Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
21 dicembre 2012 5 21 /12 /dicembre /2012 18:15

Piatti-di-carne 1510

 

Terrina d'anatra con l'aggiunta di altri tipi di carne e naturalmente un buon bicchiere di cognac, che aromatizza il tutto.

Servita insieme a delle fettine di petto d'anatra affumicato, un'insalatina mista con melograno e un pan brioche, diventa un grazioso antipasto, un'apertura non troppo invadente affinchè si possa accogliere il piatto successivo senza pensieri.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 1 grande terrina

oppure 2  medie.

 

2           scalogni

1           bicchiere di cognac

50   gr  di burro

50   cc  di vino bianco secco

250gr   di petto d'anatra senza pelle

100gr   di polpa di vitello

100gr   di lonza di maiale

200gr   di lardo a fettine

2           uova

2           rametti di timo fresco

2           foglie di alloro

1           pizzico di noce moscata

             pepe, sale q.b.

 

Procedimento

 

Tritate gli scalogni finemente, fateli sudare nel burro e aggiungete il vino bianco poco per volta. Fate restringere e poi frullate il tutto, affinchè  diventi una cremina.

Tritate le carni separatamente e poi il lardo. Mescolate il tutto e aggiungete le uova, uno per volta, il sale, il pepe, le foglioline di timo, la noce moscata, la crema di scalogni e infine il cognac.  Imburrate una terrina grande o due medie.

Versate il composto e livellatelo per bene. Posizionate in sommità le foglie di alloro e disponete le terrine in un tegame da forno nel quale avrete versato acqua bollente per poter cuocere il tutto a bagnomaria in forno a 180° per 2 ore.  Controllate il grasso affiorato, se lucido, la terrina è pronta.

Toglietela dal forno e lasciate raffreddare per almeno 3 ore prima di servirla.

ENJOY!

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Carne
scrivi un commento
21 dicembre 2012 5 21 /12 /dicembre /2012 18:13

bianco natale 014

 

 

Un menù semplice, agevole e adeguato a molti, che si prepara in anticipo, un po' per volta, magari insieme agli altri così che la festa incominci già dal cucinare.

Eccolo:          

 

Antipasto    

      

Terrine de canard e qualcos'altro....

Pan brioche

Insalatina con melograno

 

Primi

Ravioli di patate con scampi, vongole e cozze

 

Secondi

 

Arrosto di Lonza all'aceto Balsamico

Verdurine di stagione

 

Dessert

 

Panettone Pudding

Biscotti di Natale

 

  Buon Natale a tutti e auguri di Felice 2013!

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Menù
scrivi un commento
19 dicembre 2012 3 19 /12 /dicembre /2012 17:28

Risotti 1504

 

 

Trovo il risotto "elegante"! Strano? Si, forse, ma un piatto di risotto fumante, ordinato nel piatto e profumato al gusto  preferito, mi piace molto, moltissimo. Sono di parte, lo so, ma sono una risottara!!!!

 

La ricetta

 

 

Ingredienti per 4 persone

 

320 gr di Riso Carnaroli

1      scalogno

1      noce di burro

1      goccino d'olio extravergine d'oliva

70    cc di vino bianco secco

500  cc di brodo di carne - o acqua bollente

150  gr di gorgonzola dolce

1 o 2 pere Decana, dipende dalla grandezza

6       noci

         sale q.b.

 

Procedimento

In un tegame a bordi alti, scaldate una parte di burro con un poco d'olio, lo scalogno affettato sottilmente; lasciate "sudare" la bulbosa e poi aggiungete il riso. Tostatelo, irroratelo con il vino bianco, lasciate evaporare poi aggiungete poco per volta il brodo. Salate e portate a cottura in 12 minuti.

Sbucciate le pere, tagliate 12 spicchietti decorativi, ed il resto a dadini. In una padella antiaderente scaldate un pochino di burro, versate le pere e lasciatele rosolare.  Toglietele non appena dorate.

A pochi minuti dalla fine della cottura del riso, aggiungete le pere e mantecate fuori dal fuoco con il gorgonzola.

Servite nei piatti e decorate con spicchietti di pera e gherigli di noce.

ENJOY!

 

 

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Riso
scrivi un commento
17 dicembre 2012 1 17 /12 /dicembre /2012 13:40

Paste-asciutte 1496

 

 

Questi sono gli spaghetti della Vigilia di Natale, perchè sono "di magro" sebbene non abbiano come condimento il pesce. Sono una variante al classico aglio, olio e peperoncino, arrichiti con ricotta, panna e una spolverata di pistacchi. Sono veramente veloci da preparare e di buon effetto scenico, soprattutto se guarniti con un rametto di edera o di agrifoglio.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

320 gr  di spaghetti nr. 5

3      spicchi d'aglio

1      peperoncino

100 gr di ricotta

150 gr di panna

1      cucchiaino di basilico tritato

1      cucchiaino di prezzemolo tritato

50    gr di pistacchi tritati

         Parmigiano grattugiato "on demand"

         olio extravergine d'oliva, sale

 

Procedimento

 

In un barattolo di vetro shakerate la ricotta con la panna e un pizzico di sale. Fatele diventare una crema omogenea.

In una pentola a bordi alti scaldate 3 lt di acqua e un poco di sale, al bollore gettate la pasta e cuocetela al dente.

In una padella antiaderente versate l'olio extravergine, l'aglio e il peperoncino, lasciate insaporire e aggiungete le erbe, il sale. Togliete l'aglio e il peperoncino e aggiungete la crema di panna e ricotta. Mantecate pochissimo e spegnete il fuoco. Scolate la pasta, conservando un pochino dell'acqua di governo, versatela nella padella con il condimento, riaccendete il fuoco e fate insaporire la pasta.

Disponetela sui piatti di portata e spolverate con un poco di pistacchi grattugiati, volendo se proprio non ne potete fare a meno, aggiungete anche del parmigiano.

Servite caldissima e ....  ENJOY!

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Pasta
scrivi un commento
15 dicembre 2012 6 15 /12 /dicembre /2012 16:26

Torte-dolci 1487

 

 

Basta una chiesetta di marzapane, qualche ciliegia a fare da bacca, un pochino d'edera e qualche cantore, che una torta di cioccolato diventa la base per una piccola scenetta natalizia. Anzichè il panettone tradizionalissimo e buonissimo, anche questa potrebbe essere una variante sul tema.

 

P.S. : dico Simil - Sacher, perché la vera, unica e mitica Sacher è solo in Austria, presso l'omonimo hotel a Vienna e/o a Salisburgo!

 

 

La ricetta

 

Ingredienti per 1 torta

 

200 gr di cioccolato fondente

100 gr di burro

150 gr di zucchero

10   albumi

8      tuorli

        gocce di essenza di vaniglia

120 gr di farina bianca

        mezzo cucchiaino di lievito

1      pizzico di sale

        mezzo barattolo di marmellata di albicocche

 

Glassa di copertura

 

380 gr di cioccolato fondente (70%)

125 gr di panna fresca

  30 gr di zucchero

  20 gr di acqua

 

Procedimento

 

Sciogliete il cioccolato a bagnomaria, sbattete gli otto tuorli e aggiungetevi il cioccolato appena intiepidito. Unite il burro morbido, l'essenza di vaniglia e aggiungete lo zucchero.

Montate gli albumi a neve ferma con un pizzico di sale. Versatene una parte nel cioccolato mescolando dal basso verso l'alto. Unite la farina, il rimanente composto di albumi e il lievito.

Preparate due tortiere da 20 cm di diametro, imburratele e infarinatele versate la metà dell'impasto nelle teglie e infornate a 180° per 35 minuti. Sfornatele, lasciatele raffreddare e poi togliete la crosticina superficiale per permettere una migliore adesione della marmellata che spennellerete sulla torta  base e tutt'intorno la circonferenza. Sovrapponete l'altra torta e fate altrettanto; eventualmente regolate e livellate i bordi.

 

Preparate la glassa. Scaldate la panna senza bollirla. Preparate uno sciroppo con lo zucchero e l'acqua, facendolo cuocere fino ad ottenere la famosa "pallina" (bisogna prelevare una punta di cucchiaino di sciroppo e farlo cadere in un bicchiere di acqua fredda, se si forma la pallina, lo sciroppo è cotto). Ora unite i due elementi, panna e sciroppo mescolando velocemente e con forza. Aggiungete questo composto al cioccolato fuso e ancora mescolate ben bene. Rivestite il vostro piano di lavoro con carta da forno, prendete una griglia del forno, rivestite anche questa con carta da forno, adagiatevi la torta e rovesciatevi sopra la crema di cioccolato. Livellate con una spatola e raccogliete il cioccolato in esubero. Mettete la torta in frigorifero per almeno 3 ore prima di servirla con un ricciolo di panna, se vi va!

 

 

ENJOY!

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Torte dolci
scrivi un commento
13 dicembre 2012 4 13 /12 /dicembre /2012 13:39

Risotti 1415

 

Il risotto è il simbolo del Natale nella mia famiglia di ramo materno. Era il nonno Giovanni che si metteva ai fornelli il giorno di Natale a prepararlo secondo tutti i canoni della cucina lombarda. Il racconto è di mia madre, bambina, che se lo ricorda indaffarato in una veste decisamente inusuale per un uomo nato alla fine del 1800.

Era il suo gesto affettuoso per la famiglia, in un tempo in cui potersi permettere un primo piatto eseguito con il brodo di carne, significava proprio festeggiare un grande giorno.

Quello di oggi è un piatto decisamente ricco e con sapori di contrasto : zucca e mele sul dolce e fegato di coniglio un poco amaro, per bilanciare. Una buona mantecatura con un burro delle prealpi e un pizzico di parmigiano completano il tutto.

 

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

250 gr di zucca

1      mela Golden grande

4      fegatini di coniglio

100 gr di burro

4      foglie di salvia

4      foglioline di rosmarino

1      cucchiaio di soffritto misto

50   cc di vino bianco secco

1     spicchio d'aglio

320 gr di riso Carnaroli

400 cc di brodo di carne o acqua bollente

        olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

 

Procedimento

 

Sbucciate la zucca, privatela dei filamenti e semi. Tagliatela a dadini e tenete da parte.

In un tegame a bordi alti, scaldate una parte di burro con un poco d'olio, il soffritto misto; lasciate "sudare" la cipolla, poi aggiungete il riso, tostatelo, irroratelo con il vino bianco, lasciate evaporare poi aggiungete poco per volta il brodo. Salate e portate a cottura in 12 minuti.

A parte, in una padella antiaderente, scaldate di nuovo una parte di burro e un poco d'olio, versate aglio e aromi, lasciate insaporire poi aggiungete la zucca, fatela tostare e dopo qualche minuto di cottura, aggiungete anche la mela tagliata a dadini. Salate e fate cuocere per pochi minuti, giusto il tempo che la zucca si ammorbidisca un poco.

Separatamente cuocete il fegato partendo dalla stessa base di grassi: burro e poco olio con una foglia di salvia e rosmarino.  Fate scaldare bene la pentola prima, e il condimento poi. A questo punto adagiate il fegato, e fate cuocere a fuoco fortissimo prima un lato per 3 minuti, poi l'altro per altri 3.  Fuori deve essere molto colorito, dentro rimanere morbido e succoso. Toglietelo dalla padella e tenetelo in caldo.

A 12 minuti di cottura del riso, aggiungete la zucca e la mela, lasciate insaporire, poi il fegato tagliato anch'esso a dadini. Rimuovete la pentola dal fuoco e mantecate con burro e parmigiano, se vi va un pochino di pepe nero.

ENJOY !

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Riso
scrivi un commento
11 dicembre 2012 2 11 /12 /dicembre /2012 15:37

Stuzzichini-salati 1402

 

Eccoci  con un'idea per l'antipasto di Natale:  saccottini di pasta fillo con un cuore morbidissimo di ricotta e carciofi, naviganti in un piccolo mare di crema di panna e formaggio.

Eleganti, facili, delicati possono essere un buon inizio per il pranzo di Natale.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

10         carciofi

4           spicchi d'aglio

1           confezione di pasta fillo

100gr   burro

1 lt        panna fresca

100gr   formaggio tipo fontina o taleggio o emmental (a piacere)

1           pizzico di noce moscata

1           pizzico di prezzemolo tritato

1           limone

             olio extravergine, sale e pepe

250gr  di ricotta vaccina

60  gr  di parmigiano grattugiato (anche meno a Vs. gusto)

 

 

Procedimento

 

Pulite i carciofi dai gambi, filamenti e barbetta. Non appena finite di pulire un carciofo, mettetelo subito in acqua acidulata con limone, affinchè non annerisca. Continuate l'operazione ad esaurimento carciofi.

Scaldate in una padella antiaderente l'olio e l'aglio. Tagliate i carciofi a julienne e versateli in padella, salate subito, spruzzate un pochino di limone oppure vino bianco e incoperchiate. Fate cuocere per 10 minuti, poi lasciate raffreddare.

Preparate l'impasto, tritando pochi carciofi per volta, tenetene da parte un poco per decorazione. Versateli in una bacinella e aggiungete la ricotta, il parmigiano, un pizzico di sale e pepe, nonchè il prezzemolo. Mescolate per bene e tenete in fresco.

Sciogliete il burro, e con l'ausilio di un pennello passatelo sul primo foglio di pasta fillo. Adagiatene uno sopra al primo e ripassate con il burro. Aggiungetene un terzo, ripassando con il burro.  Dividete il rettangolo in due per il senso dell'altezza. In pratica dovrete ricavare altri due rettangoli, su ciascuno dei quali, metterete una buona cucchiaiata d'impasto. Chiudete ora i lati del rettangolo cercando di formare un fiore. Delicatamente spennellete i petali con il burro.

Mettete in forno caldissimo 220° per almeno 10' minuti, in ogni caso non appena vedrete che la base delle rosette si sia colorita.

In un tegame a bordi alti, scaldate la panna con 3 spicchi d'aglio, noce moscata. Grattugiate il formaggio scelto e non appena la panna bolle, aggiungetelo poco per volta, mescolando con cura. La crema dovrà essere morbida, ma non troppo liquida e nemmeno dura come una besciamelle.

Estraete dal forno i saccottini, versate nei piatti dei commensali un mestolino di crema al formaggio aromatizzata all'aglio, disponete al centro la rosetta di pasta fillo e.....

 

ENJOY !

 

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Stuzzichini salati
scrivi un commento
9 dicembre 2012 7 09 /12 /dicembre /2012 13:10

Torte-salate 1398

 

 

Non posso considerarla pienamente una ricetta Natalizia, ma da oggi in poi, diciamo che, la tematica culinaria sarà quella. Non posso, dicevo, perchè l'ho cucinata in un'unica forma e quando si porziona, la sua morbidezza deliziosa, si sperde nel piatto e sinceramente non è molto decorativa, ma se invece si facessero singole tortine, allora potrebbe essere considerata un buon antipastino accompagnato da un'insalata bruschettina, cioè con mele verdi, melagrana, soncino, rughetta, trevigiana, qualche nocciola......

 

La ricetta

 

Ingredienti per 1 torta da 20 cm di diametro

oppure per almeno 8 tortine piccole

 

300  gr di farina 00

150  gr di burro

1       pochino d'acqua fredda gelata

150  gr di prosciutto cotto a dadini

80    gr di Emmental grattugiato

20    gr di Parmigiano Reggiano

60    gr di burro

60    gr di farina

500 gr di latte

1      pizzico di sale

1      pizzico di noce moscata

 

 

Procedimento

 

Preparate una pasta brisée oppure una frolla salata. La differenza sta nel fatto che con la brisée non dovete utilizzare uova, mentre nella frolla, al posto dell'acqua, aggiungete 1uovo e un tuorlo. Il colore dell'impasto e la sostanza della forssa sarà differente ma considerando che la torta ha un ripieno già molto ricco, ho preferito usare una brisée.

Ponete nel mixer la farina, il sale, il burro a pezzetti, avviate il mixer e poi aggiungete un goccino di acqua fredda a filo, non appena vedrete che l'impasto si ammorbidisce e forma la fatidica "palla", il tutto è pronto.

Avvolgete la pasta in pellicola trasparente e riponetela nel frigorifero per almeno 30' minuti.

Nel frattempo preparate la besciamella: in un pentolino fate  fondere il burro a fuoco moderato; unite la farina mescolando con la frusta ed amalgamate il composto. Separatamente  scaldate il latte. Non appena caldo, versatelo nel roux (il composto di burro e farina) e continuate a mescolare.  Questo procedimento di riscaldamento eviterà la formazione di grumi. Salate, diminuite d'intensità il fuoco e cuocete per almeno quindici  minuti   mescolando affinché  la besciamella non si attacchi.  Toglietela dal fuoco e aggiungete il prosciutto. Versatela in una bacinella larga per farla raffreddare.    Grattugiate i formaggi separatamente.

Riprendete la pasta, imburrate ed infarinate una teglia da 20 cm di diametro, adagiatevi la pasta, ricoprite bene i bordi, bucherellate il fondo e copritela con carta da forno. Ponetela in forno a 180° per  10' minuti, rimuovete poi il foglio di carta e lasciate che la base della torta si colori . Il tempo necessario è :  5-6' minuti.  Estraetela dal forno, versatevi il ripieno, livellate e spolverate con l'emmental e poi con il grana.  Reinfornate per altri 10' minuti e comunque non appena la superficie diverrà tutta dorata e croccantina. Togliete dal forno e lasciate riposare per almeno 10' minuti prima di servire e/o tagliare.

 

ENJOY !

 

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Torte salate
scrivi un commento
7 dicembre 2012 5 07 /12 /dicembre /2012 16:22

 

Pane-pizze-focacce 1347

 

In questi giorni ho voglia di cose spicce, forse in previsione dei grandi pranzi che ci aspettano, preferisco allentare un po' il ritmo con degli stuzzichini, anzichè con ricette di un certo tono.

Quindi - pizza croccantina- ricotta, olive e pomodori secchi, uno spuntino si, ma carino.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 pizze grandi 

oppure molte, molte pizzettine

 

500 gr di farina 00

250 cc di acqua (anche 300cc dipende dalla farina)

1           bustina di lievito di birra disidratato

2           cucchiai di olio d'oliva

1           cucchiaino di zucchero

1           cucchiaino di sale

 

Procedimento

 

Setacciate la farine, aggiungete il sale, lo zucchero, un cucchiaino di olio, il lievito di birra e l'acqua poco per volta. Impastate ed aggiungete l'acqua nella quantità voluta dalla vostra farina. Lavorate la pasta per 10 minuti fino ad ottenere una palla elastica e liscia. Ponete a lievitare per almeno 30'-40' minuti, ma più tempo lievita e meglio è.

Pre-riscaldate il forno a 220°.

 

Riprendete l'impasto e stendetelo con l'ausilio di una macchinetta per tirare la pasta , L'imperia. Tiratela sottile, sottile, dandogli forma circolare con uno spessore minimo.  In pratica fate una base di pizza sulla quale stenderete un'emulsione di acqua e olio. Infornate e cuocete per 30-35 minuti, fino a che saranno dorate e croccanti. Servite con formaggio fresco, grana, olive, pomodori secchi, e quanto più vi piace. 

 

ENJOY!

 

 

 


Repost 0
Published by Bettaroberta - in Pane-pizze-focacce
scrivi un commento
5 dicembre 2012 3 05 /12 /dicembre /2012 15:51

Dolci-al-cucchiaio 1328

 

 

Non è il Christmas Pudding inglese, ma è pur sempre natalizio, in quanto l'ingrediente base è il Panettone.

Buono, buono, come ogni cosa dolce, accompagnato da una salsa al cioccolato è una roba, ma una roba da matti!

 

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone

 

300 gr di panettone

250 gr di panna fresca

350 gr di latte

3      uova intere

100 gr di zucchero

1      qualche goccia di essenza di vaniglia

1      nocetta di burro

 

 

Procedimento

 

Portare al bollore la panna, il latte, l'essenza di vaniglia  e un cucchiaio di zucchero.

Accendere il forno a 200° e tostare sotto il grill le fette di panettone, fino a che non diventino dorate e croccantine.

In una bacinella montare le uova con lo zucchero fino a farle diventare ben gonfie. Aggiungere il latte e la panna a filo sempre mescolando. Imburrare uno stampo abbastanza profondo. Adagiarvi le fette di panettone e irrorarle con il composto. Attendere che il liquido sia ben assorbito dalle fette e stendervi sopra le altre fette  e bagnare nuovamente ad esaurimento composto. Attendere nuovamente che il panettone assorba il liquido e poi infornare a150° per 1h circa.

Il pudding si mangia caldo, tiepido ma anche freddo è buonissimo, volendo si può spolverare di zucchero a velo e servire con una salsa al cioccolato.

 

ENJOY!

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Dolci al cucchiaio
scrivi un commento

Presentazione

  • : foodforfun.over-blog.it
  • foodforfun.over-blog.it
  • : Per giocare con il cibo e trasformare gli alimenti in qualcosa di goloso... ma non solo cibo, talvolta fiori, talaltra libri, curiosando qua e là.
  • Contatti

Traduttori

 

 

 

 

    

 

    

 

     

 

Ricerca

EXPO 2015

01_Cover_Logo_1280x400_OK.jpg

foodforfun.over-blog.it

Norme - Copyright © 2017

QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITA' . PERTANTO NON PUO' CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 07/03/2001  

FOODFORFUN.OVER-BLOG.IT  By BettaRoberta Cecconi - All rights reserved

 

 

 

  

 

 

 

indicizzazione motori ricerca