Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
26 febbraio 2011 6 26 /02 /febbraio /2011 21:29

No, non si tratta di una ricetta! Questa volta è Guersney, una piccola isola posta nel Canale della Manica che con Jersey, Alderny e Herm formano l'arcipelago delle Channel Islands.

E' un posto fantastico, dove la natura è selvaggia a tratti e ben curata dagli abitanti in altri.

La cultura è inglese, sebbene ci siano molte influenze di tipo francese, tant'è che le strade hanno ancora le targhette in francese, Victor Hugo ha trascorso qui il suo esilio, e boulangerie sono sparse per tutta l'isola.

Gabbiani, pulcinelle di mare, merli, passerotti e chi più ne ha ne metta frequentano indisturbati tutti i giardini pieni di bellissimi fiori.

Le maree qui la fanno da padrone ed il tempo sembra essere scandito proprio dal ritmo del mare.

Il clima è tipicamente Atlantico e quindi in una giornata si possono sperimentare le quattro stagioni, ma ciò nonostante l'isola vale pure un viaggio.

Il cibo è interessante, molluschi e crostacei di grandi dimensioni, pesce fresco e pensate coltivazioni di pomodori, si, si pomodori che coltivano in serre ed esportano in Inghilterra.  Incredibile.

Per raggiungere quest'isola si può prendere l'aereo ed atterrare a Londra, da dove partono giornalmente collegamenti con l'isola, oppure via auto fino a St. Malo, poi con Condor Ferries - traghetti- che vi sbarcano a St Peter Port la capitale.

 

Allego alcune immagini a testimonianza ed il link www.visitguersney.com

IMG 0697 

 

     

 

 

 

 

    

IMG 0908 

 

IMG 0701

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

IMG 0465 IMG 1920-copia-1

Repost 0
Published by foodforfun.over-blog.it - in Viaggi e libri
scrivi un commento
26 febbraio 2011 6 26 /02 /febbraio /2011 20:39

IMG 2488 (2) AB

 

 

Oggi non è stata una giornata così edificante in cucina!  Sono partita con mille idee in testa e così ho combinato dei pasticci a cui poi ho dovuto porre rimedio.  Ma andiamo con ordine, almeno ora.

Dunque il programma era :  eseguire tartellette ripiene di crema di piselli, zucca, pomodoro; preparare baci di dama salati farciti di crema al formaggio; produrre focaccine al rosmarino e focaccine condite con zucchine e peperoni. Tutto questo per cenare spizzicando qua e là.

Quindi sono partita alle 9:00 con gli impasti; prima quello dei baci, poi la pasta da pane, poi la brisée per le tartellette.

Ok, per i baci, ok per la pasta da pane. Un disastro per le tartellette. Non so cosa sia successo, la brisée è rimasta dura e sfregugliata. Forse poco burro, (ma normalmente la eseguo così e non mi è mai accaduto) forse i tuorli troppo piccoli. Insomma un insuccesso. Ma ormai avevo usato farina, uova e burro e non mi piace proprio sprecare il cibo. Ho tentato di preparare almeno una decina di tartellette e con il resto della pasta ho fatto dei biscottini salati che si potranno usare con dei salumi al posto del pane, come aperitivo.

A lievitazione avvenuta, mi è venuta "la felice idea" di dividere l'impasto e di aggiungere ad una metà delle verdurine saltate nell'aglio e nell'olio, tali zucchine e peperoni a dadini.

IMG 2493 FGrave errore!  Ho interrotto la lievitazione e la pasta è diventata molto liquida. Per porre rimedio, ho aggiunto altri due etti di farina e ho fatto ripartire la lievitazione.

Ho atteso ancora un'ora ed ho ottenuto una pasta molto morbida, ancora appiccicosa, che però sono riuscita a stendere e che cuocendo nel forno caldissimo ha dato un suo risultato (soddisfacente).

Mentre gli impasti cuocevano ho preparato le verdure ed i legumi.  I piselli sono stati passati al chinoise per ottenere una buona crema senza bucce, la zucca è stata frullata ed i pomodori (che qui per altro non appaiono) sono stati sbollentati, sbucciati e passati, nonché messi a scolare della loro acqua.

Nel frattempo, siccome "mi annoiavo?!?!?" ho lessato dei cavoli ricciuti, scolati e saltati in olio e aglio.

Alle 15.30 Big Ben ha detto stop.

Cosa ho ottenuto?  Due barattoli di crema di verdure -1 barattolo di passata di pomodoro da insaporire- 1 scatola di biscotti, 1 scatola di baci di dama, 1 kg. di pane!

 

Ecco le ricette:

 

Baci di dama:

 

125 gr di burro

125 gr di pecorino

125 gr di farina 00

125 gr di fecola

125 gr di farina di mandorle

crema al formaggio

 

Miscelate la farina di mandorle ed il pecorino.  Aggiungete il burro ammorbito e le farine rimanenti. Ottenere una palla che metterete in frigorifero avvolta in pellicola trasparente per 30' minuti.

Accendete il forno e settatelo a 160°.  Preparate la teglia con della carta da forno. Estraete la pasta e con lo scavino ottenete delle palline che distanziarete l'una dall'altra sulla teglia.

Infornate e cuocete per 15 minuti.  I biscottini dovranno risultare lievemente dorati.

Lasciateli raffreddare e poi farcite con crema fresca al formaggio, oppure con un pesto, od a piacere.

 

Pasta brisée

 

300 gr di farina 00

180 gr di burro

2 tuorli d'uova grandi

1 pizzico di sale

 

Miscelare la farina con il burro ed in seguito i due tuorli. Impastare velocemente e passare in frigorifero avvolta in pellicola trasparente.

Rivestire degli stampini per tartellette e cuocere a 200° per 15 minuti.

 

 

Per le farce

 

Piselli

500 gr di piselli

olio

aglio - 1 spicchio

sale

 

Rosolare aglio in olio d'oliva, aggiungere i piselli, lasciar cuocere a fuoco moderato e a pochi minuti dalla cottura salare.

Frullare i piselli con un minipimer e poi passarli al chinoise per togliere le bucce.

Farcire le tartellete con la crema tiepida e servire

 

 

Zucca

 

300 gr di zucca gialla (buccia verde striata Mantovana)

aglio 1 spicchio

olio

rosmarino

sale

pepe

acqua

 

Rosolare aglio, rosmarino in olio d'oliva, aggiungere la zucca a tocchetti, precedentemente decorticata e pulita da ogni filamento. Insaporire con sale e pepe.  Aggiungere un goccino d'acqua e portare a cottura,

Frullare la zucca con un minipimer e farcire le tartellette con la crema tiepida.

 

 

 

Focaccine al rosmarino

 

400 gr di farina bianca 00

100 gr di farina integrale

250 ml di acqua

1 bustina di lievito di birra

20 gr di sale

1 cucchiaio di olio di oliva

rosmarino

sale grosso

 

 

Impastare le farine con il lievito, l'acqua il sale ed il cucchiaio di olio d'oliva.

Ottenere una palla morbida e compatta, lasciare riposare per la lievitazione almeno 1h e 30'.

Stendere la pasta e con un coppapasta incidere delle piccole focaccine.

Spolverarle con grani di sale grosso, foglie di rosmarino ed un goccino d'olio.

Infornare a 220° per 30'.

Sfornare e farcire a piacere.

 

ENJOY  !

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Repost 0
Published by foodforfun.over-blog.it - in Stuzzichini salati
scrivi un commento
25 febbraio 2011 5 25 /02 /febbraio /2011 18:09

IMG 2454 AB

 

Lo so, lo so che siamo in primavera, o meglio che è qui dietro l'angolo, che sul balcone, nei vasi stanno spuntando le bulbose e che tutto dice che bisogna essere freschi e leggeri, ma avevo voglia di minestrone, di quelli belli corposi con dentro di tutto anche l'orzo.  Quindi l'ho preparato nel modo più classico e come facevano i miei zii, i maschi si, perchè il minestrone lo cucinavano loro.

 

Ingredienti per 5 persone:

 

il fresco :

 

2   zucchine

2  carote

2  patate

1  pomodoro

1  cipolla

1  spicchio d'aglio

1-2 ciuffettini di spinaci (non troppi, perchè non mi piace il minestrone "verde")

1  spicchio di zucca gialla (quella con la buccia verde striata, la preferisco)

1/2 porro

50 gr di pancetta affumicata

1 cucchiaio di olio

1 rametto di rosmarino

sale e pepe e/o peperoncino q.b.

100 gr di orzo perlato

1,5 lt di acqua calda

 

 

il surgelato

 

1 manciatina di pisellini primavera

 

lo scatolame

 

1 scatola di fagioli cannellini

1 scatola di ceci

 

 

Olio aromatizzato al rosmarino

In un pentolino antiaderente, versate mezzo bicchiere d'olio di oliva, 1 spicchio d'aglio ed un rametto di rosmarino fresco.

Portare l'olio ad una leggera ebollizione e spegnere immediatamente.

Lasciare raffreddare e conservare in un barattolo di vetro.

 

 

Ho usato i legumi in scatola, perchè non avevo preventivato di fare un minestrone, mi è venuta la voglia e quindi ho utilizzato quanto avevo a disposizione.

 

Procedimento:

 

Lavare con cura e tagliare a dadini tutta la verdura tranne gli spinaci che invece vengono sminuzzati  con le mani.

In una capace pentola da bollitura, fare soffriggere a fuoco basso l'olio, l'aglio, il rosmarino, la pancetta tagliata a dadini, la cipolla ed il porro tagliati sottilmente.  Non appena gli odori "sudano" aggiungere l'orzo e farlo tostare. A questo punto aggiungere il pomodoro tagliato a dadini e precedentemente privato della buccia e lasciar insaporire.

Introdurre i pisellini, i cannellini ed i ceci.  Lasciar insaporire e coprire con acqua calda tutta la verdura .

Salare, pepare e cuocere per 35'/40' minuti.

Nel caso in cui l'insieme dovesse risultare troppo denso, aggiungere 1 bicchiere d' acqua calda e riportare a bollore.

Assaggiare l'orzo che dovrà essere croccante ed eventualmente aggiustate il sapore.

Versare in piccole scodelline ed irrorare con olio aromatizzato al rosmarino.

A piacere potete spolverizzare con un po' di peperoncino.

ENJOY!

 

 

Repost 0
Published by foodforfun.over-blog.it
scrivi un commento
24 febbraio 2011 4 24 /02 /febbraio /2011 18:48

 

IMG 2419 4

 

 

Ogni volta che preparo la pasta frolla o crema pasticcera, mi rimangono molti albumi. Allora come impiegarli?

Facendo queste tortine che sono delle nuvole.

L'impasto originale prevede che siano bianche come gli albumi, ma personalmente tendo sempre a variare un po' sul tema ed ho aggiunto un cucchiaino di caffé ed uno di cioccolato.

Ho eseguito anche tortine chiare arricchite da gocce di cioccolato.

Il risultato però non è stato così bello come pensavo, in quanto essendo l'impasto molto morbido e leggero, ma al contrario, essendo le gocce di cioccolato pesanti e dure, queste si sono depositate tutte alla base dello stampino e sfornando le tortine sembrava che avessero preso un morbillo al cioccolato. Il sapore era molto buono ma l'aspetto un po' inquietante, quindi ho preferito fotografare le "morette".

 

Ecco gli ingredienti per le tortine:

 

190 gr di albumi

100 gr di burro morbido

200 gr di zucchero

100 gr di maizena oppure di fecola di patate

  80 gr di farina di mandorle

  20 gr di farina bianca 00

1/2 bicchiere di latte

1    bustina di vanillina

1    cucchiaino di caffè solubile

1    cucchiaino di cioccolato amaro

 

Procedimento

 

Montare gli albumi con un cucchiaio di zucchero fino a che non raggiungano una consistenza pari a "neve ferma".

Montare il burro con lo zucchero, la vaniglina, le farine, il cucchiaino di cacao e quello di caffé. Miscelare ed aggiungere mezzo bicchiere di latte per ottenere un morbido impasto.

Incorporare gli albumi con delicatezza, meglio se usando un mestolo forato.

Riempire per tre quarti degli stampini di forma a piacere ed infornare a 180° per 25 minuti.

Controllate con uno stecchino il cuore delle tortine prima di sfornare definitivamente.

Se lo stecchino è asciutto, si sa, le tortine sono pronte!

Togliere le tortine dagli stampi e lasciar raffreddare.

 

 

Salsa al cioccolato:

Ingredienti:

125 ml  di acqua 

125 ml  di latte

175 gr di zucchero

  50 gr di cacao

  60 gr di cioccolato fondente

    5 gr di fecola di patate

 

 

Procedimento

 

Bollire tutti gli ingredienti tranne la fecola.

Al bollore, aggiungere la fecola diluita precedentemente con un cucchiaio di acqua fredda.

Riportare la salsa al bollore per due minuti.

Filtrare la salsa immediatamente e versarla in una bacinella fredda, che porrete in un'altra bacinella nella  quale avrete aggiunto ghiaccio od acqua gelata per fermare definitivamente la cottura della crema. Utilizzare la salsa fredda

 

 

Guarnizioni:

Fettine di arancia pelate a vivo

Scorzette di arancia e limone

250 gr  Panna fresca

1 cucchiaio di zucchero a velo

 

Procedimento:

 

Per le fettine d'arancia  mostro i dettagli con queste foto:

 IMG 2406 IMG 2407    IMG 2412          

 

Praticamente, incidere in profondità la buccia e tagliarla.

Incidere ogni nervatura dello spicchio, prima a destra e poi a sinistra.

 Estrarre lo spicchio.

 

Per le scorzette:

Tagliare la buccia rimuovendo solo la parte colorata priva del bianco interno che è amaro.

Porle in un pentolino con poca acqua e portare al bollore. Scolare le scorzette e ripetere l'operazione per altre 2 volte.

Scolare e risciacquare sotto acqua fredda.

Tutto ciò serve a togliere l'amarognolo delle scorze.

Tagliare dei piccoli quadratini che serviranno come decorazione. 

 

Per la panna montata

 

Versare la panna freddissima in una bacinella altrettanto fredda. Montare con la frusta ad alta velocità, aggiungere un cucchiaio di zucchero a velo per addolcire.

A montatura eseguita, riporre in frigorifero .

 

 

Decorazione del piatto.

 

A fantasia, io ho deciso di stendere la salsa al cioccolato in cerchio e di porre all'esterno due tortine con ciuffetti di panna montata. Gli spicchi li ho posti a sinistra e le scorzette a quadratini buttate qua e là sulla salsa.

Ho lasciato anche una goccina da sola sul piatto.

 

 

Repost 0
Published by foodforfun.over-blog.it
scrivi un commento
23 febbraio 2011 3 23 /02 /febbraio /2011 21:37

 

 

IMG 2448 -3

 

 

Questa ricetta me l'ha insegnata Mario.  Umbro, nato in quel di Magione, già Pian di Carpine, patria del primo esploratore verso la Cina, -dicono ancora prima di Marco Polo-, e terra sublime di sapori che è posta su di un colle a due passi dalle rive del Lago Trasimeno, dove in primavera nascono i gigli spontanei, le ginestre, i rosmarini e fioriscono gli ulivi.

In verità la ricetta di Mario era ancora più tosta di quella che mostrerò in seguito.  Il sapore di questi fegatini non ha niente a che fare con il "paté" classico. Qui non esiste burro, né cognac e tanto meno Marsala.

 

Hanno un tono molto deciso e vanno spalmati su crostini di pane, preferibilmente ad impasto senza sale, proprio per esaltare il loro sapore.

 

La ricetta è veramente semplice ed il risultato è un antipasto di gusto.

 

 

Ingredienti:

 

1 confezione di fegatini di pollo

150ml  di olio di oliva

150ml  di vino bianco

  70ml  di aceto di vino bco

    2    acciughine

    1    cucchiaino di capperi

    1    cipolla di media grandezza

    1    foglia di alloro

 

 

Procedimento:

 

Lavare con cura i fegatini e rimuovere i filamenti. Versarli in una pentola a bordi alti a cui aggiungerete la cipolla tagliata finemente, la foglia d'alloro, le 2 acciughine, il cucchiaio di capperi, il vino e l'aceto.

Cuocete a fuoco moderato fino a quando il liquido non si sarà ridotto per più di tre quarti e l'olio non riapparirà nella sua limpidezza.

A questo punto trasferite i crostini in una bacinella, sempre a bordi alti, e frullateli con un frullatore ad immersione.

Otterrete un impasto morbido, spalmabile.

A parte tagliate delle fettine di pane e tostatele.  Disponete il composto di fegatini sul pane e servite tiepidi od a piacere anche freddi.

 

ENJOY  !

 

 

 

 

Repost 0
Published by foodforfun.over-blog.it
scrivi un commento
22 febbraio 2011 2 22 /02 /febbraio /2011 17:08

IMG 2395 

Un risottino veloce, veloce, ultra-colorato e molto semplice da copiare in caso di ospiti improvvisi.

Mi piace molto l'accostamento del nero delle cozze che viene ripreso dal piatto ed il colore del riso che ancora viene richiamato dalla cornice del sottopiatto.

E' un giochino di cromie.

Divertitevi.

 

 

Ecco gli ingredienti:

 

240 gr di riso  (80 gr di riso a commensale)

1 cipollina- carotina- sedano

1 spicchio d'aglio

olio extra vergine d'oliva q.b.

vino bianco secco q.b.

sale

pepe- peperoncino in polvere

basilico fresco

pomodoro fresco

 

Pesce: quantità a piacere

Ho comprato comunque:

Cozze per 2 persone

Moscardini -una manciatina -

 

Procedimento:

 

Brasare (cioè far sudare, senza bruciare) la cipollina, carotina, sedano in olio d'oliva. Versare il riso e farlo tostare. Bagnare con vino bianco e sfumare. Aggiungere acqua calda o brodo vegetale, sale e pepe e lasciar cuocere regolarmente.

 

Nel frattempo in una padella a parte, soffriggere aglio, olio, peperoncino, 1 foglia di basilico, aggiungere il pesce, salare e coprire con un coperchio fino ad apertura delle cozze. La cottura deve essere rapida per evitare l'indurimento del pesce.

Sbucciare e tagliare a dadini un pomodoro fresco al quale avrete tolto i semi.  Aggiungerlo al sughetto.

 

A pochi minuti dalla cottura definitiva del riso aggiungere il sugo al riso, mantecare con basilico tagliato a striscioline.

 

Servire caldo ed ENJOY!

 

IMG 2397 

 

 

 

 

Repost 0
Published by foodforfun.over-blog.it
scrivi un commento
18 febbraio 2011 5 18 /02 /febbraio /2011 18:47

E' un piccolo antipasto caldo colorato!

E' buono, o meglio "de gustibus......

Inoltre è pratico perchè si può fare in anticipo e riscaldare a bagnomaria all'utilizzo.

E' soffice e cremoso ed accompagnato dalla zucca, pisellini primavera e qualche cimetta di asparago è anche vivace.

Aggiungo anche due cuoricini di frolla al parmigiano, giusto perchè mi era avanzata un po' di pasta della ricetta precedente. Quindi all'opera:

 

Ingredienti per lo sformatino porzioni per 5 persone:

  IMG 2386

250 ml latte

250 ml panna

4       uova

90 gr parmigiano grattugiato

sale e pepe q.b.

noce moscata

 

Procedimento

Far bollire il latte e la panna, rovesciarli sul parmigiano; aggiungere le uova, una per volta e noce moscata, sale e pepe.

Imburrare degli stampini monodose in alluminio, riempirli non proprio fino all'orlo, in quanto gli sformati crescono durante la cottura. Cuocerli in forno a bagnomaria a180° per 30 minuti circa. Allo scadere del tempo controllare uno stampino ed a seconda della consistenza, devono rassodarsi ed assomigliare ad un budino, decidere se toglierli dal forno o proseguire ancora per qualche minuto.

 

P.S.: Bagnomaria : non dimenticate che l'acqua nella quale disporrete gli stampini dovrà essere bollente, altrimenti gli sformatini non cuociono.

 

Verdure:

                                                                                                   

500 gr Zucca

500 gr Pisellini primavera

500 gr Aparagi

olio extra vergine d'oliva

aglio 2 spicchi

rosmarino 1 rametto

acqua q.b.

 

Decorticate la zucca, tagliatatela a quadratini. In una padella antiaderente fate scaldare aglio olio e rosmarino.

Aggiungete la zucca a dadini, salate, fate saltare ed insaporire e poi mettete un goccino d'acqua

Cuocerà in breve tempo, deve comunque rimanere croccantina.

 

A parte scaldate sempre aglio e olio aggiungete i pisellini, salate ed anche qui un goccino d'acqua, fino a cottura ultimata.

 

In una pentola fate bollire acqua sufficiente per una leggera cottura degli asparagi.

Non appena morbidi ma non flaccidi, toglieteli e metteteli in una bacinella con acqua gelata affinché non perdano colore né cottura.

Tagliate le punte e passatele velocemente nella padella contenente la zucca.

 

Enjoy! 

 

 

 

 

 

 

Repost 0
Published by foodforfun.over-blog.it
scrivi un commento
18 febbraio 2011 5 18 /02 /febbraio /2011 17:54

IMG 2331Molti sostengono che il cibo inglese sia veramente pessimo, ebbene io no, o per lo meno non tutto.

Loro hanno un sacco di cose buone a partire dalla colazione, alle pie salate o dolci che siano,  le loro torte, le marmellate di tutti i tipi, il roastbeef con lo Yorkshire pudding, gravy e salsa al rafano, shortbread e chi più ne ha, più ne metta.

 

Ieri avevo un po' di nostalgia della campagna inglese, allora ho cucinato una pie un po' italianeggiante, si perchè la pasta di copertura è una frolla salata al parmigiano e il ripieno, beh è il bollito avanzato che nessuno più voleva.

 

Una fresca insaltina di primavera ed ecco un piatto nutriente ed appetitoso.

 

 

 

 

 

 

 

 IMG_2326a.jpgIngredienti per la frolla al parmigiano

 

 500 gr di farina

180  gr di parmigiano grattugiato

300 gr di burro

4 tuorli

Sale e pepe q.b.

 

Procedimento

 

Mischiate la farina con il parmigiano, il burro leggermente ammorbidito, il sale, il pepe ed i tuorli.

Lavorare velocemente fino a formare una palla. Avvolgetela nella pellicola trasparente e ponetela in frigorifero

 

Il ripieno:

 

300 gr di bollito di manzo

2  fette di pan carre

1 goccio di latte

50 gr. di mortadella

50 gr di parmigiano grattugiato

pepe

100 gr di fontina affettata sottile.

Prezzemolo, un cucchiaino

1 uovo

 

Tritate la carne, la mortadella finemente, aggiungete le fette di pane ammollate in un poco di latte e strizzate.

Frullate nuovamente, aggiungete, il parmigiano e l'uovo.

 

Stendete ora la frolla in una tortiera da 17cm rivestita alla base da carta da forno. Fate in modo che i bordi fuoriescano dalla tortiera. Bucherellate la pasta con una forchetta ed adagiatevi sopra le fettine di fontina (una parte di esse) . Ponete ora abbondante ripieno fino a completo riempimento della tortiera. Aggiungete le fettine di fontina rimaste e coprite con il secondo disco di frolla.  Sigillate bene i bordi.

Infornate a 180° per 20-30 minuti circa.  La pasta dovrà risultare dorata e profumata.

 

 

Insalatina di primavera

 

1 carota

1 falda di peperone

1 zucchina,

1 confezione di misticanza

1 pomodoro

 

Tagliate la carota e la zucchina a julienne, preparate un concassé di pomodoro (cioè togliere al pomodoro buccia e semi e poi tagliarlo a dadini)  ed il peperone a dadini.

In un piatto da portata disponete la misticanza sulla quale andrete a "montare" gli altri ingredienti.

Condite con olio di oliva ed aceto balsamico.

 

Enjoy!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Repost 0
Published by foodforfun.over-blog.it
scrivi un commento
18 febbraio 2011 5 18 /02 /febbraio /2011 17:38

 

La pasta frolla è la mia preferita, perchè di fatto è croccante, ma non appena si addenta, si scioglie in bocca. Siccome avevamo voglia di dolce abbiamo deciso di preparci una tortina di mele con crema inglese e salsa al cioccolato. Il risultato è stato molto soddisfacente perchè l'hanno assaggiata  (in ordine di apparizione) Alberto, Bea, poi Francesco, Massimo, due nuovi amici appassionati di cucina come me di cui sono sicura avrò modo di riparlare più avanti , e Maurizio. A tutti loro è piaciuta molto.

Eccola qui,

 

  IMG 2363IMG 2371

 

 

Dunque, le cose da preparare sono diverse a partire dalla frolla, seguono la crema pasticciera, la crema inglese, la salsa al cioccolato e naturalmente le mele.  Le dosi indicate bastano per 5 tortine. In caso di necessità ulteriore, raddoppiare le dosi di tutto.

 

LA  FROLLA

Ingredienti

 

300  gr di farina 00

150  gr di zucchero

150  gr di burro

2  tuorli

1  bustina di vanillina

buccia di limone grattugiata

 

Procedimento

Impastare la farina con lo zucchero, la vanillina, la buccia di limone grattugiata ed il burro fino ad ottenere un'insieme che abbia l'apparenza e la consistenza della sabbia (pasta sabbiata "sablée").  Aggiungere i tuorli sbattuti e lavorare velocemente per evitare che la pasta si scaldi troppo.  Formare una palla ed avvolgerla in pellicola trasparente. Riporre in frigorifero.

Non appena tutti "gli accessori" (cioè le creme e le mele) saranno pronti, riprendere la frolla, stenderla abbastanza sottile e rivestire delle teglie monodose.  Mettere in forno a 180° fino a che la frolla non risulti ben dorata, quasi marroncina.  Sfornare e lasciare raffreddare.

 

 

LE MELE

Ingredienti per la copertura

 

4  mele golden

1 cucchiaio di zucchero a velo

1 cucchiaino di cannella

 Il succo di un limone

 

Sbucciate e tagliate le mele a metà, posatele in una pirofila e copritele con succo di limone affinché non anneriscano.

Prendete una metà e posatela su di un tagliere di legno ed incidete la polpa partendo da 1 cm dall'apice della mela.

In pratica dovete far si che la mela non si divida in fettine, ma che rimanga un corpo unico inciso.

Proseguite in questo senso per tutte le mele, poi disponetele su carta da forno spolveratele di zucchero a velo e cannella ed infornate a 180° fino a che non vedrete una bella doratura ed al tatto la mela risulti morbida, ma non stracotta.

 

 LA CREMA INGLESE 

 

Ingredienti:

250 ml  di latte

3             tuorli 

80  gr di zucchero

1/2          stecca di vaniglia

Far bollire il latte con la stecca di vaniglia. Montare i tuorli con lo zucchero ed aggiungervi il latte bollito, mescolare con cura. Porre il composto in una casseruola e cuocere a fuoco lento mescolando e facendo attenzione che il composto non superi gli 82°. Se non si dovesse possedere un termometro, allora bisgona controllare la consistenza della crema attreverso un cucchiaio di legno. Immergendolo ed estraendolo subito dopo e soffiando sulla pellicola di crema posatasi sul cucchiaio dovrebbe formarsi una figura a fiore -"rosa". Se così fosse, la crema è cotta. E questa tecnica si chiama "cottura alla rosa" per questo motivo.

Filtrare la crema immediatamente e versarla in una bacinella fredda, che porrete in un'altra bacinella nella  quale avrete aggiunto ghiacchio od acqua gelata per fermare definitivamente la cottura della crema. In pratica avrete due bacinella, una nell'altra. Mescolare di tanto in tanto per qualche minuto. Utilizzare la crema fredda.

 

LA SALSA AL CIOCCOLATO

Ingredienti:

125 ml  di acqua 

125 ml  di latte

175 gr di zucchero

  50 gr di cacao

  60 gr di cioccolato fondente

    5 gr di fecola di patate

Bollire tutti gli ingredienti tranne la fecola.

Al bollore, aggiungere la fecola diluita precedentemente con un cucchiaio di acqua fredda.

Riportare la salsa al bollore per due minuti.

Filtrare la salsa immediatamente e versarla in una bacinella fredda, che porrete in un'altra bacinella nella  quale avrete aggiunto ghiacchio od acqua gelata per fermare definitivamente la cottura della crema. Utilizzare la salsa fredda.

 

 

LA CREMA PASTICCERA

 

Ingredienti



250  ml  di latte

  60  gr   di zucchero

  25  gr   di farina

    3          tuorli

    1          limone

     1         stecca di vaniglia

Montare le uova con lo zucchero. Incorporare la farina.

In una casserruola, mettere a bollire il latte con la buccia del limone e la stecca di vaniglia. Al bollore, versarlo sul composto montato e mescolare con cura fino a  completo scioglimento del composto.

Rimettere sul fuoco e mescolando far bollire per 2-3 minuti.

Togliere dal fuoco e trasferire il tutto in una bacinella fredda coprendo la crema con pellicola trasparente che dovrà essere posta proprio sulla crema, non sul bordo della bacinella. Ciò eviterà l'indurimento superficiale della crema.

 

 

MONTIAMO IL DOLCE.

Affinché anche l'occhio abbia la sua parte, ho utilizzato un piatto da portata per ogni singolo dolce.

Porre una frolla sul piatto, riempirla con la crema pasticcera. posarvi sopra le mele, aprendole un poco, affinché appoggiandole diano l'effetto di petali.

Di fianco  stendere un cucchiaio (da portata) di crema inglese. Stenderlo muovendo il cucchiaio in senso circolare.

Prendere ora un cucchiaio (da minestra)  di salsa al cioccolato e partendo dal centro del cerchio di crema,  sgocciolare a filo sulla crema inglese formando una spirale di cioccolato.

Prendere uno stuzzicadenti, romperlo a metà.  Eseguire con questo dei movimenti veloci sulla crema  spostandovi dal basso verso l'alto e viceversa.  Le due creme si misceleranno creando una decorazione piacevole.

Spolverare di zucchero a velo il piatto ed aggiungere a piacere dei piccoli frutti di bosco, ma in minima quantità

 

 

E dopo tutto questo lavoro  E N J O Y! 

 



Repost 0
Published by foodforfun.over-blog.it
scrivi un commento
16 febbraio 2011 3 16 /02 /febbraio /2011 21:54

 

Ho comprato una confezione di seppioline ed ho pensato che potevano essere cucinate in zimino.IMG 2310

 

Cosa vuol dire? Ho letto sul web che la parola deriva dall’arabo “asseminu”, che vuol dire salsa densa.

Io ho aggiunto riso venere e spinaci ed ecco un fantastico piatto unico.

Il riso venere è molto profumato e fresco e le seppie sono dolci. Il peperoncino dona carattere al piatto e gli spinaci un tocco di colore sull'insieme.

 

 

La ricetta per 5 persone

 

Ingredienti:  

 

350 gr di riso venere

  25 gr di scalogno tritato

600 gr di seppioline

     2 spicchi d'aglio

  70 ml di vino bianco

  80 gr di pomodori pelati o passata

700 gr di spinaci od erbette a piacere

  60 gr di olio di oliva

  q.b. di peperoncino

 

Procedimento:

pulire, lavare e tagliare a julienne le seppie. Conservare le teste intere (i ricciolini). Rosolare l'aglio,  lo scalogno ed il peperoncino nell'olio d'oliva. Aggiungere le teste delle seppie e lasciare insaporire. Bagnare con il vino bianco e lasciare evaporare. Aggiungere il pomodoro e cuocere per 30 minuti circa.

A parte, mondare e lavare gli spinaci od erbette. Sbianchirle (cioè sbollentarle velocemente in acqua bollente salata) e raffreddarle. Far bollire il riso per 35 minuti in acqua salata, scolarlo e condirlo con olio extravergine.

Saltare a fuoco vivace in olio e aglio in camicia le seppie per 30 secondi circa, affinché non induriscano.

Aggiungere al sugo  le seppie e le erbette o spinaci - preventivamente saltati in padella con aglio e poco olio -.

Mettere il riso venere in stampini e riscaldarlo per alcuni minuti in forno.

Togliere dagli stampi, impiattare ed aggiungere lo zimino.

Enjoy  !

Repost 0
Published by foodforfun.over-blog.it
scrivi un commento

Presentazione

  • : foodforfun.over-blog.it
  • foodforfun.over-blog.it
  • : Per giocare con il cibo e trasformare gli alimenti in qualcosa di goloso... ma non solo cibo, talvolta fiori, talaltra libri, curiosando qua e là.
  • Contatti

Traduttori

 

 

 

 

    

 

    

 

     

 

Ricerca

EXPO 2015

01_Cover_Logo_1280x400_OK.jpg

foodforfun.over-blog.it

Norme - Copyright © 2017

QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITA' . PERTANTO NON PUO' CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 07/03/2001  

FOODFORFUN.OVER-BLOG.IT  By BettaRoberta Cecconi - All rights reserved

 

 

 

  

 

 

 

indicizzazione motori ricerca