Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
16 aprile 2012 1 16 /04 /aprile /2012 20:23

Piatti-di-carne 8236

 

Buoni, buonissimi; leggeri, leggeressimi, perchè cotti al forno senza alcuna frittura.

Molto pratici ed economici, si presentano bene e hanno un buon profumo, perchè la crosticina non è solo di pane.....

 

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

4       bistecche di fesa di tacchino

500  barba di frate

7       fette di pane in cassetta

50gr di parmigiano reggiano

1       cucchiaiata abbondante di sesamo

         foglie fresche di basilico, origano, coriandolo

         olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

4       fette di formaggio a fondere  - tipo fontina -

1       spicchio d'aglio

2       cucchiaiate di pane grattugiato

 

Procedimento

 

Pulite la verdura e lessatela in abbondante acqua bollente leggermente salata.

Cuocete per 5 minuti, scolate, passate sotto acqua fredda e poi in padella con aglio e olio per altri 5 minuti. Salate e pepate alla fine, rimescolando.

 

Prendete la carne, battetela fra due fogli di pellicola trasparente e predisponetela su di un tagliere. Salatela e pepatela; farcitela con 1 fetta di formaggio per ogni fesa di tacchino e con un ciuffetto di barba di frate.

Arrotolatela su se stessa chiudedendo per prima i bordi.  Irrorate con un goccino d'olio.

 

Nel mixer frullate il pane in cassetta e le foglioline fresche.  Toglietelo dal mixer e mescolatelo con pan grattato e sesamo. Versate il pane su di un foglio di carta da forno e passateci i rollé.  Fate in modo che aderisca una buona quantità di pane e una volta che la carne è completamente ricoperta, adagiatela su di una placca da forno ricoperta di carta da forno. Irrorate ancora i rollé con un goccino d'olio a filo, ma proprio pochissimo.

 

Infornate per 20-25 minuti controllando lo stato della crosticina.  Estraete dal forno e attendete 5 minuti prima di tagliare a fettine.

 

ENJOY!

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Carne
scrivi un commento
15 aprile 2012 7 15 /04 /aprile /2012 14:11

Torte-dolci 8255

 

Domenica! Come si fa a rimanere senza un dolcetto? Non si può e quindi ecco delle tartellette di frolla al cacao e cioccolato con crema pasticcera e frutta, un pulcino qua e là, qualche margherita dei giardinetti..

Buona Domenica.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 20 tartellette

 

250  gr di farina bianca 00

   50 gr di cacao amaro

100  gr di cioccolato fondente

150  gr di burro

150  gr di zucchero

    1   uovo e  1 tuorlo

          gocce di essenza d'arancia

 

250  ml  di latte

  60  gr   di zucchero

  25  gr   di farina

    3          tuorli

    1          limone

     1         stecca di vaniglia

 

Frutta fresca a piacere (uva, kiwi, fragole, frutti di bosco)

 

Procedimento 

 

Fate sciogliere a bagnomaria il cioccolato fondente.

Impastate la farina con lo zucchero, il cacao e il cioccolato fondente.  Aggiungete le gocce d'arancia, il burro e ottenete un insieme sabbiato. A questo punto aggiungete le uova e impastate velocemente affinchè l'impasto non si scaldi.

Avvolgete la pasta in pellicola trasparente e mettete in frigor per 30' minuti.

 

Riprendete la pasta, stendetela fra due fogli di carta da forno e disponetela negli stampini precedentemente imburrati ed infarinati.  Punzecchiate la base con i rebbi di una forchetta e disponete in forno a 200° per 10-15 minuti.

Toglieteli dal forno, lasciateli raffreddare.

 

Preparate la crema pasticcera montando le uova con lo zucchero. Incorporate la farina.

In una casserruola, mettete a bollire il latte con la buccia del limone e la stecca di vaniglia. Al bollore, versatelo sul composto montato e mescolate con cura fino a  completo scioglimento del composto.

Rimettete sul fuoco e mescolando far bollire per 2-3 minuti.

Togliete dal fuoco e trasferite il tutto in una bacinella fredda coprendo la crema con pellicola trasparente che dovrà essere posta proprio sulla crema, non sul bordo della bacinella. Ciò eviterà l'indurimento superficiale della crema.

 

Non appena tutto è a temperatura ambiente, riprendete le tartellette e farcitele di crema. Adagiate su di essa la frutta in modo decorativo e....

 

ENJOY!

 

 

 

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Torte dolci
scrivi un commento
14 aprile 2012 6 14 /04 /aprile /2012 18:53

 

Paste-asciutte 8250

I pizzoccheri si sa sono un piatto strepitoso e la ricetta tipica è stata già eseguita e proposta nel blog l'anno scorso, ma oggi gli ingredienti a disposizione erano tre:  melanzane, pizzoccheri e salsiccia.

La pasta ruvida si è ben amalgamata al sapore pizzicarello delle melanzane e ancor di più a quello di una salsiccia aromatizzata al peperoncino. Sebbene l'insieme appaia visivamente poco armonico, il lato gustativo della questione era più che soddisfacente.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

320 gr di pizzoccheri

400 gr di salsiccia al peperoncino

2               melanzane

1               spicchio d'aglio

2               foglie di alloro

2               foglie di salvia

                 Parmigiano Reggiano a discrezione

                 olio extravergine d'oliva, sale q.b.

 

 

Procedimento

 

Affettate le melanzane per il senso della lunghezza. Ottenete delle fette dello stesso spessore che taglierete a loro volta a listarelle. In una larga padella antiaderente scaldate l'olio e l'aglio. Versate le melanzane, lasciate insaporire uniformemente e poi abbassate la fiamma e coprite con coperchio.  Lasciate brasare per 10 minuti controllando di tanto in tanto affinchè non si brucino, poi salate a fine cottura. Tenete in caldo.

 

Scaldate una padella antiaderente e disponete al suo interno la salsiccia priva del budello e sbriciolata. Aggiungete le foglie di alloro e coprite con coperchio. Lasciate sudare la salsiccia lentamente e fate in modo che cuocia rosolando nel suo grasso; tempo necessario 15 minuti

 

Nel frattempo fate bollire acqua leggermente salata, nella quale cuocerete i Pizzoccheri.

Non appena saranno cotti, scolarli mantenendo un mestolo della loro acqua di governo.

Versate nella padella delle melanzane, la salsiccia con tutto il suo grasso e i pizzoccheri.  Saltate in padella e se necessario aggiungete un goccino d'acqua di cottura.

Spolverate di  Parmigiano se desiderate, ma la pasta è già abbastanza saporita così.

 

ENJOY!

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Pasta
scrivi un commento
13 aprile 2012 5 13 /04 /aprile /2012 20:33

Stuzzichini-salati 8245

 

 

 

Questo è un recupero creativo, salva Appetizer dell'ultimo minuto e imprevisto!

Un po' di mollica di pane con erbe fini fresche tritate, qualche semino di sesamo e poco più - scarto di una panatura di una fesa di tacchino che presenterò domani - un mazzettino di barba di frate e uno spicchietto di pomodorino Pachino, diventano un appetitoso aperitivo in attesa del pasto.

 

La ricetta

 

 

Ingredienti per  30 bocconcini

 

 

250 gr di pane in cassetta

100 gr di pane grattugiato

  50 gr di parmigiano grattugiato

     2 cucchiaiate di semi di sesamo

     2 cucchiaiate di erbe fini fresche : basilico,dragoncello, timo,maggiorana, coriandolo, origano

     2 uova grandi

     1 goccino di latte

     1 pizzico di sale

         olio per friggere

500 gr di barba di frate

     1 spicchio d'aglio

        olio extravergine d'oliva

  10 gr di pomodorini Pachino

 

Procedimento

 

Pulite e lavate con cura la barba di frate. Immergetela in acqua bollente leggermente salata per  5 minuti.  Scolatela e passatela in padella con aglio e olio. Salatela e rigiratela ancora una volta a fuoco vivace. Spegnete e disponete in un piatto di servizio.

Frullate il pane in cassetta con le erbe fini e il parmigiano.  Versatelo in un'insalatiera e aggiungetevi il pane grattugiato, il sesamo, un goccino di latte, un pizzico di sale.  Impastate e formate delle piccole palline. Tenete da parte.

In una casseruola a bordi alti, scaldate l'olio e non appena a temperatura, immergetevi le palline che si cuoceranno velocemente, dorandosi uniformemente.

Scolatele e tenetele da parte.

Lavate i pomodorini e tagliateli a spicchietti.

Montate i bicchierini, adagiando su di un lato la barba di frate, versando i bocconcini nel bicchiere e decorando con i pomodorini.

 

ENJOY !

 

 

 

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Stuzzichini salati
scrivi un commento
11 aprile 2012 3 11 /04 /aprile /2012 14:34

 

Insalate-estive 8225

E' un'insalatina primaverile con un tocco d'autunno - noci e uva - che ben si sposa nei giorni odierni.

Coloratissima, freschissima, saporitissima, che altro....

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

500 gr di  foglie di spinaci fresche

300 gr di  asparagi

300 gr di  caprino monoporzione

100 gr di  acini di uva bianca e nera senza semi.

     1 manciatina di noci

         olio extravergine, sale e pepe q.b.

         glassa di aceto balsamico

 

Procedimento

 

Lavate le foglie di spinaci e tenetele da parte.

Pulite gli asparagi e privateli del gambo inferiore. Bolliteli in acqua bollente leggermente salata per 8-10 min max.

Scolateli e passateli sotto acqua fredda. Teneteli da parte.

Preparate un piatto da portata. Disponete le foglie di spinaci, le punte d'asparago, i chicchi d'uva tagliati a metà, i caprini e i gherigli di noce.

Condite con olio extravergine d'oliva, un pizzichino di sale e la glassa di aceto balsamico.

 

ENJOY!

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Insalate Estive
scrivi un commento
10 aprile 2012 2 10 /04 /aprile /2012 11:50

Torte-salate 8220

 

Dopo tutte le uova usate per gli impasti e quelle in insalata, oggi una schiacciata di sfoglia sottile con solo verdura, niente formaggi, niente di niente, se non il sapore verde e croccante, dolce e penetrante dei vegetali usati.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 1 schiacciata

 

1       rotolo di pasta di sfoglia

5       carciofi romani

600  gr di asparagi (1mazzetto)

300  gr di pisellini primavera

2       spicchi d'aglio

1       limone

100  cc di vino bianco

         olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

 

 

Procedimento

 

Pulite i carciofi dalle foglie esterne coriacee e dal gambo. Tagliate le loro estremità e svuotate il loro cuore con uno scavino. Immergeteli immediatamente in acqua leggermente acidulata con il succo di un limone.

A parte, preparate una padella antiaderente nella quale scalderete olio e aglio. Versatevi poi i carciofi tagliati a spicchietti, lasciate insaporire un minuto e irrorate con vino bianco secco.  Fatelo evaporare e poi salate ed aggiungete un goccino d'acqua. Portate a cottura a fuoco vivace per 10 minuti.  Spegnete  e tenete da parte.

 

Bollite in acqua bollente e leggermente salata gli asparagi, lavati e puliti del loro gambo inferiore.

La bollitura dovrà durare non più di 8 minuti.  Scolateli e immergeteli in acqua fredda. Scolateli nuovamente e tenete da parte.

 

In una padella antiaderente scaldate l'olio e l'aglio, aggiungete i pisellini, lasciate rosolare un attimo e coprite con un poco di acqua. Salate solo alla fine della cottura, cioè a completo esaurimento del liquido contenuto nella padella.

 

Prendete una teglia, foderatela con carta da forno. Stendetevi sopra la sfoglia e distribuite su di essa gli asparagi tagliati a metà, dando loro una disposizione a raggiera.  Versate i carciofi ed il loro sughetto sulla torta ed infornate a 220° per 10 minuti, il tempo necessario che si dori. Sfornatela e distribuite su di essa i pisellini.

 

Servite a piacere sia calda che fredda.

 

ENJOY!

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Torte salate
scrivi un commento
9 aprile 2012 1 09 /04 /aprile /2012 07:52

Piatti-con-verdure 8213

 

 

E' un bocconcino d'assaporare tutto in una volta. Non appena in bocca, la corposità del tuorlo avvolge la freschezza del pomodoro.  Di facilissima esecuzione, con una cottura di pochi minuti in forno, è un simpatico "aperitivo" per iniziare un pranzo primaverile, Pasqua per esempio!

 

La ricetta

 

Ingredienti necessari

 

500 gr di pomodorini ciliegia

             uova di quaglia in proporzione

             foglioline di origano fresco

             olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

             foglie fresche di spinaci

 

 

Procedimento

 

Lavate i pomodorini, tagliate loro la calotta rotonda e tenetela da parte per fare il "cappellino" del bocconcino.

Svuotateli dai semi, metteteli a testa in giù affinchè tutta la loro acqua fuoriesca. Lasciateli così almeno 30 minuti.

Riprendeteli, salateli leggermente, ungeteli con un filo d'olio, mettete la fogliolina di origano fresco al loro interno e versatevi l'uovo di quaglia fresco.

Disponeteli in una pirofila stile cup-cake, affinchè possano stare ben allineati ed in piedi. Accostate ad ognuno il cappellino e mettete in forno a 180° per 8' minuti.

Sfornateli, disponete su cucchiai singoli o su piatto decorando con una foglia di spinaci.

 

ENJOY!

 

P.S. la quantità degli ingredienti è indicativa. Ho servito tre pomodorini a testa e quindi la proporzione è tre di tutto a commensale.

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Verdure
scrivi un commento
8 aprile 2012 7 08 /04 /aprile /2012 14:21

Fiori 8194

 

 

Buona Pasqua a tutti!

 

Le uova sode sono proprio un classico al quale si rinuncia difficilmente, soprattutto se in casa ci sono bambini; si, perchè danno l'occasione di giocare un po' prima che noi le si addenti.

Il ricordo delle uova colorate è fermo nella mia memoria: bambina in una casa di campagna a Pian di Carpine, Magione, e precisamente a casa della mamma di Mario.

Questa signora era una vecchina tostissima, di una forza e volontà decisamente sui generis.  Aveva le galline e le loro uova fresche venivano bollite e raffreddate e poi date a noi bambini che con i pennarelli le coloravamo artisticamente.

La giornata di Pasqua si apriva subito con profumo di pane e formaggio, perchè la prima cosa da cuocere al forno era proprio la torta Pasqualina,  (pane al pecorino e uova la ricetta si trova sul blog) che si sarebbe poi gustata con il capocollo, sempre per prima colazione.

Seguiva  la battaglia delle uova sode, un'insalatina con le stesse appena rotte, un bicchiere di vino bianco e via per la messa.

Questa era una messa di vera sofferenza, non tanto per il rito in sé, bensì per tutto quello che si era mangiato a colazione.

Dopo 40 giorni di astinenza (niente pasticci e una dieta ferrea) dovuti alla Quaresima, la mattina di Pasqua diventava gaudium magnum, nel vero senso della parola,  se magnava a quattro palmenti, dimenticandosi che di lì a poco la messa ci aspettava al varco.

Durante la funzione, la sete attanagliava tutti noi, ma una sete che saremmo stati disposti anche a bere l'acqua nelle acqua santiere pur di dissetarci.  Naturalmente, ciò era più che vietato e impensabile, quindi - si contavano i minuti- alla fine del rito. Noi bambini poi scappavamo fuori sul sagrato e via alle fontanelle più vicine.

 

In ricordo dei tempi andati propongo un cestino di uova miste, da usarsi come centro tavola per la giornata odierna.

 

 

La ricetta

 

Necessaire & Ingredienti per 1 cestino

 

1     cestino di vetro possibilmente o comunque di materiale impermeabile

1     rettangolo di Oasis -spugna per fiori

6     uova meglio se con guscio bianco (1 a commensale)

1     sacchettino di uova di cioccolata

1     mazzo di edera

2     mazzetti di margherite bianche

1     mezzetto di margherite rosa

4-5 pulcini di peluche

1     rametto di nocciolo contorto

1     fiocchetto del colore preferito

1     confezione di tempere ad acqua

1     rotolino di fil di ferro

 

 

Procedimento

 

Bollite le uova per 10 minuti in acqua bollente. Scolatele e raffreddatele.

Prendete le uova, se sono bianche procedete alla decorazione a vostro piacere con le tempere ad acqua.  Fossero invece quelle a guscio scuro, allora dare un fondo di tempera bianca, lasciar asciugare e poi aggiungere i colori a piacere. Lasciate asciugare, magari utilizzando il phon.

Disponete l'oasis nel cestino. Bagnatela e lasciate che l'acqua venga assorbita completamente.

Prendete le foglie di edera e formatene piccoli mazzetti i cui gambi dovranno essere attorcigliati con del fil di ferro.

Disponete l'edera così formata su tutta la circonferenza del cestino.

Prendete le margheritine bianche, attorcigliate il loro gambo con fil di ferro. Inseritele al centro del cestino formando un cerchio. Procedete nello stesso modo con le margherite rosa.

Recuperate le uova, adagiatele sulle foglie, sparpagliate qua e là gli ovetti di cioccolato ed i pulcini.

Infiocchettate il rametto di nocciolo contorto con un nastro del colore a piacere e ......

 

ENJOY!

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Fiori
scrivi un commento
7 aprile 2012 6 07 /04 /aprile /2012 14:25

Paste-asciutte 8188

 

 

Sul mio balcone ho vasi di piantine odorose :

 

- Origano

- Basilico

- Salvia

- Rosmarino

- Timo

- Coriandolo

- Alloro

 

Io non resisto alle nuove tenere verdi foglie e le adopero a profusione, perchè il loro profumo ed il loro colore è per me inebriante. Bastano solo loro a dare un tocco di diversità ad una pasta semplicissima come quella nella foto, se poi aggiungiamo zeste d'arancia, pinoli, aglio e cipolle di Tropea, beh allora......

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

320 gr di spaghetti nr. 5

     2 spicchi d'aglio

     1 manciatina di foglioline di : basilico, origano, salvia, coriandolo

     2 cipolle rosse di Tropea di media grandezza

     1 zeste di un'arancia

        olio extravergine d'oliva (siate generosi)

        sale e pepe q.b.

 70  gr di pecorino romano grattugiato.

 

 

Procedimento

 

Mettete a bollire l'acqua per la preparazione della pasta.

In una capace padella scaldate l'olio, l'aglio e una buona parte di foglioline; non appena rosolano, aggiungete le cipolle tagliate a fettine.  Lasciate imbiondire leggermente, salate ed eventualmente versate un paio di cucchiai di acqua bollente per ammorbidirle. Fate cuocere per 5 minuti, poi aggiungetei pinoli,  e solo alla fine, quando il liquido si sarà rappreso, le zeste di arancia.   Spegnete il fuoco, togliete l'aglio e tenete da parte.

 

Bollite la pasta, scolatela al dente,  ripassatela in padella con il sugo alle cipolle, servitela cosparsa di pecorino romano, foglioline fresche e una spolverata di pepe.

 

ENJOY !

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Pasta
scrivi un commento
6 aprile 2012 5 06 /04 /aprile /2012 19:43

Piatti-con-verdure 8177

 

 

 

 

Foglie fritte in un'impanatura rinforzata per un appetitoso contorno o aperitivo.

Le coste sono accompagnate da un pochino di pizzicore:  Wasabi,  e  colore: Ketchup.

Una tira l'altra, quasi come le ciliegie, perchè si sa, ciò che è fritto è tutto buono, anzi di più (purtroppo).

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

1       cespo di coste

3       uova

300  gr di pane grattugiato

  50  gr di parmigiano reggiano

    2  cucchiai di semi di sesamo

    1  spicchio d'aglio

        olio extravergine d'oliva

     1 pizzico di sale

     1 pochino di ketchup

     1 pochino di Wasabi

 

Procedimento

 

Lavate le coste con cura, privatele della base e sbollentatele in acqua bollente e leggermente salata giusto 5 minuti, solo il tempo necessario a che le foglie verdi s'inteneriscano.

Scolatele, passatele sotto acqua fredda e disponetele aperte su di un canovaccio.

A parte sbattete le uova con un pizzico di sale.

Preparate il pane aggiungendo formaggio e semi di sesamo.

Procedete all'impanatura, immergendo le coste nell'uovo e poi nel pane.

In una padella molto larga, scaldate l'olio extravergine d'oliva e l'aglio.  Non appena insaporito, adagiatevi le coste, poche per volta.

Cuocetele prima da un lato poi dall'altro, scolatele su carta assorbente e servite caldissime con Ketchup e Wasabi.

 

ENJOY!

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Verdure
scrivi un commento

Presentazione

  • : foodforfun.over-blog.it
  • foodforfun.over-blog.it
  • : Per giocare con il cibo e trasformare gli alimenti in qualcosa di goloso... ma non solo cibo, talvolta fiori, talaltra libri, curiosando qua e là.
  • Contatti

Traduttori

 

 

 

 

    

 

    

 

     

 

Ricerca

EXPO 2015

01_Cover_Logo_1280x400_OK.jpg

foodforfun.over-blog.it

Norme - Copyright © 2017

QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITA' . PERTANTO NON PUO' CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 07/03/2001  

FOODFORFUN.OVER-BLOG.IT  By BettaRoberta Cecconi - All rights reserved

 

 

 

  

 

 

 

indicizzazione motori ricerca