750 grammes
Tutti i nostri blog di cucina Segui questo blog Administration + Create my blog
27 marzo 2012 2 27 /03 /marzo /2012 12:28

DSCN0111

 

 

Quaglie al forno con un contorno di crema di spinaci, uvetta e pinoli.

Un secondo delizioso per una cenetta fra amici.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 6 persone

 

6      quaglie

200  gr di pancetta affumicata

2      spicchi d'aglio

6      chicchi d'uva bianca senza noccioli

        mazzetto guarnito di salvia, rosmarino, alloro

150 cc di vino bianco secco

        olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

 

1      kg di spinaci (anche surgelati)

100 cc di panna fresca

1      cucchiaio di pinoli

1      cucchiaio di uvetta

1      spicchio d'aglio

        olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

 

 

Procedimento.

 

Lavare le quaglie, asciugarle e farcirle con un pochino di pancetta, un chicco d'uva e una foglia di salvia a chiusura.

Legare le cosce al petto, salare e pepare.

In una pentola a bordi alti che possa andare direttamente in forno, disporre l'olio, l'aglio, la pancetta rimanente e il mazzetto guarnito.  Lasciar insaporire e poi aggiungere le quaglie.  Farle dorare da entrambi i lati e irrorarle con il vino bianco.  Attendere che il tutto ritorni ad un leggero bollore ed infornare a forno già caldo 220° per circa 35  minuti.

Controllate di tanto in tanto la rosolatura.

 

Nel frattempo in una pentola a bordi bassi e antiaderente, scaldare l'olio e l'aglio, aggiungere i pinoli, poi gli spinaci e l'uvetta.  Salare e portare a cottura in circa 10 minuti.  Riprendere gli spinaci tenendo da parte i pinoli e l'uvetta. Frullate gli spinaci, versateli nella padella di cottura dalla quale avrete tolto i pinoli e l'uvetta, aggiungete la panna e restringete la crema.

 

Con l'aiuto di un coppapasta monoporzione posizionate sul piatto di portata un quadratino di spinaci decorandolo con l'uvetta e i pinoli.  Accostatevi una quaglia, copritela con un pochino di sughetto e .....

 

 

ENJOY!

Condividi post
Repost0
20 marzo 2012 2 20 /03 /marzo /2012 18:05

 

Piatti-di-carne 7739

 

 

 

Avrei potuto chiamare la ricetta Ali di pollo al forno due la vendetta, in quanto è già la seconda ricetta con le ali di pollo pubblicata. Ma mi sembrava di annunciare un trailer di un film già visto, indi per cui ho cambiato il titolo.

La sostanza non varia, ali di pollo erano e sono, ma il sapore si è tutta un'altra cosa.

Qui si ritrova il gusto italiano pieno, il rosmarino, la cipolla, il pomodorino condiscono il pollo che diventa dorato e croccantissimo.

 

La ricetta

 

 

Ingredienti per 4 persone

 

12   ali di pollo

2     cipolle rosse piccole

1     ramo di rosmarino

8     pomodorini ciliegia

100 cc di vino bianco secco

        sale e pepe nero q.b.

1      sacchetto grande cuki gelo

         semi di finocchio

 

 

Procedimento

 

Lavate le ali di pollo e controllate che non ci siano residui sulla pelle.

Asciugatele e poi inseritele nel sacchetto di plastica.

 

Preparate a parte in una terrina il condimento, mischiando le cipolle rosse tagliate a fettine con i pomodorini taglia a spicchietti, il rosmarino a ciuffetti, i semi di finocchio ed il vino, sale e pepe nero.  Mescolate  il tutto e versatelo in toto sul pollo. Chiudete il sacchetto e shakerate con ritmo. Mettete in frigorifero e lasciate insaporire per almeno un paio d'ore. Trascorso questo tempo, scaldate il forno a 220°, preparate una placca da forno ricoperta di carta da forno.

Rovesciate il pollo ed il suo contenuto su di essa e cuocete per 35-40' minuti.

Sfornate le ali e servitele bollenti.

 

ENJOY !

Condividi post
Repost0
14 marzo 2012 3 14 /03 /marzo /2012 14:21

 

Piatti-di-carne 7963

 

 

Non si possono sempre fare polpette con la carne trita e neppure polpettoni! 

Con la carne trita e qualche avanzo di arrosto si possono fare però delle galantine.

Sono delle "terrine", diciamo così, di carne che vanno servite fredde.  Possono essere offerte come antipasto, oppure secondo.  La ricetta presentata è veramente semplice, ma ve ne sono alcune molto raffinate, che utilizzano fra i vari ingredienti il prezioso tartufo.

E' un modo diverso di presentare "la solita minestra" per non annoiare il palato e la vista.

 

La ricetta

 

Ingrediente per 4-6 persone

 

400 gr di carne trita scelta di manzo o vitello (a piacere)

150 gr di arrosto cotto (avanzi da freezer oppure in alternativa usare prosciutto cotto)

2           cipolle chiare

1           noce di burro

20        olive verdi denocciolate

2           fette di pane in cassetta

1           goccio di latte

50         gr di parmigiano

1           uovo

1           pizzico di noce moscata

2          cucchiai di giardiniera prevalentemente bastoncini di carote e sedano

             sale, pepe e olio extravergine d'oliva q.b.

 

 

Procedimento

 

In una pentola antiaderente, scaldate l'olio e il burro, versatevi le cipolle affettate sottilmente.  Salate subito, coprite e cuocetele a fuoco basso per 10 minuti.

In un mixer capiente mettete le carni, le cipolle, l'uovo, il pane ammollato nel latte e poi strizzato, il parmigiano, il pizzico di noce moscata, sale e pepe q.b.  e frullate il tutto. L'impasto dovrà essere molto sottile, privo di grumi.

Prendete un foglio di carta da forno, stendete la carne in un rettangolo di 25 x 30 cm e distribuitevi le olive e le verdure della giardiniera.  Arrotolate la carne su se stessa con l'aiuto del foglio di carta e stringete bene le estremetità.

Prendete uno stampo a vostro piacere, io ho usato quello per le tortine del mattino, lungo e scanalato a fettine. Appoggiatevi la carne e premete affinchè prenda la forma dello stampo. Attenzione, la carta da forno non si dovrà rompere, ma contenere per bene il contenuto.

Ricoprite la parte superiore con carta stagnola.  Mettete lo stampo in una teglia da lasagne che contenga acqua bollente che dovrà circondare con il suo calore la teglia della galantina. Il livello dell'acqua dovrà arrivare a 3/4 dell'altezza della tortiera.

Infornate a 190°-200° per 35-40' minuti.  Sfornate, controllate che la carne sia cotta, aprendo solo un pertugio nella carta e se tutto in ordine, lasciate raffreddare.

Non appena a temperatura ambiente, passatela in frigorifero per almeno 4 ore minimo, meglio se una notte intera.

Servite accompagnata da verdura fresca e crostini di pane.

 

ENJOY!

 

Condividi post
Repost0
6 marzo 2012 2 06 /03 /marzo /2012 16:14

Piatti-di-carne 7870

 

 

 

Un po' di colore di primavera in una giornata ancora freddina e plumbea. In questi giorni cerco il sole .

Un coniglio agrettino perchè cotto in padella con la giardineria sott'aceto. Un azzardo? Forse, ma perchè no!

 

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

 

1 coniglio tagliato a pezzi

1 confezione grande di giardiniera sottoaceto +

1 confezione piccola di giardiniera sottoaceto

1 cucchiaio di capperi

1 cipolla rossa di media grandezza

1 spicchio d'aglio

1 foglia di alloro

50 cc di vino bianco

    olio extravergine d'oliva, sale e pepe q. b.

    foglioline di rughetta fresca e di origano fresco.

 

Procedimento

 

Mettere a bagno in acqua fredda il coniglio a pezzetti e lasciarlo sotto un filo di acqua corrente per almeno 45' minuti.

Quest'operazione serve a sbianchire un po' la carne ed a togliere il sapore "selvatico" del coniglio.

In una padella larga antiaderente scaldare l'olio, la cipolla, l'aglio e l'alloro.  Lasciare insaporire, disporre i pezzi di coniglio, salare e pepare. Lasciare rosolare da entrambi i lati affinchè il coniglio si colori un poco, spruzzare con vino bianco, lasciarlo evaporare e poi versare la giardiniera del barattolo grande ed i capperi.

Fate cuocere a fuoco lento per 40' minuti, poi trascorso questo tempo, aumentate la fiamma e fate rapprendere il sughetto e colorire la carne, aggiungete l'ultima parte di giardiniera e portate a cottura finale.

Servite cosparso di foglioline di erbe aromatiche fresche.

 

ENJOY!

Condividi post
Repost0
25 febbraio 2012 6 25 /02 /febbraio /2012 15:05

Piatti-di-carne 7713

 

 

Vorrei avere un BBQ grande come una casa, ma non ce l'ho e allora mi ingegno per poter ottenere più o meno lo stesso risultato, senza carbonella e senza fumo odoroso di brace.

Le ali di pollo sono uno dei pezzi di carne più economici che ci possano essere, ciò nonostante se condite a piacimento possono essere molto gustose.

Il piatto di oggi è un esempio di misto asian-mediterranean food, vi tocca leggere per capire.

 

Ecco la ricetta

 

 

Ingredienti per 4 persone

 

12   ali di pollo

1      succo di 1 intero limone

2      cucchiai di soya dolce

1      cucchiaio colmo di miele millefiori

1      cucchiaio scarso di olio extravergine di oliva

1      cucchiaino colmo di curcuma

1      cucchiaino scarso di zenzero in polvere

1      punta di cucchiaino di peperoncino in polvere

1      sacchetto grande cuki gelo

1      paio di limoni per decorazione

 

 

Procedimento

 

Lavate le ali di pollo e controllate che non ci siano residui sulla pelle.

Asciugatele e poi inseritele nel sacchetto di plastica.

 

Preparate a parte in una terrina il condimento, mischiando tutti gli ingredienti di cui sopra.  Sbattete il tutto e versatelo in toto sul pollo.

Chiudete il sacchetto e shakerate con ritmo. Mettete in frigorifero e lasciate insaporire per almeno un paio d'ore.

Trascorso questo tempo, scaldate il forno a 220°, preparate una placca da forno ricoperta di carta da forno.

Rovesciate il pollo ed il suo contenuto su di essa e cuocete per 35-40' minuti.

Sfornate le ali e servitele con degli spicchietti di limone fresco.

 

ENJOY !

Condividi post
Repost0
23 febbraio 2012 4 23 /02 /febbraio /2012 11:41

Piatti-di-carne 7678

 

 

 

Ogni tanto un pochino di bollito con un'insaltina colorata non guasta, se poi aggiungiamo anche una salsa alle noci, ricotta e acciughe, il sapore è assicurato.

Ecco la ricetta.

 

 

Ingredienti per 4-6 persone

 

 

Ingredienti per la cottura di 1 pollo

 

1          pezzo di coppa di maiale da 1,5 kg 

1          foglia di alloro

100 cc di vino bianco

1          cucchiaino di bacche miste

3          cucchiai di gambi di finocchio e barbette tagliate a dadolata

3          cipolle dorate

4          carote

3          liste di buccia di limone

3   lt     di acqua

1          pomodorino ciliegia

 

 

Ingredienti per l'insalata

 

1           cespo di trevisana

1           finocchio

3           arance a pasta gialla

1           paio di cucchiai di frutta secca mista salata

             arachidi, pistacchi, mandorle

1           carota

1           zucchina

             sale, pepe, olio extravergine d'oliva q.b.

             gocce di salsa di aceto balsamico

 

 

Ingredienti per la salsa-crema

 

250 gr di ricotta fresca

1          paio di cucchiai di salsa di noci

1          confezione di acciughine (circa 30 gr)

 

 

Procedimento

 

Preparate un court bouillon con tutti gli aromi sopra menzionati.  Tagliate le cipolle con la buccia a metà nel senso della larghezza e fatele tostare senza condimento in una pentola antiaderente. Non appena colorano, toglietele e mettetele nel brodo. Esse daranno più sapore e colore al brodo.

Non appena il court bouillon ha preso consistenza, versatevi il pezzo di coppa, precedentemente lavato e pulito da ogni residuo.

Lasciatelo cuocere per 1 ora e 40 minuti. Poi, scolatelo dal brodo e disponetelo su di un piatto.

Copritelo con una insalatiera e lasciatelo raffreddare almeno 3-4 ore.

 

Mentre il bollito si raffredda prepariate la salsa in velocità.  Tagliuzzate finemente le acciughine e mischiatele alla ricotta e alla salsa di noci. Ottenete un composto omogeneo che volendo potete correggere con un pizzichino di sale, ma attenzione, perchè le acciughe hanno già un notevole impatto.

Tenete in frigorifero fino al momento dell'utilizzo.

 

Prepariate anche l'insalata.  Tagliate le arance a vivo, praticamente, incideTe in profondità la buccia e toglietela dal frutto.

Incidete ogni nervatura dello spicchio, prima a destra e poi a sinistra. Estrarre lo spicchio.

Tagliare a listarelle sottili con l'ausilio di un pelapatate la carota e la zucchina. Ottenete delle tagliatelle sottili.

Affettate finemente la trevisana e il finocchio. Mischiate le verdure e conditele con l'olio, sale, pepe.

 

Riprendete il bollito tagliatelo a fette, disponetele nel piatto e adagiatevi sopra ciuffetti di crema-salsa noci, ricotta.

A fianco posizionate l'insalata ed intorno gli spicchi di arancia.

Spolverate qua e là con le arachidi, pistacchi e mandorle salate e distribuite qualche goccia di salsa di aceto balsamico.

 

 

ENJOY!

 

 

 

Condividi post
Repost0
16 febbraio 2012 4 16 /02 /febbraio /2012 11:25

Piatti-di-carne 7512

 

 

Una bistecchina con un contorno dolce  di pere, una cremina di vino bianco e tanto pane per "pucciare"!

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

2    filetti di maiale

3    pere William

1    spicchio d'aglio

3    cucchiaini di farina 00

50  cc di vino bianco secco (ma anche di più, a piacere)

1    mezzo bicchiere di acqua calda

2    noci di burro

      olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

 

Procedimento

 

Pareggiare la carne, togliere l'eventuale pellicina bianca in eccesso e tagliare fette di 2 cm di spessore.

Scaldare l'olio extravergine e l'aglio in una pentola antiaderente, adagiarvi la carne preventivamente salata e pepata, farla rosolare a fuoco vivace prima da un lato e poi dall'altro in totale 8 minuti.  Rimuoverla dalla padella e adagiarla su di un piatto di servizio.  Conservare i grassi e i succhi di cottura, nei quali stempererete la farina, formando un roux (un impasto cremoso), salatelo leggermente e poi irroratelo con il vino bianco secco. Fate evaporare e poi aggiungete il biacchiere d'acqua calda o se ne aveste un bicchiere di brodo di pollo.

Portate al bollore mescolando con cura per evitare che si formino grumi.

 

Nel frattempo, sbucciate le pere, tagliatele a fettine, rosolatele immediatamente in una pentola nella quale avrete sciolto il burro.  Salate pochissimo e cuocete fino a che non siano dorate. Comunque non più di 8-10 minuti.

 

Riprendete la carne, versatela in padella e lasciatela scaldare e avvolgere dalla salsa. 

Servite nei piatti con contorno di pere.

 

ENJOY!

 

 

 

Condividi post
Repost0
1 febbraio 2012 3 01 /02 /febbraio /2012 18:37

Piatti-di-carne 7446

 

 

Saltimbocca, mi piace questa parola. E' gioiosa, un invito a godere di un buon cibo.

La ricetta non è come l'originale, in quanto disponevo di alcuni ingredienti non proprio  doc e dunque ho eseguito una simil-variante.

Lo speck al posto del prosciutto crudo, la lonza al posto del vitello.

L'insieme cromatico niente male e la morbidezza della mousseline accompagna il gusto saporito della carne.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

 12    fettine di lonza

 12    fettine di speck

 12    foglioline di salvia

    1    cucchiaio di farina 00

100   cc di vino bianco

  50   cc di brodo vegetale

     6   patate grandi

     1   spicchio d'aglio

500   cc di latte

          olio extravergine d'oliva, sale e pepe

     1   paio di noci di burro

 

 

Procedimento

 

Pelate le patate, tagliatele a tocchetti. Versatele in una pentola con il latte e lo spicchio d'aglio con la buccia.

Ponete sul fuoco e portate a cottura. 

Scolatele dal latte (senza buttarlo) con l'aiuto di una schiumarola. Versatele in un'insalatiera e con un frullatore a immersione, rendetele in purea.  Aggiungete di volta in volta il loro latte ancora caldo al fine di ottenere una crema morbida e consistente.  Assaggiatela e regolatela di sale. Tenete in caldo a bagnomaria.

 

Nel frattempo, pareggiate la carne, salatela e pepatela. Disponete su di ogni fetta, una fettina di speck e una foglia di salvia. Fissate con uno stuzzicadenti.

In una pentola antiaderente, scaldate l'olio e una noce di burro. Mettete a cuocere le bistecchine prima su di un lato e poi sull'altro, in totale 8 minuti .

Togliete le bistecchine dalla pentola e aggiungete al grasso la farina. Fatene un roux, cioè un impasto che cuocerete per pochi minuti, fino a che diventi di color beige.  Diluite con il brodo, ottenete una cremina che stempererete nuovamente con il vino.

Non appena si rapprende, rintroducete in padella le bistecchine, affinchè si riscaldino e s'insaporiscano. 

 

Servite bollenti con 3 saltimbocca a commensale e ....

 

ENJOY!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Condividi post
Repost0
29 gennaio 2012 7 29 /01 /gennaio /2012 13:22

Piatti-di-carne 7367

 

 

Non ho un freezer grande, anche perchè prediligo fare una spesa unica alla settimana con qualche puntatina dell'ultimo minuto se proprio mi manca quell'ingrediente, ma ciò nonostante, ogni tanto  trovo dentro al freezer sacchetti con scritte che mi indicano, che il tempo di conservazione è quasi scaduto e che quindi è ora di provvedere a cuocere quel tal contenuto.

Ebbene, è stato così per gli stinchi di oggi e la cotenna.  Comprati separatamente per due scopi differenti oggi gridavano vendetta. Letto - fatto.

Stinchi con cotenne e crauti viola.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

4        stinchi di maiale senza cotenna

1        rettangolo di cotenna da 20 x 20

2        spicchi d'aglio

4        scalogni grandi

3        cucchiaini di semi di finocchio

2        cucchiai di trito di erbe aromatiche miste, fresche e precisamente:

          rosmarino, salvia, maggiorana, dragoncello, origano, aneto

3       foglie di alloro

200  cc di vino bianco

         sale e pepe q.b.

 

1       piccolo crauto viola

1       spicchio d'aglio

1       noce di burro

1       paio di cucchiai di olio extravergine d'oliva

1       cucchiaino di zucchero

1       spruzzata d'aceto di vino bianco o di mele

         sale q.b.

 

 

Procedimento

 

La sera prima, tritate tutte le erbe insieme all'aglio ed il sale. Ottenetene un impasto con il quale coprirete gli stinchi.

Pepateli  e adagiateli su di un piatto. Ricopriteli con pellicola trasparente e metteteli in frigorifero a riposare.

Sempre la sera prima, sbollentate la cotenna per 20 minuti.  Scolatela e tagliatela a listarelle.  Incidetela leggermente e tenete da parte in frigorifero.

 

Il giorno di cottura, preparate una pentola larga da forno, rivestitela di carta da forno, adagiatevi gli scalogni divisi a metà, le foglie di alloro, un rametto di rosmarino. Riprendete gli stinchi, avvolgeteli con le striscette di cotenna, posizionateli nella padella e aggiungete il vino.

Pepate e salate ancora un pochino, tenete da parte.

 

Accendete il forno a 220°, lasciatelo scaldare per bene, poi introducete la pentola con gli stinchi e lasciateli cuocere a questa temperatura per 15' minuti, poi abbassatela a 180° e lasciate cuocere per 2 ore.

Controllate di tanto in tanto, in ogni caso la temperatura ottimale dello stinco è sugli 85-90°.

 

A mezz'ora dalla fine della cottura cuociamo i crauti.

Tagliateli sottili, come fossero tagliatelline, prendete il wok, scaldatevi aglio, olio e noce di burro. Versate i crauti, lasciate insaporire per 5' minuti, salate subito e coprite con il coperchio per 5 '.

Scopriteli e fateli cuocere a fiamma vivace per pochi minuti, spruzzateli di aceto, lasciatelo evaporare e poi aggiungete lo zucchero.

Mescolate con cura e serviteli caldi con senape dolce.

 

Riprendete gli stinchi ed accompagnateli con i crauti e la senape.

 

ENJOY!

 

 

 

 

Condividi post
Repost0
26 gennaio 2012 4 26 /01 /gennaio /2012 20:53

Piatti-di-carne 7327

 

Lo Yorkshire pudding non è dolce e molti lo conosceranno associato al Roastbeef e salsa al rafano.

Tipico sformatino inglese che funge da raccogli gravy sauce, in questa versione è stato usato per la salsa del filetto di maiale, che come già detto in precedenti post, certamente è diverso, ma costa meno ed è buono lo stesso.

La ricetta che pubblico oggi è solo del filetto, domani il pudding. Eccola.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

1       filetto medio di maiale (due se fossero piccoli)

1       cipollina dorata piccola piccola

1       spicchio d'aglio

1       noce di burro

1       cucchiaio abbondante di farina 00

2      cucchiaini di bacche miste

1      bicchierino di Sherry o di Porto

2      mestoli di brodo vegetale o di pollo (quello che avete a disposizione)

150 cc di panna fresca

        olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

 

 

Procedimento

 

Pareggiate la carne, togliete i filamenti di grasso in eccesso e tagliate delle fettine di 2 cm di spessore.

In una padella antiaderente scaldate l'olio, la noce di burro, la cipollina tagliata a julienne, lo spicchio d'aglio.

Lasciate insaporire, poi adagiatevi il filetto, salate e pepate.  Cuocete due minuti per parte.  Togliete la carne dalla padella, le cipolle e l'aglio.  Mantenete però in padella i succhi della carne e i grassi.

Versate in padella la farina, formate un roux (cioè un impasto morbido di farina e grasso), fatelo tostare e divenire beige scuretto, versatevi lo sherry ed  i mestoli di brodo, mescolando con cura per evitare la formazione di grumi.  Fate rapprendere e cuocere per 5 minuti, poi aggiungete la panna, poco per volta e le bacche un pochino pestate.

Mescolate sempre la salsa, perchè tende a rapprendersi in fretta e a formare grumi.

Non appena la salsa ha un leggero bollore, adagiatevi il filetto cotto in precedenza, lasciatelo navigare nel sughetto per qualche minuto, affinchè si scaldi per bene.

Porzionate nei piatti di servizio accompagnandolo con scalogni brasati oppure con Yorkshire pudding come da foto.

 

ENJOY!

 

P.S. se la salsa vi sembrasse poca, potete aumentare la quantità della panna, aggiustando poi di sale e pepe la salsa.

 

Condividi post
Repost0

Presentazione

  • : foodforfun.over-blog.it
  • : Per giocare con il cibo e trasformare gli alimenti in qualcosa di goloso... ma non solo cibo, talvolta fiori, talaltra libri, curiosando qua e là.
  • Contatti

Traduttori

 

Ricerca

EXPO 2015

01_Cover_Logo_1280x400_OK.jpg

foodforfun.over-blog.it

Norme - Copyright © 2021

QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITA' . PERTANTO NON PUO' CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 07/03/2001  

FOODFORFUN.OVER-BLOG.IT  By BettaRoberta Cecconi - All rights reserved

 

 

 

  

 

 

 

indicizzazione motori ricerca