Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
21 febbraio 2012 2 21 /02 /febbraio /2012 13:55

Risotti 7663

 

 

Questo risotto ha un suo perchè ed è un risotto del ricordo.

Nei primi anni '80, ancora bambina, andai in un ristorantino niente male, che faceva una cucina alternativa.

Fra i vari piatti denominati in maniera fantasiosa, ricordo ad esempio : "orecchia di elefante"  (praticamente una cotoletta talmente battuta che diveniva così grande da sembrare un'orecchia del pachiderma) c'era anche il Risotto alle fragole.

Sono sempre stata una tipa curiosa , nel senso positivo del termine, ed anche un po' sperimentatrice, perciò assaggiai con entusiasmo tale pietanza.

Il risotto alle fragole è diventato un piatto che riproduco, perchè è morbido, cremoso, sa di primavera, è dolce grazie alla panna, ma anche asprigno e ben bilanciato grazie alle fragole.

Semplicemente:  adoro!

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

320 gr di riso Carnaroli

     1 noce di burro

500 gr di fragole

  70 cc di vino bianco secco preferibilmente spumante (ma se non l'aveste, va bene un buon secco)

100 cc di panna fresca

500 cc di acqua bollente

     1 dado - oppure sale

 

 

Procedimento

 

In una pentola antiaderente sciogliete il burro e versatevi le fragole (tranne 8 piccole) tagliate a pezzettini.

Lasciatele rosolare a fuoco moderato e poi aggiungete il riso. Lasciatelo tostare e fategli assorbire per bene il grasso e il colore delle fragole. Sfumate con il vino e lasciatelo evaporare.

Ora aggiungete l'acqua bollente, poco per volta e portate il riso a cottura in 15' minuti circa.

A 5' minuti dalla fine mantecate con la panna.  Poi spegnete e porzionate nei piatti.

Decorate con le fragoline che avete tenuto da parte e.......

 

ENJOY!

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Riso
scrivi un commento
10 febbraio 2012 5 10 /02 /febbraio /2012 18:30

Risotti 7589

 

 

Adoro! Adoro! Adoro!

Ma anche odoro, odoro, odoro, l'effluvio, il profumo dei formaggi che si spande tutt'intorno; la cremosità di questo risottino è una "scioglievolezza" e un pizzico di noce moscata sulle scaglie di Parmigiano ne esalta il sapore .

Di una facilità estrema, da farsi anche all'ultimo minuto è un comfort food al quale non posso rinunciare.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

320 gr di riso Carnaroli

     1 noce di burro

     1 cipollina piccola, piccola tritatissima

     1 goccino d'olio

  50 cc di vino bianco secco

  50 gr di Emmental

  50 gr di Asiago

  50 gr di Parmigiano Reggiano

  20 gr di Formaggio spalmabile tipo Philadelphia.

    1 grattugiata di noce moscata

    1 sventagliata di scagliette di Parmigiano.

        sale o dado q.b.

        acqua bollente o brodo q.b.

 

 

Procedimento

 

Scaldare l'olio, il burro in una pentola a bordi alti. Rosolarvi la cipolla tritatissima, quasi invisibile, lasciarla "sudare" e poi tostarvi il riso.  Sfumare con il vino bianco ed aggiungere o acqua bollente oppure del brodo di carne a Vs. scelta. Salare e portare il riso a cottura in 15 minuti, aggiungendo liquidi di volta in volta fino a completa cottura.

Nel frattempo tagliare tutti i formaggi a piccoli pezzettini, meglio ancora se si grattugiano. Tenerli da parte.

A pochi minuti dalla fine della cottura mantecare il formaggio al riso, lasciarlo sciogliere mescolando con cura.

Servire il risotto bollente spolverandolo con una sventagliata di scagliette di Parmigiano e una spolverata di noce moscata.

 

ENJOY!

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Riso
scrivi un commento
19 gennaio 2012 4 19 /01 /gennaio /2012 14:50

Risotti 7254

 

Non sono alghe quelle viola, solo crauti!

Questo riso è stata una via di mezzo tra un riso al salto indo-cinese e una contaminazione sassone-mediterranea, in quanto il riso è Basmati, i gamberi dell'Oceano indiano, la soia è cinese, le verdure pressochè mediterranee ad eccezione del crauto viola che è d'ispirazione sassone: insomma più fusion di così "se more" (non so se si scriva così in romanesco....)

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

400 gr  di riso Basmati

     1       cucchiaino di Curcuma

     2       cipollotti di Tropea

     1       peperone giallo

     2       cavoli costa cinesi

     1       carota

  70 gr   di crauto viola

  16        gamberi mazzancolle

              olio extravergine d'oliva, sale e soia.

 

 

Procedimento

 

Lavate il riso Basmati in acqua fredda per togliere l'eccesso di amido.

In una pentola a bordi alti fate bollire dell'acqua, versatevi il cucchiaino di curcuma e lessatevi il riso.

In un wok - oppure una padella antiaderente, scaldate l'olio e versatevi il peperone tagliato a listarelle sottili,  la carota tagliata a tagliatelle, il cavolo costa cinese tagliato sottile. Lasciate insaporire e poi aggiungete i cipollotti tagliati a listarelle per il senso della lunghezza ed il crauto viola. 

Fate rosolare a fuoco alto, aggiungete i gamberi preventivamente lessati e sgusciati, salate solo alla fine ed aggiungete in ultimo un goccino di soia dolce.

 

Scolate il riso al dente, passatelo sotto acqua fredda corrente per evitare che i chicchi si appiccichino, scolatelo e ripassatelo in padella con le verdure.

 

Servite immediatamente.

 

ENJOY !

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Riso
scrivi un commento
4 gennaio 2012 3 04 /01 /gennaio /2012 14:03

Risotti 7056

 

 

Siamo agli sgoccioli delle vacanze invernali, peccato, il Natale arriva e scappa in un soffio.

Beh, c'è sempre la Befana, adorata vecchina a tenerci compagnia e per rimpolpare il gruppo, oggi abbiamo pranzato con dei cari amici, che però volevano stare "leggeri".   La nostra offerta è stata:  Risottino alle erbe fini e limone.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 6 persone

 

480 gr di riso Carnaroli

2      gambi di :   timo, maggiorana, dragoncello, prezzemolo, maggiorana

5-6  foglie di   :   basilico, salvia, rosmarino

3-4  strisce di buccia di limone

 

1      cucchiaio di soffritto misto

100 cc di vino bianco secco

100 gr di ricotta vaccina

  50 cc di panna fresca

  70 gr di Parmigiano Reggiano (a Vs. scelta)

        Brodo di carne oppure acqua bollente

        Olio extravergine d'oliva

    1  noce di burro

    2  dadi

 

 

Procedimento

 

In una pentola a bordi medio alti, antiaderente, scaldare l'olio e la noce di burro, aggiungete il soffritto, lasciate sudare le cipolle e poi versate il riso.  Fatelo tostare, cioè scaldare e impregnare del grasso, poi sfumate con il vino bianco.

Fatelo evaporare completamente e poi aggiungete il brodo di carne, oppure in mancanza di esso, acqua bollente.

Mescolate con cura e salate a vostro piacere con sale oppure con dado.

 

Nel frattempo lavate tutte le foglioline delle erbe e la buccia di limone, mettetele in un mixer e tritatele finemente.

Tenete da parte.

 

A pochi minuti dalla cottura definitiva del riso, mantecatelo con ricotta, panna e il trito di erbe e limone.

Assaggiate il risotto e regolatelo con del Parmigiano a piacere.

Servite caldissimo.

 

ENJOY!

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Riso
scrivi un commento
3 dicembre 2011 6 03 /12 /dicembre /2011 20:55

6787-A

 

 

 

Risotto all'insalata Trevisana, un dolce-amaro mitigato dal brodo di pollo e da  un goccino di panna che lo rende anche morbido . Il risotto come sempre ha una base di soffritto per cui si notano qua e là i pezzettini di carotina.

Gustoso, veloce, versatile come sempre.  W il Risotto!

 

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

320 gr di riso Carnaroli

1          cucchiaio di soffritto misto

1          cespo di insalata Trevisana

100 cc di vino rosso

  50 cc di panna fresca

             Parmigiano Reggiano (facoltativo)

1           noce di burro

             olio extravergine d'oliva, sale o dado

1    lt     di brodo di pollo (oppure acqua bollente)

 

 

Procedimento

 

Lavate l'insalata e tagliatela a julienne.

In una pentola a bordi alti, versate l'olio, il burro ed il soffritto. Lasciate sudare la cipolla. Aggiungete l'insalata e dopo 1 minuto il riso.  Tostatelo e poi irroratelo con il vino rosso.

Fate evaporare l'alcool e poi versate il brodo, poco per volta e ad ogni totale riassorbimento dello stesso da parte del riso. Cuocete per 15' e a 2' minuti dalla fine, versate la panna e a piacere il Parmigiano.

Personalmente non l'ho aggiunto, in quanto essendo molto saporito, avrebbe alterato un po' il sapore del risotto. Per noi stasera è bastata la panna.

 

Servite caldissimo e .....

 

ENJOY!

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Riso
scrivi un commento
23 novembre 2011 3 23 /11 /novembre /2011 17:42

 

 

  Risotti 6615

 

  

 

Il risotto è il mio pane.  Lo preferisco alla pasta, ma forse l'ho già detto. In ogni caso, devo dire che ne sento la mancanza e dopo un po' che sia integrale, nero, bianco, io lo devo cucinare.

In frigorifero ho due finocchi e quindi perchè non accoppiarli al riso? 

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

320  gr di riso Carnaroli

1       scalogno tritato fine

150  cc di vino bianco

1       noce di burro

1       cucchiaio di olio extravergine d'oliva

500  cc di brodo o di acqua bollente

         sale e pepe q.b.

80    gr di parmigiano reggiano

 

3       finocchi grandi.

         olio extravergine e sale q.b.

 

 

Preparate i finocchi, togliendo le fogli più esterne.  Tagliateli a fettine sottili  con la mandolina ed immergeteli in acqua gelata.

In una pentola a bordi alti, scaldate l'olio, il burro e lo scalogno tritato finissimo, non appena "suda" aggiungete il riso, fatelo tostare ed irrorate con il vino bianco.  Lasciate evaporare e poi aggiungete il brodo poco per volta.  Salate e pepate e portate a cottura.

 

Nel frattempo, in una pentola antiaderente scaldate un poco di olio e versate la metà dei finocchi ben scolati, fateli saltare in padella, salate subito, pepate e coprite con il coperchio. Cuocete per 5' minuti, poi passateli al frullatore ed al chinoise. 

A cinque minuti dalla fine della cottura del riso, amalgamate il purè di finocchi.  A cottura ultimata e fuori dal fuoco il parmigiano reggiano.

Spolverate con ciuffetti di barbetta di finocchio fresco e servite

 

ENJOY 

 

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Riso
scrivi un commento
9 novembre 2011 3 09 /11 /novembre /2011 20:07

Risotti 6381

 

 

Niente a che vedere con la mosca tze-tze, bensì un morbido risotto doppia "z" in quanto con zucchine e zafferano.

Un filante accordo fra gruyère e parmigiano con qualche scaglietta qua e là e per decorazione una coroncina di zucchine saltate in padella .

Continuano le ricette casalinghe, semplici, veloci da eseguire all'ultimo momento, ma che danno comunque soddisfazione ai commensali.

Risotto zz,  ecco la ricetta.

 

 

Ingredienti per 4 persone

 

320 gr di riso Carnaroli

1           spicchio d'aglio

1           scalogno

2           zucchine grandi

1           zucchina piccola

100 gr di pancetta affumicata

1           bustina di zafferano

1           goccino di vino bianco

              brodo vegetale o acqua bollente

              olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

2            cucchiai di gruyère grattugiato

1            cucchiaio di parmigiano grattugiato

 

Procedimento

 

In una padella antiaderente scaldare l'olio con l'aglio. Non appena rosola versare le zucchine grandi tagliate a dadini.

Salare subito e coprire con coperchio.  Lasciare stufare per 10' minuti, poi trasferirle in una ciotola a bordi alti e frullarle, riducendole a puré.  Tenere da parte.

 

In una pentola antiaderente scaldare l'olio con lo scalogno a fettine sottili, versare il riso, tostarlo per 3-4' minuti, irrorarlo con un goccio di vino bianco, lasciarlo evaporare e poi aggiungere il brodo poco per volta fino a cottura del riso e cioè per circa 15' minuti.

A metà cottura, aggiungere lo zafferano, poi il purè di zucchine.  Lasciar amalgamare e finire di cuocere.

 

Nel frattempo, in una padella antiaderente scaldare l'olio e l'aglio, versare la zucchina piccola tagliata a rondelle regolari.  Lasciar insaporire e colorire per 5-8 minuti e salare solo alla fine. Tenere da parte.

 

In un'altra padella bollente, (non finiscono più 'ste padelle), tostare la pancetta fino a renderla croccante.  Scolarla del suo grasso e tenere da parte.

 

A fine cottura del riso, togliere la pentola dal fuoco e mantecare con gruyère e parmigiano.

Aggiungere la pancetta e disporre nei piatti da portata.  Decorare con le rondelle di zucchine e scagliette di grana.

 

 

ENJOY!

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Riso
scrivi un commento
25 ottobre 2011 2 25 /10 /ottobre /2011 19:19

 

 

Risotti 6200

 

Stasera è una corsa contro il tempo.  Veramente è da stamattina che tutto mi corre intorno senza tregua.

Abbiamo "trangugiato" il risotto e se c'è una cosa che proprio non mi va è quella di dover mangiare di corsa.

ODIO, ODIO, ODIO !  Ma tant'è ci sono giornate così.! 

Di conseguenza il risotto nerissimo è anche un MOOD del mio umore di oggi.  Risotto in express e quindi con l'utilizzo di brodo di pesce in granulato. Sorry, ma proprio non c'era il tempo per fare di meglio.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

320  gr di riso Carnaroli

1       spicchio d'aglio

1       cipollina, ina, ina

1       cucchiaio di olio extravergine d'oliva

1       cucchiaino di granulato di brodo di pesce

2       bustine d'inchiostro di seppia

         pepe  q.b.

1       goccino di vino bianco secco

 

300 gr di seppie delle quali userete però solo i ricciolini

100 cc di vino bianco secco

1      spicchio d'aglio

        olio, sale e pepe q.b.

 

 

Procedimento

 

Lavate le seppioline, staccate i riccioli, che pulirete da eventuali beccucci.

In una padella antiaderente scaldate l'olio e l'aglio, versatevi i riccioli e lasciateli rosolare un attimo, salate ed irrorate con il vino. Fate evaporare e poi cuocete a fuoco lento per almeno 45' minuti.  Tenete da parte.

 

In una pentola a bordi medio-alti, rosolate l'aglio e la cipolla tagliata sottilmente, quasi grattugiata. Versate il riso, lasciate tostare, bagnate con il vino e lasciate evaporare. Aggiungete l'inchiostro di seppia, l'acqua calda bollente ed il cucchiaino di estratto per brodo di pesce.

Lasciate cuocere per 15' minuti, mescolando con cura.  Assaggiate, regolate di sale e pepe e servite caldo con al centro del piatto i riccioli di seppia.

 

ENJOY!

 

 

 

 

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Riso
scrivi un commento
18 ottobre 2011 2 18 /10 /ottobre /2011 18:02

Risotti 6056

Due in uno :  Risotto e fegatini, ma non spezzettati e tostati con il riso, come vuole la classica ricetta, bensì separati e distinti ed uniti solo al momento di servire.

Il riso è al vino rosso e ben mantecato , mentre i fegatini sono al profumo di Porto, la cipolla dorata non può mancare e come aroma aggiuntivo un cespuglietto di salvia, che fa da decorazione, ma che profuma il piatto grazie al calore che viene emanato dal riso e dal fegato caldo.

I colori del piatto sono in armonia con la stagione, il riso rosso della vendemmia, il fegato marroncino come i gusci delle castagne ed il verde salvia a rappresentare le ultime foglioline prima dell'inverno.

 

 

La ricetta

 

Ingredienti per  4 persone

 

1      confezione di fegatini di pollo

1      cipolla dorata

1      foglia di alloro

1      mazzettino di salvia

1      bicchierino di Porto

1      noce di burro

1      cucchiaio di olio extravergine d'oliva

        sale e pepe

 

320 gr di riso Carnaroli

1      cipollina dorata piccola

1      noce di burro

1      bicchierino di vino rosso da pasto

500 cc di brodo di carne oppure di acqua bollente

        sale, pepe ed olio extravergine d'oliva

70  gr di parmigiano reggiano

 

 

Procedimento

 

In una pentola a bordi medio-alti far rosolare la cipolla in una noce di burro ed un cucchiaio di olio.

Versare il riso e lasciarlo tostare per alcuni minuti, sfumare con il vino rosso, lasciar evaporare ed aggiungere il brodo caldo, poco per volta. Salare e pepare.  Portare a cottura, circa 15', il riso dovrà essere al dente ed all'onda, cioè cremoso. Mantecare poi con il parmigiano tenendo la pentola lontano dal fuoco. Tenere in caldo.

 

Mentre cuoce il riso, preparare i fegatini, che dovranno essere ben lavati e privati di filamenti. Attenzione ad eventuali residui verdognoli, rappresentano la bile e bisogna evitarli con cura.

In una padella a bordi bassi rosolare la cipolla nel burro e nell'olio, insieme alla salvia e all'alloro.

Versare i fegatini, salarli e peparli e farli colorire prima da un lato e poi dall'altro.

Sfumare con il bicchierino di Porto e cuocere a fuoco lento per 10' minuti.  I fegatini dovranno essere colorati esternamente e morbidi all'interno.

 

Riprendere il riso  appena mantecato, disporlo nei piatti di servizio, posizionare al centro un paio di fegatini a commensale, irrorare il riso con un poco del sughetto dei fegatini e decorare con un ciuffettino di salvia.

 

ENJOY!

 

 

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Riso
scrivi un commento
23 settembre 2011 5 23 /09 /settembre /2011 19:50

Risotti 5555

 

 

Le mele, come accennavo ultimamente, regalano mille possibilità di utilizzo.

Uno dei miei preferiti e quello di accoppiarle al riso.

Il piatto è semplice ma ricco, il sapore conosciuto, ma anche sorprendente, un misto fra dolce e salato.

Niente parmigiano in quanto avrebbe "squilibrato" il piatto; al suo posto un pizzico di esotico : noce moscata!

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

320 gr    di riso Carnaroli

150 cc    di vino bianco secco            

1             porro

30    gr   di burro

3             mele Golden di media grandezza

1             cucchiaio di olio extravergine d'oliva

200  cc  di panna fresca

1             spolverata di noce moscata

               olio per friggere

               brodo vegetale  -- oppure acqua bollente

 

 

 

Preparate il porro togliendo le foglie  più dure. Lavatelo con cura, sfogliandolo, in quanto potrebbe contenere fra le foglie tracce di terra.

Dividete il porro a metà.  La parte superiore dovrà essere tagliata a listarelle; quella inferiore dovrà essere tritata finemente.

In una padella a bordi alti fate scaldare l'olio ed una noce di burro, versate i porri tritati, lasciate rosolare e poi aggiungete il riso.  Tostatelo e non appena caldo, irroratelo con il vino bianco.  Lasciate evaporare, aggiungete il brodo vegetale ed il sale.  Lasciate cuocere per 10 minuti.

 

Nel frattempo, sbucciate le mele, tagliatele a spicchi e poi a dadini.  Prendete una pentola antiaderente e fatevi sciogliere il burro. Non appena caldo, versate le mele e lasciate che si ammorbidiscano e diventino di un bel colore dorato.  Il tempo necessario è di circa 8-10 minuti.   A rosolatura ultimata, scolatele e tenete da parte.

 

Versate l'olio per friggere  in un tegame a bordi alti. Fate raggiungere la temperatura e poi cuocete i fili di porri, solo un paio di minuti. Scolate su carta assorbente, salate solo poco prima dell'utilizzo.

 

Ritorniamo al risotto:  a 3 minuti dalla fine cottura, aggiungere le mele e la panna.  Mantecare ancora sul fuoco per due minuti, spegnere al 3' minuto.  Continuare a mescolare ancora un attimo, il riso dovrà risultare all'onda.

Distribuirlo nei piatti da portata, spolverare un poco di noce moscata ed aggiungere un cespuglietto di fili di porro.

 

 

ENJOY!

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Riso
scrivi un commento

Presentazione

  • : foodforfun.over-blog.it
  • foodforfun.over-blog.it
  • : Per giocare con il cibo e trasformare gli alimenti in qualcosa di goloso... ma non solo cibo, talvolta fiori, talaltra libri, curiosando qua e là.
  • Contatti

Traduttori

 

 

 

 

    

 

    

 

     

 

Ricerca

EXPO 2015

01_Cover_Logo_1280x400_OK.jpg

foodforfun.over-blog.it

Norme - Copyright © 2017

QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITA' . PERTANTO NON PUO' CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 07/03/2001  

FOODFORFUN.OVER-BLOG.IT  By BettaRoberta Cecconi - All rights reserved

 

 

 

  

 

 

 

indicizzazione motori ricerca