Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
26 giugno 2011 7 26 /06 /giugno /2011 20:20

Torte-dolci 4245

 

 

Accendere il forno oggi è stato un po' un azzardo e la famiglia si è leggermente lamentata del caldo prodotto.

Però il lamento è cessato non appena assaggiato il dolce.

Frangipane è una tartelletta su una base di pasta sfoglia e ricoperta da un composto di burro, mandorle, uovo e zucchero.

Sembra di mangiare il marzapane, ma il sapore è molto più delicato, non così estremamente dolce e per nulla appiccicoso in bocca.

Inoltre si cuoce in un attimo, per cui vale la pena provarla.

Naturalmente devono piacere le mandorle!

 

La ricetta

 

Ingredienti per 2 tortine come foto

 

1           rotolo di pasta sfoglia

100 gr di zucchero

100 gr di burro ammorbidito

1           uovo

1           cucchiaio di farina

100 gr di mandorle

1           paio di gocce di estratto di vaniglia oppure 1 bustina di vanillina.

1          cucchiaio di zucchero a velo

 

 

Procedimento

 

Miscelare zucchero e burro morbido, aggiungere le mandorle, il cucchiaio di farina e solo quando il composto è amalgamato l'uovo e l'estratto di vaniglia.

Mettere in frigorifero per 10 minuti.

 

Stendere la pasta sfoglia, ricavarne 2 dischetti da 14 cm di diametro. Bucherellarli.

Riprendere il composto e versarne nel centro una cucchiaiata abbondante. Stenderla sulla sfoglia, tenendo libero un margine di pasta di almeno 2 cm. In pratica il composto non dovrà ricoprire tutto il cerchio di sfoglia, in quanto durante la cottura tende ad espandersi.

Infornare a forno caldissimo 220°  per 15' minuti, e comunque non appena vedrete la superficie ed il perimetro della torina dorati.

Togliere dal forno, lasciare raffreddare. Spolverare a piacere con zucchero a velo.

Decorare con frutta fresca e gelato.

 

ENJOY!

 

 

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Torte dolci
scrivi un commento
25 giugno 2011 6 25 /06 /giugno /2011 20:26

 

 

Pane-pizze-focacce 4243

 

Stasera il tempo per cucinare era pochissimo, allora mi sono aiutata con piadine già pronte, che ho farcito a mo' di tacos, una salsina piccante, insalata di cetrioli con yogurt, tacchino al sesamo, cipolle brasate, tagliolini di sedano, carota e peperoni.

Si salva una cena!

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

350 gr di  petto di tacchino

1          spicchio d'aglio

1          cucchiaio di semi di sesamo

            olio extravergine d'oliva, sale q.b.

1          cucchiaio di Worcestershire sauce

2          cipolle rosse di media grandezza

2          cetrioli grandi

1          peperone rosso

1          barattolo di insalatina sottaceti: carote e sedani

1          cucchiaio di ketchup

1          mezza punta di cucchiaino di harissa

4          piadine romagnole

2          cucchiai di yogurt naturale bianco

 

Procedimento

Pulire la carne da filamenti, tagliarla a striscioline.

In una padella antiaderente, scaldare l'olio e l'aglio, versarvi il tacchino, salare e  lasciare insaporire.

Spolverare con i semi di sesamo preventivamente tostati e cuocere per 8 minuti.

Poco prima di togliere la carne dal forno, insaporirla con la Worchestershire sauce. Tenere in caldo.

 

Durante la cottura della carne, preparare le cipolle.  Sbucciarle, tagliarle a rondelle e sbianchirle come sempre.

Versarle cioè in un tegame con acqua fredda e portarle al bollore e ripetere l'operazione per 3 volte.

In un tegame antiaderente, versare un filo d'olio e  le cipolle, salarle e farle insaporire velocemente, un paio di minuti.

Tenere in caldo.

 

Pulire i  cetrioli, sbucciarli e tagliarli a dadini, mischiarli all'insalatina sottoaceto, condire con olio, sale e yogurt.

Pulire il peperone, tagliarne un quarto a cubetti, il resto a  striscioline. Tenere da parte

Mischiare un cucchiaio di ketchup, la punta di harissa e qualche cubetto di peperone rosso.

 

In una pentola antiaderente, scaldare singolarmente la piadina.

Toglierla dal fuoco non appena si gonfia leggermente. Tagliarla in quarti.  Condirla con un cucchiaio d'insalata di cetrioli, un cucchiaio di carne, alcune striscioline di peperone, qualche rondella di cipolla e un cucchiaino di salsa piccante. Spolverare con prezzemolo.

 

ENJOY!

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Pane-pizze-focacce
scrivi un commento
24 giugno 2011 5 24 /06 /giugno /2011 19:37

IMG 2474

 

 

Eh si, si è bruciacchiato un pochino. Ma solo poco, quindi per onor del vero e per il fatto che non ho cucinato altro, ho pubblicato lo stesso una ricetta non proprio stilisticamente perfetta.

Il polletto era semplicemente buono.

 

La ricetta

Ingredienti per 3 persone

 

3    galletti Amburghesi

6    spicchi d'aglio

100 cc di vino bianco

      rosmarino

      salvia

      timo

      alloro

      zenzero fresco

      zeste di limone

      olio extravergine d'oliva

      sale e pepe q.b.

6    patate di media grandezza

6    carote

 

Pulire il polletto da eventuale peluria.

Asciugarlo e massaggiarlo con zenzero fresco e zeste di limone.  Inserire all'interno gli odori e lo spicchio d'aglio. Salare e pepare dentro e fuori.

Predisporre sul fuoco una cocotte, nella quale verseremo l'olio, l'aglio, l'alloro. Lasciar insaporire ed aggiungervi il pollo. Farlo dorare da tutti i lati. Sfumare con vino bianco, lasciarlo evaporare e passare il tutto in forno a 200° per 35-40 minuti, controllando l'uniformità della doratura.

Passato il tempo, togliere il polletto dalla cocotte ed appoggiarlo sulla leccarda del forno che avrete ricoperto con carta da forno e lasciate che la pelle diventi croccante.

 

Durante la cottura del pollo al forno, preparare le patate e le carote. 

In una pentola antiaderente scaldare l'olio e l'aglio, tagliare le patate a fetta di salame e versarle nella pentola. Lasciar rosolare e cuocere lentamente fino a che siano croccanti fuori e morbide dentro. Salare solo alla fine.

In un'altra pentola antiaderente scaldare l'olio e l'aglio, tagliare le carote a fetta di salame e versarle nella pentola. Lasciarle rosolare e bagnare con un poco d'acqua per ammorbidirle. Salare e portare a cottura.

 

Togliere il pollo dal forno e lasciarlo in attesa per 5 minuti.  Servirlo su di un piatto di portata con il contorno preparato.

 

ENJOY!

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Carne
scrivi un commento
23 giugno 2011 4 23 /06 /giugno /2011 18:18

Pane-pizze-focacce 4236

 

 

 

Pane e companatico, non c'è niente di più buono del pane penso. Il suo profumo quando cuoce, la sua crosta dorata, la morbidezza della mollica, la fragranza della sua freschezza.

E questo è un piccolo esempio di come un bocconcino possa diventare un antipastino da eseguire in pochi minuti.

Il pane si può acquistare già pronto, basta cuocere gli champignon trifolati, un cucchiaio di besciamella, formaggio grana e via al forno.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

4        panini bocconcini

600   gr di champignon

100   cc di vino bianco

1        spicchio d'aglio

1        cucchiaio di prezzemolo

300   cc di besciamella (vedere ricetta in Crespelle asparagi e pancetta)

4        cucchiai di parmigiano grattugiato

          olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

 

 

Lavare con cura i funghi, tagliarli a fettine.

In una pentola antiaderente, scaldare l'olio, l'aglio e versare i funghi. Farli insaporire velocemente, salare e sfumare con il vino bianco.  Lasciar cuocere fino a che il liquido di cottura non sarà del tutto esaurito e l'olio sarà trasparente.

Aggiungere la besciamella ed un paio di cucchiai di parmigiano, mescolare e tenere da parte.

 

Prendere i panini, tagliarne la calotta, svuotarli della mollica. Riempirli con il composto di funghi e besciamella.

Spolverare con un pochino di grana grattugiato.

Mettere in forno a 220° per 10 minuti, il tempo necessario che il pane tosti ed il formaggio in superficie si dori.

Togliere dal forno, mettere su piatto da portata, spolverare con prezzemolo tritato.

 

ENJOY!

 

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Pane-pizze-focacce
scrivi un commento
22 giugno 2011 3 22 /06 /giugno /2011 19:57

Harrods 1901

 

 

 

Come si può andare a Londra e non passare da Harrods?  Non si può non andare, ve lo giuro, non si può e vi spiego il perchè.

Perchè Harrods è un'istituzione, è il luogo dei desideri ed è Natale tutto l'anno.

Non sono una buyer compulsiva, ma lì è abbastanza difficile resistere. In ogni caso, dove pensate che mi sia recata, in quale reparto?  Gioielli, no, - Fashion- no, Gadgets-no,  Food, yes of course!!!!

 

In questo fantastico store passerei le ore a guardare tutti i barattoli di tea, i ristoranti, la rosticceria, persino le caramelle sono spettacolari.

All'interno di Harrods ha aperto anche la Durée la mitica pasticceria di Parigi, che produce i Macarons colorati e che è sbarcata anche a Milano, di fronte a Pec.

Anche loro non scherzano, nè per quanto riguarda la qualità, nè lo stile.

Allego alcune foto scattate di sfuggita nel negozio per tutti coloro che non hanno ancora potuto andarci e per quelli che già conoscono la magia.

 

ENJOY, è proprio il caso !

 

Harrods 1906  Harrods 1907  

 

 

Harrods 1908

 

 

 

Harrods 1915   Harrods 1916

 

 

Harrods 1914

 

 

 

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Viaggi e libri
scrivi un commento
21 giugno 2011 2 21 /06 /giugno /2011 19:26

Dolci-al-cucchiaio 4191

 

 

 

I frutti rossi sono bellissimi doni della natura. Piccoli e perfetti raccolgono tutto il sole ed il sapore dell'estate.

Lo so che è appena iniziata e che quelli che compriamo sono per lo più di serra, ma ho dei ricordi bellissimi di raccolte di more nella Maremma Toscana, di primo mattino per non cuocere sotto il sole.

Riempivamo i nostri cestini di vimini ricoperti di foglie di felce e poi a casa a fare marmellata.

Senza andare troppo lontano, comunque, anche in Brianza ed in particolare presso i boschi di Brenna, ci sono ottime more, alberi di ciliegie, nonché fragoline di bosco che possono essere raccolte liberamente.

Vale la pena farci un giretto e fermarsi a mangiare un panino molto rustico presso l'unico bar sulla strada provinciale, all'apertura del bosco.

Questo dolce è praticamente senza cottura, salvo 10 minuti scarsi per la salsa di frutti.

E' molto pratico e fresco, fatto di pan brioche è un pudding estivo, senza uova, ne latte e neanche troppo zucchero.

Quasi, quasi è dietetico............  ma quando mai!

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

600 gr di frutti di bosco misti

4           cucchiai di zucchero semolato

3           fettine di scorza di un limone

1           il succo di un limone

 

24         fette di pan brioche

              gelato alla vaniglia

 

Procedimento

 

Lavare la frutta e tenerne da parte 4 cucchiai per la decorazione. 

In una pentola a bordi alti, versare il resto la frutta, lo zucchero, le scorze del limone tagliate con il pelapatate ed il succo.

Mescolare e cuocere a fuoco vivace per 10' minuti circa, giusto il tempo che la frutta si amalgami e lo zucchero si sciolga bene.   Togliere dal fuoco, frullare  la frutta con un frullatore ad immersione. Passare allo chinoise per togliere tutti i semini.

Preparare il pane.  Tagliare ogni fetta con l'aiuto di un coppapasta ottenendo così 24 cerchi.

Passare ogni singola fetta circolare nella salsa ai frutti, scolare un poco e adagiare la fetta su di un piatto di servizio.

Proseguire quest'operazione arrivando ad impilare 6 fette l'una sull'altra, formando così  un cilindro di colore bordeau intenso.  Mettere in frigorifero per almeno 30 minuti.

 

Passato il tempo di raffreddamento, montare il dolce mettendo ogni singolo cilindro in singoli piatti da portata.

Sul top del cilindro, posizionare i fruttini freschi e sopra di loro una quenelle di gelato alla vaniglia. Decorare con una girandola di salsa intorno.

 

ENJOY!

 

 

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Dolci al cucchiaio
scrivi un commento
20 giugno 2011 1 20 /06 /giugno /2011 19:43

Piatti-di-pesce 4190 a

 

 

E' una specie di zuppetta tiepidina da assaporare con crostini aromatizzati all'aglio.

La voglia d'estate e di mare è ormai troppo palese, ma dato che il tempo delle vacanze aihmé è ancora molto, molto lontano, mi consolo con le "conchiglie" commestibili.

Questa ricetta può eventualmente anche essere usata per condire la pasta, bisogna solo restringere un po' di più il brodetto.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

1      kg di vongole

300 gr  di moscardini

150 gr di gamberetti

150 gr di anelli di calamari

1           peperone rosso

3           pomodori ramati

1           zucchina

150 cc di vino bianco

2           spicchi d'aglio

5           foglie di basilico

1           cucchiaio di prezzemolo

              olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

 

 

Far spurgare le vongole in acqua salata.

Pulire i moscardini e metterli in pentola pressione a cuocere in acqua leggermente salata. A partire dal sibilo contare 20' minuti. Sfiatare la pentola a pressione e scolare i moscardini.

In una pentola antiaderente far scaldare l'olio e l'aglio, versarvi le vongole, salare e pepare, aggiungere il vino bianco, coprire e lasciare che le vongole si aprano.  A questo punto aggiungere i moscardini, gli anelli di calamaro, i gamberetti.  Lasciar insaporire per pochi minuti, spegnere e tenere da parte.

 

Eseguite la spelatura dei pomodori nel metodo classico, cioè facendo il taglio a croce sulla buccia, immergendoli in acqua bollente per un paio di minuti e subito dopo in acqua gelata.

Separatamente, in una pentola antiaderente scaldare l'olio, l'aglio, il basilico. Versarvi le verdure che avrete tagliato a dadini, saltarle rapidamente e salarle.  Dovranno essere croccantissime.

 

Versare in un piatto di portata il guazzetto, guarnirlo con una cucchiaiata abbondante di verdure, spolverare con un po' di prezzemolo e accompagnare con crostini aromatizzati all'aglio.

 

ENJOY!

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Pesce
scrivi un commento
19 giugno 2011 7 19 /06 /giugno /2011 18:58

Paste-asciutte 4179

 

Si può dire che oggi è il primo giorno d'estate dopo un mese intero di pioggia "primaverile". Sole caldo, cielo terso, mancava il mare.  Abbiamo pranzato all'aperto ed insaporito il pranzo di mezzogiorno con il sapore del mare nel piatto.

Il colore è magnifico ed il sapore non male.

Aspettando le prossime vacanze, ci accontentiamo nel frattempo di un "mare in città"

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

300 gr di cozze

150 gr di vongole

150 gr di moscardini

150 gr di calamari o seppie

200 gr di pomodorini

1      scatola di pelati

8      scampi

320 gr di spaghetti

160 cc di Vino bianco secco

2      spicchi d'aglio

1      cucchiaio di prezzemolo tritato

         peperoncino

         olio extravergine d'oliva, sale  q.b.


Procedimento: 

Pulire le cozze, fare spurgare le vongole in acqua salata.

 

In una pentola a parte, rosolare l'aglio e l'olio, versare i moscardini e metà della scatola di pelati, salare, pepare e lasciar cuocere almeno 40 minuti, fino a che i moscardini non si siano ammorbiditi.

Lavare e tagliare i calamari a fettine. Lavare i pomodorini, tagliarli a metà, eliminare i semini.
In una pentola a bordi alti, rosolare l'olio, l'aglio ed il peperoncino.
Aggiungere le vongole e irrorarle col vino bianco. Quando le vongole iniziano ad aprirsi, aggiungere le cozze.
Unire i calamari e gli scampi e fare insaporire.  Aggiungere ora i pomodorini e mescolare bene tutti gli ingredienti. Lasciare cuocere per 6-7 minuti, il tempo in cui gli ingredienti si amalghimino fra di loro.

Eliminare l’aglio dal sugo allo scoglio ed anche da quello dei moscardini, mischiare i sughi e tenere in caldo.

In una pentola a bordi alti, far bollire l'acqua salata e versarvi gli spaghetti.

Non appena cotti, scolarli e passarli nella padella del sugo con un poco d'acqua di cottura per amalgamare il tutto, saltandoli per un paio di minuti.

Togliere dal fuoco, spolverare di prezzemolo tritato ed olio crudo.

ENJOY!

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Pasta
scrivi un commento
18 giugno 2011 6 18 /06 /giugno /2011 19:58

 

 

 

Piatti-di-pesce 4172 a

 

 

Rieccoci,  panatura all'inglese!  Ma è proprio una fissazione. In parte forse, però questo è un metodo comodissimo per avere un pesce croccantino senza friggere.

La panatura all'inglese permette d' immergere l'ingrediente da panare in burro sciolto, dopodiché  di passarlo nel pane grattugiato aromatizzato e dritto in forno.

Niente odore di fritto, niente olio in giro sul piano della cucina, un buon profumo ed un gusto appetitoso.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

  16       filetti di triglia puliti e deliscati

  80 gr  di prosciutto crudo

120 gr  di burro

250 gr  di pane grattugiato

1           cucchiaio di origano essiccato

6           rametti di timo fresco

1           buccia grattugiata di limone

1           buccia grattugiata di lime

             il succo di metà lime

1          pizzico di sale

8          foglie di salvia

8          stuzzicadenti

 

Procedimento

 

Sciogliere il burro a bagnomaria e lasciarlo raffreddare a temperatura ambiente.

Lavare il pesce, controllare che non ci siano spine, adagiarlo su di un piatto e spruzzarlo con il succo di lime.

Posizionare su un filetto una fetta di prosciutto crudo della stessa grandezza del filetto di pesce.

Sovrapporre un altro filetto ed una foglia di salvia. Chiudere a sandwich con l'aiuto di uno stuzzicadenti.

Passare il sandwich di pesce nel burro sciolto e poi nel pan grattato aromatizzato con l'origano, il timo e le bucce grattugiate degli agrumi.

Adagiare il pesce su di una teglia da forno ricoperta di carta da forno ed infornare a 190°-200° per 12-15 minuti.

Servire caldo con un'insaltina semplice.

 

ENJOY!

 

 

 

 

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Pesce
scrivi un commento
17 giugno 2011 5 17 /06 /giugno /2011 16:55

 

 

Paste-asciutte 4154

 

 

Questa è la ricetta dell'ultimo minuto, di quando si è in ritardissimo e si vuole preparare un primo piatto veloce, veloce.

Giusto il tempo di mischiare gli ingredienti, di far bollire l'acqua nella pentola e le quenelles sono pronte.

Morbidissime, scioglievoli in bocca, molto delicate, sono accompagnate qui nella foto da un sughetto di contrasto con pomodorini ciliegia e capperi.

Risolvono una situazione in caso di necessità.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone (4 quenelle a testa)

 

250 gr di ricotta vaccina fresca

100 gr di farina 00

80   gr di parmigiano

1     pizzico di noce moscata

1     pizzico di pepe

1     pizzico di sale

1     uovo

 

4    cucchiai abbondanti di olio extravergine d'oliva

1    spicchio d'aglio

1    mazzetto guarnito di origano, coriandolo, timo, basilico, salvia

1    pizzico di pepe

1    cucchiaio di capperi

15  pomodorini ciliegia

 

Procedimento

 

In una capace pentola a bordi alti, mettere a bollire l'acqua.

In una bacinella a bordi alti, versare la ricotta, la farina, il parmigiano, la noce moscata, il pepe, il sale e l'uovo.

Amalgamare bene gli ingredienti evitando la formazione di grumi.

Tenere l'impasto da parte

 

In una padella antiaderente, far scaldare l'olio, l'aglio ed il mazzetto guarnito.  Lasciar insaporire l'olio per 5' minuti.

Lavare i pomodorini, tagliarli a fettine, versarli nella pentola insieme ai capperi, salare e pepare leggermente.

Cuocere per pochi minuti, giusto il tempo che l'olio si colori, i pomodorini devono rimanere integri.

 

Riprendere l'impasto e prelevarne una parte con un cucchiaio per poi passarlo in un altro, (conferendogli forma oblunga), con il quale poi si gettano nell’acqua bollente.

In un primo momento le vedrete affondare, ma torneranno a galla e dopo un paio di minuti si possono prelevare con l'aiuto di un mestolo forato.

Distenderle su piatti da portata ben caldi, distribuire sopra il sughetto e volendo una spolverata di parmigiano. Servire calde.

 

ENJOY!

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Pasta
scrivi un commento

Presentazione

  • : foodforfun.over-blog.it
  • foodforfun.over-blog.it
  • : Per giocare con il cibo e trasformare gli alimenti in qualcosa di goloso... ma non solo cibo, talvolta fiori, talaltra libri, curiosando qua e là.
  • Contatti

Traduttori

 

 

 

 

    

 

    

 

     

 

Ricerca

EXPO 2015

01_Cover_Logo_1280x400_OK.jpg

foodforfun.over-blog.it

Norme - Copyright © 2017

QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITA' . PERTANTO NON PUO' CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 07/03/2001  

FOODFORFUN.OVER-BLOG.IT  By BettaRoberta Cecconi - All rights reserved

 

 

 

  

 

 

 

indicizzazione motori ricerca