Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
6 settembre 2011 2 06 /09 /settembre /2011 20:00

 

 

Pane-pizze-focacce 5358

 

Settimana da fornaia.  Il forno continua a chiamare ed a richiedere cibo da cuocere, è lui che comanda in questi giorni e la fa da padrone.

Oggi ha deciso di sfornare focaccine di zucchine e loro fiori.  La consistenza è del tutto diversa dalla classica focaccia. Sono molto più soffici ed inoltre hanno pochissimo lievito anche se chimico, solo una punta di cucchiaio.

Il sapore di zucchina è preponderante e naturalmente i relativi fiori aggiunti all'ultimo momento all'impasto conferiscono allo stesso il tipico sapore.

Si possono mangiare così "nature" oppure accompagnate da formaggi spalmabili, ma anche da salumi, a Voi la scelta.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 tortine come foto

 

 

300 gr   di farina 00

100 gr   di fiori di zucca

2            zucchine medio-grandi

1            spicchio d'aglio

1            punta di cucchiaio di lievito chimico per torte salate

150 gr   di grana grattugiato

150-200 cc di acqua tiepida (dipende sempre dall'assorbimento della vostra farina)

3             cucchiai di olio extravergine d'oliva

               sale e pepe

5             foglie di  basilico

 

Procedimento

 

Pulire i fiori di zucca elimando picciolo e stami e tagliarli a listelli.

Lavare le zucchine, passarle al mixer con il basilico rendendole un trito omogeneo. 

In una padella antiaderente versare l'olio, l'aglio ed una foglia di basilico. Far rosolare, aggiungere le zucchine, lasciar insaporire, salare, pepare ed aggiungere un pochino di acqua per evitare che si brucino, portare a cottura media.

Tenetene da parte 1 paio di cucchiai, il resto è da utilizzare in toto per l'impasto.

 

 

 

Pane-pizze-focacce 5359

 

  

 

Versare la farina, il formaggio, le zucchine, il sale, il pepe, l'olio ed il lievito in una bacinella.  Aggiungere a filo l'acqua tiepida e mescolare fino a formare un impasto liscio e piuttosto morbido, da cucchiaio.

Preparare 4 stampini, imburrati ed infarinati, versare un paio di cucchiaiate abbondanti per ogni stampino, ricoprirli con un cucchiaino di zucchine ed un filo d'olio.

Infornare in forno caldo a 220° per 15-20 minuti circa e comunque non appena vedrete la superficie dorata e consistente.

 

ENJOY !

 

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Pane-pizze-focacce
scrivi un commento
26 agosto 2011 5 26 /08 /agosto /2011 16:50

Pane-pizze-focacce 5024

 

 

E si, ci risiamo, “rieccoce” con il DNA che sbotta.  Gli ARVORTOLI sono delle frittelle salate che mangiavo da bambina durante l’estate in Umbria.

A dir la verità erano grandi come le frittelle dolci delle giostre ed in effetti la prima volta pensavo fossero quelle, ma per non smentire il mio palato che è quasi sempre più tendente al salato che non al dolce, non appena accortami che il sapore era più simile ad una focaccia,  gradii il tutto e memorizzai per il futuro.

Sono molto appetitosi ed un buon abbinamento con formaggio, fichi, melone, prosciutto, ma vi assicuro che anche da sole con un buon bicchiere di vino bianco freschissimo fanno la loro figura!

 

La ricetta

 

Ingredienti per 20-25 pezzi come foto.

 

500 gr di farina 00

25   gr di lievito di birra

300 cc di acqua tiepida

2          cucchiai di olio extravergine d’oliva

1          pizzico di sale

1          pizzico di zucchero

1    litro di olio per friggere

 

 

Impastare la farina con lievito, olio, sale, zucchero, aggiungendo acqua tiepida poco per volta a seconda della capacità di assorbimento della vostra farina.

Formare un impasto morbido ed elastico, praticamente lo stesso che fareste per la pizza. Disporlo in una bacinella e coprirlo con un canovaccio.  Metterlo a riposo per almeno 30’ minuti, ma più tempo lievita, meglio è.

 

A lievitazione avvenuta, ritagliare piccole quantità di pasta e formare delle circonferenze più o meno della stessa grandezza.

 

Mettere a scaldare l’olio per friggere, verificare la temperatura immergendo un piccolo pezzettino di pasta, se sfrigola, allora è il momento per friggere i nostri arvoltoli. 

 

 

Naturalmente una buona frittura dipende anche dal fatto che gli elementi che si friggono siano immersi nell’olio. Questa è frittura, altrimenti parliamo di rosolatura.  L’alta temperatura dell’olio riveste immediatamente le parti esterne dell’alimento rendendolo croccante e lasciandogli un’anima morbida. Evitiamo in questo modo anche un eccessivo assorbimento di olio da parte dell’alimento.

Quanto sopra solo per informazione generale.

 

A questo punto, lasciate che le frittelle si colorino leggermente, dovranno avere un aspetto dorato, non marrone.

Scolatele su carta assorbente e spolveratele con un pochino di sale.

A piacere, potreste anche aromatizzare il sale con un trito di erbe fini, tali rosmarino, salvia, erba cipollina e cospargervi le frittelle. Io oggi ne ero sprovvista e quindi ho usato solo il sale.

 

Serviteli con i salumi ed i formaggi da voi preferiti, ma anche con composte di fichi, prugne, miele millefiori  e naturalmente ..

 

ENJOY   !

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Pane-pizze-focacce
scrivi un commento
8 agosto 2011 1 08 /08 /agosto /2011 18:24

Pane-pizze-focacce 4678

 

 

Eccoci qua, ancora con del pane farcito. 

Se dovessi stilare una classifica dei cibi a me più congeniali, beh il pane e tutto ciò che ne consegue è certamente al primo posto.

Già la bellezza di poterlo impastare, non è poco, in quanto inizia da lì il gioco, l'interesse ed anche la magia.

Si, perchè da un semplice incontro fra farina, acqua, sale, scaturisce qualcosa di veramente buono, autentico, antico, ma sempre nuovo.

Forse l'ho già scritto, ma che importa, a me piace così tanto che non mi stancherò mai di ripeterlo.

Le focacce presentate in foto sono farcite con formaggio Gorgonzola e Tomini. 

Le ho chiamate simil Recco, in quanto tale focaccia è autentica solo a Recco, inoltre la tecnica di cottura è diversa a casa e poi non ho usato il tipico formaggio.

Ciò nonostante i miei nipoti ne sono stati entusiasti ed io con loro, perchè non c'è niente di più bello che poter condividere del cibo con chi lo mangia volentieri.

 

La ricetta

 

Ingredienti per due focacce come da foto.

 

800 gr di farina 00

250 cc di acqua (anche 300cc dipende dalla farina)

1           bustina di lievito di birra disidratato

4           cucchiai di olio d'oliva

1           cucchiaino di zucchero

1           cucchiaino di sale

 

 

300gr  di Gorgonzola dolce

3           Tomini.

 

 

Procedimento

 

Impastare la farina con 2 cucchiai d'olio, lo zucchero, il lievito, il sale e l'acqua.  Formare una palla, liscia ed elastica da porre a lievitare per almeno 1 h e 30 minuti. (Se aveste più tempo, meglio) 

Controllare l'impasto della pizza, a lievitazione avvenuta, rilavorare la pasta per 5 minuti.

Stenderla su carta da forno dandole una forma circolare, classica della pizza ed adagiarla in una teglia circolare in alluminio.

Distribuire sul fondo i formaggi tagliati a fette regolari.

Stendere un ulteriore cerchio di pasta abbastanza sottile e posizionarlo sopra i formaggi.

Chiudere i bordi avvolgendoli su se stessi.

Preparare un'emulsione di acqua ed olio, in altre parole, versare in un vasetto di vetro -munito di tappo che stringerete per bene- l'acqua e l'olio e poi shakerare affinché i due elementi si fondano insieme.

Versate l'emulsione sulla pasta e massaggiare con le mani affinché tutta la superficie ne sia pregna. 

Infornare a forno caldissimo 220° per almeno 30' minuti e comunque non appena la pasta sia croccante e dorata.

Servire caldissime, in quanto il formaggio all'interno sarà una godevole crema che si spargerà sul piatto inebriando di sapore il pane.

 

ENJOY!

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Pane-pizze-focacce
scrivi un commento
7 agosto 2011 7 07 /08 /agosto /2011 18:02

  

  Pane-pizze-focacce 4671

 

 

 

Oggi domenica, uno stuzzichino per iniziare e poi pizza e focaccia simil Recco la cui ricetta verrà pubblicata domani.

Accompagnati da una fresca insalatona, piena di tutto un po' sono stati il pasto di una domenica in compagnia, ancora in terrezza.

Il mare si fa attendere.....

Eccovi la ricetta

 

 

Ingredienti per 30-35 cornetti 

 

500 gr di farina 00

250 cc di acqua (anche 300cc dipende dalla farina)

1           bustina di lievito di birra disidratato

2           cucchiai di olio d'oliva

1           cucchiaino di zucchero

1           cucchiaino di sale

 

 

1           confezione di pomodorini ciliegia

1           vasetto di acciughe sott'olio

150 gr di parmigiano reggiano

 

Procedimento

 

Impastare la farina con l'olio, lo zucchero, il lievito, il sale e l'acqua.  Formare una palla, liscia ed elastica da porre a lievitare per almeno 1 h e 30 minuti. (Se aveste più tempo, meglio) 

Controllare l'impasto della pizza, a lievitazione avvenuta, rilavorare la pasta per 5 minuti.

Stenderla su carta da forno dandole una forma circolare, classica della pizza. Spolverizzarla di parmigiano reggiano ed

inciderla con la rotella da pizza formando una prima croce centrale, poi diagonale e via, via ottenenedo così dei piccoli triangoli.

 

 

Preparare i pomodorini, che saranno preventivamente lavati e tagliati a spicchietti. Spezzettare le acciughe e distribuire sui triangoli un pezzettino di acciuga ed uno spicchietto di pomodoro.

Arrotolare su se stessa la pasta e posizionarla su carta da forno.   Non appena avrete concluso l'operazione di arrotolamento e distanziato fra loro i cornetti, lasciate lievitare ancora 10 minuti, prima di passare la pasta in forno.

 

Trascorso il tempo necessario, infornare a forno caldissimo 220° per almeno 30' minuti.

Controllare che la pasta sia croccante e dorata.

Servire caldissime

 

ENJOY!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Pane-pizze-focacce
scrivi un commento
25 giugno 2011 6 25 /06 /giugno /2011 20:26

 

 

Pane-pizze-focacce 4243

 

Stasera il tempo per cucinare era pochissimo, allora mi sono aiutata con piadine già pronte, che ho farcito a mo' di tacos, una salsina piccante, insalata di cetrioli con yogurt, tacchino al sesamo, cipolle brasate, tagliolini di sedano, carota e peperoni.

Si salva una cena!

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

350 gr di  petto di tacchino

1          spicchio d'aglio

1          cucchiaio di semi di sesamo

            olio extravergine d'oliva, sale q.b.

1          cucchiaio di Worcestershire sauce

2          cipolle rosse di media grandezza

2          cetrioli grandi

1          peperone rosso

1          barattolo di insalatina sottaceti: carote e sedani

1          cucchiaio di ketchup

1          mezza punta di cucchiaino di harissa

4          piadine romagnole

2          cucchiai di yogurt naturale bianco

 

Procedimento

Pulire la carne da filamenti, tagliarla a striscioline.

In una padella antiaderente, scaldare l'olio e l'aglio, versarvi il tacchino, salare e  lasciare insaporire.

Spolverare con i semi di sesamo preventivamente tostati e cuocere per 8 minuti.

Poco prima di togliere la carne dal forno, insaporirla con la Worchestershire sauce. Tenere in caldo.

 

Durante la cottura della carne, preparare le cipolle.  Sbucciarle, tagliarle a rondelle e sbianchirle come sempre.

Versarle cioè in un tegame con acqua fredda e portarle al bollore e ripetere l'operazione per 3 volte.

In un tegame antiaderente, versare un filo d'olio e  le cipolle, salarle e farle insaporire velocemente, un paio di minuti.

Tenere in caldo.

 

Pulire i  cetrioli, sbucciarli e tagliarli a dadini, mischiarli all'insalatina sottoaceto, condire con olio, sale e yogurt.

Pulire il peperone, tagliarne un quarto a cubetti, il resto a  striscioline. Tenere da parte

Mischiare un cucchiaio di ketchup, la punta di harissa e qualche cubetto di peperone rosso.

 

In una pentola antiaderente, scaldare singolarmente la piadina.

Toglierla dal fuoco non appena si gonfia leggermente. Tagliarla in quarti.  Condirla con un cucchiaio d'insalata di cetrioli, un cucchiaio di carne, alcune striscioline di peperone, qualche rondella di cipolla e un cucchiaino di salsa piccante. Spolverare con prezzemolo.

 

ENJOY!

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Pane-pizze-focacce
scrivi un commento
23 giugno 2011 4 23 /06 /giugno /2011 18:18

Pane-pizze-focacce 4236

 

 

 

Pane e companatico, non c'è niente di più buono del pane penso. Il suo profumo quando cuoce, la sua crosta dorata, la morbidezza della mollica, la fragranza della sua freschezza.

E questo è un piccolo esempio di come un bocconcino possa diventare un antipastino da eseguire in pochi minuti.

Il pane si può acquistare già pronto, basta cuocere gli champignon trifolati, un cucchiaio di besciamella, formaggio grana e via al forno.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

4        panini bocconcini

600   gr di champignon

100   cc di vino bianco

1        spicchio d'aglio

1        cucchiaio di prezzemolo

300   cc di besciamella (vedere ricetta in Crespelle asparagi e pancetta)

4        cucchiai di parmigiano grattugiato

          olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

 

 

Lavare con cura i funghi, tagliarli a fettine.

In una pentola antiaderente, scaldare l'olio, l'aglio e versare i funghi. Farli insaporire velocemente, salare e sfumare con il vino bianco.  Lasciar cuocere fino a che il liquido di cottura non sarà del tutto esaurito e l'olio sarà trasparente.

Aggiungere la besciamella ed un paio di cucchiai di parmigiano, mescolare e tenere da parte.

 

Prendere i panini, tagliarne la calotta, svuotarli della mollica. Riempirli con il composto di funghi e besciamella.

Spolverare con un pochino di grana grattugiato.

Mettere in forno a 220° per 10 minuti, il tempo necessario che il pane tosti ed il formaggio in superficie si dori.

Togliere dal forno, mettere su piatto da portata, spolverare con prezzemolo tritato.

 

ENJOY!

 

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Pane-pizze-focacce
scrivi un commento
12 maggio 2011 4 12 /05 /maggio /2011 20:28

Copia di IMG 3810

 

 

 

Farinata in Italia, in Liguria, ma a soli pochi chilometri dal nostro confine e specificamente già solo a Mentone, sulla Costa Azzurra, il nome cambia in Socca.  E' un piatto poverissimo, fatto con farina di ceci, acqua, olio, sale e pepe.

Veramente pane dei poveri, eppure è così invitante, la sua crosticina croccante e con l'aggiunta di qualche "O-Ring" anello di cipolla, qualche fogliolina di rosmarino e di salvia, direi proprio gustosa.

Le focaccerie ligure la preparano dalle 18.00 in poi, perchè l'unica "pecca" se così si può dire, è che necessita di un lungo riposo.  La farina di ceci deve assorbire e miscelarsi all'acqua e servono come minimo 4 ore, ma meglio è preparare la miscela al mattino ed infornare la sera.

Stasera, l'abbinamento è stato con un tomino appena scaldato in forno e dell'insalata mistissima, ma anche con i salumi e perfino da sola è ottima.

 

 

La ricetta

 

Ingredienti per 2 farinate come da foto.

 

400 gr di farina di ceci

-            mezzo bicchiere d'olio di oliva extravergine (70cc circa)

1lt e mezzo di acqua

sale

pepe

mezza cipolla a rondelle

foglioline di rosmarino e salvia spezzettate

 

Mettete in una terrina la farina a fontana e versatevi l'acqua a poco a poco nel centro, mescolando con cura in modo da evitare la formazione di qualsiasi grumo. In ogni caso se dovesse comparirne qualcuno, usate un frullatore ad immersione per sciogliere il composto.

Salate e lasciate riposare la farinata per tutto il giorno o per tutta la notte (se preparate per la cena - dalle ore 8.00 alle 19.00, viceversa dalle 20.00 alle 8.00 o più).

Trascorso il tempo necessario, togliete con il mestolo bucato la schiuma che si sarà formata sulla superficie.

Versate l'olio a filo e mescolate lentamente per assorbimento.  L'olio tenderà a separarsi, non c'è nessun problema, durante la fase di cottura tutto si sistemerà.

Preparare due teglie Domopak rotonde e basse, versarvi il composto fino quasi al bordo.  La farinata più è sottile, meglio è.  A questo punto distribuite le rondelle di cipolle, il rosmarino e la salvia.

Infornate a forno caldissimo 220° per almeno 30' minuti, o comunque fino a quando la superficie apparirà ben dorata e screpolata.

Servire caldissima.

 

ENJOY !

 

 

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Pane-pizze-focacce
scrivi un commento
6 maggio 2011 5 06 /05 /maggio /2011 20:48

Pane-pizze-focacce-3707-copia-1.jpg

 

 

Io adoro il pane, la pizza, la pasta, il riso, l'orzo, il farro, il kamut e chi più ne ha, ne metta.

Non dico di avere una dipendenza, ma quasi. Di conseguenza, quando ho voglia di pizza, non ci penso due volte e subito impasto. La caratteristica è come sempre l'unicità della porzione.  Singole pizzette multigusto per una cena-happy hour - oppure un brunch.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

500 gr di farina 00

250 cc di acqua (anche 300cc dipende dalla farina)

1           bustina di lievito di birra disidratato

2           cucchiai di olio d'oliva

1           cucchiaino di zucchero

1           cucchiaino di sale

 

130 gr di groviera grattugiato

 

2           cipolle medio-grandi

1            foglia d'alloro

 

500gr  di funghi champignon

1          scalogno

 

1          confezione di spinaci-scarola-verze (busta surgelata Findus)

1          spicchio d'aglio

7          olive nere tostate

1          cucchiaio di capperi

 

5          pomodori freschi San Marzano

3          cucchiai di pesto di pomodori secchi

 

             sale, pepe ed olio extra vergine q.b.

 

Procedimento

 

Impastare la farina con l'olio, lo zucchero, il lievito, il sale e l'acqua.  Formare una palla, liscia ed elastica da porre a lievitare per almeno 1 h e 30 minuti. (Se aveste più tempo, meglio)

 

Nel frattempo pulire e preparare le verdure.

Lavare bene gli champignon, tagliarli a fettine e rosolarli in una pentola antiaderente con olio, aglio ed un pomodoro San Marzano tagliato a dadini.  Salare e pepare, portare a cottura, circa 15 minuti e comunque non appena tutta l'acqua contenuta nei funghi si riduca.  Tenere in caldo.

 

In un'altra pentola antiaderente, soffriggere l'olio, l'aglio, i capperi, le olive denocciolate e spezzettate, versarvi la busta di verdure surgelate - spinaci, scarola, verze-, cuocere a fuoco vivace, salare leggermente, in quanto i capperi e le olive salano già un po'. Cuocere per 15 minuti e anche in questo caso, non appena tutta l'acqua contenuta nelle verdure si riduca. Tenere in caldo.

 

Il pesto di pomodori secchi:  se volete lo potete comprare già pronto, ma farlo è veramente semplice.

Ingredienti

10-12 pomodori secchi

100 di olio extravergine d'oliva.

 

Frullare i pomodori aggiungendo poco per volta l'olio per facilitare l'amalgama degli ingredienti.

Il risultato dovrà essere un composto cremoso, che andrà coperto di olio per essere conservato - naturalmente in frigorifero.

 

Il pesto di pomodoro servirà come base di condimento per le pizzette ai pomodori.

 

 

Tagliare le cipolle a fette sottili; in un tegame antiaderente scaldare l'olio e la foglia d'alloro. Versarvi le cipolle, salare immediatamente, coprire e lasciare cuocere per 15' minuti coperte.

 

 

 

Controllare l'impasto della pizza, a lievitazione avvenuta, rilavorare la pasta per 5 minuti.  Stenderla su carta da forno e tagliare con un bicchiere o coppapasta dei piccoli cerchi di circa 7 cm di diametro.

Posizionarli su di una placca da forno precedentemente ricoperta da carta da forno e cominciare a condirle stendendo su di una fila i funghi, su di un'altra le cipolle, poi sulla terza fila le verdure verdi, ed infine il pesto di pomodori farcendo con rondelle di pomodoro fresco.

Passare una spolveratina di groviera sulle pizzette alle cipolle, funghi e verdure verdi.

 

Infornare a forno caldissimo 220° per almeno 30' minuti. Controllare che la pasta sia croccante e dorata, eventualmente cuocere ancora 5'-8' minuti.

Servire caldissime

 

ENJOY!

 

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Pane-pizze-focacce
scrivi un commento
25 aprile 2011 1 25 /04 /aprile /2011 18:18

 

 

 

 

 

Pane-pizze-focacce-3519.jpg

 

 

E' il pane di Pasqua ed apre il pranzo festoso.

Saporitissima perchè eseguita con pecorino si accompagna ad un'insalata di misticanza, uova sode e capocollo.

Ecco la ricetta

 

 

Ingredienti per 1 torta da 1.200 gr

 

500  gr di farina 00

400  gr di pecorino da grattugiare

5            uova grandi

3            cucchiai di olio extravergine

300 cc  di acqua

              un pizzico di sale

1            bustina di lievito di birra disitratato.

 

 

 

Grattugiare 300gr di pecorino e spezzettare i rimanenti 100gr in pezzettini da unire all'impasto.

Preparare una bacinella molto capiente, versarvi la farina setacciata, il pecorino grattugiato e spezzettato, un pizzico di sale, l'olio, il lievito di birra e mescolare con cura.

Rompere le uova, sbatterle leggermente ed unirle al composto.

Incominciare ad impastare facendo assorbire alla farina tutti gli ingredienti ed aggiungendo acqua poco per volta a seconda della secchezza dell'impasto.

Continuate ad impastare fino all'ottenimento di una palla elastica e morbida.

Riporre a lievitare per almeno 2 ore.

A lievitazione avvenuta, riprendere l'impasto, rilavolarlo per 5 minuti e riporlo in una teglia da forno a bordi alti (tipo teglia da panettone) precedentemente oleata con un filino d'olio e sulla cui base avremo aggiunto un disco di foglio di carta da forno per agevolare il distacco dalla teglia della torta cotta.

Lasciare lievitare ancora un paio d'ore.

A lievitazione conclusa, accendere il forno a 200° e cuocere la torta per 45' minuti. In ogni caso prima di estrarla controllare con uno stecchino la secchezza interna. Se lo stecchino è asciutto e pulito, la torta è cotta.

Sfornare e riporre a raffreddare.

Per mantenerla fresca e morbida, nel caso non si dovesse consumare tutta, riporla in un sacchetto di plastica per almenti - domopack- .

 

ENJOY|

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Pane-pizze-focacce
scrivi un commento
7 aprile 2011 4 07 /04 /aprile /2011 17:18

 

 

 

 

Pane-pizze-focacce 3087

 

 

 

 Il profumo del pane è per me irresistibile per non parlare poi della magia della lievitazione.

Spesso mi siedo in terra davanti allo sportello del forno a guardare le pagnottelle che adagio si gonfiano, respirano, si scaldano e dorano.

Magia, pura magia.

Mangiato caldo appena tolto dal forno, non è proprio l'ideale per la salute, ma è così buono.

Propongo di seguito panini con i semi di zucca, ma possono diventare di sesamo, papavero, lino o qualsiasi altro semino che più vi piaccia.

Compro spesso i semi e faccio un composto che uso nelle  insalate fresche per dare un senso di croccantezza ed allo stesso tempo per aiutare la digestione.

Le quantità sono

1 cucchiaino di semi di lino

1 cucchiaino di semi di zucca

1 cucchiaino di semi di finocchio

1 cucchiaino di semi di papavero

1 cucchiaino di semi di girasole

 

Mischio il tutto in un vasetto di vetro e ne prendo un pizzico che distribuisco sull'insalata. Provare per credere!

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

 

450  gr di farina 00

1           bustina di lievito di birra disidratato

250  cc di acqua

1           cucchiaio di olio extravergine

1/2        cucchiaino di sale

 

Impastare tutti gli ingredienti vigorosamente e formare una palla liscia e morbida. Lasciar lievitare per almeno 60' minuti.  In seguito dividere l'impasto in piccole palline da appiattire leggermente al centro. Posizionarle distanziate fra loro su di una placca da forno ricoperta di carta da forno.  A piacere, spolverizzare con semi di zucca.

Preriscaldare il forno a 220° ed infornare il pane per 30'. Controllare prima di estrarlo bucando un panino con uno stecchino; il pane è cotto se quest'ultimo  risulta asciutto.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Pane-pizze-focacce
scrivi un commento

Presentazione

  • : foodforfun.over-blog.it
  • foodforfun.over-blog.it
  • : Per giocare con il cibo e trasformare gli alimenti in qualcosa di goloso... ma non solo cibo, talvolta fiori, talaltra libri, curiosando qua e là.
  • Contatti

Traduttori

 

 

 

 

    

 

    

 

     

 

Ricerca

EXPO 2015

01_Cover_Logo_1280x400_OK.jpg

foodforfun.over-blog.it

Norme - Copyright © 2017

QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITA' . PERTANTO NON PUO' CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 07/03/2001  

FOODFORFUN.OVER-BLOG.IT  By BettaRoberta Cecconi - All rights reserved

 

 

 

  

 

 

 

indicizzazione motori ricerca