Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
16 febbraio 2012 4 16 /02 /febbraio /2012 11:25

Piatti-di-carne 7512

 

 

Una bistecchina con un contorno dolce  di pere, una cremina di vino bianco e tanto pane per "pucciare"!

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

2    filetti di maiale

3    pere William

1    spicchio d'aglio

3    cucchiaini di farina 00

50  cc di vino bianco secco (ma anche di più, a piacere)

1    mezzo bicchiere di acqua calda

2    noci di burro

      olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

 

Procedimento

 

Pareggiare la carne, togliere l'eventuale pellicina bianca in eccesso e tagliare fette di 2 cm di spessore.

Scaldare l'olio extravergine e l'aglio in una pentola antiaderente, adagiarvi la carne preventivamente salata e pepata, farla rosolare a fuoco vivace prima da un lato e poi dall'altro in totale 8 minuti.  Rimuoverla dalla padella e adagiarla su di un piatto di servizio.  Conservare i grassi e i succhi di cottura, nei quali stempererete la farina, formando un roux (un impasto cremoso), salatelo leggermente e poi irroratelo con il vino bianco secco. Fate evaporare e poi aggiungete il biacchiere d'acqua calda o se ne aveste un bicchiere di brodo di pollo.

Portate al bollore mescolando con cura per evitare che si formino grumi.

 

Nel frattempo, sbucciate le pere, tagliatele a fettine, rosolatele immediatamente in una pentola nella quale avrete sciolto il burro.  Salate pochissimo e cuocete fino a che non siano dorate. Comunque non più di 8-10 minuti.

 

Riprendete la carne, versatela in padella e lasciatela scaldare e avvolgere dalla salsa. 

Servite nei piatti con contorno di pere.

 

ENJOY!

 

 

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Carne
scrivi un commento
1 febbraio 2012 3 01 /02 /febbraio /2012 18:37

Piatti-di-carne 7446

 

 

Saltimbocca, mi piace questa parola. E' gioiosa, un invito a godere di un buon cibo.

La ricetta non è come l'originale, in quanto disponevo di alcuni ingredienti non proprio  doc e dunque ho eseguito una simil-variante.

Lo speck al posto del prosciutto crudo, la lonza al posto del vitello.

L'insieme cromatico niente male e la morbidezza della mousseline accompagna il gusto saporito della carne.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

 12    fettine di lonza

 12    fettine di speck

 12    foglioline di salvia

    1    cucchiaio di farina 00

100   cc di vino bianco

  50   cc di brodo vegetale

     6   patate grandi

     1   spicchio d'aglio

500   cc di latte

          olio extravergine d'oliva, sale e pepe

     1   paio di noci di burro

 

 

Procedimento

 

Pelate le patate, tagliatele a tocchetti. Versatele in una pentola con il latte e lo spicchio d'aglio con la buccia.

Ponete sul fuoco e portate a cottura. 

Scolatele dal latte (senza buttarlo) con l'aiuto di una schiumarola. Versatele in un'insalatiera e con un frullatore a immersione, rendetele in purea.  Aggiungete di volta in volta il loro latte ancora caldo al fine di ottenere una crema morbida e consistente.  Assaggiatela e regolatela di sale. Tenete in caldo a bagnomaria.

 

Nel frattempo, pareggiate la carne, salatela e pepatela. Disponete su di ogni fetta, una fettina di speck e una foglia di salvia. Fissate con uno stuzzicadenti.

In una pentola antiaderente, scaldate l'olio e una noce di burro. Mettete a cuocere le bistecchine prima su di un lato e poi sull'altro, in totale 8 minuti .

Togliete le bistecchine dalla pentola e aggiungete al grasso la farina. Fatene un roux, cioè un impasto che cuocerete per pochi minuti, fino a che diventi di color beige.  Diluite con il brodo, ottenete una cremina che stempererete nuovamente con il vino.

Non appena si rapprende, rintroducete in padella le bistecchine, affinchè si riscaldino e s'insaporiscano. 

 

Servite bollenti con 3 saltimbocca a commensale e ....

 

ENJOY!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Carne
scrivi un commento
29 gennaio 2012 7 29 /01 /gennaio /2012 13:22

Piatti-di-carne 7367

 

 

Non ho un freezer grande, anche perchè prediligo fare una spesa unica alla settimana con qualche puntatina dell'ultimo minuto se proprio mi manca quell'ingrediente, ma ciò nonostante, ogni tanto  trovo dentro al freezer sacchetti con scritte che mi indicano, che il tempo di conservazione è quasi scaduto e che quindi è ora di provvedere a cuocere quel tal contenuto.

Ebbene, è stato così per gli stinchi di oggi e la cotenna.  Comprati separatamente per due scopi differenti oggi gridavano vendetta. Letto - fatto.

Stinchi con cotenne e crauti viola.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

4        stinchi di maiale senza cotenna

1        rettangolo di cotenna da 20 x 20

2        spicchi d'aglio

4        scalogni grandi

3        cucchiaini di semi di finocchio

2        cucchiai di trito di erbe aromatiche miste, fresche e precisamente:

          rosmarino, salvia, maggiorana, dragoncello, origano, aneto

3       foglie di alloro

200  cc di vino bianco

         sale e pepe q.b.

 

1       piccolo crauto viola

1       spicchio d'aglio

1       noce di burro

1       paio di cucchiai di olio extravergine d'oliva

1       cucchiaino di zucchero

1       spruzzata d'aceto di vino bianco o di mele

         sale q.b.

 

 

Procedimento

 

La sera prima, tritate tutte le erbe insieme all'aglio ed il sale. Ottenetene un impasto con il quale coprirete gli stinchi.

Pepateli  e adagiateli su di un piatto. Ricopriteli con pellicola trasparente e metteteli in frigorifero a riposare.

Sempre la sera prima, sbollentate la cotenna per 20 minuti.  Scolatela e tagliatela a listarelle.  Incidetela leggermente e tenete da parte in frigorifero.

 

Il giorno di cottura, preparate una pentola larga da forno, rivestitela di carta da forno, adagiatevi gli scalogni divisi a metà, le foglie di alloro, un rametto di rosmarino. Riprendete gli stinchi, avvolgeteli con le striscette di cotenna, posizionateli nella padella e aggiungete il vino.

Pepate e salate ancora un pochino, tenete da parte.

 

Accendete il forno a 220°, lasciatelo scaldare per bene, poi introducete la pentola con gli stinchi e lasciateli cuocere a questa temperatura per 15' minuti, poi abbassatela a 180° e lasciate cuocere per 2 ore.

Controllate di tanto in tanto, in ogni caso la temperatura ottimale dello stinco è sugli 85-90°.

 

A mezz'ora dalla fine della cottura cuociamo i crauti.

Tagliateli sottili, come fossero tagliatelline, prendete il wok, scaldatevi aglio, olio e noce di burro. Versate i crauti, lasciate insaporire per 5' minuti, salate subito e coprite con il coperchio per 5 '.

Scopriteli e fateli cuocere a fiamma vivace per pochi minuti, spruzzateli di aceto, lasciatelo evaporare e poi aggiungete lo zucchero.

Mescolate con cura e serviteli caldi con senape dolce.

 

Riprendete gli stinchi ed accompagnateli con i crauti e la senape.

 

ENJOY!

 

 

 

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Carne
scrivi un commento
26 gennaio 2012 4 26 /01 /gennaio /2012 20:53

Piatti-di-carne 7327

 

Lo Yorkshire pudding non è dolce e molti lo conosceranno associato al Roastbeef e salsa al rafano.

Tipico sformatino inglese che funge da raccogli gravy sauce, in questa versione è stato usato per la salsa del filetto di maiale, che come già detto in precedenti post, certamente è diverso, ma costa meno ed è buono lo stesso.

La ricetta che pubblico oggi è solo del filetto, domani il pudding. Eccola.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

1       filetto medio di maiale (due se fossero piccoli)

1       cipollina dorata piccola piccola

1       spicchio d'aglio

1       noce di burro

1       cucchiaio abbondante di farina 00

2      cucchiaini di bacche miste

1      bicchierino di Sherry o di Porto

2      mestoli di brodo vegetale o di pollo (quello che avete a disposizione)

150 cc di panna fresca

        olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

 

 

Procedimento

 

Pareggiate la carne, togliete i filamenti di grasso in eccesso e tagliate delle fettine di 2 cm di spessore.

In una padella antiaderente scaldate l'olio, la noce di burro, la cipollina tagliata a julienne, lo spicchio d'aglio.

Lasciate insaporire, poi adagiatevi il filetto, salate e pepate.  Cuocete due minuti per parte.  Togliete la carne dalla padella, le cipolle e l'aglio.  Mantenete però in padella i succhi della carne e i grassi.

Versate in padella la farina, formate un roux (cioè un impasto morbido di farina e grasso), fatelo tostare e divenire beige scuretto, versatevi lo sherry ed  i mestoli di brodo, mescolando con cura per evitare la formazione di grumi.  Fate rapprendere e cuocere per 5 minuti, poi aggiungete la panna, poco per volta e le bacche un pochino pestate.

Mescolate sempre la salsa, perchè tende a rapprendersi in fretta e a formare grumi.

Non appena la salsa ha un leggero bollore, adagiatevi il filetto cotto in precedenza, lasciatelo navigare nel sughetto per qualche minuto, affinchè si scaldi per bene.

Porzionate nei piatti di servizio accompagnandolo con scalogni brasati oppure con Yorkshire pudding come da foto.

 

ENJOY!

 

P.S. se la salsa vi sembrasse poca, potete aumentare la quantità della panna, aggiustando poi di sale e pepe la salsa.

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Carne
scrivi un commento
20 gennaio 2012 5 20 /01 /gennaio /2012 17:48

 

Piatti-di-carne 7257

 

Sembra pizza ma non lo è. Sono delle semplici fettine di lonza , passate in padella alla "pizzaiola".

Talvolta il fast food può essere un'alternativa golosa e genuina allo stesso tempo.

La pizzaiola presentata è un modo per rimuovere dal nostro cervello l'idea di fast = junk; così è cuocere qualcosa di veramente veloce ma tipicamente mediterraneo. L' Hamburger formato da pane, carne e insalata, può trasformarsi in un buon pane toscano, in una fettina di lonza e formaggio ed un fantastico brillante sugo origano - basilico da leccarsi le dita.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

12   fettine di lonza

  1   cipollotto di Tropea

  8   foglie di basilico

  1   pizzico di origano

  1   scatola di pelati a pezzettoni

  4   sottilette (formaggio filante e cremoso)

       olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

 

 

Procedimento

 

In una padella antiaderente scaldate l'olio e il cipollotto tagliato finemente.  Aggiungete 4 foglie di basilico e la carne. Salate e pepate. Fate rosolare da entrambe i lati e poi versate i pomodori e l'origano.

Coprite con un coperchio e fate cuocere a fuoco vivacissimo per 8 minuti. Abbassate la fiamma, scoperchiate la pentola e controllate che il sugo si sia leggermente rappreso e il pomodoro abbia perso la sua acqua.

Ricoprite e lasciate cuocere ancora un paio di minuti.  Riscoperchiate e adagiate sulle fette di carne il formaggio.

Spegnete il gas, coprite con coperchio e lasciate sciogliere per un paio di minuti. Decorate con foglie di basilico fresco.

Servite caldissime con abbondante pane toscano e ....

 

ENJOY !

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Carne
scrivi un commento
17 gennaio 2012 2 17 /01 /gennaio /2012 20:22

Piatti-di-carne 7226

 

Mi piace accostare la carne salata con qualcosa di dolce

Ad esempio, le albicocche e le prugne disidratate si ricompongono nel loro stato polposo non appena riassorbono il sugo e regalano  scioglievolezza e morbidezza alla carne.

Il fondo dell'arrosto servirà a comporre la salsa che è appena "sporca di panna" per concludere in dolcezza.

 

La ricetta

 

Ingredienti per  6 persone

 

 

1,5 kg  di arrosto di fesa di tacchino

12        albicocche disidratate

  8        prugne disidratate

  2        cipollotti di Tropea

  1        spicchio d'aglio

  1        foglia di alloro

  1        rametto di rosmarino

100 cc di vino bianco

  50 cc di panna

     1      cucchiaino di farina

             olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

 

 

Procedimento

 

In una pentola adatta a passare in forno, scaldare l'olio, l'aglio, il rosmarino e l'alloro.  Adagiarvi la carne e farla rosolare da tutti i lati a fuoco altissimo, in modo che si colori e che si sigilli.

Salare e pepare. Sfumare con il vino bianco, aggiungere le albicocche, le prugne, i cipollotti di Tropea ed una tazza di acqua bollente.

Riportare il sugo al bollore e passare in forno caldissimo, 220° gradi per almeno 50 minuti.

Non appena la carne avrà raggiunto i 70° gradi toglietela dal forno e dalla pentola.  Lasciatela riposare per 10 minuti prima di tagliarla a fette.

Riprendete il sugo, togliete la frutta e i cipollotti, passatelo al colino e poi rimettetelo sul fuoco.  Aggiungete la panna e poi la farina sciolta in un cucchiaino di acqua fredda.

Mescolate energicamente con una frusta per ottenere una salsa cremosa e liscia.

Tagliate la carne a fette, adagiate la frutta intorno e irrorate con la salsa.

 

 

ENJOY!

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Carne
scrivi un commento
14 gennaio 2012 6 14 /01 /gennaio /2012 19:17

Piatti-di-carne 7208

 

Come ho già detto in precedenza non amo avere avanzi, ma quando capita, soprattutto con quelli di carne, io surgelo ed al momento oppurtuno faccio un "POLPETTONE".  Anche qui la parola è un poco sibillina, parrebbe una cosa stomachevole e poco appetitosa, invece io trovo che le polpette in genere, ma anche il polpettone possano essere molto appetitosi e poi a seconda del tipo di carne a disposizione e della fantasia del momento, molto colorati e simpatici. In pratica niente a che vedere con il termine!

 

La ricetta

 

Ingredienti per 6-8 persone

 

100  gr di arrosto avanzato (se non l'avete non importa, sostituitelo con della mortadella Bologna)

300  gr di carne trita scelta

     2  cucchiai di soffritto misto

     3  fette di pane in cassetta

     1  goccino di latte

     1  uovo

100  gr di parmigiano Reggiano

150  gr di fagiolini primavera

     3  fette di formaggio tipo fontina

     3  carote medie

     1  spicchio d'aglio

     1  finocchio

     6  cipollotti di Tropea

     3  carote aggiuntive

     1  noce di burro

         sale, pepe e olio extravergine d'oliva

 

 

Procedimento

 

Bollite i fagiolini in acqua bollente e lasciateli cuocere per 10 minuti. Scolateli e lasciateli raffreddare.

Pelate le carote e tagliatele a tagliatelle, rosolatele in una padella antiaderente con un goccio d'olio, giusto un paio di minuti, devono rimanere croccanti. Salatele solo a fine cottura.  Tenete da parte

 

Tritate le carni crude e cotte, ottenete un impasto più fine ed omogeneo possibile.

Aggiungete ad esso il pane ammollato nel latte e strizzato, i cucchiai di soffritto misto leggermente saltato in precedenza nell'olio, il parmigiano, sale, pepe e l'uovo.

Amalgamate il tutto con un robot da cucina e poi estraete l'impasto e disponetelo su di un foglio di carta da forno.

Lisciatelo e formate un rettangolo di pari altezza.

 

Posate al centro del rettangolo le tre fette di formaggio, sopra di esse i fagiolini e poi per ultimo le carote.

Arrotolate la carne su se stessa aiutandovi con il foglio di carta, che dovrà avvolgere completamente la carne. Sigillate i lati per evitare fuoriuscite di ripieno, attorcigliate la carta sui lati e avvolgete il polpettone incartato, in un foglio di pellicola trasparente. sigillatelo per bene facendo dei nodi alle estremità e mettetelo a cuocere per 35 minuti in una pentola piena di acqua bollente.  Naturalmente la pentola dovrà essere sufficientemente larga affinchè il polpettone possa esservi disposto in tutta la sua lunghezza.  Non appena cotto, toglietelo dall'acqua e lasciatelo raffreddare per almeno 3 ore.

 

Nel frattempo preparate le verdure di contorno.  Pelate le carote, tagliatele a tocchetti e poi a metà. Preparate i finocchi, tagliando degli spicchietti e anche i cipollotti dovranno essere divisi a metà.

Disponete in una padella antiaderente dell'olio ed una noce di burro. Versatevi i cipollotti, poi le carote e i finocchi. Cuocete a fuoco basso per almeno 10 minuti. Salate alla fine.

 

Riprendete il polpettone e aprite l'involucro: attenzione, ci sarà del liquido in eccesso, quindi predisponete di fare l'operazione su di un tagliare vicino ad un lavandino.

Tagliatelo a fette e disponetelo sui piatti insieme alle verdure.

 

ENJOY!

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Carne
scrivi un commento
9 gennaio 2012 1 09 /01 /gennaio /2012 19:38

 

 

Piatti-di-carne 7124

 

 

 

Involtini veloci, veloci con un contorno altrettanto veloce. 

Un accostamento di colori vivaci e brillanti che rallegrano il piatto e il rosa del bacon trasforma l'involtino in un falso d'autore : il Cannoncinbacon.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 3 persone

 

3        grandi fette di fesa di tacchino

300   gr di pisellini primavera

400   gr di fagiolini primavera

200   gr di bacon a fettine

3        fette di pane in cassetta

2        cucchiai di Parmigiano Reggiano

2        cucchiaini di basilico fresco

2        cucchiaini generosi di pesto al basilico

1        cucchiaiata generosa di ricotta

          olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

1        spicchio d'aglio

1/2     metà cipolla rossa

3        rametti di maggiorana

150   cc di vino bianco

2        nocette di burro - meglio se chiarificato

 

 

Procedimento

 

Battete le fette di fesa di tacchino per avere una superficie abbastanza larga.

Tagliatele a metà nel senso della larghezza e spalmatevi sopra il composto che farete frullando il pane in cassetta leggermente inumidito con acqua o latte, il parmigiano, il basilico fresco ed il pesto, la ricotta, un pizzico di sale e pepe.

Arrotolate le fette su se stesse, cercando di mantenere il ripieno all'interno.  Poi, prendete il bacon e avvolgete gli involtini.

Preparate una pentola a bordi bassi antiaderente nella quale scalderete l'olio, i rametti di maggiorana, la metà cipolla. Lasciate insaporire poi adagiatevi gli involtini.  Fate rosolare su tutti i lati e poi irrorate di vino bianco. Lasciate sfumare, salate e pepate e fate cuocere a fuoco medio-basso per 25-30 minuti max.

 

Nel frattempo preparate le verdure, le mie erano surgelate e le ho cotte in questo modo.

I piselli :  in una pentola antiaderente lasciate sciogliere il burro chiarificato (se non l'aveste allora fate una parte di burro ed una di olio - ciò serve ad evitare che il burro annerisca e bruci), versate i pisellini, lasciate insaporire, bagnate con mezzo mestolo di acqua tiepida, salate e portate a cottura, in circa 10 minuti.

 

I fagiolini :  lessarli brevemente in acqua bollente leggermente salata. Scolarli e passarli sotto acqua fredda per mantenere cottura e colore.

In una pentola antiaderente a bordi bassi, scaldare l'olio e l'aglio, aggiungere i fagiolini, salare e saltarli un paio di volte.

 

Preparazione del piatto:   distribuire 3 involtini a commensale, irrorarli con il sughetto e accompagnare con i pisellini al burro ed i fagiolini saltati all'aglio.

 

ENJOY!

 

 

 

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Carne
scrivi un commento
7 gennaio 2012 6 07 /01 /gennaio /2012 15:32

 

Piatti-di-carne 7110

 

Piatto molto consistente e di sapore importante, devono assolutamente piacere le cipolle perchè si sentono in modo deciso. Si deve preparare in anticipo di un paio di giorni, quindi è una ricetta diciamo comoda sotto l'aspetto organizzativo, anche se per la cottura della coda ci vogliono tre ore, ma che importa, basta lasciarla bollire da sola e nel frattempo fare altro.

Servita con dei crostoni di pane appena passati di burro e poi tostati può essere un piacevole antipasto, oppure un discreto secondo.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 1 terrina da 30 cm di lunghezza.

 

1          coda di vitello

1          foglia di alloro

2          cucchiai di soffritto misto

100 cc di vino bianco

1          cucchiaino di bacche miste

2          gambi di aneto

2          gambi di coriandolo

3          cucchiai di gambi di finocchio e barbette tagliate a dadolata

3          cipolle dorate

4          carote

3          liste di buccia di limone

3   lt     di acqua

 

 

2          cipolle dorate aggiuntive

2          spicchi d'aglio

100 gr di burro

150 cc di vino rosso

1           foglia di alloro

1           punta di cucchiaino di cannella

1           punta di cucchiaino di spezie Gran Masala

7           bacche di ginepro

 

Procedimento

 

Preparate un court bouillon con tutti gli aromi sopra menzionati.  Tagliate le cipolle con la buccia a metà nel senso della larghezza e fatele tostare senza condimento in una pentola antiaderente. Non appena colorano, toglietele e mettetele nel brodo. Esse daranno più sapore e colore al brodo.

Non appena il court bouillon ha preso consistenza, versatevi la coda e lasciatela cuocere per 3 ore.

 

A cottura avvenuta, spolpate la polpa dalle ossa e dalle parti cartilaginose. Lasciatela raffreddare un pochino.

In una pentola antiaderente, scaldate il burro, aggiungete le cipolle tagliate a fettine sottili, gli spicchi d'aglio in purea, la foglia di alloro e poi la coda.  Salate, pepate e lasciate insaporire.

Sfumate con il vino rosso, fatelo evaporare e poi irrorate il tutto con un paio di mestoli del brodo filtrato.

Aggiungete le bacche di ginepro e le spezie. Lasciate che il liquido si rapprenda un poco; l'insieme dovrà risultare abbastanza amalgamato, ma non del tutto asciutto o secco.

Rivestite uno stampo da plum-cake con della carta da forno e versateci il contenuto della pentola.

Livellate, coprite con della carta da forno e poi con della stagnola.  Lasciate raffreddare e poi mettete in frigorifero per 2 giorni.

Prelevate la terrina dal frigorifero almeno un'ora prima di servire.  Tagliate il pane a fette e spalmatelo con un leggero strato di burro. Mettetelo sotto il grill e tostatelo.

Tagliate una fetta di terrina e servite con i crostoni.

 

ENJOY!

 

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Carne
scrivi un commento
5 gennaio 2012 4 05 /01 /gennaio /2012 15:04

Piatti-di-carne 7063

 

A dieta no, nonostante tutti i dolci, cioccolatini, arrosti, arrostini, salumi, salami, prosciutti, guanciali, però un pochino più leggeri si.

Quindi oggi la mitica "galina fregia" con una semi -insalata russa, semi perchè ho soltanto usato un cucchiaino di maionese su mucchietti di verdura mista e non un quintale di salsa su poca verdura, oggi è stato proprio l'inverso.

 

La ricetta

 

Ingredienti per la cottura di 1 pollo

 

1          pollo 

1          foglia di alloro

2          cucchiai di soffritto misto

100 cc di vino bianco

1          cucchiaino di bacche miste

2          gambi di aneto

2          gambi di coriandolo

3          cucchiai di gambi di finocchio e barbette tagliate a dadolata

3          cipolle dorate

4          carote

3          liste di buccia di limone

3   lt     di acqua

 

 

Insalata russa

 

4       carote

3       patate

100  gr di pisellini

1       scatoletta di tonno al naturale

100  gr di sottaceti misti

1       cucchiaino di capperi

1       cucchiaino di senape

2       cucchiai di maionese

         olio extravergine d'oliva e aceto di vino bianco q.b.

         sale e pepe q.b.

 

Procedimento

 

Preparate un court bouillon con tutti gli aromi sopra menzionati.  Tagliate le cipolle con la buccia a metà nel senso della larghezza e fatele tostare senza condimento in una pentola antiaderente. Non appena colorano, toglietele e mettetele nel brodo. Esse daranno più sapore e colore al brodo.

Non appena il court bouillon ha preso consistenza, versatevi il pollo, precedentemente lavato e pulito da ogni residuo.

Lasciatelo cuocere per 1 ora e 30 minuti. Poi, scolatelo dal brodo e disponetelo su di un piatto. Copritelo con una insalatiera e lasciatelo raffreddare una notte.

 

Il giorno successivo,  preparate l'insalata russa, lessando brevemente le i pisellini,  le carote e le patate tagliate a dadini.  Scolateli e lasciateli raffreddare.

Aggiungete una scatola di tonno, i sottaceti tagliati a dadini anch'essi, i capperi e condite con un goccino d'olio, aceto, sale e pepe q.b.

 

Disponete ora il pollo sul piatto di portata; staccate prima le ali, poi le cosce; tagliate il petto a fettine.

Aggiungete sul piatto un cavolfiore, un cetriolino, una carotina, un peperone, una cipollina sottaceto e qualche mucchietto d'insalata russa qua e là.  Ricopritela con un cucchiaino di maionese e servite.

 

ENJOY

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Carne
scrivi un commento

Presentazione

  • : foodforfun.over-blog.it
  • foodforfun.over-blog.it
  • : Per giocare con il cibo e trasformare gli alimenti in qualcosa di goloso... ma non solo cibo, talvolta fiori, talaltra libri, curiosando qua e là.
  • Contatti

Traduttori

 

 

 

 

    

 

    

 

     

 

Ricerca

EXPO 2015

01_Cover_Logo_1280x400_OK.jpg

foodforfun.over-blog.it

Norme - Copyright © 2017

QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITA' . PERTANTO NON PUO' CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 07/03/2001  

FOODFORFUN.OVER-BLOG.IT  By BettaRoberta Cecconi - All rights reserved

 

 

 

  

 

 

 

indicizzazione motori ricerca