750 grammes
Tutti i nostri blog di cucina Segui questo blog Administration + Create my blog
16 gennaio 2013 3 16 /01 /gennaio /2013 10:01

Piatti-di-pesce 1720

 

 

Ogni qualvolta che si parli di salmone a me viene in mente l'IKEA!  Strana associazione di idee? Forse, ma il loro mondo culinario è affascinante in ogni caso.  Il salmone presentato oggi è decisamente italico nel suo sapore e condimento.  Il sole dei pomodori Pachino, l'amarognolo delle olive taggiasche liguri, il verde dei fagiolini.....

 

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

1          metà salmone fresco

 

500 gr di fagiolini primavera

 

300gr di pomodori pachino

1          zeste di un limone intero

 

1          paio di cucchiaini di prezzemolo tritato

1          spicchio d'aglio

            sale, pepe e olio extravergine d'oliva q.b.

3          cucchiai di olive taggiasche

2          cucchiaini di patè di olive taggiasche

3          cucchiaini di capperi

 

1          foglia di alloro

2          cucchiai di soffritto misto

100 cc di vino bianco

1          cucchiaino di bacche miste

2          gambi di aneto

2          gambi di coriandolo

3          cucchiai di gambi di finocchio e barbette tagliate a dadolata

2   lt     di acqua

 

1          baguette intera, magari due a seconda della fame.

 

In una pentola a bordi alti ma larga tanto da poter accogliere tutto il salmone nella sua lunghezza, preparate un brodo, facendo bollire l'acqua con la foglia di alloro, il soffritto misto, il vino bianco, le bacche miste, i gambi di aneto e coriandolo, i pezzetti di finocchio. Dopo 5 minuti di bollore, versare il salmone a cui avrete tolto preventivamente le spine centrali.  Lasciategli la pelle, inseritelo con delicatezza nella pentola, non si deve rompere e fatelo cuocere 5-6 minuti. Poi spegnete il fuoco, togliete la padella dal fornello e lasciate che il salmone si raffreddi nella pentola.

 

Lessate i fagiolini in abbondante acqua leggermente salata per circa 10-12 minuti. Scolateli, sciacquateli in acqua fredda e teneteli da parte. Lavati i pomodorini tagliateli a fettine.  Prendete un'insalatiera versatevi i capperi, le olive ed il loro paté, olio con generosità, lo spicchio d'aglio tagliato a fette grandi da poter togliere con facilità, il prezzemolo, sale e pepe.  Aggiungete i pomodori e lasciate insaporire.

 

Tostate il pane facendone crostoni. Riprendete il salmone ormai freddo, toglietegli la pelle ed adagiatelo sul pane caldo  aprendolo secondo le venature. Irroratelo con un cucchiaio abbondante di condimento alle olive, appoggiate i fagiolini ed ancora il condimento.

ENJOY !

Condividi post
Repost0
14 gennaio 2013 1 14 /01 /gennaio /2013 11:08

BISCOTTI 1706

Molti di noi hanno ancora in casa qualche avanzo di panettone, che è pur buonissimo così com'è, ma si può sempre cambiare un po' il tema, mantenendo la sostanza.  I biscotti di panettone sono speziati, marroni, e morbidi. Cosa volere di più?

 

 

La ricetta

 

Ingredienti per 800 gr di biscotti

 

450 gr di sfarinato di panettone

150 gr di farina 00

1      bustina di lievito per dolci

1      uovo

5      cucchiai di zucchero

1      cucchiaio di spezie ottenuto miscelando

        4 chiodi di garofono ben tritati e ridotti in polvere

        2 cucchiai di cannella in polvere

        3 cucchiai di cacao amaro

150 cc di latte

        zucchero a velo per decorare

 

 

Procedimento

 

Mettete in un mixer i pezzi di panettone e riduceteli in farina. Versateli in un'insalatiera capiente e aggiungete lo zucchero, le spezie, la farina, il lievito. Mescolate per amalgamare gli ingredienti, poi sbattete l'uovo e versatelo nel composto, così pure per il latte, ma questo va versato a filo, poco per volta.

Mixate il tutto ottenendo un impasto morbido ma compatto.  Prendete delle formine a barchetta, o quello che più vi piace e ricavatene dei biscotti da posizionare sulla placca da forno ben distanziati fra loro.

Infornate a 180° per 15' minuti. Lasciate raffreddare e volendo spolverizzate di zucchero a velo.

 

ENJOY !

Condividi post
Repost0
12 gennaio 2013 6 12 /01 /gennaio /2013 13:25

Zuppe 1716

 

Sapete di quei piatti poveri che però non appena si gustano si esclama:" alla faccia del piatto povero"! Ebbene, questa zuppa fatta di semplici elementi è un tipico esempio del caso sovra esposto.

E' una zuppa ricchissima, piena di sapore, con il colore del bosco e un calore invitante.

 

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

 

300 gr di castagne spelate e pre-bollite

     3 cipollotti di Tropea - piccoli

     3 rametti di Timo

     1 foglia di alloro

     1 lt di latte (o 500gr di panna e latte, se preferite)

500 cc di acqua calda

100 gr di speck

     4 carciofi

     1 limone

     1 goccino di vino bianco secco

     1 spicchio d'aglio

  30 gr di burro

    1 pochino d'olio extravergine d'oliva

    1 dado di carne o sale se preferite

        pepe q.b.

 

Procedimento

 

Pulite i carciofi da gambi, filamenti e foglie esterne. Mettete i cuori in acqua fredda leggermente acidulata con il succo di un limone.

Sbucciate i cipollotti e tagliateli finemente, versateli in una pentola a bordi alti insieme al burro. Lasciate rosolare per pochi minuti, aggiungete lo speck e fate tostare, poi tagliate a julienne 3 dei 4 carciofi, 1 tenetelo da parte.  Versateli nella pentola e fateli insaporire.  Aggiungete le castagne, (tenetene da parte qualcuna per decorazione finale) le foglioline di timo, la foglia di alloro, ancora lasciate che s'inebrino dei sapori della pentola, versate poi il latte e l'acqua, salate e portate al bollore. Fate quocere per 30', fino a che le castagne non si sfaldino quasi completamente.

Riprendete l'ultimo carciofo rimasto. Tagliatelo a julienne e rosolatelo in un goccino d'olio con uno spicchio d'aglio. Rendetelo croccantino e colorato, a pochi minuti dalla fine della cottura, aggiungete in padella le castagne "decorative", fatele dorare e poi tenete in caldo.

Ora, ci sono due opzioni possibili:

 

1-  passare la zuppa e renderla cremosa

2-  lasciare la zuppa così com'è e gustare ogni singolo pezzettino che vi capiti in bocca (io ho fatto così)

 

Versare la zuppa bollente nelle cocottine, decorare con i carciofi e le castagne, pepare un poco e.....

 

ENJOY

Condividi post
Repost0
10 gennaio 2013 4 10 /01 /gennaio /2013 18:41

Pane-pizze-focacce 1674

 

Non ho un negozio di porcellane e questa foto sebbene abbia poco cibo, non vuole essere la "reclame" di  nulla, ma che fare se le ciambelline panna-uvetta sono piccine?

 

 

La ricetta

 

Ingredienti per circa 25 ciambelline

 

630  gr di farina 00

250  cc di panna fresca

130  cc di latte

  80  gr di burro

1      qualche goccia di essenza di arancia

1       pizzico di sale

1       bustina di lievito di birra disidratato

60    gr di zucchero semolato

3      manciate di uva sultanina e qualche candito a piacere

        granella di zucchero per decorare

 

Procedimento

 

Scaldare leggermente il latte, la panna, il burro a pezzetti e l'essenza d'arancia.

Setacciare la farina, versare lo zucchero, il sale e l'uvetta. Mescolare e poi aggiungere il composto di latte, panna, burro.

Impastare e formare una palla omogenea.  Riporla coperta a lievitare per almeno 1h, meglio se 2.

Riprendere la pasta e dividerla in panini da 5cm di diametro. Usando un levatorsoli, prelevare una porzione di pasta al centro al fine di ottenere un foro centrale, quasi perfetto.

Preparare uno sciroppo con 3 cucchiai di acqua e 1 di zucchero. Spennellare le ciambelline e applicarvi la granella di zucchero in piccola quantità. Infornare in forno caldissimo 200° per circa 15' minuti, non appena tutte le ciambelle saranno dorate. Estrarle e lasciarle raffreddare. Servire con marmellata, nutella, ma anche con formaggio fresco a piacere.

ENJOY!

Condividi post
Repost0
8 gennaio 2013 2 08 /01 /gennaio /2013 07:23

Piatti-di-carne 1662

 

 

Ogni volta che nel freezer mi ritrovo con un po' di questo e un po' di quello, faccio un mix e cerco nuovi sapori.

Questo in foto ne è un chiaro esempio :  costine di maiale, fusi di pollo, melograno e mandarinetti cinesi, qualche spezia e tutto in forno!

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

4     fusi di pollo

12  costine di maiale

1    melograno e relativo succo

10  mandarinetti cinesi

1    cipollotto di Tropea

1    cucchiaio di spezie miste: Curry, pepe, peperoncino

70  cc di vino bianco

       sale

 

 

Procedimento

 

Prendete una pirofila da forno (anche quelle di alluminio Domopak) e rivestitela di carta da forno.  Adagiatevi i fusi alternati con le costine. Tagliate il cipollotto in quarti e distribuitelo intorno alla carne. Conditela con le spezie, tagliate i mandarinetti a metà, preparate il melograno spremendone un quarto e separandone i chicchi che distribuirete in parte sulla carne ed in parte saranno da conservare per decorazione.  Versate ora il vino e un poco di succo di melograno. Coprite il tutto con pellicola trasparente e mettete in frigorifero per almeno 3 ore, meglio se tutta la notte.

Trascorso il tempo necessario alla marinatura, riprendete la teglia, togliete la pellicola, ravvivate con il succo di melograno tenuto da parte, salate e coprite il tutto, sigillando per bene, con carta di alluminio.

Mettete in forno a 220° per 40', dopodichè riprendete la teglia, togliete il cartoccio e lasciate colorire la carne in forno almeno per altri 10'. Servite la carne bollente con l'aggiunta di melograno fresco e un'insalatina a piacere.

ENJOY !

Condividi post
Repost0
6 gennaio 2013 7 06 /01 /gennaio /2013 08:00

BISCOTTI 1659

 

 

La Befana questa notte ci ha portato la sua immancabile calza, bellissima e così simpatica con una scatola di nuovi biscottini neri,neri, croccantini. E' l'ultimo giorno di queste feste e sebbene adori la Befana nella sua componente fiabesca, mi fa sempre un po' di tristezza arrivare qui. Le vacanze sono finite, UFFA! :)

 

 

La ricetta

 

Ingredienti per 1 scatola

250  gr di Farina 00

  50  gr di cacao amaro

100  gr di Farina di noci (noci tritate finemente con 1 cucchiaio di zucchero)

230  gr di zucchero semolato

   20 gr di miele

150  gr di nocciole sgusciate e spellate

     2  uova intere

     3  tuorli d'uovo

     1  bustina di lievito vanigliato

     1  pizzico di sale

     1  pizzico di cannella a piacere

  3-4 gocce di essenza d'arancia e limone.

 

Procedimento

 

Miscelate le farine e il lievito.

Impostate il forno a 220° e su di una placca da forno ricoperta di carta da forno, tostare per 10 minuti  le nocciole sgusciate e spellate.

Montate due uova intere e tre tuorli con lo zucchero e il miele, nonchè l'essenza d'arancia e limone e sale.

Aggiungete le farine miscelate, mescolate e in ultimo versate le mandorle tostate.

 

Foderate due teglie con carta da forno e preparate dei filoncini di pasta alti un centimetro e larghi tre.

Metteteli in forno a 180° per 15' minuti.  Toglieteli dal forno e tagliateli a losanghe. Rimetteteli in forno per 10 minuti afffinchè si biscottino. Sfornare e lasciare raffreddare.

 

Riponete i biscotti in una scatola di latta per "lunga", forse non troppo per via della bontà, conservazione.

ENJOY!

Condividi post
Repost0
4 gennaio 2013 5 04 /01 /gennaio /2013 14:46

Dolci-al-cucchiaio 1653

 

Mi rendo conto che con tutti i dolci di questi ultimi giorni, forse sia un po' eccessivo proporne un altro, ma questo è di una semplicità e velocità che proprio non si può non catalogare fra i dolci al cucchiaio salva una cena.

Questo dolcino si fa in 15' minuti, giusto il tempo che il cous cous si apra ai sapori che da lì a poco gli cambieranno i connotati. L'insieme è molto intenso, cacao, cannella, chiodi di garofano, torroncini, canditi e ......

 

 

La ricetta

 

 

Ingredienti per 4 persone

 

100 gr di cous cous precotto

150 cc di acqua

2      cucchiai di zucchero

1      paio di gocce di essenza di limone e di arancia

15   gr di cacao in polvere

1     cucchiaino di misto cannella, chiodi di garofano, zenzero

1     cucchiaio e mezzo di canditi misti

1     cucchiaio di polvere di torroncino

4-5 amaretti

1     cucchiaio di gocce di cioccolato

4     ciliegine candite

1     cucchiaio di chicchi di melograno

3     cachi

1     goccino di Grand Marnier

 

Procedimento

 

In una casseruola versate l'acqua, le essenze e lo zucchero, portate al bollore.  In un'insalatiera versate il cous cous e irroratelo con lo sciroppo appena ottenuto. Copritelo e lasciatelo a riposo per 8' minuti.

Riprendetelo e sgranatelo con i rebbi di una forchetta. Non appena a temperatura ambiente, incominciate ad aggiungere tutti gli ingredienti di cui sopra, mescolando prima le polveri e poi tutto il resto tranne le ciliegine.

Tenete da parte e preparate il coulis di cachi.   Sbucciate i cachi, tagliateli a spicchi e deponeteli in un contenitore a bordi alti. Usate un mixer ad immersione ed ottenete un buon frullato. Passatelo al chinoise per renderlo il più liscio e cremoso possibile, aggiungete un goccino di Gran Marnier e mescolate con cura.

Disponete nei piatti il cous cous nella forma che preferite. Deponete sul top una ciliegina decorativa e distribuite nel piatto il coulis di cachi.

ENJOY !

Condividi post
Repost0
2 gennaio 2013 3 02 /01 /gennaio /2013 08:11

Risotti 1634

 

Bene, molto bene, finalmente siamo tornati alla semplice normalità!  Un risottino simpatico, perchè rosso e ben augurante,  per ritornare ad un livello di "colesterolo" nella scala dell'accettabile!

Scherzo, ma dopo tutti i dolci, le bollicine, i paté e ogni altra forma di cibo propostaci e assimilata in questi giorni, ho bisogno di ritornare, lentamente, ad un ritmo meno frenetico e quindi cosa meglio di un risotto? Niente, almeno per me!

 

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

320 gr di riso Carnaroli

1      cucchiaio di concentrato di pomodoro

1      cucchiaio di soffritto misto

1      vasetto di paté di olive taggiasche

1      vasetto di olive taggiasche

4     steli di erba cipollina

50   gr di Parmigiano grattugiato

70   cc di vino bianco secco

1     noce di burro

400 cc di acqua bollente o brodo di carne

        olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

 

 

Procedimento

In una casseruola a bordi alti imbiondire il burro e l’olio e far sudare il soffritto misto. Aggiungere  il concentrato di pomodoro e lasciarlo asciugare per bene, affinchè perda la sua acidità, versare il riso.  Tostarlo e non appena traslucido, aggiungere il vino e lasciarlo evaporare, poi il brodo caldo poco per volta, facendolo assorbire dal riso. Salare e cuocere per circa 12-15 minuti se si desidera una cottura al dente,  qualche minuto in più per una cottura media. A cottura avvenuta, togliere dal fuoco e  mantecare con una nocetta di burro e parmigiano reggiano. Decorare con una quenelle di paté di olive taggiasche circondata da uno stelo di erba cipollina e da olive a corona.

Il paté potrà poi essere mischiato al riso da ogni commensale.

ENJOY!

Condividi post
Repost0
31 dicembre 2012 1 31 /12 /dicembre /2012 10:44

Piatti-di-carne 1614

 

Sembra in apparenza un arrosto assai banale, e in parte lo è nell'esecuzione, ma la sua particolarità sta nell'aroma che è dato dall'aceto balsamico che lo avvolge. Le verdurine colorate gli fanno compagnia e le cipolline e l'uva con la loro dolcezza bilanciano l'agretto che è in lui.

 

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

800 gr di arrosto di lonza

1      scalogno

1      spicchio d'aglio

1      foglia di alloro

1      foglia di salvia

1      rametto di rosmarino

80   cc di aceto balsamico

1     bicchiere d'acqua

        olio extravergine d'oliva, sale e  pepe q.b.

 

Verdurine

300 gr di carotine mini

1     confezione di cipolline borettane

20   acini d'uva bianca

1     cucchiaio di zucchero

1    foglia di alloro

200 gr di fagiolini verdi baby

 

 

Procedimento

 

In una pentola a bordi alti, che possa andare in forno,  scaldate l'olio, lo scalogno, lo spicchio d'aglio e le erbe aromatiche.  Adagiate la carne preventivamente salata e pepata. Lasciate colorire e sigillare a fuoco molto vivace tutti i lati e quando ben dorata, versare  (mai sulla carne direttamente) l'aceto balsamico e un bicchiere d'acqua.  Riportate il sugo al bollore e infornate a 200° gr per almeno 35'-40' minuti, ma in ogni caso fino a che la carne non raggiunga la temperatura interna di 65°-67° gradi C.

Nel frattempo preparate le verdure. Lessate i fagiolini e separatamente le carotine.  Scolatele e raffreddatele in acqua fredda per mantenere il colore.  Passatele poi velocemente in padella con un filo d'olio, salate e pepate leggermente.

In una padella antiaderente scaldate l'olio e la foglia d'alloro, versatevi le cipolline, salatele e lasciate insaporire per un paio di minuti. Aggiungete lo zucchero, fatelo sciogliere, gli acini d'uva e un mezzo bicchiere d'acqua. Riportate al bollore e trasferite in una pirofila da forno. Cuocete a 200° per 15' minuti, il tempo in cui il liquido si sarà assorbito e le cipolline divenute dorate.

Riprendete l'arrosto, toglietelo dalla pentola e lasciatelo riposare per 8-10' minuti al caldo. Filtrate il sugo togliendo gli odori e rimettetelo in padella a restringere. Nel caso in cui fosse troppo liquido, miscelate in una scodellina mezzo cucchiaino di farina con altrettanto acqua fredda e poi aggiungete il composto al sugo, mescolando velocemente per evitare la formazione di grumi.

Tagliatelo a fette, guarnitelo con cipolline e uva, fagiolini e carotine, irroratelo con il sugo e servite.

 

ENJOY !

Condividi post
Repost0
29 dicembre 2012 6 29 /12 /dicembre /2012 09:28

Paste-asciutte 1604

 

 

 

Ecco un primo piatto ricco, ma leggero, nel senso che si tratta di un raviolo ripieno di patate che aiutano a mixare il sapore del sugo di pesce. Le conchiglie e il gamberone sono il valore aggiunto.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

100 cc di acqua

300 gr di farina 00 (oppure 150 di semola e 150 di farina 00)

1           cucchiaino di sale

1           spicchio d'aglio (anche 2 se non siete irritabili al bulbo)

14         foglie di basilico

3-4       cucchiai di olio extravergine d'oliva

450 gr di patate a buccia rossa

40   gr di parmigiano grattugiato 

50   gr di pistacchi salati

1     kg di cozze

1     kg di vongole

50   cc di vino bianco secco

8     gamberi

20   pomodorini ciliegia

3     spicchi d'aglio

1     spruzzo di Whiskey

       olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

 

Procedimento

 

Preparazione del ripieno
Cuocete le patate, una volta bollite sbucciatele e riducetele in purea con uno schiacciapatate; aggiungete gradatamente l’olio, l’aglio tritato finemente, i pistacchi ed il basilico tritato anch'esso. Incorporate il parmigiano grattugiato, fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Lasciate riposare.

 

Preparazione della pasta
Lavorate la farina con l'acqua e il sale molto energicamente fino a quando l’impasto sarà elastico e ben liscio.

Tirate la pasta in sfoglie sottili e ricavatene dei dischetti di 6/7 centimetri di diametro; disponete una piccola quantità di ripieno sulla metà di ogni disco, spennellate tutt'intorno con un pochino d'acqua e  ricoprite con l'altra metà del disco. Unite per bene i bordi affinché non fuoriesca il ripieno.  Cuocete in acqua   salata per 6 o 7 minuti e condite con il sugo di pesce che preparerete nel modo seguente.

 

Lavate le cozze e spazzolatele per bene, togliete la barbetta e risciacquatele sotto acqua fredda corrente.  Fate altrettanto con le vongole, affinchè non contengano residui sabbiosi.

In una padella larga a bordi bassi, versate olio, aglio, una foglia di basilico, fate insaporire e poi aggiungete le conchiglie, salate subito, spruzzate con vino bianco, lasciate evaporare e incoperchiate. Fate cuocere per 8 minuti e non appena le conchiglie saranno aperte e il sughetto leggermente ristretto, togliete la padella dal fuoco.

 

Preparate i gamberi, lavateli e ripuliteli da eventuali residui.  In una padella versate aglio e olio. Lasciate insaporire poi aggiungete i gamberi. Salateli e girateli sull'altro lato. Spruzzateli con il whiskey e fiammeggiatelo. Aggiungete ora i pomodorini tagliati a metà.  Fateli insaporire pochi minuti e poi versate il tutto nella padella delle conchiglie.

Rimettete la padella completa sul fuoco aggiungete i ravioli appena bolliti, fate mantecare la pasta e servite ai commensali con una spolveratina di pepe macinato al momento.

 

ENJOY!

 

 

 

 

Condividi post
Repost0

Presentazione

  • : foodforfun.over-blog.it
  • : Per giocare con il cibo e trasformare gli alimenti in qualcosa di goloso... ma non solo cibo, talvolta fiori, talaltra libri, curiosando qua e là.
  • Contatti

Traduttori

 

Ricerca

EXPO 2015

01_Cover_Logo_1280x400_OK.jpg

foodforfun.over-blog.it

Norme - Copyright © 2021

QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITA' . PERTANTO NON PUO' CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 07/03/2001  

FOODFORFUN.OVER-BLOG.IT  By BettaRoberta Cecconi - All rights reserved

 

 

 

  

 

 

 

indicizzazione motori ricerca