750 grammes
Tutti i nostri blog di cucina Segui questo blog Administration + Create my blog
24 agosto 2015 1 24 /08 /agosto /2015 10:44
Canederli ad Ortisei...

Carmen mi ha insegnato a fare i canederli, gnocchi di pane e molto altro. Molto saporiti, li abbiamo cotti in un brodino leggero, ma anch'esso niente male.

Mi ha fatto molto piacere ritrovare una ricetta di "recupero avanzi" ed un ricordo di tempi andati, in cui il pane era prezioso fino all'ultima briciola ed altrettanto le uova; in cui avere lo speck era un lusso.

Semplici, gustosi, buoni.

La ricetta

Ingredienti per 3 persone

200 gr di pane bianco raffermo tagliato a quadratini

2 uova

1 cucchiaio di farina bianca

100 ml di latte+ un pochino d'acqua

1 cipolla dorata, piccola

100 gr di speck a dadini

1 cucchiaino di prezzemolo tritato

1 cucchiaino di erba cipollina tritata

1 pizzico di sale

1 pizzico di pepe

1 pizzico di noce moscata

1 noce di burro

1 foglia di salvia

olio extravergine d'oliva

Parmigiano Reggiano a piacere

Per il brodo

3 cucchiai di battuto di carota, sedano, cipolla

2 foglie d'alloro

1 paio di foglie di rosmarino

3 grani di pepe

1 paio di pomodorini ciliegia

50ml di vino bianco secco

1 dado o estratto di carne

Procedimento

In una padella antiaderente tostate leggermente la cipolla, lo speck, il pane tagliato a dadini. L'operazione deve essere breve e la cipolla non deve assolutamente annerire.

Togliete dal fuoco e unite al composto, le uova sbattute con il latte, aggiungete sale, noce moscata, pepe, il cucchiaio di farina. Lasciate che il pane si ammorbidisca e tenetelo a riposo almeno per 30' minuti, meglio se per un paio d'ore. Riprendete il composto, ora morbido, e impastate il tutto con prezzemolo, erba cipollina. Se dovesse risultare troppo duro, aggiungete un poco d'acqua; contrariamente, fosse troppo molle, correggete il tiro con un altro cucchiaio di farina.

Con le mani inumidite, formate delle piccole palline (personalmente non amo i canederli grandi, anzi grandissimi alla tedesca; preferisco quelli più minuti che s'insaporiscono meglio e sono più graziosi nei piatti), e tenetele da parte.

In una pentola a bordi alti, scaldate un goccino d'olio in cui soffriggerete il battuto di carota, sedano e cipolla, le foglie di alloro, i grani di pepe, i pomodorini e il rosmarino. Aggiungete due litri di acqua bollente, il vino secco, il dado e cuocete per almeno 40' minuti. Il brodo deve essere dorato e molto profumato. Regolate di sale e pepe e tenete in caldo.

Riportate al bollore il brodo e poi immergetevi i canederli. Fateli cuocere per 20' minuti, in ogni caso quando verranno a galla saranno pronti. Serviteli bollenti con una spolverata di pepe e di parmigiano.

Condividi post
Repost0
16 agosto 2015 7 16 /08 /agosto /2015 10:58
Burrata & Co...

Veramente niente d'impegnativo, in fondo siamo un po' tutti in vacanza, no?!

Quindi un'entratina facile, facile a patto che i prodotti siano DOC e freschissimi.

Una burrata e qualche verdurina ed il gusto è servito.

Buona Domenica a tutti.

La ricetta

Ingredienti per 3 persone

nr. 3 mini burrate

9 pomodorini ciliegia

10 taccole

1 peperone giallo

1 peperone rosso

3 spicchi d'aglio

1 mazzetto di basilico fresco

olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

1 paio di baguette

Procedimento

Tagliate le taccole e i peperoni a liste per il senso della lunghezza.

In due padella antiaderenti, rosolate l'olio, l'aglio e un paio di foglie di basilico. In una padella versate le taccole, nell'altra i peperoni. Cuocete le verdure a fuoco moderato, salando solo a fine cottura, cioè in circa 10' minuti.

In un'ulteriore padella antiaderente rosolate nuovamente olio, aglio, foglie di basilico. Unite i pomodorini, salate, pepate e cuocete per 5' minuti.

Lavate bene il basilico ed utilizzando solo le foglie, preparate un pesto con solo olio e sale.

Tagliate le baguette a losanghe, tostatele, raschiate su di esse uno spicchio d'aglio, un passaggio leggero e salatele. Posizionate la burratina e poi il pesto. Procedete con la decorazione delle verdure e.... buon divertimento.

Condividi post
Repost0
6 agosto 2015 4 06 /08 /agosto /2015 09:26
Avena, piselli & frutti di mare...

Siamo in pianura e fra poco in alta montagna, ma come non desiderare un piatto estivo e marino? Quindi, con estrema semplicità, avena, piselli & frutti di mare.

Buone vacanze a tutti.

La ricetta

Ingredienti per 3 persone

250 gr di avena in chicchi

500 gr di pisellini primavera

500 gr di cozze

500 gr di vongole

3 spicchi d'aglio

2 pomodori ramati

1 peperoncino baby

50ml di vino bianco secco

1 cucchiaio di prezzemolo tritato

foglie di basilico per decorare

olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

Procedimento

Bollite per 35' minuti l'avena in abbondante acqua bollente e leggermente salata, scolatela e raffreddatela sotto acqua fredda corrente. Riscolatela e ponetela in un piatto di servizio.

In una padella antiaderente scaldate l'olio, uno spicchio d'aglio, foglie di basilico. Non appena il soffritto sprigiona il suo profumo, aggiungete i pisellini, lasciateli rosolare un minuto, versate un goccino d'acqua, salate e cuocete per 10' minuti. Togliteli dal fuoco e versateli su di un piatto di servizio per lasciarli raffreddare.

In una pentola a bordi alti e antiaderente scaldate olio evo, 2 spicchi d'aglio, il peperoncino, un pochino di prezzemolo e qualche foglia di basilico. Tagliate il pomodoro a dadini e versatelo in pentola, unitevi le cozze e le vongole precedentemente lavate e spurgate. Salate leggermente, pepate un poco, mescolate l'insieme e irrorate con il vino bianco. Coprite immediatamente la pentola e cuocete per 5' minuti, il tempo necessario affinchè le conchiglie si aprano. Togliete i frutti dalla pentola e continuate a far ridurre l'intingolo per 5' minuti. Versatelo sulle cozze e tenete da parte.

Disponete ora l'avena fredda nei piatti dei commensali, distribuitevi sopra i piselli freddi e le cozze, anch'esse fredde con il loro sughetto. Decorate con foglie di basilico fresco.

Condividi post
Repost0
28 luglio 2015 2 28 /07 /luglio /2015 15:29
Pane nero, hummus di ceci, pomodori in padella e...

E' uno stuzzichino che contiene un intero "pasto": carboidrati, proteine, vitamine.

E' fresco perchè è tutto freddo, cucinato in anticipo, può essere servito con tutta calma e tenuto in frigorifero; adattissimo per queste ultime giornate di Luglio alquanto soleggiate...

La ricetta

Ingredienti per 4-5 persone

1 scatola di ceci già lessati

1 pizzico di peperoncino oppure una punta di harissa

6 cucchai di olio extra-vergine d'oliva

3 cucchiai di succo di limone

20 pomodorini ciliegia

10 foglie di basilico

1 spicchio d'aglio

1 confezione di pane nero in cassetta

300 gr di alborelle già pulite

150 gr di farina 00

olio per friggere

aceto di mele

Procedimento

Sgocciolate i ceci e frullateli finemente insieme al peperoncino, ad una punta di spicchio d'aglio, all'olio evo. Aggiungete il succo di limone e frullate ancora fino ad ottenere una crema morbida. Nel caso fosse troppo densa, aggiungete un pochino d'acqua tiepida, sempre frullando. Regolate di sale e versate il composto in una pentola antiaderente facendo cuocere il tutto per 5' minuti a fuoco vivo. Togliete dal recipiente e lasciate raffreddare.

Pulite i pomodorini, lavateli e fateli cuocere in padella con basilico, olio e aglio. Fateli rosolare per bene e salateli e pepateli solo a fine cottura, cioè dopo 7-8' minuti. Toglieteli dal fuoco e lasciateli raffreddare.

Prendete le alborelle, risciacquatele sotto acqua corrente. Scolatele e passatele nella farina. Scrollate la farina in eccesso e tenete da parte. In una pentola a bordi alti, scaldate l'olio da frittura. Non appena in temperatura, versate poche alborelle per volta e cuocetele fino a che non diventino dorate. Toglietele dall'olio e lasciatele decantare su un foglio di carta assorbente, salatele poco, dopodichè riponetele su di un piatto di servizio e irroratele con un poco di aceto di mele. Proseguite la cottura fino ad esaurimento ingredienti.

Prendete il pane in cassetta ritagliatelo con un coppapasta, formate delle quenelle di hummus di ceci, depositatevi sopra un pomodoro ciliegino ed in parte il pesciolino.

Buona degustazione.

Condividi post
Repost0
23 luglio 2015 4 23 /07 /luglio /2015 13:03
Ravioli in un mare di sugo...

Ricordo una battuta di Alberto Sordi che s'intratteneva con Aldo Fabrizi, argomento la pasta al sugo. Ebbene, dopo aver descritto per bene come dovesse essere fatto il sugo, e cioè con un leggero soffritto, bocconcini di carne di vitella, qualche salsiccia romana, un pezzettino di guanciale e pomodori San Marzano, un pizzico di peperoncino, sale e oio extravergine d'oliva, ebbene, Fabrizi, dichiarava a Sordi:" Ah Albe, a te mica te piace la pasta, te piace er sugo".

E' vero, forse la pasta è buona perchè è goloso il sugo, ma tant'è ogni tanto vale la pena che il sugo la faccia da padrone.

La ricetta

Ingredienti per 3 persone

1 confezione di ravioli freschi spinaci e ricotta

2 barattoli di pelati S. Marzano

2 peperoni rossi Palermo

1 peperone giallo Palermo

1 costa di sedano

1 cucchiaio di sedano, cipolla e carota a quadratini

olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

1 spolverata di pecorino

1 spicchio d'aglio

Basilico a volontà

Procedimento

Lavate e pulite i peperoni, privateli dei semi, tagliateli a listarelle per il senso della lunghezza ottenendo così delle tagliatelle di peperoni. Fate lo stesso con il sedano. In una padella antiaderente scaldate olio, aglio e qualche foglia di basilico; non appena l'olio rosola, aggiungete le verdure, e stufatele a fuoco basso, coperte con coperchio. Mescolatele di tanto in tanto, e salatele solo a fine cottura, quando si sono ammorbidite, ma rimaste ancora croccantine.

Preparate il sugo soffriggendo sedano, carota e cipolla in olio extravergine d'oliva e basilico. Versate i pomodori pelati, salate, pepate e lasciate cuocere a fuoco basso, a lungo, finchè la salsa risulti ben limpida e saporita.

Bollite in abbondante acqua bollente e leggermente salata i ravioli per pochissimi minuti, scolateli e disponeteli in ogni singolo piatto nel quale avrete prima versato abbondante sugo.

Decorate con i peperoni ed il sedano, foglie di basilico fresco e una spolverata di pecorino.

Condividi post
Repost0
13 luglio 2015 1 13 /07 /luglio /2015 14:41
Cannelloni, ma la pasta dov'è?

Non c'è! La pasta non c'è e al suo posto ho usato fettine di melanzane grigliate al forno.

Si, ogni tanto mi prende la "mattana" e stamattina, prestissimo, ho acceso il forno e preparato un piatto da mangiare freddo.

Va bene per questi giorni, in quanto non è affatto il tipico sformato, è esente da ogni pesantezza - no burro, no besciamella- no uova- e quindi si tratta di un po' di carne, verdura, mozzarella ed un semplice sugo.

Facile, appetitoso e non il solito cannellone...

La ricetta

Ingredienti per 3 persone

2 melanzane grandi e lunghe

200 gr di carne macinata di vitello

10 foglie di basilico

1 cucchiaio di ricotta fresca

1 paio di fette di pane in cassetta ammorbidite in acqua o latte, a piacere.

70 gr di Parmigiano Reggiano

1 mozzarella

1 barattolo di pomodori pelati

2 cucchiai di soffritto misto

olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

Procedimento

Tagliate nel senso della lunghezza, le melanzane, a fette sottili, ma non trasparenti. Posizionatele su due placche da forno, ricoperte di carta da forno e irroratele con olio extravergine d'oliva, sale e pepe. Cuocete per 10-12 minuti circa, il tempo necessario affinchè si dorino. Nel frattempo, in una padella antiaderente, scaldate il 1^ cucchiaio di soffritto, una parte di basilico, olio extravergine. Fate insaporire e versate la carne trita e cuocete velocemente, salando e pepando solo a fine cottura. Travasate la carne in una terrina, aggiungete le restanti foglie di basilico, il parmigiano, la ricotta e frullate il tutto per ottenere un morbido impasto.

Riprendete le melanzane - raffreddatesi - e farcitele con la carne, arrotolatele e tenetele da parte.

Preparate un sugo, partendo dal soffritto, aggiungete basilico e pomodori pelati. Salate, pepate e lasciate cuocere fino a che non si rapprenda per bene.

In una pirofila da forno versate un abbondante cucchiaio di sugo, adagiatevi i rotolini di melanzane, spargete un poco di Parmigiano e mozzarella, ricoprite con sugo e di nuovo con mozzarella. Mettete in forno giusto il tempo necessario alla doratura della crosticina.

Condividi post
Repost0
8 luglio 2015 3 08 /07 /luglio /2015 15:45
Frittatine fredde e ripiene...

E' una settimana rovente, il termometro non vuole scendere al di sotto dei 30°C in casa e fuori è un forno. Un caldo così non me l'aspettavo, in quanto l'estate scorsa è stata una pioggia continua, almeno qui al nord, e abbastanza freddina, e mi ero completamente dimenticata di cosa fosse la canicola di Luglio. Sinceramente, attendo la pioggia con impazienza ma nel frattempo posso solo pensare di cucinare cose freddissime e leggere. La ricetta di oggi: facile, facile, fresca, freschissima.

La ricetta

Ingredienti per 6 rotolini come foto

1 uovo intero

1 cucchiaino di basilico tritato

1 cucchiaino di cipolla, sedano, carota a dadini

3 cucchiaio di parmigiano Reggiano

300 gr di fagiolini verdi già bolliti

150 gr di ricotta fresca vaccina

5-6 pomodorini ciliegia.

Olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

Procedimento

Sbattete l'uovo con un pizzico di sale, il basilico tritato, le verdurine a dadini e un cucchiaio di parmigiano.

Scaldate una pentola larga ed antiaderente, versate un goccino d'olio sulla superficie e non appena caldo distribuitevi l'uovo. Cuocete come se doveste fare una crepe, sottile, sottile. Cuocetela su entrambe i lati e toglietela dal fuoco lasciandola raffreddare.

Miscolate la ricotta con il parmigiano, un pizzico di sale e pepe. Tagliate a dadini i fagiolini, conditeli con olio e sale e versatene un pochino nella ricotta. Riprendete la frittatina, spalmatela con la crema ricotta, fagiolini, parmigiano, avvolgetela bene su se stessa e tagliate dei cilindretti che guarnirete con il rimanente dei fagiolini e pezzettini di pomodorini. Passate il tutto in frigorifero per almeno 1 ora e serviteli freddi, freddissimi.

Condividi post
Repost0
1 luglio 2015 3 01 /07 /luglio /2015 13:23
Antipastino goloso: zucca, fagioli, cipolla & speck...

In questi primi giorni d'estate e di caldo, sono già ko.

Non sopporto molto le alte temperature, il sole cocente e la città in questo tempo.

Quanto a cucinare poi, le idee scarseggiano e trovare qualcosa di leggero, appetitoso e non troppo calorico non è proprio sempre immediato.

Questo antipastino mi è venuto in mente sulla logica del Gazpacho. Sebbene non abbia granchè a che vedere con la fantastica miscela spagnola, una comunanza c'è: il freddo.

Tutto è freddo, quasi gelato. E' vero c'è un solo ed unico passaggio di cottura della zucca, ma poi il resto del procedimento è una stupidaggine con un risultato gradevole.

Non resta che provare e buona estate a tutti.

La ricetta

Ingredienti per 4 persone

1 metà di una zucca Mantovana

1 spicchio d'aglio

1 foglia di salvia

1 rametto di rosmarino

1 barattolo di fagioli misti - tutti i gusti -

1 cipollotto di Tropea

150 gr di Speck trentino

Olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

Aceto bianco di mele

Aceto Balsamico

Rametti di timo e grissini per decorare

Procedimento

Sbucciate il cipollotto di Tropea, affettatelo in fettine sottilissime, sciacquatelo sotto acqua fredda corrente, scolatelo, versatelo in un barattolo di vetro e copritelo con aceto bianco di mele. Chiudete il barattolo con il coperchio e mettete in frigorifero

Sbucciate la zucca, togliete i semi ed i filamenti, tagliatela a dadini e rosolatela in padella antiaderente con olio, aglio, salvia, rosmarino. Non appena si colora, versate un mezzo bicchiere d'acqua, salate, pepate e portate a cottura in 15' minuti. La zucca dovrà diventare morbida e spappolarsi. Toglietela dal fuoco e frullatela con un mixer ad immersione. Assaggiatela ed eventualmente regolatela ancora di sale e pepe.

Scolate i fagioli dal loro liquido, sciacqueteli sotto acqua corrente. Scolateli nuovamente e disponeteli in un'insalatiera. Conditeli con pepe, sale, rosmarino e aceto Balsamico. Mettete in frigor.

Preparare i vasetti disponendo prima la purea di zucca, poi il mix di fagioli, qualche rondella di cipolla, rametti di timo, una fetta di Speck a commensale.

Condividi post
Repost0
24 giugno 2015 3 24 /06 /giugno /2015 14:46
Avena, peperoni ,zucchine & capperi...

Guardo sempre con attenzione gli scaffali del supermercato relativi ai cereali. Ultimamente, la scelta si è arricchita moltissimo e fra i soliti farro, orzo, kamut, bulghur etc.etc ho trovato anche l'avena in chicchi. Una scoperta per me, in quanto l'ho sempre utilizzata in fiocchi e farina, ma mai prima d'ora in chicchi. E' buonissima, almeno per quanto riguarda il mio palato. Se abbinata alle verdure diventa una gustosissima ricetta estiva, molto fresca e leggera.

La ricetta

Ingredienti per 4 persone

320 gr di avena in chicchi

2 zucchine medie

1 peperone rosso

1 cucchiaino di capperi medi

2 spicchi d'aglio

4 foglie di basilico

2 lt di acqua per cuocere l'avena

olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

Procedimento

In una pentola a pressione portate l'acqua al bollore, salatela leggermente e poi versate l'avena.

Chiudete la pentola con il coperchio, sistemate la valvola e lasciate cuocere 35' minuti a partire dal fischio della pentola a pressione. Trascorso questo tempo, scaricate la pentola dal vapore e aprite il coperchio solo quando la valvola è scesa. Assaggiate l'avena e se al dente, ma decisamente masticabile, scolatela sotto acqua fredda corrente.

Nel frattempo, tagliate le verdure a quadratini. In una padella antiaderente scaldate l'olio, l'aglio, il basilico. Versate le zucchine e cuocetele per 10' minuti, il tempo affinchè si dorino. Salatele e pepatele solo a fine cottura. Nella stessa padella in cui avete cotto le zucchine, ora deposte su di un piatto a raffreddare, cuocete i peperoni, aggiungendo solo un pochino d'olio e ravvivando il soffritto con uno spicchio d'aglio nuovo. Lasciate saltare i peperoni in pentola per pochi minuti, devono rimanere croccanti e salateli solo a fine cottura, circa 8' minuti.

Unite le zucchine ai peperoni, aggiungete i capperi, il basilico rimasto, l'avena. Regolate con un filo di olio fresco e buon appetito.

Condividi post
Repost0
16 giugno 2015 2 16 /06 /giugno /2015 15:30
Croissant, mini-pie, mini-quiche & Co....

Una cassettina di sfiziosità per un'apericena, l'aggiunta di qualche buon salume, un pezzettino di formaggio, un bicchiere di vino e la compagnia di qualche amico, rendono la serata perfetta.

Semplice, facile, gustosa e amichevole.

La ricetta

Ingredienti per 6 persone circa

Per le mini-pie

3 polpette al sugo già pronte, avanzate.

300 gr di farina 00

150 gr di parmigiano Reggiano

150 gr di burro

1 pizzico di sale

1 uovo e 1 tuorlo

Per le mini-quiche

Utilizzare come base la pasta delle mini-pie

1 uovo

2 asparagi

4 pomodorini ciliegia

1 cucchiaio di ricotta o robiola fresca

sale, pepe q.b.

Per le croissant

1 rotolo di pasta sfoglia

150 gr di ricotta fresca

50 gr di parmigiano Reggiano

1 cucchiaio di basilico fresco tritato

1 cucchiaio di olive nere macinate

1 cucchiaio di semi misti (papavero, sesamo)

Per le pizzette, panini, focaccia con le patate, schiacciatina

500 gr di farina 00

1 cubetto di lievito di birra

1 cucchiaino di miele

1 cucchiaino di sale

1 paio di cucchiai di olio evo

acqua tiepida per l'impasto

1 patata

1 cucchiaio di concentrato di pomodoro

1 cucchiaino di origano tritato

sale, pepe e olio extravergine d'oliva q.b.

Procedimento per i panini, girelle, focaccine alle patate, schiacciatine

Impastate la farina con il lievito di birra, precedentemente sciolto in acqua tiepida con miele, olio e un pizzico di sale. Formate un impasto morbido ed elastico che lascerete lievitare un paio d'ore. A lievitazione avvenuta dividete l'impasto in tre parti, poi procedete con la lavorazione dei singoli pezzi. Per le girelle: stendete la pasta ottenendo un cerchio come una pizza. Spalmatevi sopra il concentrato di pomodoro, basilico fresco, olio evo, sale e pepe. Arrotolate la pasta ottenendo un grosso rotolo dal quale taglierete piccole girelle che stenderete distanziate fra loro su di una placca da forno affinchè possano lievitare ancora per 15' minuti.

Preparate ora le focaccine di patate. Pelate una patata e tagliatela a rondelle con il pelapatate. Suddividete la pasta in piccole parti, date loro la forma di una pizzetta, picchiettatele con la punta delle dita sporche di olio e sovrapponetevi le fettine di patate leggermente salate ed oliate, nonchè un poco di rosmarino. Lasciate lievitare ancora per 15' minuti.

Preparate i panini tagliando piccole quantità di pasta non superiore a 40-50gr. Fatene delle palline e incidete la superficie facendo dei tagli a raggiera. Sporcate la superficie con olio evo e lasciate lievitare ancora 15' minuti.

Tirate l'ultima parte di pasta ed ottenete una striscia larga 10cm e lunga 20 cm. Picchiettatela con olio evo, salate leggermente la superficie e lasciate lievitare ancora 15' minuti.

A lievitazione compiuta, infornate a 200° per 15' minuti, il tempo in cui tutto si dori e cuocia.

Procedimento Mini-pie

Impastare la farina con il parmigiano, il sale, il burro fino ad ottenere un'insieme che abbia l'apparenza e la consistenza della sabbia (pasta sabbiata "sablée"). Aggiungere i tuorli sbattuti e lavorare velocemente per evitare che la pasta si scaldi troppo. Formare una palla ed avvolgerla in pellicola trasparente. Riporre in frigorifero. Riprendere la frolla, stenderla con uno spessore di 1cm e ritagliare dei cerchi da collocare in stampini mono-dose. Bucherellate la pasta alla base e farcitela con un pochino di polpetta, ricoprite con un ulteriore cerchio di pasta, sigillate ogni mini-pie e ponete in forno a 180° gradi per 10' minuti, il tempo necessario affinchè si dorino.

Procedimento Mini-quiche

Rivestite gli stampini mono dose con la rimanente pasta frolla salata. A parte sbattete un uovo con la ricotta, il sale e il pepe, un cucchiaino di parmigiano. Pulite gli asparagi e tagliateli a rondelle, fate lo stesso con i pomodorini ed unite le verdure all'uovo sbattuto. Bucherellate il fondo degli stampini e versate il composto uovo-verdure in essi. Ricoprite con striscioline di frolla e infornate a 180° per 10' minuti.

Procedimento Mini-croissant

Stendete la pasta sfoglia rotonda e spalmatela con il mix di ricotta, parmigiano, basilico e olive nere tritate. Tagliatela in tanti triangoli che arrotolerete singolarmente partendo dalla base e andando verso la punta. Spennellate il dorso delle croissant con un poco di albume e versatevi sopra i semini di sesamo e di papavero. Infornate a 220° gradi per 10' minuti, il tempo che i croissant si gonfino e diventino dorati.

Condividi post
Repost0

Presentazione

  • : foodforfun.over-blog.it
  • : Per giocare con il cibo e trasformare gli alimenti in qualcosa di goloso... ma non solo cibo, talvolta fiori, talaltra libri, curiosando qua e là.
  • Contatti

Traduttori

 

Ricerca

EXPO 2015

01_Cover_Logo_1280x400_OK.jpg

foodforfun.over-blog.it

Norme - Copyright © 2021

QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITA' . PERTANTO NON PUO' CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 07/03/2001  

FOODFORFUN.OVER-BLOG.IT  By BettaRoberta Cecconi - All rights reserved

 

 

 

  

 

 

 

indicizzazione motori ricerca