Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
30 gennaio 2013 3 30 /01 /gennaio /2013 11:26

Zuppe 1774

 

E' una minestrina relativamente veloce, ci sono un po' di passaggi da fare, ma il risultato finale è un'appetitoso intruglio saporito a confortante per il freddo dei "Giorni della Merla".

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

500 gr di vongole

600 gr di pisellini primavera

150 gr di pancetta affumicata

     3 spicchi d'aglio

     1 carota

     1 cipolla

     1 pomodorino ciliegia

     1 foglia di alloro

  70 cc di vino bianco

160 gr di pasta a piacere

     1 cucchiaio di prezzemolo e rucola tritati.

        olio extravergine d'oliva,sale e pepe q.b.

 

NB:  la pasta in foto è fatta in casa con i seguenti ingredienti:

 

150 gr di semola di grano duro

  50 gr di farina integrale

     1     goccino d'olio

            acqua tiepida d'aggiungere a poco, a poco, a seconda del grado di assorbimento della farina.

 

 

Procedimento

 

Se eseguite voi la pasta: setacciate le farine, aggiungete l'olio e l'acqua a filo. Impastate e formate una palla che lascerete riposare per 30 minuti, trascorsi i quali, riprendetere l'impasto e lo stenderete e taglierete nel modo desiderato.

 

Preparate un brodo vegetale: tostate la cipolla tagliata a metà e non sbucciata. Trasferitela insieme alla carota, il pomodorino tagliato a metà, l'alloro e 30 cc di vino bianco in un tegame a bordi alti contenente 2 lt di acqua fresca.

Portate al bollore, regolate di sale e pepe, scolate le verdure e filtratelo. Tenete in caldo.

Cuocete i piselli : in una pentola antiaderente scaldate l'olio, l'aglio e versate i piselli; lasciateli rosolare e poi copriteli con un filo d'acqua. Fate cuocere per 10 minuti, poi salate.   Prelevate 4 cucchiaiate abbondanti e frullatele; passate la purea di piselli allo chinoise per ottenere un composto liscio e privo di bucce. Tenete in caldo.

Lavate le vongole, pulitele bene da ogni residuo sabbioso, poi in un tegame antiaderente scaldate l'olio, l'aglio e un gambino di prezzemolo, gettate le vongole, salate pochissimo, versate il vino e coprite la pentola con coperchio. Cuocete a fuoco altissimo per pochi minuti, giusto il tempo che le conchiglie si aprano.  Pepate e tenete in caldo.

Rosolate la pancetta in una padella antiaderente ben calda e priva di qualsiasi grasso.  Non appena dorata, scolatela e tenetela in caldo. Riprendete il brodo vegetale, portatelo al bollore, versate la pasta e cuocetela al dente.  A pochi minuti dalla fine della cottura, versate nel brodo la purea di piselli, le vongole ed il loro sughetto. Regolate di sale e pepe, aggiungete la pancetta ed i piselli interi rimasti.  Distribuite la minestrina in cocotte, spolverate di pepe, un trito di prezzemolo e rucola, un filo d'olio e ......

ENJOY!

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Zuppe e minestre
scrivi un commento
12 gennaio 2013 6 12 /01 /gennaio /2013 13:25

Zuppe 1716

 

Sapete di quei piatti poveri che però non appena si gustano si esclama:" alla faccia del piatto povero"! Ebbene, questa zuppa fatta di semplici elementi è un tipico esempio del caso sovra esposto.

E' una zuppa ricchissima, piena di sapore, con il colore del bosco e un calore invitante.

 

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

 

300 gr di castagne spelate e pre-bollite

     3 cipollotti di Tropea - piccoli

     3 rametti di Timo

     1 foglia di alloro

     1 lt di latte (o 500gr di panna e latte, se preferite)

500 cc di acqua calda

100 gr di speck

     4 carciofi

     1 limone

     1 goccino di vino bianco secco

     1 spicchio d'aglio

  30 gr di burro

    1 pochino d'olio extravergine d'oliva

    1 dado di carne o sale se preferite

        pepe q.b.

 

Procedimento

 

Pulite i carciofi da gambi, filamenti e foglie esterne. Mettete i cuori in acqua fredda leggermente acidulata con il succo di un limone.

Sbucciate i cipollotti e tagliateli finemente, versateli in una pentola a bordi alti insieme al burro. Lasciate rosolare per pochi minuti, aggiungete lo speck e fate tostare, poi tagliate a julienne 3 dei 4 carciofi, 1 tenetelo da parte.  Versateli nella pentola e fateli insaporire.  Aggiungete le castagne, (tenetene da parte qualcuna per decorazione finale) le foglioline di timo, la foglia di alloro, ancora lasciate che s'inebrino dei sapori della pentola, versate poi il latte e l'acqua, salate e portate al bollore. Fate quocere per 30', fino a che le castagne non si sfaldino quasi completamente.

Riprendete l'ultimo carciofo rimasto. Tagliatelo a julienne e rosolatelo in un goccino d'olio con uno spicchio d'aglio. Rendetelo croccantino e colorato, a pochi minuti dalla fine della cottura, aggiungete in padella le castagne "decorative", fatele dorare e poi tenete in caldo.

Ora, ci sono due opzioni possibili:

 

1-  passare la zuppa e renderla cremosa

2-  lasciare la zuppa così com'è e gustare ogni singolo pezzettino che vi capiti in bocca (io ho fatto così)

 

Versare la zuppa bollente nelle cocottine, decorare con i carciofi e le castagne, pepare un poco e.....

 

ENJOY

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Zuppe e minestre
scrivi un commento
12 ottobre 2012 5 12 /10 /ottobre /2012 14:24

Zuppe 0780

 

 

Cinque minuti, facciamo otto, sono il tempo che ci vuole per fare i passatelli - brodo permettendo - (meglio farlo il giorno prima). Sono facilissimi e sostanziosi, un piatto povero arricchito dal brodo di carne e qualche spezia non contemplata, ma come fare altrimenti, la tentazione di sperimentare è sempre in agguato.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 3-4 persone

 

3     cucchiai rasi di pane grattugiato fine

1     cucchiaio e mezzo di farina 00

1     cucchiaio e mezzo di parmigiano reggiano

1     buccia grattugiata di un limone

1     punta di cucchiaino di cannella

1     punta di cucchiaino di zenzero

1     punta di cucchiaino di noce moscata

1     pizzico di rosmarino e menta in polvere

       sale e pepe q.b.

 

 

Il Brodo  : 

 

Ingredienti per 4 litri di brodo

 

2      carote

2      cipolle dorate

2      foglie di alloro

2      pomodorini ciliegia

500 gr di carne di manzo tipo "Muscolo"

500 gr di carne di manzo tipo "Biancostato"

1     Osso con midollo e nervetti

4      litri d’acqua

1      ciuffetto di finocchio (barbetta prelevata da un finocchio fresco)

2      grani di pepe nero

150 cc di vino bianco

 

Procedimento

 

Pulire le carote dalla loro pellicina esterna.  Tenere da parte

Tagliare  le cipolle a metà nel senso della larghezza. Predisporre sul fuoco una padella antiaderente e farla scaldare senza alcun grasso. Quando ustionante, appoggiarvi le cipolle con la metà piangente disposta sulla padella. Lasciate che si colorino e s'insaporiscano.  Attenzione a non bruciarle e farle diventare nere.  Devono solo abbrustolire un poco.

Mettere nella pentola le carote, le cipolle tostate, l'alloro, i pomodorini ciliegia tagliati a metà, il ciuffetto di finocchio, il pepe in grani e la carne.
Portare la pentola sul fuoco a fiamma vivace, coperta, fino a quando l'acqua bolle.

Schiumare (cioè rimuovere la schiuma formatasi) il brodo ed aggiungere il vino.  Abbassare la fiamma al minimo e lasciar sobbollire  per 3 ore, fino a che la carne non sia del tutto cotta.

Al termine, togliere la carne e passare il brodo al chinoise.   Riporre il brodo in frigorifero, in una bacinella di ceramica e lasciarvelo almeno per una notte.

Al mattino successivo, il freddo del frigorifero avrà favorito la coagulazione del grasso in superficie, facilitandone la rimozione.

 

Passatelli :

 

In un'insalatiera versare il pane, la farina, il parmigiano grattugiato, le spezie, la buccia del limone e l'uovo intero con un quarto di guscio d'acqua. Impastate, il composto dovrà risultare morbido ma compatto.

 

Ponete a bollire il brodo, salatelo e non appena bolle, abbassate la fiamma.  Prendete il composto per i passatelli e passateli sulla grattugia a maglie larghissime    grattugia.jpg e non appena verranno a galla saranno pronti.

Disponeteli in piatti caldi, spolverate ancora con pepe e parmigiano e ....

 

ENJOY!

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Zuppe e minestre
scrivi un commento
11 settembre 2012 2 11 /09 /settembre /2012 11:33

Zuppe 0265

 

 

Spesso mi scosto dalla ricetta originaria, perchè talvolta non è totalmente in linea con il mio gusto ed il mio stomaco.

Il Gazpacho è una zuppa fredda formidabile, ma le cipolle e l'aglio crudo sono poco digeribili per me e quindi ho optato per una versione light.

Il risultato è stato gradevole comunque, ciò non toglie che chiunque volesse usare le bulbose di cui sopra è libero di farlo, ma come dice il proverbio :"Uomo/Donna avvisato/a mezzo salvato/a!

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

700 gr    di pomodori ramati

1             peperone giallo

1             cetriolo

1             gambo di sedano

1             carota

3             pomodorini ciliegia

10          foglie normali di basilico

10          foglie piccolissime di basilico

100 gr   di pane

2             cucchiai di aceto balsamico

1             cucchiaino di Worcestershire sauce

               olio extravergine d'oliva, sale e pepe

               peperoncino a piacere

1             manciatina di crostini di pane tostato

 

 

Opzionale:  1 spicchio d'aglio tritato -

                      1 cucchiaiata di cipolla di Tropea tritata

 

 

Procedimento

 

Bagnate il pane con dell'acqua, strizzatelo e adagiatelo in un'insalatiera.  Aggiungete l'aceto balsamico e frullate il tutto.

Tenete da parte.

Incidete a croce la buccia dei pomodori e immergeteli in acqua bollente per 3 minuti. Scolateli e versateli in acqua gelata. Quest'operazione serve a togliere la buccia dei pomodori con estrema facilità. Divideteli in quarti, togliete i semi e le parti filamentose.  Metteteli nel mixer. 

Lavate il sedano, togliete le foglie ed i filamenti, tagliatelo a pezzetti e aggiungetelo ai pomodori insieme al cetriolo sbucciato ed al peperone privato di semi (tranne una falda da tenere da parte per decorazione), le foglie di basilico.  Frullate vigorosamente, aggiustate di sale e pepe, Worcestershire sauce.  Versate il tutto sopra il pane, emulsionate ancora aggiungendo anche l'olio (3 cucchiai : 2 subito, l'altro poco per volta), un pochino di peperoncino .

Mescolate con cura il tutto e riponetelo in frigorifero per almeno 3 ore.

 

Al momento della condivisione del piatto, tostate il pane in cassetta per ricavarne dei crostini dorati, tagliate ancora a dadini piccolissimi, la carota, la falda di peperone, i pomodori ciliegia, il sedano e il cetriolo.

Disponete il gazpacho nei piatti, decorate con la verdurina e i crostini, un filo d'olio crudo, una spolverata di pepe, foglioline di basilico.

 

ENJOY!

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Zuppe e minestre
scrivi un commento
6 luglio 2012 5 06 /07 /luglio /2012 18:19

Zuppe 8741

 

 

Ancora cozze, ne avevo un pochino a disposizione e allora mini zuppa da mangiare tiepidina, quasi fredda, con crostoni di pane, pepe a profusione, erbe profumate e un piccolo ripieno di pane condito.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

2       barattoli di pelati

2       spicchi di aglio

          erbe profumate: timo, basilico

2        baguettes

500   gr di cozze

1        panino grande

1        cucchiaio di capperi

1        spicchio d'aglio aggiuntivo

6        olive nere

          olio extravergine d'oliva, sale e pepe

          spago per avvolgere le cozze

 

Procedimento

 

Ammollate il pane in un pochino d'acqua, strizzatelo, mettetelo nel mixer aggiungete le olive nere denocciolate, l'aglio tritato, i capperi, pepe, un pizzichino di sale, un goccino d'olio. Mixate e tenete il composto da parte

Pulite e lavate con cura le cozze.  Scaldate  una pentola antiaderente mettetevi le cozze nature, salatele leggermente e copritele con il coperchio.  Lasciate cuocere per pochi minuti fino a che non siano tutte aperte.

Lasciatele raffreddare un pochino poi farcitele con il composto di pane. Chiudete i gusci con lo spago e tenete da parte.

 

In una pentola a bordi alti, soffriggete gli spicchi d'aglio, l'olio e le erbe odorose.  Aggiungete i pelati tagliati e lasciate insaporire, salate e pepate e raggiungete il bollore.   Versatevi poi le cozze e lasciate cuocere fino a che il sugo non abbia preso la giusta consistenza e l'olio sia ben chiaro.  In tutto ci vorranno 25 minuti.

 

Servite nei piatti con crostini freschi e erbe profumate.

 

ENJOY !

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Zuppe e minestre
scrivi un commento
12 giugno 2012 2 12 /06 /giugno /2012 11:07

Zuppe 8647

 

 

Sono passata dall'ultimo dei droghieri rimasti in zona e mi sono lasciata tentare da tutte le leguminose che aveva nei sacchi di juta.  Piccoli chicchi di tutti i colori e dimensioni che miscelati nel sacchettino trasparente sembravano mille monetine sonanti porta fortuna. Mi rendo conto che proporre a Giugno inoltrato una zuppa e per giunta di legumi sia un poco fuori stagione, ma da noi sembra essere ritornato l'inverno.  Piove da giorni, con brevi sprazzi di sole e la temperatura è decisamente in ribasso, quindi una zuppa ci-stà, ancora per poco, speriamo!

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

Legumi secchi

 

120 gr di lenticchie  mini , suddivise in : rosse, arancioni, marroncine

  50 gr di fagioli Azuki

  50 gr di piselli piccoli spezzati

  50 gr di fagioli cannellini

  50 gr di fagioli borlotti

  30 gr di orzo

  30 gr di farro

    2 cucchiaiate di soffritto misto

    1 spicchio d'aglio

       rametti di rosmarino, timo

  30 gr di trito di pomodori essiccati

    4 quadratini di formaggio a fondere

    1 punta di cucchiaio di concentrato di pomodoro

500 cc di acqua fredda

       olio extravergine d'oliva, sale, pepe e una punta di peperoncino q.b.

 

Procedimento

 

Lavate con cura tutti i legumi e metteteli a bagno per almeno 1 ora.

Risciacquateli e preparate una pentola a bordi alti nella quale rosolerete olio, aglio, un rametto di rosmarino e timo ed i cucchiai di soffritto misto.  Aggiungete i legumi, il farro e l'orzo. Lasciate insaporire, poi coprite il tutto con acqua fredda.

Portate al bollore e aggiungete, pepe, il concentrato di pomodoro.  Fate cuocere per 45-50 minuti, poi assaggiate e regolate solo all'ultimo di sale, peperoncino.

Distribuite la zuppa nei piatti, preparate un trito di pomodori essiccati, rosmarino, foglioline di timo.  Adagiate al centro del piatto un quadratino di formaggio a fondere. Disponetevi sopra i pomodori e le erbette, un filo d'olio e ....

 

 

ENJOY !

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Zuppe e minestre
scrivi un commento
17 febbraio 2012 5 17 /02 /febbraio /2012 21:17

Zuppe 7643

 

 

Non fa più freddissimo come la scorsa settimana, però una minestrina è sempre ben accetta, soprattutto se per farla ci vogliono poco più di 10-12 minuti.

Piacerà anche ai bambini che troveranno nelle quenelle spumose e saporite una ragione per mangiarsi "la pastina in brodo".

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

100 gr di  pasta cortissima da brodo (a piacere)

     4 cucchiai di soffritto misto

   20 cc di vino bianco secco

250 gr di ricotta

    3  cucchiaini di pesto (con o senza aglio a piacere)

100 gr di Parmigiano Reggiano

    5  foglie di basilico fresco

    1  dado da brodo oppure brodo di carne se disponibile

        pepe q.b.

    1  pomodoro ramato concassé

 

Procedimento

 

In una pentola a bordi alti bollire il brodo di carne, nel caso in cui ne foste sprovvisti, bollire almeno 700 cc di acqua con un dado.  Al bollore aggiungere le foglie di basilico, il soffritto misto e il pomodoro concassé (cioè prima spelato, privato dei semi e dei filamenti e poi tagliato a quadratini piccoli).

Dopo 5 minuti aggiungere il vino, lasciarlo incorporare al brodo e poi versare la pasta.

 

A parte, mescolate la ricotta al parmigiano reggiano ed il pesto. 

 

Distribuite la minestrina nei piatti fondi e guarnite con quattro piccole quenelle di ricotta, parmigiano e pesto.

 

ENJOY!

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Zuppe e minestre
scrivi un commento
13 febbraio 2012 1 13 /02 /febbraio /2012 12:43

Zuppe 7620

 

In questo caso bisogna essere ben predisposti verso :

 

-  il colore

-  il vegetale in questione (crauto viola)

-  il brodo

-  l'acidità del caprino.

 

Si sa l'apparenza, soprattutto di questi tempi, sembra essere la cosa più importante, ma a volte frena di fronte ad una nuova esperienza.

Si tratta di una zuppa al crauto viola con prosciutto cotto e caprino. E' una zuppa veloce per un pasto caldo, in considerazione delle temperature degli ultimi giorni.

E' diversa, ma piacevole, soprattutto se servita ultrabollente afinchè il caprino soprastante si possa sciogliere lentamente nel brodo.

La nota croccante è il pane guttiau (cioè pane carasau passato al forno con un goccio d'olio e sale e reso perciò croccante e saporito).

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

1     crauto viola

1     cipolla dorata

1     spicchio d'aglio

1     patata

1     noce di burro

       olio extravergine d'oliva

500 cc di brodo di carne  o di dado

200 gr di dadini di prosciutto cotto

2      caprini morbidi

4      fette di pane carasau

 

 

Procedimento

 

Tagliare il crauto a listarelle sottili e soffriggerlo in una pentola a bordi alti, in cui avrete precedentemente riscaldato olio, burro, cipolla e aglio.

Lasciatelo appassire per 5 minuti, poi irrorate con il brodo e fate cuocere per 30 minuti.

 

Foderate una teglia da forno con carta da forno, adagiatevi i fogli di pane carasau, spolverateli leggermente di sale e aggiungete un goccino d'olio. Infornate sotto il grill a 220°  per 5 minuti, giusto il tempo che il pane si dori.

Tenete da parte.

 

Predisponete il prosciutto e tagliate i caprini a metà per ottenere 4 pezzi.

 

Non appena la zuppa sarà cotta e i crauti morbidi, toglietene circa la metà del quantitativo e frullateli nel mixer.

Rimettete la purea nel brodo, mescolate, pepate e servite nei piatti.

Al centro mettete i crauti a filetti, sopra di loro il caprino, tutt'intorno i pezzettini di prosciutto nonchè il pane guttiau.

Servite bollente con una spolveratina di pepe e ....

 

ENJOY!

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Zuppe e minestre
scrivi un commento
16 gennaio 2012 1 16 /01 /gennaio /2012 20:31

 

Zuppe 7221

 

Oggi è stata una giornata molto fredda, una delle prime vere giornate invernali. Stamattina alle 7.00 era ancora notte e il freddo veramente penetrante.  La cosa bella è stata però, che tutt'intorno, una mano fatata ha realizzato magnifici ricami su rami, steli, prati. Ovunque c'era una lieve coltre di ghiaccio che rendeva la natura circostante bellissima.

Non ho potuto fare foto, in quanto :

 

1-  ero ancora troppo addormentata

2-  ero in auto,  o meglio l'auto portava me

3-  non avevo con me la fotocamera.

 

Spiacente, provvederò prossimamente.

Stasera, per scaldarci, una zuppa di carote e farina con qualche dadino di tacchino e fogline di aneto.

Bollente è stata un toccasana!

 

La ricetta

 

Ingredienti per  4 persone

 

 

10  carote medio-grandi

   2  cucchiai di soffritto misto (sedano-cipolla)

   1  noce di burro

   2  cucchiai di olio extravergine d'oliva

   3  cucchiai di latte

   4  cucchiai di farina

   1  pizzico di noce moscata

       pepe in abbondanza

   2  dadi

       acqua bollente

150 gr di dadini di tacchino (già pronto al supermercato)

  50 gr di parmigiano reggiano

     1 carotina aggiuntiva per la decorazione

     1 ciuffettino d'aneto

 

 

In una pentola a bordi alti e abbastanza capiente, rosolate l'olio, la noce di burro, il soffritto e le carote tagliate a tagliatelle.

Lasciatele insaporire per 10 minuti, poi aggiungete l'acqua bollente a completa copertura ed oltre, fino ad due dita dal bordo della pentola.  Portate al bollore, aggiungete i dadi, un po' di pepe e cuocete per 10 minuti.

Nel frattempo amalgamate la farina con il latte e poi non appena avrete ottenuto un impasto, diluitelo con un paio di mestoli di brodo di carote, brodo bollente e aiutandovi con un frullatore ad immersione, frullate la farina fino ad ottenere una crema liscia e morbida.

Frullate ora la zuppa di carote, poi, incorporate la crema di farina  mescolando affinchè non si formino grumi.

Fate cuocere per almeno 20 minuti, fino a che la zuppa diventi cremosa.  A fine cottura, aggiungete noce moscata e pepe in abbondanza, nonchè il parmigiano.

Scodellate nei piatti di servizio, decorate con listarelle di carota cruda condita con olio fresco ed aneto e qualche dadino di tacchino arrosto.

 

ENJOY!

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Zuppe e minestre
scrivi un commento
11 dicembre 2011 7 11 /12 /dicembre /2011 18:57

Zuppe 6847

 

 

Oggi è stata una domenica di apertura al Natale, abbiamo avuto amici a pranzo ed il menù che pubblicherò poi in un articolo separato, potrebbe essere un'alternativa, un suggerimento per la giornata di Natale.

Ma ora veniamo alla passatina di borlotti. Servita bollente con olio extravergine d'oliva di frantoio, le sfogliette aromatizzate al rosmarino e parmigiano ed un rametto di verde profumato al centro del piatto che esala grazie al calore della passatina,  sono un vero e proprio effluvio ed un "aereosol" di una certa forza.

 

L'ho utilizzata come piatto d'invito ad un filetto di maiale alla Wellington; non volevo che un primo importante non lasciasse lo spazio necessario a gustare un secondo impegnativo.

 

Esperimento riuscito!

 

La ricetta

 

 

Ingredienti per 4 persone

 

700 gr di fagioli borlotti

     2      spicchi di aglio

     2      foglia di alloro

     5      foglie di salvia

     1      rametto di rosmarino

             olio extravergine di frantoio,

             sale e pepe q.b.

 

     1     rotolo di pasta sfoglia

  50 gr di Parmigiano Reggiano grattugiato

     2     cucchiaini di rosmarino tritato finissimamente oppure secco.

 

 

Procedimento

 

Mettete a bagno i fagioli in una bacinella piena di acqua fredda e lasciateveli per una notte.

Il giorno successivo, versate i fagioli e la loro acqua in una pentola a bordi alti, aggiungete lo spicchio d'aglio e 1 foglia di alloro.  Portate al bollore e lasciate sobbollire per 2 ore.

 

 

Mentre i fagioli cuociono, preparate le sfogliette.

Stendete il rotolo di sfoglia, spargetevi sopra il parmigiano e il rosmarino. Ripiegate il disco a metà ottenendo così una mezza circonferenza a doppio strato.

Incidete dei piccoli biscottini con l'aiuto di un coppapasta di 1 cm di diametro e mettete in forno a 220° per 10' minuti.

Sfornateli e tenete in caldo.

 

Quando i fagioli saranno morbidi, scolateli con una schiumarola, ma mantenete l'acqua di cottura.

Frullateli e passateli allo chinoise (al setaccio).

Riprendete la pentola a bordi alti, sciacquatela e preparate un soffritto di aglio, alloro, salvia e rosmarino.

Versate la passatina  e lasciate insaporire. Togliete gli odori ed aggiungete l'acqua di cottura, mescolate per bene e regolate di sale e pepe. Lasciate bollire a fuoco bassissimo per 5' minuti.

 

Servite la passatina in piatti fondi, irroratela con un goccio d'olio extravergine di frantoio, tre-quattro sfogliatelle al parmigiano e rosmarino e un ciuffetto di rosmarino al centro.

 

 

ENJOY !

 

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Zuppe e minestre
scrivi un commento

Presentazione

  • : foodforfun.over-blog.it
  • foodforfun.over-blog.it
  • : Per giocare con il cibo e trasformare gli alimenti in qualcosa di goloso... ma non solo cibo, talvolta fiori, talaltra libri, curiosando qua e là.
  • Contatti

Traduttori

 

 

 

 

    

 

    

 

     

 

Ricerca

EXPO 2015

01_Cover_Logo_1280x400_OK.jpg

foodforfun.over-blog.it

Norme - Copyright © 2017

QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITA' . PERTANTO NON PUO' CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 07/03/2001  

FOODFORFUN.OVER-BLOG.IT  By BettaRoberta Cecconi - All rights reserved

 

 

 

  

 

 

 

indicizzazione motori ricerca