Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
12 agosto 2012 7 12 /08 /agosto /2012 15:44

Piatti-di-carne 8992

 

Siamo in montagna in Svizzera e ci siamo subito abituati al tagliere di legno, senape e ketchup, ma il tutto come sempre casalingo e con un tocco di mediterraneità - melanzane e basilico, wie immer, man sagt hier!

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

8      ali di pollo

10    pomodorini ciliegia

2      carote

1      cipolla dorata

2      foglie di alloro

1      mazzetto di aromi differenti

50   cc di vino bianco

        sedano

1      limone + buccia

1      lime

        senape già pronta

        ketchup fatto in casa per il quale vi servono

1      tubetto di passata di pomodoro

1      paio di cucchiai di zucchero

1      paio di cucchiai di aceto di mele

1      cucchiaio di limone

1      pochino di pepe

        sale q.b.

 

4      melanzane

1      spicchio d'aglio

        olio extravergine d'oliva

 

Procedimento

 

Effettuare un court bouillon con tutti gli aromi e le verdure nonché 1 litro e mezzo d'acqua.  Non appena bolle aggiungete il vino bianco, la buccia di mezzo limone e lasciate ancora insaporire per 10 minuti, passati i quali aggiungerete le ali di pollo ben pulite da ogni residuo. 

Lasciate cuocere per almeno 35-40 minuti.

Nel frattempo preparate il ketchup:  miscelate gli ingredienti poco per volta come se faceste una maionese. Aggiungendo gli acidi (limone ed aceto) a filo. Assaggiate e regolate di sale e pepe.

Controllate il pollo, se pronto, scolatelo, passatelo sotto acqua fredda corrente, riscolatelo e disponetelo su di un piatto, irroratelo di succo di limone e lime, foglie di basilico spezzettate e pomodorini freschi.

Preparate le melanzane tagliandole a dadini e saltandole in aglio e olio.

Servitelo su tagliere con le salsine : senape e ketchup, una cucchiaiata di melanzane, magari qualche cetriolino e la montagna sia con voi.

 

ENJOY!

 

 

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Carne
scrivi un commento
10 agosto 2012 5 10 /08 /agosto /2012 09:47

Torte-salate 9019Mi piace molto giocare con il cibo, penso si sia capito, e in particolare mi piace dissacrare ciò che abitualmente ha un ruolo specifico e farlo diventare altro.

Nella fattispecie la cheese cake è un dolce buonissimo delicato, morbido, accompagnato spesso da deliziosi coulis di frutti rossi, ebbene oggi diventa una ricetta salata, una tortina da fare in poco tempo e che in questi giorni caldi, può salvare una cena.

 

 

La ricetta

 

Ingredienti per  4 persone

 

400 gr di cracker semplici non salati, oppure aromatizzati al rosmarino

100 gr di mandorle tostate e tritate

250 gr di burro

2         spicchi d'aglio

           olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

300 gr di ricotta vaccina

100 gr di yogurt greco

  50 gr di parmigiano reggiano

400 gr di fagiolini verdi baby

             qualche pomodorino ciliegia e foglie di basilico per decorare

 

Procedimento

 

Frullare i cracker molto finemente. Aggiungere nel frullatore le mandorle precedentemente tostate e tritarle finemente.

Miscelare le due farine ottenute.  In un pentolino antiaderente sciogliete il burro con uno spicchio d'aglio. Non appena l'aglio rosola, spegnete il fornello e versate il burro fuso sullo sfarinato di cracker e mandorle.

Ottenete un impasto sabbioso che stenderete a vostra scelta o in una tortiera unica oppure in mini-stampini tutti ricoperti da pellicola trasparente eccedente i bordi.

Livellate con cura e mettete in frigorifero per un paio d'ore.

Nel frattempo  lessate i fagiolini in abbondante acqua bollente e leggermente salata. Scolateli non appena al dente e raffreddateli sotto acqua fredda corrente.

In una padella antiaderente scaldate l'olio, l'aglio e non appena rosola, versatevi i fagiolini, lasciateli insaporire, salate e pepate. Toglieteli dalla padella e lasciateli raffreddare.

Miscelate ricotta, yogurt e parmigiano, regolate con un pochino di sale e pepe.

Riprendete le basi biscottate della cheese cake, spalmatevi sopra il formaggio e i fagiolini tagliati a pezzettini.

Decorate con pomodorini ciliegia e foglie di basilico.

 

ENJOY !

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Torte salate
scrivi un commento
8 agosto 2012 3 08 /08 /agosto /2012 07:36

Piatti-di-carne 9006

 

 

Questo è il sugo della Domenica, anche se oggi è mercoledì e essendo in vacanza è come se fosse Domenica!  E' il sugo del giorno di Festa e soprattutto è il sugo di Sora Maria che una mattina di non ricordo quanti anni fa, in Umbria, sprigionava dalla sua cucina un certo profumino.

Alla domanda:" Signora Maria, cosa sta preparando di buono?"  Lei rispose: " Sto a fa' un sughetto leggero pe le tagliatelle!"  Naturalmente le chiesi come e perchè e lei incominciò con il dirmi che la leggerezza del sugo consisteva in:  salsicce, bocconcini di cinghiale, peperoncino, pomodoro, erbe aromatiche........

Guardandola un poco stranita in quanto per me il sugo leggero è pomodoro fresco e basilico, la lasciai ai suoi compiti, ma a mezzogiorno mi fece assaggiare la sua ricetta.   Come fare a non riproporla qui?  Per me il sugo di Sora Maria è il sugo della Domenica, niente da fare!

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

8      salsicce piccole pepate

350 gr di spezzatino di maiale (o cinghiale se lo reperite)

1      cucchiaio di soffritto misto

1      spicchio d'aglio

1      spruzzatina di vino bianco secco

1      paio di peperoncini mini rossi

2      scatola di pomodori pelati di qualità

        foglie di basilico

        rametti di timo

        olio extravergine d'oliva, sale

 

 

Procedimento

 

In una pentola a bordi alti - tipo cocotte- fate rosolare l'aglio, il soffritto misto, le erbe aromatiche, i peperoncini.  Non appena la cipolla e l'aglio  sfrigolano, aggiungete la carne e le salsicce a bocconcini.  Lasciate sigillare la carne  da entrambi i lati, spruzzatela con un goccino di vino bianco secco. Fate evaporare il vino e aggiungete i pelati spezzettati.

Portate a ebollizione e poi abbassate la fiamma e fate cuocere a fuoco lento per almeno 1 h-ora .

 

Questo sugo è ottimo accompagnato alla pasta, ma è buonissimo anche così da utilizzarsi quasi come uno spezzatino con del pane toscano rigorosamente senza sale.

 

ENJOY!

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Carne
scrivi un commento
6 agosto 2012 1 06 /08 /agosto /2012 13:50

Piatti-con-verdure 8984

 

 

Questa ricetta è una duplice ispirazione.

 

La prima :   ero bambina e in vacanza al sud, nel profondo sud, alloggiavamo presso una signora che affittava camere per accedere alle quali si passava attraverso la sua casa privata.  La sua cucina era - ai miei occhi - enorme. Un grande tavolo centrale di legno marrone con gambe tornite, pieno di piatti e zuppiere, un paio di finestre con inferiate, perchè la cucina si trovava al pian terreno, una grande cucina a gas dove spesso e volentieri la nostra ostessa, cucinava e ci faceva assaggiare le sue ricette.

Novità estrema per me fu l'assaggiare le melanzane fritte accostate all'uvetta dolce e ai pinoli.  Una cosa veramente esotica per una bambina lombarda di sei-sette anni.

 

La seconda: il dripping - cioè lo sgocciolare . Il copyright è di Gualtiero Marchesi, lui esegue un piatto che chiama appunto drIpping che s'ispira ad un quadro di Jackson Pollock. Il piatto di Marchesi è veramente una tavolozza artistica naturalmente, ma nulla toglie che dai maestri si debba sempre imparare qualcosa e imitare, mai copiare!

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

2  melanzane tonde grandi

3  cucchiai di uvetta sultanina

2  cucchiai di pinoli

1  spicchio d'aglio

    olio extravergine d'oliva

    sale e pepe q.b.

    glassa di aceto balsamico per il dripping

    qualche goccia di aceto di mele

 

Procedimento

 

Mettete l'uvetta a bagno in acqua tiepida.

Lavate e tagliate le melanzane a quadratini di uguale dimensione.

In una padella antiaderente scaldate l'olio e l'aglio, versate le melanzane e lasciate rosolare a fuoco vivace. Abbassate la fiamma e coprite con un coperchio per pochi minuti. Riscopritele e fatele saltare tramite la padella senza toccarle con cucchiai o mestoli per evitare che si rompano.

Non appena vedete che si ammorbidiscono, versate i pinoli e lasciateli tostare un poco. Aggiungete l'uvetta, salate e saltate tutti gli ingredienti.

Prendete un coppapasta e disponete nei piatti delle monoporzioni.  Spruzzatele con qualche goccia di aceto di mele e sgocciolate nel piatto la glassa di aceto balsamico.

 

Servite con crostini di pane abbrustoliti.

ENJOY !

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Verdure
scrivi un commento
4 agosto 2012 6 04 /08 /agosto /2012 11:40

Insalate-estive 8983

 

 

I legumi sono la carne dei poveri si dice ed in questi giorni voglia di mangiare carne, sinceramente non ne ho molta, e allora ho pensato di sostituirla con un mix di legumi E per dare croccantezza e freschezza all'insalata ho aggiunto dei finocchi e loro barbetta, e per il sapore in più,  un battuto di pomodori essiccati, aglio, peperoncino.

Niente male, niente male!

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

1  scatola di borlotti

1  scatola di lenticchie

1  scatola di fagioli rossi piccini

1  scatola di ceci

4  gambi di finocchi e relativa barbetta (se volete potete sostituire con del sedano)

7  pomodori essiccati

1  spicchio d'aglio

1  peperoncino piccolissimo

    olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

 

4  mini piadine o crostoni di pane

 

 

Procedimento

 

Sciacquare i legumi sotto acqua corrente e scolarli per bene. Disporli in un'insalatiera. 

Tagliare a rondelle sottili i gambi dei finocchi precedentemente lavati e puliti dai filamenti.

Lavare le barbette dei finocchi e tenere da parte.

Fare un trito con i pomodori essiccati, aglio e peperoncino

Distribuire il trito e i finocchi sui legumi, irrorare di olio extravergine d'oliva, regolare di sale e pepe.

Lasciare insaporire in frigorifero per almeno 30-35 minuti.

Poi, versare sulle mini piadine tostate, passare un filo d'olio e decorare con le barbette di finocchio.

 

ENJOY !

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Insalate Estive
scrivi un commento
2 agosto 2012 4 02 /08 /agosto /2012 13:11

Stuzzichini-salati-8969.jpg

 

La mozzarella è qualcosa di buonissimo e bellissimo a vedersi. Così rotonda, morbida, fresca sempre invitante e perfetta nella sua bianchezza.  Anzichè la solita, ma pur sempre appetitosa Caprese, oggi un change : Pomodorini Pachino al forno e mozzarella: IL BASILICO, per chi ancora non l'avesse capito, è un MUST estivo per me.

 

La ricetta

 

Ingredienti per  3 persone

 

600 gr di Pomodori Pachino

                 Basilico a volontà

2               cucchiai di pane grattugiato fine

                 olio extravergine d'oliva, sale e pepe

1              spicchio d'aglio a discrezione

 

3              mozzarelle vaccine

 

 

Procedimento

 

Tagliate i pomodorini a metà. Rivestite una pirofila da forno con carta da forno. Disponete i pomodorini a raggiera e irrorateli con olio extravergine, l'aglio schiacciato nello spremiaglio, sale, pepe e una spolveratina di pane grattugiato fine. Infornate a forno caldo 220° per 10-15' minuti max.

Lasciate raffreddare e servite con mozzarella, un filo di pepe e l'olio dei pomodorini.

 

ENJOY!

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Stuzzichini salati
scrivi un commento
31 luglio 2012 2 31 /07 /luglio /2012 13:24

Stuzzichini-salati 8966

 

 

 

 

Una rivisitazione del famosissimo Hot-Dog perchè anzichè nel morbidissimo panino, il Wurstel è avvolto da un velo di pasta sfoglia con il sesamo. Sono veloci da fare e nonostante il caldo, il forno andrà per poco tempo,ciò nonostante, optare per  mangiare sul balcone anzichè in cucina, oggi è stata una soluzione.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 fagottini

 

1  rotolo di pasta sfoglia rettangolare

3  wurstel grandi

2  cucchiai di ketchup

2  cucchiai di senape

1  cucchiaio di semi di sesamo.

 

Procedimento

 

Tagliate i wurstel a metà. Srotolate la pasta sfoglia e ricavate dal rettangolo principale altri  4  sotto-rettangoli . Stendete sul lato destro di ogni rettangolo a 2 cm dal bordo una striscia di ketchup. Adagiatevi una metà di wurstel irroratelo di senape e arrotolate la pasta congiungendo i bordi esterni.

Chiudete tutti i lati con i rebbi di una forchetta. Incidete la parte superiore della sfoglia, spennallate con un goccino d'acqua e distribuitevi sopra i semi di sesamo.

Infornate a 220° gradi per 10-15 minuti e non appena saranno dorati toglieteli dal forno.

Lasciate intiepidire e serviteli con un contorno d'insalata croccantina.

 

ENJOY!

 

 

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Stuzzichini salati
scrivi un commento
29 luglio 2012 7 29 /07 /luglio /2012 14:42

Piatti-di-carne 8932

 

Questi ultimi due giorni sono stati veramente da bollino rosso per quanto riguarda il caldo.  35° C a Milano, non sono facili da sopportare.  Figuriamoci poi cucinare e proporre qualcosa di appetitoso e leggero. Mi sono fiondata al supermercato stamattina a comprare del pane fresco e passando dal banco dei salumi, ho trovato la soluzione per il mezzogiorno:  Roastbeef , il resto è venuto da sé!

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

350 gr di Roastbeef già pronto affettato finemente

             il succo di 1 limone

             olio extravergine d'oliva

             erba cipollina e foglioline di timo

     1      cucchiaio di parmigiano grattugiato finemente

 

300 gr di barbabietole cotte al forno

1           spicchio d'aglio

1           pizzico di peperoncino

             olio extravergine d'oliva, sale

 

2           zucchine freschissime e dolci

             aceto di mele

             olio extravergine d'oliva, sale

             Crostini di pane

 

Procedimento

 

Scaldate l'olio con aglio e peperoncino, non appena l'aglio tende a soffriggere, spegnete la fiamma e lasciate raffeddrare

Riducete le barbabietole in purea usando un minipimer.  Salate e emulsionate con 2 cucchiai abbondanti di olio extravergine d'oliva precedentemente aromatizzato con aglio e peperoncino. Assaggiate e regolate di sale a seconda del vostro gusto. Tenete in fresco.

 

Grattugiate finemente le zucchine fresche e crude. Scolatele un pochino e poi conditele con sale, olio extravergine ed aceto di mele.  Tenete in fresco.

 

Tostate le fettine di pane per ottenere dei crostini croccanti.

 

In un vasetto di vetro con coperchio versate quattro cucchiai di succo di limone e tre di olio extravergine, il cucchiaio di parmigiano e erba cipollina tagliata finemente e foglie di timo. Chiudete il vasetto e shakerate.

 

Prendete le fettine di roastbeef,  piegatele a forma di boccioli di rosa. Preparate le quenelle con la purea di barbabietole e con le zucchine grattugiate. Disponetele accanto alla carne, aggiungete i crostini e versate sulle "roselline" la citronette al parmigiano.

 

ENJOY!

 

 

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Carne
scrivi un commento
27 luglio 2012 5 27 /07 /luglio /2012 21:02

Risotti 8922

 

Settimana del risotto a casa mia, sia quello dolce che quello salato. Casualmente, ma un giorno perchè avevo voglia di Pakistan, un altro perchè c'era il pesce persico d'accompagnare e un altro perchè Chicca vuole cenare preferibilmente con il risotto, mi sono resa conto solo oggi di aver fatto una cura di riso sebbene non provenga da Vercelli. Tant'è da domani solo bistecca ai ferri!

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

320 gr di riso Carnaroli

     1 scalogno piccino

     3 cucchiai di verdurine miste da minestrone (senza patate)

        olio extravergine d'oliva, 1 noce di burro sale e pepe q.b.

     1 cucchiaio di concentrato di pomodoro

   50 gr di Parmigiano Reggiano

500 cc di brodo o acqua bollente

500 gr di salsiccia a palline

     1 foglia di alloro

        foglie di basilico per decorazione

 

Procedimento

 

In una padella antiaderente ben calda versate le palline di salsiccia e la foglia di alloro. Lasciate rosolare a fuoco bassissimo sino a che le palline divengano ben dorate.  Niente sale, niente condimento. Non appena cotte, toglietele dal fuoco e tenetele da parte.

 

In una pentola a bordi alti versate l'olio, la noce di burro, lo scalogno tritato fine, lasciate rosolare. Aggiungete il concentrato di pomodoro, tostate, poi le verdurine.  Lasciate insaporire, aggiungete il riso. Fatelo tostare, versate il brodo e portate a cottura in 15 minuti.

A cottura ultimata mantecate con parmigiano.

Versate nei piatti e decorate con le palline di salsiccia e le foglie di basilico.

 

ENJOY!

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Riso
scrivi un commento
25 luglio 2012 3 25 /07 /luglio /2012 17:57

Piatti-di-pesce 8919

 

 

Trattasi della rivisitazione del famosissimo  Riso e pesce persico che si mangia sul lago di Como; rivisitazione perchè:

 

1- il riso non è scolato bensì un risottino parboiled

2- il persico non è proprio quello del lago, ma quello africano del supermercato

3- gli onion rings non sono propriamente lombardi, ma poco ci importa

4- la glassa di aceto balsamico non è decisamente contemplata, ma io ce la metto lo stesso.

 

L'insieme è gradevole, abbastanza veloce la preparazione, l'unica nota stonata: "manca il lago"!

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

400 gr di pesce persico fresco in filetti

    3  cucchiai abbondanti di farina bianca per la panatura

    1  lt di olio per friggere

 

320 gr di riso parboiled (perchè è preferibile che i chicchi siano un po' più separati)

    1  scalogno

500 cc di acqua o brodo

        olio extravergine d'oliva, una noce di burro, sale e pepe q.b.

 

    3  scalogni grandini da tagliare a rondelle

         rametti di timo fresco

         glassa di aceto balsamico per guarnire

 

Procedimento

 

Preparate un soffritto con lo scalogno, l'olio e la noce di burro.  Rosolate e tostatevi il riso parboiled. Aggiungete il brodo poco per volta, salate e portate a cottura in 15 minuti.

 

Nel frattempo, tagliate i filetti in pezzi di dimensioni più o meno simili. Sciacqueteli sotto acqua corrente, tamponateli un pochino con carta assorbente e poi passateli nella farina in modo che ne vengano ricoperti su tutti i lati.

Tagliate gli scalogni a rondelle e spolverateli di farina. Tenete da parte.

 

In una padella larga ma a bordi alti, versate l'olio per friggere.  Attendete fino a che raggiunga la temperatura, ve ne accorgerete immergendo un solo elemento e nel vederlo subito friggere.  Adagiate i filetti che dovranno essere immersi. Lasciateli cuocere per almeno 5 minuti da un lato e poi girateli finendo la cottura.

Non appena ben dorati, scolateli e teneteli da parte.

 

Friggete gli anelli di scalogno, sempre ad immersione, essendo piccoli ci vorranno pochi minuti.

 

Riprendete il risotto, formate delle quenelle e disponetele nei piatti dei commensali, aggiungete i filetti di pesce e gli onion rings; decorate con rametti di timo fresco e glassa di aceto balsamico, una spolveratina di pepe sul riso e di sale sul pesce.

 

ENJOY  !

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Pesce
scrivi un commento

Presentazione

  • : foodforfun.over-blog.it
  • foodforfun.over-blog.it
  • : Per giocare con il cibo e trasformare gli alimenti in qualcosa di goloso... ma non solo cibo, talvolta fiori, talaltra libri, curiosando qua e là.
  • Contatti

Traduttori

 

 

 

 

    

 

    

 

     

 

Ricerca

EXPO 2015

01_Cover_Logo_1280x400_OK.jpg

foodforfun.over-blog.it

Norme - Copyright © 2017

QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITA' . PERTANTO NON PUO' CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 07/03/2001  

FOODFORFUN.OVER-BLOG.IT  By BettaRoberta Cecconi - All rights reserved

 

 

 

  

 

 

 

indicizzazione motori ricerca