750 grammes
Tutti i nostri blog di cucina Segui questo blog Administration + Create my blog
21 luglio 2011 4 21 /07 /luglio /2011 19:08

Paste-asciutte 4500

 

 

Lasagna nera, volutamente scomposta e disordinata, disposta a losanghe con pezzettoni di tonno e zucchine a bastoncino, da mangiarsi tiepida - fredda, ideale per l'estate e di rapida esecuzione.

Il colore nero della pasta ed il suo sapore si sposano bene con il rosa del tonno ed il verde della verdura.

Basilico ed olio extravergine d'oliva finiscono il piatto.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

4         zucchine

1         spicchio d'aglio

400 gr di tonno al naturale

10       foglie di basilico

200 gr farina

2          uova

1          bustina di nero di seppia

            sale ed olio extravergine d'oliva q.b.

            pepe

 

 

Procedimento

In una bacinella miscelare la farina, le uova e l'inchiostro, lavorare con una forchetta fino a che l'impasto non abbia preso forma, poi impastare velocemente e con forza fino ad ottenere una palla liscia, omogenea e nera. Avvolgetela in pellicola trasparente e riponetela in frigorifero per 30'.

 

Lavate le zucchine, tagliatele a bastoncini sottili. In una pentola antiaderente scaldate 4 cucchiai di olio e lo spicchio d'aglio, aggiungete 5 foglie di basilico spezzettato e non appena l'olio si è insaporito, versare le zucchine, cuocere a fuoco alto per pochi minuti, giusto il tempo di renderle croccanti e gustose, salate solo alla fine. Lasciate intiepidere.

 

Sgocciolate il tonno al naturale, spezzettatelo ed aggiungetelo alle zucchine, mescolate e tenete da parte.

 

Riprendere la pasta, tirarla e dividerla in rettangoli di media grandezza.

In una pentola bassa e larga, far bollire dell'acqua. Al bollore, versarvi pochi fogli di pasta per volta. Cuocerli giusto 1-2 minuti, scolarli e asciugarli dall'eccesso d'acqua con l'ausilio di un tovagliolo di cotone.

 

Montare la lasagna sul piatto di portata, inziando con uno strato di pasta, un cucchiaio abbondante di sugo zucchine-tonno, ancora una lasagna disposta diagonalmente all'altra e così via per 4 strati terminando con la verdura.

 

Spolveratina di pepe ed in tavola.

 

ENJOY!

 

 

Condividi post
Repost0
10 luglio 2011 7 10 /07 /luglio /2011 17:16

Paste-asciutte 4382

 

 

Giornata afosa questa domenica!  Quindi piatto unico, veloce che contiene quanto necessario a sfamare discretamente senza appesantirsi troppo.

Instant noodle, spaghetti cinesi con pollo lasciato marinare in Worcestershire sauce e Soia, asparagi, pomodori e fiori di zucca.

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

 

500  gr di petto di pollo

700  gr di asparagi

3           pomodori

1           peperoncino verde asiatico piccantezza media

4           scalogni

1           picccola radice di zenzero

4           cucchiai di olio d'oliva

3           cucchiai di Worchestershire sauce

2           cucchiai di Soia

7-8        fiori di zucca

7            foglie di basilico

7            foglie di coriandolo

             sale e pepe q.b.

1           confezione di instant noodle

 

 

Procedimento

 

Preparate gli asparagi, pelandoli e privandoli dei filamenti. Bolliteli in acqua bollente leggermente salata. Cuoceteli per 8 minuti. Scolateli sotto acqua fredda corrente e tagliateli in tre pezzi.

 

Lavare il petto di pollo, tagliarlo a pezzettini, disporlo in un'insalatiera con olio, Worchestershire sauce, soia, 3 scalogni tagliati sottili, lo zenzero tagliato a listalerelle, sale, pepe, basilico e coriandolo.  Lasciate marinare per 15 minuti.

Trascorso il tempo di marinatura, preparare una pentola antiaderente, nella quale scalderete 1 cucchiaio d'olio e lo scalogno rimanente.  Versate poi il pollo con la sua marinatura e cuocete a fuoco alto.

Non appena vedete che il pollo ha una bella rosolatura e la marinatura è trasparente, aggiungete gli asparagi, i fiori di zucca ed i pomodori.

Fate insaporire velocemente, spegnete e tenete in caldo.

 

Mentre il pollo cuoce, fate bollire la pasta in acqua leggermente salata.  Cuoce in pochi minuti. La quantità di pasta è a discrezione, nel senso che dipende dalla vostra fame. In ogni caso direi metà della confezione in considerazione della dose di carne.

 

Scolate la pasta, versatela nella padella del pollo e saltate nuovamente il tutto a fuoco vivace.

Impiattate e servite, lasciando raffreddare un poco.

 

ENJOY!

Condividi post
Repost0
30 giugno 2011 4 30 /06 /giugno /2011 18:18

 

Paste-asciutte 4260

 

 

 

Mi rendo conto che la ricetta di oggi richiede un po' di tempo ed un po' di calore, però a me sembra ne valga la pena, soprattutto se la preparazione viene fatta in anticipo, così l'ambiente cucina si può raffreddare ed i familiari strepitanti per il caldo,  pure!  

Libera scelta nel passare il timballo al forno, (io visto le temperature ho glissato) oppure mangiarlo così.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

250 gr di pasta corta

2         scatole di polpa di pomodoro

2         cucchiaini di zucchero

3         spicchi d’aglio

1         grande melanzana di forma ovale

300 gr di carne macinata di manzo

1         uovo

150 gr di parmigiano grattugiato

2         fette di pane in cassetta

10       foglie di basilico

           Sale, pepe ed olio extravergine d’oliva q.b.

4         Cucchiai di besciamella (facoltativo)

 

 

Lavate ed affettate con l’affettatrice la melanzana. Le fette dovranno essere sottili e tagliate nel senso della lunghezza.

In una padella antiaderente, scaldare l’olio, l’aglio e 3 foglie di basilico, adagiarvi 4-5 fette di melanzana per volta e far rosolare prima da un lato e poi dall’altro. Salarle e scolarle su carta assorbente. Procedere fino a completamento.

 

Versare nel mixer la carne macinata, l’uovo, il parmigiano, il sale, il pepe, il pane preventivamente ammorbidito con un pochino d’acqua o latte, le foglie di basilico. Miscelare il tutto.

Formare delle polpettine piccolissime grandi quanto una falange di mignolo.  Aiutatevi nell’operazione bagnando le mani con acqua, affinché il composto appiccicoso non si attacchi alle mani e lì vi resti. In una padella antiaderente, scaldare l’olio, l’aglio e foglia di basilico. Versare le polpettine ad una ad una. Farle colorire prima da un lato e poi dall’altro.  Non appena dorate, scolarle su piatto di servizio e tenere da parte.

 

In un’ulteriore padella antiaderente far scaldare l’aglio, l’olio, il basilico e versarvi la polpa di pomodoro. Pepare, salare e lasciare cuocere brevemente 10’ minuti.  Versare il sugo in una bacinella a bordi alti, frullarlo con un minipimer e passarlo al chinoise.

Tenere da parte.

 

Preparare la besciamella – (riferimento ricetta : Crepes asparagi e pancetta)- L’uso della stessa è facoltativo essendo il imballino già di per sé ricco e proteico.

 

Cuocere la pasta, bollendola in abbondante acqua leggermente salata.

Scolarla, condirla con il sugo e tenerla da parte.

 

Prendere degli stampini da forno e rivestirli con le fette di melanzane. Devono essere completamente coperti ed un’estremità della fetta di melanzana deve debordare dallo stampo per chiusura successiva del timballo.

Versare alla base un cucchiaio di besciamella, (se invece non l’usaste, allora incominciare con un cucchiaio di pasta), sovrapporre un cucchiaio di pasta, aggiungere un leggero strato di sugo, coprire con polpettine tutta la superficie, spolverare con parmigiano, ricoprire con la pasta, uno strato di sugo e parmigiano. Chiudere il timballo con le lingue debordanti di melanzane.

 

Ora ci sono due opzioni:

 

1-     mettere il timballo in forno e cuocerlo per 10 minuti scarsi, giusto il tempo che il formaggio si fonda

2-     mangiarlo direttamente com’è  in considerazione del fatto che tutti gli ingredienti sono stati preventivamente cotti.

 

Servire il timballo al centro del piatto decorarlo con polpettine e melanzane a quadretti cotte nello stesso modo delle fette; oppure usare il sugo come base e foglie di basilico; oppure come meglio credete, in fondo la cucina è una disciplina che ammette l’uso personale della fantasia!

 

ENJOY !

 

 

 

Condividi post
Repost0
19 giugno 2011 7 19 /06 /giugno /2011 18:58

Paste-asciutte 4179

 

Si può dire che oggi è il primo giorno d'estate dopo un mese intero di pioggia "primaverile". Sole caldo, cielo terso, mancava il mare.  Abbiamo pranzato all'aperto ed insaporito il pranzo di mezzogiorno con il sapore del mare nel piatto.

Il colore è magnifico ed il sapore non male.

Aspettando le prossime vacanze, ci accontentiamo nel frattempo di un "mare in città"

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

300 gr di cozze

150 gr di vongole

150 gr di moscardini

150 gr di calamari o seppie

200 gr di pomodorini

1      scatola di pelati

8      scampi

320 gr di spaghetti

160 cc di Vino bianco secco

2      spicchi d'aglio

1      cucchiaio di prezzemolo tritato

         peperoncino

         olio extravergine d'oliva, sale  q.b.


Procedimento: 

Pulire le cozze, fare spurgare le vongole in acqua salata.

 

In una pentola a parte, rosolare l'aglio e l'olio, versare i moscardini e metà della scatola di pelati, salare, pepare e lasciar cuocere almeno 40 minuti, fino a che i moscardini non si siano ammorbiditi.

Lavare e tagliare i calamari a fettine. Lavare i pomodorini, tagliarli a metà, eliminare i semini.
In una pentola a bordi alti, rosolare l'olio, l'aglio ed il peperoncino.
Aggiungere le vongole e irrorarle col vino bianco. Quando le vongole iniziano ad aprirsi, aggiungere le cozze.
Unire i calamari e gli scampi e fare insaporire.  Aggiungere ora i pomodorini e mescolare bene tutti gli ingredienti. Lasciare cuocere per 6-7 minuti, il tempo in cui gli ingredienti si amalghimino fra di loro.

Eliminare l’aglio dal sugo allo scoglio ed anche da quello dei moscardini, mischiare i sughi e tenere in caldo.

In una pentola a bordi alti, far bollire l'acqua salata e versarvi gli spaghetti.

Non appena cotti, scolarli e passarli nella padella del sugo con un poco d'acqua di cottura per amalgamare il tutto, saltandoli per un paio di minuti.

Togliere dal fuoco, spolverare di prezzemolo tritato ed olio crudo.

ENJOY!

Condividi post
Repost0
17 giugno 2011 5 17 /06 /giugno /2011 16:55

 

 

Paste-asciutte 4154

 

 

Questa è la ricetta dell'ultimo minuto, di quando si è in ritardissimo e si vuole preparare un primo piatto veloce, veloce.

Giusto il tempo di mischiare gli ingredienti, di far bollire l'acqua nella pentola e le quenelles sono pronte.

Morbidissime, scioglievoli in bocca, molto delicate, sono accompagnate qui nella foto da un sughetto di contrasto con pomodorini ciliegia e capperi.

Risolvono una situazione in caso di necessità.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone (4 quenelle a testa)

 

250 gr di ricotta vaccina fresca

100 gr di farina 00

80   gr di parmigiano

1     pizzico di noce moscata

1     pizzico di pepe

1     pizzico di sale

1     uovo

 

4    cucchiai abbondanti di olio extravergine d'oliva

1    spicchio d'aglio

1    mazzetto guarnito di origano, coriandolo, timo, basilico, salvia

1    pizzico di pepe

1    cucchiaio di capperi

15  pomodorini ciliegia

 

Procedimento

 

In una capace pentola a bordi alti, mettere a bollire l'acqua.

In una bacinella a bordi alti, versare la ricotta, la farina, il parmigiano, la noce moscata, il pepe, il sale e l'uovo.

Amalgamare bene gli ingredienti evitando la formazione di grumi.

Tenere l'impasto da parte

 

In una padella antiaderente, far scaldare l'olio, l'aglio ed il mazzetto guarnito.  Lasciar insaporire l'olio per 5' minuti.

Lavare i pomodorini, tagliarli a fettine, versarli nella pentola insieme ai capperi, salare e pepare leggermente.

Cuocere per pochi minuti, giusto il tempo che l'olio si colori, i pomodorini devono rimanere integri.

 

Riprendere l'impasto e prelevarne una parte con un cucchiaio per poi passarlo in un altro, (conferendogli forma oblunga), con il quale poi si gettano nell’acqua bollente.

In un primo momento le vedrete affondare, ma torneranno a galla e dopo un paio di minuti si possono prelevare con l'aiuto di un mestolo forato.

Distenderle su piatti da portata ben caldi, distribuire sopra il sughetto e volendo una spolverata di parmigiano. Servire calde.

 

ENJOY!

Condividi post
Repost0
6 giugno 2011 1 06 /06 /giugno /2011 16:33

Paste-asciutte 4015

 

 

 

Spesso penso a come ottimizzare il tempo con il gusto.

Non sempre ho ore a disposizione per cucinare qualcosa di buono e diverso. Frequentemente, il tempo è per me tiranno.  Quindi bisogna unire la praticità con la bontà.  Un piatto unico come quello rappresentato fa al caso mio.  Orecchiette fresche (comprate), pisellini primaverili, pomodorini San Marzano piccoli piccoli ed un ottimo filetto di merluzzo uniscono l'utile al dilettevole.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

320  gr  di orecchiette fresche

450  gr  di pisellini primavera

150  gr  di pomodorini San Marzano piccolini

5             foglie di basilico

400 gr   di filetto di merluzzo

               olio extravergine d'oliva

               sale e pepe q.b.

3            spicchi d'aglio

1            spolveratina di ricotta salata da grattugiare (a piacere)

               mezzo bicchiere d'acqua

 

 

In una pentola antiaderente scaldare l'olio e l'aglio, versarvi i piselli, far rosolare brevemente ed aggiungere mezzo bicchiere d'acqua.  Salare e portare a cottura.

Lavare i filetti di merluzzo, tagliarli a tocchetti rettangolari e versarli in una padella antiaderente nella quale avrete precedentemente scaldato l'olio, l'aglio e alcune foglie di basilico.

Cuocere a fuoco vivacissimo per pochi minuti per parte. Salare e pepare. Tenere in caldo.

Lavare i pomodorini, tagliarli a metà per il senso della lunghezza e tenere da parte.

In una capace pentola, bollire 2 litri d'acqua per cuocere le orecchiette. Essendo pasta fresca ci vorranno pochi minuti.

A cottura ultimata, scolarle e versarle nella padella del pesce, nella quale avrete aggiunto i piselli ed i pomodorini freschi.

Aggiustare eventualmente ancora con del pepe, lasciar mantecare la pasta e scodellare nei piatti.

A piacere potreste spolverare con un pochino di ricotta salata.

 

ENJOY!

Condividi post
Repost0
28 maggio 2011 6 28 /05 /maggio /2011 12:05

 

 

Copia-di-IMG_3912.jpg

 

 

Lo dico subito, gli spaetzli li ho acquistati già fatti.

Una mia amica di Ulma, Nadja, mi ha regalato, ormai anni or sono, l'attrezzo per fare i gnocchetti tirolesi, però non mi è molto congeniale ed allora ho scelto la via più pratica: l'acquisto.

In ogni caso, per tutti coloro che non conoscono il prodotto, si tratta di un impasto di farina, latte,  spinaci ed uova.

Non lo considero un tradimento vero e proprio, in quanto tutto il resto è cucinato e fresco, è stata solo la scorciatoia del venerdì sera, perchè questa ricetta è stata fatta ieri, ma per problemi di connessione internet, la pubblico solo oggi.

La cosa importante è che l'acquisto sia di buona qualità, la differenza poi sta nell'amore, la cura, l'inventiva che ognuno di noi può dare ad una ricetta.

Per cui niente sensi di colpa e via!

 

La ricetta

 

1          confezione di spaetzli agli spinaci

1  kg    di peperoni gialli e rossi

1           petto di pollo intero

2           spicchi d'aglio

150cc  di vino bianco

             olio  extravergine, sale e pepe q.b.

1           mazzetto guarnito: timo, alloro, salvia 

1           foglia di basilico

1           cucchiaio di parmigiano (opzionale)

 

 

Preparare il petto di pollo tagliandolo nelle due metà e togliendo l'ossicino centrale e la cartilagine cercando di pareggiarlo.  Salare e pepare i petti.   Scaldare una pentola che possa poi essere introdotta nel forno.

Scaldarvi olio extravergine d'oliva, aglio, il mazzetto guarnito.

Aggiungere il pollo e lasciar rosolare a fuoco altissimo prima un lato e poi l'altro affinché i succhi contenuti nella carne rimangano al suo interno.

Sfumare con il vino bianco, lasciar evaporare un poco e passare in forno caldissimo per 15' minuti. 

Controllare la cottura di tanto in tanto, bagnando il petto con il sughetto.

A cottura ultimata, rimuovere la carne dalla pentola e lasciarla riposare un attimo prima del taglio.

Affettarla poi a fetta di salame per predisporla sugli spaetzli.

P.S. : conservare il sughetto della carne.  Ci servirà da condimento per gli gnocchi.

 

 

Preparare i peperoni, lavandoli e togliendo i semi ed i filamenti. Tagliarli a pezzi grossi.

In una padella antiaderente, scaldare l'olio con l'aglio ed una foglia di basilico. Versare i peperoni, rosolare a fuoco alto per 3 minuti, salare subito e coprire con coperchio. Abbassare la fiamma e lasciar cuocere fino a che i peperoni non saranno morbidi.

A cottura ultimata, versare i peperoni - tranne 4-5 pezzi da usare per decorazione -in una bacinella a bordi alti e frullarli con un frullatore ad immersione.

Passare il composto al chinoise e versare la crema ottenuta in un tegamino a bordi alti antiaderente. Tenere in serbo.

 

 

In una capace pentola a bordi alti, far bollire abbondante acqua leggermente salata. Al bollore, versare gli gnocchi e rimuoverli solo al loro affioramento in superficie.

Scolarli con il mestolo forato e passarli in una pentola antiaderente, nella quale avrete precedentemente versato il sughetto del pollo, passato al chinoise.  Saltare gli gnocchi e tenerli in caldo.

Opzionale :  a piacere (io non l'ho usato) si potrebbero spolverare con una cucchiaiata di grana grattugiato

 

 

Montare il piatto:

riscaldare brevemente la crema di peperoni. Stenderla sul piatto di portata. Appoggiarvi un coppapasta e versarvi gli gnocchi.  Adagiare su di essi tre fette di pollo a commensale e guarnire con filetti di peperone.

 

ENJOY !

Condividi post
Repost0
22 maggio 2011 7 22 /05 /maggio /2011 20:19

Paste-asciutte 3883

 

 

Che dire di questi fantastici colori. Niente, mi piacciono e basta.

Il nero è elegante anche se sporcato dal rosso del sugo che è lavorato più o meno come una bisque, ma senza cognac. Diciamo che il gusto rimane mediterraneo-provenzale.

Un buon piatto per la domenica.

Eccovi la ricetta:

 

Ingredienti per 4 persone

 

Per la pasta

300 gr di farina  00

3           uova

2           sacchettini d'inchiostro di nero di seppia

 

Per il sugo-bisque

Bisque è una salsa di crostacei, o meglio eseguita con i carapaci dei crostacei, cognac ed altri ingredienti.  Il sugo invece proposto è un sugo mediterraneo, insaporito dai carapaci dei gamberetti e non sfumato con alcool.

 

500 gr  di pelati

3           spicchi d'aglio

4           foglie di basilico

1           punta di pasta di harissa

400 gr di mazzancolle con i loro carapaci

             olio extravergine d'oliva

             sale q.b.

 

 

In una bacinella miscelare la farina, le uova e l'inchiostro, lavorare con una forchetta fino a che l'impasto non abbia preso forma, poi impastare velocemente e con forza fino ad ottenere una palla liscia, omogenea e nera. Avvolgetela in pellicola trasparente e riponetela in frigorifero per 30'.

 

Nel frattempo preparare il sugo.

Versare i gamberi in un pentolino con acqua fredda e portare l'acqua al bollore. Scolare i gamberi e sbucciarli. Tenere sia le teste che i carapaci puliti da eventuali residui intestinali.  Pulire poi i gamberetti del loro filetto con l'ausilio di uno stuzzicadenti.

In una pentola antiaderente scaldare l'olio, l'aglio, gli odori, l'harissa; versarvi i pelati, i gusci e le teste dei gamberi. Salare e lasciar cuocere per 15' minuti.  Non appena il sugo si sarà ridotto ed i carapaci e le teste avranno lasciato tutto il sapore del mare nel pomodoro, passarlo completamente al passaverdura a fori piccoli, pelati, teste e gusci  compresi.

Il passato ottenuto sarà la vostra salsa bisque che rimetterete in padella insieme ai gamberetti puliti che dovranno insaporirsi ed incorporarsi al sugo in attesa dei tagliolini.

 

 

A sugo pronto, prendete la pasta, tiratela in sfoglie sottili e con l'aiuto di una macchina da pasta Imperia, tagliate dei tagliolini che andrete immediatamente a cuocere in abbondante acqua salata. Per evitare che i tagliolini si appiccichino fra loro, non appena  immersi in acqua, creare con un forchettone un vortice continuo, in modo che la pasta continui a girare e non si attacchi.

La cottura sarà di pochi minuti, in quanto essendo pasta fresca e sottile, basta proprio una scottata.

Scolare i tagliolini conservando parte dell'acqua di governo.   Versateli nel sugo ed insaporite.

Servire caldi con un paio di foglie di basilico come decorazione, oppure con una girandola di gamberetti.

ENJOY!

Condividi post
Repost0
5 maggio 2011 4 05 /05 /maggio /2011 20:30

Paste-asciutte 3750

 

 

 

Avevo a disposizione ancora del salmone fresco e voglia di pasta.

Ho pensato alla più semplice delle combinazioni e quindi :  "spaghetti, pomodoro, basilico e .. salmone.

Piatto unico, veloce, nutriente e divorabile in pochi minuti, dipende dalla fame!

 

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

250 gr di salmone fresco

2      spicchi d'aglio

1      scalogno piccolo

1      rametto di timo

6      foglie di basilico

320 gr di spaghetti nr. 5

1      scatola di pomodori pelati

        olio extravergine d'olive

        sale e pepe q.b.

        acqua per bollire la pasta

 

 

Procedimento

 

Sciacquare il salmone sotto acqua corrente, togliere la pelle e le eventuali spine centrali con l'ausilio di una pinzetta.

Tagliarlo a quadratini di uguale misura. In una padella antiaderente, scaldare l'olio, l'aglio ed il timo, versarvi i quadratini di salmone e cuocerli a fiamma altissima per 5' minuti, salare e pepare. Togliere dal fuoco la padella e scolare il salmone.  Tenere in caldo su piatto di servizio.

 

 

Nel frattempo preparare il sugo.  In una padella antiaderente, scaldare l'olio, l'aglio, lo scalogno, due foglie di basilico. Non appena l'olio s'insaporisce, versarvi i pelati, salare e pepare e lasciar cuocere per 15', comunque fino a riduzione del liquido.

A cottura ultimata, aggiungere il salmone e mescolare con cautela per evitare che il pesce si rompa.

 

Preparare una pentola piena d'acqua, metterla sul fuoco ed attendere il bollore, salare e versarvi gli spaghetti che dovranno essere cotti al dente.

Scolarli e passarli nella padella con il sugo.  Tagliare a julienne le rimanenti foglie di basilico, versarle sulla pasta. Servire immediatamente.

 

ENJOY

Condividi post
Repost0
13 aprile 2011 3 13 /04 /aprile /2011 20:59

Paste-asciutte 3411

 

 

Le crespelle che preparo normalmente sono di diametro ridotto, "tout en bouche".

Le preparo piccole perchè così ne risultano in numero molto maggiore e le posso utilizzare in diversi modi, sia salate che dolci.

Il mio  padellino antiaderente  ha un diametro di 11 cm e con le dosi indicate di seguito si ottengono circa 20 crépes.

Il ripieno è croccante, ma con un cuore morbido ed il condimento è un sughetto semplice di pomodoro pelato, tenuto appositamente rustico.

Questa volta non ho eseguito nessuna operazione tattica della serie:" incidire la buccia.....etc etc." qualche volta si può anche evitare.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 20 crespelle ca.

 

300 cc di latte

3           uova intere

3           cucchiai colmi di farina

1           pizzico di sale

 

 

1          scatola di pelati

1          cucchiaio di trito di soffritto (cipolla, sedano, carota)

            olio extra vergine d'oliva

            sale e pepe q.b.

200gr di pancetta affumicata

400gr di asparagi

 

  • 50 g di burro
  • 50 g di farina 
  • 500 cl di latte
  • 1 pizzico di noce moscata
  • sale 
  • pepe

 

 

Procedimento per le crespelle

 

In una bacinella a bordi alti, rompere le uova intere e sbatterle leggermente con un pizzico di sale.

In un'altra bacinella a bordi alti, amalgamare la farina al latte usando una frusta per evitare la formazione di grumi.

Non appena la pastella si uniformerà, aggiungere le uova sbattute e sempre usando la frusta, mischiare i due elementi.

Coprire con pellicola trasparente e mettere in frigorifero a riposare per almeno un'ora.

 

 Nel frattempo, pulire gli asparagi delle loro basi e filamenti, bollirli in abbondante acqua bollente e leggermente salata.

Cuocere per 12' minuti, scolare e passare sotto acqua fredda.

Tenere da parte.

 

Scaldare un tegame antiaderente e versarvi la pancetta. Farla rosolare dolcemente fino a che non diventi croccante.

Scolarla e tenerla in caldo.  Nello stesso tegamino far saltare con pochissimo olio le punte d'asparagi e non appena insaporite (5' minuti al massimo) mischiarle alla pancetta.

 

 

Procedimento per la besciamella

In un pentolino lasciare fondere il burro a fuoco moderato; unire la farina mescolando con la frusta ed amalgamare il composto.

Separatamente  scaldare il latte. Non appena caldo, versarlo nel roux (il composto di burro e farina) e continuare a mescolare.  Questo procedimento di riscaldamento eviterà la formazione di grumi. Salare, diminuire d'intensità il fuoco e cuocere per almeno quindici  minuti   mescolando affinché  la besciamella non si attacchi

 

Procedimento per le crespelle

Scaldare il padellino leggermente imburrato, versarvi un mestolino di composto e con la rotazione del polso, ruotare il tegamino affinche la pastella si distenda su tutta la superficie dello stesso.

Cuocere a fuoco moderato la crespella, prima da un lato e poi dall'altro. La cottura richiede pochi minuti per parte. In ogni caso ci si accorge che un lato è pronto, non appena si forma una leggera crosticina al bordo.

Togliere la crespella cotta e adagiarla su carta da forno. Procedere allo stesso modo fino ad esaurimento pastella, intervallando un pezzettino di carta da forno fra ogni crespella cotta, al fine di evitare l'incollamento di ciascuna.

 

Procedimento per il sugo

In una padella antiaderente, soffriggere l'olio con il trito di carota, cipolla e sedano.

Aggiungere i pelati, salare e pepare e cuocere a fuoco moderato per 15' minuti.

 

Farcitura delle crespelle

Distribuire un cucchiaio di besciamella su ogni singola crespella. Aggiungere un cucchiaino di pancetta e due punte di asparagi a crépe.

Arrotolare come fossero dei piccoli cannelloni ed adagiarli in una pirofila leggermente imburrata.

Versare sopra le crespelle il sugo ed una spolverata di formaggio parmigiano grattugiato.

 

Servire bollenti.

ENJOY!

 

 

 

 

Condividi post
Repost0

Presentazione

  • : foodforfun.over-blog.it
  • : Per giocare con il cibo e trasformare gli alimenti in qualcosa di goloso... ma non solo cibo, talvolta fiori, talaltra libri, curiosando qua e là.
  • Contatti

Traduttori

 

Ricerca

EXPO 2015

01_Cover_Logo_1280x400_OK.jpg

foodforfun.over-blog.it

Norme - Copyright © 2021

QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITA' . PERTANTO NON PUO' CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 07/03/2001  

FOODFORFUN.OVER-BLOG.IT  By BettaRoberta Cecconi - All rights reserved

 

 

 

  

 

 

 

indicizzazione motori ricerca