Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
27 aprile 2012 5 27 /04 /aprile /2012 20:38

Dolci-al-cucchiaio 8294

 

 

 

 

Questa volta il budino è stato eseguito di sana pianta e non è quello istantaneo. Non è difficile ed è una golosità per tutti, grandi e piccini.  Una piccola rosellina di zucchero decora la semplicità di questo ever-lasting.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 1 stampo da budino

oppure per 6-7 stampini unici

 

100 gr di cacao in polvere (60 amaro, 40 dolce)

100 gr di zucchero

  70 gr di burro

  50 gr di cioccolato fondente

    1 uovo intero

   90 gr di farina bianca

 700 cc di latte

         gocce di essenza di vaniglia

         zeste di arancia

     1 paio di cucchiai del liquore preferito (non se ci sono bambini)

        roselline di zucchero per la decorazione

 

Procedimento

 

In una pentola far sciogliere il burro e il cioccolato a fiamma dolce. Non appena sciolti, rimuovere dal fuoco e aggiungere  lo zucchero; versare  l'uovo intero, il cacao miscelato ed in ultimo la farina. Mescolate con cura per evitare che si formino grumi. Scaldate il latte ed aggiungetelo a filo al composto fino a renderlo liscio e cremoso. Versate le gocce di vaniglia, il liquore e qualche zesta di arancia .  Rimettete sul fuoco e portate al bollore, cuocete per un paio di minuti e controllate che la crema s'inspessisca. Togliete dal fuoco e versate in  ministampini  inumiditi con acqua.
Mettere in frigorifero per almeno un paio di ore. Controllate la consistenza prima di servire e decorate con piccole roselline di zucchero e volendo lingue di gatto.
ENJOY!
Repost 0
Published by Bettaroberta - in Dolci al cucchiaio
scrivi un commento
18 aprile 2012 3 18 /04 /aprile /2012 20:39

 

 

 

 

Dolci-al-cucchiaio 8259

 

 

 

Come fare una zuppa inglese rapida, anzi rapidissima? Basta prendere del pan brioche, un budino al cioccolato, un pochino di fragole, qualche ciliegina candita e cuocere una buona crema pasticcera.

Tempo impiegato:  20 minuti in totale.  Si può fare, si può fare.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 3 persone

 

1         confezione di pan brioche

1         bottiglia di Alchermes

300    gr di fragole fresche

300    gr di ciliegine candite

500    gr di crema di cioccolato per budino

           500 ml di latte + la bustina del budino

500    gr di crema pasticcera per la quale vi servono

            500  ml  di latte

           120 gr   di zucchero

             50 gr   di farina

               5 tuorli

               1 buccia di limone

               1 stecca di vaniglia

           zeste di limone ed arancia

           foglioline piccolissime di menta oppure di basilico

 

 

Procedimento

 

Crema pasticcera

Montare le uova con lo zucchero. Incorporare la farina.

In una casserruola, mettere a bollire il latte con la buccia del limone e la stecca di vaniglia. Al bollore, versarlo sul composto montato e mescolare con cura fino a  completo scioglimento del composto.

Rimettere sul fuoco e mescolando far bollire per 2-3 minuti.

Togliere dal fuoco e trasferire il tutto in una bacinella fredda coprendo la crema con pellicola trasparente che dovrà essere posta proprio sulla crema, non sul bordo della bacinella. Ciò eviterà l'indurimento superficiale della crema. Lasciare raffreddare.

 

Predisponete il contenitore per la zuppa e adagiate sul fondo il primo strato di pan brioche privato della crosta. Bagnatelo con una buona dose di Alchermes e poi incominciate a ricoprirlo con uno strato di crema pasticcera, qualche fragola tagliata in quarti, altro strato di pane e ora un mestolino di crema al cioccolato preparata secondo le istruzioni sulla busta. Di nuovo uno strato di pane, crema pasticcera, fragole. Un ultimo strato di pane, cioccolata e zeste.

Decorate con le ciliegine e le foglioline di basilico o menta.

 

ENJOY !

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Dolci al cucchiaio
scrivi un commento
12 marzo 2012 1 12 /03 /marzo /2012 16:24

Dolci-al-cucchiaio-7925.jpg

 

 

Abbiamo festeggiato con un sacco di dolci in questi giorni.  Abbiamo festeggiato la primavera e un compleanno.

Dolci soffici, morbidi e nuvole di panna che aleggiavano qua e là sulle tortine di pandispagna.

Non ho fatto altro che utilizzare praticamente quasi gli stessi ingredienti del Tiramisù, cambiando l'aspetto esteriore e anche un po' la consistenza.

La mitica panna montata ha impreziosito all'istante una semplice tortina ed  un piccolo frutto rosso - così bello nella sua perfezione- ha coronato la nostra "Biancaneve ai Lamponi".

 

La ricetta

 

Ingredienti per 9  tortina come foto.

 

Pandispagna: le dosi indicate servono per 9 tortine dimensione cup-cake.

 

5       uova intere

150  gr di zucchero semolato

100  gr di farina 00

  50  gr di fecola di patate

         gocce di essenza di vaniglia

         gocce di essenza d'arancia

 

300 gr di mascarpone fresco

     2 uova intere

100 gr di zucchero

  50 di liquore al whisky o rhum o liquore a Vs. scelta

 

600 gr di panna fresca da montare

125 gr di zucchero a velo

3      confezioni di lamponi freschi

 

Procedimento

 

Le uova devono essere a temperatura ambiente e mai fredde per eseguire il pandispagna.

Sbattere le uova con lo zucchero, aggiungere gli aromi e continuare fino a che il tutto sia ben montato e bianco.

Versare a pioggia fine e poco per volta la farina miscelata con la fecola e mescolare delicatamente dal basso verso l'alto. Abbiate pazienza nel compiere quest'operazione, per evitare che le uova si smontino.

Imburrate una teglia a 12 stampini -cup-cake - ed infarinatela leggermente. Distribuite l'impasto ed infornate a 180° per 20 minuti circa.

Sfornate subito e togliete dalla forma il pandispagna. Lasciatelo raffreddare e poi toglietegli la crosticina superficiale.

Incidete la calotta di ogni tortina e estraete la parte centrale attaccata al coperchietto. Tagliatelo a dadini e tenetelo da parte.

 

Preparate la crema al mascarpone.  Rompete le due uova e separate i bianchi dai tuorli.

Incorporate ai tuorli lo zucchero e montate fino a che quest'ultimo non si sia ben sciolto. Aggiungete il mascarpone e il liquore. Mescolate per bene e tenete da parte.

Montate i bianchi a neve ferma ed incorporateli alla crema.

 

Prendete ora un recipiente gelato e montate la panna freddissima a velocità sostenuta, non appena vedete che la sua consistenza s'inspessisce, aggiungete poco per volta lo zucchero a velo. Una volta montata tenetela in frigorifero.

 

Riprendete le tortine scavate e versate al loro interno un cucchiaio abbondante di crema al mascarpone. Ricoprite la crema con i dadini di pandispagna.  Otterrete un effetto  tipo "torta mimosa". Prendete la panna e una siringa per dolci. Riempitela e partendo dalla base delle tortine, spruzzate piccoli ciuffetti di panna a completa copertura della torta.

Disponete ora i fruttini rossi qua e là a vostro piacimento.

Riponete in frigorifero fino al momento dell'uso e .....

 

ENJOY!

 

 

 

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Dolci al cucchiaio
scrivi un commento
11 marzo 2012 7 11 /03 /marzo /2012 12:33

Dolci-al-cucchiaio 7914

 

 

Devo confessare che a me questo dolce non piace, perchè? Perchè non amo il caffè!

Ma a casa mia ne sono ghiotti e allora per accontentare i miei "bambini",  oggi TIRAMISU in quantità semiindustriale.

Si perchè, visto che non lo eseguo con una frequenza ravvicinata, se ne fanno una scorpacciata una volta ogni tanto e via.  Che fare o così o pomì!

 

 

La ricetta

 

Ingredienti per  6 persone

 

 

1       Pandispagna per il quale servono:

5       uova intere

150  gr di zucchero semolato

100  gr di farina 00

  50  gr di fecola di patate

         gocce di essenza di vaniglia

         gocce di essenza d'arancia

100  gr di cioccolato fondente

300 gr di mascarpone fresco

     2 uova intere

100 gr di zucchero

  50 di liquore al whisky o rhum o liquore a Vs. scelta

400 cc di caffé zuccherato leggermente

   30gr di cacao amaro per decorare

 

Procedimento

 

Le uova devono essere a temperatura ambiente e mai fredde per eseguire il pandispagna.

Sbattere le uova con lo zucchero, aggiungere gli aromi e continuare fino a che il tutto sia ben montato e bianco.

Versare a pioggia fine e poco per volta la farina miscelata con la fecola e mescolare delicatamente dal basso verso l'alto. Abbiate pazienza nel compiere quest'operazione, per evitare che le uova si smontino.

Imburrate una teglia ed infarinatela leggermente, infornate a 180° per 20 minuti circa.

Sfornate subito e togliete dalla forma il pandispagna. Lasciatelo raffreddare e poi toglieteli la crosticina superficiale.

Affettatelo e tenetelo da parte.

 

Nel tempo in cui il pandispagna cuoce, preparate il caffe e zuccheratelo un poco.  Lasciatelo raffreddare e tenete da parte.

Fate altrettanto con la crema al mascarpone.  Rompete le due uova e separate i bianchi dai tuorli.

Incorporate ai tuorli lo zucchero e montate fino a che quest'ultimo non si sia ben sciolto. Aggiungete il mascarpone e il liquore. Mescolate per bene e tenete da parte.

Montate i bianchi a neve ferma ed incorporateli alla crema.

 

Prendete ora un recipiente a vostro piacere ed incominciate a montare il dolce.

Inzuppate nel caffé una fetta per volta di pandispagna, adagiatela nel recipiente a formare il primo strato che ricoprirete di crema e poi di una spolverata di cioccolato grattugiato. Ripetete l'operazione fino ad esaurimento ingredienti.

L'ultimo strato dovrà essere di crema e spolverato di cacao amaro

Riponete in frigorifero per almeno un paio d'ore e ....

 

ENJOY!

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Dolci al cucchiaio
scrivi un commento
7 febbraio 2012 2 07 /02 /febbraio /2012 20:00

Dolci-al-cucchiaio 7517

 

Clafoutis ai lamponi ancora nello stampo, appena tolto dal forno. Bollente e ancora soffiante, avvolto nella sua carta da forno sembra un piccolo vulcano con tanti craterini rossi; la lava bianca emana un profumo di vaniglia e limone, di fragola e lampone.

Un dolcino veloce, da bambini per una felice merenda alternativa e non grassa.  Burro non ce n'è, o quasi!.

 

La ricetta

 

Ingredienti per un clafoutis come foto.

Tortiera da 20-23 cm di diametro.

 

     3  uova

300  cc di latte

  75  gr di farina bianca 00

  50  gr di zucchero semolato

     2  confezioni di lamponi freschi

     1  cucchiaio abbondante di confettura di fragola o frutti di bosco misti.

100  cc di liquore Porto .

   3-4 gocce di essenza di limone e di arancia

         burro per lo stampo

 

 

Procedimento

 

In una terrina sbattere le uova.

In un'altra la farina ed il latte. Aggiungere poi lo zucchero e gli aromi, il liquore Porto ed in seguito le uova sbattute.

Ottenete un composto liscio ed omogeneo e lasciatelo riposare per 30 minuti.

Prendete una teglia rotonda, foderatela con carta da forno, imburratela un pochino e infornatela vuota in forno caldo a 180°.

Dopo 5 minuti, riprendete la teglia versate sul fondo i fruttini e irrorate di clafoutis.

Mettete in forno e cuocete per 30'.  Vedrete il clafoutis sollevarsi tipo soufflé e dorarsi in superficie.

Il dolce si può mangiare tiepido o freddo, accompagnato da una spolverata di zucchero a velo a piacere.

 

ENJOY !

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Dolci al cucchiaio
scrivi un commento
4 febbraio 2012 6 04 /02 /febbraio /2012 20:52

Dolci-al-cucchiaio 7491

 

 

Questo è il dolce dell'ospite inatteso! Si perchè se non aveste niente in casa, ma foste provvisti di lamponi, pan di stelle, ananas candito e yogurt, e aveste circa 15 minuti di tempo, questo è il dolce da farsi.

Si presenta come una cheese-cake, ma è più morbida. Niente cottura, e solo un veloce passaggio in frigor.

Salva un'amicizia!

 

La ricetta

 

Ingredienti per 1 amico

 

  17       pan di stelle

    1       cestino di lamponi

    2       cucchiai di ananas candito

150      cc di succo di frutta ai lamponi

200      cc di yogurt greco

     2      cucchiaini di zucchero a velo

 

 

Foderate uno stampino a bordi alti con pellicola trasparente.

In un piatto fondo versate il succo di frutta, inzuppate 5 biscotti, scolateli un poco e stendeteli sul fondo dello stampino.

Mischiate lo zucchero allo yogurt e distribuitene un cucchiaio abbondante sulla base, versateci sopra un poco di ananas e qualche lampone. Ricoprite di yogurt ed ancora imbevete altri 5 biscotti, scolateli e disponeteli nuovamente sulla tortina.

Passatela in frigorifero per 10 minuti.   Toglietela dal frigor e rovesciatela su di un piatto di portata.  Rivestitela con pan di stelle asciutti e decorate con lamponi freschi, una quenelle di yogurt e......

 

ENJOY !

 

P.S.  : dite al vostro amico di condividere, il dolce sarà sicuramente migliore!

 

 

 

 

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Dolci al cucchiaio
scrivi un commento
25 gennaio 2012 3 25 /01 /gennaio /2012 20:27

Dolci-al-cucchiaio-7310.jpg

 

Sebbene Irma sia un nome tedesco e non proprio comune nell'Italia del Nord, nella mia famiglia è stato dato a tre donne completamente diverse l'una dall'altra sia come carattere, che conformazione fisica e provenienza.

Una di loro è mia madre:  di origini lombarde, sembra la meridionale della famiglia, tutti la scambiano per una donna del sud al contrario di mio padre, che essendo lui dell'Italia centrale, viene scambiato quasi per un altoatesino. Cose strambe della vita.

La seconda è stata una cugina - adottiva che è entrata nella nostra famiglia tramite l'affetto e l'amore di una coppia di zii.

La terza era  zi' Irma.  Una donnina di Foligno che il caso portò a sposare mio zio Pietro, una pietra angolare della famiglia, un magionese doc trapiantato a Milano.

Zi' Irma era silenziosa, timida e poco inserita nella metropoli che non le apparteneva, era una ragazza di collina e di lago, una ragazza profumata di sole e gigli selvatici che si ritrovava nella nebbia e nel freddo del nord, lontano dai colori e dai sapori del suo paese.

Bene, questa ragazza è stata l'unica zia che mi abbia trasmesso le nostre tradizioni culinarie.  Lei faceva la torta al testo, lei faceva le tagliatelle ed il sugo con il guanciale, lei cucinava il pollo all'arrabbiata e sempre lei i fegatini umbro-toscani e gli struffoli a carnevale.

Non sapeva fare torte dolci o cose complicate, ma la sua cucina era una cucina vera, golosa e saporita.

Gli struffoli erano le nostre frittelle, le più semplici possibili, non certo quelle con l'uvetta e lo zucchero a velo, semplici pezzettini di pasta fritta avvolti nel miele appiccicosissimo.

Un ricordo affettuoso ad una zia che così come ha vissuto ci ha lasciato, in silenzio.

Grazie zia Irma.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 30 struffoli o giù di lì (non li ho contati)

 

200 gr di farina 00

     2 uova intere

     1 pizzico di sale

     1 cucchiaino di zucchero

     2 cucchiaini di lievito in polvere

     1 cucchiaio di Marsala o porto

     1 buccia di limone grattugiata

     1 paio di gocce di essenza d'arancia

     1 barattolo di miele millefiori

     1 lt di olio di riso per friggere

 

Procedimento.

 

Impastate la farina con le uova, il sale, lo zucchero, il lievito, il cucchiaio di Marsala e gli aromi.

Ricavatene una palla e lasciatela riposare per 30' minuti.

In una pentola a bordi alti fate scaldare 500 cc di olio di riso, nel frattempo prelevate dei piccoli pezzetti di pasta che farete rotolare fra le mani per ottenere dei rotolini di medio spessore della lunghezza di un grissino.

Spezzettateli in tre parti, ciascuna delle quali verrà arrotolata a ciambella.

Non appena l'olio sarà caldo, versate ad uno ad uno gli struffoli.  Cuociono in un attimo, quindi attenzione a non bruciarli.

Scolateli su carta assorbente e versateli in un'insalatiera; cospargeteli di miele secondo la vostra golosità e mangiateli ancora tiepidi.

La consistenza della pasta è la stessa della tipica pasta all'uovo per le tagliatelle e sicuramente non sono le soffici frittelle abituali.  Tendono ad essere più duri e compatti, di buon sapore, ma come tutto ciò che si frigge si devono mangiare appena fatti.

 

ENJOY  !

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Dolci al cucchiaio
scrivi un commento
26 novembre 2011 6 26 /11 /novembre /2011 19:50

Dolci-al-cucchiaio 6655

 

God save Mr. Ikea!

Ed uno leggendo potrebbe pensare ma che cosa vuol dire?

Ebbene, l'Ikea, il grande magazzino di mobili, è una mega invenzione, non solo per i mobili, ma molto di più per gli accessori e le piccole prelibatezze svedesi.

Sotto Natale, veramente un bel po' prima, io vi faccio sempre una capatina, per acquistare i biscottini allo zenzero, di cui sono golosa.

Sono buonissimi già da soli, così come sono, ma oggi, per esagerare ho voluto mischiare un po' le cose ed ho aggiunto crema di marroni e castagne bollite, cacao e cannella in polvere.

Il risultato un dolcetto da servire con il tea o da sgranocchiare a fine pasto con un buon caffé!

Lo so, tutti gli ingredienti,  a parte le castagne che avevo nel freezer, (dopo essere state raccolte, bollite e sbucciate da me medesima),  sono stati acquistati.  Ma che male c'è, se da qualsiasi cosa fine a sé stessa, qualche volta miscelando il tutto, si può trarne un vantaggio?

Potete accompagnare il dolce con un poco di panna fresca montata rigorosamente senza zucchero, infatti la crema di marroni ed i biscotti sono già dolci abbastanza.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 dessert

 

 

16  biscottini allo  zenzero Mr. Ikea.

1    barattolo di crema di marroni Mr. Esselunga

20  castagne bollite (Bettaroberta)

1    cucchiaio di cacao e cannella miscelati

250 cc di panna fresca da montare

 

 

Procedimento

 

Adagiate sul piatto da portata, al suo centro, un cucchiaino di crema di castagne, e sopra ad esso il primo biscotto affinché la torre abbia stabilità e non viaggi per tutto il piatto.

Spalmate sul biscotto un altro cucchiaino di crema ed una castagna sbriciolata poi nuovamente crema ed un altro biscotto fino a raggiungere il numero di 4 strati.

Spolverate il tutto con cacao e cannella miscelati.

 

A parte in una bacinella freddissima montate con la frusta elettrica la panna anch'essa freddissima.

Adagiatene un ciuffetto accanto al dolce e servite

 

ENJOY!

 

 

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Dolci al cucchiaio
scrivi un commento
17 ottobre 2011 1 17 /10 /ottobre /2011 19:41

Dolci-al-cucchiaio 6058

 

 

Un dolce al cucchiaio a rischio ubriacatura, si perchè ho aggiunto solo qualche goccia (forse un po' di più di qualche goccia) di concentrato di Rhum, e tutti mi hanno detto: "Caspita, alcoholicaaaaa".

Leggermente, ho commentato, ma la risposta non è sembrata così convincente.

Ciò nonostante la crema è finita, quindi alcoholica o meno è piaciuta.

 

 

La ricetta

 

Ingredienti per  2 coppe come foto

oppure per 6-7 mini bicchierini .

 

250 gr di ricotta vaccina fresca 

  80 gr di zucchero a velo vanigliato

    1  cucchiaino di caffé solubile

    2  cucchiaini di cacao amaro in polvere

  10 amaretti

    6  maron glaçé

    1  cucchiaio abbondante di gocce di cioccolato amaro

    1  spolverata di cacao per decorazione

 

 

In una ciotola a bordi alti, sciogliere il cucchiaino di caffe con una punta di cucchiaino di acqua. Non deve diventare liquido, ma una sorta di cremina.

Aggiungere la ricotta lo zucchero, le gocce di Rhum (attenzione) il caffé ed il cacao amaro in polvere. Ottenere una crema liscia ed omogenea da riporre in frigorifero per almeno 30' minuti.

 

Nel frattempo preparare le coppe od i bicchierini monodose posando sul loro fondo gli amaretti ed i maron glacé sbriciolati. 

Riprendere la crema e versarla sui biscotti con l'aiuto di un sac à poche o di una siringa con bocchetta a stella.

Decorare qua e là con gocce di cioccolato amaro ed una spolverata di cacao.

 

 

ENJOY !

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Dolci al cucchiaio
scrivi un commento
24 settembre 2011 6 24 /09 /settembre /2011 20:57

Dolci-al-cucchiaio 5589

 

 

La famiglia mi ha vietato l'uso del forno per un paio di giorni.  Hanno detto stop al calore!

Panico!  Come faccio a fare un dolce senza forno? Ecco fatto!  Gateau au chocolat con biscotti savoiardi ed amaretti, (questa volta acquistati), che racchiudono un budino al cioccolato aromatizzato all'arancia. 

Spolverata di cacao amaro e fiocchetto in raso in nuance cioccolatosa come decorazione.

Ogni tanto  "se po fa".

Ribadisco che sono per la cucina fai da te, ma se qualche volta si vuole stupire, ed il tempo è poco oppure c'è la ribellione familiare, allora perchè non utilizzare qualcosa che possa rendere felici gli altri ed anche il "cucinatore"  ?(questa parola non l'ho inventata io, era il titolo di un progamma della TV ticinese "I Cucinatori"- molto carino, che purtroppo per motivi di etere, non riesco più a vedere).

Nel frattempo eccovi la ricetta

 

 

Ingredienti per 1 gateau come foto

 

6           biscotti savoiardi morbidi

6           amaretti

1           confezione di budino di cioccolato di qualità

3           cucchiai di zucchero

500 cc di latte

1           scorza di arancia

             carta di alluminio

             cacao amaro in polvere

 

 

Procedimento

 

Tagliare i savoiardi a metà.  Rivestire il fondo di una terrina da 10-12 cm di diametro con foglio di alluminio. Disporre sulla base uno strato di biscotti e usare le metà dei savoiardi per creare un recinto tutto intorno.

Tagliate un rettangolo di carta di alluminio, piegatolo in tre parti ottenendo una striscia abbastanza consistente alta 10 cm e lunga tutta la circonferenza del dolce.  Inseritela tutt'intorno ai savoiardi.  La striscia servirà da struttura di contenimento non appena aggiungerete il budino caldo.

 

Spolverate la base della terrina di amaretti sbriciolati.

 

In una padella antiaderente versate il contenuto della busta di 1 budino di cacao amaro. Aggiungete 3 cucchiai di zucchero, la scorza d'arancia ed a piacere un liquore per aromatizzare.

Miscelare il tutto ed aggiungere un goccio di latte per formare una crema, poi diluire con il restante latte.

Portare ad ebollizione sempre mescolando e cuocere ancora 5' minuti.

Scolare il budino con attenzione e leggerezza sulla base del dolce facendo attenzione che non debordi dalle fessure dei biscotti.

Lasciare raffreddare per almeno 3 ore.

Rimuovere la carta di alluminio e porre il gateau su piatto di portata.

Infiocchettarlo, oppure ricoprirlo con panna montata.

Spolverare di cacao amaro e servire con un buon Marsala.

 

 

ENJOY!

 

 

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Dolci al cucchiaio
scrivi un commento

Presentazione

  • : foodforfun.over-blog.it
  • foodforfun.over-blog.it
  • : Per giocare con il cibo e trasformare gli alimenti in qualcosa di goloso... ma non solo cibo, talvolta fiori, talaltra libri, curiosando qua e là.
  • Contatti

Traduttori

 

 

 

 

    

 

    

 

     

 

Ricerca

EXPO 2015

01_Cover_Logo_1280x400_OK.jpg

foodforfun.over-blog.it

Norme - Copyright © 2017

QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITA' . PERTANTO NON PUO' CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 07/03/2001  

FOODFORFUN.OVER-BLOG.IT  By BettaRoberta Cecconi - All rights reserved

 

 

 

  

 

 

 

indicizzazione motori ricerca