750 grammes
Tutti i nostri blog di cucina Segui questo blog Administration + Create my blog
5 ottobre 2020 1 05 /10 /ottobre /2020 14:03

 

Mi piacciono tantissimo, perchè la pasta fillo è molto croccante e poco grassa. Il ripieno è a fantasia e secondo un gusto personale, quindi può essere un modo per accontentare tanti ospiti con differenti farce golose.

Sono veloci da fare perchè cotti al forno, anzichè fritti.

La ricetta

Ingredienti per 24 Brik

1 confezione di pasta fillo

1 mozzarella

1 paio di fette di pane in cassetta

1 confezione di acciughe sottolio

1 paio di pomodorini

100 gr di carne macinata

  50 gr di prosciutto cotto

    1  cucchiaio di soffritto misto - cipolla, sedano, carota

    1  cucchiaio di prezzemolo e basilico tritato

    1  punta di arissa

 100 gr di spinaci già lessati

 250 gr di ricotta vaccina

 100 gr di parmigiano reggiano

 1     pizzico di noce moscata

 1     spicchio d'aglio

 olio evo, sale e pepe q.b.

 

Procedimento

Iniziamo a preparare le farce:

-1- mozzarella

tritate la mozzarella insieme alle fette di pane, le acciughe e i pomodorini. Unite al composto un cucchiaio di parmigiano reggiano. Tenete da parte

-2- carne trita

Rosolate la carne con poco olio e il soffritto misto.  Salate e pepate, unite l'harissa. Cuocete a fuoco intenso per 10 minuti. Togliete dal fuoco e versate in un recipiente. Unite il prosciutto cotto, il prezzemolo e il basilico. Tritate con un minipimer e tenete da parte

-3- ricotta e spinaci

Rosolate gli spinaci bolliti in una pentola con olio caldo e aglio. Salate, pepate e rimuovete dal fuoco. Una volta freddi aggiungete la ricotta e il parmigiano. Tenete da parte.

 

Scaldate il forno a 200° gradi.  Rivestite le teglie con carta da forno e incominciate a formare i Brik.  Prendete la pasta fillo. Utilizzate due fogli per volta sovrapponendoli.  Tagliate tre liste di pari larghezza, dal lato più lungo del rettangolo. Prendete una lista e versate in cima un cucchiaio della farcia prescelta.   Arrotolate il Brik facendo attenzione a formare nella piegatura un triangolo da cui non fuoriesca mai il ripieno. In sintesi, le pieghe sono :

1^ da destra a sinistra

2^ da sinistra a destra

e così fino ad esaurimento lista.

Disponete il triangolo ottenuto su di una teglia rivestita di carta da forno. Spennellate i triangoli con un pochino di olio evo. Infornate i vostri Brik e cuocete a doratura completa .

 

Condividi post
Repost0
17 giugno 2020 3 17 /06 /giugno /2020 14:02

 

Era un sacco di tempo che ripensavo alle panelle mangiate in Sicilia, secoli fa, purtroppo; quindi, davanti allo scaffale delle farine del supermercato, ho comprato, senza colpo ferire, un pacchetto di farina di ceci. Detto, fatto!

 

Ecco la ricetta

Ingredienti per 30 panelle 5x4 cm

250 gr di Farina di ceci 

900 ml di Acqua      

20 gr di sale

1   spicchio di aglio

1   rametto di rosmarino

1   timo

1   limone

4   rosette/panini a piacere

Olio evo q.b.

Olio di semi (1 bottiglia)

Placche e carta da forno

Basilico a piacere

Procedimento

Mescolare la farina di ceci in acqua tiepida leggermente salata, in modo da formare una pastella liquida senza grumi. In pratica, si tratta di fare una polentina di ceci.  Riporre sul fuoco, mescolando continuamente. Nel frattempo, in un padellino antiaderente, rosolate l'aglio, l'olio, il timo e il rosmarino. Lasciate insaporire l'olio e non appena l'aglio si colora un poco, spegnete il fuoco e togliete gli odori, filtrando l'olio.

Quando la polentina si è addensata continuare la cottura a fuoco basso per 15-20 minuti. A fine cottura aggiungere l'olio profumato alle erbe e stendere il composto su due placche da forno ricoperte di carta da forno.  Spalmate per bene la polenta cercando di fare uno strato di 2 cm di spessore.

Lasciate raffreddare, poi con uno stampino rettangolare da biscotti, ritagliate le vostre panelle.

Ponete sul fuoco una padella ampia e a bordi alti, versatevi abbondante olio di semi, le panelle dovranno cuocervi, immerse; portatelo a temperatura e cuocete poche panelle per volta lasciandole dorare prima da un lato e poi dall'altro. Pochi minuti. Scolatele su carta assorbente e tenetele in caldo.

Preparate i panini: tagliateli a metà, distribuite due panelle a panino, tre fettine di limone, una fogliolina di basilico a piacere. Richiudete la rosetta, servite immediatamente con un'insalatina fresca di contorno.

Condividi post
Repost0
22 aprile 2020 3 22 /04 /aprile /2020 15:08

 

E' una torta, non torta, nel senso che pur essendoci un poco di farina e lievito, l'ingrediente principale è la patata. Ho scelto quelle Calabre, vecchie e non novelle. Il risultato: un ottimo piatto unico da servire con un'insalatina fresca, primaverile.

Ecco la ricetta

Ingredienti per una torta come foto

500 gr di patate vecchie

40   gr di farina 00

45   gr di latte

1     uovo

70 gr di formaggio a fette : Fontina o qualsiasi altro a piacere

50 gr di Parmigiano Reggiano

1 cucchiaio di pan grattato

1   noce di burro

1  rametto di timo

1  poco di noce moscata

2 gr di lievito in polvere

sale q.b.

 

Procedimento

Pelate e lavate le patate. Tagliatele a fette sottili con l'aiuto di una mandolina. Versatele in acqua fredda, risciacquatele e asciugatele con un canovaccio.

Nel frattempo, in una capiente bacinella, preparate una miscela con uovo, latte, farina, lievito, sale, noce moscata e foglioline di timo.  Aggiungete le patate affettate e mescolate con cura.

Prendete ora una tortiera da 18-20 cm di diametro e con bordi alti. Rivestitela con carta da forno e versate all'interno un primo strato di patate. Schiacciatele bene sul fondo per ottenere un livello uniforme. Ora, disponete su di esse il formaggio a fette e una spolverata di Parmigiano Reggiano. Ricoprite con le altre patate, livellate, aggiungete altro Parmigiano, un cucchiaio di pan grattato e dei fiocchetti di burro.

Disponete in forno a 170° gradi per 50' minuti. Sfornate e servite la torta bollente con un'insalatina primaverile

Condividi post
Repost0
1 marzo 2020 7 01 /03 /marzo /2020 08:30

 

Mi sono accorta solo ora, che oggi è il 1^ di Marzo e che quindi ho perso il mese di Febbraio per postare una piccola ricetta.

Pazienza, vorrà dire che oggi recupero inserendo due post di piccolezze, ma alquanto sfiziose.

Ecco la prima: mini pies ripiene di carne e pisellini.

Sono un ricordo di quando ragazzina, in Inghilterra, Mrs French cucinava per me delle deliziose pies  nella sua cucina della sua casa nel Sussex.  Una donnina molto silenziosa, che ogni giorno cucinava per la sua famiglia e i suoi ospiti cibo delizioso attingendo dal suo giardino e orto.

Un tempo lontano, ma che ancora ricordo con infinita nostalgia.

La ricetta:

Ingredienti per 12 mini pies

300 gr di farina 00

100 gr di parmigiano reggiano

1     uovo intero + 1 tuorlo

150 di burro

300 gr di carne macinata di vitello o manzo a piacere

200 gr di pisellini primavera - piccoli e teneri

1     cucchiaino di passato di pomodoro

1     cucchiaino di soffritto misto : carota, cipolla, sedano

1     spruzzatina di vino bianco

2     formaggio a fette fondente a piacere

1     tazza di acqua bollente

olio evo, sale e pepe q.b.  (in alternativa del sale, potete usare anche un dado di carne)

 

Procedimento

Prepariamo la pasta per le pies come una frolla dolce, quindi lavoriamo la farina, il parmigiano e il burro fino ad ottenere un effetto "sabbia". A questo punto aggiungere un uovo e un tuorlo, impastare velocemente e tenere la palla di pasta avvotla in pellicola trasparente e nel frigorifero per almeno 30' minuti.

Nel frattempo preparare il ripieno facendo rosolare in olio evo il soffritto; aggiungete la carne e il concentrato di pomodoro. Lasciate che rosolino, poi sfumate con una spruzzatina di vino bianco.

Versate i pisellini, mescolate e aggiungete acqua bollente a copertura.

Salate e pepate; cuocete fino a completo assorbimento dei liquidi.  A cottura ultimata adagiate sulla carne ancora calda un paio di fette di formaggio fondente. Mescolate e lasciate raffreddare.

Riprendete l'impasto, stendetelo e tagliate dei dischi con i quali fodererete gli stampini monodose.

Riempitili con la carne e ricopriteli con dell'altra pasta a chiusura completa. Nel mezzo del coperchietto incidete un piccolo cerchio dal quale possa fuoriuscire un poco di vapore durante la cottura.

Cuocete in forno per 35' minuti a 180° gradi e per 5' minuti a 220°. Sfornate e servite: sono ottime sia calde che fredde.

Condividi post
Repost0
26 gennaio 2020 7 26 /01 /gennaio /2020 06:34

 

A chi non piace sgranocchiare qualcosina prima di un pasto? Ci sono momenti nella giornata in cui veramente il famoso "languorino" richiede un provvedimento immediato.

Ebbene questi grissini fanno al caso. Si tratta di un mini antipasto, uno stuzzichino di facile esecuzione che non richiede  un impegno particolare, il cui risultato vale l'impegno.

Eccovi la ricetta

Ingredienti per 15 grissini

1  mazzetto di asparagi

200 gr di speck o prosciutto crudo a piacere

2   rotoli di pasta sfoglia rettangolare

semi di sesamo e papavero per decorare

1 uovo

 

Procedimento

Pulite gli asparagi dai loro filamenti e rimuovete il gambo più legnoso. Sbollentateli leggermente, un paio di minuti in acqua bollente. Scolateli e immergeteli in acqua fredda, gelata.

Scolateli nuovamente e asciugateli. Rivestiteli con le fettine di prosciutto o speck a piacere.

Tagliate la sfoglia a strisce di 3 cm per il senso della lunghezza e arrotolate la pasta intorno agli asparagi coprendoli interamente.

Sbattete un uovo e tramite pennello, bagnate la superficie dei grissini che passerete nei semini di sesamo e papavero.

Infornate a 220° gradi per 15' minuti. Sfornate e servite immediatamente.

Condividi post
Repost0
29 gennaio 2019 2 29 /01 /gennaio /2019 17:20

 

L'aria oggi era frizzantina e ho avuto voglia di mangiare a pranzo qualcosa di caldo, ma non troppo brodoso.  Ho pensato quindi a una vellutata con un brio in più: bacon, palline di mais ripiene al formaggio e fritte, finocchi saltati in padella.  Niente di complicato, ma pur essendo molto facile, ha sortito un buon effetto anche sui miei commensali.

Ecco la ricetta

Ingredienti per 3 persone

3  finocchi grandi

3  patate da purea

1  punta di cucchiaino di semi di finocchio

1  dado per brodo di carne

    acqua bollente q.b.

1 confezione di mais precotto per polenta

2 cucchiai di ricotta fresca

3 cucchiai abbondanti di parmigiano reggiano

   acqua bollente per la polenta

40 gr di Emmental svizzero

1   confezione di bacon

olio evo, sale e pepe q.b.

olio di semi di girasole

 

Procedimento

In una pentola antiaderente versate mezzo litro di acqua fredda e un po' di sale. Portate ad ebollizione e aggiungete metà circa della confezione di farina di mais precotta per polenta.

Cuocete velocemente e fate in modo che la polenta risulti abbastanza asciutta. Mescolate con ricotta e parmigiano reggiano, scodellate e lasciate raffreddare.

Lavate i finocchi, togliete le parti filamentose e le prime foglie. Tagliateli a metà e nuovamente per il senso della larghezza ottenendo delle strisciolini sottili. Tenete da parte la metà di un finocchio che invece taglierete a fettine per il senso longitudinale.

Sbucciate le patate e tagliatele a fettine.

In una pentola a bordi alti, scaldate un cucchiaio di olio evo, versate i finocchi, le patate e fate rosolare un poco fino a che i finocchi non rilascino il loro profumo. A questo punto, versate acqua a copertura totale della verdura, unite i semi di finocchio ed il dado.  Cuocete fino a che le patate non si spappolino ed i finocchi siano teneressimi.   Passate il tutto con il mixer, regolate di sale e pepe e tenete in caldo.

In una padella antiaderente, scaldate un cucchiaio di olio evo e rosolate i finocchi tagliati in senso longitudinale, non appena coloriti, salateli e toglieteli dal fuoco. Tenete in caldo.

Riprendete la polenta raffreddata e formate delle palline in cui inserirete piccoli pezzi di Emmental. Ripassatele nella farina di mais - senza aggiunta di uova o altro - semplicemente.  In una pentola a bordi alti, versate l'olio di semi di girasole, portatelo a temperatura e poi cuocetevi le palline di mais.

Lasciate che si colorino e poi scolatele su carta assorbente. Tenete in caldo.

Allo stesso tempo, in una padella antiaderente e ben calda scaldate il bacon facendolo diventare croccante.

Montate il piatto servendo un mestolo abbondante di vellutata bollente, guarnitela con i finocchi saltati, tre palline di mais e una fettina di bacon.

 

Condividi post
Repost0
27 dicembre 2018 4 27 /12 /dicembre /2018 11:56

 

Avevo voglia di un antipasto vecchio stile, tipo anni '60, qualcosa che mi ricordasse le mie zie milanesi e le gastronomie di quando ero bambina.

Quindi, ho deciso di fare dei canapés sfiziosi che hanno richiesto solo il tempo della progettazione, perchè sono effettivamente molto facili.

Provare per credere...

La ricetta

Ingredienti per 5 persone

1 confezione di pane in cassetta senza bordi

1 confezione di bocconcini di segale

1 confezione di salmone sashimi

1 confezione di uova di quaglia

1 confezione di ricotta vaccina fresca

1 confezione di uova di lompo

1 confezione di petto d'anatra affumicato

400 gr di gamberi sgusciati e eviscerati

1 confezione di pomodorini secchi

   olive nere

1 cucchiaino di curry

1 cucchiaio di zeste di arancia e limone

   succo di limone

1 cucchiaino di foglie di timo

   chicchi d'uva bianca senza semi

   insalatina misticanza

   senape

   Parmigiano Reggiano

  Sale e pepe

  Maionese

  ( la ricetta è sotto, ma per accelerare i tempi, si può prendere anche una maionese già pronta e di qualità)

1 cucchiaio di  Prezzemolo tritato

  Aceto di mele

1 confezione di granella di nocciole

 

Procedimento

Bollite le uova di quaglia in acqua bollente per 4' minuti. Toglietele dall'acqua e sbucciatele. Tenetele da parte fino a raffreddamento completo.

Preparate la maionese come segue:

Ingredienti per 300 g di maionese

2 Tuorli freschissimi, a temperatura ambiente

1 Succo di limone

250 gr di olio di semi  

1 cucchiaino di senape dolce

Pepe nero q.b.

Sale fino 3 g

 

Mettete i tuorli nella planetaria, aggiungete qualche goccia di succo di limone ed il cucchiaino di senape e iniziate a frustarli leggermente, a velocità media.

A questo punto versate l'olio a filo a più riprese. Attendete che le uova incorporino l’olio e aggiungetene ancora sempre a filo fino a quantità ultimata. Quando ben densa, diluite la maionese  con il succo di limone versandolo sempre a filo. Aggiungete  sale  e  pepe q.b.

 

Versate 4 cucchiai abbondanti di maionese in una ciotolina, aggiungete il prezzemolo tritato, l'aceto poco per volta e mescolate con cura. Ponete la salsa sulle uova e ricopritele interamente. Lasciate che prendano sapore.

 

In una pentola a bordi alti, versate acqua fredda ed i gamberi puliti. Portate ad ebollizione e poi immediatemente, scolateli e raffreddateli con acqua fredda corrente. Poneteli in un piatto fondo, in cui avrete preparato il seguente condimento:

 

1 cucchiaino di curry

2 cucchiai di olio evo

1 cucchiaio di zeste di limone e di arancia

   sale e pepe q.b.

1 succo di limone

 

Lasciatele insaporire e metteteli in frigorifero fino al momento dell'uso.

 

Preparate ora il pesto di pomodorini secchi,  Tritateli al mixer molto finemente, aggiungete poco per volta olio di oliva fino a che diventino una salsa, pepate e a piacere aggiungete un pizzico di peperoncino. Tenete da parte.

 

Petto d'anatra affumicato:

in quest'occasione l'ho acquistato pronto - Esselunga- ma volendo si può prepare il petto come segue:

Accendete il forno a 220°, portatelo a temperatura.

In una padella antiaderente scaldate un goccino d'olio, aglio, alloro e rosmarino, appoggiate due petti  d'anatra dalla parte della pelle, salate e pepate e fate cuocere a fuoco altissimo per 3-4 minuti per parte, controllando che la pelle si dori e che la polpa si sigilli. Preparate una teglia da forno ricoperta di carta da forno, disponetevi i petti ed infornate a forno caldissimo, cuocete per altri 10 minuti, a seconda della grossezza del petto. Sfornateli dopo tale tempo e lasciateli riposare al caldo per qualche minuto.  Attendete che si raffreddino e tagliateli a fettine trasversali con l'ausilio dell'affettatrice per avere uno spessore sottile. In questo caso, manca l'affumicatura, ma il sapore è comunque interessante.

Preparate un'insalatina di misticanza, tagliata a julienne, tagliate a rondelle i chicchi di uva senza semi e condite con un poco di olio evo ed aceto di mele.

Tagliate il pane in cassetta a quadrotti, tostatelo; tagliate i bocconcini di pane di segale a fettine e tostatele.

Disponete su di un vassoio quadrato due centrini di carta e cominciate a "montare" i canapés.

Canapés ai gamberi:

Inserite in un sac à poche con bocchetta a stella la ricotta che avrete salato e pepato. Fate una piccola rosellina sul pane tostato e disponetevi un gamberetto scolato dalla sua marinatura. Eseguite la sequenza come da foto.

 

Canapés alle uova di quaglia

Disponete un singolo uovo per ogni canapé e aggiungete un pochino di salsa a copertura

 

Canapés al petto d'anatra

Spalmate i crostini con senape. Adagiatevi l'insalatina in un angolo e disponete le fette di petto d'anatra arrotolate nell'angolo opposto. Aggiungete due rondelle d'uva e la granella di nocciole.

 

Canapés al pesto di pomodori secchi

Lavorate la ricotta con parmigiano, sale e pepe.  Disponetela sul pane a forma di fiore aiutandovi con il sac à poche. Aggiungete il pesto di pomodori secchi e un quarto di oliva nera.

 

Canapés al salmone sashimi

Spalmate leggermente il crostino di pane di segale con un filo di ricotta. Adagiatevi il salmone a forma di rosellina. Formate delle mini-quenelle con l'ausilio di cucchiaini da gelato. Aggiungetele al lato del salmone. Decorate le quenelle con le uova di lompo e foglioline di timo (aneto, se preferite).

 

Condividi post
Repost0
27 dicembre 2016 2 27 /12 /dicembre /2016 08:06

 

Un altro modo per utilizzare la sfoglia ottenendo dei bocconcini singoli per ogni invitato.

Riempiti di caprino, quello francese un po' più consistente del nostro e già tagliato a fettine, cosparso di pistacchi e infornato al massimo del calore, il formaggio tende a squagliarsi all'interno della sfoglia che lo racchiude.

Abbinato ad una marmellata acidula è un buon connubio di sapori.

 

La ricetta

Ingredienti per 12 fiorellini

2    rotoli di pasta sfoglia

2    confezioni di caprini francesi

2    confezioni di mirtilli

1    confezione di ribes

1    confezione di lamponi

1    confezione di more

1    succo di limone

50  gr di zucchero semolato

1    paio di cucchiai di granella di pistacchi tostati

 

Procedimento

Lavate con cura i fruttini, togliete i ribes dal rametto e versateli tutti insieme in una pentola a bordi alti ed antiaderente. Unite lo zucchero, metà del succo di limone, mescolate e cuocete a fiamma dapprima altissima per sciogliere lo zucchero, poi bassa per amalgamare la frutta ed ottenere una composta veloce.

Prendete ora la sfoglia, tagliatela con l'uso di uno stampino a vostro piacere che abbia un diametro di almeno 5 cm affinchè il caprino possa essere ben contenuto all'interno.

Posizionate il caprino al centro, spolveratelo con la granella di pistacchio, coprite con un ulteriore dischetto di sfoglia e infornate a 220° per 10' minuti, il tempo necessario a vedere la sfoglia salire e dorarsi.

Servire caldissimo con la composta di fruttini tiepida.

 

Condividi post
Repost0
27 dicembre 2016 2 27 /12 /dicembre /2016 07:40

 

 

 

 

 

 

E' un simpatico appetizer salato, facilissimo da eseguire e con un profumo meraviglioso.

La zucca è usata a purea, aromatizzata al rosmarino e parmigiano Reggiano, che non manca mai da me.

L'intreccio è veramente una genialiata: un'incisione a metà della sfoglia!

 

La ricetta

Ingredienti per 1 treccia

 

1      rotolo di pasta sfoglia

300 gr di polpa di zucca

2     cucchiai di ricotta fresca

2     cucchiai di parmigiano reggiano

1     rametto di rosmarino

1     spicchio d'aglio

       olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

 

Procedimento

Sbucciate la zucca e privatela dei filamenti e dei semi. Tagliatela a quadratini affinchè cuocia in velocità. In una padella antiaderente, scaldate l'olio, l'aglio e il rosmarino, non appena rosolano e il rosmarino ha rilasciato il suo profumo all'olio, unite la zucca. Lasciatela insaporire, salatela e pepatela, aggiungete un goccino d'acqua, coprite con coperchio e cuocete per 10' circa, mescolando di tanto in tanto.  Non appena morbida, frullatela e tenetela da parte, lasciandola raffreddare.

Prendete il rotolo di pasta sfoglia, stendetelo e farcitelo con uno strato di ricotta a cui sovrapporrete uno strato di purea di zucca.  Spolverate con Parmigiano Reggiano ed arrotolate la sfoglia su se stessa, ottenendo un "salame" di pasta.

A questo punto tagliate il rotolo a metà, nel senso della lunghezza. In pratica otterrete due semi cilindri, la cui base sarà di pasta liscia, mentre la parte a vista sarà quella farcita.

Formate ora la treccia, intrecciando le due metà, unendo i lembi iniziali e finali.

Infornate in forno caldissimo a 220° gradi per circa 20'.  Sfornate e servite caldissima con un bicchiere di prosecco.

 

Condividi post
Repost0
26 maggio 2016 4 26 /05 /maggio /2016 16:36
Quinoa burger...

Il mese di maggio e prevedo anche i prossimi a venire, rispettivamente giugno e luglio sono e saranno dispettosi con me. Poco importa, ciò che mi preme è essere comunque presente, anche se in ritardo, ma presente. La vita è fatta di momenti, attimi che bisogna saper cogliere qua e là. Questo è uno di quelli e l'ho colto al volo.

La ricetta

Ingredienti per 3 persone

200 gr di quinoa

2 zucchine

2 patate

2 carote

3 cucchiai di zucca a dadini

4 cucchiai di Parmigiano Reggiano

1 uovo

1 cucchiaio di cipolla, sedano e carota tagliati a cubetti

1 paio di foglie di basilico

1 paio di spicchi d’aglio

Olio evo, sale e pepe q.b.

Procedimento

Lavare con cura la quinoa, fino a che l’acqua risulti chiara.

Preparare un soffritto con olio, cipolla, sedano e carota, aggiungere la quinoa, lasciatela insaporire per qualche minuto e ricopritela con acqua tiepida. Portate a cottura in 10’ minuti. Togliete la quinoa dalla padella e lasciatela raffreddare.

A parte, preparate le verdure, tutte tagliate a dadini-. In una padella antiaderente scaldate l’olio, l’aglio e le foglie di basilico. Cuocete le verdurine una per volta, separate le une dalle altre e salatele solo a fine cottura, che deve essere breve, non più di 8’ minuti a verdura.

Riprendete la quinoa fredda, unite tre quarti delle verdure saltate e raffreddate, l’uovo, il parmigiano un pochino di pepe e sale se necessario. Mescolate con cura. Disponete carta da forno sulla placca del forno. Prendete un coppa pasta da 8-10cm di diametro e formate i quinoa burger. Posizionateli uno distante dall’altro ed infine irrorate la superficie con un filo d’olio d’oliva.

Infornate a forno caldissimo 200° per 10’ il tempo che la superficie della quinoa diventi dorata.

Togliete dal forno e servite con i restanti cubetti di verdura, eventualmente ketchup e maionese se proprio, proprio….

Condividi post
Repost0

Presentazione

  • : foodforfun.over-blog.it
  • : Per giocare con il cibo e trasformare gli alimenti in qualcosa di goloso... ma non solo cibo, talvolta fiori, talaltra libri, curiosando qua e là.
  • Contatti

Traduttori

 

Ricerca

EXPO 2015

01_Cover_Logo_1280x400_OK.jpg

foodforfun.over-blog.it

Norme - Copyright © 2021

QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITA' . PERTANTO NON PUO' CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 07/03/2001  

FOODFORFUN.OVER-BLOG.IT  By BettaRoberta Cecconi - All rights reserved

 

 

 

  

 

 

 

indicizzazione motori ricerca