Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
27 marzo 2017 1 27 /03 /marzo /2017 14:57

 

Niente di strano sono spaghetti alle vongole, tranquilli.

La cosa particolare però è che sono cotti in padella come un se fossero un risotto. Niente bollitura della pasta, ma una cottura diretta subito dopo averla insaporita nel sugo di vongole.

Insomma, uno spaghetto risottato!!!  Il risultato: una cottura al dente, un sapore più intenso e una padella in meno da lavare.....

 

La ricetta

Ingredienti per 3 persone

240 gr di Spaghetti nr. 5 Barilla

700 gr di vongole in guscio, già pulite

  50 cc di vino bianco secco

    2 spicchi d'aglio

    1 cucchiaio di prezzemolo tritato

    6 peperoni rossi dolci "Sweet Palermo"

       olio extravergine d'oliva, sale, pepe, q.b.

 

Procedimento

Lavare i peperoni e tagliarli a falde. Scaldare olio e aglio in padella, versare i peperoni e portare a cottura in 15' minuti salando solo alla fine.

In un'altra padella, scaldare olio, aglio, prezzemolo. Non appena rosolano, unire le vongole, salare e pepare, innaffiare con vino bianco secco e coprire con coperchio in attesa dell'apertura delle vongole, il tutto in 5' minuti.

Togliete le vongole dalla padella e tenetele in caldo.

Prendete gli spaghetti e versateli nella padella, fateli insaporire nel sughetto di vongole e poi aggiungete un pochino di acqua bollente, leggermente salata.  Continuate a mescolare gli spaghetti e ad aggiungere acqua poco per volta, come se faceste un risotto. Portate a cottura in 7' minuti. Unite le vongole tenute da parte, i peperoni, spolverate di pepe e prezzemolo fresco e servite subito.

 

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Pasta
scrivi un commento
19 marzo 2017 7 19 /03 /marzo /2017 14:27

 

La magia del pane, ho avuto già più volte la possibilità di dirlo, è qualcosa di veramente speciale. Un semplice impasto di farina e pochi altri elementi regalano, in cambio di un pochino di pazienza, prodotti strepitosi in fragranza, profumo, aspetto e consistenza. E' il caso del Pan Brioche della Domenica che può essere utilizzato per accompagnare le marmellate del mattino, ma che non disdegna anche un fantastico paté, o un salume più nostrano. La ricetta è semplice, solo l'attesa è un pochino lunga, ma che importa, nel frattempo si può fare qualcos'altro, magari leggere un libro di cucina, perché no?!?

La ricetta

Ingredienti per 2 pani da 28 cm di lunghezza

450g di farina bianca 00 – Antigrumi

7g di lievito di birra secco

180g di latte parzialmente scremato

50g di burro

60g di zucchero grezzo di canna

1 pizzico di sale

2 uova grandi

2 cucchiai di succo di limone appena spremuto

1 cucchiaio di latte da spennellare sulla superficie

1 cucchiaio di semi di papavero

Procedimento

In una pentola a bordi alti scaldare il latte, il burro, lo zucchero e il sale.A burro sciolto, togliere dal fuoco e lasciare raffreddare. Sbattere le uova con il succo del limone e fruste elettriche fino ad ottenere maggiore volume. Versare il composto nel latte “condito” e mescolate. In una terrina a bordi alti e sufficientemente capiente, preparate la farina ed il lievito, nei quali versare il composto liquido. Mescolare per bene gli ingredienti senza impastare, sarà sufficiente l’amalgama iniziale. Ricoprire il tutto con pellicola trasparente e mettere a riposo per quattro ore. Trascorso questo tempo, l’impasto dovrà essere ben lievitato. Lavoratelo brevemente con poca farina e in modo delicato per non “smontarlo”. Rivestire di carta da forno uno stampo da plumcake da 28cm e disponete la pasta brioche facendo delle palline di uguale dimensione che metterete l’una accanto all’altra. Far lievitare ancora per almeno un’ora, ancora coperto con pellicola trasparente unta di burro per evitare che l’impasto s’incolli alla stessa e trascorso tale tempo, spennellate la superficie con un goccino di latte e decorate con semi di papavero. Infornate a forno caldissimo, 220°C e cuocete per 20 minuti circa. Sfornare e lasciare raffreddare su una griglia forata.

 

 

 

 

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Pane-pizze-focacce
scrivi un commento
28 febbraio 2017 2 28 /02 /febbraio /2017 22:41

 

Chi non avrebbe voglia in queste prime giornate di primavera di andare al mare? Il suo richiamo è per me pazzesco e sinceramente avendone nostalgia ho pensato dapprima alla Liguria, poi alla Toscana, poi sono scesa ancora un po’ e sono arrivata alla costiera Amalfitana: Capri!

La tortina è un omaggio ad un paese con dei profumi strepitosi e ad una Milano, che seppur senza profumo, è pur sempre meravigliosa.

 

La ricetta

 

Ingredienti per una tortina come foto

 

125 gr di cioccolato fondente

185 gr di farina di mandorle

125 gr di zucchero semolato

3 uova

3 cucchiai di rhum

1 buccia grattugiata di arancia

125 gr di burro

Zucchero a velo per decorare

 

Procedimento

Sciogliete il burro e il cioccolato a bagnomaria.

In una ciotola a bordi alti sbattete i tuorli con 80 gr di zucchero semolato, fino ad ottenere un impasto spumoso e quasi bianco.

Sbattete gli albumi con un pizzico di sale, non appena montano un poco, aggiungete il restante zucchero semolato poco per volta ottenendo una meringa molto fluida e lucida.

Versate il cioccolato tiepido nei tuorli e sbattete energicamente, unite il liquore, la buccia grattugiata di arancia e poco per volta la farina di mandorle. Non appena avrete amalgamato tutti gli ingredienti, unite gli albumi montati incorporandoli dal basso verso l’alto usando una forchetta o un utensile di metallo.

L’impasto dovrà risultare morbido e un po’ appiccicoso. Versate in una tortiera da 18 cm di diametro e infornate in forno caldo a 180° per 35’ minuti, non oltre per evitare che la torta secchi troppo.

Sfornate e lasciate la torta a raffreddare nello stampo per altri 20’ minuti minimo.

Togliete dalla teglia e decorate a piacere.

Repost 0
Published by Bettaroberta
scrivi un commento
28 febbraio 2017 2 28 /02 /febbraio /2017 22:32

 

Fra le tante mode che spopolano sul web, ultimamente ce n’è una e cioè quella della leggerezza, sofficità e meno calorie possibili. Quindi il “senza” è meglio del “con” e questa ricetta ne è un esempio, in quanto senza uova, senza latte, ma con un suo perché.

L’aspetto è a dir poco semplice, così anche il sapore che però con qualche ritocco qua e là, beh migliora e si può collocare fra i dolci del mattino per una buona colazione.

Ecco la ricetta

 

150 gr di acqua naturale

50 gr di succo di frutta a scelta (io ho usato quello alla pesca)

4 cucchiai abbondanti di Grand Marnier o liquore a scelta

2 cucchiai di spezie miste : cannella, zenzero, chiodi di garofano

150 gr di cioccolato fondente

30 gr di olio di semi

  1. bustina di lievito vanigliato

1 buccia grattugiata di limone e 1 di arancia.

300 gr di farina 00

150 gr di zucchero semolato

  1. pizzico di sale
  1. zucchero a velo per decorare o topping a piacere

 

 

 

Procedimento

 

Versate i liquidi, olio compreso e le spezie in una bacinella.

Sciogliete il cioccolato a bagnomaria ed unitelo ai liquidi, insieme alla buccia grattugiata di limone e di arancia. Setacciate la farina con lo zucchero, il lievito ed il sale. Unite gli elementi secchi ai liquidi mescolando vigorosamente con l’aiuto di uno sbattitore elettrico.

Imburrate una tortiera da 20 cm di diametro, accendete il forno a 180° ed infornate per circa 40’ minuti. Controllate la cottura con uno stuzzicadenti e lasciate raffreddare prima di spolverare con zucchero a velo o topping a piacere.

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Torte dolci
scrivi un commento
28 febbraio 2017 2 28 /02 /febbraio /2017 22:27

 

 

Non amo particolarmente friggere per svariati motivi e cerco sempre delle alternative in merito.

Ho scovato questa ricetta il cui risultato non è certo paragonabile alle chiacchere fritte, ma in ogni caso si difende ed inoltre è decisamente una versione “light” adatta anche ai più refrattari ai dolci di questo periodo.

Ecco la ricetta:

 

Ingredienti

 

100 gr di farina 00

3 cucchiai di liquore a scelta, meglio se rhum

1 punta di cucchiaino di lievito per dolci

60 gr di burro fuso

20 gr di zucchero semolato

1 pizzico di sale fine

 

 

Procedimento

 

Sbattete l’uovo e il liquore insieme. Unite il burro fuso e la farina miscelata a zucchero, sale e lievito.

Impastate velocemente e formate una palla che avvolgerete in pellicola trasparente e riporrete in frigor per almeno 30’ minuti.

Trascorso tale tempo, prendete la pasta e tiratela con l’aiuto della macchinetta – IMPERIA -. Passate l’impasto fino ad ottenere una sfoglia sottile che suddividerete in rettangoli disuguali che disporrete su di una placca da forno ricoperta di carta da forno e che riporrete in frigorifero per almeno 15’ minuti.

Accendete il forno a 200°, non appena caldo, introducete le teglie e cuocete per 10’ minuti, controllando la doratura. Eventualmente girate le chiacchere sul lato opposto per ottenere la stessa coloritura.

Sfornate e spolverizzate con zucchero a velo.

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Biscotti
scrivi un commento
19 gennaio 2017 4 19 /01 /gennaio /2017 18:51

 

E' una tortina da fare senza cottura al forno. Avete presente le briciole dei biscotti che si depositano sulle scatole di latta? Ebbene, io le raccolgo tutte e le conservo in un'altra scatola di latta nella quale aggiungo, cannella, chiodi di garofano e zenzero in polvere.

Quando voglio fare una tortina senza cottura, prendo la mia scatola, macino i biscotti finemente aggiusto magari con una puntina di cacao amaro e come se dovessi fare una cheese cake, preparo la base.

Dopodichè la farcitura è a piacere.

 

La ricetta

Ingredienti per una tortina 20 cm di diametro

350 gr di polvere di biscotti

1     cucchiaino di zenzero

1     cucchiaino di cannella

1     cucchiaino di chiodi di garofano

150 gr di burro fuso

2    cucchiai di marmellata di mele per la quale vi occorrono

       4 mele Golden - 4 cucchiai abbondanti di zucchero - il succo di 1 limone.

200 gr di cioccolato fondente

200 gr di panna fresca

       fruttini di bosco a volontà

 

Procedimento

 Macinate i biscotti e le spezie ottenendo una polvere fine. Sciogliete il burro e unitelo ai biscotti.  Rivestite una teglia da 20 cm di diametro con pellicola trasparente e versate i biscotti dando loro la forma della teglia. Mettete in frigorifero per almeno 30' minuti. 

Nel frattempo preparate la marmellata di mele: sbucciatele, tagliatele a tocchetti, irroratele con il limone e lo zucchero. Cuocete a fuoco alto fino a che lo zucchero si sia sciolto, poi abbassate la fiamma per ottenere una buona consistenza. Cottura per 30' minuti - Passate la marmellata con un minipimer per ottenere una "vellutata".

Sminuzzate il cioccolato, rendetelo in scaglie. Fate bollire la panna e versate il cioccolato a pioggia. Mescolate rapidamente per evitare grumi.  Lasciate intiepidire un poco.

Riprendete la base della torta, cospargetela di marmellata ormai fredda. Rivestite la marmellata con la ganache tiepida, attenzione a non eccedere, rimanete a filo torta.

Mettete in frigorifero per una notte.

Decorate con i fruttini di bosco.

 

Repost 0
Published by Bettaroberta
scrivi un commento
19 gennaio 2017 4 19 /01 /gennaio /2017 17:28

 

 

 

 

 

 

 

E' un risotto diverso con un sapore strepitoso.

La birra dà un gusto amarognolo, ma appena accennato, la pancetta, il formaggio e le verze ridonano equilibrio e dolcezza.

Il riso Venere poi, croccantezza e freschezza.

La ricetta

 

Ingredienti per 3 persone

300 gr di Riso Venere

1     cucchiaio di cipolla, sedano e carota a dadini

1     lattina di birra chiara, gusto a piacere

150 gr di pancetta affumicata

200 gr di verze già bollite

1     spicchio d'aglio

50   gr di Parmigiano Reggiano

       olio extravergine d'oliva, una noce di burro, sale e pepe q.b.

       acqua bollente o brodo di carne a scelta.

 

Procedimento

In una pentola a bordi alti e antiaderente versate tre quarti della lattina di birra e fatela ridurre a fuoco basso.

Nel frattempo, in una padella antiaderente soffriggete in poco olio, l'aglio e unite poi le verze già bollite e tagliate a tocchetti. Salate, pepate e cuocete per 10' minuti

A parte, in una padella antiaderente, scaldate la pancetta senza ulteriori grassi e fatela diventare croccantina. Tenete in caldo.

In un tegame a bordi alti, soffriggete la cipolla, il sedano, la carota, l'olio evo e non appena la cipolla rilascia il suo profumo, unite il riso Venere. Tostatelo e sfumatelo con il quarto di lattina di birra.  Fate evaporare l'alcool e poi irrorate di acqua o brodo bollente.  Salate, pepate e portate a cottura in 20' minuti.  Mantecate con la riduzione alla birra, una nocetta di burro e Parmigiano Reggiano.

Decorate con le verze e la pancetta bollenti.

 

 

 

 

Repost 0
Published by Bettaroberta
scrivi un commento
27 dicembre 2016 2 27 /12 /dicembre /2016 08:06

 

Un altro modo per utilizzare la sfoglia ottenendo dei bocconcini singoli per ogni invitato.

Riempiti di caprino, quello francese un po' più consistente del nostro e già tagliato a fettine, cosparso di pistacchi e infornato al massimo del calore, il formaggio tende a squagliarsi all'interno della sfoglia che lo racchiude.

Abbinato ad una marmellata acidula è un buon connubio di sapori.

 

La ricetta

Ingredienti per 12 fiorellini

2    rotoli di pasta sfoglia

2    confezioni di caprini francesi

2    confezioni di mirtilli

1    confezione di ribes

1    confezione di lamponi

1    confezione di more

1    succo di limone

50  gr di zucchero semolato

1    paio di cucchiai di granella di pistacchi tostati

 

Procedimento

Lavate con cura i fruttini, togliete i ribes dal rametto e versateli tutti insieme in una pentola a bordi alti ed antiaderente. Unite lo zucchero, metà del succo di limone, mescolate e cuocete a fiamma dapprima altissima per sciogliere lo zucchero, poi bassa per amalgamare la frutta ed ottenere una composta veloce.

Prendete ora la sfoglia, tagliatela con l'uso di uno stampino a vostro piacere che abbia un diametro di almeno 5 cm affinchè il caprino possa essere ben contenuto all'interno.

Posizionate il caprino al centro, spolveratelo con la granella di pistacchio, coprite con un ulteriore dischetto di sfoglia e infornate a 220° per 10' minuti, il tempo necessario a vedere la sfoglia salire e dorarsi.

Servire caldissimo con la composta di fruttini tiepida.

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Stuzzichini salati
scrivi un commento
27 dicembre 2016 2 27 /12 /dicembre /2016 07:40

 

 

 

 

 

 

E' un simpatico appetizer salato, facilissimo da eseguire e con un profumo meraviglioso.

La zucca è usata a purea, aromatizzata al rosmarino e parmigiano Reggiano, che non manca mai da me.

L'intreccio è veramente una genialiata: un'incisione a metà della sfoglia!

 

La ricetta

Ingredienti per 1 treccia

 

1      rotolo di pasta sfoglia

300 gr di polpa di zucca

2     cucchiai di ricotta fresca

2     cucchiai di parmigiano reggiano

1     rametto di rosmarino

1     spicchio d'aglio

       olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

 

Procedimento

Sbucciate la zucca e privatela dei filamenti e dei semi. Tagliatela a quadratini affinchè cuocia in velocità. In una padella antiaderente, scaldate l'olio, l'aglio e il rosmarino, non appena rosolano e il rosmarino ha rilasciato il suo profumo all'olio, unite la zucca. Lasciatela insaporire, salatela e pepatela, aggiungete un goccino d'acqua, coprite con coperchio e cuocete per 10' circa, mescolando di tanto in tanto.  Non appena morbida, frullatela e tenetela da parte, lasciandola raffreddare.

Prendete il rotolo di pasta sfoglia, stendetelo e farcitelo con uno strato di ricotta a cui sovrapporrete uno strato di purea di zucca.  Spolverate con Parmigiano Reggiano ed arrotolate la sfoglia su se stessa, ottenendo un "salame" di pasta.

A questo punto tagliate il rotolo a metà, nel senso della lunghezza. In pratica otterrete due semi cilindri, la cui base sarà di pasta liscia, mentre la parte a vista sarà quella farcita.

Formate ora la treccia, intrecciando le due metà, unendo i lembi iniziali e finali.

Infornate in forno caldissimo a 220° gradi per circa 20'.  Sfornate e servite caldissima con un bicchiere di prosecco.

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Stuzzichini salati
scrivi un commento
23 dicembre 2016 5 23 /12 /dicembre /2016 07:43

 

Sono delle piccole nuvolette gialline ricoperte di zucchero a velo.

A prima vista sembrerebbero duri biscottini granitici, invece hanno un cuore tenero, nel senso che si sciolgono in bocca.

Un altro piccolino da aggiungere alla vostra scatola di biscotti di Natale.

 

La ricetta per circa 600 gr di biscottini

Ingredienti

 

300 gr di farina fioretto di mais

200 gr di farina 00

150 gr di zucchero semolato

   3  uova

180 gr di burro

  16 gr di lievito

    1 pizzico di sale

    1 essenza di vaniglia o vaniglia in semi

    zucchero a velo per decorare

 

Procedimento

Sciogliete il butto a bagnomaria.  Sbattete le uova, lo zucchero e la vaniglia fino ad ottenere un composto bianco e spumoso. Unite le farine setacciate, il pizzico di sale e poi a filo il burro sciolto e a temperatura ambiente.

Lasciate riposare l'impasto per almeno 3 ore. Poi formate delle palline di 3 cm di diametro. Passatele nello zucchero a velo e adagiatele in stampini monodose.

Cuocete in forno caldo a 180° per 15'.

Togliete dal forno, lasciate raffreddare e conservate in scatole di latta.

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Biscotti
scrivi un commento

Presentazione

  • : foodforfun.over-blog.it
  • foodforfun.over-blog.it
  • : Per giocare con il cibo e trasformare gli alimenti in qualcosa di goloso... ma non solo cibo, talvolta fiori, talaltra libri, curiosando qua e là.
  • Contatti

Traduttori

 

 

 

 

    

 

    

 

     

 

Ricerca

EXPO 2015

01_Cover_Logo_1280x400_OK.jpg

foodforfun.over-blog.it

Norme - Copyright © 2017

QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITA' . PERTANTO NON PUO' CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 07/03/2001  

FOODFORFUN.OVER-BLOG.IT  By BettaRoberta Cecconi - All rights reserved

 

 

 

  

 

 

 

indicizzazione motori ricerca