Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
13 agosto 2011 6 13 /08 /agosto /2011 12:31

Torte-dolci-4757.jpg

 

 

Avevamo voglia di un dolce cremoso, giusto un assaggino a testa ed allora abbiamo pensato subito alla Diplomatica.

Ho cercato notizie sul web circa l'origine del dolce, ma non ho trovato risposte sul perchè si chiami così.

Ho immaginato, quindi, che alla corte dei Medici a Firenze, durante un incontro fra vari diplomatici di paesi diversi, un grande chef avesse inventato un dolce sopraffino che aiutasse Caterina ad ottenere un buon risultato politico.

L'ospite, abbagliato dai profumi e dai sapori del banchetto, dal vino delizioso, aspetta ora con curiosità e voluttà il dolce, ed ecco  apparire un pasticcino, un dolce fragante di pasta sfoglia, morbido con il pan di Spagna e cremoso di crema pasticceria aromatizzata agli agrumi ( in quanto non sono sicura che nel 1500 ci fosse già l'importazione della vaniglia Bourbon), ed il politico non può che ringraziare e ricordare tutti i sapori e gli odori e le sensazione olfattive ed emotive che un tale pranzo gli abbia provocato.

Bello, se la politica passasse sempre dalla cucina, probabilmente, avremmo risultati migliori.

 

 

La ricetta

 

Ingredienti per  1 torta da 30 cm

oppure per 12 pasticcini come da foto

 

 

1      confezione di pasta sfoglia

 

1      pan di Spagna (oppure in alternativa 1 confezione di savoiardi) per il quale occorrono 

 

250 gr di uova intere

175 gr di zucchero

150 gr di farina 00

  50 gr di fecola di patate

    1      bustina di vanillina

    1      buccia di limone grattugiata

 

 

1      bicchiere di Baileys -crema al whisky

1      bicchierino di Marsala

 

 

500 cc di crema pasticcera per la quale occorrono:

5      tuorli

125 gr di zucchero

50   gr di farina

500 cc di latte

1      metà stecca di vaniglia bourbon

1      scorza pelata di limone

1      metà scorza pelata di arancia.

 

3      cucchiai di zucchero a velo

1      confezione di mandorle in scaglie oppure zucchero in granella

 

 

Procedimento

Riscrivo la ricetta del pan di Spagna per tutti coloro che non hanno letto nel Blog, la ricetta della Mini-Wedding Cake.

Innanzittutto le uova non devono essere mai fredde per poter eseguire una montatura ideale.

Procedere quindi nel versare le uova intere con lo zucchero in un padellino e scaldarle fino a 45° non di più altrimenti otterrete una frittata. Raggiunto il calore disponete il tutto in uno sbattitore, aggiungete gli aromi ed iniziare a montare fino a che il composto non  si sia raddoppiato in volume e risulti bianco.

Versare il composto montato in una terrina.

Grattuggiare il limone nella farina, la rende più profumata e versarla a poco a poco nell'impasto con l'ausilio di un setaccio, mescolando dal basso verso l'alto con un mestolo forato.  Quest'operazione permetterà al composto d'incorporare ancora aria e di evitare di smontarlo.

Versare l'impasto ottenuto in una tortiera rettangolare imburrata ed infarinata ed in forno caldo 180-190° per 20 minuti circa.  Non appena cotto, sfornatelo e toglietelo dalla teglia e lasciatelo raffreddare. Tenete da parte

 

Se non aveste voglia di fare il Pan di Spagna, potete usare in alternativa i savoiardi. Basterà inzupparli nei liquori preventivamente miscelati e seguire poi le istruzioni riportare di seguito alla fase farcitura.

 

Preparare una teglia da forno rivestendola di carta da forno.

Accendere il forno a 220° C   e predisporre sulla teglia la pasta sfoglia che avrete tagliato in due rettangoli regolari di pari dimensioni.

Spolverateli con un pochino di zucchero a velo ed infornate.  Lasciate cuocere e gonfiare.  Non appena dorati e gonfi, estraeteli dal forno e tagliateli nel senso della lunghezza, come se doveste aprire un panino. Avrete così ottenuto almeno 4 fogli di sfoglia. Lasciateli raffreddare e tenete da parte

 

 

Crema pasticcera

In un polsonetto lavorare bene i tuorli d'uovo con lo zucchero servendosi di una frusta. Incorporare quindi la farina setacciata.  In una pentola a bordi alti mettere a bollire il latte con la buccia di un limone e la stecca di vaniglia tagliata a metà.  Al bollore, versare il latte sui tuorli montati e mescolare finchè siano completamente sciolti. Rimettere sul fuoco e sempre mescolando con un cucchiaio di legno e non appena la crema tende a rassodare, cuocere sempre mescolando per 2-3 minuti.

Travasare la crema in una bacinella e lasciare raffreddare posizionando a contatto della crema un foglio di pellicola trasparente.

 

Scaldare una padella antiaderente oppure la teglia del forno, versarvi le mandorle in scaglie e lasciarle tostare sotto il grill.  Non appena dorate, toglierle e farle raffreddare.

Io, ne ero sprovvista, ed allora ho ovviato con della granella di zucchero.

Ma consiglio vivamente l'uso delle mandorle, che conferiscono al dolce un tono amarognolo e croccante che viene immediatamente smorzato dalla crema.

Meglio dello zucchero che è già presente e sbilancia un po' il gusto.

 

 

Farcitura

Non appena tutti gli elementi saranno freddi, procedere alla farcitura.

Preparare la base di sfoglia, versarvi sopra un paio di cucchiai abbondanti di crema, stenderla, posizionarvi sopra il pan di Spagna, preventivamente bagnato nei liquori, rispalmare con crema pasticcera, avvicendare uno strato di sfoglia e via, fino all'altezza da voi desiderata.  L'ultimo strato dovrà essere di sfoglia, spolverato di zucchero a velo.

Pareggiate tutti i lati e rivestiteli con le mandorle in scaglie.

Farcite la torta non troppo in anticipo, in quanto l'umidità della crema e del pan di Spagna tende ad inumidire anche la sfoglia, che al contrario deve rimanere croccante.

Servire con un buon bicchiere di vino dolce.

ENJOY!

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Torte dolci
scrivi un commento
30 luglio 2011 6 30 /07 /luglio /2011 18:22

Torte-dolci 4578

 

 

Già di per sé è un po' assurdo scrivere Mini - torta nuziale - in quanto una torta nuziale deve essere mega; ma considerato il fatto che a casa mia nessuno sta per sposarsi e che io personalmente non amo molto i dolci dolcissimi,  questa misura mi sembrava la più adatta.

Seguo Buddy Valastro (il Boss delle torte)  da molto tempo, lo trovo molto simpatico ed inoltre un artigiano abilissimo.

Non credo però che riuscirei mai a mangiare una delle sue torte.  Sono gigantesche, con mille e mille dettagli, personaggi, coloranti e mani, mille mani che lavorano e toccano queste torte.   Troppa elaborazione e lavorazione, troppo continuo contatto di mani e respiri con il cibo.  Mi lascia un po' perplessa.

Ammiro, lo dico nuovamente la capacità manuale, creativa, la passione di Buddy, ma il prodotto... non so.

W la pizza for ever!

Ho comunque voluto eseguire una mini wedding cake in onore di Buddy, ma anche della mia amica Cecilia, che contrariamente a me, è molto più esperta in pan di zucchero ed ha organizzato la settimana scorsa una festa bellissima per la sua Maddy che ha compiuto 3 splendidi anni.  Lei ha eseguito un castello da principessa, naturalmente Maddy, con torri, controtorri, cinte murarie, cuori, decorazioni insomma un vero e proprio lavoro da certosino.  Sulla scia dell'entusiasmo prodotto ecco qui la versione di Betta......

 

La ricetta

 

Ingredienti per una mini torta

 

Pan di Spagna

 

250 gr di uova intere

175 gr di zucchero

150 gr di farina 00

  50 gr di fecola di patate

    1      bustina di vanillina

    1      buccia di limone grattugiata

 

 

Farcitura

 

500 gr di ricotta

5-6  fette di ananas fresco

2-3  cucchiai di gocce di cioccolato fondente

1      cucchiaino di  Rhum

100 gr di zucchero a velo

2-3  gocce di estratto di limone

 

Bagna

 

  50 gr di zucchero semolato

100 cc di acqua

   50 cc di Marsala

 

 

 

Copertura

 

450  gr di zucchero a velo

15    gr di burro

1      cucchiaino di succo di limone

30    gr di miele

30    cc di acqua

2      fogli di colla di pesce

30   gr di glucosio

100 gr di farina di fecola

 

Procedimento

 

Innanzittutto le uova non devono essere mai fredde per poter eseguire una montatura ideale.

Procedere quindi nel versare le uova intere con lo zucchero in un padellino e scaldarle fino a 45° non di più altrimenti otterrete una frittata. Raggiunto il calore disponete il tutto in uno sbattitore, aggiungete gli aromi ed iniziare a montare fino a che il composto non  si sia raddoppiato in volume e risulti bianco.

Versare il composto montato in una terrina.

Grattuggiare il limone nella farina, la rende più profumata e versarla a poco a poco nell'impasto con l'ausilio di un setaccio, mescolando dal basso verso l'alto con un mestolo forato.  Quest'operazione permetterà al composto d'incorporare ancora aria e di evitare di smontarlo.

Versare l'impasto ottenuto in una tortiera rettangolare imburrata ed infarinata ed in forno caldo 180-190° per 20 minuti circa.

Non appena cotto, sfornatelo e toglietelo dalla teglia

 

Versate 250 gr di ricotta in una terrina, aggiungete le fette d'ananas tagliate a dadini piccoli , il cioccolato e lo zucchero a velo, il Rhum, mescolate e mettete in frigorifero.

 

Utilizzate gli altri 250 gr di ricotta versandoli anch'essi in una terrina aggiungendo lo zucchero e qualche goccia di estratto di limone.  Questo composto servirà a ricoprire la torta.

 

 

Per la bagna, versare in un pentolino l'acqua, lo zucchero e portare al bollore, poi aggiungere il liquore e lasciar bollire ancora pochi minuti.   Lasciar raffreddare.

 

Per il pan di zucchero, spezzettare i fogli di colla di pesce e bagnarli con i 30 cc di acqua. Lasciate ammorbidire per 10 minuti.

Ponete su di un fornello un pentolino, nel quale verserete la colla di pesce e la sua acqua, il miele, il glucosio, il burro ed il succo di limone.  Lasciate sciogliere il tutto a fuoco molto lento.

Versare lo zucchero nel mixer e azionandolo al minimo, versare anche il composto liquido.  Variare la velocità al massimo e vedrete che il pan di zucchero si forma immediatamente.

Estraetelo dal mixer e lavoratelo su di un piano su cui avrete disposto farina di fecola.  Stendetelo con il mattarello in una sfoglia.

 

 

Riprendere il pan di spagna, scrostarlo, tagliare dei cerchi di diametro diverso come da foto. Tagliare ogni singolo cerchio a metà, bagnarlo con la bagna al Rhum, farcirlo con la farcia alla ricotta, sormontarlo con l'altra metà di pan di spagna e ribagnarlo con la farcia. Ricoprirlo con la ricotta semplice, livellando per bene. 

Ripetere l'operazione per tutte e tre i dischi.

Riporre in frigorifero per 30 minuti.

Riprendere un disco per volta, adagiarvi sopra il pan di zucchero tagliato a circonferenza ben maggiore del diametro del disco, in quanto dovrà anche rivestire i bordi. Attenzione a maneggiarlo con cura, si rompe abbastanza facilmente. Nel caso, niente paura, reimpastate e ristendete. Ricoprite un disco per volta e poi sovrapponete l'uno all'altro.

 

Decorazione della torta : come meglio vi aggrada.  Io non avevo grandi cose a disposizione, ed allora me la sono cavata con nastri e fiori non commestibili, ma volendo, si possono reperire in pasticceria delle decorazioni commestibili, oppure ricavare dal pan di zucchero fiori, foglie.

 

Riassumendo: esperienza positiva, ma penso che non la ripeterò!

 

ENJOY

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Torte dolci
scrivi un commento
9 luglio 2011 6 09 /07 /luglio /2011 23:50

Torte-dolci 4363

 

 

 

Sono una pazza!  E' notte, l'1 di notte,  e sono qui a scrivere la ricetta della crostata al limone con meringa soffice.

Sono una pazza!!!  Ma chi se ne frega, viva la pazzia se soprattutto è accompagnata da un dolce così godurioso, croccante e soffice, dolce ed aspro, semplice e complicato come la vita.

Amo il cibo, gli alimenti, la loro trasformazione. Penso al cibo - per lo più- in maniera amichevole e sogno come poterlo rendere invitante, bello, armonioso e gustoso.

Ogni tanto mi sembra di essere il topolino di Ratatouille (si ho visto anche questo di film sul cibo), che si rende conto della molteplicità delle combinazioni che con un alimento si possono ottenere, che sballo!!!

Comunque vista l'ora, meglio indicare la ricetta

 

 

Ingredienti per 1 torta con diametro 18 cm

oppure  4 singole tortine come da foto .

 

Pasta frolla 

300  gr di farina 00

150  gr di zucchero

150  gr di burro

2  tuorli

1  bustina di vanillina

buccia di limone grattugiata

 

Crema pasticcera al limone

 

500 cc di latte

125  gr di zucchero

50    gr di farina

5           tuorli di uovo

1           buccia di limone

2           il succo di due limoni

1           stecca di vaniglia

 

 

Per la meringa

 

200 gr di albume

400 gr di zucchero a velo

1           goccia di limone

 

 

Pasta frolla 

Procedimento

 

Impastare la farina con lo zucchero, la vanillina, la buccia di limone grattugiata ed il burro fino ad ottenere un'insieme che abbia l'apparenza e la consistenza della sabbia (pasta sabbiata "sablée").  Aggiungere i tuorli sbattuti e lavorare velocemente per evitare che la pasta si scaldi troppo.  Formare una palla ed avvolgerla in pellicola trasparente. Riporre in frigorifero per almeno  30' minuti

Riprendere la frolla, stenderla abbastanza sottile e rivestire delle teglie monodose, oppure una teglia da 18 cm.  Mettere in forno a 180° fino a che la frolla non risulti ben dorata, quasi marroncina.  Sfornare e lasciare raffreddare

 

Crema pasticcera

In un polsonetto lavorare bene i tuorli d'uovo con lo zucchero servendosi di una frusta. Incorporare quindi la farina setacciata.  In una pentola a bordi alti mettere a bollire il latte con la buccia di un limone e la stecca di vaniglia tagliata a metà.  Al bollore, versare il latte sui tuorli montati e mescolare finchè siano completamente sciolti. Rimettere sul fuoco e sempre mescolando con un cucchiaio di legno e non appena la crema tende a rassodare, versare il succo filtrato di due limoni.  Cuocere sempre mescolando per 2-3 minuti.

Travasare la crema in una bacinella e lasciare raffreddare posizionando a contatto della crema un foglio di pellicola trasparente.

 

Meringa

Mescolare gli albumi con lo zucchero e qualche goccia di succo di limone. Riscaldarli a bagnomaria e montarli con lo sbattitore fino a totale raffreddamento.

 

Montare la torta

 

Non appena  tutti i componenti saranno a temperatura ambiente, montare la torta versando la crema al limone e livellandola.  Inserire poi la meringa in una siringa o sac à poche  e stenderla sulla crema al limone.

Preparare il forno al max del calore e riporre la torta sotto il grill per 3 minuti, giusto il tempo in cui la meringa si colori leggermente, se possedeste un cannello, tanto meglio, è più rapido e di migliore effetto, io non ce l'ho e quindi ho usato il grill.

Spolverare di zucchero a velo e servire

 

ENJOY!

 

 P.S.  la foto qui sotto mostra la sezione della torta.

 

 

Torte-dolci 4375

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Torte dolci
scrivi un commento
5 luglio 2011 2 05 /07 /luglio /2011 20:25

  Zuccotto

 

  

Che bello fare un dolce senza dover utilizzare il forno!

Adoro la possibilità di creare qualcosa di carino e di buono in velocità.

Si può tranquillamente trasformare del pane in cassetta - d'accordo pan brioche- in un dolce ad effetto.

Avevo voglia di Sicilia, del sapore del limone, dei canditi, del cioccolato; insomma una via di mezzo tra un cannolo ed una cassata, ma in considerazione del fatto che vivo al nord, ho optato per una dolcezza mitigata e cioè non esageratamente dolce: quindi, al  posto del marzapane come copertura ho usato il pane.

Il tocco di colore è dato dai fruttini canditi.  

Leggero al sapore, un  misto  di sole, dolcezza e croccantezza del cioccolato.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

500  gr di ricotta vaccina

100  gr di zucchero a velo vanigliato

  80  gr di canditi misti

  80  gr di gocce di cioccolato fondente

  50  gr di uvetta sultanina

100 cc di Marsala

                 buccia  grattugiata di 1 limone

400 gr di pane in cassetta.

 

 

Preparate una terrina da insalata di 16 cm di  diametro  rivestendone l'interno con pellicola trasparente.

Quest'operazione vi permetterà di preparare lo zuccotto all'interno della stessa e di non avere poi alcun problema al momento dell'estrazione e posizionamento sul piatto di servizio.

 

Preparare il pane, tagliando la crosta intorno alle fette.  Disponete una fetta alla base dell'insalatiera e poi di seguito una all'altra rivestite la circonferenza dell'insalatiera, sovrapponendo leggermente le fette. Non vi devono essere spazi vuoti. Schiacciate con le mani il pane, affinchè aderisca bene alle pareti.

Spennellatelo con il marsala, in modo leggero. Tenete da parte

 

 

In un ulteriore insalatiera, versare la ricotta, la buccia grattugiata di un limone, lo zucchero, l'uvetta precedentemente ammollata nel marsala, il cioccolato, i canditi.  Mescolate con cura e versate il composto al centro della forma di pane.

Riempitelo fino a 1 centimetro dal bordo. Livellatelo e ricopritelo con altrettante fette di pane brioche.

Spennellate con marsala e ricoprite il tutto con pellicola trasparente.

Passate lo zuccotto in frigorifero per almeno 2 ore.

 

Montare il piatto  :  capovolgere lo zuccotto su piatto da portata, decorare con zucchero a velo e canditi, oppure cacao e cioccolato e fiocchetti di panna.

 

 

Di seguito la fotografia che illustra l'interno dello zuccotto, la luce della foto cambia, perchè siamo andati a mangiarlo in terrazza!

  

 

Torte-dolci 4324

 

 

ENJOY!

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Torte dolci
scrivi un commento
26 giugno 2011 7 26 /06 /giugno /2011 20:20

Torte-dolci 4245

 

 

Accendere il forno oggi è stato un po' un azzardo e la famiglia si è leggermente lamentata del caldo prodotto.

Però il lamento è cessato non appena assaggiato il dolce.

Frangipane è una tartelletta su una base di pasta sfoglia e ricoperta da un composto di burro, mandorle, uovo e zucchero.

Sembra di mangiare il marzapane, ma il sapore è molto più delicato, non così estremamente dolce e per nulla appiccicoso in bocca.

Inoltre si cuoce in un attimo, per cui vale la pena provarla.

Naturalmente devono piacere le mandorle!

 

La ricetta

 

Ingredienti per 2 tortine come foto

 

1           rotolo di pasta sfoglia

100 gr di zucchero

100 gr di burro ammorbidito

1           uovo

1           cucchiaio di farina

100 gr di mandorle

1           paio di gocce di estratto di vaniglia oppure 1 bustina di vanillina.

1          cucchiaio di zucchero a velo

 

 

Procedimento

 

Miscelare zucchero e burro morbido, aggiungere le mandorle, il cucchiaio di farina e solo quando il composto è amalgamato l'uovo e l'estratto di vaniglia.

Mettere in frigorifero per 10 minuti.

 

Stendere la pasta sfoglia, ricavarne 2 dischetti da 14 cm di diametro. Bucherellarli.

Riprendere il composto e versarne nel centro una cucchiaiata abbondante. Stenderla sulla sfoglia, tenendo libero un margine di pasta di almeno 2 cm. In pratica il composto non dovrà ricoprire tutto il cerchio di sfoglia, in quanto durante la cottura tende ad espandersi.

Infornare a forno caldissimo 220°  per 15' minuti, e comunque non appena vedrete la superficie ed il perimetro della torina dorati.

Togliere dal forno, lasciare raffreddare. Spolverare a piacere con zucchero a velo.

Decorare con frutta fresca e gelato.

 

ENJOY!

 

 

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Torte dolci
scrivi un commento
11 maggio 2011 3 11 /05 /maggio /2011 20:54

 

Copia di IMG 3797

 

Allora, da dove incominciare?

Forse dal fatto che questa tortina dovesse essere in partenza una cheese-cake AMMERRIKANA che invece è diventata una tortazza italiana?

Questa torta mi ha insegnato a:

 

1- non mettermi a cucinare se non sono veramente invogliata dalla ricetta

2- non insistere nell'esecuzione, perchè se è partita "storta" difficilmente si raddrizza.

3- forse che chi la dura, la vince a metà?!? perchè il risultato, almeno quello visivo, non è poi granché.

 

La pubblico lo stesso senza dare i dettagli della ricetta, perchè più che tale, si tratta di un rattoppo a qualcosa di non riuscito.

Se mai ci fosse qualcuno interessato a conoscere il come ed il perchè, beh me lo faccia sapere e ne potremmo parlare.

 

ENJOY!

 

P.S.: il gusto non è affatto male.

 

 

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Torte dolci
scrivi un commento
3 aprile 2011 7 03 /04 /aprile /2011 18:56

Torte-dolci 3100

 

 

Oggi, Domenica, una  Tatin di pera  a singola porzione con una Lemon Curd e del gelato alla vaniglia. La Tarte Tatin è la tipica torta francese dove le mele vengono caramellate e poi coperte da un leggero strato di sfoglia, infornata e poi capovolta e mangiata così com'è.  Personalmente mi piace sempre aggiungere un po' di gelato per avere il contrasto tra caldo e freddo ed in questo caso ho anche esagerato ed ho inserito anche una Lemon Curd.

Questa è una crema inglese a base di uovo, burro, zucchero e naturalmente limone.  Molto, molto nutriente ed infatti ce n'è solo un cuoricino.

 

La ricetta

 

Lemon curd per un vasetto da 125 gr.

 

125 gr di zucchero

1           uovo intero

1           succo di un intero limone e relative zeste

45        gr di burro.

 

In un tegamino versare lo zucchero, le zeste, l'uovo e  sbattere per amalgamare gli ingredienti.

Accendere il fuoco a fiamma bassa e posarvi sopra il tegamino. Continuare a mescolare con l'ausilio di una frusta, aggiungere il succo di limone ed il burro.  Cuocere a fuoco molto tenue e raggiungere gli 85° senza mai far bollire la crema.  La consistenza deve essere come quella di una marmellata.  Non appena cotta, trasferirla in una piccola insalatiera e lasciarla raffreddare in frigorifero per almeno 40' minuti.

 

Tatin di pera  ingredienti per 4 persone

 

50   gr di zucchero semolato

1           cucchiaino di cannella

50   cc  di marsala o brandy

2           pere William

4           pezzi di anice stellato

             succo di limone q.b.

30  gr di burro

1          confezione di pasta sfoglia

1          goccino d'acqua

 

In un tegame sciogliere lo zucchero con un goccino d'acqua, portarlo al caramello, quindi aggiungere le pere preventivamente sbucciate e tagliate per il senso della lunghezza, nonché steccate con l'anice stellato disposto al centro, al posto dei semi della pera.

Lasciare caramellare ed aggiungere il burro, continuare a cuocere per 10' minuti e poi sfumare con il marsala. Attenzione all'eventuale ritorno di fiamma. Lasciar cuocere fino a che il liquido si sia rappreso.

Disporre le pere caramellate su una placca da forno rivestita di carta da forno.

Lasciare raffreddare leggermente. Successivamente, stendere la pasta sfoglia, ritagliare dei rettangoli con i quali si copriranno le pere seguendo con attenzione la loro forma originaria.

Spolverizzare con zucchero a velo ed infornare a 220° per 20'.

 

Sfornare e posizionare una  Tatin al centro del piatto, adagiarvi due quenelles di gelato ed un cuore di Lemon curd.

 

ENJOY!

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Torte dolci
scrivi un commento
1 aprile 2011 5 01 /04 /aprile /2011 20:25

 

Pan Buiscuit

 

 

Dire di aver raccolto questi fruttini di bosco, beh, proprio questi sarebbe una bugia, però a Seefeld nel Tirolo austriaco, dove c'è un bellissimo lago, un fantastico campo da golf e dei bei boschi,si, qui ho raccolto un sacco di mirtilli che nascono spontanei e che sono un po' dissimili da quelli rappresentati.  Sono un po' più piccoli e meno perfetti esteticamente, ma saporitissimi e freschissimi.  Non appena colti, lavati li ho trasformati in una marmellatina da spalmare su fette di pane nero. Più Schutzen di così se "more".........  Siamo proprio sicuri che nel mio DNA scorra sangue umbro??? Mah!

 

Il pan biscuit è un dolce fatto apposta per i bambini, è molto morbido e con crema di ricotta è nutriente senza essere troppo grasso. Un tocco di colore è dato dalle fragole che aihmé sono ancora tornate nel mio frigorifero.

 

 

La ricetta:

 

Ingredienti per un rotolo di 40 cm di lunghezza

 

70 gr di farina

60 gr di zucchero

4            uova

50 gr di burro + quello per ungere la teglia

1            busta di vanillina

 

 

Sgusciare in una terrina 2 uova intere ed un tuorlo, unire lo zucchero e lavorare a crema il composto. Non appena la massa sarà gonfia e spumosa aggiungere la farina setacciata facendo attenzione a non sgonfiare le uova e mescolando il composto dal basso verso l'alto con un mestolo forato.

Unire il burro precedentemente sciolto e raffreddato. Versarlo a filo mescolando delicatamente dal basso verso l'alto.

Montare a neve densa 2 albumi, aggiungervi una bustina di vanillina, mescolare ed unirli alla crema sempre sollevando il composto dal basso verso l'alto.

Rivestire una teglia da forno con carta da forno, ungerla di burro e versarvi l'impaso livellandolo  in uno strato alto un dito.  Cuocere in forno caldissimo 220° per 10minuti.

Non appena cotto, sfornare e rovesciare la torta su di un asciugapiatti umido. Rimuovere la carta da forno spennellandola con acqua fredda e staccandola lentamente per evitare rotture.

Arrotolare la pasta con l'asciugapiatti umido, formando un rotolo. Il tessuto arrotolato con il dolce permette di evitare che questo si attacchi ed impedisca poi lo srotolamento successivo.

Raffreddare in frigorifero per 20 minuti. Passato il tempo necessario farcirlo a piacere con creme o marmellate.

Il presente pan biscuit è stato farcito con crema di ricotta e fragole.

 

Crema di ricotta

 

350  gr di ricotta vaccina

100  gr di zucchero a velo

                  buccia grattugiata di limone

                  qualche goccia di essenza di limone

 

Mescolare gli ingredienti e tenere in fresco.

 

 

Fragole

1           cestino di fragole

2           cucchiai di zucchero

 

Pulire e tagliare le fragole in quarti.  Versarle in una padella antiaderente, aggiungere lo zucchero e cuocere per alcuni minuti, fino a  che lo zucchero non sia completamente sciolto e le fragole solo leggermente ammorbidite ma non sfatte.

Togliere dal fuoco e lasciar raffreddare.

 

Unire le fragole alla crema di ricotta e srotolare il rotolo di pan biscuit.

Stendere il composto di crema sulla torta e riarrotolare .

Spolverizzare il rotolo di zucchero a velo e servire.

 

P.S.:  la crema può essere anche di panna montata per tutti coloro che la preferiscono alla ricotta.

 

 

ENJOY!

 

 

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Torte dolci
scrivi un commento
23 marzo 2011 3 23 /03 /marzo /2011 11:35

IMG 2867 (3)

 

Queste tortine che in apparenza hanno un look molto rustico, hanno una storia popolare alle spalle di notevole importanza.

Nata come torta di recupero di pane avanzato, divenne la torta della festa del paese, che le massaie andavano a cuocere dal fornaio, perchè prive del forno casalingo.

La ricetta originale era veramente povera e basata appunto su pane secco, latte, cacao, zucchero e se c'era la possibilità,  biscotti ed uvetta.

Niente altro.  Veniva cotta in uno stampo rotondo di allumio a bordi alti ed servita poi con un goccino di Vermouth.

Altri tempi, l'unica torta che sapesse fare mia nonna, mitica!

Presento di seguito una "ricca" variante per chiunque volesse cimentarsi.

 

La ricetta:

Ingredienti per 1 torta da 1 kg circa

oppure per una ventina di tortine come da foto.

 

 

500 gr   di pane bianco morbido con mollica

1      lt    di latte

200 gr   di zucchero

70   gr   di uvetta

50   gr   di canditi misti

              buccia di limone ed arancia

   3         chiodi di garofano

   2         cucchiaini di cannella

   1         pezzettino di stecca di vaniglia

               gocce di essenza di rhum (quantità a piacere)

40  gr    di cacao amaro

100 gr   di cioccolato fondente

1            bustina di pinoli

 

 

Procedimento

 

Riscaldare il latte, aromatizzandolo con la buccia di limone ed arancia tagliata a strisce grosse, chiodi di garofano, cannella e vaniglia .

In una insalatiera spezzettare il pane a piccoli pezzi, scolarvi sopra il latte caldo usando un colino per evitare che gli aromi cadano nella torta.  Lasciare che il pane s'inzuppi di latte e si squagli.

A parte, ammollare l'uvetta. Per un ammollo rapido, prendere un piccolo tegame aggiungere un bicchiere d'acqua e l'uvetta e portare al bollore.  Scolare e raffreddare.

Far sciogliere il cioccolato fondente in un goccino di latte caldo.

 

Non appena il pane è morbido, lavorarlo con un minipimer, affinché non rimangano grumi duri e crosta.

Quando l'impasto sarà omogeneo, aggiungere lo zucchero, l'uvetta, i canditi misti, il cioccolato sciolto, il cacao amaro una parte di pinoli e mescolare il tutto fino a che la torta non sia diventata di un bel colore cioccolatoso.

Infine aggiungete le gocce di essenza di  rhum - quantità a piacere-

 

Scaldare il forno a 200°, imburrare od una teglia oppure piccoli stampini monodose.

Versare il composto ed infornare per circa 35 minuti se sono tortine, 60 minuti se si tratta di un'unica torta.

Prima di sfornare e raffreddare, eseguire un test di cottura con il classico stecchino per vedere se l'interno sia cotto. Di fatto queste tortine tendono a cuocersi velocemente all'esterno, ma più lentamente all'interno.

 

Servirle a piacere con marmellata di frutti di bosco, panna montata o gelato.

 

ENJOY!

 

 

 

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Torte dolci
scrivi un commento
20 marzo 2011 7 20 /03 /marzo /2011 08:04

 

 

 

IMG 2709 a

 

 

L'avevo detto che sono una fun dell'Inghilterra, beh, se non l'avevo scritto esplicitamente, penso che si sia comunque inteso " fra le righe".

Questa tortina di mele è per me un cibo di conforto -comfort food- , è proprio una dolcezza che si scioglie in bocca.

La crosta croccante ed il cuore tenero, dolce e morbido, perchè le mele si amalgamano fra di loro durante la cottura, profumata alla cannella e spolverizzata di zucchero a velo.

Volendo si potrebbe aggiungere del gelato alla vaniglia.

Personalmente l'apprezzo anche "nature" senza troppi fronzoli.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 tortine singole

 

Pasta frolla 

300  gr di farina 00

150  gr di zucchero

150  gr di burro

2  tuorli

1  bustina di vanillina

buccia di limone grattugiata

 

2  mele Golden - grandi

1  cucchiaio di marmellata di albicocche

1  cucchiaino di cannella

2  cucchiai abbondanti di granella di biscotti

1  - succo di un limone

 

 

Procedimento

 

Impastare la farina con lo zucchero, la vanillina, la buccia di limone grattugiata ed il burro fino ad ottenere un'insieme che abbia l'apparenza e la consistenza della sabbia (pasta sabbiata "sablée").  Aggiungere i tuorli sbattuti e lavorare velocemente per evitare che la pasta si scaldi troppo.  Formare una palla ed avvolgerla in pellicola trasparente. Riporre in frigorifero. 

Riprendere la frolla, stenderla abbastanza sottile e rivestire la base ed i bordi di teglie monodose. 

 

 

Sbucciare le mele, affettarle in piccoli pezzetti e spruzzarle di limone per evitare che anneriscano.

Aggiungere la marmellata di albicocche, la granella di biscotti (i biscotti servono ad assorbire l'acqua in eccesso che potrebbe fuoriuscire dalle mele ed ad evitare che ciò bagni la frolla) ed il cucchiaino di cannella.

 

Distribuire il composto uniformemente nelle teglie rivestite, appiattire per bene e rivestire con la restante frolla. Saldare bene i bordi.

  

 

Mettere in forno a 180° fino a che la frolla non risulti ben dorata, quasi marroncina.  Sfornare e lasciare raffreddare.

 

Spolverare di zucchero a velo.

 

ENJOY

 

 

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Torte dolci
scrivi un commento

Presentazione

  • : foodforfun.over-blog.it
  • foodforfun.over-blog.it
  • : Per giocare con il cibo e trasformare gli alimenti in qualcosa di goloso... ma non solo cibo, talvolta fiori, talaltra libri, curiosando qua e là.
  • Contatti

Traduttori

 

 

 

 

    

 

    

 

     

 

Ricerca

EXPO 2015

01_Cover_Logo_1280x400_OK.jpg

foodforfun.over-blog.it

Norme - Copyright © 2017

QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITA' . PERTANTO NON PUO' CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 07/03/2001  

FOODFORFUN.OVER-BLOG.IT  By BettaRoberta Cecconi - All rights reserved

 

 

 

  

 

 

 

indicizzazione motori ricerca