750 grammes
Tutti i nostri blog di cucina Segui questo blog Administration + Create my blog
5 maggio 2012 6 05 /05 /maggio /2012 13:02

Paste-asciutte 8417

 

 

Le orecchiette le compro, non le so fare. Non ho mai provato e non conosco nessuno che le faccia a mano. Peccato! Magari Lucia, glielo dovrò chiedere, perchè sono un formato di pasta che amo molto; cuoce in un attimo e si adatta a molti sughi d'accompagnamento.

La ricetta di oggi è veloce ed inoltre abbastanza "primavero-estiva" sebbene le temperature ed il tempo metereologico, almeno da queste parti, non sembrano per niente tali.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

400 gr di orecchiette fresche

300 gr di pomodorini Pachino

    2  melanzane lunghe e strette

    2  spicchi d'aglio

    1  cucchiaino di capperi

    1  decina di foglie di basilico fresco

  60 gr di parmigiano reggiano

    1 spolverata di peperoncino in polvere

       Olio extravergine d'oliva, sale q.b.

 

 

Procedimento

 

Tagliate le melanzane a rondelle, disponetele su di una placca da forno ricoperta di carta da forno. Irroratele con un filo d'olio extravergine d'oliva e un pizzico di sale.  Infornate a 220° per 15 minuti, in ogni caso, non appena le vedrete dorare toglietele dal forno e tagliatele a listarelle. Tenete da parte.

In una pentola antiaderente scaldate l'olio, l'aglio, un paio di foglie di basilico ed il cucchiaio di capperi.  Aggiungete le melanzane a listarelle e poi i pomodorini tagliati a spicchietti.  Fate insaporire per bene, salate e pepate con peperoncino.  Tenete in caldo.

 

Lessate le orecchiette in abbondante acqua leggermente salata; cuociono velocemente se sono fresche, quindi attenzione alla loro consistenza.   Scolarle e passarle in padella con il sugo.  Saltarle un paio di volte e distribuirle sui piatti da portata. 

Decorare con foglioline di basilico fresco, una spolverata di parmigiano e volendo un filino d'olio fresco.

 

ENJOY !

Condividi post
Repost0
14 aprile 2012 6 14 /04 /aprile /2012 18:53

 

Paste-asciutte 8250

I pizzoccheri si sa sono un piatto strepitoso e la ricetta tipica è stata già eseguita e proposta nel blog l'anno scorso, ma oggi gli ingredienti a disposizione erano tre:  melanzane, pizzoccheri e salsiccia.

La pasta ruvida si è ben amalgamata al sapore pizzicarello delle melanzane e ancor di più a quello di una salsiccia aromatizzata al peperoncino. Sebbene l'insieme appaia visivamente poco armonico, il lato gustativo della questione era più che soddisfacente.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

320 gr di pizzoccheri

400 gr di salsiccia al peperoncino

2               melanzane

1               spicchio d'aglio

2               foglie di alloro

2               foglie di salvia

                 Parmigiano Reggiano a discrezione

                 olio extravergine d'oliva, sale q.b.

 

 

Procedimento

 

Affettate le melanzane per il senso della lunghezza. Ottenete delle fette dello stesso spessore che taglierete a loro volta a listarelle. In una larga padella antiaderente scaldate l'olio e l'aglio. Versate le melanzane, lasciate insaporire uniformemente e poi abbassate la fiamma e coprite con coperchio.  Lasciate brasare per 10 minuti controllando di tanto in tanto affinchè non si brucino, poi salate a fine cottura. Tenete in caldo.

 

Scaldate una padella antiaderente e disponete al suo interno la salsiccia priva del budello e sbriciolata. Aggiungete le foglie di alloro e coprite con coperchio. Lasciate sudare la salsiccia lentamente e fate in modo che cuocia rosolando nel suo grasso; tempo necessario 15 minuti

 

Nel frattempo fate bollire acqua leggermente salata, nella quale cuocerete i Pizzoccheri.

Non appena saranno cotti, scolarli mantenendo un mestolo della loro acqua di governo.

Versate nella padella delle melanzane, la salsiccia con tutto il suo grasso e i pizzoccheri.  Saltate in padella e se necessario aggiungete un goccino d'acqua di cottura.

Spolverate di  Parmigiano se desiderate, ma la pasta è già abbastanza saporita così.

 

ENJOY!

Condividi post
Repost0
7 aprile 2012 6 07 /04 /aprile /2012 14:25

Paste-asciutte 8188

 

 

Sul mio balcone ho vasi di piantine odorose :

 

- Origano

- Basilico

- Salvia

- Rosmarino

- Timo

- Coriandolo

- Alloro

 

Io non resisto alle nuove tenere verdi foglie e le adopero a profusione, perchè il loro profumo ed il loro colore è per me inebriante. Bastano solo loro a dare un tocco di diversità ad una pasta semplicissima come quella nella foto, se poi aggiungiamo zeste d'arancia, pinoli, aglio e cipolle di Tropea, beh allora......

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

320 gr di spaghetti nr. 5

     2 spicchi d'aglio

     1 manciatina di foglioline di : basilico, origano, salvia, coriandolo

     2 cipolle rosse di Tropea di media grandezza

     1 zeste di un'arancia

        olio extravergine d'oliva (siate generosi)

        sale e pepe q.b.

 70  gr di pecorino romano grattugiato.

 

 

Procedimento

 

Mettete a bollire l'acqua per la preparazione della pasta.

In una capace padella scaldate l'olio, l'aglio e una buona parte di foglioline; non appena rosolano, aggiungete le cipolle tagliate a fettine.  Lasciate imbiondire leggermente, salate ed eventualmente versate un paio di cucchiai di acqua bollente per ammorbidirle. Fate cuocere per 5 minuti, poi aggiungetei pinoli,  e solo alla fine, quando il liquido si sarà rappreso, le zeste di arancia.   Spegnete il fuoco, togliete l'aglio e tenete da parte.

 

Bollite la pasta, scolatela al dente,  ripassatela in padella con il sugo alle cipolle, servitela cosparsa di pecorino romano, foglioline fresche e una spolverata di pepe.

 

ENJOY !

Condividi post
Repost0
1 aprile 2012 7 01 /04 /aprile /2012 11:29

 

 

  Paste-asciutte 8118

 

 

 

Oggi Domenica delle Palme, 1^ Aprile, veramente primavera! C'è un bel sole caldo e un venticello niente male.  L'unica cosa che mi viene in mente e che ho in mente da ieri è di mangiare le bavette al limone! Le bavette erano finite e sono diventate "Bucatini al limone" .

Una pasta secondo me fresca, giusta per questa giornata.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

320 gr di bavette

     2 tuorli d'uovo

200 gr di ricotta fresca

     2 cucchiai di feta sbriciolata finemente

     1 le zeste di un limone intero

     1 il succo di mezzo limone

     1 cucchiaio di burro

     1 cucchiaio di foglioline di origano fresco

        pepe q.b.

 

 

 

Procedimento

 

Mettete a bollire 3 litri di acqua leggermente salata in una capace pentola

Preparate la salsa al limone, sbattendo i tuorli d'uovo, le zeste di limone e il relativo succo, un pizzichino di sale, pepe,

la ricotta e mescolate per bene.  Unite solo alla fine la feta sbriciolata. Assaggiate e regolate di pepe.

 

Nel frattempo lessate le bavette e cuocetele al dente.

Non appena cotte, scolatele tenendo da parte un poco dell'acqua di cottura.Versatele in una pirofila calda nella quale aggiungerete un cucchiaio di burro morbido che si scioglierà al contatto della pirofila e delle linguine calde.  Amalgamate per bene, affinchè le linguine ne risultino velate, poi aggiungete la salsa al limone e un goccino dell'acqua di governo nel caso la pasta risultasse troppo asciutta.

Spezzettate con le mani le foglioline di origano fresco e distribuitele sulla pasta calda, permettendo loro di esalare il loro profumo.

 

Servite immediatamente e  ENJOY!

 

 

 

 

 

 

 

 

Condividi post
Repost0
10 marzo 2012 6 10 /03 /marzo /2012 19:59

Paste-asciutte 7910

 

 

Gnocchetti al gorgonzola, che non appena inserisci la forchetta e l'alzi vedi il formaggio che fila, il profumo che si espande e poi l'acquolina in bocca pronta a ricevere un morbidosissimo gnocchetto avvolto nello zola.  La crosticina è data dal fatto che ho passato la teglia sotto il grill con un pochino di Parmigiano.

Facile, veloce, goduriosa.....

 

La ricetta

 

Ingredienti per 3-4 persone

 

600 gr di patate a pasta gialla

200 gr di farina bianca 00

     1 uovo

200 gr di Gorgonzola

100 gr di Asiago

  50 gr di Parmigiano Reggiano

                 Pepe e un goccino di latte

 

 

Procedimento

 

In una pentola a bordi alti  bollite le patate, preventivamente sbucciate e tagliate a spicchi per velocizzarne la cottura.

Disponete la farina in una terrina, apritela a fontana.

Ritorniamo alle patate: scolatele e passatele al passaverdura con i fori medi.

Fate cascare il passato al centro della fontana di farina. Lasciate intiepidire un attimo e poi incominciate ad amalgamare la farina alle patate usando una forchetta.  Aggiungete l'uovo e formate un impasto compatto ma morbido.

Infarinate le vostre mani e prelevate piccole quantità del composto. Fatene dei rotolini grandi come il dito medio da cui ricaverete dei tocchetti non più lunghi di 2 cm.

Fate bollire 2,5 litri di acqua in una pentola capace e al bollore versate i vostri gnocchi che volendo possono essere decorati facendoli passare sui rebbi di una forchetta, oppure su di una grattugia.

Versatene poco per volta affinché non si appiccichino fra di loro.

Preparate una pirofila da forno, accendete il forno a 220°.

Nel frattempo in una pentola antiaderente versate il Gorgonzola e l'Asiago spezzettati con un goccino di latte e fate sciogliere a fuoco bassissimo.

Attendete che vengano a galla gli gnocchi e poi scolateli e passateli direttamente nel formaggio.Niente burro, niente olio, solo formaggio.  Disponete gli  gnocchi conditi in una terrina da forno  e spolverateli con parmigiano .

Infornate e lasciate colorire per 10 minuti.

Servite bollenti.

 

ENJOY!

 

Condividi post
Repost0
1 marzo 2012 4 01 /03 /marzo /2012 15:03

 

Paste-asciutte 7805

 

1^ Marzo, ricetta quasi primaverile:  spaghetti con barba di frati o agretti che dir si voglia.

Semplicissimo, ma l'unico neo sta nel fatto che gli agretti devono essere puliti con cura e talvolta quest'operazione può diventare veramente una ........barba.

 

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

320 gr di spaghetti nr. 5

700 gr di agretti

     3 spicchi d'aglio

        olio extravergine d'oliva

        sale e pepe q.b.

        Parmigiano Reggiano grattugiato a piacere

 

 

Come dicevo, pulire gli agretti, togliere le loro radici, sciacquarli molte volte, affinché tutte le impurità terrose siano tolte.

Preparare una pentola a bordi alti e bollite gli agretti in acqua bollente leggermente salata per solo 5' minuti, solo il tempo di una sbollentata. Scolate e sciacquare in acqua fredda.

 

Lessate gli spaghetti in acqua bollente e leggermente salata e mentre cuociono, passate in padella gli agretti.

Scaldate in una padella antiaderente abbondante olio, i 3 spicchi d'aglio schiacciati. Non appena rosolano, toglieteli affinchè non anneriscano e versatevi gli agretti.  Saltateli in padella un paio di volte, salate e tenete da parte.

 

Scolate gli spaghetti e versateli nella padella degli agretti, conditeli e serviteli con una spolverata di pepe ed a piacere una grattugiata di Parmigiano.

 

ENJOY !

Condividi post
Repost0
24 febbraio 2012 5 24 /02 /febbraio /2012 11:57

Paste-asciutte 7689

 

 

Il cavolo nero è spesso usato nelle minestre e famosissimo nella Ribollita toscana, ma accostato ad una pasta dona quel tocco di verde brillante che accoppiato al rosso dei pomodorini e al bicolore delle tagliatelle offrono una cromaticità invitante.

 

Facile, veloce, gustoso. Ecco la ricetta

 

 

Ingredienti per 4 persone

 

250 gr di Tagliatelle fresche paglia e fieno

2      cavoli neri

500 gr di pomodorini ciliegia

2      spicchi d'aglio

1      peperoncino rosso

        olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

1      cucchiaio di Pecorino grattugiato

 

 

Procedimento

 

Preparate il cavolo nero sfogliando la parte tenera delle foglie dal gambo. In pratica non ci devono essere gambi se non quelli più piccini.

Lavatelo e lessatelo in abbondante acqua bollente e leggermente salata.  La cottura dovrà essere  veloce, giusto il tempo di ammorbidirsi,  8 minuti max, poi scolatelo e passatelo in acqua fredda.

Tagliate i pomodorini a spicchietti e rosolateli in un tegame con aglio, salate e pepate q.b.  Anche in questo caso cottura velocissima, il tempo necessario affinchè l'olio s'insaporisca e colori, non più di 3-4 minuti.

 

In una pentola a bordi alti e capiente, lessate in abbondante acqua leggermente salata le tagliatelle.

Nel frattempo rosolate il cavolo in un tegame dove avrete versato olio, aglio e aggiunto peperoncino. Fate rosolare e insaporire il condimento, poi aggiungete il cavolo; salate e lasciatelo sul fuoco per 6  minuti

 

Impiattate nei piatti di servizio il cavolo, stendendolo come base.

Scolate le tagliatelle, passatele nel sugo dei pomodorini e posatele al centro del piatto. Decorate ancora con foglie di cavolo e una spolverata di pecorino.

 

ENJOY !

Condividi post
Repost0
12 febbraio 2012 7 12 /02 /febbraio /2012 13:46

Paste-asciutte 7607

 

 

Senz'altro gli Emilio-romagnoli inorridiranno davanti a un tortellino con i piselli e la panna, si perchè il tortellino è rigorosamente in brodo e non sprecato nel modo suddetto.

Le sfogline poi chissà!!!  Ma la cucina oltre che essere tradizione, cultura, gusto, è anche uno sfizio, una personalizzazione e talvolta è rompere gli schemi.

A pranzo, avevamo voglia di tortellini, ma non di brodo.  Eseguiti i primi ci siamo inventati un sugo che contenesse dei legumi ed un poco di grassi - la panna - per legare il tutto e farne un piatto unico.  

Un grazie speciale a Bea che mi ha aiutato a rispettare i tempi collaborando nella fase di chiusura triangolini. Grazie.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

150  gr di farina 00

  50  gr di farina di semola fine

     2  uova

 

300  gr di carne macinata scelta di maiale e vitello

  35  gr di prosciutto crudo di Parma

  35  gr di mortadella Bologna con pistacchi

  70  gr di parmigiano reggiano

     1 uovo

     1 cucchiaio di soffritto misto

 

300 gr di pisellini primavera

     1 cucchiaio di soffritto misto

     4 foglie di basilico fresco

     1 cucchiaio di concentrato di pomodoro

200 cc di panna fresca

  50 gr di Parmigiano reggiano

        olio extravergine d'oliva, sale, pepe e noce moscata q.b.

 

Impastate la farina con le uova.  Ottenete una palla morbida e liscia che avvolgerete in pellicola trasperente e riporrete in frigorifero per 30' minuti.

 

In una padella antiaderente, scaldate il soffritto nell'olio, poi aggiungete la carne trita. Rosolatela per bene, salatela, pepatela e portate a cottura in 10' minuti.

Lasciatela raffreddare un pochino poi versatela nel mixer e frullatela con la mortadella, il prosciutto, il parmigiano, la noce moscata e l'uovo.  Formate un composto fine, fine che terrete da parte fino all'uso.

 

Preparate il sughetto di piselli.  In una pentola antiaderente scaldate l'olio, il soffritto e le foglie di basilico.

Versate i piselli, lasciateli insaporire, aggiungete il concentrato di pomodoro, mezzo bicchiere di acqua tiepida e salate.

Portate a cottura in 10' minuti.

 

Riprendete la pasta, stendetela in rettangoli da cui otterrette tanti piccoli quadrati da 3x3 cm.

Disponete su di ogni quadrato una pallina di ripieno. Piegate il quadrato formando un triangolo. Chiudete con cura i lati. Avvolgete il triangolo sul vostro dito indice per formare un anello e chiudete i lembi su se stessi.

A questo punto piegate all'ingiù l'apice del triangolo. Il tortellino è pronto.

 

In una pentola a bordi alti, bollite 2,5 lt di acqua leggermente salata. Al bollore, versate i tortellini e lasciateli cuocere pochi minuti, potete assaggiarli, ma essendo la pasta fresca, cuociono veramente in poco tempo.

 

Scolateli e passateli nel sugo di pisellini al quale aggiungerete la panna.  Mettete sul fuoco per far rapprendere il sugo e insaporire pienamente i tortellini.

Predisponete le porzioni sui piatti e spolverate con un poco di Parmigiano reggiano.

 

ENJOY!

 

 

Condividi post
Repost0
8 febbraio 2012 3 08 /02 /febbraio /2012 21:23

Paste-asciutte 7553

 

 

Questa settimana va così, cose morbide, al forno, primi piatti per lo più e poi dolci. Sarà il freddo???

Forse, ma rinuncio mal volentieri a un primo piatto.  Nella mia top ten ci sono "loro" al primo posto insieme alla pizza, seguono poi le verdure in tutti i modi perchè  non ne posso proprio fare a meno, poi i legumi, poi i dolci, poi la carne ed infine aihmè il pesce.

Ma come si fa a dire di no ad un piatto di gnocchi? Io non ne sono capace, soprattutto se sono quelli fatti in casa. Non ci vuole molto a farli, giusto il tempo che le patate cuoiciano e poi un veloce impasto con farina e uovo ed ecco gli gnocchi sono pronti in un batter d'occhi e sono irresistibili.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 3-4 persone

 

600 gr di patate a pasta gialla

200 gr di farina bianca 00

     1 uovo

     6 pomodori ramati medi

     1 scatola di pomodori pelati

     2 cucchiai di soffritto misto

     1 cucchiaino di basilico tritato

     1 mozzarella

  50 gr di Parmigiano Reggiano

        olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

 

Procedimento

 

Tagliate la mozzarella a dadini e lasciatela scolare.

In una pentola a bordi alti  bollite le patate, preventivamente sbucciate e tagliate a spicchi per velocizzarne la cottura.

Disponete la farina in una terrina, apritela a fontana.

 

Nel frattempo preparate il sugo. Incidete a croce i pomodori e sbollentateli in acqua bollente per 5 minuti. Scolateli e sciacquateli sotto acqua fredda, la pellicina si staccherà più facilmente eseguendo l'operazione di cui sopra.

Togliete i semi e i filamenti bianchi. Tagliateli a dadini.

In una padella antiaderente scaldate l'olio con il soffritto, aggiungete i pomodori, lasciate insaporire poi versate i pelati. Salate e pepate e portate il sugo a cottura.

Non appena pronto, frullatelo e filtratelo. Rimettetelo in padella per tenerlo in caldo.

 

Ritorniamo alle patate: scolatele e passatele al passaverdura con i fori medi.

Fate cascare il passato al centro della fontana di farina. Lasciate intiepidire un attimo e poi incominciate ad amalgamare la farina alle patate usando una forchetta.  Aggiungete l'uovo e formate un impasto compatto ma morbido.

Infarinate le vostre mani e prelevate piccole quantità del composto. Fatene dei rotolini grandi come il dito medio da cui ricaverete dei tocchetti non più lunghi di 2 cm.

Fate bollire 2,5 litri di acqua in una pentola capace e al bollore versate i vostri gnocchi che volendo possono essere decorati facendoli passare sui rebbi di una forchetta, oppure su di una grattugia.

Versatene poco per volta affinché non si appiccichino fra di loro. Attendete che vengano a galla e poi scolateli e passateli direttamente nel sugo.

Preparate una pirofila da forno, accendete il forno a 220°.

Disponete un primo strato di gnocchi conditi e spolverateli con parmigiano e mozzarella.

Eseguite un secondo strato di gnocchi che coprirete nuovamente con i formaggi.

Infornate e lasciate colorire per 10 minuti.

Servite bollenti con mozzarella filante.

 

ENJOY!

 

 

Condividi post
Repost0
5 febbraio 2012 7 05 /02 /febbraio /2012 13:19

Paste-asciutte 7498

 

E alla fine mi sono decisa a fare le lasagne nel modo classico, alla Bolognese. Si, perchè quelle presentate finora erano delle varianti fantasiose, ma al richiamo del ragout e del Parmigiano questa volta non abbiamo resistito ed allora W LE LASAGNE ALLA BOLOGNESE.

Le ho cucinate anche per alcuni amici stranieri che spesso identificano il ragout con una salsa al pomodoro, ma in effetti e ben lo sanno gli Emiliani, non è affatto una "pomodorata".  Il ragout è denso, sostanzioso, profumato di vino rosso e asciutto, nel senso che non naviga in un mare di pomodoro.

Il colore è dato dal concentrato di pomodoro che ha perso tutta l'acqua ed è appunto un ristretto dell'ortaggio suddetto.

Appetitose, profumate e gustose rallegrano il pranzo domenicale e ci riportano a quell'Emilia Romagna ancora integra e vera delle sfogline, di Don Camillo e Peppone, miti del Mondo Piccolo di Giovannino Guareschi, un mito, una leggenda.

 

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

250 di pasta fresca all'uovo in sfoglia

            (quella che preferite- oggi è domenica e ho usato qualcosa di pronto: la sfoglia. Spero che nessuno si

             scandalizzi)

 

600 cc di latte

  50 gr di farina 00

  50 gr di burro

    1 pizzico di noce moscata

       sale q.b.

 

150 gr di carne macinata di manzo

160 gr di carne macinata di maiale

  80 gr di concentrato di pomodoro

    2 cucchiai di soffritto misto

    1 bicchiere di vino rosso da pasto

    1 noce di burro

    1 poco di olio extravergine d'oliva

       sale e pepe q.b.

    2 bicchieri di acqua calda

 

150gr di Parmigiano Reggiano

    2 cucchiai di pane grattugiato

 

Srotolate la pasta fresca e dividetela in rettangoli.

Preparate la besciamella. Scaldate il latte in una pentola e in un'altra sciogliete il burro al quale aggiungerete la farina per fare il roux (impasto di burro e farina). Lasciate che si addensi e poi lentamente versatevi sopra il latte caldo, mescolate vigorosamente per evitare la formazione di grumi, salate e aggiungete la noce moscata. Portate la salsa all'ebollizione sempre mescolando e fatela raddensare.  La besciamella cuocerà in circa 10 minuti. Con questo metodo non dovrebbero esserci grumi, ma in caso contrario frullatela con un mixer ad immersione.

 

In una pentola antiaderente scaldate il burro e l'olio con il soffritto misto.  Aggiungete la carne macinata e lasciate rosolare per bene.  Sfumate con il vino rosso, lasciate evaporare e poi aggiungete il concentrato di pomodoro.

Fate asciugare e poi diluite con un bicchiere di acqua calda. Salate e pepate.  Cuocete a fuoco lento per 40 minuti, eventualmente aggiungendo di volta in volta ancora un poco d'acqua del secondo bicchiere.

 

Riprendete la sfoglia e in una pirofila in cui avrete steso uno strato di besciamella, adagiatevi la pasta, ricopritela di besciamella e di ragout, spolverizzatela con abbondante parmigiano e così via per 4 strati.

Sull'ultimo strato dopo aver versato il ragout, spolverizzate di parmigiano mischiato con il pane grattugiato per ottenere una crosticina croccante.

Infornate a 220° per 20-25' minuti. Servite bollenti e ....

 

ENJOY!

 

 

 

Condividi post
Repost0

Presentazione

  • : foodforfun.over-blog.it
  • : Per giocare con il cibo e trasformare gli alimenti in qualcosa di goloso... ma non solo cibo, talvolta fiori, talaltra libri, curiosando qua e là.
  • Contatti

Traduttori

 

Ricerca

EXPO 2015

01_Cover_Logo_1280x400_OK.jpg

foodforfun.over-blog.it

Norme - Copyright © 2021

QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITA' . PERTANTO NON PUO' CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 07/03/2001  

FOODFORFUN.OVER-BLOG.IT  By BettaRoberta Cecconi - All rights reserved

 

 

 

  

 

 

 

indicizzazione motori ricerca