Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
12 agosto 2011 5 12 /08 /agosto /2011 12:25

Piatti-di-pesce 4736

 

 

Le capesante migliori che abbia mai mangiato sono state quelle a Tamore in Irlanda, la bellezza di ventuno anni fa.

Sono passati così tanti anni eppure le ricordo ancora.  Il ristorante era molto piccolo, in riva al mare.  L'entrata, una porta di legno scura, introduceva in una piccola sala con tavolini per due, quattro persone al massimo.

Le pareti erano rivestite di calce bianca strollata con mille oggetti appesi.

L'ambiente accogliente, silenzioso, a lume di candela, tovaglie rosa. 

Per intrattenere i clienti,  prima della portata principale, offrivano sfogliette di pane tostato, molto sottile, precedentemente imburrato e salato. Mi ricordo di averne mangiato a profusione.

E poi.... arrivarono le capesante,  "scallops", grandi, molto grandi non come quelle esposte nella foto di oggi, che si sono ritirate in cottura, e buone, ma proprio buone, con una salsina al whisky niente male, proprio niente male.  

 

Le capesante di oggi sono un acquisto del supermercato, aihmé, e si vede... ciò nonostante il sapore delicato c'era ed insieme alla salsina al pomodoro sono state un buon antipasto.

Eccovi la ricetta con un sospiro irlandese........ahhh!

 

 

Ingredienti per 4 persone

 

12        capesante  fresche Atlantiche, grandi.

500      pomodorini ciliegia

3           cucchiai di olive nere tostate denocciolate

10         foglie di basilico fresco

10         foglie di origano fresco

1           cucchiaio di prezzemolo tritato

1           spicchio d'aglio

             olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b.

 

 

Procedimento

 

Lavare i pomodorini, tagliarli in 4 spicchi, lasciar scolare un poco la loro acqua.

In una padella antiaderente, scaldare l'olio, l'aglio, le olive e le erbe. Non appena insaporiscono versare i pomodori, lasciar rosolare a fuoco altissimo per 3 minuti, salare e pepare.  Mescolare velocemente e spegnere il fuoco.

I pomodori non devono diventare sugo, bensì devono rimanere quasi crudi, ma insaporiti dalle erbe e olive.

 

Preparare le capesante, togliendo il loro corallo.  Prendetele fra il pollice e l'indice nel loro senso verticale, come se aveste fra le dita una rotellina, e tagliatele a metà, otterete così due parti intere e non sfaldate.

Salatale e pepatele, cospargetele di un filo d'olio.

Mettete sul fuoco una padella antiaderente, lasciatela scaldare per 5 minuti senza alcun grasso all'interno.

Aggiungete ora un filo d'olio e subito le capesante, disponendole nella pentola come le lancette di un orogologio, in senso orario .

Dovrete sentirle reagire rumorosamente, friggere in padella. Lasciatele rosolare pochi minuti e rigiratele dal lato opposto seguendo l'ordine di entrata in padella, cioè dalla prima all'ultima.

Lasciate rosolare ancora pochi minuti e poi scolatele. 

La cottura deve essere breve, altrimenti risulteranno gommose e non tenere.

 

Disponete ora una cucchiaiata abbondante di pomodori ed olive sul piatto di portata e adagiatevi sopra le capesante, sei per commensale.

Spolverate con prezzemolo fresco e magari qualche fogliolina di basilico.

 

ENJOY!

 

 

 

Condividi post

Repost 0
Published by Bettaroberta - in Pesce
scrivi un commento

commenti

Presentazione

  • : foodforfun.over-blog.it
  • foodforfun.over-blog.it
  • : Per giocare con il cibo e trasformare gli alimenti in qualcosa di goloso... ma non solo cibo, talvolta fiori, talaltra libri, curiosando qua e là.
  • Contatti

Traduttori

 

 

 

 

    

 

    

 

     

 

Ricerca

EXPO 2015

01_Cover_Logo_1280x400_OK.jpg

foodforfun.over-blog.it

Norme - Copyright © 2017

QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITA' . PERTANTO NON PUO' CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 07/03/2001  

FOODFORFUN.OVER-BLOG.IT  By BettaRoberta Cecconi - All rights reserved

 

 

 

  

 

 

 

indicizzazione motori ricerca