Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
7 luglio 2011 4 07 /07 /luglio /2011 17:59

Stuzzichini-salati 4336

 

 

Vi ricordate il film "Pomodori verdi fritti alla fermata del treno"?  Forse no, è del 1991 ed è tratto da un romanzo di Fannie Flagg, precisamente: Pomodori verdi fritti al caffé di Whistle Stop.  Il film è drammatico, ma particolare.

La storia ruota attorno alla vita di diversi personaggi degli anni trenta abitanti nel Sud degli Stati Uniti d'America affrontando temi quali l'amicizia e l'amore e cerca di essere una cura contro le insidie dell'esistere moderno.

Quattro donne e due generazioni a confronto.

Le protagoniste hanno un caffè e li vi preparano pasti per gli avventori e naturalmente pomodori verdi fritti. 

In ricordo del film eccovi la ricetta con qulche aggiunta.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

4       pomodori verdi rotondi da insalata

4       pomodori rossi rotondi da insalata

350  gr di pane grattugiato

3       cucchiaini di origano

4       cucchiai di parmigiano grattugiato

4       uova

1       bottiglia di olio di semi

3       cucchiai di farina

 

4       scatolette di tonno al naturale

20    olive nere

1       scatola di cannellini

1       cucchiaio di capperi

         olio aromatizzato all'aglio

         sale e pepe q.b.

         foglie di basilico

 

1      confezione di  créme fraiche (formaggio spalmabile)

1      goccino di latte

 

 

Procedimento

 

Lavate i pomodori rossi, tagliate la calotta rotonda, svuotateli, salateli all'interno e capovolgeteli per far fuoriuscire l'acqua.

Preparate il ripieno con tonno, olive nere tagliate a pezzettini, cannellini, capperi, pepe, basilico ed olio freddo aromatizzato all'aglio.  (Olio di oliva, scaldato con 5 spicchi d'aglio. Attenzione non deve bollire).

Riempite i pomodori rossi e riponete in frigorifero.

 

Lavate i pomodori verdi, tagliateli a fette di normale spessore, spolverateli con la farina,  passateli nell'uovo sbattuto  e nel pane al quale avrete aggiunto l'origano ed il parmigiano. Ripetere l'operazione uovo-pane per almeno due volte.

Preparare una pentola antiaderente e riempirla d'olio di semi, porvi a friggere le fette di pomodoro 6-7 per volta.

Friggere prima da un lato e poi dall'altro. Scolare su carta assorbente. Tenere in caldo.

 

Per le frittelle di pane, in tutta sincerità, siccome l'uovo avanzava ed il pane condito con il parmigiano e l'origano pure, ho pensato di non buttare nulla e d'impastare gli ingredienti con un goccino di latte, formando poi delle frittelline ovali, da cuocere nell'olio di semi.

Una volta cotte, le ho aperte come un panino e farcite con della créme fraiche.

 

Servite tutto insieme con una piccola insalatina di sostegno condita con glassa di aceto balsamico ed olio di oliva.

 

ENJOY!

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Stuzzichini salati
scrivi un commento
6 luglio 2011 3 06 /07 /luglio /2011 21:12

Stuzzichini-salati 4335

 

 

 

Settimana del pane in cassetta! Questa volta però con variante al salato.

D'altra parte il rotolo si compone di carboidrati, verdure e proteine. E' un piatto completo e leggero che ben si accorda con:

 

1-    la fame stuzzichina di questi giorni,  in quanto non è proprio fame, ma voglia di qualcosina di sfizioso

2-    la necessità di non appesantirsi troppo in considerazione della temperatura esterna.

3-    la voglia di non rinunciare mai alla fantasia.

 

Dedico questa sfiziosità a Cecilia che è stata poco bene in questi giorni, augurandole una pronta guarigione e sfidandola a preparare questo cibo e a mangiarlo con i suoi fantastici bimbi.

 

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 rotolini

 

6      fette di pane in cassetta - grano duro - per ogni rotolino

1      peperone giallo

3      zucchine

300 gr di fagiolini verdi baby

1      spicchio d'aglio

3      cucchiai di soffritto composto da carotine, sedano e cipolla

3      piccoli stracchini, confezione da 70 gr.

4      cucchiai di parmigiano grattugiato

        sale, olio extravergine d'oliva q.b.

 

 

Preparate le verdure, lavandole e tagliandole in una brunoise (piccoli quadratini).  Tenetele separate.

In una pentola antiaderente scaldate l'olio e l'aglio, versate le zucchine e fatele cuocere velocemente, 10 minuti, salando solo alla fine.

In una pentola antiaderente scaldate l'olio, il soffritto misto e versate i peperoni. Lasciate cuocere 10 minuti a fuoco alto e salate solo alla fine.

In una pentola a bordi alti, far bollire l'acqua, versare i fagiolini baby e cuocerli per 15 minuti. Scolarli e passarli sotto acqua fredda corrente.

Non appena raffreddati, tagliarli a piccoli pezzettini della stessa dimensione della brunoise.

Mischiare le verdure insieme e tenere da parte.

 

Preparare il pane, tagliandone i bordi.

Stenderlo su di un foglio di carta da forno e formare due file da tre fette ciascuna. Le file dovranno essere leggermente sovrapposte sia nel senso della lunghezza che larghezza.  In pratica dovete formare un rettangolo.  Passare con decisione il mattarello sopra il rettangolo, al fine di appiattire e rendere coeso il pane.

Spolverarlo con il parmigiano, spalamarlo con lo stracchino e versarvi sopra le verdurine.

Con l'aiuto della carta da forno, arrotolate con cautela il lato lungo del rettangolo fino a formare un cilindro.

Ora le opzioni sono due :

 

1- metterlo in frigorifero e lasciarlo riposare per 30 minuti

2- passarlo su griglia orizzontale (è il caso della foto) per alcuni minuti, fino a che il pane non formi una leggera

     crosticina ed il formaggio abbia tendenza allo sciogliersi.

 

Servire decorandolo con foglie di basilico e capperi.

 

ENJOY!

 

 

 

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Stuzzichini salati
scrivi un commento
5 luglio 2011 2 05 /07 /luglio /2011 20:25

  Zuccotto

 

  

Che bello fare un dolce senza dover utilizzare il forno!

Adoro la possibilità di creare qualcosa di carino e di buono in velocità.

Si può tranquillamente trasformare del pane in cassetta - d'accordo pan brioche- in un dolce ad effetto.

Avevo voglia di Sicilia, del sapore del limone, dei canditi, del cioccolato; insomma una via di mezzo tra un cannolo ed una cassata, ma in considerazione del fatto che vivo al nord, ho optato per una dolcezza mitigata e cioè non esageratamente dolce: quindi, al  posto del marzapane come copertura ho usato il pane.

Il tocco di colore è dato dai fruttini canditi.  

Leggero al sapore, un  misto  di sole, dolcezza e croccantezza del cioccolato.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

500  gr di ricotta vaccina

100  gr di zucchero a velo vanigliato

  80  gr di canditi misti

  80  gr di gocce di cioccolato fondente

  50  gr di uvetta sultanina

100 cc di Marsala

                 buccia  grattugiata di 1 limone

400 gr di pane in cassetta.

 

 

Preparate una terrina da insalata di 16 cm di  diametro  rivestendone l'interno con pellicola trasparente.

Quest'operazione vi permetterà di preparare lo zuccotto all'interno della stessa e di non avere poi alcun problema al momento dell'estrazione e posizionamento sul piatto di servizio.

 

Preparare il pane, tagliando la crosta intorno alle fette.  Disponete una fetta alla base dell'insalatiera e poi di seguito una all'altra rivestite la circonferenza dell'insalatiera, sovrapponendo leggermente le fette. Non vi devono essere spazi vuoti. Schiacciate con le mani il pane, affinchè aderisca bene alle pareti.

Spennellatelo con il marsala, in modo leggero. Tenete da parte

 

 

In un ulteriore insalatiera, versare la ricotta, la buccia grattugiata di un limone, lo zucchero, l'uvetta precedentemente ammollata nel marsala, il cioccolato, i canditi.  Mescolate con cura e versate il composto al centro della forma di pane.

Riempitelo fino a 1 centimetro dal bordo. Livellatelo e ricopritelo con altrettante fette di pane brioche.

Spennellate con marsala e ricoprite il tutto con pellicola trasparente.

Passate lo zuccotto in frigorifero per almeno 2 ore.

 

Montare il piatto  :  capovolgere lo zuccotto su piatto da portata, decorare con zucchero a velo e canditi, oppure cacao e cioccolato e fiocchetti di panna.

 

 

Di seguito la fotografia che illustra l'interno dello zuccotto, la luce della foto cambia, perchè siamo andati a mangiarlo in terrazza!

  

 

Torte-dolci 4324

 

 

ENJOY!

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Torte dolci
scrivi un commento
4 luglio 2011 1 04 /07 /luglio /2011 18:42

Piatti-di-pesce 4310

 

 

Ancora un piatto estivo la cui preparazione però richiede un pochino più di tempo rispetto alle precedenti.

Si tratta di un carpaccio di mazzancolle con contorno di mini-zucchine e pomodorini San Marzano al forno.

In tutta sincerità devo dire che preferisco i gamberi lavorati diversamente. Non sono un'entusiasta di questa proposta, però per tutti gli amanti del fresco e appena appena cotto, può essere una piacevole alternativa.

Di conseguenza descrivo la ricetta:

 

 

Ingredienti per 4 persone

 

12     mazzancolle a commensale

12     mini- zucchine in totale

12     mini- San Marzano in totale

6       foglie di basilico

2       spicchi d'aglio

         sale, olio extravergine d'oliva

         il succo di mezzo limone

1      cucchiaino di prezzemolo tritato

 

In una pentola a bordi alti versate acqua fredda ed introducete le mazzancolle. Portare ad un leggero bollore e scolare i gamberi sotto acqua corrente.

Sgusciate e pulite i gamberi dal loro midollino. Tagliateli a metà nel senso della lunghezza.

Preparate un foglio di pellicola trasparente e disponetevi sopra i gamberi cercando di formare un cerchio concentrico ben unito.  Proseguite fino a raggiungere il diametro desiderato.

Coprite con un foglio di pellicola trasparente.

Mettete il cerchio ottenuto fra due taglieri di legno. Posatevi sopra un peso e mettete in frigorifero per almeno un paio d'ore.  Ciò permetterà di ottenere uniformità.

Togliete il primo foglio di pellicola, versate il carpaccio sul piatto da portata, condite con un'emulsione (emulsione=frullare con frusta limone, sale ed olio- oppure agitare in vasetto con coperchio ben avvitato i tre ingredienti fino a che non formino un composto di colore uniforme) di olio, limone, sale ed una spolverata di prezzemolo tritato. Riponete in frigorifero.

 

Nel frattempo, lavate le zucchine ed i pomodorini.

Incidete le zucchine per il senso della lunghezza, facendo 2 tagli, ottenendo così 3 petali.

Ricoprire la teglia del forno con carta da forno, stendervi le zucchine leggermente aperte, salatale, e conditele con un filo d'olio extravergine.

Tagliate i pomodorini per il senso della lunghezza, versateli in una pirofila antiaderente, che possa andare in forno.

Posizionarli con la buccia sulla base della pirofila e conditeli con sale, due spicchi d'aglio schiacciati, foglie di basilico spezzattate e olio extravergine d'oliva.

Riscaldare il forno a 220°, introdurvi le zucchine ed i pomodorini, cuocere per 10 minuti.

Estraete le verdure e lasciatele raffreddare.

Estraete dal frigorifero il carpaccio e decorate con le zucchine ed i pomodorini.

 

ENJOY!

 

 

 

 

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Pesce
scrivi un commento
3 luglio 2011 7 03 /07 /luglio /2011 20:34

 

 

 

Insalate-estive 4305

 

 

Prima Domenica di Luglio, temperatura piacevole, passeggiata fuori porta e rientro per pranzo ad ora inoltrata.

Assetati ed affamati?  Si! La soluzione quindi, prosciutto e melone, però è sempre meglio personalizzarlo.

Non mi piace vedere le fette di melone sul piatto e sopra il prosciutto senza arte ne parte.

Ho pensato ad un'armonia di colori e sapori, ad un'insalata estiva composta di frutta dolce ed acquosa e da una verdura, il cetriolo che più fresco non si può.

Ho caricato di proteine con un paio di fette di prosciutto arrotolate e da palline di ricotta e parmigiano passate nel prezzemolo.

Il condimento come sempre, tipicamente mediterraneo, composto da olio extravergine d'oliva e qualche goccia di aceto balsamico qua e là.

Fresco, veloce, piacevole!

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

4       pesche noci a polpa bianca

1       melone a polpa gialla

3       cetrioli di media grandezza

8       fette di prosciutto crudo di Parma

250  gr di ricotta  oppure di Philadelphia

80    gr di parmigiano grattugiato

         pepe, olio extravergine ed aceto balsamico q.b.

4      cucchiai di prezzemolo tritato

 

Lavate  la frutta e la verdura.

Sbucciate i cetrioli e con l'aiuto di uno scavino, incidete la loro polpa senza andare troppo a fondo, per evitare di tagliare anche la parte che contiene i semi.  Ricavatene delle palline che posizionerete in un'insalatiera.

Tagliate il melone a metà, privatelo dei semi e sempre con uno scavino, ricavatene delle palline da unire ai cetrioli.

Preparate le pesche nello stesso modo.

 

In una terrina, versare la ricotta (oppure la philadelphia) ed il parmigiano, una spolveratina di pepe.

Mischiare il tutto e formare delle palline avendo l'accortezza di avere mani bagnate per evitare che l'impasto si appiccichi sulle stesse.  Passarle nel prezzemolo tritato, oppure in un'erba profumata a piacere.

 

Condire l'insalata con un goccio d'olio a filo.

Posizionarla al centro del piatto. Aggiungere le palline al formaggio e le fette di prosciutto.

Sgocciolarvi sopra qualche goccia di aceto balsamico.

Servire con crostini.

 

ENJOY!

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Insalate Estive
scrivi un commento
2 luglio 2011 6 02 /07 /luglio /2011 20:05

Stuzzichini-salati 4286

 

 

Non far sapere al contandino quant'è buono il formaggio con le pere!

E il tomino con le pere dolci e la trevisana amarognola, beh non è niente male.

Inoltre ci vogliono dieci minuti di preparazione, giusto il tempo che le pere si ammorbidiscano leggermente e la trevisana si appassisca.  Il tomino poi alla piastra si dora e si scioglie in un attimo. Un filo di glassa all'aceto balsamico ed ecco fatto, un buon secondo.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

1     tomino a commensale

3     pere Kaiser

1     cespo di trevisana

30  gr di burro

1     cucchiaio di zucchero semolato

1    cucchiaio di olio extravergine d'oliva

      sale e pepe q.b.

 

 

Lavare  la trevisana, affettarla finemente.

In una padella antiaderente, scaldare l'olio, versare la trevisana, salare, mescolare e coprire con coperchio.

Dopo 3 minuti, scoperchiare e mescolare l'insalata che nel frattempo si sarà appassita.  Spegnere il fuoco e tenere da parte.

 

Sbucciare le pere, togliere torsoli e piccioli, tagliare a dadini.

In una pentola antiaderente, scaldare il burro, non appena rosola, versarvi le pere.

Farle rosolare e saltare fino a che non si ammorbidiscano, circa 5-6 minuti. Non appena morbide, versare il cucchiaio di zucchero e lasciar caramellare un poco.

Spegnere e tenere da parte

 

Scaldare una piastra orizzontale.  Tagliare il tomino come se fosse pane da imbottire.

Posizionarlo sulla piastra dalla parte della "crosta" e lasciar scaldare un paio di minuti.

Togliere la prima metà e posizionarla sul piatto di portata, imbottirla con 1 cucchiaio di trevisana ed 1 di pere.

Prelevare la seconda metà e posizionarla sopra al ripieno.

Decorare con un filo di glassa di aceto balsamico

 

 

ENJOY!

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Stuzzichini salati
scrivi un commento
1 luglio 2011 5 01 /07 /luglio /2011 19:11

 

 

Stuzzichini-salati 4262

 

 

Trattasi di una falsa tartare in quanto il salmone è affumicato e non fresco.

La ricetta si dovrebbe fare con il salmone fresco, e meglio sarebbe, in quanto è meno salato,  ma non l'avevo in casa e quindi ho utilizzato quello che c'era. L'impasto si crea utilizzando caprino e ricotta.

Si prepara in cinque minuti e, porzionato come nella foto, può essere un secondo;  riducendo la quantità diventa un gradevole antipasto.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

200 gr  di salmone affumicato

  80 gr  di caprino

  80 gr  di ricotta vaccina

    6       foglie di basilico

    1       cucchiaino di buccia grattugiata di limone

             pepe ed un goccino d'olio extravergine d'oliva

 

Miscelare i due latticini e controllare la sapidità. Tenete conto che il salmone affumicato è già molto saporito.

Sminuzzare il salmone con l'ausilio di un coltello, trasferirlo in un'insalatiera, unire il basilico tritato, la scorza di limone e l'impasto di ricotta e caprino. Mischiare il tutto con una forchetta.

Preparare degli stampini ricoprendoli all'interno con pellicola trasparente. Riempirli con il composto.

Passare in frigorifero per 15' minuti.

Rovesciare su di un piatto di portata, decorando con qualche ciuffetto d'insalatina, una spolveratina di pepe ed un goccino d'olio a filo.

 

ENJOY!

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Stuzzichini salati
scrivi un commento
30 giugno 2011 4 30 /06 /giugno /2011 18:18

 

Paste-asciutte 4260

 

 

 

Mi rendo conto che la ricetta di oggi richiede un po' di tempo ed un po' di calore, però a me sembra ne valga la pena, soprattutto se la preparazione viene fatta in anticipo, così l'ambiente cucina si può raffreddare ed i familiari strepitanti per il caldo,  pure!  

Libera scelta nel passare il timballo al forno, (io visto le temperature ho glissato) oppure mangiarlo così.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

250 gr di pasta corta

2         scatole di polpa di pomodoro

2         cucchiaini di zucchero

3         spicchi d’aglio

1         grande melanzana di forma ovale

300 gr di carne macinata di manzo

1         uovo

150 gr di parmigiano grattugiato

2         fette di pane in cassetta

10       foglie di basilico

           Sale, pepe ed olio extravergine d’oliva q.b.

4         Cucchiai di besciamella (facoltativo)

 

 

Lavate ed affettate con l’affettatrice la melanzana. Le fette dovranno essere sottili e tagliate nel senso della lunghezza.

In una padella antiaderente, scaldare l’olio, l’aglio e 3 foglie di basilico, adagiarvi 4-5 fette di melanzana per volta e far rosolare prima da un lato e poi dall’altro. Salarle e scolarle su carta assorbente. Procedere fino a completamento.

 

Versare nel mixer la carne macinata, l’uovo, il parmigiano, il sale, il pepe, il pane preventivamente ammorbidito con un pochino d’acqua o latte, le foglie di basilico. Miscelare il tutto.

Formare delle polpettine piccolissime grandi quanto una falange di mignolo.  Aiutatevi nell’operazione bagnando le mani con acqua, affinché il composto appiccicoso non si attacchi alle mani e lì vi resti. In una padella antiaderente, scaldare l’olio, l’aglio e foglia di basilico. Versare le polpettine ad una ad una. Farle colorire prima da un lato e poi dall’altro.  Non appena dorate, scolarle su piatto di servizio e tenere da parte.

 

In un’ulteriore padella antiaderente far scaldare l’aglio, l’olio, il basilico e versarvi la polpa di pomodoro. Pepare, salare e lasciare cuocere brevemente 10’ minuti.  Versare il sugo in una bacinella a bordi alti, frullarlo con un minipimer e passarlo al chinoise.

Tenere da parte.

 

Preparare la besciamella – (riferimento ricetta : Crepes asparagi e pancetta)- L’uso della stessa è facoltativo essendo il imballino già di per sé ricco e proteico.

 

Cuocere la pasta, bollendola in abbondante acqua leggermente salata.

Scolarla, condirla con il sugo e tenerla da parte.

 

Prendere degli stampini da forno e rivestirli con le fette di melanzane. Devono essere completamente coperti ed un’estremità della fetta di melanzana deve debordare dallo stampo per chiusura successiva del timballo.

Versare alla base un cucchiaio di besciamella, (se invece non l’usaste, allora incominciare con un cucchiaio di pasta), sovrapporre un cucchiaio di pasta, aggiungere un leggero strato di sugo, coprire con polpettine tutta la superficie, spolverare con parmigiano, ricoprire con la pasta, uno strato di sugo e parmigiano. Chiudere il timballo con le lingue debordanti di melanzane.

 

Ora ci sono due opzioni:

 

1-     mettere il timballo in forno e cuocerlo per 10 minuti scarsi, giusto il tempo che il formaggio si fonda

2-     mangiarlo direttamente com’è  in considerazione del fatto che tutti gli ingredienti sono stati preventivamente cotti.

 

Servire il timballo al centro del piatto decorarlo con polpettine e melanzane a quadretti cotte nello stesso modo delle fette; oppure usare il sugo come base e foglie di basilico; oppure come meglio credete, in fondo la cucina è una disciplina che ammette l’uso personale della fantasia!

 

ENJOY !

 

 

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Pasta
scrivi un commento
29 giugno 2011 3 29 /06 /giugno /2011 19:19

Piatti-di-carne 4256

 

 

Nomi difficili per un piatto facilissimo e forse un po' diverso da come si pensi.  Diverso perchè abitualmente il Kebab è un pezzo di carne enorme cotto presso le rosticcerie turco-asiatiche che si sono disseminate in tutte le nostre città, ma il mio amico Sajid e la mia amica Salma, mi hanno riferito di Kebab casalinghi che si preparano come se fossero delle polpettine di forma ovale e che vengono infilzate su spiedini, che a piacere possono essere cotti alla griglia oppure come ho fatto io, rosolati in padella.

Considerato il gusto abbastanza importante della carne, ci vuole qualcosa di fresco che l'accompagni ed allora ho pensato alla salsa Tzatziki, che è di origine greca, ma che s'accorda molto bene al sapore speziato del Kebab.

I miei amici pakistani fanno una versione inconsapevole della Tzatziki, inserendo nella salsa oltre al cetriolo, ceci, pomodori, cipolle, carotine insomma di tutto un po', come una nostra insalata russa allo yogurt anziché alla maionese.

Il nome di questo contorno, però è Chaap.

Ammetto poi che questo piatto è molto profumato di aglio e cipolla, per cui per tutti coloro che non sono proprio amanti di questi odori, ho un'alternativa:  anzichè tritarli nell'impasto oppure nell'insalata, aromatizziamo l'olio che aggiungeremo, - una volta raffreddato- alla crema di yogurt.  Certo il sapore ne risente un po' ma l'alito no!

 

La ricetta

Ingredienti per 4 persone

 

Per il Kebab

 

350 gr di macinato scelto di manzo

60   gr di mollica di pane

1     spicchio d'aglio tritato

1     cipolla tritata

1     cucchiaio di Gran Masala

1     cucchiaio di prezzemolo tritato

1     cucchiaio di menta tritata

1     cucchiaio di origano tritato

1     scorza di limone grattugiata

1     mezza punta di cucchiaio di Harissa

1     uovo

       sale e pepe ed olio extravergine d'oliva q.b.

 

Per la salsa

 

1           cetriolo

250gr   yogurt naturale fresco bianco

1           mazzetto di menta fresca

2           cucchiai di olio

1           cucchiaio di aceto

2           spicchi d'aglio

             sale e pepe

 

 

Passare al mixer tutti gli ingredienti del Kebab, avendo l'accortezza di ammorbidire preventivamente  la mollica di pane.

Formare delle polpettine a cui darete una forma allungata, ovalizzata.

Infilarle in stecchini da spiedini. 

In un tegame antiaderente scaldare uno spicchio d'aglio e l'olio extravergine d'oliva. Versarvi i kebab e farli rosolare per bene da tutti i lati.  Abbassare la fiamma e farli cuocere per almeno 20' minuti.

 

Nel frattempo, lavare e pelare il cetriolo. Tagliarlo a dadini, versarlo in un'insalatiera alla quale aggiungeremo lo yogurt, il mazzetto di menta fresca, l'olio, l'aceto, l'aglio il sale ed il pepe.

Miscelare con cura e raffreddare in frigorifero.

 

Non appena i Kebab sono pronti, servirli accompagnati da pomodorini freschi conditi da salsa Tzatziki.

 

ENJOY!

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Carne
scrivi un commento
28 giugno 2011 2 28 /06 /giugno /2011 19:22

Farro--orzo--cereali-in-chicchi. 4252

 

 

 

Incomincia a far caldo!  Ormai abbiamo mesi di pioggia e temperatura fresca fino a Giugno inoltrato e di botto arriva il caldo. Non ho molta voglia di stare davanti al fuoco, il calore mi distrugge quando fuori c'è l'abituale "calicola" della città.

Allora, ho pensato ad un tonno crudo aromatizzato allo zenzero, sesamo, semi di zucca, limone, lime, arancia ed ad un cous cous verde, verde, condito con basilico, vellutata di zucchina e parmigiano.....

Il cous cous richiede veramente pochissimo tempo e quindi è adattissimo in questo periodo, più della pasta che richiede almeno 10 minuti per il bollore dell'acqua + altri 10-15 per la cottura.

Pensateci è una buona soluzione per mangiare carboidrati e poi si adatta con tutto, pesce, carne, verdura perfino dolce, vedrete.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

70 gr     di cous -cous a commensale

350 cc  di acqua calda salata

1            spicchio d'aglio

2            zucchine

10         foglie di basilico

1           scalogno oppure 1 cipolla rossa piccina

70  gr   di parmigiano grattugiato

1           punta di un cucchiaino di Harissa

             olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

 

400 gr di tonno fresco a fette

 

Per la salsa

 

1          cucchiaino di sesamo

1          cucchiaino di semi di zucca

4          cucchiai di olio extravergine d'oliva

            il succo e la scorza di mezzo lime

            il succo di mezzo limone

            il succo e la scorza di mezza arancia

2         cucchiaini di zenzero grattugiato fresco.

           sale e pepe q.b.

         

 

Procedimento

 

Lavate il tonno, tamponatelo leggermente per togliere l'acqua in eccesso e tagliatelo a dadini piccini.

Frullare i semi di sesamo e quelli di zucca. Versarli in un'insalatiera, nella quale aggiungerete i succhi e le scorze degli agrumi, l'olio extravergine d'olia e lo zenzero grattugiato, sale e pepe q.b.

Mescolare con cura e versarvi il tonno a dadini, rimescolando il tutto.  Posizionare il tonno in frigorifero per almeno 1 ora e mezza, se aveste più tempo, meglio.

 

In un tegame antiaderente scaldare l'olio, l'harissa, 3 foglie di basilico spezzettate, lo scalogno tagliato sottilmente ed uno spicchio d'aglio.  Non appena l'olio si sarà insaporito, passarlo al chinoise e rimetterlo nel tegame. Aggiungere il cous-cous e lasciarlo tostare 1-2 minuti.  Versarlo in una bacinella e irrorarlo con acqua calda salata.  Coprirlo e lasciare che la semola s'impregni, tenerlo a riposo almeno 15-20 minuti .

 

Lavare le zucchine ed immergerle intere (senza togliere nemmeno il picciolo o l'altra estremità) in una pentola piena d'acqua bollente. Farle cuocere per 8-10 minuti.

Non devono essere spappolate, bensì cotte al dente.

Scolarle e tagliare le estremità; frullarle con un minipimer  aggiungendo un pizzico di sale, le foglie di basilico ed olio crudo a filo.  Emulsionate (cioè incorporate aria nel composto) con il frullatore, vedrete che il colore delle zucchine cambierà e tenderà ad un verde più chiaro. Assaggiate e regolate di sale secondo il vostro gusto.

Lasciate raffreddare e tente da parte

 

Montare il piatto:

 

Sgranare il cous cous, che nel frattempo si sarà raffreddato,  aggiungere la vellutata di zucchine fredda ed il parmigiano. Mescolare bene, assaggiare e regolare il sapore a piacere.  Preparare delle mini tortine con l'aiuto di uno stampino.

Prelevare una cucchiaiata di tonno dalla marinatura, cercando di scolarlo da essa.  Appoggiarlo sul cous-cous ed irrorarlo con olio crudo fresco.

 

 

ENJOY!

 

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Cereali in grani
scrivi un commento

Presentazione

  • : foodforfun.over-blog.it
  • foodforfun.over-blog.it
  • : Per giocare con il cibo e trasformare gli alimenti in qualcosa di goloso... ma non solo cibo, talvolta fiori, talaltra libri, curiosando qua e là.
  • Contatti

Traduttori

 

 

 

 

    

 

    

 

     

 

Ricerca

EXPO 2015

01_Cover_Logo_1280x400_OK.jpg

foodforfun.over-blog.it

Norme - Copyright © 2017

QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITA' . PERTANTO NON PUO' CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 07/03/2001  

FOODFORFUN.OVER-BLOG.IT  By BettaRoberta Cecconi - All rights reserved

 

 

 

  

 

 

 

indicizzazione motori ricerca