Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
18 gennaio 2013 5 18 /01 /gennaio /2013 18:11

Paste-asciutte 1728

 

Avete nel frigor mille pezzettini di formaggio diversi fra loro e non sapete come utilizzarli? Ebbene, maccaroni & cheese è uno dei modi migliori, penso.....

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

320   gr di maccaroncini o ditaloni

400   gr di latte o panna (a vostra scelta)

     1   cucchiaio scarso di farina 00

   70   gr di burro

      1  scalogno

      1  spicchio d'aglio

      4  foglie di salvia

       1 tuorlo d'uovo

   50  gr di parmigiano grattugiato

     3  cucchiai di pane grattugiato

200  gr di formaggi misti a piacere (Gruyere, Asiago, Gorgonzola...)

         sale, pepe e noce moscata q.b.

 

Procedimento

 

Fate bollire dell'acqua in una pentola a bordi alti. Salatela al bollore e versate la pasta. Fatela cuocere per metà del tempo necessario e  preparate la crema al formaggio.

In una padella antiaderente sciogliete il burro lentamente, aggiungete le foglie di salvia, lo spicchio d'aglio e lo scalogno tritato finemente.  Lasciate rosolare ed insaporire, poi scolate gli odori e rimettete il burro nel tegame.

Aggiungete ora il cucchiaio di farina, mescolate affinchè non si attacchi e versate il latte a filo per evitare la formazione di grumi, salate e grattugiate un poco di noce moscata.  Tagliate i formaggi a dadini, tutti ad eccezione del parmigiano, versateli in padella e lasciate che il tutto si fonda e formi una cremina in circa 10 minuti di tempo. A  questo punto aggiungete il tuorlo d'uovo, mescolate bene, pepate e togliete dal fuoco.

Controllate la cottura della pasta, scolatela e passatela nella pentola con la crema, lasciate che avvolga ogni singolo maccheroncino, poi passate il contenuto in una pirofila precedentemente imburrata.  Spolverate con un mix di parmigiano e pane grattugiati a totale copertura. Passate in forno caldissimo 220°  per 8' minuti giusto il tempo per ottenere una crosticina dorata.

Servite hot, hot, hot.....

ENJOY

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Pasta
scrivi un commento
29 dicembre 2012 6 29 /12 /dicembre /2012 09:28

Paste-asciutte 1604

 

 

 

Ecco un primo piatto ricco, ma leggero, nel senso che si tratta di un raviolo ripieno di patate che aiutano a mixare il sapore del sugo di pesce. Le conchiglie e il gamberone sono il valore aggiunto.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

100 cc di acqua

300 gr di farina 00 (oppure 150 di semola e 150 di farina 00)

1           cucchiaino di sale

1           spicchio d'aglio (anche 2 se non siete irritabili al bulbo)

14         foglie di basilico

3-4       cucchiai di olio extravergine d'oliva

450 gr di patate a buccia rossa

40   gr di parmigiano grattugiato 

50   gr di pistacchi salati

1     kg di cozze

1     kg di vongole

50   cc di vino bianco secco

8     gamberi

20   pomodorini ciliegia

3     spicchi d'aglio

1     spruzzo di Whiskey

       olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

 

Procedimento

 

Preparazione del ripieno
Cuocete le patate, una volta bollite sbucciatele e riducetele in purea con uno schiacciapatate; aggiungete gradatamente l’olio, l’aglio tritato finemente, i pistacchi ed il basilico tritato anch'esso. Incorporate il parmigiano grattugiato, fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Lasciate riposare.

 

Preparazione della pasta
Lavorate la farina con l'acqua e il sale molto energicamente fino a quando l’impasto sarà elastico e ben liscio.

Tirate la pasta in sfoglie sottili e ricavatene dei dischetti di 6/7 centimetri di diametro; disponete una piccola quantità di ripieno sulla metà di ogni disco, spennellate tutt'intorno con un pochino d'acqua e  ricoprite con l'altra metà del disco. Unite per bene i bordi affinché non fuoriesca il ripieno.  Cuocete in acqua   salata per 6 o 7 minuti e condite con il sugo di pesce che preparerete nel modo seguente.

 

Lavate le cozze e spazzolatele per bene, togliete la barbetta e risciacquatele sotto acqua fredda corrente.  Fate altrettanto con le vongole, affinchè non contengano residui sabbiosi.

In una padella larga a bordi bassi, versate olio, aglio, una foglia di basilico, fate insaporire e poi aggiungete le conchiglie, salate subito, spruzzate con vino bianco, lasciate evaporare e incoperchiate. Fate cuocere per 8 minuti e non appena le conchiglie saranno aperte e il sughetto leggermente ristretto, togliete la padella dal fuoco.

 

Preparate i gamberi, lavateli e ripuliteli da eventuali residui.  In una padella versate aglio e olio. Lasciate insaporire poi aggiungete i gamberi. Salateli e girateli sull'altro lato. Spruzzateli con il whiskey e fiammeggiatelo. Aggiungete ora i pomodorini tagliati a metà.  Fateli insaporire pochi minuti e poi versate il tutto nella padella delle conchiglie.

Rimettete la padella completa sul fuoco aggiungete i ravioli appena bolliti, fate mantecare la pasta e servite ai commensali con una spolveratina di pepe macinato al momento.

 

ENJOY!

 

 

 

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Pasta
scrivi un commento
17 dicembre 2012 1 17 /12 /dicembre /2012 13:40

Paste-asciutte 1496

 

 

Questi sono gli spaghetti della Vigilia di Natale, perchè sono "di magro" sebbene non abbiano come condimento il pesce. Sono una variante al classico aglio, olio e peperoncino, arrichiti con ricotta, panna e una spolverata di pistacchi. Sono veramente veloci da preparare e di buon effetto scenico, soprattutto se guarniti con un rametto di edera o di agrifoglio.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

320 gr  di spaghetti nr. 5

3      spicchi d'aglio

1      peperoncino

100 gr di ricotta

150 gr di panna

1      cucchiaino di basilico tritato

1      cucchiaino di prezzemolo tritato

50    gr di pistacchi tritati

         Parmigiano grattugiato "on demand"

         olio extravergine d'oliva, sale

 

Procedimento

 

In un barattolo di vetro shakerate la ricotta con la panna e un pizzico di sale. Fatele diventare una crema omogenea.

In una pentola a bordi alti scaldate 3 lt di acqua e un poco di sale, al bollore gettate la pasta e cuocetela al dente.

In una padella antiaderente versate l'olio extravergine, l'aglio e il peperoncino, lasciate insaporire e aggiungete le erbe, il sale. Togliete l'aglio e il peperoncino e aggiungete la crema di panna e ricotta. Mantecate pochissimo e spegnete il fuoco. Scolate la pasta, conservando un pochino dell'acqua di governo, versatela nella padella con il condimento, riaccendete il fuoco e fate insaporire la pasta.

Disponetela sui piatti di portata e spolverate con un poco di pistacchi grattugiati, volendo se proprio non ne potete fare a meno, aggiungete anche del parmigiano.

Servite caldissima e ....  ENJOY!

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Pasta
scrivi un commento
17 novembre 2012 6 17 /11 /novembre /2012 20:23

Paste-asciutte 1212

 

Spaghetti con le vongole, ma in bianco, senza pomodoro, proprio per non perdere l'autenticità del sapore delle conchiglie, bellissime come sempre.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

320 gr di  spaghetti nr. 5

1,5  kg di vongole veraci

3     spicchi d'aglio

1     paio di rondelle di porro

1     cucchiaino abbondante di prezzemolo tritato

50  cc di vino bianco

       olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

 

 

Procedimento

 

In una padella antiaderente soffriggere l'olio, l'aglio, il porro, aggiungere le vongole, precedentemente lavate e pulite da ogni residuo di sabbia.  Far insaporire a fuoco vivace, salare e sfumare con il vino.  Far evaporare velocemente l'alcool e coprire con coperchio per permettere l'apertura delle conchiglie. Non appena aperte, togliete il coperchio e lasciate ridurre il sugo, la cottura dovrà essere comunque molto rapida.

Nel frattempo fate bollire l'acqua per gli spaghetti che dovranno essere cotti rigorosamente al  dente.

Scolate la pasta e versatela nella padella delle vongole, fate insaporire per bene, spolverate di pepe e prezzemolo, servite caldissima.

 

ENJOY !

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Pasta
scrivi un commento
20 ottobre 2012 6 20 /10 /ottobre /2012 19:29

 

 

Paste-asciutte 0862

 

 

Gli asparagi sono proprio eleganti e anche un po' ambiziosi. Se ne stanno lì tutti in piedi, allineati nei loro mazzetti, verdissimi, non una foglia fuori posto.  Snob, snobissimi, perchè con loro si accostano pochi altri vegetali, ma hanno le loro buone ragioni:  sono buoni, croccanti, saporiti, hanno un colore strepitoso e che dire ancora se non: "mangiamoceli" !?!

 

La ricetta

 

ingredienti per 4 persone

 

320  gr di pasta corta mista (mezze penne sottili, grandi e riccioli)

3       mazzi di asparagi verdi

250  gr di panna fresca

200  gr di pancetta affumicata

50    gr di parmigiano reggiano

3      spicchi d'aglio

         olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

 

Procedimento

 

Pulite gli asparagi togliendo loro le parti filamentose.  Bolliteli in acqua bollente leggermente salata per 7-8 minuti. Scolateli e raffreddateli in acqua freddissima. Divideteli : mantenete un quarto della quantità a parte per la decorazione della pasta. Frullate il resto degli asparagi, riduceteli in purea e passateli allo chinoise per evitare filamenti e grumosità.

Aggiungete un goccino di panna, salate e pepate. Tenete da parte.

 

Rosolate la pancetta in una padella antiaderente nella quale avrete aggiunto uno spicchio d'aglio.  Non usate condimento, la pancetta rilascerà il suo grasso e si cuocerà con esso.  A cottura ultimata, scolatela dal grasso in eccesso e riversatela nella padella, tranne una cucchiaiata abbondante, in attesa della pasta.

 

Cuocete la pasta al dente in acqua bollente, leggermente salata.  Scolatela mantenendo una parte di acqua di governo.

Versate la pasta nella padella della pancetta, aggiungete la purea di asparagi e tutta la panna restante, mantecate anche con il parmigiano. Eventualmente aggiungete un goccino d'acqua di governo se la salsa dovesse risultare troppo densa.

 

Mentre la pasta manteca, tagliate i restanti asparagi per il senso della lunghezza. Passateli velocemente in padella con un goccino d'olio e aglio. Salateli e pepateli

Servite la pasta  nei piatti decorando con pancetta croccante e asparagi ripassati. Spolverate di pepe fresco e....

 

 

ENJOY!

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Pasta
scrivi un commento
14 ottobre 2012 7 14 /10 /ottobre /2012 12:35

Paste-asciutte 0827

 

 

Domenica uggiosa, tempo incerto, umore incertissimo, voglia di far niente o poco di più, ci vuole una soluzione ideale per il pranzo, una scappatoia per il pasto domenicale senza però stare davanti ai fornelli per ore.

Ok :-) Ravioli del super, condimento speciale di Bettaroberta.  Qualche volta si fa, si,si, si fa!

 

La ricetta

 

Ingredienti per 3 persone

 

250 gr di  ravioli ripieni di carne.

300 gr di  polpa di zucca

1                metà cucchiaino di senape dolce

1                punta di cucchiaino di Wasabi

6                foglie grandi di salvia

1                rametto di rosmarino

3                spicchi d'aglio

50 gr  di    burro

                   olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

                   Parmigiano Reggiano a piacere

 

 

Procedimento

 

Scaldate l'olio e l'aglio in una padella antiaderente, aggiungete 3 foglie di salvia e 1 rametto di rosmarino.

Lasciate insaporire, poi versate la zucca sbucciata e tagliata a dadini. Salate, pepate, addizionate un goccino d'acqua e fate cuocere per 10 minuti, il tempo in cui la zucca si ammorbidisca e prenda sapore.  Non appena cotta, trasferitela in una bacinella a bordi alti, frullatela ed emulsionatela con la senape, il Wasabi e un goccino d'olio a filo.

Tenete da parte ed in caldo.

Bollite i ravioli in acqua bollente e leggermente salata.  Quando cotti, conservate una tazzina di acqua di governo e  trasferite i ravioli in una padella, dove precedentemente avete sciolto il burro con un goccino d'olio e soffritto l'aglio e la restante salvia.  Lasciate che s'insaporiscano e mantecate con un poco dell'acqua di governo.

Versate i ravioli nei piatti dei commensali, cospargeteli di parmigiano e poi disponete sopra ad ogni piatto una quenelle di crema di zucca.

Servite immediatamente e....

 

ENJOY!

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Pasta
scrivi un commento
24 settembre 2012 1 24 /09 /settembre /2012 08:52

 

Paste-asciutte 0331

 

Le vacanze degli altri mi interessano, non solo per il gusto di conoscere la meta ambita, ma soprattutto perchè spesso possono essere una possibilità per me di reperire attrezzi, informazioni e ricette di vario genere.

E' successo con la "chitara" . Era da molto che desideravo acquistare questo prodotto, ma per una serie di motivi e di itinerari distanti dall'Abruzzo, favolosa terra, non riuscivo a reperirla.

Lo scorso Agosto, Fabrizio, si è recato lì, quindi per tempo gli ho richiesto di effettuare per mio conto la ricerca dell'attrezzo.

Dopo varie peripezie, una gentilissima signora del luogo, l'ha comprata per me, e Fabrizio, me l'ha portata.

Sono peggio dei bambini! Ogni qualvolta ricevo un attrezzo per la cucina è come se mi portassero l'ultimo modello della Barbie o che né so dell'ultimo Robot-Dinosauro in voga.

L'ho provata ieri e sinceramente è stato molto divertente e anche abbastanza facile,sebbene non abbia mai "sonato" prima d'ora.

L'attrezzo è semplice e ve lo mostro qui sotto

 

 

 

Paste-asciutte 0337

 

si tratta di un telaio in legno a due lati: il primo ha delle corde di nylon distanziate fra loro di circa 3 cm con le quali ricavare i maccaroni; sul lato B, le corde sono molto più vicine ed in questo caso, si possono ottenere dei tagliolini finissimi. Basta preparare un impasto base, e dopo il riposo necessario stenderlo sulla "chitara" premere sopra di essa con l'aiuto di un mattarello e il gioco è fatto. I maccaroni scendono da soli !

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

4         uova

400gr di farina di semola di grano duro

1          pochino d'acqua (a seconda della grandezza delle vs. uova)

 

1          tubetto e mezzo di doppio concentrato di pomodoro

7          acciughe sott'olio

1          cucchiaino di capperi

1          cucchiaio di cipolla tritata finissima

             olio extravergine d'oliva, sale, pepe, peperoncino

1           goccino d'acqua calda

300      gr di pane grattugiato

 

 

Procedimento

 

Impastare la farina di semola con le uova ed eventualmente se l'impasto risultasse asciutto, aggiungere man, mano un goccino di acqua tiepida.  Lasciarlo riposare per almeno 30 minuti.  Stendere delle sfoglie pari alla lunghezza della "chitara" posarle su di essa e passare ripetutamente il mattarello.  Otterrete in questo modo i maccaroni. Infarinateli leggermente con farina di semola, dividendoli, affinchè non si attacchino fra loro e lasciate che si asciughino un pochino.

Nel frattempo, preparate il sugo. In una padella capiente, rosolate lentamente la cipolla in abbondante olio extravergine d'oliva.  Aggiungete le acciughe ed i capperi.  Schiacciate le acciughe con i rebbi di una forchetta, ottenendo una salsina amalgamata.  Versate ora il concentrato di pomodoro. Miscelate gli ingredienti con cura e incorporate un goccino d'acqua calda. Regolate di sale, pepe e peperoncino.  Cuocete brevemente, giusto il tempo di far insaporire il concentrato.

Separatamente, scaldate in una padella antiaderente un filo d'olio extravergine, aggiungetevi il pane grattugiato e fatelo tostare fino a renderlo ben colorito e croccante.

Cuocete al dente la pasta in abbondante acqua bollente e leggermente salata. Scolatela, tenendo da parte un mestolo dell'acqua di cottura. Versatela nella padella con il sugo e fatela saltare.  Conditela ora con una spolverata di pan grattato tostato, il resto portatelo in tavola in una ciotolina affinchè ogni commensale ne possa usufruire a piacere.

 

ENJOY!

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Pasta
scrivi un commento
1 settembre 2012 6 01 /09 /settembre /2012 14:30

Paste-asciutte 0011

 

 

Questa è una pasta semplice, ma molto appetitosa; i legumi sostituiscono la carne, diventano un ragout più leggero ma molto saporito, non si tratta di una pasta brodosa, bensì di una vera pasta asciutta, al dente, piccante.

Un primo piatto completo, di piena soddisfazione!  

 

 

La ricetta

 

 

Ingredienti per 4 persone

 

320 gr di pasta formato farfalle

200 gr di lenticchie di Colfiorito - o comunque di piccola dimensione

200 gr di fagioli canellini

2      spicchi d'aglio

300 cc di acqua tiepida

1      rametto di rosmarino

1      peperoncino rosso  fresco

50   gr di guanciale

100 gr di pomodorini ciliegia

        olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b

        pecorino grattugiato a volontà

 

 

Procedimento

 

Lavate bene le lenticchie e tenetele da parte. In un tegame di coccio, fate rosolare a fuoco lento il guanciale battuto con un poco di rosmarino, un pochino d'olio, aglio, peperoncino e pomodorini tagliati a dadini. 

Aggiungete le lenticchie, lasciate insaporire e poi irroratele d'acqua tiepida. Portate a cottura in 35- 40 minuti.  Potete aggiungere ora i fagioli cannellini già lessati, aggiustate di sale e pepe e cuocete ancora per 10 minuti.  Tenete da parte.

 

Cuocete le farfalle al dente, scolatele ed aggiungetele al ragout, lasciatele impregnare dal sugo e solo quando il tutto sarà molto ben amalgamato, aggiungete il pecorino.

 

Servite con un rametto di rosmarino fresco, un filo d'olio crudo e....

 

ENJOY !

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Pasta
scrivi un commento
19 luglio 2012 4 19 /07 /luglio /2012 12:39

Paste-asciutte 8837

 

 

Gli gnocchi sono proprio un bocconcino appagante, uno dei tanti comfort food che adoro, sono molto adattabili, nel senso che accolgono molti tipi di condimento e sono subito pronti.

Nel blog c'è la ricetta per farli in casa " Gnocchetti al pomodoro e mozzarella", ma questi in foto sono un buon acquisto al supermercato che mi permette di preparare oggi un pranzo da eseguire in 10 minuti o poco più.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

700 gr di gnocchi di patate

4          zucchine medie

2          spicchi d'aglio

100 gr di parmigiano reggiano

15       foglie di basilico

1         cucchiaio di granella di mandorle tostate

           erba cipollina

           olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

 

Procedimento

 

In una pentola a bordi alti,  portate al bollore 2 lt di acqua.

Al bollore immergete le zucchine tagliate in  4/5 pezzi. Riportate l'acqua al bollore e cuocete per 8-10 minuti. Le zucchine devono essere intere e non spappolate.  Scolatele con un mestolo forato e mantenete l'acqua bollita.

Versate le zucchine in un'insalatiera e frullatele con un mixer ad immersione, aggiungete le foglie di basilico, frullate e lasciate raffreddare un pochino.

A parte in un tegamino antiaderente, scaldate un dito d'olio con due spicchi d'aglio e ancora foglie di basilico a piacere. Aromatizzate l'olio per almeno 5 minuti. Spegnete e tenete da parte.

Riprendete le zucchine, aggiungete il parmigiano e una parte dell'olio aromatizzato.

Versate nell'acqua bollente delle zucchine gli gnocchi, attendete il bollore e non appena  riemergono scolateli in una zuppiera, aggiungete il pesto e  mescolate. Versate gli gnocchi nei piatti e irrorate con l'olio aromatizzato e una spolveratina di mandorle tostate. Decorate con fili di zucchine e erba cipollina fresca.

 

ENJOY !

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Pasta
scrivi un commento
2 luglio 2012 1 02 /07 /luglio /2012 19:58

Paste-asciutte 8747

 

Diciamocelo, ma chi ha voglia di spignattare in questi giorni?!? Sebbene la passione, sebbene il fatto che magnà se deve magnà, sebbene la famiglia lo richieda, sinceramente con sto' caldo tanta voglia non c'è.

Allora stasera un piatto unico e veloce perchè anche le massaie hanno i loro diritti!

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

550 gr di gnocchi di patate (già pronti)

600 gr di cozze fresche

300 gr di pomodorini

1           scatola di fagioli borlotti bio.

2           spicchi d'aglio

1           cucchiaio di prezzemolo

             olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

 

 

Procedimento

 

Pulite le cozze da ogni residuo sabbioso e rimuovete la barbetta. Sciacquetele e tenetele da parte nello scolapasta.

In una padella antiaderente versate l'olio, l'aglio un pochino di prezzemolo. Lasciate insaporire, aggiungete le cozze, salate e coprite con coperchio per farle aprire. 

Passati 5 minuti, controllatele, togliete l'aglio e aggiungete i borlotti con un pochino della loro acqua di governo, pepate e fate asciugare il liquido, dopodichè aggiungete i pomodorini tagliati a metà.  Il tempo di un paio di  veloci salti in padella e spegnete il tutto.

 

In una pentola a bordi alti fate bollire l'acqua leggermente salata, versatevi gli gnocchi e portate al bollore; non appena emergeranno, scolateli, conservando un pochino di acqua di cottura che dovrà essere aggiunta al sugo e agli gnocchi nel caso risultassero troppo asciutti.   Fate insaporire in padella per 3 minuti e servite con un filo di olio crudo, prezzemolo e pepe.

 

ENJOY !

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Pasta
scrivi un commento

Presentazione

  • : foodforfun.over-blog.it
  • foodforfun.over-blog.it
  • : Per giocare con il cibo e trasformare gli alimenti in qualcosa di goloso... ma non solo cibo, talvolta fiori, talaltra libri, curiosando qua e là.
  • Contatti

Traduttori

 

 

 

 

    

 

    

 

     

 

Ricerca

EXPO 2015

01_Cover_Logo_1280x400_OK.jpg

foodforfun.over-blog.it

Norme - Copyright © 2017

QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITA' . PERTANTO NON PUO' CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 07/03/2001  

FOODFORFUN.OVER-BLOG.IT  By BettaRoberta Cecconi - All rights reserved

 

 

 

  

 

 

 

indicizzazione motori ricerca