Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
5 aprile 2012 4 05 /04 /aprile /2012 10:00

Pane-pizze-focacce 8156

 

Cos'è un panino, due fette di pane, qualcosa all'interno, un morso e via? Non sempre, nel senso che anche un panino può avere una sua storia, un suo perchè.

Mi piace molto mangiare la carne fra due fette di pane, il panino con l'arrosto poi è un ricordo di bambina.

La ricetta di oggi è  un "cuoce da sé", nel senso che la carne è bollita e quindi a parte i dieci minuti dedicati alla preparazione del brodo per la sua cottura, il resto del tempo si può fare altro e non ci si pensa più. I fagiolini sono anch'essi bolliti, operazione per la quale non occorre una particolare attenzione se non quella di controllare il tempo di cottura; la salsa alla ricotta è velocissima, il pane era già pronto, quindi il tempo più importante è quello dell'assemblaggio che tutto sommato non richiede più di  7 minuti.  Siete pronti?  Via il cronometro.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 panini

 

1 arrosto di lonza  circa 700gr

1          foglia di alloro

100 cc di vino bianco

1          cucchiaino di bacche miste

3          cucchiai di gambi di finocchio e barbette tagliate a dadolata

3          cipolle dorate

4          carote

3          liste di buccia di limone

3   lt     di acqua

1          pomodorino ciliegia

 

1kg     di fagiolini Baby

1         spruzzatina di Aceto Balsamico

 

250 gr di ricotta fresca vaccina

10        pomodorini secchi

  4        foglie di basilico

            olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

 

Procedimento

 

Preparate un court bouillon con tutti gli aromi sopra menzionati.  Tagliate le cipolle con la buccia a metà nel senso della larghezza e fatele tostare senza condimento in una pentola antiaderente. Non appena colorano, toglietele e mettetele nel brodo. Esse daranno più sapore e colore al brodo.

Non appena il court bouillon ha preso consistenza, versatevi il pezzo di lonza, precedentemente lavato e pulito da ogni residuo. Lasciatelo cuocere per 1 ora e 20 minuti. Poi, scolatelo dal brodo e disponetelo su di un piatto.

Copritelo con una insalatiera e lasciatelo raffreddare almeno 3-4 ore.

 

Mentre il bollito si raffredda prepariate la salsa in velocità.  Tritare i pomodorini e il basilico; ottenetene una purea, aggiungete un goccino d'olio e la ricotta, mescolate con cura e tenete in frigorifero fino al momento dell'utilizzo.

 

In una capace pentola piena d'acqua bollente leggermente salata, versate i fagiolini puliti in precedenza e lasciateli cuocere 15 minuti. Scolateli e passateli sotto acqua fredda per fermare la cottura e mantenere il colore.

Conditeli con un poco di sale, olio extravergine d'oliva e una spruzzatina di aceto balsamico

 

Riprendete il bollito tagliatelo a fettine sottili.  Prendete due fette di pane casereccio, spalmate il fondo con la crema di ricotta, stendete 4-5 fettine di bollito, versatevi un goccino d'olio a filo, predisponete i fagiolini e ricopriteli con un cucchiaino abbondante di crema ricotta. Coprite con la seconda fetta di pane e....

 

ENJOY  !

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Pane-pizze-focacce
scrivi un commento
4 aprile 2012 3 04 /04 /aprile /2012 06:42

 

Torte-salate 8143

Di semplice esecuzione ha un impatto visivo simpatico e un profumo allettante.

Vale la pena preparala in mono-porzione anzichè in un'unica grande torta, perchè è più piacevole nel piatto un intero rispetto ad una sola parte  -almeno per me è così-.

E' abbastanza ricca nell'insieme in quanto oltre alle zucchine, contiene prosciutto e formaggio.  Direi quasi quasi un pasto completo.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

1     rotolo di pasta brisée

2     zucchine grandi

1     scatola di pomodori pelati

50   gr di prosciutto cotto

4      fette di formaggio tipo fontina

1      cucchiaio di soffritto misto

2      foglie di basilico

1      spicchio d'aglio

        olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

1      noce di burro

1      cucchiaio di farina

50    gr di Parmigiano

 

 

Procedimento

 

Rivestite 4 stampini precedentemente imburrati e infarinati con la pasta brisée.  Fatela aderire bene ai bordi e lasciate che la circonferenza superiore fuoriesca un pochino dallo stampo.

 

Preparate un sugo al pomodoro, partendo con un soffritto leggero su base di olio extravergine e basilico, aggiungete i pomodori pelati, salate e pepate e portate a cottura.  Spegnete non appena il sugo sarà ben ristretto.

 

Tagliate le zucchine :  

di una prelevate la parte verde attraverso un pelapatate e ottenetene listarelle che serviranno per la decorazione.

La sua parte bianca dovrà essere tagliata a rondelle. Fate altrettanto, cioè tagliate a rondelle anche la seconda zucchina, comprendendo anche la sua parte verde.

In una pentola antiaderente scaldate l'olio e l'aglio, fatelo insaporire e poi versate le zucchine.  Lasciatele colorire prima da un lato e poi dall'altro; salate solo a fine cottura e togliete dalla pentola lasciandole raffreddare un poco.

 

Montate la tortina mettendo sulla base della pasta una fetta di formaggio, poi una metà fetta di prosciutto cotto, uno strato di zucchine, una cucchiaiata abbondante di sugo e una spolverata di Parmigiano.

 

Mettete in forno caldo a 220° gradi per 15-20 minuti.

Non appena la pasta sarà dorata e ben cotta, sfornate e fate intiepidere un attimo. Decorate con le listarelle di zucchina e servite. 

 

ENJOY!

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Torte salate
scrivi un commento
2 aprile 2012 1 02 /04 /aprile /2012 19:49

Stuzzichini-salati-8124.jpg

 

 

L'ho detto e lo ridico: " per me il cibo è sacro"  e quindi non si butta niente che non si possa riciclare.

Questa ricetta è un'altra della serie "il riciclo è il mio mestiere".

Abbiamo avanzato una porzione abbondante di bucatini al limone e in considerazione del fatto che sono buonissimi se mangiati al momento, ma meno se freddi perchè perdono la loro cremosità, ho deciso di farne una tortilla con l'aiuto di ulteriori ingredienti ed in primis:  pancetta affumicata, zucchine fresche e uova.

Il risultato una soffice tortina salata con una crosticina croccante e un morbido cuore di .... bucatini.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

200 gr di pasta lunga già bollita (preferibilmente bucatini, spaghettoni, ziti)

     4 uova

   50 gr di parmigiano grattugiato

     2 zucchine grandi

200 gr di pancetta affumicata a dadini

        foglioline di basilico e origano fresco

        olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

     1 cucchiaio di pane grattugiato

 

 

Procedimento

 

La base di partenza è della pasta avanzata, ma nulla vieta di eseguire la ricetta facendo bollire di proposito della pasta nuova.  In questo caso la quantità potrà essere di 120 gr di pasta secca, che non appena cotta dovrà essere condita con  100gr di ricotta fresca, 1 cucchiaio di burro fuso, 2 cucchiai di parmigiano, zeste di un limone intero.

 

Affettare le zucchine a tagliatelle con l'ausilio di un pelapatate. Scaldare in una pentola antiaderente poco olio e la pancetta. Versarvi le zucchine, lasciarle insaporire, cuocere per 8 minuti, salare.  Aggiungere la pasta e lasciar insaporire un poco.   Tenete da parte.

 

In una terrina sbattere le uova con un pizzico di sale, il parmigiano e le foglioline di basilico e origano.

Rivestire una pirofila da forno con carta da forno.  Riscaldare il forno a 180°.   Versare nella pirofila la pasta e le zucchine, distribuirle per bene sul fondo e poi irrorare con le uova.  Cospargere la sommità con parmigiano e pane grattugiato.

Mettetre in forno e cuocere per 20' minuti circa, comunque fino a che non ci sia una bella crosticina.

Sfornare e servire sia calda che tiepida, a vostro piacere.

 

ENJOY !

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Stuzzichini salati
scrivi un commento
1 aprile 2012 7 01 /04 /aprile /2012 11:29

 

 

  Paste-asciutte 8118

 

 

 

Oggi Domenica delle Palme, 1^ Aprile, veramente primavera! C'è un bel sole caldo e un venticello niente male.  L'unica cosa che mi viene in mente e che ho in mente da ieri è di mangiare le bavette al limone! Le bavette erano finite e sono diventate "Bucatini al limone" .

Una pasta secondo me fresca, giusta per questa giornata.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

320 gr di bavette

     2 tuorli d'uovo

200 gr di ricotta fresca

     2 cucchiai di feta sbriciolata finemente

     1 le zeste di un limone intero

     1 il succo di mezzo limone

     1 cucchiaio di burro

     1 cucchiaio di foglioline di origano fresco

        pepe q.b.

 

 

 

Procedimento

 

Mettete a bollire 3 litri di acqua leggermente salata in una capace pentola

Preparate la salsa al limone, sbattendo i tuorli d'uovo, le zeste di limone e il relativo succo, un pizzichino di sale, pepe,

la ricotta e mescolate per bene.  Unite solo alla fine la feta sbriciolata. Assaggiate e regolate di pepe.

 

Nel frattempo lessate le bavette e cuocetele al dente.

Non appena cotte, scolatele tenendo da parte un poco dell'acqua di cottura.Versatele in una pirofila calda nella quale aggiungerete un cucchiaio di burro morbido che si scioglierà al contatto della pirofila e delle linguine calde.  Amalgamate per bene, affinchè le linguine ne risultino velate, poi aggiungete la salsa al limone e un goccino dell'acqua di governo nel caso la pasta risultasse troppo asciutta.

Spezzettate con le mani le foglioline di origano fresco e distribuitele sulla pasta calda, permettendo loro di esalare il loro profumo.

 

Servite immediatamente e  ENJOY!

 

 

 

 

 

 

 

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Pasta
scrivi un commento
30 marzo 2012 5 30 /03 /marzo /2012 16:05

Piatti-di-carne 7985

 

 

Bisogna avere fegato per mangiare fegato e cipolle, cipolle rosse e dorate, glassate all'aceto balsamico, passate al forno....... ma la ricetta è qui, eccola.

 

 

 

La ricetta

 

Ingredienti per  4 persone

 

 

400 gr di fegato di vitello in un sol pezzo

4+4  cipolle rosse e dorate di medio-piccola grandezza

     2  foglie di alloro

     1  paio di cucchiai di aceto balsamico

100  cc di vino bianco secco

     1  spicchio d'aglio

         olio extravergine d'oliva e una noce di burro

         sale e pepe q.b.

      2 cucchiaini di zucchero semolato

      1 filone di pane tipo Toscano oppure Baguette de campagne.

 

 

Procedimento

 

Sbucciate le cipolle e tagliatele a metà come foto.  Scaldate in una padella l'olio e la foglia di alloro, adagiatevi le cipolle

a testa in giù, lasciate che si colorino e poi salate, coprite un attimo  e lasciate cuocere per 10 minuti, controllando di tanto in tanto che non si brucino - eventualmente aggiungete un goccino d'acqua-.

Non appena sono ben rosolate irrorate con l'aceto balsamico, lasciate evaporare e poi aggiungete lo zucchero, cercando di scioglierlo nell'intingolo.

Passate in forno per 8 minuti, giusto il tempo che si caramellino.

 

Lavate bene il fegato, togliete i filamenti nervosi e preparate una padella antiaderente che possa andare in forno direttamente.

Scaldate in essa l'olio, la noce di burro, l'aglio  e una foglia di alloro. Adagiatevi il fegato intero, salato e pepato, lasciate rosolare bene, prima da un lato e poi dall'altro, fate in modo che si sigillino tutti i lati.  Irrorate con il vino bianco e lasciate evaporare.  Passate poi in forno per 10-15 minuti.  Poi toglietelo e lasciate riposare.

 

Tagliate il pane a fette spesse, tostatelo e tenetelo in caldo.

Riprendete il fegato, tagliatelo a fette, glassatelo con l'intingolo di cottura, adagiatelo sul piatto di portata decorando con le cipolle in agro-dolce.

 

ENJOY  !

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Carne
scrivi un commento
29 marzo 2012 4 29 /03 /marzo /2012 15:32

DSCN0262

 

 

Un packed lunch divertente e nutriente.  Colorato all'interno di rosa e verde, saporitissimo per via delle aringhe, diventa un buon antipasto, ma anche un secondo volendo.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 tortine

 

 

2       rotoli di pasta brisé (questa volta già pronta)

2       filetti di aringa affumicata

300  gr di trancio di salmone fresco.

300  gr di asparagi

   60 cc di panna fresca

         foglioline fresche di origano, coriandolo

         pepe

         burro per gli stampini

 

1          foglia di alloro

2          cucchiai di soffritto misto

100 cc di vino bianco

1          cucchiaino di bacche miste

2          gambi di aneto

2          gambi di coriandolo

3          cucchiai di gambi di finocchio e barbette tagliate a dadolata

2   lt     di acqua

 

 

Procedimento

 

In una pentola a bordi alti ma larga da poter accogliere il trancio di salmone nella sua lunghezza, preparate un brodo, facendo bollire l'acqua con la foglia di alloro, il soffritto misto, il vino bianco, le bacche miste, i gambi di aneto e coriandolo, i pezzetti di finocchio. Dopo 5 minuti di bollore, versare il salmone a cui avrete tolto preventivamente le spine centrali.  Lasciategli la pelle, inseritelo con delicatezza nella pentola, non si deve rompere e fatelo cuocere 5-6 minuti. Poi spegnete il fuoco, togliete la padella dal fornello e lasciate che il salmone si raffreddi nella pentola.

 

Non appena freddo, toglietegli la pelle, e sminuzzatelo in una bacinella, aggiungetevi le aringhe anch'esse sminuzzate, le foglioline fresche aromatiche, un pizzico di pepe, gli asparagi a dadini e la panna.  Mescolate e lasciate insaporire.

 

A parte, prendete il burro, imburrate gli stampini e volendo infarinateli leggermente.  Tagliate 4 cerchi di 10 cm di diametro e 4 cerchi da 8 cm di diametro.

Usate i più grandi per rivestire le tortine.  Riempitile con il composto di pesce. Ricopritele con i dischi di pasta più piccoli sigillando per bene i bordi.

 

Ponete in forno a 200° gradi per circa 15-20 minuti, il tempo in cui si colorino.

Servite tiepido, fredde ed a piacimento con insalitina e verdurine di stagione.

 

ENJOY !

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Pesce
scrivi un commento
28 marzo 2012 3 28 /03 /marzo /2012 17:36

Selciati 8040

 

 

Ancora sassi, ma non al mare, sono i sassi per le vie delle nostre città, i selciati che ogni giorno calpestiamo e che mani esperte hanno assemblato per noi.

Spesso trascurati, è vero, ma a volte riescono a dare un'idea di tempo antico, ormai passato.

Oggi......selciati.

 

Selciati 8041

 

 

 

e ancora

 

Selciati 8042

 

 

e da ultimo una vecchia rotaia del "gamba de legn" (tram)

 

Selciati 8043

 

Bettaroberta.

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Viaggi e libri
scrivi un commento
27 marzo 2012 2 27 /03 /marzo /2012 12:28

DSCN0111

 

 

Quaglie al forno con un contorno di crema di spinaci, uvetta e pinoli.

Un secondo delizioso per una cenetta fra amici.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 6 persone

 

6      quaglie

200  gr di pancetta affumicata

2      spicchi d'aglio

6      chicchi d'uva bianca senza noccioli

        mazzetto guarnito di salvia, rosmarino, alloro

150 cc di vino bianco secco

        olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

 

1      kg di spinaci (anche surgelati)

100 cc di panna fresca

1      cucchiaio di pinoli

1      cucchiaio di uvetta

1      spicchio d'aglio

        olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

 

 

Procedimento.

 

Lavare le quaglie, asciugarle e farcirle con un pochino di pancetta, un chicco d'uva e una foglia di salvia a chiusura.

Legare le cosce al petto, salare e pepare.

In una pentola a bordi alti che possa andare direttamente in forno, disporre l'olio, l'aglio, la pancetta rimanente e il mazzetto guarnito.  Lasciar insaporire e poi aggiungere le quaglie.  Farle dorare da entrambi i lati e irrorarle con il vino bianco.  Attendere che il tutto ritorni ad un leggero bollore ed infornare a forno già caldo 220° per circa 35  minuti.

Controllate di tanto in tanto la rosolatura.

 

Nel frattempo in una pentola a bordi bassi e antiaderente, scaldare l'olio e l'aglio, aggiungere i pinoli, poi gli spinaci e l'uvetta.  Salare e portare a cottura in circa 10 minuti.  Riprendere gli spinaci tenendo da parte i pinoli e l'uvetta. Frullate gli spinaci, versateli nella padella di cottura dalla quale avrete tolto i pinoli e l'uvetta, aggiungete la panna e restringete la crema.

 

Con l'aiuto di un coppapasta monoporzione posizionate sul piatto di portata un quadratino di spinaci decorandolo con l'uvetta e i pinoli.  Accostatevi una quaglia, copritela con un pochino di sughetto e .....

 

 

ENJOY!

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Carne
scrivi un commento
26 marzo 2012 1 26 /03 /marzo /2012 12:12

Pane-pizze-focacce 8092

 

La marmellata ve la ricordate? Si è quella di fragole eseguita un po' di giorni fa. Il miele è il millefiori e lo fanno le api. Il burro è del supermercato, così pure l'uva. Il tea è il mio preferito ai frutti di bosco, il pane però è il mio.

Sono andata due settimane fa da un panettiere molto speciale che si trova a 6 km da casa mia e dopo averlo quasi svaligiato avendo comprato tutti i tipi di pane che lui esegue, ho chiesto se mi desse anche del lievito madre.

Me ne ha regalato un paio di etti e io l'ho portato a casa e riposto in frigorifero.  Un giorno si ed uno no, l'ho accudito come un bebè dandogli nuovo cibo  - un cucchiaio abbondante di farina nuova - e da bere - un poco di acqua fresca-.

Il lievito madre si è conservato benissimo e ieri ho deciso di usarne una parte per fare il pane del mattino.

Il profumo è completamente diverso dal pane lievitato con soluzione alcoolica -come ad esempio il lievito di birra - . La crosticina è molto croccante e l'interno morbido e abbastanza alveolato.

Abbiamo cominciato la giornata con il profumo del pane che c'è di meglio?

 

La ricetta

 

Ingredienti per 2 baguette da 560gr l'una

 

600 gr di farina bianca 00 meglio se bio

200 gr di lievito madre

400-500 cc di acqua fresca

     1 pizzico di sale ( a me il pane non piace salatissimo)

   30 cc di olio extravergine d'oliva

     1 pizzico di zucchero

 

Procedimento

 

La sera prima:

Versate la farina in una grande bacinella, distribuite al centro il lievito madre, l'olio, il pizzico di sale e quello di zucchero.

Aggiungete acqua poco per volta e ottenete un impasto morbido, liscio ed elastico.

Riponete la palla ottenuta incisa a croce in una bacinella coperta da pellicola trasparente affinchè non secchi in superficie durante la lievitazione.

Ponete l'impasto  a lievitare nel forno spento.  Lasciatelo tutta la notte.

Al mattino successivo, prendete l'impasto, dividetelo e stendetelo in due rettangoli.  Arrotolateli su se stessi separatamente poneteli su di una placca da forno a lievitare per ancora una buona mezz'ora.

Scaldate il forno a 220° e trascorso l'ultimo tempo di lievitazione, infornate e lasciate cuocere per 45-50 minuti.

Sfornate e lasciate raffreddare.

Buona colazione.

 

ENJOY!

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Pane-pizze-focacce
scrivi un commento
25 marzo 2012 7 25 /03 /marzo /2012 06:45

Risotti 8086

 

 

Un altro risotto per la Primavera, con i carciofi che si sposano benissimo con un riso cremoso leggermente pannato e prezzemolato.

Delicato nel sapore, è un buon primo piatto per iniziare il pasto di una buona Domenica.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

320 gr di Riso Carnaroli

     2 spicchi di aglio

     5 carciofi

   50 cc di panna fresca

   50 gr di Parmigiano Reggiano

      1 cucchiaino di prezzemolo tritato

100 cc di vino bianco

     1 succo di un limone

300 cc di acqua bollente

        olio extravergine d'oliva, sale q.b.

 

 

Procedimento

 

Pulite i carciofi dalle foglie più coriacee e privitale del gambo e delle punte superiori. Togliete la "barbetta" interna e tagliateli a spicchietti che verranno immediatamente messi a bagno in acqua fredda acidulata con il succo di limone.

In una pentola a bordi alti e larga, rosolate l'aglio e l'olio, non appena sfrigola, aggiungete i carciofi ben scolati, lasciateli insaporire e poi bagnateli subito con il vino bianco per evitare che anneriscano.

Fate evaporare un poco il vino e poi aggiungete il riso. Lasciatelo tostare e poi versate acqua bollente a copertura del riso e ancora poco per volta fino a fine cottura, per la quale ci vorranno circa 13-15 minuti.

 

Rimuovete la pentola dal fuoco a pochi minuti dalla fine e mantecate il riso con la panna e il parmigiano. 

 

Distribuitelo nei piatti e spolverare con un pizzico di prezzemolo tritato.

 

ENJOY!

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Riso
scrivi un commento

Presentazione

  • : foodforfun.over-blog.it
  • foodforfun.over-blog.it
  • : Per giocare con il cibo e trasformare gli alimenti in qualcosa di goloso... ma non solo cibo, talvolta fiori, talaltra libri, curiosando qua e là.
  • Contatti

Traduttori

 

 

 

 

    

 

    

 

     

 

Ricerca

EXPO 2015

01_Cover_Logo_1280x400_OK.jpg

foodforfun.over-blog.it

Norme - Copyright © 2017

QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITA' . PERTANTO NON PUO' CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 07/03/2001  

FOODFORFUN.OVER-BLOG.IT  By BettaRoberta Cecconi - All rights reserved

 

 

 

  

 

 

 

indicizzazione motori ricerca