Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
20 gennaio 2014 1 20 /01 /gennaio /2014 17:31

Stuzzichini-salati 0657

 

Di necessità virtù si dice!  Ebbene eccoci qui con un'alternativa alle patatine e maionese, non potendo più mangiare patate e molto altro.  Non bisogna scoraggiarsi però, basta macchinare un pochino e adagio, adagio, qualche idea arriva.   Avevo della polenta avanzata e per non grigliarla come di consuetudine, abbiamo scelto una golosità....

 

La ricetta

 

Polenta avanzata a piacere ( 300 gr)

4   cucchiai di farina di mais fioretto

1   confezione di ricotta vaccina fresca

2   cucchiaini di curcuma

1   cucchiaino di zafferano

1   cucchiaio di ricotta salata grattugiata

6   foglie di basilico fresco

     olio di oliva per friggere

1   cucchiaio di olio di oliva per la salsina

     sale q.b.

 

Procedimento

 

Tagliate la polenta a chips- patatine, passatele nella farina di mais fioretto, scrollatele un pochino ed immergetele nell'olio di oliva.  Friggete fino a che la parte esterna non diventi croccante e dorata.  Scolatele su carta assorbente, tenete in caldo.  Nel frattempo, preparate la salsina, miscelate la ricotta fresca con quella grattugiata, aggiungete le spezie e diluite con un cucchiaio di olio, mescolate e unite il basilico tritato, salate e volendo pepate un poco.

Salate le patatine solo a fine frittura e al momento di servire.

ENJOY !

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Stuzzichini salati
scrivi un commento
15 gennaio 2014 3 15 /01 /gennaio /2014 20:22

Immagine 007

 

Il primo incontro con questo "falso" cereale è stato uno scontro-incubo.  Colpa mia.  Non mi ero documentata abbastanza su questi chicchi considerati addirittura sacri in America del Sud.  Cosa ho combinato? Ebbene, dopo un brevissimo risciacquo, direi proprio banale, l'ho cucinata  secondo le istruzioni, l'ho assaggiata e mi sono detta:

" vade retro....."   mai più quinoa in vita mia.   Ma la mia curiosità e caparbietà a volte supera anche i miei pregiudizi e quindi mi sono informata meglio e scoperto che la piantina in oggetto riveste i suoi chicci con una sostanza amara per difenderla dagli uccelli, sostanza talmente amara, che questi non la mangiano, proprio come me.  Allora ho sottoposto la quinoa a un trattamento speciale:  lavaggio intensivo per 3 volte con ammollo notturno per utilizzo nel giorno successivo: un successo, mi è piaciuta e di seguito pubblico la ricetta. 

 

La ricetta

 

Ingredienti per 3 persone

 

80 gr di quinoa a persona

1   cucchiaio di soffritto misto (sedano, carota, cipolla)

1   cucchiaio abbondante di philadelphia

1   cucchiaino di basilico tritato

1   zucca mantovana piccola

5   carciofi sardi

2   spicchi d'aglio

1   rametto di rosmarino

1   limone

1   cucchiaio di ricotta stagionata salata

1   goccino di vino bianco secco

     olio extravergine d'oliva, sale e pepe

     e acqua bollente q.b.

 

 

Procedimento

Risciacquare con cura la quinoa e lasciarla a bagno per un paio d'ore prima dell'utilizzo affinchè perda la patina amara.

Preparare la zucca sbucciandola, togliendole semi e filamenti e tagliandola a spicchietti. Rosolare in una padella antiaderente olio, aglio e rosmarino. Aggiungere gli spicchietti di zucca, lasciare insaporire e colorire e poi unire un poco d'acqua. Salare e portare a cottura in 10-15 minuti.

Pulire i carciofi  dai gambi e foglie esterne. Togliere la barbetta interna e disporli in acqua acidulata dal succo di un limone.  Rosolare olio e aglio in una padella antiaderente, versare gli spicchietti di carciofo, spruzzare con vino bianco secco, salare e coprire con un filo d'acqua. Portare a cottura in 10 minuti.

 

Riprendere la quinoa, scolarla e in una pentola antiaderente scaldare l'olio, il soffritto misto e versarvi la quinoa, tostare un poco e ricoprirla con acqua calda.  Portare l'acqua al bollore, salare cuocere per 10 minuti. Spegnere il fornello e coprire la quinoa. Lasciare riposare per 5 minuti.

Mantecare con la Philadelphia la quinoa, aggiungere un cucchiaio di ricotta salata e il basilico tritato.

Impiattare decorando con gli spicchi di zucca e carciofo.

ENJOY !

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Farro ed orzo
scrivi un commento
12 gennaio 2014 7 12 /01 /gennaio /2014 11:11

Immagine 012-copia-1

 

Sto rivoluzionando il mio modo di cucinare e sto studiano parecchio per ottenere degli impasti che abbiano un sapore gradevole, una consistenza leggera e soffice e un aspetto grazioso.

Non è facile proprio perchè le abitudini, le tradizioni, i metodi acquisiti sono ormai radicati in me, nel mio DNA e cambiare è una sfida, un lavoro impegnativo, e un accettare che non sempre appaga.

In questo caso, invece le tortine all'avena, posso dire "con modestia" che sono state un successo per i motivi di cui sopra.  Semplicissime ma con un paio di accorgimenti per non usare il burro e poco lievito.

Ecco la ricetta

 

 

Ingredienti per 10-12 mini-tortine

 

250 gr di farina di avena macinata fine

     3 uova intere

100 gr di olio di oliva delicato

     1 cucchiaio di uvetta sultanina

     1 pochino di rhum o liquore a piacere

120 gr di zucchero di canna

     8 gr di lievito vanigliato per dolci

     1 buccia grattugiata di limone

        gocce di essenza di vaniglia a piacere

        zucchero a velo per decorare

 

Procedimento

 

Dividete i tuorli dagli albumi.  Eseguite una maionese con i tuorli e l'olio a versato a filo. A consistenza ottenuta aggiungete la scorza di limone e qualche goccia di essenza di vaniglia.  Mettete in frigorifero per 1 ora.

Trascorso il tempo necessario perchè l'emulsione di olio e tuorli si rassodi un poco, mettete in una bacinella la farina, lo zucchero, il livieto e mescolate con cura. Aggiungete l'emulsione e impastate (l'impasto che otterrete potrebbe servirvi anche per una frolla all'olio, senza burro), otterrete un impasto molto compatto.  Nel frattempo montate a neve ferma gli albumi e solo alla fine aggiungete ancora ad essi qualche goccia di vaniglia.

Unite gli albumi all'impasto mescolando dal basso verso l'alto senza sgonfiarli.  Versate ora le uvette precedentemente ammollate in un pochino di rhum e distribuite l'impasto in stampini monodose.

Infornate a 180° per 15-20 minuti. Sfornate e lasciate raffreddare un poco prima di toglierle dagli stampini.

ENJOY !

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Torte dolci
scrivi un commento
5 gennaio 2014 7 05 /01 /gennaio /2014 10:31

Immagine 011

 

Stiamo affrontando una "crisi" culinaria.  Abbiamo appreso di avere qualche problemino con il grano aihmé!!! Un peccato enorme, in considerazione che per noi non c'è nulla migliore di: pane, pasta e pizza.

'Na traggedia!!!"  Ma ci sono sempre dei rimedi ad ogni situazione.  Questo è un primo esperimento di pane senza glutine.  La verità???  Si può mangiare, ma non è certo buono come quello di grano.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 1 pane come foto

 

250 gr di maizena di mais

  50 gr di farina di grano saraceno

  50 gr di farina di mais bianco

150 gr di farina di riso

     1 panetto di lievito di birra fresco

     1 goccino d'olio di oliva

     1 pizzico di sale

     1 cucchiaio di latte (opzionale)

        acqua q.b.

 

Procedimento

 

Miscelate tutte le farine con cura, aggiungete l'olio  e il sale.  Sciogliete il lievito di birra in mezzo bicchiere di acqua e latte.  Unite il lievito alle farine e acqua poco per volta, impastate con l'aiuto di una forchetta all'inizio e poi con le mani fino a sentire che l'amido di mais (maizena) sia ben sciolto.  L'impasto sarà molto morbido e colloso.

Accendete il forno a 220°, rivestite uno stampo da plum-cake con carta da forno e versate il composto.

Infornate e lasciate cuocere per almeno 30 minuti, trascorsi i quali, controllerete la cottura tramite uno stecchino. Se cotto, togliete il pane dallo stampo e appoggiatelo su di una teglia da forno rivestita di carta da forno e infornate ancora per 10 minuti, fino a che il pane si colori un poco.

Sfornatelo e mangiatelo a fette tostate, calde.

Enjoy !

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Pane-pizze-focacce
scrivi un commento
1 gennaio 2014 3 01 /01 /gennaio /2014 17:16

Immagine 010

 

 

Innanzitutto :  Tanti Auguri!

E' la prima ricetta dell'anno, tagliatelle  alla farina di castagne e ragout bianco, un po' di pepe e l'immancabile parmigiano, ma cosa c'è di meglio per iniziare il pranzo del primo giorno dell'anno?

 

 

La ricetta

 

Ingredienti per 3 persone

 

100 gr  di farina “00"
100 gr  di farina di castagne
     2 uova
        un pizzico di sale
1      bicchiere di acqua tiepida

200 gr di carne di manzo macinata

2      cucchiai di soffritto misto (sedano,carota, cipolla)

1      rametto di rosmarino

1      foglia di alloro

50   cc di vino rosso

100 cc di panna fresca

        olio extravergine, sale e pepe q.b.

        parmigiano reggiano

 

Mescolate assieme le due qualità di farina, le uova e il sale aggiungendo un pochino di acqua tiepida necessaria ad ottenere un impasto elastico. Riponete la pasta a riposo per 30' minuti avvolta in pellicola trasparente.

Nel frattempo preparate il ragout : in una padella antiaderente scaldate l'olio, il soffritto, l'alloro e il rosmarino. Aggiungete la carne, fate rosolare per bene e bagnate con il vino rosso. Lasciatelo evaporare e poi salate e pepate, portate a cottura eventualmente aggiungendo un goccino di acqua bollente.

Riprendete la pasta  e tiratela con il matterello formando delle tagliatelle spesse circa 1 cm.  Portate ad ebollizione abbondante acqua leggermente salata e cuocetevi le tagliatelle per 7/8 minuti circa. Scolate la pasta e versatela nel tegame del ragout, lasciatela insaporire e poi unite la panna e il parmigiano.  Mescolate il tutto e servitele caldissime con una spolverata di pepe.

ENJOY !


Repost 0
Published by Bettaroberta - in Pasta
scrivi un commento
27 dicembre 2013 5 27 /12 /dicembre /2013 14:44

 

 

Immagine 045

 

Eccovi la foto e la ricetta completa del pane di Natale.

Non si può non avere un pane fragrante il giorno di Natale ed i giorni successivi che sono comunque di festa; allora quale occasione migliore di poter sfruttare ancora una volta la farina Antiqua!  Questa volta si tratta però della farina nr. 1  macinata a pietra, con la quale ho eseguito una treccia natalizia

 

 

“Con questa ricetta partecipo al contest indetto da Cucina Semplicemente in collaborazione con Farina Antiqua macinata a pietra”

 

Contest-FarinaAntiqua

 

http://cucinasemplicemente.it/riscoprire-lantiqua-tradizione-ricette-partecipanti/

 

 

 

 

Ingredienti

 

500 gr di farina

  40 gr di lievito di birra fresco

     1  bicchiere di latte

     2  uova

     1  pizzico di sale

     1  pizzico zucchero

100   gr di burro

 

 

ANTIQUA 0630-copia-1

 

 

 

 

 

 

 

Procedimento

 

Sbriciolate il lievito in una ciotola e diluitelo con metà del latte, lavorando con le dita.

Mettete 100 gr di farina sulla spianatoia, un pizzico di zucchero e di sale, fate un incavo nel mezzo ed unitevi il latte con il lievito. Impastate per ottenere un panetto che dovrà lievitare coperto in luogo tiepido e privo di correnti d’aria. Prendete la restante farina, aggiungete le uova, il burro a pezzetti e morbido. Lavorate gli ingredienti unendo man mano il latte rimasto.  Non appena il secondo impasto avrà preso consistenza, unitevi quello con il lievito e lavorateli assieme energicamente.  Formate una palla e lasciatela lievitare per circa 30’ minuti.  A lievitazione avvenuta, date al pane la forma desiderata e poi ponetelo a lievitare ancora per 30’ minuti prima d’infornarlo a 200° pe 30-35 minuti.

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Immagine 038Immagine 002 qq

 

 

Immagine 045

Grazie Farina Antiqua e Buone Feste….

Bettaroberta  foodforfun.over-blog.it

 


Repost 0
Published by Bettaroberta - in Pane-pizze-focacce
scrivi un commento
26 dicembre 2013 4 26 /12 /dicembre /2013 14:42

Immagine-023.jpg

 

Ancora faraona, si perchè è leggera, saporita, piccola, non stanca. E' accompagnata questa volta da albicocche, fichi, castagne, nocciole, mandorle e poco altro, bagnata da uno spumante e messa in forno, fa tutto da sola. Ottimo direi.

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Carne
scrivi un commento
26 dicembre 2013 4 26 /12 /dicembre /2013 14:34

Immagine-050.jpg

Il gambero è croccantissimo fuori grazie al bacon e morbido dentro, i carciofi sono cucinati in due modi : pastellati e brasati.  Il riso un classico:  white Christmas...

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Riso
scrivi un commento
26 dicembre 2013 4 26 /12 /dicembre /2013 14:31

Immagine-004.jpg

 

 

La tarte è rovesciata, le patate sottilissime sono sotto, poi un cuore di crema di funghi, uno strato di sfoglia, un pochino di parmigiano, un altro strato di sfoglia e.....

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Stuzzichini salati
scrivi un commento
26 dicembre 2013 4 26 /12 /dicembre /2013 14:25

Immagine-034.jpg

 

 

Sono veramente uno stuzzino per tutte le occasioni e perchè non a Natale?  Sono molto nutrienti, ma una volta ogni tanto si può fare!

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Stuzzichini salati
scrivi un commento

Presentazione

  • : foodforfun.over-blog.it
  • foodforfun.over-blog.it
  • : Per giocare con il cibo e trasformare gli alimenti in qualcosa di goloso... ma non solo cibo, talvolta fiori, talaltra libri, curiosando qua e là.
  • Contatti

Traduttori

 

 

 

 

    

 

    

 

     

 

Ricerca

EXPO 2015

01_Cover_Logo_1280x400_OK.jpg

foodforfun.over-blog.it

Norme - Copyright © 2017

QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITA' . PERTANTO NON PUO' CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 07/03/2001  

FOODFORFUN.OVER-BLOG.IT  By BettaRoberta Cecconi - All rights reserved

 

 

 

  

 

 

 

indicizzazione motori ricerca