750 grammes
Tutti i nostri blog di cucina Segui questo blog Administration + Create my blog
29 aprile 2011 5 29 /04 /aprile /2011 19:45

Stuzzichini-salati 3658

 

 

Stuzzichini-salati 3663

 

 

 

Girandoline e caramelline molto rapide per  improvvisare un aperitivo dell'ultimo momento.

Basta avere in casa un rotolo di pasta sfoglia ed una confezione di pancetta arrotolata ed il gioco è fatto.

Gli amici stuzzicheranno il loro appetito con un salatino caldo, appetitoso ed inaspettato.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

1   rotolo di pasta sfoglia

1   confezione di pancetta arrotolata

 

Procedimento

 

Srotolare la pasta sfoglia, tagliarla a liste larghe 5 cm.  Sovrapporre nel senso della lunghezza una fetta srotolata di pancetta a completa copertura della sfoglia.  Ricoprire con un'altra lista e procedere con l'arrotolamento della stessa per ottenere una girandola che taglierete a metà nel senso della larghezza.

 

Per le caramelle : cambia solo la fase del taglio e si evita l'arrotolamento.  Le liste devono essere tagliate a 4 cm di lunghezza e piegate di mezzo giro, come incartare una caramella.

 

Riporre le sfogliatine su carta da forno e cuocere in forno caldissimo , 220°, per 15-20' minuti, non appena dorate.

 

ENJOY!

Condividi post
Repost0
16 aprile 2011 6 16 /04 /aprile /2011 20:05

Stuzzichini-salati 3413

 

 

Very busy week!!!  Settimana molto intensa sotto il profilo professionale che mi tiene e terrà lontano dalla cucina fino penso a martedì prossimo.  Quindi quello che pubblico è proprio qualcosina di semplice e di "arrabattato" fra i barottoli del frigorifero per poter fare uno spuntino veloce ma pur sempre con un po' di fantasia.

Nel titolo ho scritto crostini con crema di fagioli e "companatico" in quanto non volevo tediare con la lista degli ingredienti.

Di fatto si tratta di acciughine, cipolla, asparagi e pancetta per sapore, colore e croccantezza aggiunta.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

2  baghette

2  cipolle bianche

1  confezione di acciughine

1  mazzo di asparagi freschi

200 gr di pancetta affumicata

1  barattolo di crema di fagioli (in alternativa 2 barattoli di fagioli in scatola)

olio extravergine d'oliva

sale e pepe q.b.

 

 

Procedimento:

 

FAGIOLI

Ricordate la vellutata di cannellini usata per l'astice? Beh, ne avevo avanzata un po' e l'ho messa nel freezer.

Scongelata, l'ho riscaldata leggermente e poi spalmata sui crostini di pane.

Nel caso in cui non ne aveste, ripubblico il procedimento per ottenerla nel modo "canonico" ed in quello semplice.

 

Ammollare i cannellini per 12 ore. 

Ad ammollo avvenuto, cuocere i cannellini in una pentola di acqua bollente e NON salata, alla quale si dovrà aggiungere uno spicchio d'aglio ed una foglia d'alloro.  Il sale rende la buccia dei legumi molto dura, meglio salarli a fine cottura. Non appena cotti, frullarli e passarli al chinoise per togliere le bucce. Tenere da parte. Nel frattempo, in un'altra pentola antiaderente, scaldare aglio, olio, peperoncino, rosmarino ed alloro. Versarvi la vellutata di cannellini, salare e pepare solo un pochino.

 

OPPURE

 

Usare i cannellini in scatola di buona qualità, frullarli e passarli al chinoise per evitare le bucce. Nel frattempo, in un'altra pentola antiaderente, scaldare aglio, olio, peperoncino, rosmarino ed alloro. Versarvi la vellutata di cannellini, salare e pepare solo un pochino.

 

ASPARAGI

Pulire gli asparagi togliendo le loro basi ed eventuali filamenti e bollirli per 10' minuti in acqua bollente salata. Scolarli e passarli sotto acqua fredda corrente. Tagliarli a misura di crostino e tenere da parte.

 

 

CIPOLLA

Sbucciare e tagliare la cipolla a fettine.

Versarle in un pentolino con acqua fredda e portare a bollore. Scolare e ripetere l'operazione per altre 2 volte.

In un tegamino antiaderente, scaldare un goccino d'olio e far soffriggere le cipolle a fuoco moderato fino ad ottenere una leggera doratura delle cipolle.  Tenere da parte.

 

PANCETTA

Rosolare la pancetta in  un tegamino antiaderente. Non occorre aggiungere alcun tipo di grasso. Quello contenuto nella pancetta basta.  Non appena croccante, scolarla e tenere da parte.

 

BAGUETTE

Tagliare le baguette a fetta di salame.  Tostare il pane sotto il grill del forno, al massimo del calore.

 

FARCITURA

Spalmare generosamente le fette di pane con la crema di fagioli, distribuire due punte di asparagi ed una pioggerellina di pancetta su alcuni crostini, mentre su altri farcire con fettine di cipolla ed un'acciughina arrotolata.

Una spolverata di pepe e ENJOY !

 

 

 

 

Condividi post
Repost0
8 aprile 2011 5 08 /04 /aprile /2011 19:11

 

 

 

 

Stuzzichini-salati 3365

 

 

 

Non appena arriva  Aprile e la Pasqua s'avvicina, ritornano fra le mie ricette le uova di quaglia.

Sono molto delicate di sapore rispetto a quelle di gallina e più digeribili.

Spesso le uso sode nell'insalata niçoise, un po' di senape, un'acciughina..... magari fra un po' la pubblico.

Questa volta le ho cotte in padella, appoggiate su di un nido di barba di frate saltata.

La croccantezza è del pane che è stato abbrustolito in padella.

 

La ricetta

 

Ingredienti

 

3  uova di quaglia a commensale

3  fette di pane in cassetta a commensale

2  confezioni di barba di frate (500gr circa)

     sale e pepe q.b.

1  spicchio d'aglio

    olio extra vergine d'oliva

    burro

 

 

 

Preparare le barbe di frate tagliando le radici rossastre e lavandole con cura.

Sbollentarle in abbondante acqua salata per 10' minuti. Scolarle e passarle sotto acqua fredda.

In una pentola antiaderente , scaldare l'olio e l'aglio e versarvi la verdura, salare ed insaporire per pochi minuti.

Mantenere in caldo-tiepido.

 

Tagliare con un coppapasta circolare le fette di pane.

In una pentola antiaderente scaldare un goccino d'olio. Disporre le fette di pane distanziate le une dalle altre e lasciar tostare da entrambi i lati. Devono risultare dorate.

Togliere dal fuoco e disporrle su piatti di servizio.

 

In una padella antiaderente scaldare una noce di burro.

Rompere le uova singolarmente e versarle in una bacinella.

Prelevare con un cucchiaio da minestra ogni singolo uovo ed adagiarlo nel tagamino.

Quest'operazione permetterà di evitare di rompere il tuorlo e di dare una forma regolare all'albume.

Cuocere per  2 minuti.

Togliere ogni singolo uovo con l'ausilio di una paletta.

 

Disporre i crostini, le barbe di frate arrotolate a nido, e sopra di esse l'ovetto.

Pepare e volendo aggiungere una sfoglia di tartufo.

 

ENJOY!

 

 

 

 

 

Condividi post
Repost0
30 marzo 2011 3 30 /03 /marzo /2011 21:06

 

 

 

 

 

Ho già scritto del brutto virus, che il mio PC si è preso.

Portato dal tecnico è ritornato in ottima forma ... speriamo per lungo tempo.

Durante la sua assenza, sono stata ospitata da amici, (che ringrazio), che mi hanno concesso l'uso del loro computer.

Nella fretta di scrivere e per non disturbare più del dovuto, mi sono accorta solo a pubblicazione eseguita, che nel piatto "Frittatina alla rucola con ripieno di tonno e patate"  mi è rimasta una frase "nella tastiera".

Ciò che volevo scrivere come incipit era :

 

" Più che una frittata trattasi di una mezza crépe, infatti nell'impasto è compreso anche un cucchiaio di farina 00 e 50cc di latte".

 

Della serie  :  "USA GLI OCCHIALI"!!!!!

 

Condividi post
Repost0
29 marzo 2011 2 29 /03 /marzo /2011 12:29

IMG 2975

 

 

Infatti  nell’impasto è compreso un cucchiaio di farina 00 e 50 cc di latte.

E’ una buona entrée, freschissima in estate e piacevole in questa stagione se servita a temperatura ambiente.

La frittatina con all’interno qualche fogliolina tagliuzzata  di rucola sembra diventare   un nastrino colorato.

La crema è sostanziosa perché contiene patate, tonno, acciughe e paté di olive, molto mediterraneo come gusto.

Ecco la ricetta.

 

Ingredienti per 4 persone

 

3             uova intere

1             cucchiaio colmo di farina 00

50cc       di latte

2             cucchiai di parmigiano

1             manciatina di rucola

240gr     di tonno al naturale

4             filetti di acciughe sott’olio

2             cucchiaini di paté d’olive

1             cucchiaino di capperi (se piacciono)

400gr     patate lessate

                Sale, pepe ed olio extravergine

 

Procedimento

 

In una pentola con acqua fredda versare le patate e lessarle.

A cottura ultimata scolarle, sbucciarle e ridurle in purè.

 

In una terrina sbattere le tre uova, il parmigiano, il ciuffetto di rucola, sale e pepe.

Separatamente sbattere il latte e la farina.  Unire i due composti e lasciare riposare almeno 30’.-

A riposo avvenuto, riscaldare 2 cucchiai di olio d’oliva in una larga e bassa padella antiaderente. Versarvi il composto e cuocere una frittatina sottile.

A cottura ultimata stendere la frittata su di un foglio di carta da forno e lasciarla raffreddare.

 

In una terrina frullare il tonno, le acciughe, il paté d’olive ed i capperi. Aggiungere sale ed 1 cucchiaio d’olio per emulsionare.  Aggiungere il composto al purè di patate e formare una crema uniforme.

Stendere la crema sulla frittata raffreddata e con l’aiuto della carta da forno arrotolarla formando un cilindro.

Richiudere i bordi di carta e riporre in frigorifero per un paio d’ore per facilitare il taglio.

 

Servire a fette cosparse di scaglie di grana e con olive nere e qualche ciuffetto di insalatina.

 

ENJOY  !

 

Condividi post
Repost0
22 marzo 2011 2 22 /03 /marzo /2011 22:47

IMG 2894 (2)

 

 

 

Della serie che di colore non se ne ha mai abbastanza e che mi piace l'allegria nel piatto, propongo una millefoglie salata che può essere servita come antipasto.

Sinceramente è anche un buon piatto unico, composto da formaggio, verdurine saltate e  pasta sfoglia, che di per sé è già nutriente e ricca.

 

Mi piace molto l'insieme ed il gusto non è niente male, almeno per me!

 

La ricetta:

 

Ingredienti per 4 persone.

 

1       rotolo di pasta sfoglia

3       zucchine di media grandezza

1       peperone giallo

4       carotine

7       pomodorini ciliegia

1       confezione di ricotta (250gr)

1       confezione di robiola (70gr)

         alcune foglie di basilico ed origano

         olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

3      spicchi d'aglio

1      ciuffettino di rucola

        il succo di mezzo limone

 

Scaldare il forno a 220°.  Preparare due teglie rivestendole con carta da forno.  Srotolare la sfoglia e con un coppapasta ritagliare dei piccoli cerchi.  Stenderli sulle teglie ed infornarli fino a doratura completa, in ogni caso non oltre 15 minuti.

 

Preparare le verdure, lavandole e tagliandole in brunoise (cioè in piccoli quadratini).

In tre pentole separate,  scaldare gli spicchi d'aglio e l'olio. Non appena caldo, versare in una le zucchine, in una i peperoni e nell'altra le carote.

Lasciare insaporire le verdure e girarle costantemente. Portarle a doratura ma mantenere la croccantezza salando solo nel momento finale.

Toglierle dal fuoco ed unirle fra loro in un unico piatto.

A parte, lavare, tagliare a dadini i pomodori. Salateli, conditeli con olio extra vergine, foglie di basilico e pepe.

Aggiungeteli al resto delle verdure solo in ultima fase.

 

La crema:  unire la robiola alla ricotta, aggiungere pepe ed eventualmente salare leggermente

 

L'emulsione di rucola:  versate in un miscelatore il succo di limone, la rucola, l'olio ed un pizzico di sale.

Tritate il tutto con un minipimer fino a che gli ingredienti non si fondino in crema.

 

Riprendete le sfogliette calde ed apritele a metà come se fossero dei panini.

Ponete una base di sfoglia su di un piatto da portata, incominciate a guarnire con un cucchiaio di crema ed uno di verdure, salendo di strato in strato fino ad un'altezza da voi desiderata.

Concludere la millefoglie con il coperchietto di sfoglia.

 

Versare intorno a cerchio, un cucchiaio di emulsione di rucola.

 

ENJOY !

 

 

 

 

Condividi post
Repost0
9 marzo 2011 3 09 /03 /marzo /2011 20:08

IMG 2619 b

 

 

 

Dunque, sono stata molto indecisa sul pubblicare o meno questa ricetta, perchè in famiglia è piaciuta, ma a me non molto.

Trattasi di uno stuzzichino, fresco che forse sarebbe meglio mangiare più avanti nel tempo e che forse per la consistenza, il fatto che va servito non caldo, devo dire che non mi ha convinto granché.

Però in considerazione del fatto che "gusti son gusti" pubblico la ricetta per chi la vorrà eseguire.

 

La ricetta:

 

250 gr di pane toscano

200 gr di cannellini

12   olive nere -greche al forno.

  1   cuore di sedano

  3   scalogni

  2   cucchiai di aceto di vino bianco

  1   cucchiaio di aceto balsamico

       olio di oliva extravergine

       sale, pepe e peperoncino

300 gr di brodo vegetale

 

500 gr di barba di frati

1     spicchio d'aglio.

 

 

Sminuzzate il pane in una terrina, conservandone una fetta che dovrà essere tostata.

Lavate e tagliate il cuore di sedano molto sottilmente. Snocciolate le olive e sminuzzatele grossolanamente.

Sbucciate gli scalogni e tagliateli a rondelle sottili  e versateli in un pentolino con acqua fredda. Ponete il tegame sul fuoco e portate a bollore, scolate e ripetete l'operazione per altre due volte. Ciò serve a rendere lo scalogno leggermente meno intenso.  Al terzo passaggio scolate e risciacquate sotto acqua fredda.

 

Riprendiamo il pane sminuzzato, aggiungiamo il brodo in piccole quantità, poco per volta, fino a che il pane non ne venga intriso ma rimanga ancora consistente.

Strizziamo leggermente il pane che trasferiremo in un'altra bacinella in cui aggiungeremo il sedano, le olive, il sale, il pepe, un pizzico di peperoncino ed i fagioli cannellini precedentemente schiacciati con una forchetta, nonché le rondelline di scalogno. Mescoliamo il tutto e versiamo un cucchiaio di olio extra vergine, due cucchiai di aceto di vino bianco. Mescoliamo ed infine aggiungiamo l'aceto balsamico. 

Foderiamo degli stampini con pellicola trasparente, adagiamo una cucchiaiata di composto e lasciamo in frigor per un paio di ore ad insaporire.

 

A parte laviamo, puliamo e bolliamo per 5' minuti in acqua bollente salata la barba di frate. Scoliamola e  passiamola in acqua fredda per fermare la cottura e mantenere il colore.

In una pentola soffriggere lo spicchio d'aglio, l'olio ed aggiungere la verdura. Salare e pepare. Cuocere per 4' minuti, giusto il tempo per insaporirla.

 

Servite la panzanella sulla quale avrete sbriciolato il pane croccante accompagnata da barba di frate con gocce di olio extravergine ed aceto balsamico.

 

ENJOY !

 

Condividi post
Repost0
6 marzo 2011 7 06 /03 /marzo /2011 20:00

IMG_2530.jpg

 

 

 

Così come appare nella foto si può considerare come un secondo piatto, ma se diminuiste la quantità a tre tartine diventerebbe un simpatico antipasto colorato di abbastanza rapida esecuzione.

 

La Ricetta :

 

3       mazzancolle a commensale.

120 gr   di pancetta arrotolata (quantità per almeno 12- tartine)

        pane in cassetta - in base al numero delle mazzancolle

500 kg di pisellini fini surgelati  

        olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

     1 spicchio d'aglio

     

 

Procedimento

 

In una padella antiaderente scaldare l'olio e l'aglio, aggiungere i piselli, salare,  pepare e far cuocere a fuoco moderato. A cottura ultimata, frullate i piselli e passateli al chinoise. Se il composto risultasse troppo compatto, diluitelo a piacere o con un poco di brodo oppure con un po' di panna.  Tenetelo in caldo fino al momento in cui sfornerete i gamberi.

 

Tagliare dei rettangolini di pane sui quali poserete le mazzancolle, a cui avrete precedentemente tolto il guscio ed il midollino. 

Avvolgete il pane e la mazzancolle in una fetta di pancetta arrotolata ed adagiate il tutto sulla placca da forno rivestita da carta da forno.  Infornate per 5-6 minuti a forno  a 220°.  La pancetta dovrà sciogliersi leggermente ed il pane abbrustolirsi.

 

Stendete sul fondo di un piatto un cucchiaio abbondante di puré di piselli, adagiatevi le mazzancolle e servite.

ENJOY !

 

 

 

Condividi post
Repost0
26 febbraio 2011 6 26 /02 /febbraio /2011 20:39

IMG 2488 (2) AB

 

 

Oggi non è stata una giornata così edificante in cucina!  Sono partita con mille idee in testa e così ho combinato dei pasticci a cui poi ho dovuto porre rimedio.  Ma andiamo con ordine, almeno ora.

Dunque il programma era :  eseguire tartellette ripiene di crema di piselli, zucca, pomodoro; preparare baci di dama salati farciti di crema al formaggio; produrre focaccine al rosmarino e focaccine condite con zucchine e peperoni. Tutto questo per cenare spizzicando qua e là.

Quindi sono partita alle 9:00 con gli impasti; prima quello dei baci, poi la pasta da pane, poi la brisée per le tartellette.

Ok, per i baci, ok per la pasta da pane. Un disastro per le tartellette. Non so cosa sia successo, la brisée è rimasta dura e sfregugliata. Forse poco burro, (ma normalmente la eseguo così e non mi è mai accaduto) forse i tuorli troppo piccoli. Insomma un insuccesso. Ma ormai avevo usato farina, uova e burro e non mi piace proprio sprecare il cibo. Ho tentato di preparare almeno una decina di tartellette e con il resto della pasta ho fatto dei biscottini salati che si potranno usare con dei salumi al posto del pane, come aperitivo.

A lievitazione avvenuta, mi è venuta "la felice idea" di dividere l'impasto e di aggiungere ad una metà delle verdurine saltate nell'aglio e nell'olio, tali zucchine e peperoni a dadini.

IMG 2493 FGrave errore!  Ho interrotto la lievitazione e la pasta è diventata molto liquida. Per porre rimedio, ho aggiunto altri due etti di farina e ho fatto ripartire la lievitazione.

Ho atteso ancora un'ora ed ho ottenuto una pasta molto morbida, ancora appiccicosa, che però sono riuscita a stendere e che cuocendo nel forno caldissimo ha dato un suo risultato (soddisfacente).

Mentre gli impasti cuocevano ho preparato le verdure ed i legumi.  I piselli sono stati passati al chinoise per ottenere una buona crema senza bucce, la zucca è stata frullata ed i pomodori (che qui per altro non appaiono) sono stati sbollentati, sbucciati e passati, nonché messi a scolare della loro acqua.

Nel frattempo, siccome "mi annoiavo?!?!?" ho lessato dei cavoli ricciuti, scolati e saltati in olio e aglio.

Alle 15.30 Big Ben ha detto stop.

Cosa ho ottenuto?  Due barattoli di crema di verdure -1 barattolo di passata di pomodoro da insaporire- 1 scatola di biscotti, 1 scatola di baci di dama, 1 kg. di pane!

 

Ecco le ricette:

 

Baci di dama:

 

125 gr di burro

125 gr di pecorino

125 gr di farina 00

125 gr di fecola

125 gr di farina di mandorle

crema al formaggio

 

Miscelate la farina di mandorle ed il pecorino.  Aggiungete il burro ammorbito e le farine rimanenti. Ottenere una palla che metterete in frigorifero avvolta in pellicola trasparente per 30' minuti.

Accendete il forno e settatelo a 160°.  Preparate la teglia con della carta da forno. Estraete la pasta e con lo scavino ottenete delle palline che distanziarete l'una dall'altra sulla teglia.

Infornate e cuocete per 15 minuti.  I biscottini dovranno risultare lievemente dorati.

Lasciateli raffreddare e poi farcite con crema fresca al formaggio, oppure con un pesto, od a piacere.

 

Pasta brisée

 

300 gr di farina 00

180 gr di burro

2 tuorli d'uova grandi

1 pizzico di sale

 

Miscelare la farina con il burro ed in seguito i due tuorli. Impastare velocemente e passare in frigorifero avvolta in pellicola trasparente.

Rivestire degli stampini per tartellette e cuocere a 200° per 15 minuti.

 

 

Per le farce

 

Piselli

500 gr di piselli

olio

aglio - 1 spicchio

sale

 

Rosolare aglio in olio d'oliva, aggiungere i piselli, lasciar cuocere a fuoco moderato e a pochi minuti dalla cottura salare.

Frullare i piselli con un minipimer e poi passarli al chinoise per togliere le bucce.

Farcire le tartellete con la crema tiepida e servire

 

 

Zucca

 

300 gr di zucca gialla (buccia verde striata Mantovana)

aglio 1 spicchio

olio

rosmarino

sale

pepe

acqua

 

Rosolare aglio, rosmarino in olio d'oliva, aggiungere la zucca a tocchetti, precedentemente decorticata e pulita da ogni filamento. Insaporire con sale e pepe.  Aggiungere un goccino d'acqua e portare a cottura,

Frullare la zucca con un minipimer e farcire le tartellette con la crema tiepida.

 

 

 

Focaccine al rosmarino

 

400 gr di farina bianca 00

100 gr di farina integrale

250 ml di acqua

1 bustina di lievito di birra

20 gr di sale

1 cucchiaio di olio di oliva

rosmarino

sale grosso

 

 

Impastare le farine con il lievito, l'acqua il sale ed il cucchiaio di olio d'oliva.

Ottenere una palla morbida e compatta, lasciare riposare per la lievitazione almeno 1h e 30'.

Stendere la pasta e con un coppapasta incidere delle piccole focaccine.

Spolverarle con grani di sale grosso, foglie di rosmarino ed un goccino d'olio.

Infornare a 220° per 30'.

Sfornare e farcire a piacere.

 

ENJOY  !

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Condividi post
Repost0

Presentazione

  • : foodforfun.over-blog.it
  • : Per giocare con il cibo e trasformare gli alimenti in qualcosa di goloso... ma non solo cibo, talvolta fiori, talaltra libri, curiosando qua e là.
  • Contatti

Traduttori

 

Ricerca

EXPO 2015

01_Cover_Logo_1280x400_OK.jpg

foodforfun.over-blog.it

Norme - Copyright © 2021

QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITA' . PERTANTO NON PUO' CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 07/03/2001  

FOODFORFUN.OVER-BLOG.IT  By BettaRoberta Cecconi - All rights reserved

 

 

 

  

 

 

 

indicizzazione motori ricerca