Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
27 luglio 2012 5 27 /07 /luglio /2012 21:02

Risotti 8922

 

Settimana del risotto a casa mia, sia quello dolce che quello salato. Casualmente, ma un giorno perchè avevo voglia di Pakistan, un altro perchè c'era il pesce persico d'accompagnare e un altro perchè Chicca vuole cenare preferibilmente con il risotto, mi sono resa conto solo oggi di aver fatto una cura di riso sebbene non provenga da Vercelli. Tant'è da domani solo bistecca ai ferri!

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

320 gr di riso Carnaroli

     1 scalogno piccino

     3 cucchiai di verdurine miste da minestrone (senza patate)

        olio extravergine d'oliva, 1 noce di burro sale e pepe q.b.

     1 cucchiaio di concentrato di pomodoro

   50 gr di Parmigiano Reggiano

500 cc di brodo o acqua bollente

500 gr di salsiccia a palline

     1 foglia di alloro

        foglie di basilico per decorazione

 

Procedimento

 

In una padella antiaderente ben calda versate le palline di salsiccia e la foglia di alloro. Lasciate rosolare a fuoco bassissimo sino a che le palline divengano ben dorate.  Niente sale, niente condimento. Non appena cotte, toglietele dal fuoco e tenetele da parte.

 

In una pentola a bordi alti versate l'olio, la noce di burro, lo scalogno tritato fine, lasciate rosolare. Aggiungete il concentrato di pomodoro, tostate, poi le verdurine.  Lasciate insaporire, aggiungete il riso. Fatelo tostare, versate il brodo e portate a cottura in 15 minuti.

A cottura ultimata mantecate con parmigiano.

Versate nei piatti e decorate con le palline di salsiccia e le foglie di basilico.

 

ENJOY!

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Riso
scrivi un commento
25 luglio 2012 3 25 /07 /luglio /2012 17:57

Piatti-di-pesce 8919

 

 

Trattasi della rivisitazione del famosissimo  Riso e pesce persico che si mangia sul lago di Como; rivisitazione perchè:

 

1- il riso non è scolato bensì un risottino parboiled

2- il persico non è proprio quello del lago, ma quello africano del supermercato

3- gli onion rings non sono propriamente lombardi, ma poco ci importa

4- la glassa di aceto balsamico non è decisamente contemplata, ma io ce la metto lo stesso.

 

L'insieme è gradevole, abbastanza veloce la preparazione, l'unica nota stonata: "manca il lago"!

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

400 gr di pesce persico fresco in filetti

    3  cucchiai abbondanti di farina bianca per la panatura

    1  lt di olio per friggere

 

320 gr di riso parboiled (perchè è preferibile che i chicchi siano un po' più separati)

    1  scalogno

500 cc di acqua o brodo

        olio extravergine d'oliva, una noce di burro, sale e pepe q.b.

 

    3  scalogni grandini da tagliare a rondelle

         rametti di timo fresco

         glassa di aceto balsamico per guarnire

 

Procedimento

 

Preparate un soffritto con lo scalogno, l'olio e la noce di burro.  Rosolate e tostatevi il riso parboiled. Aggiungete il brodo poco per volta, salate e portate a cottura in 15 minuti.

 

Nel frattempo, tagliate i filetti in pezzi di dimensioni più o meno simili. Sciacqueteli sotto acqua corrente, tamponateli un pochino con carta assorbente e poi passateli nella farina in modo che ne vengano ricoperti su tutti i lati.

Tagliate gli scalogni a rondelle e spolverateli di farina. Tenete da parte.

 

In una padella larga ma a bordi alti, versate l'olio per friggere.  Attendete fino a che raggiunga la temperatura, ve ne accorgerete immergendo un solo elemento e nel vederlo subito friggere.  Adagiate i filetti che dovranno essere immersi. Lasciateli cuocere per almeno 5 minuti da un lato e poi girateli finendo la cottura.

Non appena ben dorati, scolateli e teneteli da parte.

 

Friggete gli anelli di scalogno, sempre ad immersione, essendo piccoli ci vorranno pochi minuti.

 

Riprendete il risotto, formate delle quenelle e disponetele nei piatti dei commensali, aggiungete i filetti di pesce e gli onion rings; decorate con rametti di timo fresco e glassa di aceto balsamico, una spolveratina di pepe sul riso e di sale sul pesce.

 

ENJOY  !

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Pesce
scrivi un commento
23 luglio 2012 1 23 /07 /luglio /2012 17:14

Dolci-al-cucchiaio 8902

 

E' una rivisitazione del riso dolce indiano, decisamente meno calorico del loro in quanto privo di ogni tipo di grasso e contenente solo un po' di zucchero.  Il sapore è mediterraneo:  i classici canditi, mandorle, pinoli e  codette colorate.  Le ciliegie diventano il lato coloratissimo e dolce-alcolico del piatto.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

300 gr di riso parboiled

2      confezioni piccole di macedonia candita

2      bustine di pinoli

15   nocciole

100 gr di uvetta di corinto e uvetta candita

5      cucchiai di zucchero semolato

        gocce di essenza di limone, arancia, vaniglia e rhum

1      confezione di codette colorate

1      cucchiaio fra zeste di limone e arancia

500 gr di ciliegie

2      cucchiai di zucchero

1      succo di metà arancia

50    cc di Alchermes.

 

Procedimento

Ammollate le uvette in acqua tiepida.

In una pentola a bordi alti lessate il riso in abbondante acqua leggermente salata.

Scolatelo e raffreddatelo sotto l'acqua fredda. Tenete da parte.

In una padella antiaderente e larga, versate lo zucchero ed il cucchiaio di acqua, aggiungete gli aromi e non appena vedete che incomincia a sciogliersi e a fare le bollicine, versate il riso, lasciatelo tostare un pochino e fate in modo che lo zucchero venga assorbito in pieno dai chicchi.  Togliete il riso dalla padella e lasciatelo raffreddare.

Tostate i pinoli e le nocciole in un tegame antiaderente, lasciate che diventino croccantini e poi rimuoveteli e asciugateli dall'eccesso di olio con un panno carta.

Non appena il riso è fresco, aggiungete i canditi, le uvette precedentemente ammollate, le zeste, i pinoli e le nocciole, le codette (un paio di cucchiaini) mescolate e mettete in frigorifero.

 

Nel frattempo preparate le ciliegie, affettatele a metà, togliete i noccioli e versatele in una pentola antiaderente nella quale aggiungerete lo zucchero e il succo d'arancia.

Lasciate che lo zucchero si sciolga e che le ciliegie si ammorbidiscano un poco, poi non appena lo zucchero caramella, versate l'Alchermes e fatelo rapprendere. Non appena otterrete un sughetto abbastanza consistente, spegnete il gas e fatele raffreddare.

 

Servite il riso in ciotoline accompagnate da una cucchiaiata di ciliegie dolci.

 

ENJOY !

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Dolci al cucchiaio
scrivi un commento
21 luglio 2012 6 21 /07 /luglio /2012 18:09

 

 

BISCOTTI 8852

 

 

 

E' che sono ?  Sono barrette di kamut soffiato e ricoperte di cioccolato fondente, la classica ricetta da leccarsi le dita, non dico solo per la bontà, ma proprio per il fatto che il cioccolato è così buono che non si può fare a meno di accondiscendere alla famosa pubblicità che cita: " chi non si lecca le dita gode solo a metà".

Buone per la colazione in quanto ultraenergetiche, ma anche per un fine pasto. Croccantmorbidose, sono le classiche bruttine ma buone.

Provatele, e mi raccomando leccatevi le dita.

 

La ricetta

 

100  gr 1 sacchettino di kamut bio soffiato

300  gr di latte condensato

200  gr di cioccolato fondente al 70%

50    cc di latte per sciogliere il cioccolato

 

Procedimento

 

Scaldate per 5 minuti  il latte condensato in un pentolino antiaderente.  Versate il kamut in un'insalatiera e aggiungete il latte condensato scaldato. Mescolate.

Foderate due teglie da plumcake con carta da forno. Dividete l'impasto in due parti e distribuitelo nelle teglie per ottenere due rettangoli della stessa dimensione e altezza .

Cuocete in forno caldo a 130° per 1h ora.  Togliete dal forno e lasciate raffreddare per 15 minuti. Poi tagliate le barrette della grandezza a voi preferita.

In un pentolino antiaderente mettete il cioccolato tagliato a pezzettini, aggiungete un goccino di latte per volta e lasciate che il tutto si sciolga per bene.

Prendete una barretta per volta e con l'ausilio di una pinza a estremità piatte immergetela nel  cioccolato. Disponetela su di un vassoio ricoperto di carta da forno. Ripetete l'operazione per tutte le barrette e poi mettete in freezer per almeno 1 ora, il tempo affinchè il cioccolato riprenda la sua consistenza.

Toglietele dal freezer e servitele accompagnandole, se usate come dessert, da un buon bicchierino di vin Porto.

 

ENJOY !

 

 

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Biscotti
scrivi un commento
19 luglio 2012 4 19 /07 /luglio /2012 12:39

Paste-asciutte 8837

 

 

Gli gnocchi sono proprio un bocconcino appagante, uno dei tanti comfort food che adoro, sono molto adattabili, nel senso che accolgono molti tipi di condimento e sono subito pronti.

Nel blog c'è la ricetta per farli in casa " Gnocchetti al pomodoro e mozzarella", ma questi in foto sono un buon acquisto al supermercato che mi permette di preparare oggi un pranzo da eseguire in 10 minuti o poco più.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

700 gr di gnocchi di patate

4          zucchine medie

2          spicchi d'aglio

100 gr di parmigiano reggiano

15       foglie di basilico

1         cucchiaio di granella di mandorle tostate

           erba cipollina

           olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

 

Procedimento

 

In una pentola a bordi alti,  portate al bollore 2 lt di acqua.

Al bollore immergete le zucchine tagliate in  4/5 pezzi. Riportate l'acqua al bollore e cuocete per 8-10 minuti. Le zucchine devono essere intere e non spappolate.  Scolatele con un mestolo forato e mantenete l'acqua bollita.

Versate le zucchine in un'insalatiera e frullatele con un mixer ad immersione, aggiungete le foglie di basilico, frullate e lasciate raffreddare un pochino.

A parte in un tegamino antiaderente, scaldate un dito d'olio con due spicchi d'aglio e ancora foglie di basilico a piacere. Aromatizzate l'olio per almeno 5 minuti. Spegnete e tenete da parte.

Riprendete le zucchine, aggiungete il parmigiano e una parte dell'olio aromatizzato.

Versate nell'acqua bollente delle zucchine gli gnocchi, attendete il bollore e non appena  riemergono scolateli in una zuppiera, aggiungete il pesto e  mescolate. Versate gli gnocchi nei piatti e irrorate con l'olio aromatizzato e una spolveratina di mandorle tostate. Decorate con fili di zucchine e erba cipollina fresca.

 

ENJOY !

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Pasta
scrivi un commento
17 luglio 2012 2 17 /07 /luglio /2012 15:32

Dolci-al-cucchiaio 8830

 

 

 

In questi giorni mi sono un po' persa fra i vari impegni e veramente, questo mese di Luglio, non vedo l'ora che finisca!

Oggi ho deciso che ci voleva un premio, anche piccolo, ma ci voleva; e una millefoglie alla frutta fresca di stagione con i lamponi colti a San Primo è una giusta ricompensa!

 

La ricetta

 

Ingredienti per 3 millefoglie

 

1       rotolo di pasta sfoglia

3       pesche

2       albicocche

4       cucchiaiate di lamponi

2       cucchiai di zucchero semolato

2       cucchiai di zucchero a velo + 1 per la decorazione

20     cc di Alchermes

1       succo di mezzo lime

1        paio di gocce di essenza di limone

250   gr di ricotta fresca

200   gr di yogurt greco

          foglioline di menta

 

Procedimento

 

Stendete la sfoglia e ritagliatela in 9 dischetti.  Posateli sulla placca del forno ricoperta di carta da forno, spolverizzate di zucchero a velo ed infornate a 220° per 10 minuti. Non appena dorati, sfornateli e ritagliateli a metà come un panino.

Lasciateli raffreddare ben aperti.

Preparate la frutta, sbucciatela e tagliatela a fettine o dadini. In una padella antiaderente mettete lo zucchero semolato, la frutta e scaldate affinchè lo zucchero si sciolga. Aggiungete il succo di lime, mescolate, alzate la fiamma, versate l'Alchermes e fate restringere per bene, poi spegnete e fate raffreddare.

Mescolate lo yogurt con la ricotta e lo zucchero a velo, riponete in frigorifero fino al momento dell'uso.

Non appena tutti gli ingredienti sono freddi, montate la millefoglie: una base di sfoglia, una cucchiaiata abbondante di crema, un'altra di frutta e così via fino ad un massimo di 3 strati. Coprite con una calottina di sfoglia, spolverate di zucchero a velo, decorate con qualche fogliolina di menta e......

 

ENJOY

 

 

 

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Dolci al cucchiaio
scrivi un commento
14 luglio 2012 6 14 /07 /luglio /2012 19:39

Pane-pizze-focacce 8803

 

 

 

Ho approfittatto di un venticello carino che oggi ha soffiato quasi tutta la giornata ed ho cotto in 15 minuti una schiacciata friabile, saporita e semplicissima da condividere con gli amici per un aperitivo all'istante.

 

 

La ricetta

 

Ingredienti per 1 schiacciata come foto

 

 

1       rotolo di pasta sfoglia

150  gr  di ricotta fresca vacina

2       cucchiai di parmigiano reggiano

6       foglie di basilico

 

 

Procedimento

 

Riscaldare il forno a 220° gradi, stendere la sfoglia su carta da forno, punzecchiarla con i rebbi di una forchetta per non farla gonfiare. 

In una bacinella miscelare la ricotta, il parmigiano e il basilico spezzettato.

Stendere il composto sulla sfoglia coprendo tutta la superficie.  Spolverare con il parmigiano grattugiato ed infornare per 15 minuti. 

Sfornate non appena dorata e servite con accompagnamento di un buon prosecco.

 

ENJOY !

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Pane-pizze-focacce
scrivi un commento
12 luglio 2012 4 12 /07 /luglio /2012 22:02

DSCN1206

 

Questo mese di Luglio è un mese un po' particolare quest'anno. Lo stiamo vivendo con una velocità inverosimile, i giorni stanno passando senza che noi ce ne accorgiamo, nel senso che il turbinio è tale che arriva l'alba e subito è notte.  Ho bisogno di rigenerare le batterie e penso che il modo migliore, almeno per me, sia osservare quello che ho intorno con una maggiore attenzione.

La natura mi attrae sempre e in Lei noto le difficoltà che anche un albero vive, non meno di un essere umano.

Questa foto è per me rappresentativa della forza e del coraggio, dell'istinto di sopravvivenza e della volontà di superare qualsiasi cosa nonostante tutto.

L'albero in questione ha perso gran parte del terreno che ricopriva le sue radici, ma questo non gli ha impedito di continuare il suo percorso. Si è ancorato alla vita  e il suo sforzo è a dir poco ammirevole, degno di essere documentato.

La pianta si trova a San Primo, montagna in provincia di Como, sopra il più famoso Ghisallo, meta ambita da tutti i ciclisti italiani e non.

E' una montagna accogliente, fresca e silenziosamente gioiosa.  Sebbene non si vedano, perchè negli alpeggi più alti, si sentono le campanelle delle mucche e i falchetti svolazzano qua e là sfruttando le correnti ascensionali.

Un bel cielo, begli alberi, bei fiorellini , lamponi e qualche fragolina di bosco sono i regali di questo bosco per noi. 

Vale la pena fermarsi ogni tanto.

 

DSCN1191   DSCN1230     

 

 

DSCN1215          DSCN1231

 

 

 

 

 

 

 

 

Il resto delle foto sono pubblicate nell'album SAN PRIMO.

ENJOY....

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Viaggi e libri
scrivi un commento
10 luglio 2012 2 10 /07 /luglio /2012 15:13

Piatti-di-carne 8792

 

Come fare una "specie di riso Pilaf" senza usare il forno?  Semplice basta fare un risotto Parboiled.

Cosa aggiungere al risotto per farne un piatto completo?  Pollo al limone aromatizzato alla mentuccia.

Il sapore del limone e della menta rende il piatto molto fresco, adatto al periodo se gustato tiepido, a temperatura ambiente.

 

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

1  pollo tagliato in piccole parti

2  limoni

1  lime

    relative zeste di lime e limoni

    foglie di mentuccia

1  mezzo cucchiaino di bacche miste

 

320 gr di riso parboiled

1      bustina di zafferano

1      cucchiaio abbondante di soffritto misto

2      cucchiai abbondanti di verdurine da minestrone (senza patate)

50    cc di vino bianco

500  cc di brodo o acqua bollente

         olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

 

 

Procedimento

 

Lavate il pollo e tagliatelo a tocchetti che immergerete nel succo di 1 limone e sue zeste per almeno 15 minuti.

Scolate il pollo, scaldate  una padella antiaderente e adagiatevi i tocchetti di pollo, versatevi sopra un pochino d'olio fresco, parte delle zeste rimanenti, la mentuccia, sale e pepe. Lasciatelo rosolare per bene e poi spruzzatelo con il resto del limone e metà lime. Portate a cottura in 20 minuti max, dipende dalla grossezza dei tocchetti.

 

Nel frattempo in una pentola larga e a bordi medi, scaldate l'olio, il soffritto e le verdurine, versatevi il riso e fatelo tostare, sfumate con il vino bianco, aggiungete il brodo, salate e coprite con coperchio. Portate al bollore e cuocete per 15 minuti.

A cottura ultimata, sgranate un poco il riso, disponetelo su un piatto di portata, adagiatevi i pezzettini di pollo, spruzzate l'ultima parte di lime, decorate con le zeste e mentuccia fresca ........

 

 

ENJOY!

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Carne
scrivi un commento
8 luglio 2012 7 08 /07 /luglio /2012 09:52

Piatti-di-carne 8781

 

 

 

 

Ho già accennato al fatto che adorerei avere un BBQ enorme di quelli americani con coperchio e tutto il kit necessario a cuocere tonnellate di Hamburger, hot dogs, sausages e chi più ne ha più ne metta, ma considerado la dura legge della città e del condominio, mi ritrovo ad avere la voglia di carne alla brace senza poterla eseguire.

Quindi per ovviare a tale mancanza bisogna sempre escogitare un'alternativa che possa essere quasi paritetica e che allo stesso tempo non faccia della cucina un affumicatoio.  Quindi padella antiaderente e.......

 

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 -6 persone

 

350 gr di salsiccia al finocchietto

400 gr di lonza in un unico pezzo

200 gr di pancetta tagliata a fette di medio spessore

2          peperoni 1 verde, 1 rosso

            pomodorini

            peperoncini multicolor decorativi

4         scalogni grandi

2         spicchi d'aglio

           sale, pepe q.b.

3         foglie di alloro

1         mazzetto di salvia e rosmarino

1         mazzettino di timo fresco

           Senape di Digione a piacere

            stecchini da spiedini almeno 12

1         contorno di insalata mista di stagione

 

 

Procedimento

 

Tagliate la carne, la salsiccia, la pancetta a tocchetti regolari  e i peperoni rosso e verde a quadratini.

Infilate gli ingredienti alternandoli fra loro sugli stecchini.

 

Scaldate  un paio di padelle larghe e a bordi bassi, rigorosamente antiaderenti,  strofinateci l'aglio, spezzettate le erbe aromatiche alloro, salvia e rosmarino e posatevi gli spiedini  6 per padella.

Salate e pepate con cura, aggiungete ora il timo e lasciate rosolare prima un lato e poi girateli affinchè tutti i lati siano ben sigillati.   Sbucciate gli scalogni e tagliateli in quarti, aggiungeteli nelle padelle e coprite con coperchio.

 

A parte preparate un'insalata mista e decorate il piatto di portata con peperoncini multicolor  e pomodorini datterini :

disponetevi al centro gli spiedini e servite con un pochino di senape di Digione a piacere.

 

ENJOY !

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Carne
scrivi un commento

Presentazione

  • : foodforfun.over-blog.it
  • foodforfun.over-blog.it
  • : Per giocare con il cibo e trasformare gli alimenti in qualcosa di goloso... ma non solo cibo, talvolta fiori, talaltra libri, curiosando qua e là.
  • Contatti

Traduttori

 

 

 

 

    

 

    

 

     

 

Ricerca

EXPO 2015

01_Cover_Logo_1280x400_OK.jpg

foodforfun.over-blog.it

Norme - Copyright © 2017

QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITA' . PERTANTO NON PUO' CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 07/03/2001  

FOODFORFUN.OVER-BLOG.IT  By BettaRoberta Cecconi - All rights reserved

 

 

 

  

 

 

 

indicizzazione motori ricerca