750 grammes
Tutti i nostri blog di cucina Segui questo blog Administration + Create my blog
16 luglio 2011 6 16 /07 /luglio /2011 19:13

Dolci-al-cucchiaio 4461

 

 

Non mi piace il caffé, eh no, non mi piace. Però mi piace la crema mascarpone ed allora ecco un'alternativa per chi come me non ama la bevanda scura, nera ed amara:  il "tea" insomma il the, oppure té, l'altra bevanda un po' più chiara ed aromatizzata alla vaniglia, se poi alla crema mascarpone aggiungiamo un po' di Marsala e della frutta fresca, il tiramisù cambia aspetto e sapore.  Diventa fresco, profuma di pesca e ciliegia, e mangiato freddo è proprio buono.

Ecco la ricetta

 

Ingredienti per 1 teglia

 

500 gr di mascarpone

4          uova

200 gr di zucchero

1          bicchierino di Marsala

4          pesche a pasta gialla

150 gr di ciliegie

400 gr di savoiardi

500 cc di tea alla vaniglia

1          buccia di limone grattugiato

2          cucchiai di cacao amaro

 

 

Dividere le uova mettendo i bianchi in una terrina ed i tuorli in un'altra con lo zucchero.

Montare i bianchi a neve ferma e tenere da parte.

Montare i tuorli con lo zucchero, aggiungere il Marsala ed il mascarpone. Frullare per bene e quando la crema sarà amalgamata, versare i bianchi montati a neve.  Mescolare con cura e tenere in fresco.

 

Bollire mezzo litro di acqua, al bollore spegnere ed aggiungere un cucchiaio di zucchero e tre bustine di tea aromatizzato alla vaniglia.  Lasciar raffreddare.

 

Lavare la frutta, tagliarla a dadini, denocciolare le ciliegie e mescolarle con le pesche e la buccia grattugiata del limone.

 

Preparare una teglia o dei contenitori monoporzione.  Prendere i savoiardi ed inzupparli nel tea, posizionarli nella teglia formando uno strato.  Aggiungere la crema, uno strato di frutta fresca ed ancora crema,  e poi savoiardi e così via fino al completamento della teglia.

 

Spolverizzare con cacao amaro e servire freddo.

ENJOY!

Condividi post
Repost0
21 giugno 2011 2 21 /06 /giugno /2011 19:26

Dolci-al-cucchiaio 4191

 

 

 

I frutti rossi sono bellissimi doni della natura. Piccoli e perfetti raccolgono tutto il sole ed il sapore dell'estate.

Lo so che è appena iniziata e che quelli che compriamo sono per lo più di serra, ma ho dei ricordi bellissimi di raccolte di more nella Maremma Toscana, di primo mattino per non cuocere sotto il sole.

Riempivamo i nostri cestini di vimini ricoperti di foglie di felce e poi a casa a fare marmellata.

Senza andare troppo lontano, comunque, anche in Brianza ed in particolare presso i boschi di Brenna, ci sono ottime more, alberi di ciliegie, nonché fragoline di bosco che possono essere raccolte liberamente.

Vale la pena farci un giretto e fermarsi a mangiare un panino molto rustico presso l'unico bar sulla strada provinciale, all'apertura del bosco.

Questo dolce è praticamente senza cottura, salvo 10 minuti scarsi per la salsa di frutti.

E' molto pratico e fresco, fatto di pan brioche è un pudding estivo, senza uova, ne latte e neanche troppo zucchero.

Quasi, quasi è dietetico............  ma quando mai!

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

600 gr di frutti di bosco misti

4           cucchiai di zucchero semolato

3           fettine di scorza di un limone

1           il succo di un limone

 

24         fette di pan brioche

              gelato alla vaniglia

 

Procedimento

 

Lavare la frutta e tenerne da parte 4 cucchiai per la decorazione. 

In una pentola a bordi alti, versare il resto la frutta, lo zucchero, le scorze del limone tagliate con il pelapatate ed il succo.

Mescolare e cuocere a fuoco vivace per 10' minuti circa, giusto il tempo che la frutta si amalgami e lo zucchero si sciolga bene.   Togliere dal fuoco, frullare  la frutta con un frullatore ad immersione. Passare allo chinoise per togliere tutti i semini.

Preparare il pane.  Tagliare ogni fetta con l'aiuto di un coppapasta ottenendo così 24 cerchi.

Passare ogni singola fetta circolare nella salsa ai frutti, scolare un poco e adagiare la fetta su di un piatto di servizio.

Proseguire quest'operazione arrivando ad impilare 6 fette l'una sull'altra, formando così  un cilindro di colore bordeau intenso.  Mettere in frigorifero per almeno 30 minuti.

 

Passato il tempo di raffreddamento, montare il dolce mettendo ogni singolo cilindro in singoli piatti da portata.

Sul top del cilindro, posizionare i fruttini freschi e sopra di loro una quenelle di gelato alla vaniglia. Decorare con una girandola di salsa intorno.

 

ENJOY!

 

 

 

Condividi post
Repost0
15 giugno 2011 3 15 /06 /giugno /2011 17:07

Copia di IMG 4149

 

   

 

Si dovrebbero considerare cibo di "buon risveglio", ma perchè non utilizzarli come dessert ed italianizzarli un po'?

Niente sciroppo di acero, bensì frutta di stagione al caramello, un poco di yogurt leggermente vanigliato, un po' di zucchero a velo e fatto!

Pankes, albicocche, pesche e fragole servito!

 

 

La ricetta

Ingredienti per 3 persone (6 pancake) 

 

100 gr di farina

1      uovo

1      bicchiere di latte

15   gr di zucchero

1     cucchiaio di olio extravergine d'oliva

1     cucchiaino di lievito in polvere

1     noce di burro

1     pizzico di sale

3     albicocche

2     pesche

-      mezzo cestino di fragole

1     buccia grattugiata di 1 limone

       succo di mezzo limone

2     cucchiai abbondanti  di zucchero semolato.

 

In una ciotola mescolae la farina, lo zucchero, il pizzico di sale, il lievito, il cucchiaio d'olio ed il latte.  Rendere la pastella omogenea.  A parte sbattere l'uovo ed incorporarlo all'impasto precedente. Coprire e lasciare riposare per almeno 2 ore. A riposo avvenuto, sciogliere in un padellino un fiocchetto di burro, versarvi un mestolino di pastella, muovere il recipiente in modo che il composto copra uniformemente il fondo. Cuocere da entrambi i lati senza far colorire troppo. Proseguire fino ad esaurimento della pastella.

 

Lavate e tagliate a fette spesse le fragole, le albicocche e le pesche.

In una padella antiaderente, mettete a caramellare i due cucchiai di zucchero ed un goccino d'acqua.

Non appena lo zucchero diventa color marroncino, aggiungete le fragole e la buccia di limone grattugiata.

Lasciate insaporire e legare per alcuni minuti, spruzzate con il succo di limone, poi togliete dal fuoco e lasciate intiepidire

 

Servire i pancake spolverizzati di zucchero a velo, con una cucchiaiata di frutta caramellata ed una di yogurt.

 

ENJOY!

 

 

 

Condividi post
Repost0
10 giugno 2011 5 10 /06 /giugno /2011 19:45

Dolci-al-cucchiaio 4078

 

 

E' arrivata la frutta che preferisco, quella dell'estate, coloratissima, profumatissima, dolcissima.

Ho comprato subito le pesche ed è stato un flop. Dure, asciutte e veramente poco appetibili. Ma le avevo comprate ed allora ho pensato a come utilizzarle al meglio. 

Ho fatto un dolce e benchè queste siano state prima sbollentate in un sciroppo di acqua, zucchero e foglie di basilico, spruzzate di Marsala e cotte al forno, beh ancora si ostinavano ad una certa "croccantezza"  diciamo così.

Alla fine di tutte queste operazioni, il risultato è stato molto soddisfacente per me.

La tartelletta di biscotti friabili al sapor di cannella, la ricotta aromatizzata al basilico e zeste di limone, la pesca al Marsala ed il coulis di lamponi erano molto armoniosi.

Però sarà meglio aspettare ancora un po' a comprare nuove pesche!!!

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

4            pesche gialle

1            cucchiaio di zucchero a velo

2-3         bicchierini di Marsala (i bicchieri da liquore, quelli delle nostre nonne)

 

Per lo sciroppo

150  gr di zucchero semolato

500  cc di acqua

6       foglie di basilico

 

Per il coulis

1           confezione-cestino di lamponi

              il succo di mezzo limone

3           cucchiai di zucchero semolato

 

Per la crema

1           buccia di limone grattugiata

4           foglie di basilico

250gr  di ricotta fresca

 

 

Per la tartelletta

250 gr di biscotti secchi

150 gr di burro fuso

2           cucchiaini di cannella in polvere

 

 

Procedimento

 

In una pentola a bordi alti mettete l'acqua, lo zucchero e le foglie di basilico, le pesche tagliate a metà (se riuscite subito a togliere il nocciolo, meglio, altrimenti quest'operazione potrete farla successivamente).  Portare al bollore.

Togliere le pesche, sbucciarle e togliere il nocciolo.   In una padella antiaderente con manico in ferro (deve andare direttamente in forno), versare un mestolo dello sciroppo appena eseguito, adagiarvi le pesche, aggiungere il Marsala, spolverarle di zucchero a velo e mettere in forno caldissimo 220° per 6' minuti.

Togliere dal forno e tenere da parte.

 

Nel frattempo preparare le tartellette.  Sciogliere il burro, sbriciolare i biscotti, eventualmente frullarli con il mixer, unire il burro e preparare con i coppapasta dei dischetti che andranno riposti in frigor per almeno 10'-15'.

 

Preparare la crema, mescolando semplicemente la ricotta con le zeste del limone ed il basilico tagliato finemente.

Non serve zucchero, perchè il dolce è dato dalle pesche, dai biscotti e dal coulis di lamponi.

 

Lavare i lamponi, versarli in una bacinella a bordi alti, aggiungere lo zucchero ed il succo di limone. Frullare e passare al chinoise.

 

Comporre il dolce:  posare la tartellatta sul piatto da portata, aggiungere un cucchiaio abbondante di crema, adagiarvi la prima metà di pesca, sulla quale sovrapporremo la seconda metà.  Spolverare a piacere con gocce di cioccolato o mandorle in scaglie.  Versare intorno al dolce il coulis di lamponi e servire.

 

ENJOY!

 

 

 

 

 

 

 

Condividi post
Repost0
7 giugno 2011 2 07 /06 /giugno /2011 18:00

 

 

 

 

  Dolci-al-cucchiaio 4052-copia-1

 

  

 

 

Ogniqualvolta ho voglia di dolce ma allo stesso tempo non ho voglia di spadellare per ore, faccio un crumble.

Il crumble è qualcosa di speciale.  Forse sono un po' ripetitiva, ma:

 

1-  è di origine inglese

2-  è di una semplicità mostruosa

3-  è croccante esternamente

4-  ha una scioglievolezza interna pazzesca

5-  la mia versione è aromatizzata al rhum - e quindi mette una leggera allegria.

 

insomma un cucchiaio di crumble e torna il sereno, almeno in casa e dopo tutta la pioggia di questi giorni e dei previsti prossimi, decisamente non stona.

 

La ricetta

 

 

Ingredienti per 4 persone

 

4            mele Golden

1            cucchiaio da minestra di uvetta sultanina

1            cucchiaio da minestra di gocce di cioccolato

1            buccia grattugiata di un limone

              il succo di mezzo limone

              fialetta di rhum

1            bustina di vanillina

150 gr  di farina bianca 00

150 gr  di zucchero semolato

150 gr  di burro

 

 

Grattugiare la buccia di un limone. 

Spremerne una metà e versare il succo in una bacinella

Sbucciare le mele, ripulirle da torsoli e semi. Tagliarle in 4 spicchi, che a loro volta verranno tagliati in piccoli tocchetti il più possibile regolari.

Versare le mele tagliate nella bacinella con il succo di limone per evitare l'ossidazione, aggiungere la buccia grattugiata, le gocce di cioccolato, l'uvetta ammollata in precedenza, la bustina di vanillina e mescolare.

 

A parte miscelare la farina con lo zucchero ed il burro a tocchetti.  Il risultato dovrà essere un impasto sablé -separato.

Mettere le mele in una pirofila da forno e livellare lo strato.   Ricoprirlo con l'impasto di farina, versandolo senza renderlo troppo regolare.  In sostanza, la copertura dovrà essere totale, le mele così potranno sciogliersi, mentre sopra la farina diventerà una dolce crosta dorata.

 

Infornare a forno caldo a 170° per 35-40° e comunque non appena vedrete un bellissimo colore superficiale.

Il profumo è inebriante.

Servire caldo con accanto del gelato alla vaniglia o del gusto preferito.

 

ENJOY!

 

 

 

 

Condividi post
Repost0
4 giugno 2011 6 04 /06 /giugno /2011 13:46

 

 

 

 

 

 

Dolci-al-cucchiaio 3995

 

 

 

 

Avevo già accennato al fatto che la pasta choux è un impasto versatile, che può essere usato in molteplici modi.

Il profitterole è una golosità Medicea, trasportata da Caterina de Medici alla corte francese e grazie a lei ed ai suoi fantastici cuochi, noi oggi, possiamo gustare prelibate ricette italianissime con nome francese.

Solitamente, gli choux vengono sovrapposti l'uno sull'altro, ma l'effetto scenografico non rendeva bene l'idea, per cui:

la scelta di un solo choux per un sol boccone!

 

La ricetta

  

Ingredienti per 50 choux

 

150 gr  di farina 00

120 gr  di burro

5          uova

1          pizzico di sale

1          pizzico di zucchero

350 cc di acqua

  

  

Ripieno

  

650 gr di panna fresca da montare

100 gr di zucchero a velo

  

   

Crema di copertura

  

500 cc  di latte

100 gr  di zucchero semolato

  20 gr  di farina

    5       tuorli

250 gr  di cioccolato fondente

200 gr  di panna fresca da montare

  

 

 

Procedimento per esecuzione choux

   

Versare l’acqua in un pentolino antiaderente a bordi alti. Unite lo zucchero, il sale ed il burro a pezzetti. Portare al bollore. Levare dal fuoco ed incorporate la farina usando un setaccio per evitare la formazione di grumi.  Rimettere il pentolino sul fuoco basso e mescolare fino a che l’impasto formerà una palla liscia e compatta e si staccherà dalle pareti.

Trasferire l’impasto in una terrina, allargarlo e lasciarlo raffreddare.

A composto freddo, incorporate il primo uovo.  In un primo istante l’impasto e l’uovo tenderanno a separarsi, ma con l’aiuto di un frullino, l’impasto si ricomporrà ed avrà l’apparenza di una crema pasticcera.  Aggiungere tutte le uova sempre singolarmente e facendo attenzione a non immettere l’uovo successivo, se il precedente non sia completamente incorporato.

Usando una siringa od un sac à poche con bocchetta liscia e larga, stendiamo su di una teglia precedente rivestita di carta da forno gli choux., tenendoli distanziati di 2-3 cm.

 

Procedimento per la crema di copertura

In un polsonetto lavorare bene i tuorli con lo zucchero servendosi di una frusta. Incorporare la farina setacciata.

A parte in una pentola, bollire il latte . Al bollore versarlo sui tuorli montati e mescolare fino a che siano completamente sciolti.  Rimettere sul fuoco sempre mescolando con un cucchiaio di legno e far bollire per 2-3 minuti. Togliete dal fuoco e versate il composto sul cioccolato che avevate precedentemente ridotto a scaglie.

Lasciar raffreddare il composto.

In una ciotola gelata a bordi alti montare la panna e non appena tende a solidificarsi aggiungere lo zucchero a velo.

Continuare a montare fino a che non avrete una panna ben solida.

Riprendere il composto al cioccolato, controllare la temperatura, se effettivamente fredda, o comunque ambiente, allora aggiungere la panna montata.

Mescolare con cura e tenere da parte.

 

 

Prendere gli choux e con l'ausilio di una siringa con bocchetta liscia, riempirli di panna montata leggermente zuccherata.

Ora per ricoprire gli choux di crema al cioccolato le alternative sono due:

 

a-  usare le mani

 b-  usare due cucchiai

 

Se avete a disposizione i guanti monouso, potete procedere con le mani e tuffare singolarmente ogni bigné nella crema, rotearlo ed estrarlo riponendolo su di un piatto di portata.

 La seconda alternativa è usare due cucchiai sui quali adagerete il bigné che immergerete nella crema.

 

Create prima una base circolare concentrica e poi restringete il cerchio successivo man mano, fino al raggiungimento dell'apice.

Decorare a piacere con fiocchetti di panna montata oppure con ciliegie fresche o al caramello.

 

 ENJOY    !

 

 

 

 

 

Condividi post
Repost0
31 maggio 2011 2 31 /05 /maggio /2011 09:06

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dolci-al-cucchiaio 3967

 

 

 

Penso che la cucina sia magia e quest’affermazione è secondo me, specialmente vera, quando si preparano impasti che all’apparenza sembrerebbero immangiabili e che con il calore di un forno si trasformano e cambiano consistenza, volume, si gonfiano, si riempiono d’aria e da cose mollicce ed informi diventano per esempio dei bellissimi “cavoletti”.

Questo è il caso degli choux o bigné che dir si voglia.  Mi piace proprio stare davanti al vetro del forno e vedere il momento in cui lentamente l’impasto si gonfia, la superficie si solidifica ed adagio, adagio, diventa dorata.  Magnifico, senza poi parlare del profumo che un impasto di grano regala alla casa.

Gli choux si adattano a molteplici usi sia salati che dolci.

La ricetta di oggi è un esempio di come la pasticceria possa essere accessibile a tutti con due e tre semplici trucchi.

 

 

La ricetta 

Ingredienti per 50 choux

 

150 gr  di farina 00

120 gr  di burro

5          uova

1          pizzico di sale

1          pizzico di zucchero

350 cc di acqua

 

 

Per i cigni   6 cigni

 

250 gr di panna fresca

400 gr di ciliegie fresche

3          cucchiai di zucchero semolato

2          cucchiai di zucchero a velo

1          zeste di 1 limone

            Succo di mezzo limone

 

 

 

Procedimento

Versare l’acqua in un pentolino antiaderente a bordi alti. Unite lo zucchero, il sale ed il burro a pezzetti. Portare al bollore. Levare dal fuoco ed incorporate la farina usando un setaccio per evitare la formazione di grumi.  Rimettere il pentolino sul fuoco basso e mescolare fino a che l’impasto formerà una palla liscia e compatta e si staccherà dalle pareti.

Trasferire l’impasto in una terrina, allargarlo e lasciarlo raffreddare.

A composto freddo, incorporate il primo uovo.  In un primo istante l’impasto e l’uovo tenderanno a separarsi, ma con l’aiuto di un frullino, l’impasto si ricomporrà ed avrà l’apparenza di una crema pasticcera.  Aggiungere tutte le uova sempre singolarmente e facendo attenzione a non immettere l’uovo successivo, se il precedente non sia completamente incorporato.

Usando una siringa od un sac à poche con bocchetta liscia e larga, stendiamo su di una teglia precedente rivestita di carta da forno gli choux., tenendoli distanziati di 2-3 cm.

Introdurre la placca in forno caldo a 200° per circa 20 minuti.

 

Per l’esecuzione del cigno :

Procedere come sopra per il corpo e le ali.

Per il collo del cigno invece: 

preparare una teglia rivestita di carta da forno sulla quale appoggiare l’impasto tramite l’ausilio di una siringa con bocchetta stretta e liscia.  Il movimento del polso sarà ad “S”.

Infornate i “colli” subito dopo aver cotto i bigné, in quanto i secondi richiedono più tempo e non bisogna aprire il forno per rimuovere ciò che si cuoce prima.

 

A cottura ultimata, togliete i bigné ed i colli dal forno. Lasciateli raffreddare.

 

 

Preparare la panna montata

In un recipiente gelato versare la panna freddissima ed incominciare a montare.  Non appena raggiunge una buona consistenza aggiungere lo zucchero a velo e continuare a frullare fino a che non risulti ben soda.  Rimettere il recipiente in frigorifero fino al momento dell’uso.

 

Preparare le ciliegie

Lavarle con cura, dividerle a metà, togliere i nocciolini.

Versarle in un tegame antiaderente ed aggiungere lo zucchero semolato, le zeste ed il succo di limone.

Cuocere a fiamma alta fino a che non si caramellino leggermente, circa 10 minuti. Controllate che il liquido non annerisca e non indurisca troppo.

 

Riprendere gli choux.

Tagliarli a metà per il senso della larghezza, orizzontalmente, come se doveste farcire un panino.

Tenere la base intera, mentre il coperchietto dovrà essere tagliato à metà. Otterremo così le ali.

Con l’ausilio di una siringa con bocchetta a stella, riempire di panna montata la base.  Appoggiare il collo e le ali.  Spolverizzare di zucchero a velo e servire con un cucchiaino di ciliegie al caramello.

 

ENJOY!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Condividi post
Repost0
25 maggio 2011 3 25 /05 /maggio /2011 19:48

 

 

 

 

 

 

 

 

Copia di IMG 3896

 

 

Un'altra ricetta senza fuoco e calore.

Un leggero sapore di frutta, qualche croccantino, un cioccolatino qua e là e la rapidità per un salvataggio in corner nel caso di un ospite inaspettato.

Basta avere dello yogurt naturale bianco, qualche kiwi, due fragoline ed il gioco è fatto, ammesso e concesso che piaccia lo yogurt nature.

In caso contrario si può sostituire con gelato fior di latte, un po' più calorico forse, ma che ce ne importa, si vive una sola volta.

 

La ricetta

 

Ingredienti per bicchiere

 

1    cucchiaio di cereali riso e mais

1    cucchiaio di gocce di cioccolato

2    kiwi

6    fragole grosse

2   cucchiai abbondanti di zucchero a velo

1   cucchiaino di uvetta ammollata nel rhum

1   cucchiaino di cacao amaro

3   grissini al cioccolato (Mikado)

4-5 cucchiai di yogurt al naturale (oppure gelato al fior di panna)

 

 

In un bicchiere della forma che preferite, versate i cereali, le gocce di cioccolato e l'uvetta ammollata nel rhum.

Preparate un coulis di kiwi, sbucciando e passando con il mixer i frutti.  Scolate il passato ottenuto in un chinoise per evitare che tutti i semini si fermino fra i denti. Aggiungere un cucchiaio di zucchero a velo, mescolare e tenere da parte.

Preparate un ulteriore coulis con le fragole, seguendo lo stesso procedimento.

 

Riprendere il bicchiere versarvi 2 cucchiai di yogurt facendo attenzione  non sporcare i bordi.  Aggiungere il coulis di kiwi.Riversare 2 cucchiai di yogurt.  Lasciare in frigor per almeno 30 minuti.

Trascorso il tempo necessario, spolverare il coulis di fragole con cacao amaro.

Aggiungere 3 biscottini-grissini al cioccolato e gustare freddo.

 

 

ENJOY!

 

P.S. se proprio lo yogurt al naturale non dovesse piacere, c'è sempre la possibilità di variare concentrandosi o su di uno yogurt alla frutta od usando uno yogurt addolcito con succo d'uva..... della serie fate l'amore con il sapore....

 

 

 

 

 

 

Condividi post
Repost0
27 aprile 2011 3 27 /04 /aprile /2011 19:30

 

 

 

Dolci-al-cucchiaio 3577

 

 

Come utilizzare tutto il cioccolato di Pasqua? Semplice, un soufflé al cioccolato bianco.

Lo so, che il cioccolato bianco non è cioccolato, ma che fare se ti regalano i coniglietti della Lindt di bianco colore???

Tanti anni fa, ho trascorso una splendida Pasqua ad Ulm in Germania, presso una cara amica. Loro nascondono i coniglietti e gli ovetti piccoli dappertutto, dietro le tende di casa, sotto i cuscini del salotto ed i bambini devono trovarle.

Molto carino, è una caccia all'uovo ed alla dolcezza.

In quell'occasione scoprii che anche loro usavano portare a benedire in chiesa delle tortine dolci a forma di agnello tutte ricoperte di zucchero a velo, dentro ad un cestino di vimini, anch'esso foderato di stoffa a quadrettini rossa e bianca. Molto naif.

 

La ricetta 

 

Ingredienti per 4 persone

 

25   gr di farina 00

250 cc di latte

25   gr di zucchero a velo

100 gr di cioccolato bianco (1 coniglietto Lindt)

2           uova

1           pizzico di sale

 

 

Fate sciogliere a bagnomaria il cioccolato bianco.

A scioglimento avvenuto, tenete in serbo.

 

Fate scaldare il latte (meno 3 cucchiai). Mettete la farina e lo zucchero in una terrina e versatevi il latte a filo continuando a mescolare fino ad ottenere un composto perfettamente liscio.

Versarlo nuovamente nel pentolino in cui precedentemente avevate bollito il latte. Traferitelo su fornello a fuoco basso e continuate a mescolare. Non appena inizierà a bollire rimuovetelo dal fuoco.

 

Fate raffreddare il composto.  Non appena freddo, stemperate i due tuorli d'uovo nel latte rimasto ed aggiungeteli all'impasto.

 

Montate a neve ferma gli albumi con un pizzico di sale.

Incorporateli al composto sollevando la massa dal basso verso l'alto senza mai mescolare in senso circolare.

 

Scaldare il forno a 180° .  Versare l'impasto in singole cocottine da soufflé per i due terzi ed infornare per 30 minuti.

 

Rimuovetelo con cautela, in quanto purtroppo ha la tendenza a sgonfiarsi rapidamente e non sopporta gli urti.

 

La decorazione può essere una spolverata di cacao amaro e qualche bastoncino al cioccolato fondente come da foto.

 

ENJOY!

 

 

 

 

Condividi post
Repost0
22 aprile 2011 5 22 /04 /aprile /2011 19:12

 

 

 

 

 

 

 

IMG 3504

 

 

 

 

 

Devo dire che parto prevenuta nei confronti di questo dolcino.

Primo : c'è la panna, ed io non ne vado pazzissima. Vabbé

Secondo: c'è la colla di pesce e solo il nome è tutto un programma.

Terzo:  non so, non mi si addice molto, perchè a me piace masticare, avere qualcosa da sgranocchiare insieme al morbido.

L'esecuzione è stata "su richiesta" e quindi ho esaudito un desiderio della famiglia, niente di più.

Una cosa carina:

ho letto su di un menù la dicitura "Latte in piedi", in effetti la panna cotta è proprio del latte che sta su da sé.

La nota di colore è data dal coulis di fragole.

 

La ricetta:

 

Ingredienti per 6 persone

 

400 g di fragole,
100 g di zucchero a velo
1 cucchiaio di succo di limone

 

400 ml. di panna 

100 g. di zucchero a velo

12 g. di colla di pesce

1       bustina di vanillina

1       bicchierino di marsala 

 

  

Mettere a bagno i fogli di colla di pesce in acqua fredda una decina di minuti per farli ammorbidire.
Versare metà della panna in un tegamino insieme allo zucchero ed alla vanillina e, a fiamma moderata, mescolando continuamente, portare il tutto a bollore; ritirare quindi immediatamente il tegamino dal fuoco ed unirvi la colla di pesce ammorbidita in precedenza e ben strizzata. Amalgamare bene gli  ingredienti e trasferirli in una bacinella di ceramica contenuta in un'altra, riempita di acqua fredda e ghiaccio. Aggiungere il liquore, mescolare di tanto in tanto e lasciar raffreddare .
Montare il resto della panna, incorporarla al resto del composto, che dovrà essere freddo, mescolare con cura e riporre in stampini monoporzione o bicchierini trasparenti. Mettere nel frigoriferifo per almeno due ore affinchè il composto si rassodi.
Nel caso in cui voleste sformare il dolce, immergere per trenta secondi ogni stampino in acqua bollente, quindi scuoterlo leggermente per staccarne i bordi e capovolgerlo sul piatto di portata dando dei colpetti sul fondo.

 

Coulis di fragole

 

1^ OPZIONE:

Lavate rapidamente le fragole perché non perdano sapore, asciugatele e mondatele. Frullatele insieme allo zucchero e al limone. Passate il composto ottenuto attraverso un colino fine per eliminare tutti i semini e poi trasferite in un vasetto con tappo per una migliore conservazione.

 

2^ OPZIONE

Lavate rapidamente le fragole perché non perdano sapore, asciugatele e mondatele. Frullatele insieme allo zucchero e al limone. Versare il composto in un tegamino e portare la frutta al bollore. Togliere dal fuoco e passare il composto al chinoise.  Versarlo nuovamente nel tegamino e lasciarlo ridurre un poco, cuocere per 5' minuti. Scolare in un vasetto con tappo.

Si ottiene in questo caso una gelatina di fragole. Io ho usato questa per il dolce.

 

Montare il dolce

 

Prendere la monoporzione e versarvi al centro un cucchiaino di coulis di fragole, accompagnare a piacere con una fogliolina di menta .

 

ENJOY!

Condividi post
Repost0

Presentazione

  • : foodforfun.over-blog.it
  • : Per giocare con il cibo e trasformare gli alimenti in qualcosa di goloso... ma non solo cibo, talvolta fiori, talaltra libri, curiosando qua e là.
  • Contatti

Traduttori

 

Ricerca

EXPO 2015

01_Cover_Logo_1280x400_OK.jpg

foodforfun.over-blog.it

Norme - Copyright © 2021

QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITA' . PERTANTO NON PUO' CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 07/03/2001  

FOODFORFUN.OVER-BLOG.IT  By BettaRoberta Cecconi - All rights reserved

 

 

 

  

 

 

 

indicizzazione motori ricerca