750 grammes
Tutti i nostri blog di cucina Segui questo blog Administration + Create my blog
28 marzo 2012 3 28 /03 /marzo /2012 17:36

Selciati 8040

 

 

Ancora sassi, ma non al mare, sono i sassi per le vie delle nostre città, i selciati che ogni giorno calpestiamo e che mani esperte hanno assemblato per noi.

Spesso trascurati, è vero, ma a volte riescono a dare un'idea di tempo antico, ormai passato.

Oggi......selciati.

 

Selciati 8041

 

 

 

e ancora

 

Selciati 8042

 

 

e da ultimo una vecchia rotaia del "gamba de legn" (tram)

 

Selciati 8043

 

Bettaroberta.

Condividi post
Repost0
27 marzo 2012 2 27 /03 /marzo /2012 12:28

DSCN0111

 

 

Quaglie al forno con un contorno di crema di spinaci, uvetta e pinoli.

Un secondo delizioso per una cenetta fra amici.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 6 persone

 

6      quaglie

200  gr di pancetta affumicata

2      spicchi d'aglio

6      chicchi d'uva bianca senza noccioli

        mazzetto guarnito di salvia, rosmarino, alloro

150 cc di vino bianco secco

        olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

 

1      kg di spinaci (anche surgelati)

100 cc di panna fresca

1      cucchiaio di pinoli

1      cucchiaio di uvetta

1      spicchio d'aglio

        olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

 

 

Procedimento.

 

Lavare le quaglie, asciugarle e farcirle con un pochino di pancetta, un chicco d'uva e una foglia di salvia a chiusura.

Legare le cosce al petto, salare e pepare.

In una pentola a bordi alti che possa andare direttamente in forno, disporre l'olio, l'aglio, la pancetta rimanente e il mazzetto guarnito.  Lasciar insaporire e poi aggiungere le quaglie.  Farle dorare da entrambi i lati e irrorarle con il vino bianco.  Attendere che il tutto ritorni ad un leggero bollore ed infornare a forno già caldo 220° per circa 35  minuti.

Controllate di tanto in tanto la rosolatura.

 

Nel frattempo in una pentola a bordi bassi e antiaderente, scaldare l'olio e l'aglio, aggiungere i pinoli, poi gli spinaci e l'uvetta.  Salare e portare a cottura in circa 10 minuti.  Riprendere gli spinaci tenendo da parte i pinoli e l'uvetta. Frullate gli spinaci, versateli nella padella di cottura dalla quale avrete tolto i pinoli e l'uvetta, aggiungete la panna e restringete la crema.

 

Con l'aiuto di un coppapasta monoporzione posizionate sul piatto di portata un quadratino di spinaci decorandolo con l'uvetta e i pinoli.  Accostatevi una quaglia, copritela con un pochino di sughetto e .....

 

 

ENJOY!

Condividi post
Repost0
26 marzo 2012 1 26 /03 /marzo /2012 12:12

Pane-pizze-focacce 8092

 

La marmellata ve la ricordate? Si è quella di fragole eseguita un po' di giorni fa. Il miele è il millefiori e lo fanno le api. Il burro è del supermercato, così pure l'uva. Il tea è il mio preferito ai frutti di bosco, il pane però è il mio.

Sono andata due settimane fa da un panettiere molto speciale che si trova a 6 km da casa mia e dopo averlo quasi svaligiato avendo comprato tutti i tipi di pane che lui esegue, ho chiesto se mi desse anche del lievito madre.

Me ne ha regalato un paio di etti e io l'ho portato a casa e riposto in frigorifero.  Un giorno si ed uno no, l'ho accudito come un bebè dandogli nuovo cibo  - un cucchiaio abbondante di farina nuova - e da bere - un poco di acqua fresca-.

Il lievito madre si è conservato benissimo e ieri ho deciso di usarne una parte per fare il pane del mattino.

Il profumo è completamente diverso dal pane lievitato con soluzione alcoolica -come ad esempio il lievito di birra - . La crosticina è molto croccante e l'interno morbido e abbastanza alveolato.

Abbiamo cominciato la giornata con il profumo del pane che c'è di meglio?

 

La ricetta

 

Ingredienti per 2 baguette da 560gr l'una

 

600 gr di farina bianca 00 meglio se bio

200 gr di lievito madre

400-500 cc di acqua fresca

     1 pizzico di sale ( a me il pane non piace salatissimo)

   30 cc di olio extravergine d'oliva

     1 pizzico di zucchero

 

Procedimento

 

La sera prima:

Versate la farina in una grande bacinella, distribuite al centro il lievito madre, l'olio, il pizzico di sale e quello di zucchero.

Aggiungete acqua poco per volta e ottenete un impasto morbido, liscio ed elastico.

Riponete la palla ottenuta incisa a croce in una bacinella coperta da pellicola trasparente affinchè non secchi in superficie durante la lievitazione.

Ponete l'impasto  a lievitare nel forno spento.  Lasciatelo tutta la notte.

Al mattino successivo, prendete l'impasto, dividetelo e stendetelo in due rettangoli.  Arrotolateli su se stessi separatamente poneteli su di una placca da forno a lievitare per ancora una buona mezz'ora.

Scaldate il forno a 220° e trascorso l'ultimo tempo di lievitazione, infornate e lasciate cuocere per 45-50 minuti.

Sfornate e lasciate raffreddare.

Buona colazione.

 

ENJOY!

Condividi post
Repost0
25 marzo 2012 7 25 /03 /marzo /2012 06:45

Risotti 8086

 

 

Un altro risotto per la Primavera, con i carciofi che si sposano benissimo con un riso cremoso leggermente pannato e prezzemolato.

Delicato nel sapore, è un buon primo piatto per iniziare il pasto di una buona Domenica.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

320 gr di Riso Carnaroli

     2 spicchi di aglio

     5 carciofi

   50 cc di panna fresca

   50 gr di Parmigiano Reggiano

      1 cucchiaino di prezzemolo tritato

100 cc di vino bianco

     1 succo di un limone

300 cc di acqua bollente

        olio extravergine d'oliva, sale q.b.

 

 

Procedimento

 

Pulite i carciofi dalle foglie più coriacee e privitale del gambo e delle punte superiori. Togliete la "barbetta" interna e tagliateli a spicchietti che verranno immediatamente messi a bagno in acqua fredda acidulata con il succo di limone.

In una pentola a bordi alti e larga, rosolate l'aglio e l'olio, non appena sfrigola, aggiungete i carciofi ben scolati, lasciateli insaporire e poi bagnateli subito con il vino bianco per evitare che anneriscano.

Fate evaporare un poco il vino e poi aggiungete il riso. Lasciatelo tostare e poi versate acqua bollente a copertura del riso e ancora poco per volta fino a fine cottura, per la quale ci vorranno circa 13-15 minuti.

 

Rimuovete la pentola dal fuoco a pochi minuti dalla fine e mantecate il riso con la panna e il parmigiano. 

 

Distribuitelo nei piatti e spolverare con un pizzico di prezzemolo tritato.

 

ENJOY!

 

Condividi post
Repost0
23 marzo 2012 5 23 /03 /marzo /2012 19:04

DSCN0102

 

 

Mi spiace per la luce della foto, che purtroppo non rende al massimo, ma la tortina in questione oltre che essere migliore in apparenza era anche molto friabile, soffice.

Io e il pandispagna abbiamo avuto una relazione burrascosa per molto tempo. E' stata una guerra con molte battaglie, fino a che, chi la dura la vince!

Il mio scopo era di ottenere una sofficezza quasi impalpabile, qualcosa che si sciogliesse immediatamente non appena addentato.

La tortina in questione ha avuto questo risultato. Sebbene non ci fossero creme di farcitura, solo la marmellata di fragole rigorosamente servita a parte,  la pasta era molto appetitosa e veramente soffice.

La ricetta?  - Eccola

 

 

Ingredienti per 1 tortina come foto.

 

 

5       uova intere

150  gr di zucchero semolato

  50  gr di farina 00

100  gr di fecola di patate

         gocce di essenza di vaniglia

         gocce di essenza d'arancia

 

Procedimento

 

Le uova devono essere a temperatura ambiente e mai fredde per eseguire il pandispagna.

Sbattere le uova con lo zucchero, aggiungere gli aromi e continuare fino a che il tutto sia ben montato e bianco.

Versare a pioggia fine e poco per volta la farina miscelata con la fecola e mescolare delicatamente dal basso verso l'alto. Abbiate pazienza nel compiere quest'operazione, per evitare che le uova si smontino.

Imburrate una teglia ed infarinatela leggermente. Distribuite l'impasto ed infornate a 180° per 20 minuti circa.

Sfornate subito e togliete dalla forma il pandispagna. Lasciatelo raffreddare e poi spolveratelo di zucchero a velo e decoratelo con dei fiorellini di zucchero.

Servire con marmellata di fragole, oppure con crema inglese e cioccolato a piacere.(per la ricetta delle creme consultate il blog)

 

ENJOY!

 

Condividi post
Repost0
22 marzo 2012 4 22 /03 /marzo /2012 21:15

Piatti-di-pesce 8070

 

 

Da bambina il sostantivo merluzzo, mi faceva ricordare solo l'olio di fegato di merluzzo, che per fortuna a casa mia non era in voga.  Quindi ho sempre avuto un po' di titubanza nei suoi confronti, finchè in Inghilterra ne ho mangiato a tonnellate, ma sempre fritto.  Trovo che la sua carne sia molto  succulenta e anche se in questo caso è stata lessata, non ha perso per nulla la sua corposità e morbidezza.  Patate e olive sono state il coronomento del pesce.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

6       filetti di merluzzo a spessore alto

500  gr di patatine novelle con buccia

20    olive nere tipo greco

4      spicchi d'aglio

3      foglie di basilico

8      foglioline di origano fresco.

1      cipolla

1      carota

1      paio di estremità di finocchio

50   cc di vino bianco

1      foglia di alloro

1      rametto di timo

        olio extravergine d'oliva, sale q.b.

 

 

Procedimento

 

Lavate le patatine, tagliatele a rondelle e immergetele in un tegame a bordi alti con acqua fredda, portate al bollore e lasciate cuocere per 10 minuti.  Scolate e tenete da parte.

 

Nel frattempo preparate un court-bouillon mettendo sul fuoco una padella larga, ma a bordi alti, nella quale metterete acqua per tre-quarti del contenitore, la carota e  la cipolla a fettine, le erbe aromatiche, il finocchio, il vino. Portate ad ebollizione e poi aggiungete il pesce. Lasciate riprendere il bollore all'acqua e poi cuocete per 5' minuti. Spegnete il fornello e lasciate il pesce a raffreddare nell'acqua di cottura.

 

A parte preparate il sugo con olio extravergine d'olia che scalderete in una padella antiaderente e gli spicchi d'aglio.

Lasciate insaporire l'olio e poi aggiungete le olive. Lasciatele tostare, dopodichè versatevi le patate.  Rosolate per 10 minuti, salate e saltate.  Spegnete il fornello e tenete da parte.

 

Scolate il pesce; prendete un piatto da portata e con le mani spezzettate il merluzzo seguendo la sua scanalatura naturale. Adagiate i bocconcini sul piatto e ricoprite con il sugo di patate e olive.

Decorate con foglioline di origano fresco e servite.

 

ENJOY !

Condividi post
Repost0
21 marzo 2012 3 21 /03 /marzo /2012 17:49

Piatti-con-verdure 8063

 

 

 

Il verde, il blue, il lavanda, l'azzurro e anche il lilla, il rosso, il viola sono i miei colori preferiti.

Questo verde così brillante è accativante! Le taccole sono fresche, i fagiolini surgelati, insieme sono un ottimo mix di sapore e una sferzata di colore.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

500 gr di taccole o fagioli corallo

1      busta di fagiolini Primavera

1      spicchio d'aglio

5      foglioline d'origano fresco per decorare

80   cc di acqua tiepida

        olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

 

 

Procedimento

 

Portate al bollore in una pentola capace 3 litri di acqua leggermente salata.

Versate i fagiolini e cuoceteli per 10 minuti.  Scolateli e passateli sotto acqua fredda. Scolateli nuovamente e teneteli da parte.

 

Preparate le taccole, lavandole e poi tagliandole a losanghe.  In una pentola larga antiaderente scaldate l'olio e l'aglio.

Non appena rosola aggiungete le taccole, lasciatele insaporire per 5 minuti e poi aggiungete un pochino di acqua tiepida.  Fate cuocere per 10 minuti, fino a che l'acqua si sarà asciugata ed i fagioli abbiano una consistenza croccante. A questo punto aggiungete anche i fagiolini, ora salate il tutto e fate saltare le verdure per un paio di minuti, giusto il tempo d'insaporirle.

Toglietele dal fuoco, disponetele su di un piatto di portata e decorate con foglioline di origano fresco.

 

ENJOY !

Condividi post
Repost0
20 marzo 2012 2 20 /03 /marzo /2012 18:05

 

Piatti-di-carne 7739

 

 

 

Avrei potuto chiamare la ricetta Ali di pollo al forno due la vendetta, in quanto è già la seconda ricetta con le ali di pollo pubblicata. Ma mi sembrava di annunciare un trailer di un film già visto, indi per cui ho cambiato il titolo.

La sostanza non varia, ali di pollo erano e sono, ma il sapore si è tutta un'altra cosa.

Qui si ritrova il gusto italiano pieno, il rosmarino, la cipolla, il pomodorino condiscono il pollo che diventa dorato e croccantissimo.

 

La ricetta

 

 

Ingredienti per 4 persone

 

12   ali di pollo

2     cipolle rosse piccole

1     ramo di rosmarino

8     pomodorini ciliegia

100 cc di vino bianco secco

        sale e pepe nero q.b.

1      sacchetto grande cuki gelo

         semi di finocchio

 

 

Procedimento

 

Lavate le ali di pollo e controllate che non ci siano residui sulla pelle.

Asciugatele e poi inseritele nel sacchetto di plastica.

 

Preparate a parte in una terrina il condimento, mischiando le cipolle rosse tagliate a fettine con i pomodorini taglia a spicchietti, il rosmarino a ciuffetti, i semi di finocchio ed il vino, sale e pepe nero.  Mescolate  il tutto e versatelo in toto sul pollo. Chiudete il sacchetto e shakerate con ritmo. Mettete in frigorifero e lasciate insaporire per almeno un paio d'ore. Trascorso questo tempo, scaldate il forno a 220°, preparate una placca da forno ricoperta di carta da forno.

Rovesciate il pollo ed il suo contenuto su di essa e cuocete per 35-40' minuti.

Sfornate le ali e servitele bollenti.

 

ENJOY !

Condividi post
Repost0
19 marzo 2012 1 19 /03 /marzo /2012 17:55

Marmellata 8053

 

 

Si, si, i biscotti sono quelli della Oro Saiwa, perchè nonostante tutti i dolci che ci mangiamo, al mattino stiamo leggeri e utilizziamo di buon cuore i biscotti secchi, secchissimi, ma buoni della Oro Saiwa.  Sono anche loro un ricordo d'infanzia in quanto insieme agli Atene, ai Bucaneve e ai Pavesini erano gli unici biscotti disponibili per noi bambini.

Se usati poi come base per spalmarci sopra una marmellata di fragole fatta in casa, aprono il mattino dolcemente.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 1 "barattolo mangia subito"

 

500 gr di fragole

150 gr di zucchero

        il succo di mezzo limone

        gocce aromatiche di : limone, arancia, vaniglia.

 

 

Premessa &  Procedimento

 

Io non amo avere scorte infinite di uno stesso prodotto, preferisco la diversità, perciò oggi faccio un barattolo di marmellata di fragole e domani chissà, per questo la quantità della frutta e minima.

Altrettanto dicasi per lo zucchero, in quanto non amo marmellate dolcissime. La frutta è già di per se stessa dolce abbastanza, almeno per me.

 

Procedimento

Lavare le fragole, tagliarle a rondelle e versarle in un tegame a bordi alti e antiaderente.

Aggiungere lo zucchero, il limone e gli aromi.

Mescolare e accendere il fornello a fiamma bassa per permettere allo zucchero di sciogliersi.

Aumentare il calore a fiamma media e lasciare che la frutta si liquefi a poco a poco.

Non appena avrete un composto molto liquido, aumentate la fiamma a fuoco vivace e mescolate affinchè la marmellata non si attacchi alle pareti del tegame.

Cuocete per 35' minuti, fino a che la marmellata non sia diventata solida e abbia cambiato la sua intensità di colore.

Versatela subito in un vasetto di vetro sterilizzato e chiudete con il tappo. Rovesciate il barattolo a testa in giù per evitare vuoti d'aria.

Lasciate raffreddare e buona colazione!

 

ENJOY !

 

 

 

Condividi post
Repost0
18 marzo 2012 7 18 /03 /marzo /2012 13:19

DSCN0083

 

 

E' una corona di pane per far subito festa. Adattissima al trasporto, è eccezionale per gli imminenti pic-nic.  Lo so è una fissa per me il pic-nic.  Non appena arriva un raggio di sole, non importa IL dove, ma importa il come, io organizzo un pic-nic. Lo stare all'aria aperta, sotto un sole primaverile, in riva al mare, su un prato, sul balcone va sempre bene purchè ci sia cibo da pizzicare senza impegno.

Questo è un pane meraviglioso, contiene un segreto e un sapore in più, la crosticina è croccante e l'interno morbidoso.

L'esecuzione più che facile, solo un pochino più lunga di una pizza.

 

La ricetta

 

Ingredienti per una corona di pane

 

500 gr di farina bianca 00 bio.

1          bustina di lievito di birra disidratato

2          cucchiaini d'olio

1          pizzico di sale

1          pizzico di zucchero

450 cc di acqua

 

200     gr di prosciutto cotto a dadini

200     gr di formaggio tipo fontina a dadini

50       gr di olive verdi denocciolate e tagliate a rondelline

  5       pomodorini ciliegia tagliati a dadini

  3       foglie di basilico

           olio extravergine d'oliva q.b.

 

 

Procedimento

 

Setacciate la farina. Aggiungete il sale, lo zucchero, un cucchiaino di olio, il lievito di birra e l'acqua poco per volta. Impastate ed aggiungete il resto dell'acqua nella quantità voluta dalla vostra farina.

Lavorate la pasta per 10 minuti fino ad ottenere una palla elastica e liscia.

Ponete a lievitare per almeno 30'-40' minuti, ma più tempo lievita e meglio è.

Riprendete la pasta lievitata, stendentela in un rettangolo e dividetela in tanti quadrati da 4 x 4 cm.

Preparate una teglia da forno per ciambelle e ungetela con olio extravergine d'oliva.

Farcite ogni quadratino con un paio di quadratini di prosciutto, di formaggio, pomodori e olive. Chiudeteli avvicinando tutti gli ahgoli al centro e formando così un fagottino rotondo.

Disponete una prima fila base nella tortiera e poi proseguite con il resto dei quadrati.  Dovrebbero formarsi 3 file.

Rimettete la teglia in forno -spento- e lasciate lievitare almeno per 1 -ora.

Trascorso questo secondo tempo di lievitazione, togliete la teglia dal forno , accendetelo e portatelo a temperatura 220°.  Infornate e lasciate cuocere per 35-40' minuti.

Sfornate e.......

 

ENJOY!

 

 

 

Condividi post
Repost0

Presentazione

  • : foodforfun.over-blog.it
  • : Per giocare con il cibo e trasformare gli alimenti in qualcosa di goloso... ma non solo cibo, talvolta fiori, talaltra libri, curiosando qua e là.
  • Contatti

Traduttori

 

Ricerca

EXPO 2015

01_Cover_Logo_1280x400_OK.jpg

foodforfun.over-blog.it

Norme - Copyright © 2021

QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITA' . PERTANTO NON PUO' CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 07/03/2001  

FOODFORFUN.OVER-BLOG.IT  By BettaRoberta Cecconi - All rights reserved

 

 

 

  

 

 

 

indicizzazione motori ricerca