Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
27 settembre 2015 7 27 /09 /settembre /2015 06:47
Cestini al pomodoro, melanzane & Co...

Un piccolo aperitivo da sgranocchiare durante queste ultime sere settembrine, infatti i colori sono decisamente autunnali, ma il sapore è ancora estivo. Prosit!!!

La ricetta

Ingredienti per 24 cestini

200 gr di farina bianca 00

100 gr di burro

60 gr di parmigiano

1 cucchiaio di basilico tritato

metà cucchiaio di concentrato di pomodoro

1 uovo + eventualmente un altro tuorlo a seconda della secchezza della farina

1 melanzana grande

2 spicchi d'aglio

foglie di basilico

peperoncino

1 cucchiaio di capperi

6 pomodorini ciliegia

acciughe per decorare

olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

Procedimento

Impastare la farina con il burro, il sale, il parmigiano fino ad ottenere un composto "sabbioso". Aggiungere l'uovo nel quale avrete sbattuto il concentrato di pomodoro e il basilico. Impastare e controllare la consistenza, se troppo asciutta unire il tuorlo addizionale. Formare una palla e avvolgerla in pellicola trasparente; riporla in frigorifero per 30' minuti.

Tagliare la melanzana a dadini. Soffriggere in una padella antiaderente l'olio evo, l'aglio, il peperoncino, il basilico. Unire le melanzane, salarle, coprirle con coperchio e lasciarle stufare per 10' minuti rigirandole di tanto in tanto. A cottura ultimata toglierle dal fuoco e frullarle insieme ad uno spicchio di aglio fresco fino ad ottenere una purea. Regolare di sale e pepe e lasciare raffreddare.

Riprendere la frolla salata, stenderla e ottenere dei cerchi per rivestire stampini monoporzione. Cuocere a 180° per 10'. Sfornare, lasciare raffreddare e poi riempiere con la purea di melanzane. Decorare con dadini di pomodorini, capperi e acciughine arrotolate.

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Stuzzichini salati
scrivi un commento
20 settembre 2015 7 20 /09 /settembre /2015 20:17
Pane uvetta & pistacchi...

E' un pane antico, nel senso che era molto usato ai primi del '900. Oggi c'è ancora qualche panettiere che lo produce, ma meno, decisamente meno rispetto a prima. A me piace molto soprattutto se accoppiato con un contrastante salume o formaggio acidulo.

La ricetta

Ingredienti per 2 pani

450 gr di farina di grano antico

50 gr di farina di grano saraceno

500 gr di uvetta

1 panetto di lievito di birra fresco

1 cucchiaino di cannella in polvere

1 cucchiaino di zucchero semolato

1 presa di sale fino

2 cucchiai di olio extravergine d'oliva

acqua per l'impasto

Procedimento

Mettete a bagno l'uvetta e lasciatela rinvenire.

Sciogliete il lievito in un poco d'aqua tiepida insieme allo zucchero e all'olio d'oliva. Miscelate le farine e la cannella a cui aggiungerete il composto liquido impastando ed alimentando il tutto con acqua tiepida fino a formare una palla elastica e morbida. Ponetela a lievitare per almeno un'ora. A lievitazione avvenuta, riprendete l'impasto e stendetelo a rettangolo. Scolate l'uvetta ed asciugatela delicatamente con carta da cucina. Disponete l'uvetta asciutta sul rettangolo e piegatelo a libro, cioè il lato sinistro deve raggiungere la metà della lunghezza del rettengolo originale e così il lato destro, fino a combaciare perfettamente a metà (in pratica ripiegare in tre parti uguali, quindi ripetere portando le parti laterali verso il centro, come un libro chiuso) . Far lievitare nuovamente per 30' minuti circa, poi, suddividere l'impasto in due parti dello stesso peso e formare due pani a forma di baguette da disporre su una teglia ricoperta di carta da forno. Infornare a forno caldo a 220°C gradi per 30' minuti. Sfornare, lasciare raffreddare e servire a piacimento.

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Pane-pizze-focacce
scrivi un commento
13 settembre 2015 7 13 /09 /settembre /2015 16:08
Questo non è risotto.... ma risoni!!!

L'apparenza inganna è il titolo di un film francese di qualche anno fa, film molto simpatico a cui faccio riferimento perchè la foto di oggi sembra, ma non è quello che normalmente ci si aspetterebbe. Non si tratta di riso, ma di risoni, la pastina della Barilla cucina come un risotto con il sugo di melanzane e una spolverata di basilico. Buona, semplice, gustosa!

La ricetta

Ingredienti per 4 persone

3 melanzane

1 scatola di pomodori pelati

1 cucchiaio di soffritto misto : cipolla, carota, sedano a dadini

320 gr di risoni Barilla

2 cucchiai di panna fresca (sostituibile con della ricotta fresca per chi la volesse light)

1 dado

1 lt acqua bollente

basilico e pecorino a discrezione

Olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

Procedimento

Tagliate le melanzane a fette sottili e per il senso della lunghezza. Foderate le teglie del forno con carta da forno, adagiatevi le melanzane, salatele e irroratele con olio evo. Mettete in forno caldo a 200 gradi per 12 minuti circa, il tempo che si dorino, poi sfornate e tenete da parte.

Preparate un sugo di pomodoro, scaldando in una padella antiaderente olio, soffritto misto, un paio di foglie di basilico. Unite la scatola di pomodori pelati, salate e pepate e cuocete per 10' minuti a fuoco molto vivace. Riprendete le melanzane, tagliatele a strisce sottili e versatele nel sugo. Lasciate insaporire e poi togliete dal fuoco tenendo in caldo.

In una padella antiaderente scaldate una cucchiaiata di sugo appena preparato, solo la parte di pomodoro però, non appena rosola versatevi la pastina. Lasciate tostare un attimo, poi versatevi sopra un mestolo di acqua bollente, salate con sale o con il dado e continuate a cuocere come per un risotto aggiungendo acqua fino a cottura, che dovrà essere rigorosamente "al dente". Due minuti prima di togliere la pentola dal fuoco, mantecate con la ricotta o la panna, aggiungete le melanzane e il basilico, abbondante pepe e pecorino.

Repost 0
Published by Bettaroberta
scrivi un commento
6 settembre 2015 7 06 /09 /settembre /2015 09:20
Tartelletta al miele & frutta secca...

Uno snack croccantino, molto nutriente, ma in considerazione dell'avvicinarsi dell'autunno, meglio prepararsi qualche cosina sfiziosa: una tartelletta di frolla con un mix di frutta secca e miele, per esempio.

La ricetta

Ingredienti per 4 tartellette

300 gr di pasta frolla

per la quale vi servono:

300 gr di farina 00

150 gr di zucchero

150 gr di burro

2 tuorli

1 bustina di vanillina

buccia di limone grattugiata

2 confezioni di frutta secca mix

1 confezione di miele millefiori

zucchero a velo per decorare

Procedimento

Impastare la farina con lo zucchero, la vanillina, la buccia di limone grattugiata ed il burro fino ad ottenere un insieme che abbia l'apparenza e la consistenza della sabbia. Aggiungere i tuorli sbattuti leggermente e lavorare velocemente per evitare che la pasta si scaldi troppo. Formare una palla ed avvolgerla in pellicola trasparente. Riporla in frigorifero per almeno 30 minuti. Riprendere l'impasto, stenderlo e rivestire 4 stampini mono-dose, distribuirvi sopra il mix di frutta secca e un cucchiaio di miele versato "a filo". Infornare a forno caldo 180° per 10-15 minuti. Rimuovere le mini crostatine dal forno e lasciarle raffreddare prima di decorarle con un poco di zucchero a velo.

Repost 0
Published by Bettaroberta
scrivi un commento
29 agosto 2015 6 29 /08 /agosto /2015 10:38
Yogurt cake in vasetto...

Avevo voglia di un dolce, ma non di accendere il forno! Qualcosa di leggero e non impegnativo. Ho pensato ad un falso: niente panna bensì yogurt greco, qualche grammo di colla di pesce, un po' di frutta fresca, qualche biscotto e vasetti di vetro.

Un aspetto goloso ma non tanto da farmi sentire in colpa, perchè si tratta di semplice yogurt.

La ricetta

Ingredienti per 4 persone

500gr di yogurt greco intero

3 cucchiai di zucchero semolato

60 ml di acqua

8 gr di colla di pesce

150gr di biscotti a vostro piacere

50gr di burro

1 bustina di vanillina

essenza di limone

1 cucchiaino di polvere di chiodi di garofano

1 cucchiaino di cannella in polvere

frutta fresca a piacere per la decorazione

Procedimento

Mettete a mollo in acqua fredda la colla di pesce.

Sciogliete il burro; tritate i biscotti a cui aggiungerete le spezie ed il burro, amalgamate il tutto e distribuitelo in vasetti o contenitori a vostro piacere.

In un tegamino antiaderente scaldate l'acqua e lo zucchero, formate uno sciroppo chiaro, cuocendo per 8' minuti. Non appena avrete una buona consistenza, aggiungete la colla di pesce precedentemente ammorbidita. Lasciate intiepidire solo un poco, poi versate a filo sullo yogurt a cui avrete aggiunto in precedenza l'essenza di limone e la vanillina. Continuando a mescolare otterrete una crema vellutata che verserete immediatamente nei contenitori monodose.

Lasciate riposare in frigorifero per almeno 3 ore. Riprendete poi i vasetti e decorateli a piacere con frutta fresca di stagione.

Repost 0
Published by Bettaroberta
scrivi un commento
24 agosto 2015 1 24 /08 /agosto /2015 10:44
Canederli ad Ortisei...

Carmen mi ha insegnato a fare i canederli, gnocchi di pane e molto altro. Molto saporiti, li abbiamo cotti in un brodino leggero, ma anch'esso niente male.

Mi ha fatto molto piacere ritrovare una ricetta di "recupero avanzi" ed un ricordo di tempi andati, in cui il pane era prezioso fino all'ultima briciola ed altrettanto le uova; in cui avere lo speck era un lusso.

Semplici, gustosi, buoni.

La ricetta

Ingredienti per 3 persone

200 gr di pane bianco raffermo tagliato a quadratini

2 uova

1 cucchiaio di farina bianca

100 ml di latte+ un pochino d'acqua

1 cipolla dorata, piccola

100 gr di speck a dadini

1 cucchiaino di prezzemolo tritato

1 cucchiaino di erba cipollina tritata

1 pizzico di sale

1 pizzico di pepe

1 pizzico di noce moscata

1 noce di burro

1 foglia di salvia

olio extravergine d'oliva

Parmigiano Reggiano a piacere

Per il brodo

3 cucchiai di battuto di carota, sedano, cipolla

2 foglie d'alloro

1 paio di foglie di rosmarino

3 grani di pepe

1 paio di pomodorini ciliegia

50ml di vino bianco secco

1 dado o estratto di carne

Procedimento

In una padella antiaderente tostate leggermente la cipolla, lo speck, il pane tagliato a dadini. L'operazione deve essere breve e la cipolla non deve assolutamente annerire.

Togliete dal fuoco e unite al composto, le uova sbattute con il latte, aggiungete sale, noce moscata, pepe, il cucchiaio di farina. Lasciate che il pane si ammorbidisca e tenetelo a riposo almeno per 30' minuti, meglio se per un paio d'ore. Riprendete il composto, ora morbido, e impastate il tutto con prezzemolo, erba cipollina. Se dovesse risultare troppo duro, aggiungete un poco d'acqua; contrariamente, fosse troppo molle, correggete il tiro con un altro cucchiaio di farina.

Con le mani inumidite, formate delle piccole palline (personalmente non amo i canederli grandi, anzi grandissimi alla tedesca; preferisco quelli più minuti che s'insaporiscono meglio e sono più graziosi nei piatti), e tenetele da parte.

In una pentola a bordi alti, scaldate un goccino d'olio in cui soffriggerete il battuto di carota, sedano e cipolla, le foglie di alloro, i grani di pepe, i pomodorini e il rosmarino. Aggiungete due litri di acqua bollente, il vino secco, il dado e cuocete per almeno 40' minuti. Il brodo deve essere dorato e molto profumato. Regolate di sale e pepe e tenete in caldo.

Riportate al bollore il brodo e poi immergetevi i canederli. Fateli cuocere per 20' minuti, in ogni caso quando verranno a galla saranno pronti. Serviteli bollenti con una spolverata di pepe e di parmigiano.

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Zuppe e minestre
scrivi un commento
16 agosto 2015 7 16 /08 /agosto /2015 10:58
Burrata & Co...

Veramente niente d'impegnativo, in fondo siamo un po' tutti in vacanza, no?!

Quindi un'entratina facile, facile a patto che i prodotti siano DOC e freschissimi.

Una burrata e qualche verdurina ed il gusto è servito.

Buona Domenica a tutti.

La ricetta

Ingredienti per 3 persone

nr. 3 mini burrate

9 pomodorini ciliegia

10 taccole

1 peperone giallo

1 peperone rosso

3 spicchi d'aglio

1 mazzetto di basilico fresco

olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

1 paio di baguette

Procedimento

Tagliate le taccole e i peperoni a liste per il senso della lunghezza.

In due padella antiaderenti, rosolate l'olio, l'aglio e un paio di foglie di basilico. In una padella versate le taccole, nell'altra i peperoni. Cuocete le verdure a fuoco moderato, salando solo a fine cottura, cioè in circa 10' minuti.

In un'ulteriore padella antiaderente rosolate nuovamente olio, aglio, foglie di basilico. Unite i pomodorini, salate, pepate e cuocete per 5' minuti.

Lavate bene il basilico ed utilizzando solo le foglie, preparate un pesto con solo olio e sale.

Tagliate le baguette a losanghe, tostatele, raschiate su di esse uno spicchio d'aglio, un passaggio leggero e salatele. Posizionate la burratina e poi il pesto. Procedete con la decorazione delle verdure e.... buon divertimento.

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Stuzzichini salati
scrivi un commento
6 agosto 2015 4 06 /08 /agosto /2015 09:26
Avena, piselli & frutti di mare...

Siamo in pianura e fra poco in alta montagna, ma come non desiderare un piatto estivo e marino? Quindi, con estrema semplicità, avena, piselli & frutti di mare.

Buone vacanze a tutti.

La ricetta

Ingredienti per 3 persone

250 gr di avena in chicchi

500 gr di pisellini primavera

500 gr di cozze

500 gr di vongole

3 spicchi d'aglio

2 pomodori ramati

1 peperoncino baby

50ml di vino bianco secco

1 cucchiaio di prezzemolo tritato

foglie di basilico per decorare

olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

Procedimento

Bollite per 35' minuti l'avena in abbondante acqua bollente e leggermente salata, scolatela e raffreddatela sotto acqua fredda corrente. Riscolatela e ponetela in un piatto di servizio.

In una padella antiaderente scaldate l'olio, uno spicchio d'aglio, foglie di basilico. Non appena il soffritto sprigiona il suo profumo, aggiungete i pisellini, lasciateli rosolare un minuto, versate un goccino d'acqua, salate e cuocete per 10' minuti. Togliteli dal fuoco e versateli su di un piatto di servizio per lasciarli raffreddare.

In una pentola a bordi alti e antiaderente scaldate olio evo, 2 spicchi d'aglio, il peperoncino, un pochino di prezzemolo e qualche foglia di basilico. Tagliate il pomodoro a dadini e versatelo in pentola, unitevi le cozze e le vongole precedentemente lavate e spurgate. Salate leggermente, pepate un poco, mescolate l'insieme e irrorate con il vino bianco. Coprite immediatamente la pentola e cuocete per 5' minuti, il tempo necessario affinchè le conchiglie si aprano. Togliete i frutti dalla pentola e continuate a far ridurre l'intingolo per 5' minuti. Versatelo sulle cozze e tenete da parte.

Disponete ora l'avena fredda nei piatti dei commensali, distribuitevi sopra i piselli freddi e le cozze, anch'esse fredde con il loro sughetto. Decorate con foglie di basilico fresco.

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Cereali in grani
scrivi un commento
28 luglio 2015 2 28 /07 /luglio /2015 15:29
Pane nero, hummus di ceci, pomodori in padella e...

E' uno stuzzichino che contiene un intero "pasto": carboidrati, proteine, vitamine.

E' fresco perchè è tutto freddo, cucinato in anticipo, può essere servito con tutta calma e tenuto in frigorifero; adattissimo per queste ultime giornate di Luglio alquanto soleggiate...

La ricetta

Ingredienti per 4-5 persone

1 scatola di ceci già lessati

1 pizzico di peperoncino oppure una punta di harissa

6 cucchai di olio extra-vergine d'oliva

3 cucchiai di succo di limone

20 pomodorini ciliegia

10 foglie di basilico

1 spicchio d'aglio

1 confezione di pane nero in cassetta

300 gr di alborelle già pulite

150 gr di farina 00

olio per friggere

aceto di mele

Procedimento

Sgocciolate i ceci e frullateli finemente insieme al peperoncino, ad una punta di spicchio d'aglio, all'olio evo. Aggiungete il succo di limone e frullate ancora fino ad ottenere una crema morbida. Nel caso fosse troppo densa, aggiungete un pochino d'acqua tiepida, sempre frullando. Regolate di sale e versate il composto in una pentola antiaderente facendo cuocere il tutto per 5' minuti a fuoco vivo. Togliete dal recipiente e lasciate raffreddare.

Pulite i pomodorini, lavateli e fateli cuocere in padella con basilico, olio e aglio. Fateli rosolare per bene e salateli e pepateli solo a fine cottura, cioè dopo 7-8' minuti. Toglieteli dal fuoco e lasciateli raffreddare.

Prendete le alborelle, risciacquatele sotto acqua corrente. Scolatele e passatele nella farina. Scrollate la farina in eccesso e tenete da parte. In una pentola a bordi alti, scaldate l'olio da frittura. Non appena in temperatura, versate poche alborelle per volta e cuocetele fino a che non diventino dorate. Toglietele dall'olio e lasciatele decantare su un foglio di carta assorbente, salatele poco, dopodichè riponetele su di un piatto di servizio e irroratele con un poco di aceto di mele. Proseguite la cottura fino ad esaurimento ingredienti.

Prendete il pane in cassetta ritagliatelo con un coppapasta, formate delle quenelle di hummus di ceci, depositatevi sopra un pomodoro ciliegino ed in parte il pesciolino.

Buona degustazione.

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Stuzzichini salati
scrivi un commento
23 luglio 2015 4 23 /07 /luglio /2015 13:03
Ravioli in un mare di sugo...

Ricordo una battuta di Alberto Sordi che s'intratteneva con Aldo Fabrizi, argomento la pasta al sugo. Ebbene, dopo aver descritto per bene come dovesse essere fatto il sugo, e cioè con un leggero soffritto, bocconcini di carne di vitella, qualche salsiccia romana, un pezzettino di guanciale e pomodori San Marzano, un pizzico di peperoncino, sale e oio extravergine d'oliva, ebbene, Fabrizi, dichiarava a Sordi:" Ah Albe, a te mica te piace la pasta, te piace er sugo".

E' vero, forse la pasta è buona perchè è goloso il sugo, ma tant'è ogni tanto vale la pena che il sugo la faccia da padrone.

La ricetta

Ingredienti per 3 persone

1 confezione di ravioli freschi spinaci e ricotta

2 barattoli di pelati S. Marzano

2 peperoni rossi Palermo

1 peperone giallo Palermo

1 costa di sedano

1 cucchiaio di sedano, cipolla e carota a quadratini

olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

1 spolverata di pecorino

1 spicchio d'aglio

Basilico a volontà

Procedimento

Lavate e pulite i peperoni, privateli dei semi, tagliateli a listarelle per il senso della lunghezza ottenendo così delle tagliatelle di peperoni. Fate lo stesso con il sedano. In una padella antiaderente scaldate olio, aglio e qualche foglia di basilico; non appena l'olio rosola, aggiungete le verdure, e stufatele a fuoco basso, coperte con coperchio. Mescolatele di tanto in tanto, e salatele solo a fine cottura, quando si sono ammorbidite, ma rimaste ancora croccantine.

Preparate il sugo soffriggendo sedano, carota e cipolla in olio extravergine d'oliva e basilico. Versate i pomodori pelati, salate, pepate e lasciate cuocere a fuoco basso, a lungo, finchè la salsa risulti ben limpida e saporita.

Bollite in abbondante acqua bollente e leggermente salata i ravioli per pochissimi minuti, scolateli e disponeteli in ogni singolo piatto nel quale avrete prima versato abbondante sugo.

Decorate con i peperoni ed il sedano, foglie di basilico fresco e una spolverata di pecorino.

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Pasta
scrivi un commento

Presentazione

  • : foodforfun.over-blog.it
  • foodforfun.over-blog.it
  • : Per giocare con il cibo e trasformare gli alimenti in qualcosa di goloso... ma non solo cibo, talvolta fiori, talaltra libri, curiosando qua e là.
  • Contatti

Traduttori

 

 

 

 

    

 

    

 

     

 

Ricerca

EXPO 2015

01_Cover_Logo_1280x400_OK.jpg

foodforfun.over-blog.it

Norme - Copyright © 2017

QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITA' . PERTANTO NON PUO' CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 07/03/2001  

FOODFORFUN.OVER-BLOG.IT  By BettaRoberta Cecconi - All rights reserved

 

 

 

  

 

 

 

indicizzazione motori ricerca