750 grammes
Tutti i nostri blog di cucina Segui questo blog Administration + Create my blog
19 agosto 2020 3 19 /08 /agosto /2020 08:51

 

In quest'estate in città, senza mare, il mare è nel piatto. Ho deciso di regalarci degli spaghetti con bottarga e gamberetti, spaghetti "risottati" perchè cotti in padella con il sugo.

La ricetta

Ingredienti

600 gr di pomodorini San Marzano "I piccolini"

2     filetti di acciuga

300 gr di mazzancolle di piccolo taglio

1     punta di cucchiaino di Harissa o se preferite un peperoncino piccante

1     spicchio di aglio

1     ciuffetto di basilico fresco

1     scorza di limone gratuggiata

1     bottarga da gratuggiare a piacere

240 gr di spaghetti nr. 5

olio evo e sale q.b.

 

Procedimento

In una padella antiaderente, scaldate l'olio con l'aglio, il peperoncino o l'Harissa, il basilico e le acciughine. Lavate i pomodorini e tagliateli a metà, versateli in padella e lasciateli rosolare un pochino, il tempo necessario ad insaporirsi. Salate, mescolate e frullate il sugo. Rimettetelo in padella e tenete da parte.

Pulite i gamberetti: scusciateli e togliete l'intestino, lavateli e versateli in un pentolino con acqua fredda leggermente salata. Portate l'acqua al bollore e scolate immediatamente i gamberi raffreddandoli in acqua fredda. Tenete da parte.

In una pentola a bordi alti, fate bollire abbondante acqua, leggermente salata. Versate gli spaghetti e lasciateli cuocere per 3 minuti.  Trasferiteli nella padella con il sugo, conservando la loro acqua. Portateli a fine cottura versando, di tanto in tanto, un mestolo di acqua bollente e controllando la sapidità.  Unite i gamberi, prima di scodellare gli spaghetti, lasciandoli insaporire nel sugo.

Distribuite una porzione di pasta nel piatto, decorate con i gamberi, la bottarga, le zeste di limone e il basilico fresco. Un goccino d'olio evo fresco, a piacere.

Enjoy!

Condividi post
Repost0
15 luglio 2020 3 15 /07 /luglio /2020 14:05

 

Molti pensano che un panino sia una cosa tipo: pane, formaggio, prosciutto e via. C'è tutta una cultura del sandwich o del pane imbottito, invece.

Un pratico cibo d'asporto che può contenere le più svariate prelibatezze e sfiziosità-

Qui, ce ne sono un paio a testimonianza del fatto che "mangiare al sacco" è divertente e molto, molto piacevole.

 

La ricetta

Ingredienti per 4 panini (2 persone)

4 fette di pane di Altamura

 

Ripieno del 1^ panino

1 metà cespo di Insalata verde a foglia larga

5 uova

1 pomodoro ramato

1 cucchiaio di senape

1  cucchiaio di maionese

1  cucchiaio di capperi

1 paio di cetriolini sottaceto

1 cipollina rossa tagliata sottile

 

Ripieno del 2^ panino

100 gr di arrosto di tacchino/pollo a piacere

  60 gr di formaggio a fette (scamorza affumicata)

  50 gr di fagiolini bolliti

    1 zucchina grigliata

    1 peperone grigliato

    1 cucchiaio di ricotta vaccina

    1 cucchiaino di erbe fini tritate (prezzemolo,timo, rosmarino,basilico)

    1 spicchietto di aglio tritato (a piacere)

    Olio evo, aceto, sale e pepe q.b.

    Carta da forno o carta per alimenti, quella marroncina, leggera per avvolgere i panini

   

Procedimento

Bollite le uova, fino a renderle sode.  Fatele raffreddare, tenete da parte un uovo intero, mentre dividete gli albumi dai tuorli.  Tritate gli albumi, aggiungete il trito di capperi, cetriolini, unite la senape e grattugiate i tuorli. Versatevi il cucchiaio di maionese e mescolate il tutto.

Scaldate leggermente le due fette di pane, adagiate sulla prima la salsa ottenuta con le uova, ricoprite con la lattuga, le fette di pomodoro ancora uova e l'uovo intero che disporrete nel centro. Ricoprite con la seconda fetta di pane.

Tagliate un foglio di carta da forno, avvolgetevi il panino come se doveste fare un pacchetto.  Ripiegate i bordi esterni affinchè non fuoriesca nulla. Tagliate il "pacchetto" a metà per far risaltare l'uovo posto al centro.

 

Per il secondo panino, potete optare per l'acquisto di un arrosto di tacchino/pollo già pronto, oppure arrostire un petto di tacchino/pollo in padella, molto semplicemente con un filo d'olio, uno spicchio d'aglio, rosmarino. Cuocete per 15' a seconda della grandezza del pezzo di carne, poi lascetela riposare e raffreddare.  Tagliatela a fette.

Bollite i fagiolini in abbondante acqua bollente e leggermente salata. Cuoceteli al dente, devono rimanere croccanti. Scolateli, raffreddateli sotto acqua corrente e poi conditeli con olio e sale.  In una padella antiaderente, scaldate uno spicchio d'aglio e adagiatevi le fettine di zucchine che avrete tagliato ad un centimetro di altezza. Laciatele dorare da entrambe i lati, cuocetele pochi minuti, devono rimanere croccanti. Toglietele dal fuoco e conditele con olio, aceto, sale e un pizzico di pepe. Fate lo stesso con le falde del peperone.  Preparate la crema di ricotta con il trito di erbe fini e lo spicchietto d'aglio, solo se piace. Mescolate ed aggiungete, sale, pepe e olio evo. Deve risultare cremosa, ma non liquida.

Scaldate leggermente le fette di pane, spalmatevi la crema di ricotta, aggiungete la carne, il peperone, uno strato di formaggio a fette, le zucchine grigliate, poi la carne, i fagiolini e il pane ricoperto di crema alla ricotta.

Eseguite il "pacchetto" come sopra e tagliatelo a metà per mostrarne il contenuto.

P.S. : volendo potete offrire il panino con pomodorini freschi e giardiniera fatta in casa, come quella del barattolo in foto.

Enjoy!!!

Condividi post
Repost0
17 giugno 2020 3 17 /06 /giugno /2020 14:02

 

Era un sacco di tempo che ripensavo alle panelle mangiate in Sicilia, secoli fa, purtroppo; quindi, davanti allo scaffale delle farine del supermercato, ho comprato, senza colpo ferire, un pacchetto di farina di ceci. Detto, fatto!

 

Ecco la ricetta

Ingredienti per 30 panelle 5x4 cm

250 gr di Farina di ceci 

900 ml di Acqua      

20 gr di sale

1   spicchio di aglio

1   rametto di rosmarino

1   timo

1   limone

4   rosette/panini a piacere

Olio evo q.b.

Olio di semi (1 bottiglia)

Placche e carta da forno

Basilico a piacere

Procedimento

Mescolare la farina di ceci in acqua tiepida leggermente salata, in modo da formare una pastella liquida senza grumi. In pratica, si tratta di fare una polentina di ceci.  Riporre sul fuoco, mescolando continuamente. Nel frattempo, in un padellino antiaderente, rosolate l'aglio, l'olio, il timo e il rosmarino. Lasciate insaporire l'olio e non appena l'aglio si colora un poco, spegnete il fuoco e togliete gli odori, filtrando l'olio.

Quando la polentina si è addensata continuare la cottura a fuoco basso per 15-20 minuti. A fine cottura aggiungere l'olio profumato alle erbe e stendere il composto su due placche da forno ricoperte di carta da forno.  Spalmate per bene la polenta cercando di fare uno strato di 2 cm di spessore.

Lasciate raffreddare, poi con uno stampino rettangolare da biscotti, ritagliate le vostre panelle.

Ponete sul fuoco una padella ampia e a bordi alti, versatevi abbondante olio di semi, le panelle dovranno cuocervi, immerse; portatelo a temperatura e cuocete poche panelle per volta lasciandole dorare prima da un lato e poi dall'altro. Pochi minuti. Scolatele su carta assorbente e tenetele in caldo.

Preparate i panini: tagliateli a metà, distribuite due panelle a panino, tre fettine di limone, una fogliolina di basilico a piacere. Richiudete la rosetta, servite immediatamente con un'insalatina fresca di contorno.

Condividi post
Repost0
16 maggio 2020 6 16 /05 /maggio /2020 16:48

 

Ebbene, si! Neanch'io ho resistito e alla fine ho provato a fare il pane senza impasto. 

Tale affermazione è del tutto relativa, perchè se è vero che nella prima fase, bisogna solo mischiare gli ingredienti e lasciar lievitare per un lungo tempo, la seconda fase richiede le piegature, quindi in un certo senso, la lavorazione c'è.

Comunque, eccovi la ricetta per l'esecuzione e buon pane a tutti!

Ingredienti per una pagnotta come foto

 

500 gr di farina 00  (forza W 330)

350 gr di acque a temperatura ambiente

10   gr di sale

2     gr di lievito di birra disidratato

5     gr di miele o zucchero semolato.

30   gr di farina di semola di grano duro

 

Procedimento

Reidratare il lievito, sciogliendolo in un poco di acqua tiepida a cui avrete aggiunto un poco di miele o zucchero, quale nutrimento del lievito. 

In un ampio recipiente, versate la farina e il lievito sciolto, poi l'acqua; mescolate un poco, e poi aggiungete il sale, solo ora, perchè altrimenti inibisce il lievito. Mescolate ancora velocemente con una forchetta e poi coprite il recipiente con pellicola trasparente e mettete a riposare in frigorifero per 24 h. 

Riprendete l'impasto lievitato e disponetelo su un piano ricoperto di carta da forno spolverata da semola di grano duro. Lasciate che da solo occupi il suo spazio. Si allargherà e si disporrà sul piano. 

Procedete poi con le pieghe. Prendete un angolo della pasta, tiratelo verso l'esterno e ripiegatelo verso il centro, ripetete l'operazione per tutti gli angoli. In sintesi bisogna ripiegare il pane su se stesso al fine di ottenere un panetto simile a quello della pasta sfoglia comprensiva dei suoi "giri".  Lasciate lievitare ancora per un paio d'ore.

Preparate il forno a 230°, selezione statica, scaldate nel forno una pentola con coperchio - tipo cocotte- non appena a temperatura, versatevi l'impasto, avendo cura che le pieghe del pane rimangano a vista, saranno la cupola del pane. 

Coprite con coperchio e cuocete per 30' minuti; togliete poi il coperchio e finite la cottura per altri 20' minuti fino a che non abbiate un pane bello dorato. Sfornate, lasciate raffreddare a lungo prima di tagliarlo.

 

Condividi post
Repost0
22 aprile 2020 3 22 /04 /aprile /2020 15:28

 

Avevo in casa del semolino, alcune erbe e un po' di panna e ho pensato di farne dei biscotti.

Il risultato: margheritine profumate per un pomeriggio di sole.

La ricetta

Ingredienti per circa 500-600 gr di biscotti

200 gr di semolino

  50 gr di mandorle senza buccia

100 gr di farina 00

100 gr di burro

  60 gr di panna fresca

  70 gr di zucchero semolato

    1 cucchiaio di foglioline di timo, rosmarino e basilico tritati

Procedimento

Tritate le erbe con le mandorle e un cucchiaino di zucchero. In una terrina versate le farine, il trito di mandorle e erbe, lo zucchero, le spezie ed il burro leggermente ammorbidito. Iniziate a lavorare l'insieme ottenendo un impasto sabbiato.  Aggiungete ora la panna, poco per volta fino a formare un insieme omogeneo. Se risultasse troppo secco, aggiungete ancora un pochino di panna. Avvolgete in pellicola trasparente e lasciate riposare in frigorifero per almeno 30' minuti.

Riprendete la sablée e stendentela fra due fogli di carta da forno leggermente infarinati. Con l'aiuto di un coppapasta o di un bicchierino rovesciato, tagliate piccoli biscotti.

Infornate a 180° per 10 minuti, controllate la cottura ed eventualmente cuocete ancora per pochi minuti, fino a leggera doratura.

 

 

Condividi post
Repost0
22 aprile 2020 3 22 /04 /aprile /2020 15:08

 

E' una torta, non torta, nel senso che pur essendoci un poco di farina e lievito, l'ingrediente principale è la patata. Ho scelto quelle Calabre, vecchie e non novelle. Il risultato: un ottimo piatto unico da servire con un'insalatina fresca, primaverile.

Ecco la ricetta

Ingredienti per una torta come foto

500 gr di patate vecchie

40   gr di farina 00

45   gr di latte

1     uovo

70 gr di formaggio a fette : Fontina o qualsiasi altro a piacere

50 gr di Parmigiano Reggiano

1 cucchiaio di pan grattato

1   noce di burro

1  rametto di timo

1  poco di noce moscata

2 gr di lievito in polvere

sale q.b.

 

Procedimento

Pelate e lavate le patate. Tagliatele a fette sottili con l'aiuto di una mandolina. Versatele in acqua fredda, risciacquatele e asciugatele con un canovaccio.

Nel frattempo, in una capiente bacinella, preparate una miscela con uovo, latte, farina, lievito, sale, noce moscata e foglioline di timo.  Aggiungete le patate affettate e mescolate con cura.

Prendete ora una tortiera da 18-20 cm di diametro e con bordi alti. Rivestitela con carta da forno e versate all'interno un primo strato di patate. Schiacciatele bene sul fondo per ottenere un livello uniforme. Ora, disponete su di esse il formaggio a fette e una spolverata di Parmigiano Reggiano. Ricoprite con le altre patate, livellate, aggiungete altro Parmigiano, un cucchiaio di pan grattato e dei fiocchetti di burro.

Disponete in forno a 170° gradi per 50' minuti. Sfornate e servite la torta bollente con un'insalatina primaverile

Condividi post
Repost0
9 aprile 2020 4 09 /04 /aprile /2020 17:43

 

Lucy è una bambina deliziosa che in questi giorni ha compiuto nove anni. Niente festa, purtroppo, per le ragioni che noi tutti conosciamo. Costretta in casa con le sue sorelline, abbiamo deciso di festeggiarla comunque, preparandole una torta allegra, un po' pazzerella per una giornata diversa.

Eccovi la ricetta

Ingredienti per una torta come foto

5 uova

75 gr di olio di semi di mais

100 gr di farina 00

75 gr di latte

10 gr di aceto

75 gr di zucchero

1 pizzichino di sale

Per la farcitura

800 ml di panna fresca

2    cucchiai di zucchero a velo

2    fialette di colorante per alimenti - io ho scelto il rosso -

1    cestino di fragole

1    barattolo di marmellata di fragole

     codette colorate e meringhette per la decorazione finale

 

Procedimento

Dividere gli albumi dai tuorli. In una ciotola versare l'olio e la farina, mescolare per ottenere un impasto liscio. Aggiungere i tuorli e il latte, mescolare nuovamente e lasciare riposare.

Nel frattempo, riprendete gli albumi, versatevi l'aceto e iniziate a  montarli; aggiungere lo zucchero gradatamente e raggiungere una media densità di spuma (non troppo morbida, non troppo dura).

Incorporare, poco per volta, gli albumi montati al composto di farina, tuorli e olio, badando a non smontare i bianchi.

Versare nello stampo da chiffon cake (nota bene: la tortiera non deve essere né infarinata, né imburrata) e cuocere in forno a 165°per 20 minuti coprendola un copechio di carta stagnola, poi rimuovere  la carta da stagnola e cuocere ancora per 20' minuti.

A cottura ultimata, togliere dal forno e capovolgere lo stampo con la torta ancora inserita, lasciarla così fino a completo raffreddamento, dovrebbe cadere sul piatto da sola. Altrimenti con cautela, aiutatevi con un coltellino per farla cadere.

Montate la panna, che deve essere molto fredda, aggiungendovi lo zucchero a velo poco per volta ed il colorante - intensità del colore a vostro piacere - Per ottenere quello come in foto, ho usato una fialetta e mezza.  Tenete in frigorifero fino all'utilizzo.

Lavate le fragole, tagliatele a fettine.

Prendete la torta e tagliatela in tre strati. Farcite il primo con un giro di panna sulla circonferenza esterna, al centro del cerchio mettete un cucchiaio abbondante di marmellata di fragole e sulla panna adagiate le fettine di fragola. Proseguite così, per il secondo strato; per il cappello della torta, invece, spalmate solo la panna che andrà a coprirlo interamente, e così per l'intero cilindro della torta.

Cercate di lisciare la panna al meglio, aiutandovi con una spatola liscia. Decorate il top con la panna usando un sac à poche con bocchetta a piacere. Inserite le fragole al centro e decorate con le codette e le meringhette.

Le codette meglio metterle all'ultimo momento, perchè la panna rilasciando la sua umidità le scolora.

 

Condividi post
Repost0
26 marzo 2020 4 26 /03 /marzo /2020 11:55

 

 

Premesso che in questi giorni di dolore, c'è poco da aggiungere se non il composto rispetto per quanto sta succedendo intorno a noi, sono stata un po' incerta se pubblicare o meno una ricetta;mi sembrava una mancanza  di tatto nei confronti di tutte quelle famiglie che stanno soffrendo.

Poi, ho pensato che tutti noi siamo così coinvolti emotivamente e intenti a riorganizzare le nostre vite in spazi ristretti, che forse la rete, i blog e quanto a disposizione a livello virtuale potessero essere un diversivo.

Ho deciso quindi di pubblicare una foto di un panino che è molto appetitoso, ma che richiede molta pazienza e un po' di tempo.

Si tratta di una rivisitazione della porchetta che ho abbinato ai pomodorini confit pubblicati sempre in questo mese, un buon pane, la cui ricetta è stata postata nel mese di magggio 2016 e la porchetta che avevo pubblicato nel 2011.

Nel  caso in cui  doveste considerare tutto ciò troppo impegnativo,  si può sempre optare per la via più semplice e cioè acquistare gli ingredienti più  lunghi  da cucinare: porchetta e pane e preparare un buon panino come meglio crediate.

Un abbraccio a tutti e  buona salute.

 

La ricetta

Ingredienti

1,5   kg  di arrosto di coppa di maiale

100  gr  di lardo affettato finemente

4-5         rametti di rosmarino

1             testa intera di aglio

700 gr    di cotenna

               sale e pepe

               alloro e timo

 

Procedimento

Sbianchire le cotenne,  immergendole in acqua bollente per 20 minuti.  Scolarle e raffreddarle sotto acqua corrente.

Preparare un trito di rosmarino e di lardo utilizzando un mixer. Il risultato deve essere una crema odorosa.

Preparare l'arrosto tagliandolo ottenendo un'unica fetta, cioè incidete leggermente la parte superiore ed andate via, via in profondità eseguendo una rotazione dell'arrosto fino all'apertura definitiva. In pratica, avete in mente un rotolo di scottex casa? Bene, dovrete ottenere un'arrosto srotolato!

A questo punto salate leggermente e pepate in quantità la carne.  Spalmatela uniformemente con la crema di lardo. Posizionate al centro due o tre rametti di rosmarino e la testa intera di aglio con buccia incorporata ma tagliata a metà nel senso della sua larghezza, come se tagliaste un pomodoro per imbottirlo. Arrotolate l'arrosto, salatelo ancora leggermente e pepatelo abbondantemente. Rivestitelo con la cotenna sbianchita e legatelo con lo spago come un normale arrosto. Accendete il forno a 220°.  Posizionate la leccarda nella parte bassa del forno e riempitela d'acqua.  Ciò eviterà che il colare del grasso della carne bruci ed affumichi la vostra casa. Predisponete le griglie del forno a metà e non appena il forno è in temperatura introducete la porchetta. Lasciatela cuocere per 1 ora e poi controllatela e fatele fare un primo giro, nel senso che la parte inferiore dovrà essere posta al massimo del calore.  Controllate sempre il livello dell'acqua nella leccarda e non appena in penuria, rabboccate abbondantemente. Continuate a cuocere in questo modo per altre due ore.  Poi, spegnete il forno, estraete la porchetta e lasciatela raffreddare. Sembra un lavoraccio, ma non lo è; ci vuole solo un po' di pazienza e poi la soddisfazione è assicurata.

 

Il pane:

Ingredienti

470 gr di farina 0

30 gr di farina di mais finissima

35 gr di lievito madre disidratato

340 gr di acqua tiepida

1 pizzico di sale

1 pizzico di zucchero

Procedimento

Miscelate le farine, il lievito, il sale, lo zucchero. Aggiungete l’acqua, poco per volta e impastate velocemente fino ad ottenere una palla liscia ed omogenea.

Mettete a lievitare in un recipiente coperto da pellicola trasparente e lasciate riposare l’impasto per almeno due ore. Trascorso questo tempo, riprendete la pasta, rilavoratela e ponetela su di una placca da forno rivestita di carta da forno. Coprite con un recipiente di pirex capiente e lasciate lievitare ancora per 20’ minuti. Scaldate il forno a 200° - Mettete a scaldare nel forno il recipiente di pirex, trascorsi 5’ minuti estraetelo e posizionatelo sopra l’impasto lievitato. Cuocete in forno così, con il vetro, per 30’ minuti, alla scadenza dei quali, toglierete il vetro e lascerete cuocere il pane per altri 30’ minuti. La crosta diventerà dorata e croccante, l’interno morbido e alveolato.

 

I pomodorini confit sono la ricetta pubblicata il 1^ di Marzo, quindi fruibile prima di questa.

Ingredienti per il panino:

pane

porchetta

insalata misticanza

peperoni freschi gialli

pomodorini confit

sale, pepe, olio e aceto q.b.

 

Ora che tutti gli ingredienti sono pronti, non ci resta che imbastire il panino:

tagliate delle fette di pane, posizionatele su un piatto di portata, preparate un'insaltatina a piacere, io ho usato misticanza, e peperoni gialli tagliati sottili, condite il tutto con poco olio e aceto, sale e pepe.

Disponete sul pane un po' di insalata, una buona fetta di porchetta con relativa cotenna croccante, qualche pomodorino confit e buona giornata.

 

Condividi post
Repost0
1 marzo 2020 7 01 /03 /marzo /2020 09:14

 

Sono deliziosi e ottimi per condire una pasta, farcire un panino e colorare un'insalata.

Sono anche facili da fare, ci vuole solo un pochino di tempo nel forno, il resto è veramente una sciocchezza.

La ricetta

 

500 gr di pomodorini

2     rametti di timo fresco

4     spicchi di aglio

1     cucchiaino di zucchero di canna

olio evo, sale e pepe

 

Procedimento

Lavate i pomodorini e tagliate a metà.

In una padella antiaderente scaldate olio evo, aglio e timo. Non appena rosolano e l'olio s'insaporisce, versatevi i pomodorini, fateli scaldare giusto un minuto e poi versateci sopra il cucchiaino di zucchero.

Trasportate il tutto su di una teglia rivestita di carta da forno ed informate a 120° per almeno 1 ora, ma se aveste più tempo, meglio.

Togliete dal forno e lasciateli raffreddare. Conservateli in un vasetto di vetro ermeticamente chiusi e in frigorifero.

Condividi post
Repost0
1 marzo 2020 7 01 /03 /marzo /2020 08:30

 

Mi sono accorta solo ora, che oggi è il 1^ di Marzo e che quindi ho perso il mese di Febbraio per postare una piccola ricetta.

Pazienza, vorrà dire che oggi recupero inserendo due post di piccolezze, ma alquanto sfiziose.

Ecco la prima: mini pies ripiene di carne e pisellini.

Sono un ricordo di quando ragazzina, in Inghilterra, Mrs French cucinava per me delle deliziose pies  nella sua cucina della sua casa nel Sussex.  Una donnina molto silenziosa, che ogni giorno cucinava per la sua famiglia e i suoi ospiti cibo delizioso attingendo dal suo giardino e orto.

Un tempo lontano, ma che ancora ricordo con infinita nostalgia.

La ricetta:

Ingredienti per 12 mini pies

300 gr di farina 00

100 gr di parmigiano reggiano

1     uovo intero + 1 tuorlo

150 di burro

300 gr di carne macinata di vitello o manzo a piacere

200 gr di pisellini primavera - piccoli e teneri

1     cucchiaino di passato di pomodoro

1     cucchiaino di soffritto misto : carota, cipolla, sedano

1     spruzzatina di vino bianco

2     formaggio a fette fondente a piacere

1     tazza di acqua bollente

olio evo, sale e pepe q.b.  (in alternativa del sale, potete usare anche un dado di carne)

 

Procedimento

Prepariamo la pasta per le pies come una frolla dolce, quindi lavoriamo la farina, il parmigiano e il burro fino ad ottenere un effetto "sabbia". A questo punto aggiungere un uovo e un tuorlo, impastare velocemente e tenere la palla di pasta avvotla in pellicola trasparente e nel frigorifero per almeno 30' minuti.

Nel frattempo preparare il ripieno facendo rosolare in olio evo il soffritto; aggiungete la carne e il concentrato di pomodoro. Lasciate che rosolino, poi sfumate con una spruzzatina di vino bianco.

Versate i pisellini, mescolate e aggiungete acqua bollente a copertura.

Salate e pepate; cuocete fino a completo assorbimento dei liquidi.  A cottura ultimata adagiate sulla carne ancora calda un paio di fette di formaggio fondente. Mescolate e lasciate raffreddare.

Riprendete l'impasto, stendetelo e tagliate dei dischi con i quali fodererete gli stampini monodose.

Riempitili con la carne e ricopriteli con dell'altra pasta a chiusura completa. Nel mezzo del coperchietto incidete un piccolo cerchio dal quale possa fuoriuscire un poco di vapore durante la cottura.

Cuocete in forno per 35' minuti a 180° gradi e per 5' minuti a 220°. Sfornate e servite: sono ottime sia calde che fredde.

Condividi post
Repost0

Presentazione

  • : foodforfun.over-blog.it
  • : Per giocare con il cibo e trasformare gli alimenti in qualcosa di goloso... ma non solo cibo, talvolta fiori, talaltra libri, curiosando qua e là.
  • Contatti

Traduttori

 

Ricerca

EXPO 2015

01_Cover_Logo_1280x400_OK.jpg

foodforfun.over-blog.it

Norme - Copyright © 2021

QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITA' . PERTANTO NON PUO' CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 07/03/2001  

FOODFORFUN.OVER-BLOG.IT  By BettaRoberta Cecconi - All rights reserved

 

 

 

  

 

 

 

indicizzazione motori ricerca