Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
20 novembre 2016 7 20 /11 /novembre /2016 17:05
Coniglio in umido con funghi e polenta...

Oggi c'è un tempo da lupi, ossia nebbiolina, pioggerellina, insomma tempo per stare in casa e tempo di polenta.

E' verissimo che la polenta possa anche essere mangiata da sola, ma se accompagnata da un piattino di carne con un sughettino di funghi, beh, non è niente male.

La ricetta

Ingredienti per 4 persone

1 coniglio diviso in parti

1 foglia di alloro

1 bustina di funghi porcini secchi

1 spicchio d'aglio

1 cucchiaio di cipolla, sedano e carote tritati

1 cucchiaino di concentrato di pomodoro

250 ml di vino rosso secco

1 cucchiaino di bacche miste (ginepro, pepe rosa ecc,)

olio evo, sale e pepe q.b.

1 cucchiaino di maizena

1 confezione di polenta

1,5 lt di acqua

1 pizzico di sale

1 noce di burro

50 gr di Parmigiano Reggiano

50 gr di Robiola e formaggio fresco a piacere.

Procedimento

Mettete a mollo in acqua bollente i funghi secchi, affinché rinvengano. Filtrate l'acqua di ammollo e tenetela da parte. Servirà per la cottura del coniglio.

Disponete le parti del coniglio in una bacinella piena d'acqua fredda corrente per almeno un paio d'ore. Quest'operazione servirà a rendere la carne del coniglio più bianca e a togliere il sapore di "selvatico". .

Usate la pentola a pressione per comodità e velocità (se non doveste averla, non importa, si può cucinare ugualmente con un pochino di pazienza in più!). Versate l'olio, l'aglio, l'alloro, la cipolla, il sedano e la carota tritata. Lasciate insaporire, unite il coniglio e fate rosolare la carne da tutti i lati.

Unite i funghi, salate e pepate, versate il vino e lasciate sfumare, irrorate con l'acqua dei funghi. Coprite con il coperchio apposito e non appena la valvola fischia, calcolate 20' minuti di cottura, trascorsi i quali, toglierete la pentola dal fuoco, lascerete la valvola sfiatare, aprirete la pentola e toglierete il coniglio che terrete in caldo.

Continuate la cottura del sugo. Riducetelo e se fosse ancora troppo liquido e poco consistente, unite un cucchiaino di maizena sciolta in un cucchiaino di acqua fredda.

Tenete il tutto in caldo.

Fate bollire l'acqua, salatela leggermente, versate la farina a pioggia e mescolate affinchè non si formino grumi. Cuocete per il tempo indicato sulla confezione, poi mantecate a parte con burro, parmigiano e robiola.

Riscaldate il coniglio nel sugo di funghi e servite caldissimo.

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Carne
scrivi un commento
6 dicembre 2015 7 06 /12 /dicembre /2015 20:34
Gulash... my way!!!

Gulash my way, perchè non è la ricetta originale, non ho usato i peperoni, ma solo un po' di paprika affumicata; le patate sono state cotte separatamente per mantenere una consistenza ed una doratura differenti e aggiunte solo all'ultimo step di cottura. Il risultato? Piacevole, davvero.

La ricetta

Ingredienti per 3 persone

500 gr di spezzatino di manzo

1 cipolla dorata

2 spicchi d'aglio

2 cucchiai di paprika affumicata

2 foglie di alloro

4 pomodorini San Marzano - piccoli -

2 dadi

800 gr di carote

800 gr di patate

100 dl di vino bianco secco

1 bicchiere di acqua bollente

olio extravergine d'oliva, pepe

Procedimento

Pelate le carote e le patate. Tagliate le carote a fettine, mentre le patate a metà nel senso della lunghezza.

In una pentola a pressione, scaldate l'olio, la cipolla a fettine, l'aglio, le foglie di alloro. Non appena soffriggono, unite i pomodori sbucciati e tagliati a dadini e la paprika affumicata. Lasciate insaporire, aggiungete la carne e fate rosolare per bene, su tutti i lati, inondate con un 50 dl di vino bianco, lasciate evaporare, poi versate l'acqua bollente, il dado e chiudete la pentola con il coperchio e cuocete per 30 minuti dal fischio.

In una padella antiaderente scaldate l'olio, l'aglio, l'alloro, adagiate le patate dal lato piatto, lasciate soffriggere un poco, poi versate il vino bianco. Fatelo evaporare ed unite mezzo bicchiere d'acqua ed un dado. Coprite e portate a cottura in 20' minuti.

Controllate il manzo, dovrà essere tenero e saporito, eventualmente regolate con un pochino di pepe e/o peperoncino a piacere.

Versate il Gulash in cocotte, unite le patate ben dorate e servite immediatamente, caldissimo.

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Carne
scrivi un commento
30 novembre 2015 1 30 /11 /novembre /2015 16:30
Polenta, funghi, castagne e ...

Adoro le castagne, mi piacciono i funghi e la polenta e le polpettine sono un ricordo da bambina degli anni che furono.

Una ricetta della nonna molto rapida e nutriente, dal sapore di bosco.

La ricetta

Ingredienti per 4 persone

1 confezione di polenta Valsugana

50 gr di burro

100 gr di fontina

50 gr di parmigiano Reggiano

300 gr di fesa di tacchino

1 cucchiaino di basilico tritato

2 fette di pane in cassetta ammorbidito in acqua o latte

2 cucchiaini di senape

1 cucchiaio di cipolla, carota e sedano tritati

400 gr di castagne già bollite e private di buccia

600 gr di funghi champignon

50 dl di vino bianco secco

1 foglia di alloro

1 pomodorino

1 spicchio d'aglio

olio extravergine d'oliva, sale, pepe q.b.

Tritate la fesa di tacchino con un robot da cucina, unite al trito basilico, pane morbido, sale, pepe, senape, cipolla, carota e sedano. Tritate l'impasto nuovamente fino ad ottenere una buona amalgama. Estraete poco impasto per volta e fatene delle piccole polpettine che terrete da parte.

Pulite i funghi da eventuali residui di terra, lavateli e tagliateli a fettine. In una padella antiaderente scaldate olio e aglio. Unite i funghi, rosolateli velocemente, versate il vino e lasciatele sfumare. Cuocete per 15' minuti, finchè non avrete un bel sughetto. A questo punto versate le castagne e lasciatele insaporire, poi spegnete il fornello. Tenete da parte.

In una pentola a bordi alti scaldate 1 lt di acqua, salatela ed unite la foglia di alloro, il pomodoro tagliato, un goccino di vino. Portate al bollore. Non appena avrete un "brodo vegetale" al profumo di alloro, versate le polpettine e cuocetele per 10' minuti. Poi, toglietele dal fuoco ed unitele ai funghi, eventualmente aggiungendo un pochino di brodo, se il sughetto si fosse asciugato troppo.

Nel frattempo preparate la polenta facendo bollire 1,5lt di acqua salata. Versate la farina a filo evitando di formare grumi. Mescolate con cura e cuocete per 15' minuti. Tagliate il formaggio e il burro a dadini, uniteli alla polenta, spolverate con parmigiano grattugiato e mescolate nuovamente affinchè tutto si amalgami. Servite la polenta bollente con il sugo di funghi,castagne e polpettine.

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Carne
scrivi un commento
1 marzo 2015 7 01 /03 /marzo /2015 20:11
Arrosto di tacchino, carciofi, pomodori secchi e olive nere...

Il tacchino è una carne altamente digeribile che si presta a svariati usi. Oggi, ne presento uno semplicissimo : arrosto farcito.

La ricetta

Ingredienti per 4-6 persone

1 kg di fesa di tacchino

4 carciofi romani

6 pomodori secchi sott'olio

10 olive nere

2 spicchi d'aglio

1 mazzetto di erbe aromatiche: timo, alloro, rosmarino e salvia

1 limone

25 ml di vino bianco secco

olio extravergine d'oliva, sale e pepe

Procedimento

Pulire i carciofi da spine e barbetta interna; tagliarli a spicchi e immergerli in acqua fredda leggermente acidulata dal succo di un limone. In una padella antiaderente scaldare l'olio, l'aglio e versare i carciofi scolati dal liquido acidulato. Salare immediatamente e irrorare con un goccino di vino bianco. Coprire con coperchio e cuocere per 10' minuti.

Denocciolare le olive nere, metterle in un mixer insieme ai pomodori secchi, tritare il tutto ottenendo un pesto.

Aprire la fesa di tacchino a rettangolo. Farcirla con il pesto di olive e pomodori, aggiungere i carciofi raffreddati, arrotolare la carne su se stessa e legarla con dello spago da cucina.

In una pentola ampia ed a bordi alti, scaldare l'olio, l'aglio e il mazzetto di erbe aromatiche. Adagiarvi la carne e farla rosolare su tutti i lati. Salare, pepare e bagnare con il restante vino bianco. Portare al bollore e poi cuocere in forno a 220° per 25' minuti.

Controllare la cottura del tacchino, ed eventualmente cuocere ancora per 5'-8' minuti.

Togliere la carne dalla pentola. Far restringere il sughetto sul fuoco. Tagliare a fette e servire con un contorno d'insalatina primaverile.

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Carne
scrivi un commento
17 gennaio 2015 6 17 /01 /gennaio /2015 15:35
Cosce di pollo al vino rosso...

Avevo nel freezer solo cosce di pollo e per non utilizzarle sempre nello stesso modo, ho finto di avere un pollo intero e di fare il rinomato e succolento "coq au vin" con le sole "cuisses" (cioè le cosce, per l'appunto). Ancora meglio del solito, perchè tutti hanno avuto la parte più succulenta e nessuno si è lamentato per il famoso "petto o coscia?".

La ricetta

Ingredienti per 4 persone

8 cosce di pollo

1 confezione di cipolline borrettane fresche (400 gr)

1 confezione di champignon freschi (500 gr)

1 cucchiaio di pancetta affumicata a dadini

1 mazzetto di aromi : rosmarino, timo, alloro, salvia

350cc di vino rosso secco

1 noce di burro

2 cucchiai di farina bianca

1 dado per brodo di carne

olio evo, sale e pepe q.b.

Procedimento

Pulite le cosce da eventuali residui e filamenti. Passatele velocemente nella farina affinchè siano appena imbiancate. In una casseruola larga ed a bordi alti fate soffriggere il burro, l'olio, gli aromi, la pancetta e le cipolline. Non appena si rosolano aggiungete le cosce infarinate e fate insaporire su entrambe i lati fino a colorazione completa. Aggiungete i funghi precedentemente puliti e lavati, tagliati a metà, se troppo grandi, salate e pepate. Sfumate con vino rosso e lasciate evaporare l'alcool. Aggiungete un bicchiere di acqua bollente, un dado e riportate al bollore. Nel frattempo accendte il forno a 200° e a bollore raggiunto, mettete la casseruola in forno e cuocete per 35' minuti. Toglietela dal forno e rimettetela sul fornello per far evaporare il brodo in eccesso e ottenere una gustosa salsina.

Servite bollente e...

ENJOY :) !

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Carne
scrivi un commento
10 gennaio 2015 6 10 /01 /gennaio /2015 07:23
Riso Venere e polpettine speziate...

Il riso Venere è un ottimo riso fresco e profumato che ben si adatta ad essere accompagnato sia alla carne che al pesce perchè rimane sempre croccante e brillante, lucido e saporito. Questa volta è insieme a delle polpettine di tacchino in salsa speziata, tra il curry e il masala, non troppo piccante però, in quanto addolcita dall'intervento di panna fresca. E' un piatto completo, adatto a tutti e una variazione sul tema polpette.

La ricetta

Ingredienti per 4 persone

400 gr di riso Venere

2 spicchi d'aglio

400 gr di fesa di tacchino macinata

3 fette di pane in cassetta

1 cucchiaio di basilico tritato

1 cucchiaio di sedano,carote e cipolle tritati

1 cucchiaio di zenzero fresco tritato

1 cucchiaino di Grand Masala

1 cucchiaino di Curcuma

1 cipolla piccola

250 cc di panna fresca

50 cc di vino bianco secco

1 foglia di alloro

olio evo, sale e pepe q.b.

Procedimento

Macinate nuovamente la fesa di tacchino per amalgamarla al pane (leggermente ammollato in acqua o latte freddo), al basilico, al sale, al pepe, e al cucchiaio di sedano, carote e cipolle tritati.

Togliete l'impasto dal mixer e formate piccole polpettine. In una padella antiaderente, scaldate l'olio evo, l'aglio, la cipolla tagliata finemente, l'alloro, unite lo zenzero fresco e le spezie. Lasciate insaporire l'olio e poi aggiungete le polpettine. Fatele rosolare da entrambe i lati e poi sfumatele con il vino bianco. Salatele e versate la panna. Portate al bollore e poi cuocete a fuoco basso per 10' minuti, il tempo necessario a che la salsa si raddensi.

Nel frattempo bollite il riso in abbondante acqua bollente e leggermente salata. Cuocetelo per 15' minuti. Scolatelo e fatelo insaporire in padella, in una base di olio evo e aglio.

Formate delle monoporzioni di riso con degli stampini a piacere e accompagnatelo con le polpettine bollenti.

ENJOY :) !

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Carne
scrivi un commento
29 novembre 2014 6 29 /11 /novembre /2014 07:44

Piatti-di-carne 1816

 

Siamo in pieno autunno piovoso, piovosissimo e ho bisogno di un po' di allegria nel piatto!  Gli involtini si sà sono già di per sé una festa, perchè nell'involucro esterno, che può essere anche una banale fettina di pollo sottile, si nasconde sempre una sorpresa che regala un'emozione al gusto.  In questo caso, poi, anche il companatico non è da meno: datteri, fichi, castagne, prugne attorniano con opulenza, quello che solo, sarebbe stato un timido rotolino di carne.  A coronomento del piatto, un Riso Venere, che più profumato e croccantino non si può!  Un piatto semplice, ma nell'insieme molto confortante e forse anche un poco più soleggiato di queste giornate uggiose.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 3 persone

 

300 gr di fettine di pollo tagliate sottili

300 gr di fagiolini Primavera già bolliti

2         formaggi caprini

1         cucchiaio di erbe fresche, tritate fra basilico,timo, rosmarino e origano

1         cucchiaio di Parmigiano Reggiano

1         cucchiaino d'olio Extravergine d'oliva

2         spicchi d'aglio

200 cc di vino bianco secco

6         datteri al naturale

6         prugne essiccate

3         fichi essiccati

12       castagne già bollite e spelate

300     gr di Riso Venere

           Olio Extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

 

 

Procedimento

Bollite il riso in acqua bollente e leggermente salata per 18' minuti.  A cottura ultimata, scolatelo e tenetelo da parte.

Mescolate i caprini, il Parmigiano, le erbe fresche ed il cucchiaino d'olio extravergine d'oliva, formate un impasto ben omogeneo e spalmatene uno strato leggero sulle fettine di pollo. Unitevi un mazzetto di fagiolini bolliti e arrotolate l'involtino.  In una padella antiaderente versate olio extravergine d'oliva e aglio, fateli rosolare e poi aggiungete gli involtini. Cuocete a fuoco alto per pochi minuti cercando di colorirli su tutti i lati, poi versate in padella la frutta essiccata, salate e pepate e sfumate con il vino.  Portate a cottura in 10' minuti massimo, non appena il sughetto si sarà ben rappreso e gli involtini saranno ben dorati. Riprendete il riso e saltatelo in una padella antiaderente con un pochino di olio e aglio, eventualmente regolate di sale. Distribuite il riso nel piatto e fate altrettanto con gli involtini e la frutta e poi....

ENJOY!

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Carne
scrivi un commento
22 novembre 2014 6 22 /11 /novembre /2014 08:20

Piatti-di-carne 1792 v

 

Non è uno strudel salato, ma è più un rotolo croccante con un contenuto abbastanza piccante, ma allo stesso tempo dolce, è un'assalto di aromi e di sapori che si sprigionano uno dietro l'altro al primo morso, sono molto "tempting" e da mangiare molto,molto caldi. Un'alternativa alla solita fettina? Si, decisamente!!!

 

La ricetta

 

Ingredienti per 6 rolls

 

100 gr di couscous

1      cipolla rossa

1      spicchio d'aglio

1      cucchiaio di uvetta sultanina

5      prugne essiccate

1      cucchiaino di semi di sesamo

1      cucchiaio di curcuma

300 gr petto di pollo a sfilacci

200 cc di vino bianco

70   gr di feta

1     pacchetto di pasta phillo

1     cucchiaio di zucchero a velo

1     cucchiaino di cannella

1     cucchiaino di semi di zucca

1     yogurth

1     cucchiaino di harissa

2     arance

1     cucchiaio di olive nere

1     pochino di foglioline di origano fresco

       olio extravergine d'oliva, sale e pepe nero q.b.

 

Procedimento

Mettete il couscous in un'insalatiera copritelo con 100cc di acqua bollente leggermente salata ed un cucchiaio di olio extravergine d'oliva. Copritelo con un piatto e lasciatelo gonfiare.

Tagliate la cipolla a fettine sottili, unitela all'aglio e fateli rosolare in una pentola antiaderente aggiungendo le foglie di origano, l'uvetta, le prugne tagliate a listarelle, la curcuma, il sesamo. Fate insaporire e poi unite il pollo, lasciatelo dorare, salate e pepate e sfumate con il vino.  Portate a cottura in pochi minuti, il tempo necessario che si formi un sughetto non troppo liquido.   Togliete dal fuoco, sgranate il couscous ed aggiungetelo alla carne.

Srotolate la pasta phillo, prendetene due fogli, sovrapponeteli e riempiteli con la carne intiepidita, aggiungete la feta, qualche fogliolina di origano fresco e arrotolateli, avvolgendo i lati verso l'interno affinchè il contenuto non fuoriesca. Posateli su una placca da forno ricoperta di carta da forno e ungeteli con un filo d'olio. I rotoli devono essere completamente lucidi, sopra e sotto.  Spolvertali con semi di zucca, zucchero a velo e cannella. Mettete in forno caldo a 180° per 20' minuti.   A parte preparate un'insalatina di arance e olive nere, conditela con olio e sale, volendo aggiungete della cipolla rossa di Tropea.  Mescolate lo yogurth con l'harissa, sfornate i rolls e servite.

ENJOY!

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Carne
scrivi un commento
27 settembre 2014 6 27 /09 /settembre /2014 06:23

Piatti-di-carne 1656

 

E' un modo diverso per avere una porzione di pollo al forno, perchè sotto la pelle croccante c'è un cuore morbido di ricotta profumata al basilico ed erba cipollina. Si scioglie in bocca e dona freschezza alla carne, che al forno è già buona di per sé.

Un tocco di rosso e di verde  dato dai pomodorini e dai fagiolini in insalata aggraziati da germogli di barbabietola e lattughino.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

4           sovracosce di pollo

150 gr   ricotta vaccina fresca

1           cucchiaio di feta grattugiata

1           cucchiaio di basilico tritato

1           cucchiaino di erba cipollina

1           cucchiaino di foglie di timo

1           cucchiaino di parmigiano reggiano

2           spicchi d'aglio

1           rametto di timo

1           cestino di pomodorini

800 gr   fagiolini

1           germogli a piacere

100 cc  di vino bianco secco

             olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

 

 

Procedimento

 

Preparate la farcitura miscelando ricotta, feta, parmigiano, sale, pepe, basilico, timo, erba cipollina. Prendete le sovracosce di pollo e controllate che non vi siano residui di piume o impurità.  Sollevate la pelle delle sovracosce, solo dal lato più ampio e farcite con la crema.  Accendete il forno a 220°.

In una padella antiaderente, scaldate un goccino d'olio, aglio e un rametto di timo.   Disponetevi il pollo e fatelo rosolare a fuoco alto su tutti i lati, non appena dorato, versate il vino e riportatelo al bollore. Passate la padella in forno e cuocete per 15' minuti, controllando di tanto in tanto.   Nel frattempo, bollite i fagiolini (precedentemente puliti alle estremità) in una capiente pentola. Versateli al bollore dell'acqua leggermente salata e cuocete per 10' minuti. Scolate i fagiolini e passateli in acqua fredda per fermare la cottura e mantenere il colore. Incidete la buccia dei pomodorini e immergeteli in acqua bollente per un paio di minuti e poi in acqua gelata. Scolateli e rimuovetene la buccia. Tagliateli a metà per il senso della lunghezza e conditeli con olio, sale, pepe, foglie di basilico e timo fresco, germogli freschi. Riprendete i fagiolini e conditeli con olio d'oliva aromatizzato all'aglio (scaldate uno spicchio d'aglio nell'olio), sale.

Servite il pollo con le verdure e i germogli e....

ENJOY !

 

 

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Carne
scrivi un commento
27 agosto 2014 3 27 /08 /agosto /2014 13:20

Piatti-di-carne 1540

 

Ho visto e rivisto le mitiche sfide di Adam Richman - Man vs food - che si appresta con una certa frequenza e  forza incredibile a mangiare delle alette di pollo a dir poco piccanti se non piccantissime.  Premesso che non ho affatto delle papille gustative pronte ad accettare un tale fuoco, ho deciso ugualmente di provare e testare il limite, ma con uno stratagemma:  le alette sono quasi nature, mentre la salsa d'accompagnamento è abbastanza hot  per quanto mi riguarda.  A voi aumentare o meno l'intensità, è tutta una questione di coraggio...

 

La ricetta

 

Ingredienti per 3 persone

 

9    alette di pollo

1    limone

1    cucchiaino di zenzero in polvere

1    cucchiaino di pepe di cayenna

1    cucchiaino di peperoncino in polvere

1    cucchiaino di aglio in polvere

1    mazzettino di basilico fresco

 

1    cipolla piccola

10  olive verdi

2    cucchiai di concentrato di pomodoro

1    cucchiaino di harissa

1    pomodoro fresco

1    cucchiaino di polvere di chili mexicano

1    cucchiaino di zucchero

1    cucchiaio di aceto

 

6    patate medie con buccia

1    rametto di rosmarino

3    spicchi d'aglio

      sale e olio extravergine d'oliva q.b.

 

Procedimento

 

Ponete le ali di pollo ben pulite in un'insalatiera, irroratele con succo di limone, foglie spezzettate di basilico fresco, e le spezie : zenzero, pepe, peperoncino, aglio e sale. Lasciate marinare per almeno 30' minuti, poi, scaldate il forno a 250°, ricoprite una teglia con carta da forno e adagiate le alette e gli spicchi d'aglio.  Lavate bene le patate, togliete qualsiasi residuo di terra e tagliatele a spicchi, mantenendo la buccia.  Salatele e distribuitele accanto al pollo.  Infornate e lasciate cuocere per 30' minuti.   Nel frattempo preparate la salsa.  In un tegame antiaderente scaldate l'olio, il basilico, le olive tagliate a rondelle, la cipolla.  Fate rosolare poi aggiungete l'harissa, il concentrato di pomodoro, il chili, il pomodoro fresco.  Salate e aggiungete mezzo bicchiere d'acqua. Portate al bollore e lasciate cuocere per almeno 20' , la salsa si deve addensare. Assaggiatela e correggete eventualmente con un pizzico di zucchero.  In ultimo aggiungete l'aceto, fate sobbollire per un attimo e poi lasciate riposare il tutto.

Servite le ali e le patate bollenti accompagnando il tutto dalla salsa rossa mexico-mediterranea.

ENJOY

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Carne
scrivi un commento

Presentazione

  • : foodforfun.over-blog.it
  • foodforfun.over-blog.it
  • : Per giocare con il cibo e trasformare gli alimenti in qualcosa di goloso... ma non solo cibo, talvolta fiori, talaltra libri, curiosando qua e là.
  • Contatti

Traduttori

 

 

 

 

    

 

    

 

     

 

Ricerca

EXPO 2015

01_Cover_Logo_1280x400_OK.jpg

foodforfun.over-blog.it

Norme - Copyright © 2017

QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITA' . PERTANTO NON PUO' CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 07/03/2001  

FOODFORFUN.OVER-BLOG.IT  By BettaRoberta Cecconi - All rights reserved

 

 

 

  

 

 

 

indicizzazione motori ricerca