Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
10 aprile 2011 7 10 /04 /aprile /2011 18:15

 

Piatti-di-pesce 3369

 

 

 

Decisamente un piatto per la Domenica, un po' costoso perchè ci vuole un astice a commensale, però ogni tanto si può fare.

La carne morbida e dolce dell'astice si sposa molto bene con il sapore del cannellino a cui è stato aggiunto un po' di peperoncino.

Meglio servire tiepido, non troppo caldo, soprattutto in questi ultimi giorni con il caldo che fa.

Premetto fin d'ora, che per la vellutata ho usato cannellini essiccati, bolliti, passati insomma un lavoraccio.

Offro però un'alternativa molto più spiccia e che sinceramente non è proprio da scartare:

si possono usare i cannellini in scatola di buona qualità, frullati e passati al chinoise per evitare le bucce e già così si guadagna un bel po' di tempo.

Due parole anche sull'astice: quando l'industria del surgelato offre un buon prodotto, non lo snobbo per niente.

Quindi, si può e si deve lavorare con il freschissimo, ma se qualche volta c'è qualcosa di ghiacciato che comunque va rilavorato, non snobbo il prodotto e l'acquisto a cuor contento. Insomma l'astice era surgelato.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

 

1 astice  a commensale

1 kg di cannellini

   olio extravergine d'oliva

3 spicchi d'aglio

    timo, alloro, rosmarino, salvia

    pepe e peperoncino

    sale q.b.

 

Procedimento

 

Ammollare i cannellini per 12 ore. 

Ad ammollo avvenuto, cuocere i cannellini in una pentola di acqua bollente e NON salata, alla quale si dovrà aggiungere uno spicchio d'aglio ed una foglia d'alloro.  Il sale rende la buccia dei legumi molto dura, meglio salarli a fine cottura.

Non appena cotti, frullarli e passarli al chinoise per togliere le bucce. Tenere da parte.

 

Scongelare l'astice  con molto anticipo. 

Togliere il carapace della coda e pulirlo del midollino e da eventuali altre impurità.

Le chele:  la fotografia mostra le chele con il guscio, però sarebbe meglio aprirne almeno una ed usare la polpa con il resto della coda come segue.

In un padellino antiaderente scaldare aglio, olio ed odori. Posarvi la coda e la chela dell'astice, lasciare insaporire.

 

Nel frattempo, in un'altra pentola antiaderente, scaldare aglio, olio, peperoncino, rosmarino ed alloro. Versarvi la vellutata di cannellini, salare e pepare solo un pochino.

 

Versare la vellutata nel piatto di servizio, adagiarvi la coda e le chele d'astice. Passare un filo d'olio crudo e guarnire con ciuffetti di rosmarino.

 

ENJOY!

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Pesce
scrivi un commento
25 marzo 2011 5 25 /03 /marzo /2011 21:12

Piatti-di-pesce 2927

 

Venerdì pesce! Quindi ho cucinato un piatto povero ed economicissimo.

Ho acquistato 220 gr di sardine già deliscate e fresche a pochi Euro, ho preso una tortiera, l'ho foderata di pesce e di verde...

E' un piatto appetitoso, che se accompagnato da una bruschetta "doc", cioè con un po' d'aglio incorporato, beh.... niente male ve l'assicuro.

In quanto a rapporti sociali poi ... non so che dire, caramelle alla menta, forse????

 

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

220 gr  di filetti di sardine deliscati

     1       ciuffetto di rucola

      2      cucchiai abbondanti di pane grattugiato

      4      cucchiai di olio extra vergine d'oliva

       1     cucchiaio di paté d'olive nere

               sale, peperoncino

        2     spicchi d'aglio

               pane - 2 fette a commensale -

 

 

Procedimento:

 

Versare  3 cucchiai di olio nella tortiera, adagiarvi i filetti a raggiera con le punte rivolte all'interno.

 

Frullare il ciuffetto di rucola, il pane grattugiato, sale, peperoncino (quantità a piacere) ed il paté di olive nere.

 

Volendo, si potrebbe aggiungere dell'a!glio, come se si effettuasse un pesto, ma dipende dalla capacità di digestione; personalmente ho preferito tagliarlo a fettine ed appoggiarlo.

 

Disporre il trito aromatico sopra i filetti.  Tagliare l'aglio a fettine e posarle sopra la torta.

 

Infornare a forno caldissimo 220° per circa 10 minuti, e comunque non appena vedrete le sardine vivare verso il bianco.

 

 

ENJOY !

 

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Pesce
scrivi un commento
12 marzo 2011 6 12 /03 /marzo /2011 20:28

IMG 2668 d

 

 

Per chi avesse voglia di salmone in velocità, propongo una ricetta veramente semplice ma credo, d'effetto. Niente di nordico, bensì molto mediterraneo.  Alla base di tutto un soffritto e carta da forno........

 

La ricetta:

 

Ingredienti per 4 persone

 

    1  filetto di salmone a commensale

200 gr di verdurine per soffritto, carote, sedano e cipolla tagliate a dadini

        olio extra vergine d'oliva q.b.

        sale e pepe q.b.

     1 spicchio d'aglio

  90 gr di paté di olive nere

    3  cucchiai abbondanti di panna fresca

500 gr di taccole -

 

 

Procedimento:

 

 

Lavate, tagliate in obliquolo le taccole e saltatele in olio e aglio. Salatele.  Non appena insaporite, aggiungete un goccino d'acqua e portate a cottura, circa 15 minuti. Le verdure in genere, od almeno per me, devono rimanere croccanti e non perdere il loro sapore.  Se fossero troppo "al dente" potete aumentare i minuti di cottura ed aggiungere di tanto in tanto un goccio d'acqua. Naturalmente bisognerà controllare anche il sapore ad ogni rimbocco di liquido. A cottura ultimata, tenerle in caldo.

 

In una padella antiaderente fate "sudare" le verdurine per soffritto in olio extra vergine d'oliva, salate leggermente e non appena trasparenti, toglietele dal fuoco.

Lavate  e pulite da filamenti e spine il salmone. Asciugatelo.

Preparate una teglia da forno, che ricoprirete di carta da forno.

Adagiate su quest'ultima le verdurine e formate un rettangolo uniforme. Stendetevi sopra i tranci di salmone, distanziati di poco,  l'uno dall'altro. Salate e pepate  il salmone.

Infornate a 200° per  8' minuti, comunque fino a che non vedrete il salmone colorirsi. L'importante è non eccedere nella cottura, altrimenti il pesce risulterà stopposo e non morbido e succoso.

Nel frattempo in un pentolino antiaderente scaldate i tre cucchiai di panna fresca, senza bollirla. Non appena calda, versatela sul paté di olive che avrete preventivamente messo in una scodellina. Mischiate gli ingredienti che formeranno una morbida crema.

 

 Impiattare il salmone con le sue verdure di cottura, versarvi sopra un cucchiaio di crema d'olive nere ed accompagnare con taccole.

ENJOY!

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Pesce
scrivi un commento
28 febbraio 2011 1 28 /02 /febbraio /2011 18:08

IMG 2509 (2) B

 

Avevo intenzione di chiamare la ricetta "Merluzzo dissociato", poi ho pensato che nessuno avrebbe mai cercato una ricetta con questi termini, quindi ho preferito "Merluzzo in salsa di pomodoro".

Dissociato perché? Perché la ricetta classica è il pesce in un guazzetto di sugo eseguito con il soffritto d'aglio o cipolla con aggiunta di olive a piacere, ma comunque cotto insieme in un'unica pentola.

Qui invece abbiamo una divisione di tutti gli ingredienti a partire dalle cipolle, che vengono stufate a parte, poi il pesce che prima viene saltato brevemente in padella e poi messo al forno ed infine del pomodoro che è fresco.

L'associazione avviene solo al momento dell'esposizione nel piatto e quando finalmente si mangia!

La ricetta è così composta:

 

Ingredienti per 4 persone:

 

400 gr di filetti di merluzzo

3-4  fette di pane in cassetta

1     cucchiaio di vino bianco

1     cucchiaio di olio d'oliva

2     cucchiai di basilico tritato

1     cucchiaino di timo

1     spicchio d'aglio

       olio extravergine, sale e pepe q.b.

       olive nere tostate per decorare

 

3-4  cipolle di medie dimensioni

1      foglia di alloro

        sale q.b.

        olio extravergine q.b.

 

 

800 gr di pomodori ramati

   50 gr di olio extravergine

         sale q.b.

     1  cucchiaino di concentrato di pomodoro in tubetto (qualora i pomodori risultassero troppo pallidi)

 

Procediamo con preparare i pomodori che dovranno essere incisi e passati velocemente in acqua bollente e poi in acqua gelata per poter essere spelati.

Dovranno poi essere ben puliti  da semi e da nervature bianche e quindi passati con un minipimer e ridotti in purea.

Porre il composto in un colino con sottostante bacinella e mettere in frigo per almeno 3 ore.  Questo tempo servirà ad eliminare l'acqua residua dei pomodori (quest'operazione può essere svolta anche il giorno prima).

Trascorso il tempo necessario, trasferire il composto in una bacinella a bordi alti ed emulsionare (tramite minipimer) con l'olio ed il sale ed eventualmente il cucchiaino di pomodoro concentrato.

 

Cipolle:  tagliarle a rondelle e passarle in una padella con olio extravergine ed alloro. Salare,coprire con coperchio e lasciar stufare a fuoco basso fino a cottura. In ultima istanza, ravvivare la fiamma per avere una doratura delle cipolle.

 

Crosta di pane

Passare al mixer le fette di pane in cassetta, aggiungere il basilico, il timo, il vino ed infine l'olio di oliva.

 

 

Pesce

In una pentola scaldare olio, aglio ed un rametto di timo. Porvi il pesce, salarlo e farlo cuocere velocemente per pochi minuti, giusto il tempo per farlo insaporire.  Passarlo su una teglia ricoperta di carta da forno. Distanziare le porzioni una dall'altra e ricoprirle con la crosta di pane. Versare sulle porzioni un filino d'olio ed iInfornare a 220° fino a doratura del pane.

 

Impiattare

Nel caso in cui il pomodoro risultasse troppo freddo, metterlo in un vasetto di vetro e immergerlo in un pentolino di acqua bollente per 4-5 minuti.

Prelevare una generosa cucchiaiata di passato di pomodoro, porvi al centro il pesce, sopra le cipolle ed intorno le olive spezzattate.

 

ENJOY!

 

Repost 0
Published by foodforfun.over-blog.it - in Pesce
scrivi un commento

Presentazione

  • : foodforfun.over-blog.it
  • foodforfun.over-blog.it
  • : Per giocare con il cibo e trasformare gli alimenti in qualcosa di goloso... ma non solo cibo, talvolta fiori, talaltra libri, curiosando qua e là.
  • Contatti

Traduttori

 

 

 

 

    

 

    

 

     

 

Ricerca

EXPO 2015

01_Cover_Logo_1280x400_OK.jpg

foodforfun.over-blog.it

Norme - Copyright © 2017

QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITA' . PERTANTO NON PUO' CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 07/03/2001  

FOODFORFUN.OVER-BLOG.IT  By BettaRoberta Cecconi - All rights reserved

 

 

 

  

 

 

 

indicizzazione motori ricerca