. Salate leggermente, pepate un poco, mescolate l'insieme e irrorate con il vino bianco. Coprite immediatamente la pentola e cuocete per 5' minuti, il tempo necessario affinchè le conchiglie si aprano. Togliete i frutti dalla pentola e continuate a far ridurre l'intingolo per 5' minuti. Versatelo sulle cozze e tenete da parte.

Disponete ora l'avena fredda nei piatti dei commensali, distribuitevi sopra i piselli freddi e le cozze, anch'esse fredde con il loro sughetto. Decorate con foglie di basilico fresco.

Condividi post
Repost0
24 giugno 2015 3 24 /06 /giugno /2015 14:46
Avena, peperoni ,zucchine & capperi...

Guardo sempre con attenzione gli scaffali del supermercato relativi ai cereali. Ultimamente, la scelta si è arricchita moltissimo e fra i soliti farro, orzo, kamut, bulghur etc.etc ho trovato anche l'avena in chicchi. Una scoperta per me, in quanto l'ho sempre utilizzata in fiocchi e farina, ma mai prima d'ora in chicchi. E' buonissima, almeno per quanto riguarda il mio palato. Se abbinata alle verdure diventa una gustosissima ricetta estiva, molto fresca e leggera.

La ricetta

Ingredienti per 4 persone

320 gr di avena in chicchi

2 zucchine medie

1 peperone rosso

1 cucchiaino di capperi medi

2 spicchi d'aglio

4 foglie di basilico

2 lt di acqua per cuocere l'avena

olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

Procedimento

In una pentola a pressione portate l'acqua al bollore, salatela leggermente e poi versate l'avena.

Chiudete la pentola con il coperchio, sistemate la valvola e lasciate cuocere 35' minuti a partire dal fischio della pentola a pressione. Trascorso questo tempo, scaricate la pentola dal vapore e aprite il coperchio solo quando la valvola è scesa. Assaggiate l'avena e se al dente, ma decisamente masticabile, scolatela sotto acqua fredda corrente.

Nel frattempo, tagliate le verdure a quadratini. In una padella antiaderente scaldate l'olio, l'aglio, il basilico. Versate le zucchine e cuocetele per 10' minuti, il tempo affinchè si dorino. Salatele e pepatele solo a fine cottura. Nella stessa padella in cui avete cotto le zucchine, ora deposte su di un piatto a raffreddare, cuocete i peperoni, aggiungendo solo un pochino d'olio e ravvivando il soffritto con uno spicchio d'aglio nuovo. Lasciate saltare i peperoni in pentola per pochi minuti, devono rimanere croccanti e salateli solo a fine cottura, circa 8' minuti.

Unite le zucchine ai peperoni, aggiungete i capperi, il basilico rimasto, l'avena. Regolate con un filo di olio fresco e buon appetito.

Condividi post
Repost0
6 luglio 2013 6 06 /07 /luglio /2013 19:01

Farro--orzo--cereali-in-chicchi. 2549

 

Un'insalata fresca con un sapore tra l'esotico e il Mediterraneo con una stravaganza, anzichè utilizzare bulgur o cous-cous, ho usato il grano saraceno! Diverso, ma ugualmente piacevole.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

250 gr di grano saraceno

1      scatola di ceci

2      pomodori ramati

1      cucchiaio di pesto di rucola

8      foglie (4+4) di basilico e menta

100 gr di rucola

1      cucchiaino di parmigiano

1      scalogno

        olio extravergine d'oliva, aceto di mele, sale, pepe e peperoncino

 

Procedimento

 

Bollite il grano saraceno in abbondante acqua bollente leggermente salata. Scolatelo al dente e sciacquatelo sotto acqua fredda corrente.  Conditelo con un pesto di rucola eseguito come segue: frullate la rucola, il basilico e il parmigiano, aggiungete l'aceto di mele e l'olio extravergine a filo  fino ad ottenere un morbido pesto. Eseguite un taglio a croce sui pomodori, immergeteli in acqua bollente per 3 minuti, passateli in acqua gelata, sbucciateli, rimouvete i semi e tagliateli a dadini. Unite i pomodori e i ceci al grano.  Tagliate lo scalogno a fettine sottili, ponetelo in un pentolino con acqua fredda e portatelo al bollore. Scolatelo e rieseguite l'operazione ancora per due volte. Raffreddatelo in acqua fredda, scolatelo e unitelo all'insalata.  Tagliate a julienne le foglie di menta e il restante basilico, ricondite con un pizzico di sale, olio a filo, un pochino di aceto di mele, pepe e peperoncino.

 

ENJOY!

Condividi post
Repost0
11 gennaio 2012 3 11 /01 /gennaio /2012 16:09

Farro--orzo--cereali-in-chicchi. 7150

 

 

 

Questo è un cous cous al contrario, nel senso che siamo abituati a vedere il cereale come base sulla quale disperdere quantità di carne, di pesce o di verdure.  Qui, invece è la carne con le verdure che prevale sul farinaceo, che fra l'altro questa volta è fritto, croccante e sa anche di formaggio.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

400   gr di spezzatino di maiale

   20   olive verdi di Cerignola

      1  scatola di pelati

      2  spicchi d'aglio

           origano fresco in foglie e secco, macinato

      1   cucchiaio di soffritto misto

    50  cc di vino rosso

           sale, pepe, peperoncino

           olio extravergine d'oliva

 

      5   cucchiai generosi di cous cous

      1   cucchiaino di cipolla rossa tritata

      1   uovo

  100  gr di Parmigiano Reggiano

       1  cucchiaino di Worcerstershire sauce

     50 cc di acqua bollente

           olio per friggere

 

 

Procedimento

 

In una padella antiaderente scaldate l'olio, l'aglio, le olive denocciolate, l'origano secco. Lasciate insaporire ed aggiungete i pelati.  Salate, pepate con pepe e peperoncino.  Portate a cottura per 10 minuti a fuoco vivace.

In una padella antiaderente scaldate l'olio, l'aglio, l'origano fresco e aggiungete la carne a pezzettini.  Fatela saltare velocemente e irroratela con il vino, lasciate sfumare e poi mischiate al sugo.  La carne dovrà cuocere brevemente altrimenti sarà stopposa.

 

A parte, in una padella antiaderente scaldate l'olio, la cipolla e versatevi il cous cous.  Lasciate insaporire, spegnete il fornello ed aggiungete lentamente l'acqua, ma pochissima per volta. Il cous cous dovrà essere abbastanza asciutto.

Lasciatelo raffreddare, sgranatelo e aggiungete sale, parmigiano, Worcerstershire sauce e l'uovo.  Impastate, formate delle piccole palline e friggetele in olio di riso bollente. Fate colorire entrambi i lati, il tempo di cottura è di 5 minuti, giusto il tempo che si dorino.

Scolatele dall'olio e servitele insieme all'intingolo.

 

ENJOY!

Condividi post
Repost0
28 giugno 2011 2 28 /06 /giugno /2011 19:22

Farro--orzo--cereali-in-chicchi. 4252

 

 

 

Incomincia a far caldo!  Ormai abbiamo mesi di pioggia e temperatura fresca fino a Giugno inoltrato e di botto arriva il caldo. Non ho molta voglia di stare davanti al fuoco, il calore mi distrugge quando fuori c'è l'abituale "calicola" della città.

Allora, ho pensato ad un tonno crudo aromatizzato allo zenzero, sesamo, semi di zucca, limone, lime, arancia ed ad un cous cous verde, verde, condito con basilico, vellutata di zucchina e parmigiano.....

Il cous cous richiede veramente pochissimo tempo e quindi è adattissimo in questo periodo, più della pasta che richiede almeno 10 minuti per il bollore dell'acqua + altri 10-15 per la cottura.

Pensateci è una buona soluzione per mangiare carboidrati e poi si adatta con tutto, pesce, carne, verdura perfino dolce, vedrete.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

70 gr     di cous -cous a commensale

350 cc  di acqua calda salata

1            spicchio d'aglio

2            zucchine

10         foglie di basilico

1           scalogno oppure 1 cipolla rossa piccina

70  gr   di parmigiano grattugiato

1           punta di un cucchiaino di Harissa

             olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

 

400 gr di tonno fresco a fette

 

Per la salsa

 

1          cucchiaino di sesamo

1          cucchiaino di semi di zucca

4          cucchiai di olio extravergine d'oliva

            il succo e la scorza di mezzo lime

            il succo di mezzo limone

            il succo e la scorza di mezza arancia

2         cucchiaini di zenzero grattugiato fresco.

           sale e pepe q.b.

         

 

Procedimento

 

Lavate il tonno, tamponatelo leggermente per togliere l'acqua in eccesso e tagliatelo a dadini piccini.

Frullare i semi di sesamo e quelli di zucca. Versarli in un'insalatiera, nella quale aggiungerete i succhi e le scorze degli agrumi, l'olio extravergine d'olia e lo zenzero grattugiato, sale e pepe q.b.

Mescolare con cura e versarvi il tonno a dadini, rimescolando il tutto.  Posizionare il tonno in frigorifero per almeno 1 ora e mezza, se aveste più tempo, meglio.

 

In un tegame antiaderente scaldare l'olio, l'harissa, 3 foglie di basilico spezzettate, lo scalogno tagliato sottilmente ed uno spicchio d'aglio.  Non appena l'olio si sarà insaporito, passarlo al chinoise e rimetterlo nel tegame. Aggiungere il cous-cous e lasciarlo tostare 1-2 minuti.  Versarlo in una bacinella e irrorarlo con acqua calda salata.  Coprirlo e lasciare che la semola s'impregni, tenerlo a riposo almeno 15-20 minuti .

 

Lavare le zucchine ed immergerle intere (senza togliere nemmeno il picciolo o l'altra estremità) in una pentola piena d'acqua bollente. Farle cuocere per 8-10 minuti.

Non devono essere spappolate, bensì cotte al dente.

Scolarle e tagliare le estremità; frullarle con un minipimer  aggiungendo un pizzico di sale, le foglie di basilico ed olio crudo a filo.  Emulsionate (cioè incorporate aria nel composto) con il frullatore, vedrete che il colore delle zucchine cambierà e tenderà ad un verde più chiaro. Assaggiate e regolate di sale secondo il vostro gusto.

Lasciate raffreddare e tente da parte

 

Montare il piatto:

 

Sgranare il cous cous, che nel frattempo si sarà raffreddato,  aggiungere la vellutata di zucchine fredda ed il parmigiano. Mescolare bene, assaggiare e regolare il sapore a piacere.  Preparare delle mini tortine con l'aiuto di uno stampino.

Prelevare una cucchiaiata di tonno dalla marinatura, cercando di scolarlo da essa.  Appoggiarlo sul cous-cous ed irrorarlo con olio crudo fresco.

 

 

ENJOY!

 

 

Condividi post
Repost0

Presentazione

  • : foodforfun.over-blog.it
  • : Per giocare con il cibo e trasformare gli alimenti in qualcosa di goloso... ma non solo cibo, talvolta fiori, talaltra libri, curiosando qua e là.
  • Contatti

Traduttori

 

Ricerca

EXPO 2015

01_Cover_Logo_1280x400_OK.jpg

foodforfun.over-blog.it

Norme - Copyright © 2021

QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITA' . PERTANTO NON PUO' CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 07/03/2001  

FOODFORFUN.OVER-BLOG.IT  By BettaRoberta Cecconi - All rights reserved

 

 

 

  

 

 

 

indicizzazione motori ricerca