750 grammes
Tutti i nostri blog di cucina Segui questo blog Administration + Create my blog
9 febbraio 2012 4 09 /02 /febbraio /2012 18:56

Torte-salate 7574

 

Ormai credo di aver fatto capire che mi piace quasi tutto. Le carote appunto non fanno eccezione.

Ed ecco quindi una torta salata con una purea di carote e patate come base e con un vezzo di riccioli di carote saltate in padella.

Veloce, veramente veloce e con un pochino d'insalata è stato il pasto di mezzodì.

 

La ricetta

 

Ingredienti per una torta come foto

 

1    confezione di pasta sfoglia

1    kg di carote

2    patate medie

1    scalogno

1    spicchio d'aglio

      olio extravergine d'oliva, sale q.b.

1    cucchiaio abbondante di Parmigiano Reggiano

 

 

Per l'insalatina

 

1    mazzetto di asparagi

2    zucchine

1    sacchetto di insalata mista

1    peperone

      glassa all'aceto balsamico

      olio extravergine d'oliva

      sale e pepe q.b.

 

 

Disponete la sfoglia in una tortiera in cui avete precedentemente steso la carta da forno.

Mettetela in frigorifero fino al momento dell'uso.

 

 

Pelate le carote e tenete da parte le 3-4 più grandi e lunghe, che taglierete a tagliatella con l'aiuto di un pelapatate.

I pezzetti di carota che avanzano da quest'operazione possono essere tranquillamente lessati con le restanti che avrete tagliato a tocchetti.

Bollitele in acqua bollente e leggermente salata insieme a due patate sbucciate e tagliate a spicchi.

Tempo di cottura 10 minuti circa, comunque controllate le patate.

 

Nel frattempo, scaldate l'olio, lo scalogno e l'aglio in una padella larga e antiaderente. Non appena s'insaporisce, versatevi le carote a tagliatelle, lasciatele rosolare prima su di un lato e poi sull'altro.  Devono prendere sapore e colore, ma rimanere croccanti. Dopo 5-6 minuti, salatele, risaltatele e toglietele dal fuoco, mantenendole al caldo.

 

 

Preparate le verdure per l'insalata. Pulite gli asparagi e lessateli brevemente in acqua bollente. Scolateli e passateli in acqua fredda.  Teneteli da parte.

Fate altrettanto con le zucchine affettate. Bollitele per 8 minuti e poi scolatele. Tenete da parte

Tagliate il peperone a striscioline e preparate l'insalata mista con una base appunto di insalata, il peperone, gli asparagi e le zucchine.  Condite con un pochino d'olio d'oliva e la glassa di aceto balsamico, ma solo poco prima di servire.

 

 

Scolate le carote e le patate, passatele al frullatore, aggiungete un pizzico di sale e 15cc di olio extravergine. Lasciate intiepidire un poco e poi stendete la purea uniformemente sulla sfoglia.

Ripiegate i bordi in modo decorativo e poi spolverate con il parmigiano e mettete in forno caldo a 220° per  25-30 minuti.

Sfornate la torta, lasciatela riposare 10 minuti, poi riscaldate le carote a tagliatelle e distribuitele sopra di essa.

 

Servite tiepida e ...

 

ENJOY !

 

 

Condividi post
Repost0
5 ottobre 2011 3 05 /10 /ottobre /2011 21:03

 

 

Pane-pizze-focacce 5776-copia-1

 

Effettivamente la foto è la stessa, cioè quella del pane integrale al profumo di salvia con accanto le tortine salate coste e pinoli, ma la ricetta non è ancora stata pubblicata,  per cui abilito un "doppione" fotografico per una spiegazione tecnica.

Buono l'accostamento delle coste con la besciamella, i pinoli e l'uvetta, un mix di dolce e salato, di morbido e leggermente croccante.

Facili al trasporto, decisamente adatte per un pic-nic campagnol-chic.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 tortine come foto

 

300 gr  di pasta brisée per la quale vi occorrono

300 gr  di farina 00

150 gr  di burro

  65 cc di acqua fredda

    1           pizzico di sale

 

6  cucchiai di besciamella per la quale occorrono:   

" 50 g di burro

  50 g di farina 

500 cl di latte

1      pizzico di noce moscata

         sale  e pepe q.b."

 

2      cespi di coste

1      spicchio d'aglio

2      cucchiai di uvetta sultanina

1      sacchettino di pinoli

 

 

 

Procedimento

Preparate una besciamella come da ricetta seguenti. Le dosi indicate sono superiori all'uso, però la besciamella si può conservare per un paio di giorni in frigorifero. In caso di non previsione d'utilizzo, riducete il quantitativo  alla metà delle dosi.

 

In un pentolino lasciare fondere il burro a fuoco moderato; unire la farina mescolando con la frusta ed amalgamare il composto. Separatamente  scaldare il latte. Non appena caldo, versarlo nel roux (il composto di burro e farina) e continuare a mescolare.  Questo procedimento di riscaldamento eviterà la formazione di grumi. Salare, diminuire d'intensità il fuoco e cuocere per almeno quindici  minuti   mescolando affinché  la besciamella non si attacchi .

 

In una capace pentola, far bollire 3 lt l'acqua.  Nel frattempo preparare le coste, lavandole ripetutamente per togliere ogni residuo di terra.  Tagliatele a pezzetti e versatele nella pentola. Lasciatele cuocere per 7-8 minuti, scolatele e raffreddatele sotto acqua fredda corrente. Strizzatele e passatele in una padella antiaderente dove avrete scaldato l'olio e l'aglio. Salate e cuocete per pochi minuti, giusto il tempo necessario ad insaporirle. Coprite e tenete da parte.

 

Eseguire l'impasto della Brisée come per la frolla e cioè, versare in una terrina la farina, aggiungervi il burro a tocchetti ed incominciare a sbriciolarlo fra le mani insieme alla farina, ottenendo così una farina burrata di consistenza simile alla sabbia.  Versare poi l'acqua fredda leggermente salata ed impastare velocemente affinché la pasta non si scaldi.

Lasciare a riposo per 30' minuti.  Passato il tempo di riposo, stendetela e foderate dei mono-stampini.

 

Miscelate la besciamella con le coste tagliuzzate e l'uvetta precedentemente ammollata in acqua tiepida.

Versate il composto negli stampini, ricoprire con qualche pinolo, qua e là ed infornate a forno caldo 220° per 15' minuti circa.

Sfornate, togliete dagli stampi e servite sia tiepide che fredde.

 

ENJOY!

 

 

 

 

 

Condividi post
Repost0
5 settembre 2011 1 05 /09 /settembre /2011 18:51

 

Torte-salate 5347 

Lo confesso amo cucinare molto di più pietanze al forno, che siano dolci o salate, e poi i primi piatti, i risotti, insomma mi danno una soddisfazione differente rispetto ai piatti in padella.

Non so perchè, ma il forno è un elettrodomestico del quale non potrei fare a meno per molto; piuttosto sarei disposta ad avere anche quello a legna, ma un forno io lo devo avere.

Detto ciò, oggi presento una tarte Tatin, ma salata.  La classica è fatta con le mele, invece qui è con i pomodorini Pachino.

Apro una parentesi, ho frequentato Pachino in tempi non sospetti, cioè la bellezza di 30 anni fa, quando ancora i pomodorini non erano diventati un prodotto DOC nè di esportazione.

E' stata una  vacanza memorabile, in quanto nello splendido mare siculo, presso l'isola delle correnti, ho potuto ammirare degli scenari naturali fantastici, delfini che nuotavano spessissimo vicino alle barche ed i profumi indimenticabili di  olio,  pomodori e  mandorle.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 tartes

 

300 gr  di pasta brisée per la quale vi occorrono

300 gr  di farina 00

150 gr  di burro

  65 cc di acqua fredda

    1           pizzico di sale

300 gr di pomodorini Pachino

1          cucchiaio di origano

5-6      foglie di basilico

1         spicchio d'aglio

           sale, pepe ed olio extravergine q.b.

 

 

 

Procedimento

 

Eseguire l'impasto della Brisée come per la frolla e cioè, versare in una terrina la farina, aggiungervi il burro a tocchetti ed incominciare a sbriciolarlo fra le mani insieme alla farina, ottenendo così una farina burrata di consistenza simile alla sabbia.  Versare poi l'acqua fredda leggermente salata ed impastare velocemente affinché la pasta non si scaldi.

Lasciare a riposo per 30' minuti

 

Nel frattempo lavare i pomodorini, tagliarli a metà e sistemarli in una padella con la parte tagliata verso il basso. Padella  nella quale avrete messo aglio, olio, basilico. Fateli rosolare per cinque minuti, salate e pepate.

 

Rivestite 4 tegliette singole con carta da forno inumidita in acqua fredda e poi strizzata. Adagiatevi i pomodorini raffreddati, disponendoli come prima.  Cospargeteli di origano e pinoli.

 

Riprendete la pasta brisée e ricavatene dei dischetti di pari diametro della teglia. Rivestite i pomodori ed infornate in forno caldo  a 180° per 20 minuti circa.

 

Lasciare intiepidire e rovesciare le tarte Tatin su piatti da portata.

Servire con insalatina misticanza.

 

ENJOY!

 

 

Condividi post
Repost0
18 agosto 2011 4 18 /08 /agosto /2011 18:45

Torte-salate 4825

 

 

Ripubblico la foto dello strudel, sperando sia migliore.  Mi sto impadronendo del mezzo nell’Internet café, in quanto qui a Nice, non ho connessione ADSL a portata di mano. Domage !

A bien tôt !

 

 

 

 

Condividi post
Repost0
16 agosto 2011 2 16 /08 /agosto /2011 17:24

 

 

Sans-titre-1.png

 

 

 

Scusate la foto ma mi trovo in un Internetcafè e non ho proprio il mezzo sotto controllo:

Non appena possibile  ripubblichero' con miglior risultato; Spero.  Nel frattempo ......

 

 

Come già detto ieri, oggi sono al mare e per non mettermi subito ai fornelli, sempre ieri ho preparato uno strudel salato con delle zucchine saltate come contorno.

E’ molto pratico, perché di facile trasporto e di buon utilizzo, in quanto non deve essere riscaldato, può essere ben porzionato ed è appetitoso, forse un pochino pesante vista la stagione, la salsiccia si fa sentire un po’,  però erano ingredienti relegati in frigorifero e l’alternativa era:  o surgelarli oppure utilizzarli in fretta.

Delle due, la seconda opzione è stata la più gradita dalla famiglia.

Eccovi la ricetta

 

Ingredienti per 6-7 persone

 

 

1      confezione di pasta sfoglia fresca

300  gr di salsiccia fresca ben pepata

4      cipolle

2      scalogni

1      foglia di alloro

1      cucchiaio di uvetta sultanina

        Sale, pepe ed olio extravergine d’oliva q.b.

 

4      zucchine

2      foglie di basilico

1      spicchio d’aglio

1      mazzettino d’insalatina per guarnizione

 

 

Procedimento

 

Lavate le zucchine e tagliatele a dadini.

In una padella antiaderente, scaldate l’olio, l’aglio, il basilico e versatevi le zucchine.

Fate cuocere a fuoco veloce, saltandole (rigirandole) diverse volte affinché non brucino. Dopo circa 10 minuti, salare e togliere dal fuoco.  Le zucchine dovranno risultare croccanti e dorate.  Tenere da parte.

 

Pelate le cipolle e gli scalogni, affettateli e versateli in una padella antiaderente nella quale avrete preventivamente disposto olio extravergine e alloro.  Lasciate rosolare e salate immediatamente, versate nelle cipolle,  l’uvetta ammorbidita in acqua, e coprite per 10 minuti.

A parte, preparate la salsiccia privandola della pelle, versatela ben spezzettata in un tegame antiaderente ben caldo e fatela rosolare.  Non appena colorita, scolatela dal suo grasso ed aggiungetela alle cipolle, terminando la cottura di quest’ultime. Pepate per bene, mescolate e togliete dal fuoco.  Fate raffreddare.

 

Disponete la sfoglia su di una teglia da forno ricoperta da carta da forno, versate al suo centro il ripieno, ben freddo, di cipolle e salsiccia. Piegate i bordi laterali destro e sinistro ed arrotolate la pasta formando un salsicciotto.

Eseguite delle incisioni a losanga sulla pasta ed infornate a 220° per 15 minuti,  in ogni caso togliete la sfoglia non appena ben dorata.

 

Estraete dal forno, lasciate riposare e servite tiepido, se non addirittura freddo accompagnato dalle zucchine freschissime.

 

ENJOY!

Condividi post
Repost0
23 luglio 2011 6 23 /07 /luglio /2011 19:45

Torte-salate 4510

 

 

Le somosa sono una ricetta di origine Pakistana; possono essere ripiene di carne o di verdura. Nella versione originale sono piccantine, nella versione Bettaroberta, possibili per un palato italiano. Le originali sono fritte, le mie sono passate al forno. 

I Pakistani usano i loro peperoncini piccoli piccoli verdi che sono una forza della natura, io ho usato solo un pochino di spezie ed una spruzzatina di peperoncino nostrano. A voi la scelta della piccantezza, ad ognuno la sua!

Il risultato visivo è pressochè uguale, quello gustativo leggermente differente, ma pur sempre con un ritorno asiatico.

 

La ricetta

 

1        confezione di pasta fillo

100   gr di burro

3        patate

100   gr di spinaci, oppure a piacere piselli od altra verdura di accompagnamento alle patate.

3        cucchiai di parmigiano

2        cucchiaini di curry

3        cucchiaini di Gran Masala

1        punta di cucchiaino di  peperoncino in polvere (oppure un peperoncino verde tagliato finemente)

3        cucchiai di olio extravergine d'oliva

 

3-4    cipolle grandi

2        cucchiai di uvetta sultanina

3        cucchiai di olio extravergine

1        cucchiaino di curcuma

1        cucchiaino di Gran Masal

          sale q.b.

 

3        peperoni gialli

3        foglie di basilico

1        spicchio d'aglio

3        cucchiai di olio extravergine

 

 

Procedimento

 

Bollire le patate immergendole in una pentola piena di acqua fredda.

A cottura ultimata, scolarle e schiacciarle come se doveste fare un puré

Aggiungere gli spinaci tagliuzzati (possono essere aggiunti sia crudi che cotti, ripassati in padella con poco olio ed 

aglio).  Proseguire aggiungendo il formaggio, le spezie e l'olio extravergine.  Lasciate raffreddare.

 

Sbucciate e tagliate a fettine le cipolle.  Versatele in una padella antiaderente, nella quale avete precedentemente scaldato l'olio, lasciate rosolare un attimo e salate, mescolatele ed aggiungete le spezie ed un goccino d'acqua, più l'uvetta.  Coprite e lasciate cuocere a fuoco lento, fino a che le cipolle non risultino trasparenti e moribide.

 

Lavate i peperoni, privateli di semi e delle parti bianche. Tagliateli a listarelle sottili. In una pentola antiaderente fate scaldare l'olio con l'aglio ed il basilico. Versate i peperoni e lasciate cuocere a fuoco vivace per 10 minuti.  Salate solo alla fine per mantenere la croccantezza delle verdure.

 

Fate fondere il burro a bagnomaria.

Stendete un primo foglio di  pasta fillo.  Spennellatelo con il burro fuso, sovrapponete un altro foglio che spennellerete di burro .  Tagliate i fogli sovrapposti per il senso della lunghezza ottenendo così  due rettangoli.  Posizionate una pallina di ripieno di patate e spinaci nell'angolo superiore del rettangolo ed incominciate a piegare la sfoglia su se stessa a triangolo, prima a destra, poi a sinistra, poi a destra e via di seguito fino a raggiungere la fine, ma sempre spennellando di burro ogni giro. Terminare chiudendo il triangolo, avvolgendo l'ultima parte di pasta ed "incollandola"  con una spennellata di burro fuso.

Infornate a forno caldo 200° per 10-15 minuti, non appena le somosa saranno dorate.

Estraetele e servitele con un cucchiaio di cipolle ed uno di peperoni.

 

ENJOY

 

 

 

 

Condividi post
Repost0
18 luglio 2011 1 18 /07 /luglio /2011 19:18

 

Torte-salate 4484

 

 

Ieri non ho cucinato, sono stati fuori a passeggiare sotto la pioggia, poi il sole, poi ancora la pioggia. E' strano, non sembra più di essere in Italia, bensì in Inghilterra dove il tempo atmosferico cambia almeno 3 volte nell'arco di una giornata.  Bene, ho detto che ero a spasso, ma non mi è possibile allontanarmi dalla mia passione, tanto è vero che ho partecipato ad una lezione di Sushi presso un ristorante in pieno centro a Milano.  Lo chef è stato molto gentile e mi ha dato la possibilità di assistere in diretta all'esecuzione di un paio di piatti.  Interessante la manualità ed anche l'insieme decorativo,  ma come già spiegato, ho ancora difficoltà nell'accettare un piatto di pesce totalmente crudo e condito con sapori veramente distanti da quelli abituali.

Insomma, il primo passo è stato fatto, sono entrata nel ristorante...... a vedere, per mangiare Sushi ci vorrà ancora un po', quindi oggi un piatto più che mediterrane: una quiche partenopea!

 

La ricetta

 

Ingredienti per una torta come foto

 

1      rotolo di pasta sfoglia

2      pomodori ramati di media grandezza

50cc di latte

50cc di panna (sostituibili con del formaggio fresco spalmabile)

1      mozzarella (125-150gr)

15    foglie di basilico

2      uova

2      cucchiai di parmigiano

        sale e pepe q.b.

 

Stendere la pasta sfoglia in una tortiera antiaderente ricoperta da carta da forno. Bucherellare la base, affinchè non si gonfi. Mettere in frigorifero

Incidere i pomodori, immergerli in acqua bollente e dopo un paio di minuti, in acqua fredda per facilitare la sbucciatura.

Privarli dei semi e tagliare la polpa a dadini. Tenere da parte

Sbattere le uova con la panna, il latte, il parmigiano ed il basilico.

Riprendere la sfoglia, cospargerla di pomodori e di mozzarella "sfregugliata" cioè ridotta a pezzettini piccolissimi attreverso lo sfregamento del formaggio fra i polpastrelli.

Versarvi sopra il composto di uova e panna  e arrotolare il bordo.

Mettere in forno caldo a 180-200° per 20 minuti e a 220° per gli ultimi 10 minuti.

Trascorso il tempo di cottura, lasciate raffreddare la torta per qualche minuto prima di sformarla e servirla tiepida o fredda accompagnata da fagiolini verdi.

 

ENJOY

 

Condividi post
Repost0
8 giugno 2011 3 08 /06 /giugno /2011 19:08

Torte-salate-4070.jpg

 

 

No, non ho mangiato solo insalata oggi!

Avevo però solo un filo di pasta brisé nel freezer da un po' di tempo ed allora mi sono detta perchè non usarla.

Però era veramente pochissima, come potete vedere dalla terrina utilizzata. L'intenzione era comunque di proporre questa tartelletta, che può all'occorrenza diventare una torta salata (gli ingredienti saranno per dimensione torta) dal sapore molto delicato e che potrà stupire anche i più riluttanti verso i porri e le cipolle.

La cremosità è assicurata dal passato di queste due verdure alle quali aggiungiamo formaggio caprino per dare un tocco di carattere.

L'esecuzione è veloce e molto semplice,  si può fare, si può fare!

 

La ricetta

 

Ingredienti per 1 torta salata

300 gr di farina 00

150 gr di burro

1      uovo intero

1      tuorlo

1      pizzico di sale

 

2      porri di media grandezza

2      cipolle bionde grandi

1      foglia di alloro

1     confezione di caprini vaccini

3     cucchiai abbondanti di parmigiano grattugiato

        olio extravergine, sale e pepe q.b.

 

 

 

Procedimento

 

Impastare la farina con il burro ed il sale fino ad ottenere un effetto sabbiato "sablé", aggiungere le uova ed impastare velocemente per evitare che l'impasto si scaldi.

Riporre in frigorifero la pasta avvolta da pellicola trasparente.

 

Levare le prime foglie dei porri, tagliarli a rondelle e lavarli molto bene, perchè spesso contengono terra fra i vari strati.

Metteteli proprio a mollo in acqua e risciacquateli diverse volte.

Sbucciate le cipolle ed affettatale.

In una padella antiaderente scaldare l'olio con la foglia di alloro, aggiungere i porri e le cipolle far insaporire velocemente, salare subito e coprire.

Lasciate brasare le verdure a fuoco lento girandole di tanto in tanto.  Dopo circa 15-20 minuti saranno pronte.

Passarle immediatamente con l'ausilio di un frullatore ad immersione e lasciare raffreddare.

A raffreddamento avvenuto, incorporare al passato di verdure i caprini ed il parmigiano. Frullare per bene.

 

Riprendere la pasta brisée, stenderla fra due fogli di carta da forno per evitare che si appiccichi all'asse e per una facile rimozione. Imburrare ed infarinare una tortiera rotonda da 25 cm di diametro nella quale adagerete la pasta. Rifinire il bordo che dovrà essere alto ed un po' spesso per contenere il ripieno che è molto morbido.

 

Versare il ripieno nella tortiera ed infornare a forno caldo 180° . Cuocere per 30-35' e comunque fino a che il ripieno non si sia leggermente rappreso in superficie e la pasta abbia preso colore.

 

Un accorgimento :  se il passato tendesse ad essere troppo liquido, prima d'incorporare il caprino, rimettetelo sul fornello e fatelo rapprendere un poco. Lasciate raffreddare e poi aggiungete i formaggi

 

Servire tiepido-temperatura ambiente

 

ENJOY!

 

 

 

 

Condividi post
Repost0
28 aprile 2011 4 28 /04 /aprile /2011 17:45

Torte-salate 3614

 

 

Ho già manifestato più volte il mio attaccamento al cibo inglese, strano ma vero, è così! , e questa è una ricetta molto facile ma buona, buona.

In inglese si chiama "Shepherd's pie" cioè "pasticcio del pastore".  In orgine la carne usata è di agnello, ma anche una trita scelta di manzo può andare benissimo.

E' la ricetta dell'ultimo minuto, ma di buon effetto, perchè il puré di patate che nasconde il sugo di carne, diventa dorato in superficie se si aggiunge un po' di parmigiano ed una spruzzatina di pane grattugiato ed il profumo è intenso e quando si affonda il cucchiaio, la crosta si spezza mostrando uno strato morbidoso di puré e poi un altro strato godurioso di carne al sugo.

Mi piace un sacco, perchè è semplice ma molto, molto godereccia.

 

La ricetta

Ingredienti per 4 persone

 

800 gr di carne trita scelta di manzo.

2               cucchiai di concentrato di pomodoro

1               cucchiaio di puré di carote (nel caso in cui non l'aveste va bene 1 carota grattugiata finemente)

1               cipollina grattugiata finemente

1               spicchio d'aglio

1               bicchiere generoso di vino rosso

                 sale e pepe q.b

                 olio extravergine d'oliva.

 

800 gr  di patate da puré

500 cc  di latte

1            spicchio d'aglio

120 gr   di parmigiano

1            cucchiaio di pane grattugiato

               sale e pepe q.b.

 

 

Procedimento.

 

Pelare le patate e tagliarle a pezzi. Versarle in una pentola in cui avrete predisposto il latte, lo spicchio d'aglio intero con buccia ed un pizzico di sale.

Lasciate cuocere per 15minuti, comunque non appena le patate saranno morbide.

Scolatele con un mestolo forato e posatele in una terrina. Rimuovete l'aglio ed incominciate a frullare per ottenere un buon puré. Eventualmente, risultasse troppo solido, aggiungere un poco di latte usato durante la cottura.

Aggiungere tutto il parmigiano, tranne un paio di cucchiai per la doratura finale.

Tenere in caldo.

 

Nel frattempo preparare la carne.

Versare in una pentola antiaderente l'olio con uno spicchio d'aglio, lasciarlo insaporire ed aggiungere la carne trita.

Farla rosolare per bene, salare e pepare.  Se la carne risultasse troppo grassa, scolarla, rimettendola poi nel tegame con l'aggiunta di poco olio nuovo.  A doratura della carne,aggiungere  due cucchiai di concentrato di pomodoro, la carota e la cipolla grattugiata e mescolare per bene. Cuocere per altri 5' minuti, dopodichè versare il vino, farlo evaporare e lasciar cuocere fino a riduzione del liquido.  Il sugo non dovrà essere asciutto, ma morbidamente amalgamato.

 

Utilizzare delle terrine monoporzione di almeno 15 cm di diametro. Versarsi prima uno strato generoso di carne e ricoprire con il purè senza lasciare spazi vuoti.  Livellare e spolverizzare con parmigiano e pane grattugiato.

Infornare per 10' minuti e comunque fino a completa doratura della crosta.

Servire caldo.

 

ENJOY!

Condividi post
Repost0
20 aprile 2011 3 20 /04 /aprile /2011 15:48

 

 Torte-salate 3478

 

 

 

 Adoro avere una singola porzione di un intero, al contrario non amo molto ricevere una fetta di....  Quindi preparo spesso monoporzioni per i singoli commensali ed oggi avevo voglia di mangiare qualcosa di fresco, come al solito croccante, ma anche di morbidoso e colorato.

Allora ecco una crostatina salata, aromatizzata al basilico ed un pizzico di parmigiano. Una crema di ricotta e caprino, ed un esplosione di colore con tutte le verdure di stagione e qualcosa in anticipo dell'estate: peperoni !

La guarnizione al piatto è una collana formata da cipolline ed olive nere che nella foto grande non appaiono, perchè la tortina mi piaceva così nella sua semplicità.

Allego di seguito una piccola foto con olive e cipolle, giusto per dovere di cronaca:

 

Torte-salate 3474

 

 

La ricetta

 

Ingredienti per 8 crostatine

 

300 gr di farina 00

150 gr di burro

1      uovo intero

1      tuorlo

2      cucchiai di basilico tritato

2      cucchiai di parmigiano grattugiato

1      pizzico di sale

 

 

Ingredienti per la crema

 

250 gr di ricotta fresca vaccina

200 gr di caprini (vaccini)

1               pizzico di pepe

 

 

Le verdure

 

1       peperone rosso

1       peperone giallo

200  gr di pisellini primavera

200  gr di fagiolini

400  gr di taccole

1       confezione piccola di cipolline

2       carote grandi

2       zucchine

6       foglie di basilico.

4       spicchi d'aglio

         olio extravergine d'oliva

         sale

         olive nere per guarnire

 

Procedimento

 

Impastare la farina con il burro, il formaggio, il basilico ed il sale fino ad ottenere un effetto sabbiato "sablé", aggiungere le uova ed impastare velocemente per evitare che l'impasto si scaldi.

Riporre in frigorifero la pasta avvolta da pellicola trasparente.

 

Frullare la ricotta ed i caprini con un pizzico di pepe e sale.

 

Preparare tutte le verdure, lavandole accuratamente . Tagliare i peperoni a quadrettoni, le carote a fetta di salame, le taccole a losanghe, le zucchine a rondelle sottili. Cuocere i peperoni, le carote, le taccole separatamente a fuoco vivace in olio extravergine d'oliva ed aglio. Salare solo a cottura avvenuta. Scolare su piatti di servizio.

 

Nel frattempo far bollire in acqua bollente leggermente salata i fagiolini verdi per 15' minuti, scolare e passare velocemente in padella con aglio e olio.

Cuocere i pisellini sempre con aglio e olio, aggiungendo un goccino d'acqua per portare a cottura. Salare alla fine.

Sbianchire le cipolline riempiendo un pentolino con acqua fredda e portandolo al bollore.  Ripetere l'operazione per altre 2 volte.  Scolare le cipolle e togliere il primo velo che avrà sicuramente cambiato colore.

Tenere da parte.

 

 

Riprendere la pasta brisée, stenderla fra due fogli di carta da forno per evitare che si appiccichi all'asse e per una facile rimozione. Imburrare ed infarinare delle singole formine, nelle quali adagiare la pasta tagliata a cerchi della stessa dimensione del diametro degli stampini. Rifinire i bordi e cuocere per 15-20 minuti in forno a 180°.

Toglierle dal forno non appena cotte e lasciarle raffreddare.

 

Comporre la tortina versando al suo interno un paio di cucchiai abbondanti di crema sulla quale adagiare le verdure secondo la propria fantasia.

 

ENJOY !

 

Condividi post
Repost0

Presentazione

  • : foodforfun.over-blog.it
  • : Per giocare con il cibo e trasformare gli alimenti in qualcosa di goloso... ma non solo cibo, talvolta fiori, talaltra libri, curiosando qua e là.
  • Contatti

Traduttori

 

Ricerca

EXPO 2015

01_Cover_Logo_1280x400_OK.jpg

foodforfun.over-blog.it

Norme - Copyright © 2021

QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITA' . PERTANTO NON PUO' CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 07/03/2001  

FOODFORFUN.OVER-BLOG.IT  By BettaRoberta Cecconi - All rights reserved

 

 

 

  

 

 

 

indicizzazione motori ricerca